Podcast di storia

Floyds Bay-AVP-40 - Storia

Floyds Bay-AVP-40 - Storia


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Baia di Floyds

Una baia nella costa della Virginia, ora ribattezzata Burtons Bay.

(AVP-40: dp. 1.766, 1. 310'9"; b. 41'2", dr. 13'6";
S. 18 mila; cpl. 216; un. 1 6"; cl. Barnegat)

Floyds Bay (AVP-40) fu varato il 28 gennaio 1945 dai cantieri navali Lake Washington, Houghton, Washington; sponsorizzato dalla signora R. McCracken; e commissionato il 25 marzo 1945, comandante J. Ogden al comando.

Dopo l'addestramento a Pearl Harbor e nelle Marianne, la baia di Floyds arrivò a Okinawa il 28 luglio 1945 per operare con l'Air-Sea Rescue Squadron 6 e altri idrovolanti fino al 9 settembre. Da quel momento, controllò i mari di Wakanoura Wan e Nagoya, in Giappone, e Shanghai e Tsingtao, in Cina, fino alla partenza da Yokohama il 1 dicembre 1946 per San Francisco. Dal suo porto di origine, San Diego, Floyds Bay partì per una crociera di buona volontà intorno al mondo tra il 6 giugno 1947 e il 27 marzo 1948. Procedendo verso est, fece scalo nei porti del Mediterraneo e dell'Estremo Oriente, operando in acque giapponesi per diversi mesi.

Nell'estate del 1948, Floyd Bay servì come tender per aerei in missioni fotografiche da Annette Island, in Alaska, e durante l'estate successiva svolse importanti incarichi a Hong Kong, quando servì come base di comunicazione per funzionari diplomatici e mantenne un seadrome per l'evacuazione degli americani dal Canton, minacciato dai comunisti. Ogni anno, dal 1950 al 1959, ha svolto il suo servizio in Estremo Oriente, servendo come tender idrovolante a Iwakuni, in Giappone, durante la Guerra di Corea, e spesso come nave stazione a Hong Kong. A queste crociere alternava il servizio sulla costa occidentale che la portava dal Messico all'Alaska. Il 26 febbraio 1960 fu messa fuori servizio in riserva presso il Cantiere Navale Puget Sound.

Floyd Bay ha ricevuto una stella di battaglia per il servizio nella seconda guerra mondiale e una per il servizio nella guerra di Corea.


Costruzione e messa in servizio [ modifica | modifica sorgente]

USS Baia di Floyds (AVP-40) viene varato nel cantiere navale Lake Washington a Houghton, Washington, il 28 gennaio 1945.

Baia di Floyds (AVP-40) è stato impostato presso il cantiere navale Lake Washington a Houghton, Washington. Fu varata il 28 gennaio 1945, sponsorizzata dalla signora R. R. McCracken, e commissionata il 25 marzo 1945 con il comandante J. R. Ogden al comando.


Guerra di Corea 1950-1953 e operazioni in tempo di pace 1953-1959

Ogni anno dal 1950 al 1959, Baia di Floyds aveva turni di servizio in Estremo Oriente. Ha servito come tender idrovolante a Iwakuni, in Giappone, durante la guerra di Corea (1950-1953), e spesso come nave stazione a Hong Kong. A queste crociere si alternava duramente sulla costa occidentale degli Stati Uniti, che la portava dal Messico all'Alaska.

Onori e riconoscimenti

Baia di Floyds ha ricevuto una Battle Star per il suo servizio nella Guerra di Corea.


Floyds Bay-AVP-40 - Storia

UN PO' DI STORIA: Storia del VP-1". Il CDR RE DIMMITT fu assegnato al VP-14 nell'ottobre 1941. Il suo squadrone PBY si schierò nel Pacifico meridionale dove fu abbattuto dai giapponesi. Come ufficiale delle operazioni del VP-9 (P2V) nel 1955 ha avuto il suo primo assaggio di volo in Alaska. Nel 1959 è stato anche lui XO di VP-1 (P2V) ed è volato fino a CO nel 1960. " Documentazione ufficiale della US Navy [24DEC2012]

UN PO' DI STORIA: ". Nettuno ha un volo peloso - Pagina 28 - Notizie sull'aviazione navale - novembre 1959. " Sito Web: http://www.history.navy.mil/nan/backissues/1950s/1959/nov59.pdf [16AUG2004]

UN PO' DI STORIA: VP-1 Crew 10 ". Vintage Spring 1956. VP-1 schierato a NAS Kwajalein, Isole Marshall per partecipare all'operazione Redwing che era una serie di test di bombe atomiche e all'idrogeno. Questa serie ha avuto la prima bomba all'idrogeno lanciata dall'aria. Molte bombe sono stati lanciati su torri e simili. Un piccolo atollo aveva un occhio di bue dipinto su di esso per aiutare l'aviazione a trovare il bersaglio. Abbiamo sorvolato un'isola un giorno, un giorno o due dopo un test, ma no, non era un'isola più, solo un buco circolare blu scuro nell'oceano. Una mattina, nell'oscurità prima dell'alba sul NAS Kwajalein, Isole Marshall, abbiamo osservato il primo test dell'idrogeno. L'esplosione era a più di 200 miglia di distanza e illuminò il cielo così luminoso, che proiettavamo ombre sul terreno, ed era ancora buio. La missione del VP-1 era quella di assicurarsi che nessuna nave di superficie si avvicinasse al ground zero in modo da causare ustioni da radiazioni e malattie. Questo accadde alla fine degli anni Quaranta quando alcuni pescatori giapponesi è stato bruciato intenzionalmente in modo da creare un incidente internazionale La nostra missione era tracciare, in realtà volare nella radiazione atmosferica per garantire che le nubi radioattive non andassero alla deriva sulle isole abitate. In tal caso, l'esercito era pronto a evacuare gli isolani nativi. Più volte noi equipaggi saremmo tornati CALDI, cioè radioattivi. Quando ciò accadeva, l'equipaggio si spogliava e faceva tutte le docce necessarie per lavare via le radiazioni, quindi venivano forniti indumenti puliti e non contaminati. Gli aerei caldi sarebbero stati parcheggiati all'estremità dell'isola, per rinfrescarsi. In realtà ho visto esplodere una bomba atomica (zero +10 secondi) da 10.000', a cento miglia di distanza. La potenza, l'esplosione, era incredibile. Una forma di svago era andare al club EM e guardare i SeeBees ei Marines che si prendevano a calci a vicenda. Nella foto, sono il secondo ragazzo da sinistra. Joseph Smith, Newport RI me, e tutti gli altri, sono ora membri ufficiali del DOD "Atomic Veterans". Se si manifestano problemi di radiazioni, come una malattia della tiroide o altre malattie, il governo federale fornirà un qualche tipo di assistenza medica. I veterani atomici includono tutto il personale che ha partecipato a test nel deserto, test a bordo delle navi, qualsiasi cosa in cui avrebbero potuto essere esposti, accidentalmente o intenzionalmente, alle radiazioni. " Contributo di SMITH, Joseph F. Pensionato [email protected] [26MAR2004]

UN PO' DI STORIA: ". La storia del P2V che ho appena letto affermava che "i primi booster J34 Jet sono arrivati ​​sul P2V-7." Credo che il primo a ricevere i booster sia stato il P2V-5F. Mi sono presentato al NAS Whidbey Island, Washington (VP-1) nel dicembre 1956. All'epoca erano in uso i P2V-5 con le torrette muso, coda e ponte. pungiglione e una toppa del ponte superiore come sostituzioni. Non ricordo la data esatta, ma qualche tempo prima del nostro invio di sei mesi al NAS Kodiak, in Alaska, nel novembre 1957, tutti i nostri P2V-5 sono stati sostituiti con P2V-5F, con i J34 Jet Booster "Ho delle foto. Come ricordo, l'unica distinzione fisica esterna tra il P2V-5F e il P2V-7 era la cabina di pilotaggio più grande che appariva sul P2V-7. Qualche tempo dopo il nostro ritorno al NAS Whidbey Island, Washington dal NAS Kodiak, Alaska, tra maggio del 1958 e quando ho lasciato lo squadrone nel giugno 1959, abbiamo ricevuto nuovissimi P2V-7 per th e distribuzione pianificata al NAS Iwakuni, Giappone. Dallas Spindler dscnohills@aol.com. " [21GEN2002]

UN PO' DI STORIA: VP-1 History ". VP-1 - 18 aprile 1955 - Navy Planning Long Flight. Titolo della pubblicazione: 13th Naval District Public Information Department Press Clippings, 1942-1960 - Fonte contenuto: NARA - Numero pubblicazione: P2012 - Intervallo di date: gennaio 1953-1955 - Numero bobina: 0003 - Sito Web: http://www.footnote.com/. " Inoltrato da Stephen Miller f134kilmil@& #099omcast.net [14AUG2008]

UN PO' DI STORIA: ". Vincitori del premio per la sicurezza - Notizie sull'aviazione navale - novembre 1955. " Sito Web: http://www.history.navy.mil/nan/backissues/1950s/1955/nov55.pdf [06AUG2004]

UN PO' DI STORIA: ". Lo squadrone VP segna per primo - Pagina 10 - Notizie sull'aviazione navale - giugno 1955. " Sito Web: http://www.history.navy.mil/nan/backissues/1950s/1955/jun55.pdf [04AUG2004]

UN PO' DI STORIA : ". 05 MAGGIO 55 - VP-1, con 12 P2V-5 Neptunes, di ritorno dal servizio in Estremo Oriente attraverso l'Asia, l'Europa e il Nord Africa, è arrivato a NAS Whidbey Island, nello stato di Washington. il turno di servizio ha separato la tratta dell'Oceano Pacifico dal resto del volo, questo è stato il primo volo intorno al mondo di uno squadrone della Marina." http://www.history.navy.mil/avh-1910/PART08.PDF [28MAY2003 ]

UN PO' DI STORIA: "05 MAGGIO55--Patrol Squadron 1, con 12 P2V-5 Neptunes, di ritorno dal servizio in Estremo Oriente attraverso l'Asia, l'Europa e il Nord Africa, è arrivato a NAS Whidbey Island. Anche se un turno di servizio separato la tratta dell'Oceano Pacifico dal resto del volo, questo è stato il primo giro del mondo effettuato da uno squadrone della Marina." http://history.navy.mil/branches/avchr8.htm [11DEC98]

UN PO' DI STORIA: Patch e modello ". Ecco una foto della patch VP-1 di papà e un modello da tavolo del P2V che hanno ricevuto dopo il completamento della prima crociera intorno al mondo da parte della Marina. Lui è WF Moyer ed è elencato nel 1954 NAS Whidbey Island, roster di Washington Sono nato su quella base dell'ombelico nel 1954 e penso ad alcuni di questi come parte della mia storia anche se ero nel Missouri quando avevo 1. Mi piacerebbe andarci un giorno e vedere la zona . " Contributo di Steve Moyer [email protected] [12 MAGGIO2000]

UN PO' DI STORIA: Ho i BUNO per la maggior parte dei P2V5F che hanno sostituito i vecchi 5A all'inizio del 1954. L'elenco mi è stato dato da Sam Hash [email protected] che è stato il primo radioman dell'equipaggio 7 nel 1953-54 e in un altro equipaggio nel 1952 durante la distribuzione al NAS Atsugi, in Giappone. " Contributo di Bobby Cammer [email protected] [12APR2001]
BUNO
CD-1 128416
CD-2 -Sconosciuto
CD-3 128413
CD-4 128404
CD-5 128400
CD-6 128406
CD-7 128417
CD-8 128415
CD-9 128809
CD-10 128410
CD-11 128411
CD-12 128412

UN PO' DI STORIA: ". NAS Whidbey Island, Washington Station Book 1954. VP-1 Squadron Roster. " Contributo di Tom Ash [email protected][02JAN2000]

Roster squadrone VP-1
Isola di Whidby
1954

CDR L. A. KITTEL, Comandante
CDR J. N. PHELPS, Direttore Esecutivo
LCDR R. N. DESBROW, JR., Funzionario operativo
LCDR C. POOLE, addetto alla manutenzione
Tenente S.R. ADAMS, ass. Eletto. Stuoia. Ufficiale
Lt. C BULLONE
Tenente R H. FOSTER, funzionario del personale
Tenente J. E. MOORE
Tenente W. L. PARSONS
Lt. L. P. PROCTOR
Lt. E. SANDBER
Lt. S L SCOTT
Lt. W B SHEPARD. JR.
Tenente F. THUMMEL, Legale
Tenente J. A. WALLACE, addetto alle comunicazioni
Tenente P. DAWES, Tenente Volo R.A.F.
Tenente (jg) W. L. BAXTER, addetto agli orari
Tenente (jg) J.P. BRENNAN
Tenente (jg) R. E. BRETT,Ufficiale del personale
Tenente (jg) B. L. BUCHANAN, ufficiale dei materiali
Tenente (jg) R. H. ECKERT, Educazione
Tenente (jg) H. C. KING, ass. Allenamento a terra
Alfiere S. ARMSTRONG, Asst. Primo tenente
Alfiere R. L. BENCE, Asst. Elettronica
Guardiamarina G. M. COMPTON, addetto alle comunicazioni
Guardiamarina W. F. MOYER, responsabile dell'istruzione
Alfiere E. H. PRESTON, Asst. Ufficiale del materiale
Guardiamarina R. SCHWALLER, Asst. Responsabile del personale
Guardiamarina J. R. WUNSCH

Bobby E.Cammer AT2
H. M. Chaney ALC
W. W. Cockrell ADC
W. F. Dixon AOC
H. Dyckman ADC
S. Eason ALC
W.T. Edwards ATC
R. H. Elmer AMC
F. M. Elzey ADC
W. E. Fulp ADC
J. E. Goode ADC
J. A. Grey ADC
A.F. Henry ATC
B.G. Hill ADC
C.W. Houlne ADC
M. C. Hynes ANC
E. L. Isbell ADC
C. R. Johnson AMC
J. M. Kafaro ADC
R. M. Keeney ATC
D. T. LeRoy ALC
H. H. Lewis ATC
J. E. Messamore ADC
R. L. Messenger AOC
R.J. Miller AOC
R. H. Moore AOC
E. L. Peck ALC
J. Rigley ADC
W.J. Sheehan AEC
B.W. Smith ADC
C.S. Whitlock AMC
J. W. Wiesler ADC
D. G. Alien AEl
J.W. Brantley AD1
R. C. Carder AD1
W. H. Coyle AOl
W. H. Ford AD1
W. R. Gardner AD1
R. E. Greene AO1
J. T. Hudson AD1
R. E. Kandl AE1
D.F. Kleeberger AM1
R. E. Loker AO1
T. R. Medvetz AD1
C. F. Newby AM1
C. L. Luogo AE1
W.A. Rettig AD1
R. M. Salsiccia AD1
J. R. Timpson AM1
J. L. Ovest AT1
A.J. Wade AO1
H.H. Adams AB2
J.G. Andrews AM2
B. R. Borland A02
R. A. Caino YN2
M.F. Craig AT2
D. R. Doan AT2
N.T. Grecia YN2
R.S. Halupa AM2
S.S. Hash AL2
B. Hrabak AOU2
R.L. Hudson AM2
J.H. Kimer AD2
J.P. Kunau AM2
E. E. Corsia SK2
D. R. Lutner AT2
A.C. MacLean AB2
G. D. Martin PN2
R.B. Morrisseau AT2
H.P. Myers AE2
J. O. Nichols YN2
H. Patrick AO2
E. M. Porbansky AO2
D.W. Bagnall AD3
W.P. Bauer AD3
A.W. Benefiel AD3
W.E. Bross AE3
K. R. Brown AE3
R. Hamburger AL3
J. T. Chilenko AE2
W. V. Damm AT3
J.L. Darby AT3
M. K. Eberhart AD3
H. D. Inglese AM3
E. G. Ernstes AD3
E. G. Fleming AK3
W. E. Fordney AE3
R.F. Hermes AE3
J. A. Hingeman AM3
B.H. Hinote AD3
R. E. Lamfers AE3
H. C. Minor AD3
H. M. Lewis AM3
J. C. Mann AD3
W.R. Miller AL3
T.F. Mineau AE3
R.J. Morgan AD3
B. E. Domani AK3
R.D. Murray AT3
B.C. Pannebecker AL3
T.G. Parler PN3
A.R.Pinocci AM3
C.C. Prezzo AD3
W.D. Ragsdale AL3
E. S. Rife AM3
A. Sarhanis AE3
R.W. Smith AO3
B. R. Stiefel AD3
H.A. St. John AD3
T.J. Taylor AD3
K.J. Wheeler AL3
R.T. Sbadiglio AD3
R.D. Zehner A03
L.K. Alien ALHN
J. L. Atkins ADAN
E. D. Backlin AMAN
H. R. Barrentino AN
K. H. Bartley AN
B.P.H. Benedict AA
G. R. Bernlochr ADAN
R. C. Burgess AEAN
B.J. Carman AN
G. H. Carman SN
D. E. Cherry AN
B. D. Crump PRAN
A. E. Davis ADAN
L. H. Davis ADAN
F.J. Deshler ADAN
M.J. DeWeert ATAN
J. 0. Dickinson ADAN
R. A. Dimmick AMAN
M. H. Dupree AN
J. C. Dutra AN
O.B. Finley ADAN
M. Fountaine AMAN
W. W. Glover AN
J. A. Gertis ATAN
L.J. Geyer AN
L.W. Harper AKAN
L. D. Hal AN
C.W. Hindman SN
D. C. lrwin ADAN
D. R. Johnson ADAN
V.P. Jose TN
R. L. Juhnke AMAN
D. W. Krone ADAN
C. L. Lakey AMAN
L. C. Lawhorn AN
A.L. McFearin AOAN
C. McGlothlin ADAN
R. F. Metallo ADAN
T.J. Mueller PNSN
L. R. Naegele AOAN
C. E. O'Neal ADAN
E.J.L. Pryor AN
D. L. Ray ADAN
B. E. Robinson SN
J. L. Sansom AMAN
J. L. Satlak PNSN
G. A. Schmucker AN
K. L. Soper AN
L. C. Sutton ABAN
F. L. Taylor ATAN
D.W. Thomas AN
C. O. Tindell AN
J. M. Towns ALAN
M. Underwood AMAN
R. W. Wah AMSAN
B.T. Washington TN
W. Weatherly ATAN
M. E. Wilkes ADAN
R.S. Wilson AN
R. C. Wirrbold SN
L. C. Wold SN

UN PO' DI STORIA : ". Patrol Squadron ONE Far East Deployment 1959 Cruise Book. " Contributo di Robert B. (Bob) Casey spec439@yah& #111o.com [25MAY99]

Distribuzione in Estremo Oriente 1959
Il Patrol Squadron One lasciò l'isola di Whidbey durante l'estate del 1959. Lasciammo Whidbey e ci dirigemmo verso il Giappone. Eravamo in Giappone per completare un compito importante che avrebbe richiesto di lasciare indietro le nostre famiglie e lavorare lunghe e stanche ore. È stato un Dispiegamento lungo, difficile e operativo. Eravamo pronti e abbiamo fatto il lavoro.

Il nostro soggiorno a HAS Whidbey è stato un ciclo di formazione puro e semplice. Ci sono stati momenti in cui siamo stati trascinati fuori dal letto in ore empie della notte per volare intorno all'area di Puget Sound, tuttavia, lo scopo di VP'l a Whidbey era di essere addestrato. C'era un sacco di allenamento da fare.

Sembrava che ogni pilota che era un veterano dello schieramento Kodiak avesse completato il suo tour con il VP-1 oltre tre quarti del personale dell'ufficiale si fosse trasformato. Era la stessa storia con gli uomini. Per un po' lì, se non era una giornata VFR, nessun aereo volava. Questa situazione è stata presto corretta. I nuovi equipaggi dell'aereo iniziarono a capire il funzionamento del P2V e la manutenzione divenne più efficiente. Il Patrol Squadron è entrato nell'"Era del Cross'Country Flight", abbiamo iniziato a dare un'occhiata a Dallas, Vegas, alle Twin Cities e ai punti a sud della costa. VP"1 stava diventando abile, stavamo cominciando ad essere addestrati. Ci sono stati momenti, durante "Gli Esercizi", in cui abbiamo cominciato a sentire che questo allenamento stava andando troppo lontano.

Poi è successo. Si sparse la voce che saremmo andati a Lwakuni, in Giappone, per il nostro schieramento. All'inizio era una voce, poi un dato di fatto. Poi abbiamo avuto nuovi aerei, i P2V-7. I nostri vecchi P2V-5 sono stati spediti ad Alameda per O e R. Questi nuovi aerei, i P2V-7, sembravano arrivare un giorno e essere spediti il ​​giorno successivo alla fabbrica. Quando la fabbrica li ha rispediti indietro, questi nuovi aerei erano pieni di nuove attrezzature. Sembrava che saremmo stati impegnati con più formazione, solo ora che l'espressione spaventosa "rispetta la scadenza" continuava a spuntare.

In questo periodo, abbiamo avuto un cambiamento al comando. CDR. Adier ha lasciato VP-1 e il nostro Exec, CDR. Murph, ha assunto come comandante. Il nostro nuovo dirigente, CDR. Dimmitt, segnalato a bordo.

Le ultime settimane prima dello schieramento sono state "pelose". Missioni di addestramento 24 ore su 24, non abbastanza aeroplani, non abbastanza attrezzatura, non abbastanza sonno, MOT EMOUGH TIME. Ce l'abbiamo fatta, comunque. Quando è arrivato il momento di andare, eravamo pronti. Eravamo lo squadrone antisubmarino meglio addestrato e più attrezzato della costa occidentale. Gli Stati Uniti Mavy sapevano cosa avevano nello Squadrone di Pattuglia Uno, tutti dal capo delle operazioni navali in giù sapevano che eravamo pronti a partire e sapevano che eravamo i più adatti per fare il lavoro,

Eravamo il REAL MUMBER ONE SQUADRON della FLOTTA, il migliore disponibile, il più pronto a confrontarsi con le situazioni ASW.

Le ragioni del dispiegamento di VP-1 in Giappone sono ovvie. Siamo andati dove potevamo essere usati al meglio, siamo andati dove la nostra capacità conquistata con fatica in ASW poteva essere sfruttata al meglio, siamo andati in prima linea nella barriera degli Stati Uniti in Estremo Oriente.

Ci è voluto un po' per arrivare a lwakuni. L'avanguardia andò per prima a ungere i binari. I nostri aerei partirono in gruppi di quattro via Hawaii, Kwajalein e Guam. Li accompagnavano una mezza dozzina di ascensori aerei. Tutti sono arrivati ​​a lwakuni nei tempi previsti, tranne l'equipaggio 11 che invece hanno fatto i giornali e le reti radiofoniche di tutto il mondo. Il signor Briggs ha stabilito un record volando per 1000 miglia attraverso il Pacifico fino alle Hawaii con un motore. È arrivato a lwakuni, ma non fino a quando non ha trovato un sostituto per tutto l'equipaggiamento che doveva gettare via dall'aereo durante l'emergenza.

A lwakuni siamo stati immediatamente trascinati nel vortice dei "voli tattici". Più o meno nel momento in cui iniziammo a far funzionare l'operazione senza intoppi, appena due settimane dopo il nostro arrivo, eravamo nel bel mezzo di un'esercitazione. Durante questo esercizio, giunse notizia che metà dello Squadrone sarebbe andato a Misawa, in cima all'isola giapponese di Honshu. Se ne andarono e VP-1 divenne due organizzazioni invece di una.Poi il primo tifone colpì, Sarah era il suo nome, e VP-1 evacuò lwakuni. Sarah ha mancato di poco lwakuni e si è avvicinata ancora di più a Misawa, dove i nostri aerei erano fuggiti durante l'evacuazione. VP-1 tornò a lwakuni, il distaccamento Misawa tornò e apparve il tifone Vera. Evacuare di nuovo e gli aerei furono preparati per il volo verso le Filippine. Questo è solo un esempio della nostra "routine".

Gli schieramenti non sono rinomati per la monotonia. Tutti si aspettano di passare un brutto periodo cercando di tenersi aggiornati con l'ultima situazione. Sicuramente il nostro schieramento a lwakuni non ha fatto eccezione comunque, qualunque confusione apparisse in superficie, i distacchi, le evacuazioni, l'imprevisto in ogni sua forma. Patrol Squadron One ha seguito la sua missione assegnata. Ogni confusione incontrata è stata superata come appariva, e ogni impegno è stato preso.

Il Patrol Squadron One, il FLEETS REAL ICHIBAN SQUADRON, ha completato il suo dispiegamento a lwakuni, in Giappone. Abbiamo lasciato il segno, la flotta poteva contare i nostri risultati visibili nel campo ASW e abbiamo ricevuto encomi ufficiali per dimostrarlo.

UN PO' DI STORIA: "04SEP54--Un US A P2V-5 di VP-1 abbattuto. " http://www.csd.uwo.ca/

pettypi/elevon/gustin_military/shotdown.html . L'abbattimento di un P2V-5 il 4 settembre 1954 non era un velivolo VP-1. L'aereo proveniva dal VP-19. Un membro dell'equipaggio è stato perso, ENS Reid. Il campo di calcio del NAS Atsugi, in Giappone, prende il nome dall'ENS Reid. All'epoca ero un AE3 assegnato allo squadrone. ENS Reid era il mio ufficiale di divisione. " Contributo di Carl G. Nelson Jr. AVCM (RET) gunnarn' 0512@gmail.com

UN PO' DI STORIA : ". 28 GIUGNO53 - Un P2V-5 di VP-1 della Marina degli Stati Uniti è stato colpito da navi di superficie cinesi nello stretto di Formosa. Nessun danno è stato inflitto. " Sito web: aereo abbattuto durante la guerra fredda e successivamente http:/ /www.silent-warriors.com/shootdown_list.html [20FEB2003]

UN PO' DI STORIA : ". 08JUL53 - Un P2V-5 della Marina degli Stati Uniti di VP-1 è stato sparato dall'artiglieria antiaerea vicino a Nantien in Cina. Nessun danno è stato inflitto. " Sito Web: Aereo abbattuto durante la guerra fredda e successivamente http://www .silent-warriors.com/shootdown_list.html [20FEB2003]

UN PO' DI STORIA: ". Dal 1945 al 1969, gli aerei della Marina degli Stati Uniti furono coinvolti in una serie di incidenti aerei con le forze dell'Unione Sovietica, della Repubblica popolare cinese, della Corea del Nord e della Cecoslovacchia. Questi incidenti provocarono la perdita di otto navi della Marina. velivoli e un velivolo della Guardia Costiera, ottantuno aviatori e membri dell'equipaggio della Marina, del Corpo dei Marines e della Guardia Costiera e diversi velivoli danneggiati e membri dell'equipaggio feriti e feriti. azione nelle guerre di Corea e Vietnam, né aerei abbattuti dalle forze cinesi nelle vicinanze del Vietnam in relazione a quella guerra." Naval Historical Center, Department Of The Navy, Washington, DC http://www.history.navy .mil/branches/dictvol2.htm [06 MAGGIO2001]

UN PO' DI STORIA: "1953--Durante il nostro dispiegamento 1953-54 in volo nello stretto di Formosa, due dei nostri aerei hanno ricevuto colpi di arma da fuoco da batterie di navi o isole costiere. " Contributo di Bobby E. Cammer [email protected] [24APR2000]

UN PO' DI STORIA: ". FASRON-110, FASRON-112, FASRON-114, FASRON-117, FASRON-118, FASRON-119, FASRON-120, FASRON-885, FASRON-895, VP-1, VP-2 , VP-4, VP-6, VP-9, VP-22, VP-28, VP-29, VP-40, VP-42, VP-46, VP-47, VP-731, VP-772, VP -871, VP-892 e VP-931) - Organizzazione Aeronautica Navale OPNAV AVVISO 05400 per l'anno fiscale 1953 del 1 ottobre 1952 è: DECLASSIFICATO per Ufficio del Capo delle Operazioni Navali il 1 febbraio 1965 dall'Op-501. " Sito Web: Storico Navale Centro http://www.history.navy.mil/a-record/nao53-68/fy1953-oct52.pdf [14MAR2007]

UN PO' DI STORIA: ". FAW-1, FAW-2, FAW-4, FAW-6, FAW-14, VP-1, VP-2, VP-4, VP-6, VP-9, VP-22 , VP-28, VP-40, VP-42, VP-46, VP-47 e VP-871) - Organizzazione Navale Aeronautica AVVISO OPNAV 05400 per l'anno fiscale 1953 datato 1 ottobre 1952 è: DECLASSIFICATO per Ufficio del Capo delle Operazioni Navali il 1 febbraio 1965 da Op-501. " Sito Web: Centro Storico Navale http://www.history.navy.mil/a-record/nao53-68/fy1953-oct52.pdf [14MAR2007]

UN PO' DI STORIA: ". VP Commanding Officers - Page 16 - Naval Aviation News - December 1952. " Sito Web: http://www.history.navy.mil/nan/backissues/1950s/1952/dec52.pdf [28JUL2004]

UN PO' DI STORIA: ". Elogio della ricerca aerea - Pagina 21 - Notizie sull'aviazione navale - marzo 1952. " Sito Web: http://www.history.navy.mil/nan/backissues/1950s/1952/mar52.pdf [25JUL2004]

UN PO' DI STORIA: Storia del VP-1 ". Il CDR John I. HARDY è stato Executive Officer del VP-1 e successivamente "skipper" del VP-22. " Documentazione ufficiale della US Navy [22DEC2012]

Circa 1950 - 1953
Guerra di Corea

    Distribuito a: NAF Naha, Okinawa, Giappone
    Data in: 19 agosto 1950
    Data uscita: 13 novembre 1950
    Area di pattuglia: Stretto di Formosa
    Aereo: P2V-3/3W
    Perdite: nessuna
    Luogo di distacco: Nessuno

Distribuito a: NAF Naha, Okinawa, Giappone
Data in: aprile 1951
Data uscita: 29 agosto 1951
Area di pattuglia: costa coreana
Aereo: P2V-3
Perdite: nessuna
Luogo di distacco: Nessuno

Distribuito a: NAF Naha, Okinawa, Giappone
Data in: 29 marzo 1952
Data uscita: 5 ottobre 1952
Area di pattuglia: costa coreana
Aereo: P2V-3
Perdite: nessuna
Luogo di distacco: Nessuno

Distribuito a: NAF Naha, Okinawa, Giappone
Data In: 27 maggio 1953
Data di uscita: 1 dicembre 1953
Area di pattuglia: costa coreana
Aereo: P2V-5
Perdite: nessuna
Luogo di distacco: Nessuno

    Distribuito a: solo distaccamento
    Luogo del distacco: NAF Naha, Okinawa, Giappone
    Data di distacco in: 1 agosto 1951
    Data di distacco: 2 dicembre 1951
    Area di pattugliamento: Mar Giallo Mar Cinese Orientale
    Aereo: P2V-3W
    Perdite: nessuna

    Distribuito a: Johnson AFB
    Data in: 7 luglio 1950
    Data di uscita: 6 agosto 1950
    Area di pattuglia: Mar Giallo

Distribuito a: Tachikawa AFB
Data in: 7 agosto 1950
Data uscita: 12 febbraio 1951
Area di pattugliamento: costa coreana Mar del Giappone
Velivolo: P2V-3/3Wbr>Perdite: nessuna
Luogo del distaccamento: NAS Atsugi, Giappone
Distaccamento in: 5 gennaio 1951
Distaccamento fuori: 12 feb 1951
Area di pattugliamento: costa coreana del Mar Giallo

Distribuito in: NAS Atsugi, Giappone
Data in: 1 agosto 1951
Data uscita: 14 gennaio 1952
Area di pattuglia: Mar Giallo Mar del Giappone Stretto di Tsushima
Aereo: P2V-3/3W
Perdite: P2V-3 il 16 agosto 1951, l'equipaggio ha salvato P2V il 6 novembre 1951, 10 KIA (combattimento)
Luogo di distacco: Nessuno

    Distribuito in: NAS Iwakuni, Giappone
    Data in: 28 giugno 1953
    Data uscita: 27 luglio 1953
    Area di pattuglia: Mar del Giappone Mar Giallo
    Aereo: P2V-5
    Perdite: nessuna
    Luogo di distacco: Nessuno

    Distribuito in: NAS Iwakuni, Giappone
    Data in: 27 giugno 1952
    Data uscita: 16 novembre 1952
    Area di pattuglia: Mar del Giappone
    Aereo: P4Y-2S
    Perdite: nessuna
    Luogo del distacco: Pusan
    Data del distacco in: luglio 1952
    Data di distacco: 3 gennaio 1953
    Area di pattuglia: Corea interna

    Distribuito in: NAS Iwakuni, Giappone
    Data in: 1 febbraio 1953
    Data uscita: 30 giugno 1953
    Area di pattugliamento: Mar del Giappone Mar Giallo
    Aereo: P4Y-2/2s
    Perdite: nessuna
    Luogo di distacco: Nessuno

    Distribuito a: NAF Naha, Okinawa, Giappone
    Data in: 4 novembre 1950
    Data di uscita: 1 maggio 1951
    Area di pattuglia: Cina continentale Formosa
    Aereo: P2V-4
    Perdite: P2V, 21 gennaio 1951 (non in combattimento)
    Luogo di distacco: Nessuno
    VP-22

Distribuito in: NAS Atsugi, Giappone
Data in: 1 dicembre 1951
Data uscita: 31 maggio 1952
Area di pattuglia: Stretto di Tsushima Mare del Giappone
Aereo: P4Y-2S
Perdite: nessuna
Luogo di distacco: Nessuno
VP-22

Distribuito in: NAS Atsugi, Giappone
Data in: 30 novembre 1952
Data uscita: 31 maggio 1953
Area di pattugliamento: Mar Cinese settentrionale e meridionale
Aereo: P2V-5
Perdite: P2V-5, 18 gennaio 1953 (combattimento), 7 salvati, 4 KIA e 2 prigionieri di guerra (relativi al combattimento)
P2V-5, 31 gennaio 1953 (non in combattimento)
Luogo di distacco: Nessuno

    Distribuito a: NAF Naha, Okinawa, Giappone
    Data in: 16 luglio 1950
    Data uscita: 7 agosto 1950
    Area di pattuglia: Foochow Shanghai
    Aereo: PB4Y-2S
    Perdite: nessuna
    Luogo del distaccamento: NAF Agana
    Data di distacco in: gennaio 1950
    Data di distacco: 7 agosto 1950
    VP-28

Distribuito a: Tachikawa AFB
Data in: 1 aprile 1951
Data uscita: 9 ottobre 1951
Area di pattuglia: Stretto di Tsushima del Mar Giallo
Aereo: PB4Y-2S
Perdite: nessuna
Luogo del distaccamento: Itami AFB
Data di distacco in: 24 aprile 1951
Data di distacco: 30 aprile 1951
Area di pattuglia: costa giapponese, operazioni ASW.
Luogo del distaccamento: Kimpo AFB
Data di distacco in: 1 ottobre 1951
Data di distacco: 13 dicembre 1951
Area di pattuglia: Corea interna
VP-28

Distribuito a: NAF Itami
Data in: 1 giugno 1952
Data uscita: 2 dicembre 1952
Area di pattugliamento: costa nordcoreana, costa cinese
Aereo: P2V-3/P4Y-2/2S
Perdite: nessuna
Luogo di distacco: Nessuno

    Distribuito in: NAS Atsugi, Giappone
    Data in: 27 settembre 1952
    Data di uscita: 1 aprile 1953
    Area di pattugliamento: costa coreana del Mar del Giappone
    Aereo: P2V-5/6
    Perdite: nessuna
    Luogo di distacco: Nessuno

    Distribuito in: NAS Iwakuni, Giappone
    Suisun (AVP 53), 11 aprile 1951 (fine 1951)
    Data in: 9 giugno 1951
    Data uscita: 13 dicembre 1951
    Area di pattuglia: Stretto di Tsushima del Mar Giallo
    Aereo: PBM-5/5S
    Perdite: nessuna
    Luogo di distacco: Nessuno
    VP-40

Distribuito a: NS Sangley Point, Filippine
Data In: 2 Set 1952
Data di uscita: 28 marzo 1953
Area di pattuglia: Stretto di Formosa del Mar Cinese Meridionale
Aereo: PBM-5/5S
Perdite: nessuna
Luogo del distacco: Pescadores
Data del distacco in: 2 set 1952
Data di distacco: 28 marzo 1953
Area di pattuglia: Mar Cinese Meridionale e Mar Cinese Orientale
Luogo del distacco: NAF Naha, Okinawa, Giappone
Data del distacco in: 2 set 1952
Data di distacco: 28 marzo 1953
Area di pattugliamento: Mar Giallo Mar Cinese Orientale

    Distribuito in: NAS Iwakuni, Giappone
    Data in: 19 luglio 1950
    Data uscita: 10 agosto 1950
    Area di pattuglia: costa coreana

Distribuito su: NAS Yokosuka
Data In: 31.11.1950
Data di uscita: 1 settembre 1950
Area di pattuglia: Stretto di Tsushima Mare del Giappone

Distribuito in: NAS Iwakuni, Giappone
Pine Island (AV 13), ago 1950 dic 1950
Curtiss (AV 4), 1 novembre 1950-1 dicembre 1950
USS Gardiners Bay (AVP-39), 18 ottobre 1950, 27 febbraio 1951
Suisun (AVP 53), 11 aprile 1951-15 luglio 1951
Data in: 1 settembre 1950
Data uscita: 9 aprile 1951
Area di pattuglia: Mar Giallo
Aereo: PBM-5
Perdite: PBM-5, 7 gennaio 1951 (non in combattimento)
Luogo del distacco: Inchon
USS Gardiners Bay (AVP-39), 3-13 ottobre 1950
Data di distacco in: 3 ottobre 1950
Data di distacco: 17 ottobre 1950
Area di pattuglia: acque coreane
Luogo del distaccamento: Chinhae
USS Gardiners Bay (AVP-39), 13-18 ottobre 1950
Data di distacco in: 14 ottobre 1950
Data di distacco: 18 ottobre 1950
Area di pattuglia: acque coreane Mar Giallo

Distribuito in: NAS Iwakuni, Giappone
Data in: 7 dicembre 1951
Data uscita: 6 giugno 1952
Area di pattuglia: costa coreana
Aereo: P4Y-2
Perdite: nessuna
Luogo del distaccamento: Chinhae
Data di distacco tra: 15 marzo 52
Data di distacco: aprile 1952
Area di pattuglia: Corea interna

    Inserito in: Isole Pescadores
    Suisun (AVP 53) 30 luglio 1950 6 marzo 1951
    Data in: 31 luglio 1950
    Data uscita: 6 febbraio 1951
    Area di pattuglia: Stretto di Formosa Cina

Distribuito a: NS Sangley Point, Filippine
Data in: 1 dicembre 1950
Data uscita: 6 febbraio 1951
Area di pattuglia: ricerche nel settore notturno
Aereo: PBM-5
Perdite: nessuna
Luogo del distaccamento: Buckner Bay
USS Salisbury Sound (AV-13), 1 novembre 1950-6 marzo 1951
Data di distacco: 1 novembre 1950
Data di distacco: 6 feb 1951
Luogo di distacco: NS Sangley Point, Filippine
Data di distacco in: 31 luglio 1950
Data di distacco: 6 feb 1951
Area di pattuglia: voli di corriere per Okinawa

Distribuito in: NAS Iwakuni, Giappone
Floyds Bay (AVP 40), 26 settembre 1951 (inizio 1952)
USS Gardiners Bay (AVP-39), 26 settembre 1951 (inizio 1952)
Data in: 30 settembre 1951
Data uscita: 2 aprile 1952
Area di pattuglia: costa coreana
Aereo: PBM-5S/5S2
Perdite: nessuna
Luogo del distaccamento: Chinhae
Suisun (AVP 53)
Data di distacco in: settembre 1951
Data di distacco: 2 aprile 1952
Area di pattuglia: costa coreana

Distribuito in: NAS Iwakuni, Giappone
Kenneth Whiting (AV 14)
Data in: 1 marzo 1953
Data uscita: 27 luglio 1953
Area di pattugliamento: Stretto di Formosa, costa orientale della Corea
Aereo: PBM-5S2
Perdite: nessuna
Luogo di distacco: Nessuno

    Distribuito in: NAS Iwakuni, Giappone
    USS Gardiners Bay (AVP-39), luglio 1950-1 ottobre 1950
    Data in: 31 luglio 1950
    Data uscita: 16 ottobre 1950
    Area di pattuglia: Stretto di Chosin

Distribuito a: Chinhae/Inchon
USS Gardiners Bay (AVP-39), 3-13 ottobre 1950
Area di pattuglia: acque coreane
Data in: 16 ottobre 1950
Data di uscita: 15 novembre 1950

Inserito in: NAF Yokosuka
Data in: 16 novembre 1950
Data uscita: 1 gennaio 1951
Area di pattugliamento: costa orientale della Corea del Mar del Giappone
Aereo: PBM-5
Perdite: nessuna
Luogo di distacco: Nessuno

Inserito in: Isola Pescadores
Isola del Pino (AVP 12)
Data in: 1 agosto 1951
Data uscita: 4 marzo 1952
Area di pattuglia: Mar Giallo
Aereo: PBM-5
Perdite: nessuna
Luogo di distacco: NS Sangley Point, Filippine
USS Salisbury Sound (AV-13)
Data di distacco in: 26 luglio 1951
Data di distacco: 4 marzo 1952
Area di pattuglia: Mar Cinese
Luogo del distaccamento: Buckner Bay
USS Gardiners Bay (AVP-39)
Corso (AVP 37)
Distaccamento in: 26 luglio 1951
Data di distacco: 4 marzo 1952
Area di pattuglia: Mar Cinese
1952 schieramenti
VP-47

Distribuito in: NAS Iwakuni, Giappone
Kenneth Whiting (AV 14)
USS Gardiners Bay (AVP-39)
Data in: 22 novembre 1952
Data uscita: 31 maggio 1953
Area di pattuglia: Mar Giallo Mar del Giappone
Aereo: PBM-5
Perdite: nessuna
Luogo del distaccamento: Fukuoka
Corso (AVP 37)
Data del distacco in: dicembre 1952
Data di distacco: 31 maggio 1953
Area di pattuglia: Mar del Giappone

    Distribuito in: NAS Iwakuni, Giappone
    Kenneth Whiting (AV 14)
    USS Gardiners Bay (AVP-39)
    Data in: luglio 1953
    Data di uscita: dicembre 1953
    Area di pattuglia: Mar Giallo
    Aereo: PBM-5S2
    Perdite: PBM-5 il 30 luglio 1953 (non in combattimento), 5 salvati, 10 morti nello schianto
    Luogo di distacco: Nessuno

    Distribuito a: NS Sangley Point, Filippine
    Data In: 1 maggio 1953
    Data di uscita: 1 settembre 1953
    Area di pattugliamento: Mar Cinese Meridionale
    Aereo: PBM-5S2
    Perdite: PBM-5 il 30 giugno 1953 (non in combattimento)
    Luogo del distaccamento: NAS Iwakuni, Giappone
    USS Kenneth Whiting (AV-14)
    USS Gardiners Bay (AVP-39) fino a giugno 1953
    Baia di Floyds (AVP 40)
    Data del distacco in: 1 giugno 1953
    Data di distacco: 27 luglio 1953
    Area di pattuglia: costa coreana

    Distribuito in: NAS Atsugi, Giappone
    Data in: 28 marzo 1953
    Data uscita: 27 luglio 1953
    Area di pattugliamento: Mar del Giappone Mar Giallo
    Aereo: P2V-5
    Perdite: nessuna
    Luogo di distacco: Nessuno

    Distribuito a: Buckner Bay
    USS Salisbury Sound (AV-13), 1 novembre 1950-6 marzo 1951
    Suisun (AVP 53), 6 marzo 1951-13 agosto 1951
    Data in: 7 febbraio 1951
    Data uscita: 13 agosto 1951
    Area di pattugliamento: Costa cinese dello stretto di Formosa
    Aereo: PBM-5
    Perdite: nessuna
    Luogo di distacco: NS Sangley Point, Filippine
    USS Salisbury Sound (AV-13), 13 marzo 1951-18 ottobre 1951
    Data di distacco in: 7 feb 1951
    Data di distacco: 13 agosto 1951
    Area di pattugliamento: costa di Formosa costa cinese
    Luogo del distacco: Hong Kong
    Data di distacco in: 7 feb 1951
    Data di distacco: 13 agosto 1951
    Area di pattuglia: voli di corriere

Distribuito in: NAS Iwakuni, Giappone
Kenneth Whiting (AV 14)
USS Gardiners Bay (AVP-39)
Data in: 1 giugno 1952
Data uscita: 8 dicembre 1952
Area di pattugliamento: costa coreana Stretto di Formosa
Aereo: PBM-5S2
Perdite: PBM danneggiato il 31 luglio 1952, 2 KIA e 2 WIA (relativi al combattimento)
Luogo di distacco: Nessuno

    Distribuito in: NAS Atsugi, Giappone
    Data in: 31 gennaio 51
    Data uscita: 3 agosto 1951
    Area di pattugliamento marittimo: stretto di Tsushima giallo
    Aereo: P4Y-2
    Perdite: nessuna
    Luogo del distacco: K-1, Pusan
    Data di distacco in: 12 giugno 1951
    Data di distacco: 3 agosto 1951
    Area di pattuglia: Corea interna

    Distribuito in: NAS Atsugi, Giappone
    Data in: 1 dicembre 1951
    Data uscita: 7 luglio 1952
    Area di pattuglia: Mar del Giappone
    Aereo: P4Y-2S
    Perdite: nessuna
    Luogo del distacco: Kimpo AFB
    Data di distacco in: 12 dicembre 1951
    Data di distacco: 7 luglio 1952
    Area di pattuglia: Corea interna

    Distribuito in: NAS Iwakuni, Giappone
    Curtiss (AV 4) al 30 dicembre 1950
    Pine Island (AV 12), dicembre 1950 (metà 1951)
    USS Gardiners Bay (AVP-39), 18 ottobre 1950-13 aprile 1951
    Suisun (AVP 53), 11 aprile 1951 - Fine 1951
    Data in: 13 dicembre 1950
    Data uscita: 9 giugno 1951
    Area di pattuglia: Mar Giallo, pattuglie notturne
    Aereo: PBM-5
    Perdite: nessuna
    Luogo di distacco: Nessuno
    1951 schieramenti

UN PO' DI STORIA: ". Squadriglie di pattuglia nella guerra di Corea - Notizie sull'aviazione navale, luglio-agosto 2002 di Rick Burgess. " http://www.findarticles.com/p/articles/mi_m0IAX/is_5_84/ai_90332255 [29MAR2005]

Poiché la maggior parte dell'azione di combattimento della GUERRA DI COREANA si è svolta sulla penisola coreana, la maggior parte del contributo aereo della Marina alla guerra ha preso la forma di aerei tattici basati su portaerei.Per gli squadroni di pattuglia della Marina (VP), la guerra è stata combattuta principalmente alle periferie del fronte principale, principalmente nelle missioni di controllo del mare e di negazione del mare, e in altri ruoli come la caccia alle mine.

La guerra di Corea fu uno dei tanti punti caldi lungo il continente asiatico che attirò l'attenzione degli squadroni VP nei primi anni '50. La più ampia Guerra Fredda era in pieno freddo. L'Unione Sovietica aveva testato le sue prime armi nucleari nel 1949 e la sua grande flotta di sottomarini rappresentava una minaccia credibile per la portaerei e le task force anfibie della Marina. Sempre nel 1949, le forze comuniste dell'Esercito Popolare Cinese di Liberazione avevano spinto le forze nazionaliste cinesi fuori dal continente asiatico attraverso lo stretto di Formosa a Formosa (ora Taiwan). Le forze coloniali francesi in Indocina furono merlate da una forza Viet Minh sempre più forte guidata da Ho Chi Minh. Dallo stretto di Bering a Singapore, gli aerei da pattugliamento della Marina avevano molto da monitorare.

Sebbene le task force della settima flotta degli Stati Uniti fossero impegnate nell'area delle operazioni coreane, la flotta era ancora incaricata della protezione di Formosa. La flotta è stata in grado di mantenere la sorveglianza di routine dello stretto di Formosa con aerei di pattuglia, il che ha reso impossibile per i cinesi comunisti lanciare un'invasione a sorpresa dell'isola.

Nell'area delle operazioni coreane, gli squadroni VP hanno partecipato al blocco della Corea del Nord, tenendo sotto sorveglianza le flotte mercantili e pescherecce e scoraggiando l'attività ostile dei sottomarini. Inoltre, gli aerei di pattuglia cacciavano e distruggevano mine, lanciavano razzi per attacchi aerei e conducevano operazioni di ricognizione meteorologica e di ricerca e salvataggio.

All'inizio della guerra di Corea, gli squadroni VP della flotta del Pacifico erano equipaggiati con tre tipi di aerei pesantemente armati. I Martin PBM-5/5S/5S2 Mariners erano gli unici idrovolanti in squadroni di pattuglia attivi (il P5M Marlin non era ancora entrato in servizio). Gli idrovolanti venivano sempre più spostati dai bombardieri di pattugliamento a terra, come il Consolidated Privateer quadrimotore P4Y -2/2S/2B, un retaggio della seconda guerra mondiale e versioni del nuovo bimotore Lockheed Neptune (P2V2/3/3W/4/5), successore del bombardiere da pattugliamento PV-2 Harpoon del dopoguerra.

La flotta del Pacifico era dotata di soli nove squadroni VP nel giugno 1950, dopo aver smantellato quattro squadroni nella prima metà dell'anno. Gli squadroni VP erano basati a NAS Whidbey Island, Washington NAS North Island, San Diego, California e NAS Barbers Point, Hawaii. Si sono schierati a NAF Yokosuka, Giappone NS Sangley Point, Filippine, Filippine. NAS Kodiak, Alaska e NAS Agana, Guam. Alla fine del 1950 furono attivati ​​sette squadroni VP di riserva, cinque dei quali assegnati alla flotta del Pacifico. Entro la fine del 1951, furono istituiti altri due squadroni VP in servizio attivo nella flotta del Pacifico e altri due squadroni di riserva furono attivati ​​per aumentarli. NAS Alameda, California, e NAS Seattle, Washington, ospitarono alcuni dei nuovi squadroni. Solo uno squadrone di pattuglia della flotta atlantica, VP-7 a NAS Quonset Point, Rhode Island, fu schierato nella zona di guerra, arrivando meno di un mese prima della tregua del 30 giugno 1953.

Quando scoppiò la guerra nel 1950, la Fleet Air Wing FAW-1 degli squadroni controllati da Guam si dispiegò nel Pacifico occidentale. Nel luglio 1950 la FAW-1 si trasferì a Naha, Okinawa, per controllare le pattuglie sullo stretto di Formosa utilizzando uno squadrone terrestre e uno di idrovolanti. FAW-6 è stata fondata ad Atsugi, in Giappone, per coordinare le pattuglie nel Mar Giallo e nel Mar del Giappone. Alla fine la forza tipica del FAW-6 includeva tre squadroni di aerei terrestri e due squadroni di idrovolanti, oltre a due squadroni di idrovolanti della Royal Air Force Sunderland. Queste strutture di comando rimasero in vigore per tutta la guerra, tranne per un breve periodo in cui furono sostituite rispettivamente da FAW-2 e FAW-14.

Solo otto aerei di pattuglia - PBM assegnati al VP-46 e lo squadrone che stava soccorrendo, VP-47 - pattugliavano l'Estremo Oriente quando iniziò l'invasione della Corea del Nord, mentre i PB4Y del VP-28 furono schierati a NAS Agana, Guam. Ben presto, il VP-47 fu raggruppato e mantenuto in servizio, i P2V-3 del VP-6 arrivarono alla base aerea di Johnson vicino a Tokyo, in Giappone, e i PBM del VP-42 furono messi in scena a Iwakuni, in Giappone. Il VP-28 si è recato a NAF Naha, Okinawa, in Giappone e ha iniziato i pattugliamenti giornalieri dello stretto di Formosa e della costa della Cina. Altri squadroni ruotarono a turno e si schierarono anche in basi e ancoraggi remoti come Hong Kong the Pescadores, Buckner Bay e NAF Kadena, Okinawa, Japan Tachikawa e Itami in Giappone e NAS Kodiak, Alaska e Shemya nelle Aleutine.

Mentre l'invasione nordcoreana si spingeva a sud, i Nettuni del VP-6 furono usati in tre occasioni per fornire avvistamento di spari navali per le navi da guerra delle Nazioni Unite sulla costa occidentale della Corea del Sud. Anche i P2V-3 dello squadrone, armati con cannoni da 20 mm, bombe e razzi, hanno lanciato loro stessi molti attacchi contro obiettivi nordcoreani lungo la costa nord-orientale.

Il 29 luglio 1950, due equipaggi distrussero un treno della ferrovia con i loro razzi e pistole. Il 13 agosto, gli equipaggi hanno affondato tre barche e due chiatte impegnate nella posa di mine vicino a Chinnampo e hanno danneggiato due imbarcazioni di superficie vicino a Wonsan. Un Nettuno VP-6 è stato danneggiato durante l'attacco. Un attacco a una motovedetta nei pressi di Chinnampo il 16 agosto è stato fatale per un altro aereo VP-6, che è caduto a terra dopo aver preso fuoco. L'equipaggio è stato salvato dall'incrociatore della Royal Navy HMS Kenya. Successivamente, agli aerei di pattuglia fu proibito di intraprendere missioni di attacco sulla Corea. VP-6 è diventato l'unico squadrone di pattuglia insignito della Navy Unit Citation durante la guerra di Corea.

Gli aerei da pattuglia - PBM, P2V e Sunderlands - sono stati ampiamente utilizzati nella caccia alle mine, in particolare nei porti di Inchon e Wonsan. Questa noiosa attività richiedeva ai PBM di volare bassi e lenti, abbastanza vicini da far esplodere una mina ormeggiata con mitragliatrici, ma abbastanza in alto da evitare l'esplosione della mina. I P2V hanno lanciato cariche di profondità per spazzare via le mine magnetiche.

Nel 1951 gli squadroni VP furono spinti in un altro ruolo, questa volta sulla terraferma, lanciando razzi di illuminazione a sostegno degli attacchi aerei. Conosciute come missioni Firefly, aiutavano a negare la notte ai movimenti di rifornimento nemici. L'ammiraglio Arthur W. Radford ha suggerito l'uso di P4Y-2 Corsair come navi lanciarazzi per sostituire i più vulnerabili Skytrain R4D negli obiettivi illuminanti per i facchini notturni F4U-5N Corsair e F7F-3N Tigercat del Corpo dei Marines. Un P4Y del VP-772 è stato modificato per la missione e si è rivelato di grande successo, e altri tre P4Y del VP-772 e VP-28 sono stati assegnati come "Lamp Lighters" (in seguito gestiti da squadroni successivi). Durante una missione tipica, il P4Y si incontrava con quattro aerei d'attacco, cercava convogli di camion e illuminava i bersagli per l'aereo d'attacco.

Sebbene le forze delle Nazioni Unite siano riuscite a mantenere la superiorità aerea su gran parte della penisola coreana, i pesanti aerei da pattugliamento hanno avuto alcuni incontri con aerei nemici. Un VP-42 Mariner è stato danneggiato l'11 maggio 1952 da un caccia MiG-15 sul Mar Giallo, e il 31 luglio 1952 un VP-731 PBM è stato gravemente danneggiato dagli spari di un MiG-15, che ha ucciso due membri dell'equipaggio e ferito due altri.

I voli al largo della Cina e dell'Unione Sovietica, lontani dalla copertura protettiva, erano più pericolosi. I VP-28 P4Y furono attaccati sullo Stretto di Formosa il 26 luglio da un F-51 Mustang in segnaletica nordcoreana, e il 20 settembre e il 22 novembre 1950 dai MiG-15, tutti senza risultato. Un VP-42 PBM è stato perso per cause sconosciute nello stretto di Formosa meridionale il 5 novembre. Il 6 novembre 1951 un VP-6 P2V-3W fu abbattuto, senza sopravvissuti, dai caccia sovietici vicino a Vladivostok. Il 18 gennaio 1953 le batterie antiaeree cinesi abbatterono un VP-22 P2V al largo di Swatow. Un PBM-5G della Guardia Costiera ha raccolto i sopravvissuti ma si è schiantato al decollo, causando la perdita di 11 volantini, di cui 7 del P2V. I sopravvissuti sono stati salvati da una nave della Marina Militare. Ulteriori incidenti e perdite di questo tipo si sono verificati negli anni successivi alla tregua coreana.

Un audace equipaggio P2V è sopravvissuto sorprendentemente a una serie di otto o nove sorvoli intenzionali della penisola della Kamchatka dell'Unione Sovietica tra aprile e giugno 1952. Un VP-931 P2V-3W - modificato con uno speciale equipaggiamento di intelligenza elettronica nel naso e pilotato da un equipaggio selezionato --Volò in silenzio radio sulla penisola a 15.000 piedi alla ricerca di installazioni militari. Quando sono stati rilevati siti militari, un RB-50 dell'Air Force che volava sopra e dietro il P2V ha fotografato i siti. I ficcanaso sono stati intercettati in due missioni dai caccia MiG sovietici, ma a quanto pare non sono mai stati colpiti. Fortunatamente, le operazioni recentemente declassificate non hanno mai richiesto i servizi dell'aereo di soccorso SB-17 dell'Air Force assegnato alle missioni. Questo equipaggio del VP-931 (in seguito VP-57) eseguì anche un audace volo di ricerca e salvataggio nel luglio 1953 sul porto di Vladivostok per l'equipaggio di un RB-50 che fu abbattuto dai caccia sovietici. Un cacciatorpediniere americano ha salvato uno dei membri dell'equipaggio.

Gli aerei da pattugliamento terrestri hanno visto un maggiore utilizzo degli idrovolanti nella guerra di Corea, dimostrandosi più efficienti. In Corea, aerei da pattugliamento a terra hanno effettuato 12 sortite ogni 9 effettuate da idrovolanti.

Come con le forze statunitensi in generale, l'aviazione di pattuglia ha mantenuto un alto livello di presenza in Estremo Oriente dopo la guerra di Corea. Le sue operazioni si concentrarono sempre di più sulla ricognizione periferica dell'Unione Sovietica e della Cina, in particolare sulla sorveglianza della crescente forza sottomarina sovietica e sulla vigilanza contro i colpi di sciabola cinesi contro Formosa.

Squadriglie di pattuglia della Marina degli Stati Uniti nella guerra di Corea

Codice di coda dell'aereo dello squadrone Porto di partenza

UN PO' DI STORIA: "..NAVAL WAR COLLEGE NEWPORT PAPERS 38 - High Seas Buffer - The Taiwan Patrol Force, 1950-1979 di Bruce A. Elleman - ISSN 1544-6824 - ISBN 978-1-884733-95-6. Squadroni menzionato: VP-1 1950, VP-22 1953, VP-28 1950, VP-46 1950. " Contributo di Mike Yarded mikeyared@y& #097hoo.com [11APR2012]

High Seas Buffer - La forza di pattuglia di Taiwan, 1950-1979 2.34 MB

Si occupò degli aerei del VP-42 in quel porto fino al 6 febbraio 1950, poi si spostò a Subic Bay nelle Isole Filippine. Riprese il servizio a Hong Kong il 12 aprile e sgomberò il porto l'11 maggio per esercitazioni al largo di Sangley Point, Luzon, prima di caricare gli aerei a Guam (27-29 maggio 1950). Prese il mare l'ultimo giorno e salpò per Pearl Harbor per tornare a San Diego il 13 giugno 1950. Dopo la riparazione del viaggio nel cantiere navale di San Francisco, imbarcò passeggeri, inclusi uomini del VP-42, e salpò da San Diego il 26 luglio diretto in Estremo Oriente. Ha sbarcato i suoi passeggeri a Pearl Harbor il 1 agosto e ha preso il mare il giorno successivo, trasportando circa 700 passeggeri destinati al VP-1, VP-2 e VP-4 dello Squadrone del servizio aereo della flotta e delle unità dell'esercito in Giappone. Sul ponte dell'idrovolante sono stati caricati quattro elicotteri e altrettanti SNBS del Fleet Air Service Squadron. Raggiunse Yokosuka l'11 agosto 1950, sbarcando i suoi passeggeri e il loro equipaggiamento, e imbarcò nuove merci e passeggeri per l'aviazione per il trasporto al porto di Apra, Guam. Arrivò a quest'ultimo porto il 20 agosto, sbarcò i passeggeri, quindi caricò pezzi di ricambio per bombardieri di pattuglia e otto caccia a reazione per la consegna al porto di Naha, Okinawa, il 25 agosto 1950. Fece rapporto al comandante della settima flotta per il servizio quel giorno e si spostò a Buckner Baia per operazioni sotto Commander Service Squadron Three (Commander Task Group 70.7). Il 3 settembre ha servito sette Mariners del VP-46 e due Sunderland dell'88th Royal Air Force Squadron, che aveva fatto smistamento sull'evacuazione del tifone dalla loro base a Iwakuni, in Giappone.

Il 6 settembre 1950, Salisbury Sound arrivò a Iwakuni, in Giappone, e si presentò in servizio al comandante FAW-6. Ha iniziato il servizio per VP-42 e VP-47, che aveva undici Mariners presenti quel giorno più tre Sunderland dell'88th Squadron della Royal Air Force. Queste unità comprendevano l'idrovolante e la ricognizione della Task Force Ninety-Six a supporto delle operazioni della Task Force Seventy-Seven e del Task Group 96.5. Altri quattro marinai erano arrivati ​​il ​​9 settembre 1950 quando Salisbury Sound divenne l'ammiraglia del comandante della flotta Wing SIX. Divenne ora la base operativa per tutti gli idrovolanti della Patrol and Reconnaissance Force (*Task Force 99) che si occupavano di otto Sunderland dell'88th Squadron della Royal Air Force, sette aerei del VP-47 e nove aerei del VP-42. Il 16 settembre il comandante FAW-6 spostò la sua bandiera, insieme ai piloti e all'equipaggio del VP-47, sul tender per idrovolanti USS Curtiss (AV-4), controllando tutti i voli da quella nave. Salisbury Sound ha continuato il controllo del seadrome fino al 18 settembre, quindi ha assunto carburante per l'aviazione a Kure, tornando a Iwakuni il 21 settembre 1960. Il 23 settembre si è recata in servizio presso il comandante Air Wing One (task Group 70.6) e si è trasferita alla base di Buckner Bay, Okinawa, il 26. Posò 18 boe nell'ancoraggio dell'idrovolante e il 2 ottobre cinque Mariners del VP-46 (Southern Search and Reconnaissance Force), arrivarono dalle Isole Pescadores per sfuggire alla furia di un tifone. Questi aerei effettuavano ricognizioni notturne e voli di pattugliamento dello stretto di Formosa dallo stretto di Salisbury fino al 10 ottobre, quando terminarono nuovamente i loro voli nelle Pescadores. Nel frattempo aveva issato la bandiera del comandante FAW-1 il 5 ottobre 1950. Venti e mare grosso minacciarono di nuovo il seadrome nelle Pescadores il 19 ottobre, e i Mariners del VP-46 si spostarono ancora una volta gradualmente alla base da Salisbury Sound. Il 2 novembre 1950 entrò nel porto di Naha, trasferendo 30.000 galloni di benzina all'Y-53 ​​per la consegna alla base navale prima di tornare a Buckner Bay lo stesso giorno. Continuò la direzione e la cura dei voli di ricerca e ricognizione dei Mariners fino al 27 novembre 1950, quando il comandante Fleet Wing ONE spostò la sua bandiera sulla USS Gardiners Bay (AVP-39).

Salisbury Sound arrivò a Iwakuni, in Giappone, il 20 novembre 1950, e issò la bandiera del comandante Air Wing Six. Ha rivissuto la USS Curtiss (AV-4) del controllo del seadrome e ha iniziato a curare nove Mariners del VP-42 e quattro Royal Air Force Sunderlands, operanti da Iwakuni. Il 1° dicembre arrivarono sette marinai del VP-47 e il 21 il comandante FAW-6 trasferì la sua bandiera a Curtis. Il 15 dicembre 1950, Salisbury Sound tornò a Buckner Bay e sostituì Gardiners Bay (AVP-39) come nave ammiraglia del comandante FAW-1. A questo punto iniziò il servizio per il distaccamento di cinque Marines del VP-46, di stanza a Buckner Bay, e tre Mariners dello stesso squadrone, di stanza a Sangley Point, Luzon, nelle Filippine. Queste unità hanno condotto voli di ricerca e ricognizione da Buckner Bay e hanno completato voli di corriere tra Sangley Point e Hong Kong. A partire dal 6 gennaio 1951, ha sostenuto l'Elemento di addestramento alla guerra antisommergibile 7016 comprendente un'unità di ricerca e attacco aereo di terra (9 P2V4 del VP-22) un'unità di ricerca e attacco aereo idrovolante (9 marinai del VP-46) e il sottomarino della flotta Besugo (SS-321). Questo servizio terminò il 16 gennaio 1951 e Salisbury Sound riprese la sua direzione quotidiana di voli di ricognizione e servizi di gara.

UN PO' DI STORIA: ". VP-1 testa l'olio motore 1065 - Pagina 35 - Notizie sull'aviazione navale - Agosto 1950. " Sito Web: http://www.history.navy.mil/nan/backissues/1950s/1950/aug50.pdf [21JUL2004]

UN PO' DI STORIA: ". Un racconto salato dall'Alaska - Pagina 23 - Notizie sull'aviazione navale - aprile 1950. " Sito Web: http://www.history.navy.mil/nan/backissues/1950s/1950/apr50.pdf [19JUL2004]

UN PO' DI STORIA: ". L'alto morale imposta il marchio nell'Artico - Notizie sull'aviazione navale - aprile 1950. " Sito Web: http://www.history.navy.mil/nan/backissues/1950s/1950/apr50.pdf [19JUL2004]

UN PO' DI STORIA: ". Squadroni di pattuglia nella guerra di Corea di LCDR Rick Burgess, USN (in pensione) - Notizie sull'aviazione navale luglio-agosto 2002. " Contributo di Mike Yared [email protected] [25JAN2003]
Squadroni di pattuglia nella guerra di Corea Pagina 1 di 4
Squadroni di pattuglia nella guerra di Corea Pagina 1 di 4
Squadroni di pattuglia nella guerra di Corea Pagina 1 di 4
Squadroni di pattuglia nella guerra di Corea Pagina 1 di 4


USS Floyds Bay (AVP-40), 1945-1960

L'USS Floyds Bay, un piccolo idrovolante di classe Barnegat da 1.766 tonnellate, fu costruito a Houghton, Washington, e fu commissionato nel marzo 1945. Dopo l'addestramento a Pearl Harbor e nelle Marianne, arrivò a Okinawa alla fine di luglio e supportò un aereo- squadrone di salvataggio in mare e altri idrovolanti lì in settembre. Ha poi controllato i mari di Wakanoura Wan e Nagoya, in Giappone, e a Shanghai e Tsingtao, in Cina, prima di tornare a San Francisco nel dicembre 1946.

Tra il giugno 1947 e il marzo 1948, Floyds Bay effettuò una crociera di buona volontà intorno al mondo, procedendo verso est verso il Mediterraneo e poi verso l'Estremo Oriente. Più tardi, nel 1948, ha sostenuto missioni fotografiche di volo di aerei in Alaska. Nell'estate del 1949 sostenne gli idrovolanti e servì come base per le comunicazioni diplomatiche a Hong Kong durante l'avanzata comunista nella Cina meridionale. Tra il 1950 e il 1959 svolse dispiegamenti annuali in Estremo Oriente e svolse anche il servizio sulla costa occidentale che la portò dal Messico all'Alaska. Floyds Bay è stato dismesso nel febbraio 1960 ed è stato venduto nel luglio 1960.

In un giorno come oggi. 1864: A Pietroburgo, il generale dell'Unione Ulysses S. Grant si rende conto che la città non può più essere presa d'assalto e si stabilisce in un assedio.


Floyds Bay-AVP-40 - Storia

UN PO' DI STORIA: " CD-ROM: Dizionario degli squadroni dell'aviazione navale americana vol. 2 Stock No. 008-046-00195-2 La storia del Centro Storico Navale VP, VPB, VP(HL) e VP(AM), Dipartimento della Marina, Washington, D.C. " [15JUN2000]

CAPITOLO 3 Storia dello Squadrone di Pattuglia (VP) VP-17 331KB

UN PO' DI STORIA: ". Riepilogo dei cambiamenti dell'aria - Pagina da 2 a 3 - Notizie sull'aviazione navale - Settembre 1959. " Sito Web: http://www.history.navy.mil/nan/backissues/1950s/1959/sep59.pdf [15AUG2004]

UN PO' DI STORIA: ". Questo ZE-6 (fronte e retro) a Fairbanks, Alaska nell'estate del 1959. L'equipaggio 6 è stato inviato a Fairbanks per lavorare con l'IGY (Anno Geofisico Internazionale). " Contributo di SCALESE, Tom cl's 101verdevil39@gmail.com [05SEP2001]

UN PO' DI STORIA: " CD-ROM: Dizionario degli squadroni dell'aviazione navale americana vol. 2 Stock No. 008-046-00195-2 La storia del Centro Storico Navale VP, VPB, VP(HL) e VP(AM), Dipartimento della Marina, Washington, D.C. " [15JUN2000]

CAPITOLO 3 Storie dello Squadrone di Pattuglia (VP) VP-17 331KB

Il 1 luglio 56, mentre era schierato nella NAF Naha, Okinawa, in Giappone, il Patrol Squadron Seventeen (VP-17) è stato rinominato Heavy Attack Mining Squadron Ten. VA(HM)-10 era uno dei due squadroni della Marina Militare. Una costa occidentale - una costa orientale. Flying Lockheed P2V-6 Neptunes, VA(HM)-10 ha mantenuto le lettere di coda-"BH". CDR E. L. Plowman assunse il comando nell'agosto del 1956. VA(HM)-10 tornò al loro porto di origine a NAS Whidbey Island, Washington nel settembre del 1956. Poco dopo gli equipaggi iniziarono l'addestramento per passare al P2V-6M. Il -6M aveva la capacità di lanciare il missile aria-superficie Petrel.

Nell'aprile del 1957 lo squadrone iniziò a passare al P2V-5F. Gli aerei P2V-6M dello squadrone sono stati trasferiti alle riserve in preparazione per uno schieramento WestPac nei -5F. Il 1 settembre 57, VA(HM)-10 si è schierato su MCAS Iwakuni, Giappone e FAW-6 con i loro -5F. Tutti gli squadroni di pattuglia della NAVY hanno ricevuto nuove lettere di codici di coda il 9 dicembre 57. VA(HM)-10 ha abbandonato il loro vecchio codice di coda "BH" e ha iniziato a usare "ZE".

L'11 MAR 58 lo squadrone tornò dallo schieramento e il CDR J. P. Wheatley assunse il comando il 19 APR 58.

Il 18 MAGGIO 59 lo squadrone si schierò con i suoi -5F su NAS Kodiak, Alaska e FAW-4. Il CDR R. Larson assunse il comando il 24 APR 59. Il 1 luglio 59 Heavy Attack Mining Squadron Ten (VA(HM)-10) fu ridisegnato a PATROL SQUADRON SEVENTEEN (VP-17). VP-17 è tornato dallo schieramento il 20 NOV 59 e ha portato le lettere di coda di "ZE" fino al loro scioglimento il 31 MAR 95.

UN PO' DI STORIA : ". Ho notato che mancava il lasso di tempo in cui ero in squadriglia (aprile 1955 - novembre 1956). Purtroppo lo sono anche la maggior parte dei miei ricordi. Ero solo curioso di sapere se poteva esserci qualcosa che mi ero perso. Ricordo che in quel periodo lo squadrone fu ridesignato VAHM-10. Eravamo in servizio a Naha. Poco tempo dopo essere tornati negli Stati Uniti, abbiamo ottenuto il nuovo P2. Il Petre non ha funzionato per una ragione o per un altro e lo squadrone divenne di nuovo VP-17.Dovevamo essere capaci di Petre Missile, come ricordo.Il nostro equipaggiamento ASW era un 20MM nel naso e nella coda e 50Cal sul ponte superiore, un ricevitore sonoro in avanti sul ponte di volo. Santo cielo, abbiamo fatto molta strada." Contributo di RW Queal AW1, USN Ret [email protected] [26OCT99]

UN PO' DI STORIA: Tent City". Circa 1953-1954 Equipaggio VP-17 - Tent City al NAS Iwakuni, Giappone. " Contributo di CURRY, G. L. [email protected] [24MAY2002]

UN PO' DI STORIA: Tent City ". Circa 1953-1954 Caserma VP-17 dopo Tent City a NAS Iwakuni, Giappone. " Contributo di CURRY, G. L. [email protected] [24 MAGGIO2002]

UN PO' DI STORIA: ". Circa 1954. NAS Iwakuni, Giappone. D.W. Jones & Edward A. Rausch a bordo di un Baker-Howe 11" Contributo di Edward A. Rausch via RAUSCH, Edward [email protected] [14JUL2001]

UN PO' DI STORIA: ". VP-772 stava volando da Sand Point, Seattle, WA nel 1952. Lo squadrone è stato attivato ed è diventato VP-17. All'epoca stavamo volando con PB4Y-2 e siamo stati inviati al NAS Iwakuni, in Giappone nel dicembre del 1952. Abbiamo volato in pattuglia anti-sub per la Task Force 77. Quando siamo tornati negli Stati Uniti eravamo di stanza ad Ault Field su Whidbey Is., WA. 6. Lo squadrone tornò a NAS Iwakuni, Giappone nel 1954 e tornò a NAS Whidbey Island, Washington all'inizio del 1955. " Contributo di John (Jack) W. Brown [email protected] [12JAN2001]

UN PO' DI STORIA: UNITÀ: VP-17 PRECEDENTE DES: VP-772 NOME: White Lightings CODICE CODA: BH ATTIVATO: 2-4-53 DISATTIVATO: LOCALITÀ TIPICA: NAS Whidbey Island, Washington
"Titolo: Lockheed P2V Neptune Una storia illustrata di Wayne Mutza wmutza@wi.rr.com. Una storia militare di Schiffer Libro ISBN: 0-7643-0151-9. 286 pagine piene di immagini e storia!

Circa 1950 - 1953
Guerra di Corea

    Distribuito a: NAF Naha, Okinawa, Giappone
    Data in: 19 agosto 1950
    Data uscita: 13 novembre 1950
    Area di pattuglia: Stretto di Formosa
    Aereo: P2V-3/3W
    Perdite: nessuna
    Luogo di distacco: Nessuno

Distribuito a: NAF Naha, Okinawa, Giappone
Data in: aprile 1951
Data uscita: 29 agosto 1951
Area di pattuglia: costa coreana
Aereo: P2V-3
Perdite: nessuna
Luogo di distacco: Nessuno

Distribuito a: NAF Naha, Okinawa, Giappone
Data in: 29 marzo 1952
Data uscita: 5 ottobre 1952
Area di pattuglia: costa coreana
Aereo: P2V-3
Perdite: nessuna
Luogo di distacco: Nessuno

Distribuito a: NAF Naha, Okinawa, Giappone
Data In: 27 maggio 1953
Data di uscita: 1 dicembre 1953
Area di pattuglia: costa coreana
Aereo: P2V-5
Perdite: nessuna
Luogo di distacco: Nessuno

    Distribuito a: solo distaccamento
    Luogo del distacco: NAF Naha, Okinawa, Giappone
    Data di distacco in: 1 agosto 1951
    Data di distacco: 2 dicembre 1951
    Area di pattugliamento: Mar Giallo Mar Cinese Orientale
    Aereo: P2V-3W
    Perdite: nessuna

    Distribuito a: Johnson AFB
    Data in: 7 luglio 1950
    Data di uscita: 6 agosto 1950
    Area di pattuglia: Mar Giallo

Distribuito a: Tachikawa AFB
Data in: 7 agosto 1950
Data uscita: 12 febbraio 1951
Area di pattugliamento: costa coreana Mar del Giappone
Velivolo: P2V-3/3Wbr>Perdite: nessuna
Luogo del distaccamento: NAS Atsugi, Giappone
Distaccamento in: 5 gennaio 1951
Distaccamento fuori: 12 feb 1951
Area di pattugliamento: costa coreana del Mar Giallo

Distribuito in: NAS Atsugi, Giappone
Data in: 1 agosto 1951
Data uscita: 14 gennaio 1952
Area di pattuglia: Mar Giallo Mar del Giappone Stretto di Tsushima
Aereo: P2V-3/3W
Perdite: P2V-3 il 16 agosto 1951, l'equipaggio ha salvato P2V il 6 novembre 1951, 10 KIA (combattimento)
Luogo di distacco: Nessuno

    Distribuito in: NAS Iwakuni, Giappone
    Data in: 28 giugno 1953
    Data uscita: 27 luglio 1953
    Area di pattugliamento: Mar del Giappone Mar Giallo
    Aereo: P2V-5
    Perdite: nessuna
    Luogo di distacco: Nessuno

    Distribuito in: NAS Iwakuni, Giappone
    Data in: 27 giugno 1952
    Data uscita: 16 novembre 1952
    Area di pattuglia: Mar del Giappone
    Aereo: P4Y-2S
    Perdite: nessuna
    Luogo del distacco: Pusan
    Data del distacco in: luglio 1952
    Data di distacco: 3 gennaio 1953
    Area di pattuglia: Corea interna

    Distribuito in: NAS Iwakuni, Giappone
    Data in: 1 febbraio 1953
    Data uscita: 30 giugno 1953
    Area di pattugliamento: Mar del Giappone Mar Giallo
    Aereo: P4Y-2/2s
    Perdite: nessuna
    Luogo di distacco: Nessuno

    Distribuito a: NAF Naha, Okinawa, Giappone
    Data in: 4 novembre 1950
    Data uscita: 1 maggio 1951
    Area di pattuglia: Cina continentale Formosa
    Aereo: P2V-4
    Perdite: P2V, 21 gennaio 1951 (non in combattimento)
    Luogo di distacco: Nessuno
    VP-22

Distribuito in: NAS Atsugi, Giappone
Data in: 1 dicembre 1951
Data uscita: 31 maggio 1952
Area di pattuglia: Stretto di Tsushima Mare del Giappone
Aereo: P4Y-2S
Perdite: nessuna
Luogo di distacco: Nessuno
VP-22

Distribuito in: NAS Atsugi, Giappone
Data in: 30 novembre 1952
Data uscita: 31 maggio 1953
Area di pattugliamento: Mar Cinese settentrionale e meridionale
Aereo: P2V-5
Perdite: P2V-5, 18 gennaio 1953 (combattimento), 7 salvati, 4 KIA e 2 prigionieri di guerra (correlati al combattimento)
P2V-5, 31 gennaio 1953 (non combattimento)
Luogo di distacco: Nessuno

    Distribuito a: NAF Naha, Okinawa, Giappone
    Data in: 16 luglio 1950
    Data uscita: 7 agosto 1950
    Area di pattuglia: Foochow Shanghai
    Aereo: PB4Y-2S
    Perdite: nessuna
    Luogo del distaccamento: NAF Agana
    Data di distacco in: gennaio 1950
    Data di distacco: 7 agosto 1950
    VP-28

Distribuito a: Tachikawa AFB
Data in: 1 aprile 1951
Data uscita: 9 ottobre 1951
Area di pattuglia: Stretto di Tsushima del Mar Giallo
Aereo: PB4Y-2S
Perdite: nessuna
Luogo del distaccamento: Itami AFB
Data di distacco in: 24 aprile 1951
Data di distacco: 30 aprile 1951
Area di pattuglia: costa giapponese, operazioni ASW.
Luogo del distacco: Kimpo AFB
Data di distacco in: 1 ottobre 1951
Data di distacco: 13 dicembre 1951
Area di pattuglia: Corea interna
VP-28

Distribuito a: NAF Itami
Data in: 1 giugno 1952
Data uscita: 2 dicembre 1952
Area di pattugliamento: costa nordcoreana, costa cinese
Aereo: P2V-3/P4Y-2/2S
Perdite: nessuna
Luogo di distacco: Nessuno

    Distribuito in: NAS Atsugi, Giappone
    Data in: 27 settembre 1952
    Data di uscita: 1 aprile 1953
    Area di pattugliamento: costa coreana del Mar del Giappone
    Aereo: P2V-5/6
    Perdite: nessuna
    Luogo di distacco: Nessuno

    Distribuito in: NAS Iwakuni, Giappone
    Suisun (AVP 53), 11 aprile 1951 (fine 1951)
    Data in: 9 giugno 1951
    Data uscita: 13 dicembre 1951
    Area di pattuglia: Stretto di Tsushima del Mar Giallo
    Aereo: PBM-5/5S
    Perdite: nessuna
    Luogo di distacco: Nessuno
    VP-40

Distribuito a: NS Sangley Point, Filippine
Data In: 2 Set 1952
Data di uscita: 28 marzo 1953
Area di pattuglia: Stretto di Formosa del Mar Cinese Meridionale
Aereo: PBM-5/5S
Perdite: nessuna
Luogo del distacco: Pescadores
Data del distacco in: 2 set 1952
Data di distacco: 28 marzo 1953
Area di pattuglia: Mar Cinese Meridionale e Mar Cinese Orientale
Luogo del distacco: NAF Naha, Okinawa, Giappone
Data del distacco in: 2 set 1952
Data di distacco: 28 marzo 1953
Area di pattugliamento: Mar Giallo Mar Cinese Orientale

    Distribuito in: NAS Iwakuni, Giappone
    Data in: 19 luglio 1950
    Data uscita: 10 agosto 1950
    Area di pattuglia: costa coreana

Distribuito su: NAS Yokosuka
Data In: 31.11.1950
Data di uscita: 1 settembre 1950
Area di pattuglia: Stretto di Tsushima Mare del Giappone

Distribuito in: NAS Iwakuni, Giappone
Pine Island (AV 13), ago 1950 dic 1950
Curtiss (AV 4), 1 novembre 1950-1 dicembre 1950
USS Gardiners Bay (AVP-39), 18 ottobre 1950, 27 febbraio 1951
Suisun (AVP 53), 11 aprile 1951-15 luglio 1951
Data in: 1 settembre 1950
Data uscita: 9 aprile 1951
Area di pattuglia: Mar Giallo
Aereo: PBM-5
Perdite: PBM-5, 7 gennaio 1951 (non in combattimento)
Luogo del distacco: Inchon
USS Gardiners Bay (AVP-39), 3-13 ottobre 1950
Data di distacco in: 3 ottobre 1950
Data di distacco: 17 ottobre 1950
Area di pattuglia: acque coreane
Luogo del distaccamento: Chinhae
USS Gardiners Bay (AVP-39), 13-18 ottobre 1950
Data di distacco in: 14 ottobre 1950
Data di distacco: 18 ottobre 1950
Area di pattuglia: acque coreane Mar Giallo

Distribuito in: NAS Iwakuni, Giappone
Data in: 7 dicembre 1951
Data di uscita: 6 giugno 1952
Area di pattuglia: costa coreana
Aereo: P4Y-2
Perdite: nessuna
Luogo del distaccamento: Chinhae
Data di distacco tra: 15 marzo 52
Data di distacco: aprile 1952
Area di pattuglia: Corea interna

    Inserito in: Isole Pescadores
    Suisun (AVP 53) 30 luglio 1950 6 marzo 1951
    Data in: 31 luglio 1950
    Data uscita: 6 febbraio 1951
    Area di pattuglia: Stretto di Formosa Cina

Distribuito a: NS Sangley Point, Filippine
Data in: 1 dicembre 1950
Data uscita: 6 febbraio 1951
Area di pattuglia: ricerche nel settore notturno
Aereo: PBM-5
Perdite: nessuna
Luogo del distaccamento: Buckner Bay
USS Salisbury Sound (AV-13), 1 novembre 1950-6 marzo 1951
Data di distacco in: 1 novembre 1950
Data di distacco: 6 feb 1951
Luogo di distacco: NS Sangley Point, Filippine
Data di distacco in: 31 luglio 1950
Data di distacco: 6 feb 1951
Area di pattuglia: voli di corriere per Okinawa

Distribuito in: NAS Iwakuni, Giappone
Floyds Bay (AVP 40), 26 settembre 1951 (inizio 1952)
USS Gardiners Bay (AVP-39), 26 settembre 1951 (inizio 1952)
Data in: 30 settembre 1951
Data uscita: 2 aprile 1952
Area di pattuglia: costa coreana
Aereo: PBM-5S/5S2
Perdite: nessuna
Luogo del distaccamento: Chinhae
Suisun (AVP 53)
Data di distacco in: settembre 1951
Data di distacco: 2 aprile 1952
Area di pattuglia: costa coreana

Distribuito in: NAS Iwakuni, Giappone
Kenneth Whiting (AV 14)
Data in: 1 marzo 1953
Data uscita: 27 luglio 1953
Area di pattugliamento: Stretto di Formosa, costa orientale della Corea
Aereo: PBM-5S2
Perdite: nessuna
Luogo di distacco: Nessuno

    Distribuito in: NAS Iwakuni, Giappone
    USS Gardiners Bay (AVP-39), luglio 1950-1 ottobre 1950
    Data in: 31 luglio 1950
    Data uscita: 16 ottobre 1950
    Area di pattuglia: Stretto di Chosin

Distribuito a: Chinhae/Inchon
USS Gardiners Bay (AVP-39), 3-13 ottobre 1950
Area di pattuglia: acque coreane
Data in: 16 ottobre 1950
Data di uscita: 15 novembre 1950

Inserito in: NAF Yokosuka
Data in: 16 novembre 1950
Data uscita: 1 gennaio 1951
Area di pattugliamento: costa orientale della Corea del Mar del Giappone
Aereo: PBM-5
Perdite: nessuna
Luogo di distacco: Nessuno

Inserito in: Isola Pescadores
Isola del Pino (AVP 12)
Data in: 1 agosto 1951
Data uscita: 4 marzo 1952
Area di pattuglia: Mar Giallo
Aereo: PBM-5
Perdite: nessuna
Luogo di distacco: NS Sangley Point, Filippine
USS Salisbury Sound (AV-13)
Data di distacco in: 26 luglio 1951
Data di distacco: 4 marzo 1952
Area di pattuglia: Mar Cinese
Luogo del distaccamento: Buckner Bay
USS Gardiners Bay (AVP-39)
Corso (AVP 37)
Distaccamento in: 26 luglio 1951
Data di distacco: 4 marzo 1952
Area di pattuglia: Mar Cinese
1952 schieramenti
VP-47

Distribuito in: NAS Iwakuni, Giappone
Kenneth Whiting (AV 14)
USS Gardiners Bay (AVP-39)
Data in: 22 novembre 1952
Data uscita: 31 maggio 1953
Area di pattuglia: Mar Giallo Mar del Giappone
Aereo: PBM-5
Perdite: nessuna
Luogo del distaccamento: Fukuoka
Corso (AVP 37)
Data del distacco in: dicembre 1952
Data di distacco: 31 maggio 1953
Area di pattuglia: Mar del Giappone

    Distribuito in: NAS Iwakuni, Giappone
    Kenneth Whiting (AV 14)
    USS Gardiners Bay (AVP-39)
    Data in: luglio 1953
    Data di uscita: dicembre 1953
    Area di pattuglia: Mar Giallo
    Aereo: PBM-5S2
    Perdite: PBM-5 il 30 luglio 1953 (non in combattimento), 5 salvati, 10 morti nello schianto
    Luogo di distacco: Nessuno

    Distribuito a: NS Sangley Point, Filippine
    Data In: 1 maggio 1953
    Data di uscita: 1 settembre 1953
    Area di pattugliamento: Mar Cinese Meridionale
    Aereo: PBM-5S2
    Perdite: PBM-5 il 30 giugno 1953 (non in combattimento)
    Luogo del distaccamento: NAS Iwakuni, Giappone
    USS Kenneth Whiting (AV-14)
    USS Gardiners Bay (AVP-39) fino a giugno 1953
    Baia di Floyds (AVP 40)
    Data del distacco in: 1 giugno 1953
    Data di distacco: 27 luglio 1953
    Area di pattuglia: costa coreana

    Distribuito in: NAS Atsugi, Giappone
    Data in: 28 marzo 1953
    Data uscita: 27 luglio 1953
    Area di pattuglia: Mar del Giappone Mar Giallo
    Aereo: P2V-5
    Perdite: nessuna
    Luogo di distacco: Nessuno

    Distribuito a: Buckner Bay
    USS Salisbury Sound (AV-13), 1 novembre 1950-6 marzo 1951
    Suisun (AVP 53), 6 marzo 1951-13 agosto 1951
    Data in: 7 febbraio 1951
    Data uscita: 13 agosto 1951
    Area di pattuglia: Costa cinese dello stretto di Formosa
    Aereo: PBM-5
    Perdite: nessuna
    Luogo di distacco: NS Sangley Point, Filippine
    USS Salisbury Sound (AV-13), 13 marzo 1951-18 ottobre 1951
    Data di distacco in: 7 feb 1951
    Data di distacco: 13 agosto 1951
    Area di pattugliamento: costa di Formosa costa cinese
    Luogo del distacco: Hong Kong
    Data di distacco in: 7 feb 1951
    Data di distacco: 13 agosto 1951
    Area di pattuglia: voli di corriere

Distribuito in: NAS Iwakuni, Giappone
Kenneth Whiting (AV 14)
USS Gardiners Bay (AVP-39)
Data in: 1 giugno 1952
Data uscita: 8 dicembre 1952
Area di pattugliamento: costa coreana Stretto di Formosa
Aereo: PBM-5S2
Perdite: PBM danneggiato il 31 luglio 1952, 2 KIA e 2 WIA (relativi al combattimento)
Luogo di distacco: Nessuno

    Distribuito in: NAS Atsugi, Giappone
    Data in: 31 gennaio 51
    Data uscita: 3 agosto 1951
    Area di pattugliamento marittimo: stretto di Tsushima giallo
    Aereo: P4Y-2
    Perdite: nessuna
    Luogo del distacco: K-1, Pusan
    Data di distacco in: 12 giugno 1951
    Data di distacco: 3 agosto 1951
    Area di pattuglia: Corea interna

    Distribuito in: NAS Atsugi, Giappone
    Data in: 1 dicembre 1951
    Data uscita: 7 luglio 1952
    Area di pattuglia: Mar del Giappone
    Aereo: P4Y-2S
    Perdite: nessuna
    Luogo del distaccamento: Kimpo AFB
    Data di distacco in: 12 dicembre 1951
    Data di distacco: 7 luglio 1952
    Area di pattuglia: Corea interna

    Distribuito in: NAS Iwakuni, Giappone
    Curtiss (AV 4) al 30 dicembre 1950
    Pine Island (AV 12), dicembre 1950 (metà 1951)
    USS Gardiners Bay (AVP-39), 18 ottobre 1950-13 aprile 1951
    Suisun (AVP 53), 11 aprile 1951 - Fine 1951
    Data in: 13 dicembre 1950
    Data uscita: 9 giugno 1951
    Area di pattuglia: Mar Giallo, pattuglie notturne
    Aereo: PBM-5
    Perdite: nessuna
    Luogo di distacco: Nessuno
    1951 schieramenti

UN PO' DI STORIA: ". Squadriglie di pattuglia nella guerra di Corea - Notizie sull'aviazione navale, luglio-agosto 2002 di Rick Burgess. " http://www.findarticles.com/p/articles/mi_m0IAX/is_5_84/ai_90332255 [29MAR2005]

Poiché la maggior parte dell'azione di combattimento della GUERRA DI COREANA si è svolta sulla penisola coreana, la maggior parte del contributo aereo della Marina alla guerra ha preso la forma di aerei tattici basati su portaerei. Per gli squadroni di pattuglia della Marina (VP), la guerra è stata combattuta principalmente alle periferie del fronte principale, principalmente nelle missioni di controllo del mare e di negazione del mare, e in altri ruoli come la caccia alle mine.

La guerra di Corea fu uno dei tanti punti caldi lungo il continente asiatico che attirò l'attenzione degli squadroni VP nei primi anni '50. La più ampia Guerra Fredda era in pieno freddo. L'Unione Sovietica aveva testato le sue prime armi nucleari nel 1949 e la sua grande flotta di sottomarini rappresentava una minaccia credibile per la portaerei e le task force anfibie della Marina. Sempre nel 1949, le forze comuniste dell'Esercito Popolare Cinese di Liberazione avevano spinto le forze nazionaliste cinesi fuori dal continente asiatico attraverso lo stretto di Formosa a Formosa (ora Taiwan). Le forze coloniali francesi in Indocina furono merlate da una forza Viet Minh sempre più forte guidata da Ho Chi Minh. Dallo stretto di Bering a Singapore, gli aerei da pattugliamento della Marina avevano molto da monitorare.

Sebbene le task force della settima flotta degli Stati Uniti fossero impegnate nell'area delle operazioni coreane, la flotta era ancora incaricata della protezione di Formosa. La flotta è stata in grado di mantenere la sorveglianza di routine dello stretto di Formosa con aerei di pattuglia, il che ha reso impossibile per i cinesi comunisti lanciare un'invasione a sorpresa dell'isola.

Nell'area delle operazioni coreane, gli squadroni VP hanno partecipato al blocco della Corea del Nord, tenendo sotto sorveglianza le flotte mercantili e pescherecce e scoraggiando l'attività ostile dei sottomarini. Inoltre, gli aerei di pattuglia cacciavano e distruggevano mine, lanciavano razzi per attacchi aerei e conducevano operazioni di ricognizione meteorologica e di ricerca e salvataggio.

All'inizio della guerra di Corea, gli squadroni VP della flotta del Pacifico erano equipaggiati con tre tipi di aerei pesantemente armati. I Martin PBM-5/5S/5S2 Mariners erano gli unici idrovolanti in squadroni di pattuglia attivi (il P5M Marlin non era ancora entrato in servizio). Gli idrovolanti venivano sempre più spostati dai bombardieri di pattugliamento a terra, come il Consolidated Privateer quadrimotore P4Y -2/2S/2B, un retaggio della seconda guerra mondiale e versioni del nuovo bimotore Lockheed Neptune (P2V2/3/3W/4/5), successore del bombardiere da pattugliamento PV-2 Harpoon del dopoguerra.

La flotta del Pacifico era dotata di soli nove squadroni VP nel giugno 1950, dopo aver smantellato quattro squadroni nella prima metà dell'anno. Gli squadroni VP erano basati a NAS Whidbey Island, Washington NAS North Island, San Diego, California e NAS Barbers Point, Hawaii. Si sono schierati a NAF Yokosuka, Giappone NS Sangley Point, Filippine, Filippine. NAS Kodiak, Alaska e NAS Agana, Guam. Alla fine del 1950 furono attivati ​​sette squadroni VP di riserva, cinque dei quali assegnati alla flotta del Pacifico. Entro la fine del 1951, furono istituiti altri due squadroni VP in servizio attivo nella flotta del Pacifico e altri due squadroni di riserva furono attivati ​​per aumentarli.NAS Alameda, California, e NAS Seattle, Washington, ospitarono alcuni dei nuovi squadroni. Solo uno squadrone di pattuglia della flotta atlantica, VP-7 a NAS Quonset Point, Rhode Island, fu schierato nella zona di guerra, arrivando meno di un mese prima della tregua del 30 giugno 1953.

Quando scoppiò la guerra nel 1950, la Fleet Air Wing FAW-1 degli squadroni controllati da Guam si dispiegò nel Pacifico occidentale. Nel luglio 1950 la FAW-1 si trasferì a Naha, Okinawa, per controllare le pattuglie sullo stretto di Formosa utilizzando uno squadrone terrestre e uno di idrovolanti. FAW-6 è stata fondata ad Atsugi, in Giappone, per coordinare le pattuglie nel Mar Giallo e nel Mar del Giappone. Alla fine la forza tipica del FAW-6 includeva tre squadroni di aerei terrestri e due squadroni di idrovolanti, oltre a due squadroni di idrovolanti della Royal Air Force Sunderland. Queste strutture di comando rimasero in vigore per tutta la guerra, tranne per un breve periodo in cui furono sostituite rispettivamente da FAW-2 e FAW-14.

Solo otto aerei di pattuglia - PBM assegnati al VP-46 e lo squadrone che stava soccorrendo, VP-47 - pattugliavano l'Estremo Oriente quando iniziò l'invasione della Corea del Nord, mentre i PB4Y del VP-28 furono schierati a NAS Agana, Guam. Ben presto, il VP-47 fu raggruppato e mantenuto in servizio, i P2V-3 del VP-6 arrivarono alla base aerea di Johnson vicino a Tokyo, in Giappone, e i PBM del VP-42 furono messi in scena a Iwakuni, in Giappone. Il VP-28 si è recato a NAF Naha, Okinawa, in Giappone e ha iniziato i pattugliamenti giornalieri dello stretto di Formosa e della costa della Cina. Altri squadroni ruotarono a turno e si schierarono anche in basi e ancoraggi remoti come Hong Kong the Pescadores, Buckner Bay e NAF Kadena, Okinawa, Japan Tachikawa e Itami in Giappone e NAS Kodiak, Alaska e Shemya nelle Aleutine.

Mentre l'invasione nordcoreana si spingeva a sud, i Nettuni del VP-6 furono usati in tre occasioni per fornire avvistamento di spari navali per le navi da guerra delle Nazioni Unite sulla costa occidentale della Corea del Sud. Anche i P2V-3 dello squadrone, armati con cannoni da 20 mm, bombe e razzi, hanno lanciato loro stessi molti attacchi contro obiettivi nordcoreani lungo la costa nord-orientale.

Il 29 luglio 1950, due equipaggi distrussero un treno della ferrovia con i loro razzi e pistole. Il 13 agosto, gli equipaggi hanno affondato tre barche e due chiatte impegnate nella posa di mine vicino a Chinnampo e hanno danneggiato due imbarcazioni di superficie vicino a Wonsan. Un Nettuno VP-6 è stato danneggiato durante l'attacco. Un attacco a una motovedetta nei pressi di Chinnampo il 16 agosto è stato fatale per un altro aereo VP-6, che è caduto a terra dopo aver preso fuoco. L'equipaggio è stato salvato dall'incrociatore della Royal Navy HMS Kenya. Successivamente, agli aerei di pattuglia fu proibito di intraprendere missioni di attacco sulla Corea. VP-6 è diventato l'unico squadrone di pattuglia insignito della Navy Unit Citation durante la guerra di Corea.

Gli aerei da pattuglia - PBM, P2V e Sunderlands - sono stati ampiamente utilizzati nella caccia alle mine, in particolare nei porti di Inchon e Wonsan. Questa noiosa attività richiedeva ai PBM di volare bassi e lenti, abbastanza vicini da far esplodere una mina ormeggiata con mitragliatrici, ma abbastanza in alto da evitare l'esplosione della mina. I P2V hanno lanciato cariche di profondità per spazzare via le mine magnetiche.

Nel 1951 gli squadroni VP furono spinti in un altro ruolo, questa volta sulla terraferma, lanciando razzi di illuminazione a sostegno degli attacchi aerei. Conosciute come missioni Firefly, aiutavano a negare la notte ai movimenti di rifornimento nemici. L'ammiraglio Arthur W. Radford ha suggerito l'uso di P4Y-2 Corsair come navi lanciarazzi per sostituire i più vulnerabili Skytrain R4D negli obiettivi illuminanti per i facchini notturni F4U-5N Corsair e F7F-3N Tigercat del Corpo dei Marines. Un P4Y del VP-772 è stato modificato per la missione e si è rivelato di grande successo, e altri tre P4Y del VP-772 e VP-28 sono stati assegnati come "Lamp Lighters" (in seguito gestiti da squadroni successivi). Durante una missione tipica, il P4Y si incontrava con quattro aerei d'attacco, cercava convogli di camion e illuminava i bersagli per l'aereo d'attacco.

Sebbene le forze delle Nazioni Unite siano riuscite a mantenere la superiorità aerea su gran parte della penisola coreana, i pesanti aerei da pattugliamento hanno avuto alcuni incontri con aerei nemici. Un VP-42 Mariner è stato danneggiato l'11 maggio 1952 da un caccia MiG-15 sul Mar Giallo, e il 31 luglio 1952 un VP-731 PBM è stato gravemente danneggiato dagli spari di un MiG-15, che ha ucciso due membri dell'equipaggio e ferito due altri.

I voli al largo della Cina e dell'Unione Sovietica, lontani dalla copertura protettiva, erano più pericolosi. I VP-28 P4Y furono attaccati sullo Stretto di Formosa il 26 luglio da un F-51 Mustang in segnaletica nordcoreana, e il 20 settembre e il 22 novembre 1950 dai MiG-15, tutti senza risultato. Un VP-42 PBM è stato perso per cause sconosciute nello stretto di Formosa meridionale il 5 novembre. Il 6 novembre 1951 un VP-6 P2V-3W fu abbattuto, senza sopravvissuti, dai caccia sovietici vicino a Vladivostok. Il 18 gennaio 1953 le batterie antiaeree cinesi abbatterono un VP-22 P2V al largo di Swatow. Un PBM-5G della Guardia Costiera ha raccolto i sopravvissuti ma si è schiantato al decollo, causando la perdita di 11 volantini, di cui 7 del P2V. I sopravvissuti sono stati salvati da una nave della Marina Militare. Ulteriori incidenti e perdite di questo tipo si sono verificati negli anni successivi alla tregua coreana.

Un audace equipaggio P2V è sopravvissuto sorprendentemente a una serie di otto o nove sorvoli intenzionali della penisola della Kamchatka dell'Unione Sovietica tra aprile e giugno 1952. Un VP-931 P2V-3W - modificato con uno speciale equipaggiamento di intelligenza elettronica nel naso e pilotato da un equipaggio selezionato --Volò in silenzio radio sulla penisola a 15.000 piedi alla ricerca di installazioni militari. Quando sono stati rilevati siti militari, un RB-50 dell'Air Force che volava sopra e dietro il P2V ha fotografato i siti. I ficcanaso sono stati intercettati in due missioni dai caccia MiG sovietici, ma a quanto pare non sono mai stati colpiti. Fortunatamente, le operazioni recentemente declassificate non hanno mai richiesto i servizi dell'aereo di soccorso SB-17 dell'Air Force assegnato alle missioni. Questo equipaggio del VP-931 (in seguito VP-57) eseguì anche un audace volo di ricerca e salvataggio nel luglio 1953 sul porto di Vladivostok per l'equipaggio di un RB-50 che fu abbattuto dai caccia sovietici. Un cacciatorpediniere americano ha salvato uno dei membri dell'equipaggio.

Gli aerei da pattugliamento terrestri hanno visto un maggiore utilizzo degli idrovolanti nella guerra di Corea, dimostrandosi più efficienti. In Corea, aerei da pattugliamento a terra hanno effettuato 12 sortite ogni 9 effettuate da idrovolanti.


George Floyd ha detto agli agenti "Non riesco a respirare" più di 20 volte, secondo le trascrizioni

Le trascrizioni appena rilasciate dei minuti che hanno portato alla morte di George Floyd rivelano che ha detto agli agenti "non riesco a respirare" più di 20 volte, solo per avere la sua richiesta respinta da Derek Chauvin, l'ufficiale bianco che preme il ginocchio sul collo di Floyd, che ha detto : "Ci vuole un sacco di ossigeno per parlare."

Le ultime parole di Floyd sono diventate un grido di battaglia durante le manifestazioni in tutto il mondo in mezzo a una resa dei conti con il razzismo sistemico e la brutalità della polizia. Le agghiaccianti trascrizioni delle registrazioni video della telecamera del corpo che sono state rese pubbliche mercoledì forniscono il resoconto più dettagliato di quello che è successo dopo che la polizia ha arrestato Floyd il 25 maggio.

Prima di morire, Floyd pianse per sua madre morta e per i suoi figli. “Mamma, ti amo. Dì ai miei figli che li amo. Sono morto", ha detto.

La nuova prova è stata resa pubblica come parte degli sforzi di uno degli agenti coinvolti, Thomas Lane, per far respingere le accuse di aver aiutato e favorito in un omicidio.

Il Congressional Black Caucus, che è composto dalla maggior parte dei membri afroamericani del Congresso degli Stati Uniti, giovedì ha intensificato le richieste di approvazione di una legislazione per riformare quelle che molti ritengono essere forze di polizia in gran parte eccessivamente militarizzate negli Stati Uniti, con molti dipartimenti enfatizzando le risposte altamente aggressive alla criminalità e ai disordini invece di promuovere le relazioni con la comunità e investire di più nei servizi sociali e nell'istruzione.

Il membro del Congresso della Georgia Hank Johnson ha twittato: "Il razzismo sistemico permea troppi dei nostri dipartimenti di polizia in questo paese ed esiste da generazioni".

E ancora al 9 luglio 2020 la polizia deve ancora essere smilitarizzata. Sono trascorse DUE SETTIMANE da quando @HouseDemocrats ha approvato il George Floyd #JusiticeInPolicing Act. Ora è il momento che il Senato faccia il suo lavoro e tenga una votazione.

Alcuni hanno reagito non solo con orrore, ma con determinazione per portare il cambiamento, giovedì un commentatore ha twittato: "Questo è terribile da leggere ma necessario".

questo è terribile da leggere ma necessario specialmente per chiunque creda che la polizia esista solo per proteggere i "bravi ragazzi" dai "cattivi ragazzi" - inizia da qui, quindi leggi un po' di storia #BLM #GeorgeFloyd #BreonnaTaylor #BlackLivesMatter https://t.co/KU8DIxobc9

&mdash Marie Myung-Ok 명옥 Lee (@MarieMyungOkLee) 9 luglio 2020

Il commentatore politico Keith Boykin ha semplicemente twittato le stesse parole di Floyd, ripetute più e più volte mentre giaceva morente.

George Floyd ha detto agli agenti di polizia più di 20 volte che non riusciva a respirare.

Non riesco a respirare.
Non riesco a respirare.
Non riesco a respirare.
Non riesco a respirare.
Non riesco a respirare.
Non riesco a respirare.
Non riesco a respirare.
Non riesco a respirare.
Non riesco a respirare.
Non riesco a respirare.
. https://t.co/4IqO66GVRU

&mdash Keith Boykin (@keithboykin) 8 luglio 2020

Altri hanno menzionato la depravazione.

Le parole non possono esprimere adeguatamente il livello di depravazione all'interno della trascrizione dell'omicidio di George Floyd. Non puoi riformare quel tipo di crudeltà razzista e indulgente. Non esiste una versione migliore o ragionevole di esso.

&mdash femminista della porta accanto (@emrazz) 9 luglio 2020

Le trascrizioni chiariscono che Floyd ha cercato di collaborare con la polizia e ha detto loro che non si sentiva bene. "Mi fa male lo stomaco. Mi fa male il collo. Tutto fa male. Ho bisogno di un po' d'acqua o qualcosa del genere, per favore", disse loro Floyd. Pregando di non essere messo in un'auto della polizia, Floyd ha detto che era claustrofobico.

Una fermata dell'autobus a Minneapolis fa parte di un memoriale a George Floyd. Fotografia: Leila Navidi/AP

Gran parte di ciò che il pubblico sapeva della morte di Floyd in precedenza proveniva da video di astanti e filmati di sorveglianza. Quando gli agenti hanno notato che Floyd stava svenendo, le nuove trascrizioni hanno rivelato che gli spettatori hanno chiesto se Floyd avesse il polso. "Non sta nemmeno respirando in questo momento, fratello, pensi che sia bello?" qualcuno ha chiesto.

"Ne hai uno?" ha chiesto Lane, mentre lui e altri agenti hanno ripetutamente provato e non sono riusciti a trovare il polso di Floyd. "Eh", disse Chauvin in quel momento, tenendo il ginocchio su Floyd.

I nuovi documenti includono 82 pagine di trascrizioni di body-camera e una trascrizione di 60 pagine dell'intervista di Lane con gli investigatori. Quando è stato chiesto a Lane se sentiva che lui o Chauvin avevano contribuito alla morte di Floyd, il suo avvocato è intervenuto: "Non risponderai".

L'avvocato di Lane, Earl Grey, dipinse l'immagine di un novellino che si fidava di Chauvin, un alto ufficiale. Gray ha detto che una volta che Floyd era a terra, Lane aveva chiesto due volte se gli agenti avrebbero dovuto far rotolare Floyd dalla sua parte e Chauvin aveva detto di no.


Collezione Hart-Parr / Oliver / White Tractor

Contiene file di storia dell'azienda, relazioni annuali, fotografie dell'azienda, negativi e diapositive, documenti sindacali (sindacato United Auto Workers, Local 1415), film cinematografici, manuali tecnici, progetti, documentazione di vendita, manufatti della fabbrica e trattori prodotti nella città di Charles , Iowa, pianta. La collezione abbraccia il periodo 1889-1995.

Nota: i manuali originali e ristampati sono in vendita così come i film di Oliver trasferiti su videocassetta. Si prega di chiamare il Museo per maggiori dettagli.

Storia locale e collezione di manufatti

Oltre 50.000 manufatti che vanno dalla preistoria al ventesimo secolo, concentrandosi principalmente sul periodo 1850-1950. Include materiale domestico, agricolo, professionale, commerciale, ricreativo, di trasporto, arti decorative, tessile, arte popolare e a tema militare.

+ Ritagli di giornali, monografie, necrologi e documenti di ricerca sulla storia della contea di Floyd. La collezione spazia dal 1850 ad oggi. Circa 25 piedi lineari.

John G. Legel Drug Store

Collezione di manufatti dal Legel Drug Store a Charles City, Iowa. La collezione contiene flaconi da farmacia, attrezzature per negozi, apparecchi di miscelazione/composizione/distillazione/erogazione, apparecchi medici, merce generica e oggetti effimeri. Donato in loco alla Floyd County Historical Society e aperto come museo nel 1962. La collezione spazia dal 1884 al 1962.

Log Cabin e prima vita da pioniere

Mentre cammini attraverso la porta immagina di vivere in una capanna di tronchi del 1850. L'intera famiglia viveva in una stanza che fungeva da cucina, sala da pranzo, soggiorno e camera da letto dei genitori. I bambini dormivano nel soppalco. Il camino era il cuore della casa e forniva calore, luce e attrezzature per cucinare.

Collezione Carrie Lane Chapman Catt

Diversi manufatti e circa 1,5 piedi lineari di documenti relativi alla nota leader del suffragio femminile e fondatrice della League of Women Voters, allevata nella rurale Charles City. La collezione abbraccia circa il 1890-1995.

Charles City Model Railroad Club

Layout del treno in scala HO stabilito nel 1980. Il club si riunisce settimanalmente al Museo, 19:30 mercoledì.


Chi era George Floyd? Disoccupato a causa del coronavirus, si era trasferito a Minneapolis per un nuovo inizio.

MINNEAPOLIS - Prima di morire dopo essere stato immobilizzato per minuti sotto il ginocchio di un agente di polizia di Minneapolis, George Floyd ha subito la stessa sorte di milioni di americani durante la pandemia di coronavirus: senza lavoro e in cerca di un nuovo lavoro.

Floyd si è trasferito a Minneapolis dalla sua nativa Houston diversi anni fa nella speranza di trovare lavoro e iniziare una nuova vita, ha detto Christopher Harris, amico di lunga data di Floyd. Ma ha perso il lavoro come buttafuori in un ristorante quando il governatore del Minnesota ha emesso un ordine di soggiorno a casa.

Lunedì sera, un dipendente di un negozio di alimentari di Minneapolis ha chiamato la polizia dopo che Floyd avrebbe tentato di far passare una banconota da 20 dollari falsa.

Nel video del cellulare ampiamente diffuso del successivo arresto, Floyd, che era nero, può essere visto a terra con le mani ammanettate dietro la schiena mentre l'agente Derek Chauvin lo preme sul marciapiede con il ginocchio sul collo di Floyd. Il video mostra Chauvin, che è bianco, che tiene fermo Floyd per minuti mentre Floyd si lamenta di non riuscire a respirare. Il video termina con i paramedici che sollevano un Floyd inerte su una barella e lo caricano su un'ambulanza.

Martedì quattro agenti sono stati licenziati, il sindaco Jacob Frey ha chiesto che Chauvin sia accusato penalmente. Frey non ha fatto menzione degli altri tre agenti, che erano anche loro sulla scena.

La polizia afferma che Floyd stava resistendo all'arresto, ma l'avvocato di Chauvin ha rifiutato di commentare e gli altri agenti non sono stati identificati pubblicamente.

Floyd, 46 anni, è cresciuto nel Third Ward di Houston, uno dei quartieri prevalentemente neri della città, dove lui e Harris si sono conosciuti alle medie. A 6 piedi e 6 pollici, Floyd è emerso come una stella stretta per la Jack Yates High School e ha giocato nella partita del campionato statale del 1992 allo Houston Astrodome. Yates ha perso contro Temple, 38-20.

Donnell Cooper, uno degli ex compagni di classe di Floyd, ha detto di ricordare di aver visto Floyd segnare touchdown. Floyd torreggiava su tutti e si guadagnava il soprannome di "gigante buono".

"Personalità tranquilla ma uno spirito bellissimo", ha detto Cooper. La sua morte "mi ha decisamente colto di sorpresa. È così triste, il mondo in cui viviamo ora".

Floyd è stato accusato nel 2007 di rapina a mano armata in un'invasione domestica a Houston e nel 2009 è stato condannato a cinque anni di carcere come parte di un patteggiamento, secondo i documenti del tribunale.

Harris, l'amico d'infanzia di Floyd, ha detto che lui e alcuni dei loro amici comuni si erano trasferiti a Minneapolis in cerca di lavoro intorno al 2014. Harris ha detto di aver convinto Floyd a trasferirsi lì anche dopo essere uscito di prigione.

"Stava cercando di ricominciare da capo, un nuovo inizio", ha detto Harris. "Era felice del cambiamento che stava facendo".

Floyd ha ottenuto un lavoro di sicurezza in un negozio dell'Esercito della Salvezza nel centro di Minneapolis. In seguito ha iniziato a svolgere due lavori, uno alla guida di camion e un altro come buttafuori al Conga Latin Bistro, dove era conosciuto come "Big Floyd".

"Sempre allegro", ha detto Jovanni Tunstrom, il proprietario del bistrot. “Aveva un buon atteggiamento. Danzerebbe male per far ridere la gente. Ho cercato di insegnargli a ballare perché amava la musica latina, ma non potevo perché era troppo alto per me. Mi ha sempre chiamato "Bossman". Gli ho detto: "Floyd, non chiamarmi Bossman. Sono tuo amico."

Harris ha detto che Floyd è stato licenziato quando il Minnesota ha chiuso i ristoranti come parte di un ordine di soggiorno a casa. Ha detto di aver parlato con Floyd domenica sera e di avergli fornito alcune informazioni per contattare un'agenzia di lavoro temporaneo.

"Stava facendo tutto il necessario per andare avanti con la sua vita", ha detto Harris, aggiungendo che non poteva credere che Floyd sarebbe ricorso alla contraffazione. "Non l'ho mai visto fare qualcosa del genere."

Floyd lascia una figlia di 6 anni che vive ancora a Houston con sua madre, Roxie Washington, secondo quanto riportato dallo Houston Chronicle. Gli sforzi per raggiungere Washington mercoledì non hanno avuto successo.

"Il modo in cui è morto è stato insensato", ha detto Harris. “Ha implorato per la sua vita. Ha supplicato per la sua vita. Quando ti sforzi così tanto di riporre fede in questo sistema, un sistema che sai non è progettato per te, quando cerchi costantemente giustizia con mezzi legali e non puoi ottenerla, inizi a prendere la legge nelle tue mani .”

Carrie Antlfinger e Juan Lozano e la ricercatrice di notizie Rhonda Shafner hanno contribuito a questo rapporto


Di William Barber II e Jonathan Wilson-Hartgrove

Il dottor Barber è il presidente di Repairers of the Breach e co-presidente della Poor People's Campaign. Mr. Wilson-Hartgrove è l'autore di “Rivoluzione dei valori: rivendicare la fede pubblica per il bene comune.”

A Elizabeth City, NC, la mattina dopo che una giuria di Minneapolis ha dichiarato colpevole l'ex agente di polizia Derek Chauvin dell'omicidio di George Floyd, un'unità del dipartimento dello sceriffo della contea vestita con abiti tattici è arrivata a casa di Andrew Brown Jr. lì per scontare mandati di arresto e perquisizione legati alla droga.

In pochi minuti, il signor Brown, 42 anni, è morto, colpito da un proiettile al volante della sua auto. È stato colpito da cinque proiettili, di cui uno alla nuca. Il procuratore della Carolina del Nord nel caso ha definito la sparatoria "giustificata".

Se George Floyd ha costretto l'America ad affrontare la questione se un ufficiale che abusa del potere possa essere ritenuto responsabile, il sangue di Andrew Brown Jr. grida dal suolo della Carolina del Nord orientale per un cambiamento più profondo. La giustizia richiede una trasformazione sistemica e duratura, qualcosa che le generazioni più giovani vedranno e confideranno come autentica. La chiamiamo la Terza Ricostruzione.

Consideriamo la nostra storia recente, a partire dal processo al signor Chauvin. Per noi, ha riportato alla mente i ricordi dell'estate del 2013, quando una giuria in Florida ha dichiarato George Zimmerman non colpevole dell'omicidio di Trayvon Martin. Sig.Zimmerman aveva sparato e ucciso il ragazzo di 17 anni che era colpevole di nient'altro che camminare mentre Black in una gated community. L'incapacità del nostro sistema legale di ritenere il signor Zimmerman responsabile dell'omicidio del signor Martin ha scatenato il movimento Black Lives Matter. Ha radunato una generazione di giovani che si rifiutavano di accettare agenti di polizia bianchi che uccidevano regolarmente persone di colore disarmate, non diversamente da come gli americani bianchi regolarmente linciavano i neri americani all'inizio del XX secolo.

E quel momento – l'ascesa di Black Lives Matter – a sua volta ha ricordato il movimento galvanizzato dalla morte di Emmett Till, un ragazzo di 14 anni di Chicago, che è stato assassinato impunemente a Jim Crow nel Mississippi. L'orrore del suo linciaggio ha ispirato una generazione di bambini che assomigliavano a Till a confrontarsi con un sistema che denigrava le loro vite nere e minava la democrazia. Nel successivo decennio e mezzo, sono cresciuti fino a diventare gli studenti universitari e i giovani adulti che hanno condotto sit-in ai banchi del pranzo, organizzato Freedom Summer in Mississippi, hanno chiesto ai loro concittadini americani di vedere i diritti di voto come una questione morale a Selma e hanno costruito una Coalizione Arcobaleno a Chicago per difendere la dignità di tutti i poveri.

La resa dei conti richiesta dalla generazione di Emmett Till ha richiesto tempo, ed è stata sovvertita e sabotata ad ogni svolta. Ma i giovani che si sono visti in Till alla fine hanno contribuito a una seconda ricostruzione dell'America a metà del XX secolo, espandendo la democrazia e spingendo la nazione verso la promessa di un governo che rappresentasse tutti i suoi cittadini.

Ora la generazione di Trayvon Martin è diventata maggiorenne e sta spingendo la nazione verso una Terza Ricostruzione. La morte di Mr. Floyd, insieme a quelle di Breonna Taylor e tanti altri che si sono uniti alla litania di vite strappate, ha segnato un punto di svolta nel movimento: le sue grida di "non riesco a respirare" hanno unito questa generazione in un desiderio collettivo di giustizia.

Ma che aspetto ha questa giustizia? La responsabilità per l'omicidio del signor Floyd non è giustizia. Se non possiamo fermare le uccisioni di neri disarmati prima che accadano, qualsiasi affermazione collettiva della vita dei neri suona vuota.

Per quanto possa essere difficile da raggiungere, la Terza Ricostruzione è qualcosa di più che i neri che sopravvivono agli incontri con le forze dell'ordine. Riguarda l'America che prende provvedimenti per proteggere e valorizzare i suoi cittadini neri come non ha mai fatto prima. Una terza ricostruzione consiste nel garantire che i neri americani non abbiano più il doppio delle probabilità di morire in una pandemia rispetto ai bianchi americani. Si tratta di rifare un sistema che li appesantisce con il debito studentesco e poi offre loro salari da povertà.

Una terza ricostruzione garantirà che tutti gli americani possano accedere a un alloggio dignitoso per le loro famiglie e a un'istruzione di qualità per i loro figli, come delineato in una risoluzione presentata giovedì dai rappresentanti Barbara Lee e Pramila Jayapal e sostenuta dalla nostra organizzazione, la Poor People's Campaign. La loro risoluzione cerca di garantire a tutti gli americani l'accesso all'acqua pulita e senza piombo e, di fronte ai diffusi sforzi di soppressione degli elettori, una garanzia che la loro partecipazione alla democrazia americana sia ampliata e protetta.

La Terza Ricostruzione riguarda il confronto con politiche e pratiche che producono morte, sia per le uccisioni della polizia, la povertà, la mancanza di assistenza sanitaria, la devastazione ecologica o la guerra non necessaria. È, in breve, una dichiarazione che la morte non necessaria è intollerabile e che la democrazia è ancora possibile.

Nel 2020, a seguito di un'estate di proteste per Black Lives Matter, abbiamo assistito al maggior numero di voti espressi in un'elezione federale nella storia degli Stati Uniti, con una percentuale di elettori aventi diritto più alta di quanto avessimo visto in decenni, e forse anche più di un secolo. Dalla lotta per $ 15 al movimento Sunrise alla campagna per i poveri, questa generazione si è collegata a movimenti per collegare il razzismo sistemico nella polizia con il razzismo sistemico nella disuguaglianza economica, il degrado ecologico, le disparità sanitarie e la soppressione degli elettori. Nel nostro lavoro con la Poor People's Campaign, abbiamo visto migliaia di americani neri, bianchi e marroni raggiungere milioni di vicini poveri e a basso reddito come loro, incoraggiandoli a unirsi a un movimento che vota per un'agenda trasformativa nella nostra vita pubblica.

  • William Barber II e Jonathan Wilson-Hartgrove credono che "la generazione di Trayvon Martin sia diventata maggiorenne e stia spingendo la nazione verso una terza ricostruzione".
  • Hakeem Jefferson e Jennifer Chudy, due politologi, esaminano i grafici che rispondono alle domande: "La morte di George Floyd ha catalizzato il supporto per Black Lives Matter? Se sì, per quanto tempo e per chi?"
  • Elizabeth Hinton, una storica, scrive che "la storia della ribellione nera dimostra una realtà fondamentale: la violenza della polizia fa precipitare la violenza della comunità".
  • Levar Stoney, il sindaco di Richmond, in Virginia, riflette sull'abbattimento dei monumenti confederati che "gettano un'ombra lunga e oscura sulla nostra città".
  • Talmon Smith, un editore di Times Opinion, scrive che la resa dei conti razziale dell'anno scorso è stata "vissuta in modo sproporzionato dagli americani privilegiati".
  • David W. McIvor, un teorico della politica, ricorda le "oscillazioni selvagge tra speranza e angoscia, possibilità e ansia" delle proteste della scorsa estate.
  • Sei giovani americani riflettono su come l'anno passato li ha cambiati: "Sono stato molto più rumoroso in questi giorni".
  • 14 elettori conservatori discutono dei loro sentimenti su razza, politica e perché "siamo così divisi in questo momento".

E poi, 11 mesi dopo l'omicidio di Mr. Floyd – grazie al coraggio di Darnella Frazier, l'adolescente che ha filmato Derek Chauvin con il ginocchio sul collo di Mr. Floyd – la nazione ha visto un capo della polizia testimoniare contro uno dei suoi e un voto della giuria per ritenere il signor Chauvin responsabile dell'omicidio. È stata una misura di responsabilità di cui Trayvon Martin e tanti altri non sono mai stati ritenuti degni, e la folla a Minneapolis ha celebrato con canti di "Io sono qualcuno".

Ma anche mentre il processo del signor Chauvin si stava avvicinando ed era in corso, la polizia ha continuato a uccidere persone di colore e di razza bruna. Abbiamo aggiunto nomi tra cui Donovan Lynch, Adam Toledo e Ma'Khia Bryant alla lista delle anime che piangiamo.

Come con il Civil Rights Act e il Voting Rights Act della Seconda Ricostruzione, qualsiasi cambiamento fondamentale nella polizia americana richiederà un'azione legislativa federale che attualmente non abbiamo il potere politico per realizzare. Anche il George Floyd Justice in Policing Act, che non reinventa fondamentalmente l'applicazione della legge ma introduce protezioni contro l'abuso di potere, languisce in un Senato in cui i repubblicani stanno usando la minaccia dell'ostruzionismo per mettere a tacere qualsiasi vero dibattito.

La Terza Ricostruzione è qualcosa di più di un singolo disegno di legge o dell'agenda di un partito politico. Si tratta di costruire il potere per reimmaginare fondamentalmente ciò che è possibile nella nostra società. Sia la Prima che la Seconda Ricostruzione nella storia americana sono avvenute perché i movimenti morali hanno rivendicato le promesse della democrazia e un nuovo elettorato allargato ha insistito su nuove priorità. Se la generazione di Trayvon Martin ha punzecchiato la coscienza della nazione e ha innescato un movimento morale, crediamo che una coalizione di persone povere e a basso reddito che storicamente sono stati elettori "a bassa propensione" abbia il potenziale per cambiare il panorama politico. Dobbiamo organizzarci attorno a un'agenda che si alzi dal basso in modo che tutti possano salire.

Nessun singolo verdetto o elezione può portare alla resa dei conti razziale di cui l'America ha bisogno dopo 400 anni di costruzione di sistemi che si sono basati sulla supremazia bianca. Ma la generazione di giovani che si è vista in Trayvon Martin sa che qualunque sia il colore della loro pelle, le loro vite non avranno importanza in questa società finché le vite dei neri non avranno importanza nella nostra politica pubblica.

William Barber II è il presidente di Repairers of the Breach e co-presidente della Poor People's Campaign. Jonathan Wilson-Hartgrove è l'autore di “Revolution of Values: Reclaiming Public Faith for the Common Good.”

Il Times si impegna a pubblicare una diversità di lettere all'editore. Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi di questo o di uno qualsiasi dei nostri articoli. Qui ce ne sono alcuni suggerimenti. Ed ecco la nostra email: [email protected].

America, un anno dall'omicidio di George Floyd America, One
Anno da George
L'omicidio di Floyd Fotografia di José A. Alvarado Jr./Redux


Guarda il video: Как Жил Джордж Флойд George Floyd И О Чем Молчат В СМИ (Potrebbe 2022).