Corso di storia

Carlo X

Carlo X


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Carlo X fu re di Svezia dal 1654 al 1660. Carlo X fu l'uomo nominato da Christina per succederle nonostante le obiezioni dei nobili guidati da Oxenstierna. Carlo era il figlio maggiore del conte Palatino di Zweibruken e di Caterina, sorella di Gustavo Adolfo.

Carlo fu educato come soldato e vide il servizio nell'esercito svedese dal 1642 al 1645 durante la guerra dei trent'anni. Nel 1648, fu nominato comandante in capo dell'esercito da Christina.

Come re, ha ereditato una situazione difficile. La relazione tradizionale tra i nobili e la corona, stabilita da Gustavo, era stata gravemente messa a dura prova da Christina. I nobili avevano anche chiarito che non erano favorevoli alla scelta di Christina quando era regina. Ora dovevano lavorare con l'uomo che non avevano supportato.

Per salvare la corona dal fallimento, i nobili accettarono di restituire alla corona parte della terra della corona che avevano acquisito a buon mercato. Questo ha fatto molto per rafforzare il rapporto tra Carlo e la nobiltà. Anche le tenute più basse sono state felici per questo perché era un esempio della nobiltà che faceva qualcosa per dare una spinta al paese che gli costava qualcosa di tasca propria. Anche le tenute inferiori avevano sofferto molto per l'alta tassazione - ora sembrava che i nobili avrebbero dovuto fare la loro "parte" per la corona.

Charles decise di essere spietato e deciso con la nobiltà. Nel 1655, ha forzato attraverso una politica di ripresa - il recupero della terra della corona. Ciò non fu guidato dalla nobiltà che restituiva ciò che ritenevano appropriato, ma dalla corona, riprendendo ciò che Charles sentiva essere giustamente suo. Fu pienamente supportato in questo dalle tenute inferiori. Attraverso la Dieta fu approvata una legge che ordinava ai nobili di restituire il 25% delle terre da loro acquistate dal novembre 1632. Ciò avrebbe avuto gravi conseguenze per i nobili, ma la commissione incaricata di attuare questa legge ottenne poco mentre la guerra monopolizzava il governo tempo - la guerra del nord.

Carlo X iniziò la guerra attaccando la Polonia guidata da Giovanni II Casimiro. Nessuno è in realtà sicuro del perché Charles abbia ordinato questo attacco. Sono state avanzate tre teorie.

Una teoria è che considerava la Russia l'unica vera minaccia per la Svezia nell'Europa orientale. Temeva che la Russia potesse attaccare e occupare la Polonia, presentando così una minaccia molto più grande alla Svezia. Sconfiggendo e occupando la Polonia, la Svezia potrebbe fermare un'espansione verso ovest da parte dei russi.

Un'altra ragione avrebbe potuto essere che Giovanni II Casimiro fosse cattolico e sostenesse costantemente di essere il legittimo erede del trono in Svezia. Sconfiggendo la Polonia, anche questa pretesa sarebbe stata respinta.

La teoria finale è che il popolo svedese era in subbuglio e una guerra di successo era il modo migliore di unire il popolo attorno alla corona.

Carlo X lanciò un attacco a due punte contro la Polonia. In una serie di rapidi attacchi, prese la Polonia occidentale e proseguì verso la valle della Vistola. Un secondo attacco portò l'esercito svedese in profondità in Lituania. Nell'agosto / settembre 1655 prese Varsavia; Cracovia cadde nell'ottobre 1655. Nel gennaio 1656, Charles firmò un'alleanza con Federico William, il grande elettore del Brandeburgo. Di fronte a tale opposizione, Giovanni II Casimir fuggì.

La Svezia, ancora una volta, sembrava essere dominante nell'Europa orientale e nel Baltico. Rendendosi conto di ciò, Alessio di Russia attaccò la Svezia nel 1656, ma ciò non ebbe successo.

Giovanni II Casimiro non era scomparso però. Ha giocato sull'eresia della Svezia e ha creato un'alleanza cattolica per sconfiggere l'eretico. Nel 1656, John ebbe un certo successo contro gli svedesi in Polonia.

L'intero scenario cambiò nel giugno del 1657 quando la Danimarca, incoraggiata da Austria e Olanda, dichiarò guerra alla Svezia. Il motivo era chiaro: la Danimarca voleva essere suprema nel Baltico. Frederick William ruppe la sua alleanza con Charles e dopo aver firmato il Trattato di Wehlau, si unì alla Polonia nel settembre 1657.

Charles portò la lotta in Danimarca. Attaccò e aiutato da un inverno spaventoso che congelò il mare, si trasferì da un'isola all'altra catturando città e città indifese. Copenaghen e Zelanda sono state entrambe minacciate. Temendo molti danni alla loro capitale indifesa, i danesi fecero causa alla pace. Il trattato di Roskilde del 1658, conferì alla Svezia Skana, Halland, l'isola di Bornholm e tornò in Svezia nei territori svedesi di Trondheim e Bohuslän. La Svezia ora aveva il controllo completo dell'area a nord del suono danese.

Charles voleva di più dalla Danimarca, ma non erano disposti a regalare più di quanto già avessero. Perdendo la pazienza con la Danimarca, Charles lanciò un'invasione su vasta scala nell'agosto 1658. Gli olandesi e il Brandeburgo aiutarono i danesi e la capitale Copenaghen resistette agli attacchi.

Per lanciare un'ultima spinta Charles aveva bisogno di soldi. Ha convocato la Dieta a Goteborg dove aveva sede. Qui è morto improvvisamente. Suo figlio, il futuro Carlo XI, aveva solo 4 anni, quindi subentrò una reggenza che pose fine a tutte le guerre in cui era coinvolta la Svezia.

Nel trattato di Oliva (1660), Giovanni II Casimiro cedette la sua pretesa al trono svedese. La Svezia restituì alla Polonia tutto il territorio catturato dal 1655. Il Grande Elettore fu riconosciuto sovrano della Prussia orientale.

Nel trattato di Copenaghen (1660), la Danimarca recuperò Trondheim e Bornholm e la Svezia accettarono di porre fine alla sua convinzione che il Sound dovesse essere chiuso a tutte le navi da guerra straniere.

Nel trattato di Kardis (1661), c'era un accordo che la Russia non aveva guadagnato né che avrebbe dovuto guadagnare alcun punto d'appoggio sulla costa baltica.