Podcast di storia

Colhoun DD-85 - Storia

Colhoun DD-85 - Storia


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Colhoun
(DD-85: dp. 1.060; 1. 315'5"; b 31'9"; dr. 9'2"; s. 35 k.;
cpl. 100; un. 4 4", 12 21" tt.; cl. stoppini)

Il primo Colhoun (DD-85) fu varato il 21 febbraio 1918 da Fore River Shipbuilding Co., Quincy, Mass. sponsorizzato da Miss A. Colhoun; commissionato il 13 giugno 1918, comandante B. B. Wygant al comando, e riferito alla flotta atlantica.

Dal 30 giugno al 14 settembre 1918 Colhoun servì come scorta ai convogli tra New York e i porti europei. Il 10 novembre 1918 si recò a New London per condurre esperimenti con apparecchiature audio in fase di sviluppo. Il 1º gennaio 1919 si precipitò ad assistere il trasporto Northern Pacific che era arenato a Fire Island, trasportando 194 delle sue truppe di ritorno a Hoboken, N.J.

Dopo aver operato nei Caraibi e al largo della costa orientale, Colhoun è stata messa in commissione ridotta al Philadelphia Navy Yard il 1 dicembre 1919. Dopo la revisione al Norfolk Navy Yard e un periodo di riserva a Charleston, SC, è tornata a Philadelphia, dove è stata dismessa 28 giugno 1922.

Rimorchiato al Norfolk Navy Yard (5 giugno 1940) Colhoun subì la conversione in un trasporto ad alta velocità e fu rimesso in servizio come APD-2 l'11 dicembre 1940. Ha operato tra Norfolk e i Caraibi in esercitazioni di addestramento fino alla partenza per Noumea, Nuova Caledonia, dove ha arrivato il 21 luglio 1942.

Ha portato unità del 1 ° Battaglione Marine Raider negli sbarchi d'assalto iniziali su Guadalcanal il 7 agosto e ha continuato a servire sia come trasporto che come antisommergibile Yessel a sostegno dell'invasione.

Alle 14:00 del 30 agosto 1942, mentre Colhoun era di pattuglia al largo di Guadalcanal, fu colpita da un raid aereo giapponese. I primi colpi hanno fatto naufragare le barche della nave e le gru posteriori e hanno iniziato un incendio di diesel dal relitto della barca. In un secondo attacco, una serie di colpi sul lato di dritta fece cadere l'albero di trinchetto, facendo saltare due 20 mm. cannoni e un cannone da 4" fuori dalla nave, e hanno danneggiato gli spazi di ingegneria. Altri due colpi diretti hanno ucciso tutti gli uomini nella tuga di poppa. Gli accendini dei carri armati di Guadalcanal hanno salvato l'equipaggio e Calhoun è affondato a 09°24' S., 160 °01' E. Cinquantuno uomini sono stati uccisi e 18 feriti in questa azione.

Colhoun ha ricevuto una stella di battaglia per la sua partecipazione alla seconda guerra mondiale.


USS Colhoun (DD-85)

USS Colhoun (DD-85/APD-2) là một tàu khu trục thuộc lớp Wickes của Hải quân Hoa Kỳ trong giai đoạn Chiến tranh Thế giới thứ nhất, và tiếp tục phục vụ như một tàu vận chuyển cao tốc với ký hiệu lườn APD-2 trong Chiến tranh Thế giới thứ hai. Nó là chiếc tàu chiến đầu tiên của Hải quân Hoa Kỳ được t tên theo Chuẩn đô đốc Edmund Colhoun.

  • 1.154 tấn Anh (1.173 t) (thông thường)
  • 1.247 tấn Anh (1.267 t) (đầy tải)
  • 2 × turbina hơi nước hộp số Parsons [1]
  • 4 × nồi hơi 300 psi (2.100 kPa) [1]
  • 2 × trục
  • con suất 24.610 CV (18.350 kW)
  • 4 × pháo 4 pollici (100 mm)/calibro 50 [1]
  • 1 × pháo 3 pollici (76 mm)/23 calibro [1]
  • 12 × ng phóng ngư lôi 21 pollici (530 mm) (4×3) [1]

Scienza basilare

Melena è il sintomo di presentazione più comune dell'emorragia gastrointestinale maggiore. Circa il 90% degli episodi di sanguinamento gastrointestinale quantitativamente importanti si verifica da siti al di sopra del legamento di Treitz. Melena di solito significa sanguinamento da questa posizione. Occorrono 50 ml o più di sangue nello stomaco per annerire le feci. Da uno a due litri di sangue somministrato per via orale provoca feci sanguinolente o catramose per un massimo di 5 giorni, le prime di tali feci di solito compaiono entro 4-20 ore dopo l'ingestione. Pertanto, una feci meleniche è indicativa di un'emorragia recente ma non indica la presenza o la rapidità di sanguinamento al momento del passaggio. La somministrazione di sangue nell'intestino tenue o nel cieco può causare melena se il sangue rimane nell'intestino abbastanza a lungo. Ciò rende insostenibile l'ipotesi che la melena sia causata dall'effetto dell'acido gastrico e della pepsina sul sangue. Sebbene melena di solito significhi emorragia del tratto gastrointestinale superiore, l'intestino tenue e il cieco dovrebbero essere studiati se non si riscontra alcuna causa di sanguinamento nell'esofago, nello stomaco o nel duodeno.

L'ematemesi conferma una localizzazione gastrointestinale superiore dell'emorragia e suggerisce che l'emorragia è grande. In un piccolo studio, tutti e sei i pazienti con ematemesi avevano perso più di un quarto del loro volume di globuli rossi. La dimensione dell'ematemesi fornisce un'ulteriore indicazione dell'entità dell'emorragia. In generale, il vomito di sangue rosso è più minaccioso.

La complicanza più importante dell'emorragia è l'insufficienza circolatoria con ipossiemia tissutale. Melena, ematemesi o ematochezia indicano che potrebbe svilupparsi una situazione potenzialmente letale. Una perdita del 15% di volume ematico è di solito prontamente tollerata e compensata dalla contrazione delle grandi vene e dal reclutamento di liquidi dai siti extravascolari. Quando la deplezione di volume diventa maggiore, si verificano costrizione delle arteriole, shunt della gittata cardiaca da aree non vitali come pelle e ossa, tachicardia, diminuzione della gittata cardiaca e ipotensione ortostatica. È probabile che il paziente abbia sete e si senta svenire quando è in piedi. Dopo una deplezione del 40-50% del volume sanguigno, si verifica la perdita completa della capacità di compensazione con shock, flusso alterato di sangue agli organi vitali, ipossiemia tissutale, acidosi lattica e, infine, morte.

È essenziale una rapida correzione del volume del sangue. Nei cani, si verificano cambiamenti irreversibili entro 4 ore dopo una flebotomia che mantiene una riduzione della pressione arteriosa media di 35 mm Hg. Una prima trasfusione salverà la maggior parte degli animali. Il ruolo di molti meccanismi omeostatici e mediatori patogenetici nella risposta allo shock ipovolemico sta appena iniziando a essere chiarito. Questi mediatori includono catecolamine, renina, complemento, chinine ed enzimi lisosomiali. L'obiettivo della terapia è proteggere ogni collegamento nella fornitura di ossigeno alle cellule ripristinando e mantenendo il normale volume del sangue.


Qual è la storia del Drummond Ranch a Pawhuska, in Oklahoma?

Drummond Ranch, nella città di Pawhuska, Oklahoma, nella contea di Osage, iniziò nel 1886 con l'insediamento di Frederick Drummond e portò alla creazione di una società commerciale prima che suo figlio, Roy, iniziasse ad allevare nel 1913. Negli anni '80, i fratelli sopravvissuti e i loro discendenti possedevano e gestivano oltre 200.000 acri in Oklahoma e parti del Kansas.

I figli di Drummond, Roy, Jack e Frederick Jr., hanno frequentato tutti il ​​college per aiutare a scrivere la storia degli allevamenti nelle città della contea di Osage. Dopo che Roy iniziò ad allevare nel 1913, suo fratello Jack aprì ranch nelle contee di Marshall e Osage. Dopo la sua formazione all'Oklahoma A&M College e alla Harvard Business School, Frederick Jr. ha usato le sue abilità e la sua istruzione avanzata per avviare due ulteriori allevamenti di bestiame nella contea di Osage durante la Grande Depressione. Al momento della sua morte nel 1958, questi due ranch si estendevano su più di 25.000 acri.

Le operazioni del ranch furono tramandate a Frederick Drummond III, che si laureò in economia e banca presso le università dell'Oklahoma State e di Stanford. Membro della Texas and South Western Cattle Raisers Association dall'età di sette anni, la sua conoscenza agricola e l'esperienza bancaria di una vita lo hanno lasciato ben attrezzato per guidare e gestire il ranch. Nel 2002, ha iniziato ad addestrare suo figlio, Ford, a guidare la quarta generazione di allevatori di Drummond.


L'affluenza alle urne aumenta nel sud

Sebbene la legge sui diritti di voto sia stata approvata, l'applicazione della legge statale e locale era debole e spesso veniva ignorata del tutto, principalmente nel sud e nelle aree in cui la percentuale di persone di colore nella popolazione era alta e il loro voto minacciava lo status quo politico .

Tuttavia, il Voting Rights Act ha dato agli elettori afroamericani i mezzi legali per sfidare le restrizioni al voto e l'affluenza alle urne notevolmente migliorata. Nel solo Mississippi, l'affluenza alle urne tra i neri è aumentata dal 6% nel 1964 al 59% nel 1969.

Dal suo passaggio, il Voting Rights Act è stato modificato per includere caratteristiche come la protezione dei diritti di voto per i cittadini americani non di lingua inglese.


85 anni fa oggi: J. R. R. Tolkien convince C. S. Lewis che Cristo è il vero mito

Una domenica mattina presto, il 20 settembre 1931, tre professori di inglese sulla trentina fecero una passeggiata insieme sulla passeggiata di Addison nel parco del Magdalen College dell'Università di Oxford:

  • C. S. Lewis, 32 anni (Fellow and Tutor of English Literature at Magdalen College, Oxford),
  • J. R. R. Tolkien, 39 anni (Rawlinson e Bosworth professore di anglosassone a Oxford), e
  • Hugo Dyson, 35 anni (Tutor e docente presso l'Università di Reading).

Il loro tempo insieme era iniziato la sera prima a cena, ma la loro conversazione si era protratta fino a tarda notte.

Dopo che Tolkien se ne andò verso le 3 del mattino, Lewis e Dyson continuarono a parlare fino a quando non si ritirarono alle 4 del mattino.

Il martedì successivo (22 settembre), Lewis raccontò la scena al suo amico e corrispondente di lunga data, Arthur Greeves:

Abbiamo iniziato con la metafora e il mito, interrotti da una folata di vento che è arrivata così all'improvviso nella sera immobile e calda e ha fatto cadere così tante foglie che abbiamo pensato che stesse piovendo. Tutti trattenemmo il respiro, gli altri due apprezzarono l'estasi di una cosa del genere quasi come faresti tu.

Abbiamo continuato (nella mia stanza) sul cristianesimo: un bel discorso lungo e soddisfacente in cui ho imparato molto: poi ho discusso della differenza tra amore e amicizia, poi finalmente sono tornato alla poesia e ai libri.

Più avanti nella lettera, discutendo gli scritti di William Morris (un romanziere e poeta inglese del XIX secolo che aveva fortemente influenzato Lewis dalla sua giovinezza), Lewis osserva:

Queste terre incredibilmente belle che in qualche modo non soddisfano mai, questa passione per sfuggire alla morte più la certezza che la vita deve tutto il suo fascino alla mortalità, ti spingono verso la realtà perché ti riempiono di desiderio e tuttavia dimostrano assolutamente chiaramente che in Morris& #8217s mondo che il desiderio non può essere soddisfatto.

La concezione [George] MacDonald della morte - o, per parlare più correttamente, quella di San Paolo - è davvero la risposta a Morris: ma non credo che avrei dovuto capirlo senza passare attraverso Morris. È un testimone involontario della verità. Ti mostra quanto lontano puoi andare senza conoscere Dio, e questo è abbastanza lontano da costringerti. . . andare oltre.

Il mese successivo (18 ottobre), Lewis scrisse di nuovo a Greeves sulla loro conversazione:

Ora, quello che Dyson e Tolkien mi hanno mostrato è questo: che se incontravo l'idea del sacrificio in una storia pagana non me ne importava affatto: di nuovo, che se incontravo l'idea di un dio che si sacrifica a se stesso. . . Mi piacque molto e ne fu misteriosamente commosso: ancora, che l'idea del dio morente e risorgente (Balder, Adone, Bacco) mi commuovesse allo stesso modo purché lo incontrassi ovunque tranne che nei Vangeli. Il motivo era che nelle storie pagane ero pronto a sentire il mito come profondo e suggestivo di significati al di là della mia portata anche se non potevo dire in prosa fredda ‘cosa significasse’.

Ora la storia di Cristo è semplicemente un vero mito: un mito che lavora su di noi allo stesso modo degli altri, ma con questa tremenda differenza che veramente accaduto.

Potete guardare di seguito una fantasiosa ricostruzione della loro conversazione:

Anni dopo Lewis scrisse una poesia intitolata "What the Bird Said Early in the Year", che non a caso è ambientata in Addison's Walk e ha a che fare con un incantesimo che viene annullato.

Ho sentito in Addison's Walk un uccello cantare chiaramente:
Quest'anno l'estate si avvererà. Quest'anno. Quest'anno.

I venti non spoglieranno i fiori dai meli
Quest'anno, né la mancanza di pioggia distruggono i piselli.

La natura di quest'anno non ti sconfiggerà più,
Né tutti i momenti promessi nel loro passaggio ti ingannano.

Questa volta non ti porteranno avanti e indietro
All'autunno, un anno più vecchio, per la pista logora.

Quest'anno, quest'anno, come tutti questi fiori predicono,
Scapperemo dal cerchio e annulleremo l'incantesimo.

Spesso ingannato, ma apri ancora una volta il tuo cuore,
Presto, presto, presto, presto! I cancelli sono aperti.

Chi ha orecchi per udire, ascolti.

Alcuni lettori potrebbero interrogarsi sulla relazione tra questo evento e la conversione di Lewis al teismo, e quindi la sua effettiva conversione al cristianesimo.

Conversione al teismo

Nelle sue memorie del 1955, Sorpreso da Joy, Lewis dice ai suoi lettori di aver finalmente abbandonato la sua resistenza a Dio, diventando "il convertito più abbattuto e riluttante di tutta l'Inghilterra", nel 1929 durante il Trinity Term (le otto settimane da fine aprile a fine giugno).

Quella datazione sembrerebbe risolvere la questione. E lo ha fatto praticamente per tutti gli studiosi di Lewis, fino a quando Alister McGrath non ha fatto ricerche sulla domanda per la sua biografia del 2013, C. S. Lewis — Una vita: genio eccentrico, profeta riluttante. In breve, McGrath crede che Lewis fosse fuori di un anno nei suoi ricordi, e che fosse in realtà il Trinity Term del 1930 (forse a metà giugno). Se McGrath ha ragione, allora la conversazione con Tolkien (settembre 1931) fu poco più di un anno dopo che Lewis iniziò a credere in Dio (giugno 1930).

McGrath è giunto a questa conclusione per quattro ragioni:

Primo, . . . una lettura attenta e continua delle sue opere - in particolare la sua corrispondenza - non rivela alcun segno di un cambiamento significativo di tono o di umore durante tutto il 1929, e nemmeno all'inizio del 1930. Tra il settembre 1925 e il gennaio 1930, gli scritti di Lewis non rivelano alcun accenno di alcun cambiamento radicale di cuore o mente, o anche un cambiamento in sospeso. Se Lewis si convertì nel 1929, questo evento apparentemente cruciale sembra non aver avuto alcun impatto sui suoi scritti, comprese le sue lettere ai suoi amici più cari dell'epoca, Owen Barfield e Arthur Greeves.

In secondo luogo, il padre vedovo di Lewis morì nel settembre 1929. Se si accetta la cronologia della propria conversione di Lewis, Lewis era arrivato a credere in Dio al momento della morte di suo padre. Eppure la corrispondenza di Lewis non fa alcun riferimento all'impatto di una fede in Dio, per quanto emergente, sui suoi ultimi giorni trascorsi con suo padre, sul suo successivo funerale e sulle sue conseguenze emotive. Poteva, mi chiedevo, la morte del padre di Lewis essere stato per lui uno stimolo a pensare a Dio, piuttosto che qualcosa a cui si avvicinava da una prospettiva teistica esistente? Se Lewis avesse scoperto Dio nell'estate del 1930, la morte di suo padre l'anno precedente avrebbe potuto segnare una svolta nel suo pensiero.

Terzo, il resoconto di Lewis della dinamica della sua conversione in Sorpreso da Joy parla di Dio che si avvicina a lui, prende l'iniziativa e alla fine lo travolge. Troviamo echi di questo linguaggio in una breve lettera di Lewis a Owen Barfield, scritta frettolosamente il 3 febbraio 1930, che parla dello "spirito" che diventa "molto più personale", "prendendo l'offensiva" e "comportandosi proprio come Dio". Lewis chiese a Barfield di andare a trovarlo presto, prima che prendesse la decisione avventata di "entrare in un monastero". Barfield fu in seguito inequivocabile sul significato di questa lettera per lo sviluppo spirituale di Lewis: segnò "l'inizio della sua conversione". La lettera riflette il linguaggio di Lewis sulle pressioni che ha sperimentato immediatamente prima della sua conversione. Eppure questa conversione è chiaramente davanti a lui, non dietro di lui.

In quarto luogo, Lewis chiarisce che il suo comportamento è cambiato a causa della sua nuova fede in Dio. Sebbene non fosse ancora impegnato nel cristianesimo, iniziò a frequentare sia la sua chiesa parrocchiale locale la domenica, sia la cappella del college nei giorni feriali. Eppure la corrispondenza di Lewis non fa alcun riferimento alla frequentazione regolare di alcuna chiesa di Oxford o cappella del Magdalen College nel 1929 o nella prima metà del 1930.

Eppure le cose cambiano decisamente nell'ottobre 1930. In una lettera al suo caro amico e confidente Arthur Greeves, datata 29 ottobre 1930, Lewis afferma che ora va a letto prima del solito, poiché ora "ha iniziato ad andare alla cappella mattutina". alle 8." Questo è presentato come un nuovo sviluppo, un cambiamento significativo nella sua routine, che risale all'inizio dell'anno accademico 1930-1. La data di questo cambiamento di abitudine ha senso se Lewis ha scoperto Dio nell'estate del 1930, forse nel giugno del 1930, proprio alla fine dell'anno accademico. Ciò spiegherebbe che Lewis iniziò a frequentare la cappella del college nell'ottobre 1930. L'anno accademico di Oxford riprende in ottobre, dando così a Lewis l'opportunità di iniziare a frequentare regolarmente la cappella del college.

McGrath nota inoltre che Lewis era "inaffidabile quando si trattava di mettere in relazione il suo mondo interno ed esterno".

Quando si tratta di date, mesi e giorni, Lewis ottiene le cose confuse. Lo stesso Lewis osservò questa mancanza nel 1957, poco dopo la pubblicazione di Sorpreso da Joy : ora poteva, ha confessato, «non ricordare mai le date». Suo fratello maggiore Warnie dichiarò che Lewis aveva "l'incapacità di tutta la vita di tenere traccia delle date". Quando Lewis divenne vicepresidente del Magdalen College di Oxford nel 1941 - un incarico a tempo determinato con responsabilità essenzialmente amministrative, che ruotavano attorno alla borsa di studio - si scoprì presto incapace di svolgere una delle principali responsabilità di questo ruolo: organizzare per la prenotazione di sale per riunioni universitarie o impegni privati. Lewis semplicemente non riusciva a ricordare le date. Le stanze erano prenotate due volte, ammesso che lo fossero.

Conversione al cristianesimo

Il 28 settembre 1931, appena nove giorni dopo la conversazione di Lewis con Tolkien sul fatto che Cristo è il vero mito, Lewis fece il passo finale nell'abbracciare la divinità di Cristo mentre guidava il sidecar motociclistico del fratello maggiore sulla strada per il nuovo ha aperto il Whipsnade Park Zoo nel Bedfordshire. Racconta:

So benissimo quando, ma non come, è stato compiuto il passo finale.

Sono stato portato a Whipsnade una mattina di sole. Quando siamo partiti non credevo che Gesù Cristo fosse il Figlio di Dio, e quando siamo arrivati ​​allo zoo sì.

Eppure non avevo esattamente trascorso il viaggio pensando.

Justin Taylor è vicepresidente esecutivo per la pubblicazione di libri ed editore per i libri di Crossway. Ha blog su Tra due mondi e Storia evangelica. Puoi seguirlo su Twitter.


Che tipo di tratti caratteriali ha mostrato Harriet Tubman?

Harriet Tubman, un'abolizionista nota per il suo ruolo nella Underground Railroad, ha mostrato i tratti caratteriali di forza, tenacia e determinazione mentre aiutava le persone a fuggire dalla schiavitù. Una volta lei stessa schiava, è scappata verso la libertà solo per tornare più tardi al Sud per aiutare altri schiavi a fare lo stesso.

Nato in schiavitù nel 1820, Tubman lavorò sia come bracciante nei campi che come domestico. Da giovane, ha subito una ferita alla testa per mano di un sorvegliante quando ha tentato di proteggere un altro schiavo. Questa lesione le fece provare dolore, convulsioni e sogni vividi per il resto della sua vita.

Ha sposato John Tubman, un uomo di colore libero, ma la paura di essere venduta dal suo proprietario l'ha motivata a fuggire. Lasciando il Maryland per la Pennsylvania, alla fine tornò per aiutare i membri della famiglia e altri a fuggire nel nord. Questo ha iniziato i suoi sforzi come operaia della ferrovia sotterranea durante i quali ha aiutato centinaia di persone a fuggire dalla schiavitù.

È diventata famigerata nel sud, dove i sostenitori della schiavitù hanno offerto una taglia considerevole per la sua cattura. Ha continuato a fare viaggi pericolosi nel sud per salvare gli schiavi, compresi i suoi genitori anziani.

Quando scoppiò la guerra civile, unì le forze con l'Unione e prestò servizio in vari ruoli, anche come spia. Dopo la guerra, rimase un'attivista in questioni sociali come il suffragio femminile fino alla sua morte nel 1913.


Sicurezza sociale

Da un paio di sentenze fiscali del Dipartimento del Tesoro del 1938 e un'altra nel 1941, le prestazioni della sicurezza sociale sono state esplicitamente escluse dalla tassazione federale sul reddito. (Nel 1970 è stata emessa una revisione, ma non ha apportato modifiche alla politica esistente.) La situazione è cambiata per la prima volta con l'approvazione degli emendamenti del 1983 alla legge sulla sicurezza sociale. A partire dal 1984, una parte delle prestazioni di sicurezza sociale è stata soggetta alle imposte sul reddito federali.

I tre Treasury Rulings (vedi sotto) stabilirono come politica fiscale il principio che i benefici della sicurezza sociale non erano soggetti alle imposte sul reddito federali. Questo era un trattamento speciale per le prestazioni di sicurezza sociale poiché la maggior parte delle pensioni private sono in parte tassabili. Nella maggior parte delle pensioni private, un importo della pensione pari ai contributi versati dal lavoratore è esentasse. L'importo di tali pensioni private che supera l'importo dei contributi del lavoratore, è solitamente soggetto alle imposte sul reddito federali.

Un modo leggermente diverso e più complicato per dire essenzialmente la stessa cosa è che la parte delle prestazioni pensionistiche non soggette a tassazione è quella sul "reddito al netto delle imposte". Per un lavoratore, la sua intera paga è soggetta alle imposte sul reddito federali, comprese quella parte che è soggetta alle imposte sui salari della previdenza sociale, e quindi, nel linguaggio a volte confuso della politica fiscale, si dice che tutto questo sia "reddito al netto delle imposte". Il suo datore di lavoro, tuttavia, è autorizzato a detrarre la sua parte della previdenza sociale. imposta sui salari dal suo reddito imponibile. Quindi i pagamenti della previdenza sociale effettuati dal datore di lavoro sono considerati "reddito prima delle imposte" (e quindi non imponibili). Quindi il valore del "reddito prima delle imposte" ricevuto dal beneficiario (ovvero il contributo del datore di lavoro) è potenzialmente imponibile. O per dirla in altro modo, solo quella parte del "reddito al netto delle imposte" del lavoratore su cui ha pagato le tasse sui salari, non è imponibile.

Un altro modo per descrivere questa idea è utilizzare i "rapporti di esclusione", che è il modo in cui il Dipartimento del Tesoro definisce la parte imponibile di un beneficio pensionistico. In tutti questi modi di descriverlo, l'idea di base è la stessa: il beneficiario della pensione è generalmente soggetto a imposte su quella parte dei suoi benefici che non ha contribuito personalmente.

La logica di fondo del Tesoro per non tassare i benefici della sicurezza sociale era che i benefici ai sensi della legge potevano essere considerati come "gratuità" e poiché regali o regalie non erano generalmente tassabili, i benefici della sicurezza sociale non erano tassabili. È probabile che il Tesoro abbia preso questa opinione a causa della struttura della legge del 1935 in cui le disposizioni fiscali e le disposizioni sui benefici erano in Titoli separati della legge. A causa di questa struttura, si potrebbe sostenere che le tasse fossero solo una forma di aumento delle entrate, estranea ai benefici. I benefici stessi potrebbero quindi essere visti come una "gratuità" che il governo federale ha pagato a determinate classi di cittadini. Sebbene ciò non fosse chiaramente vero in senso politico e morale, potrebbe essere interpretato in questo modo in senso giuridico. Nel contesto delle politiche pubbliche, la maggior parte delle persone sarebbe del parere che i contributi fiscali creassero un "diritto acquisito" a benefici successivi. Nonostante questo punto di vista comune, il Dipartimento del Tesoro ha stabilito che non esisteva tale connessione necessaria e quindi che le prestazioni di sicurezza sociale non erano tassabili.

D'altro canto, il nocciolo della questione è che i beneficiari della previdenza sociale non finanziano interamente i loro benefici attraverso le tasse sui salari. I benefici sono finanziati da tre fonti: l'imposta sui salari del dipendente, l'imposta sui salari corrispondente del datore di lavoro e gli interessi guadagnati dai fondi fiduciari. Si può dire che solo una parte di questo finanziamento sia stata pagata direttamente dal beneficiario. Inoltre, tecnicamente parlando, i benefici vengono calcolati in base ai guadagni dei lavoratori, non all'importo delle tasse che pagano.

Quindi i contributi propri del beneficiario non tengono conto del contributo corrispondente del datore di lavoro o degli interessi maturati su entrambi. Né tiene conto dei benefici ricevuti in eccesso rispetto ai contributi totali. Cioè, a causa del fatto che il programma di previdenza sociale opera in parte secondo il principio assicurativo, la maggior parte dei beneficiari riceve in benefici molto di più di quanto loro e/oi loro datori di lavoro hanno contribuito al sistema.

Se viene fatto uno sforzo rigoroso per identificare quanto del beneficio medio del beneficiario è stato pagato direttamente dal beneficiario, la risposta generale è di circa il 15%. O per dirla in altro modo, circa l'85% del sussidio medio di sicurezza sociale rappresenta un importo superiore a quello che ha contribuito al programma dal lavoratore medio.


Il Consiglio consultivo del 1979 e la Commissione Greenspan

Il Consiglio consultivo del 1979 è stato incaricato di studiare le disposizioni finanziarie e previdenziali del programma di sicurezza sociale. Il Consiglio ha scritto ampiamente sulla questione della tassazione delle prestazioni di sicurezza sociale:

"L'attuale trattamento fiscale della sicurezza sociale è stato stabilito in un momento in cui sia i benefici della sicurezza sociale che le aliquote dell'imposta sul reddito erano basse. Nel 1941 l'Agenzia delle Entrate stabilì che le prestazioni di sicurezza sociale non erano tassabili, molto probabilmente perché erano viste come una forma di reddito simile a un regalo oa una gratuità.
Il consiglio ritiene che questa sentenza fosse sbagliata quando è stata fatta ed è sbagliata oggi. Il diritto alle prestazioni di sicurezza sociale deriva dai redditi da lavoro assicurato, proprio come nel caso delle pensioni private.
Il consiglio ritiene che l'attuale trattamento fiscale delle pensioni private sia un modello più appropriato per il trattamento fiscale della previdenza sociale. contributi accumulati al piano. I benefici pensionistici cumulati fino ai contributi totali del dipendente non sono tassati perché il reddito da cui sono stati versati i contributi era imponibile. La parte della prestazione che rappresenta il contributo del datore di lavoro e gli interessi sui contributi sia del lavoratore che del datore di lavoro è tassata al momento della ricezione.
Le stime dell'Ufficio dell'Attuario dell'Amministrazione della sicurezza sociale indicano che i lavoratori che ora entrano in un'occupazione coperta complessivamente pagheranno l'imposta sui salari per un totale non superiore al 17% dei benefici che possono aspettarsi di ricevere. I lavoratori autonomi pagheranno in media non più del 26%. Pertanto, se ai benefici della sicurezza sociale fosse concesso lo stesso trattamento fiscale delle pensioni private, solo il 17% del beneficio sarebbe esente da imposta quando ricevuto e l'83% sarebbe tassabile. . . Sarebbe fatta giustizia grossolana, tuttavia, se metà del beneficio (la parte comunemente, anche se in modo alquanto impreciso, attribuita al contributo del datore di lavoro) fosse resa imponibile."

Questa raccomandazione del Consiglio consultivo ha incontrato una diffusa resistenza nel Congresso. Nel tentativo di rendere l'idea più appetibile, è stato suggerito di aggiungere soglie di esclusione in modo da non influenzare i beneficiari di redditi da bassi a moderati. Si trattava di una procedura simile alla procedura in uso per la tassazione delle indennità di disoccupazione, iniziata nel 1978.

Pertanto, la proposta emersa era di assoggettare il 50% delle prestazioni di sicurezza sociale all'imposta federale sul reddito, con soglie di esclusione fissate agli stessi livelli di quelle utilizzate per l'indennità di disoccupazione (U.C.).

A seguito del Consiglio consultivo del 1979, la Commissione nazionale per la riforma della sicurezza sociale (informalmente nota come Commissione Greenspan dal nome del suo presidente) è stata nominata dal Congresso e dal presidente nel 1981 per studiare e formulare raccomandazioni in merito alla crisi finanziaria a breve termine che la sicurezza sociale ha dovuto affrontare a quel tempo. Le stime erano che il Fondo fiduciario per l'assicurazione per la vecchiaia e i sopravvissuti sarebbe rimasto senza soldi, forse già nell'agosto 1983. Questa Commissione bipartisan doveva presentare raccomandazioni al Congresso su come risolvere i problemi che affliggono la sicurezza sociale. Il loro rapporto, pubblicato nel gennaio 1983, è stato la base per l'esame da parte del Congresso delle proposte di riforma della sicurezza sociale che alla fine hanno portato agli emendamenti sulla sicurezza sociale del 1983.

Nella sua relazione, la Commissione ha raccomandato che le prestazioni di sicurezza sociale siano tassabili: "La Commissione nazionale raccomanda che, a partire dal 1984, il 50% delle prestazioni OASDI dovrebbe essere considerato come reddito imponibile ai fini dell'imposta sul reddito per le persone con reddito lordo rettificato (prima di includere ivi eventuali benefici OASDI) di $ 20.000 se single e $ 25.000 se sposati. I proventi di tale tassazione, come stimato dal Dipartimento del Tesoro, sarebbero accreditati ai Fondi Fiduciari dell'OASDI sotto uno stanziamento permanente. "

Questa era essenzialmente la raccomandazione del Consiglio consultivo, poiché era stata modificata nel successivo dibattito. (Con la modifica che le soglie vengono calcolate prima di aggiungere l'indennità di sicurezza sociale, l'opposto di come è stato fatto in U.C.)

La Commissione ha stimato che le sue proposte interesserebbero solo il 10% circa dei beneficiari della sicurezza sociale e che nei primi sette anni avrebbero generato entrate per 30 miliardi di dollari per i fondi fiduciari.

Il Congresso approvò e il presidente Reagan firmò in legge gli emendamenti del 1983. Sotto gli emendamenti '83, fino alla metà del valore del beneficio di sicurezza sociale è stato reso reddito potenzialmente imponibile. Le norme specifiche adottate nel 1983 sono state:

Se il reddito complessivo del contribuente (totale del reddito lordo rettificato, interessi sulle obbligazioni esenti da imposta e 50% delle prestazioni di sicurezza sociale e prestazioni pensionistiche ferroviarie di livello I) supera un importo soglia ($ 25.000 per un individuo, $ 32.000 per una coppia sposata che presenta un dichiarazione congiunta e zero per il coniuge che presenta separatamente), l'importo dei benefici soggetti all'imposta sul reddito è il minore tra il 50% dei benefici o il 50% dell'eccedenza del reddito combinato del contribuente rispetto all'importo della soglia. Le ulteriori entrate dell'imposta sul reddito derivanti da tale disposizione sono trasferite ai fondi fiduciari dai quali sono state corrisposte le relative prestazioni. In vigore per gli anni d'imposta a partire dal 1983.

Quando si esaminano gli emendamenti del 1983, la relazione dell'House Ways & Means Committee affermava quanto segue: "La vostra commissione ritiene che le prestazioni di sicurezza sociale siano nella natura delle prestazioni ricevute nell'ambito di altri sistemi pensionistici, che sono soggetti a tassazione nella misura in cui superano un contributi al netto delle imposte del lavoratore e che la tassazione di una parte delle prestazioni di sicurezza sociale migliorerà l'equità fiscale trattando in modo più quasi equo tutte le forme di pensione e altri redditi che sono progettati per sostituire i salari persi. . . "

Il Rapporto della Commissione Finanze del Senato ha offerto queste ulteriori osservazioni: " . . . tassando le prestazioni previdenziali e destinando tali proventi agli appositi fondi fiduciari, sarà rafforzata la solvibilità finanziaria dei fondi fiduciari previdenziali. . . . Tassando solo una parte della previdenza sociale e delle prestazioni pensionistiche ferroviarie (cioè fino alla metà delle prestazioni in eccesso di un certo importo base), il disegno di legge del Comitato assicura che le persone a basso reddito . . . non saranno tassati sui loro benefici. La quota massima delle prestazioni tassate è la metà in considerazione del fatto che le prestazioni previdenziali sono parzialmente finanziate dai contributi dei dipendenti al netto delle imposte. "

La relazione del Senato ha quindi riconosciuto che un fattore motivante nell'introduzione di questo cambiamento è stato quello di aumentare le entrate per i fondi fiduciari. Questo faceva parte di un pacchetto molto più ampio di modifiche al programma progettate per affrontare la solvibilità finanziaria del programma. Si potrebbe giustamente dire che tagliare i benefici e aumentare le entrate era lo scopo degli emendamenti del 1983 e l'adozione della tassazione dei benefici della sicurezza sociale era semplicemente una disposizione tra le tante per facilitare questi obiettivi. It is also important to note that funds raised under this provision do not go into the General Fund of the Treasury but into the Social Security Trust Funds. This emphasizes again that the purpose of introducting this provision was to raise revenue to help restore Social Security's financial solvency. (The Committees estimated the six-year savings from this provision at $26.6 billion, and estimated that this provision would supply almost 30% of the total additional long-range funding provided by the Amendments.)

We should also take note of the rationale for the exclusionary thresholds in the law. The Congress intended that the taxation provisions should not affect "lower-income individuals." The $25,000 and $32,000 thresholds were included to accomplish this. So the thresholds are not based on any feature of the Social Security program--they are pure tax policy. Since the thresholds in the 1983 law were intentionally not indexed, over time, they would lose some of their threshold effect as increases in real income or in inflation would tend to pull more and more people into tax liability. Indeed, by the time the law was first amended in 1993, about 18% of Social Security beneficiaries had some tax liability (compared to about 10% when the law was originally enacted).

The idea that only one-half of the benefits would be subject to taxation did have some basis in the Social Security program. It was based on the simple notion that the employee had made only one-half the contributions used to fund his benefit (the other half having been paid by the employer). Since in private pensions, benefits in excess of the employee's own contributions are taxable, one could argue that 50% of Social Security benefits should be subject to taxation. As Ways and Means Committee member Wyche Fowler (D-GA) explained the provision on the House floor: " . . . although employees pay income taxes on their income subject to the payroll tax, employers do not because they can claim a business expense deduction for their payroll tax payments. Therefore, it is argued that requiring Social Security beneficiaries to pay taxes on their benefits--the part provided by employer contributions--is appropriate at the time of receipt. "

Even so, this rough-approximation did not really give Social Security benefits the same tax treatment as private pensions--because the real "non-contributed" portion is about 85% of the average benefit, not 50%. During consideration of the bill in the two houses some unsuccessful amendments were advanced to make the Social Security provision more precisely like those governing private pensions, but ultimately the idea of a 50% portion prevailed.

The idea of taxing benefits, like many of the individual features of the omnibus bill, was not universally popular. Some complained that it introduced a form of "means test" in that beneficiaries of lower incomes were not subject to the provision (due to the thresholds). It was also argued that this introduced General Revenue financing into the system, and that it watered-down the equity of those beneficiaries who had to pay taxes.

Ultimately, the 1983 Amendments were passed in the House on the evening of March 9, 1983 by a vote of 282 to 148. On the evening of March 23rd, the Senate passed its version of the bill by a vote of 88 to 9. Both bills contained virtually identical provisions for the taxation of benefits, with only one change in the Senate bill: requiring that tax-free interest income be used in the computation to determine if the thresholds were exceeded. In the Conference, which took place on March 24th, the House accepted the Senate provision. Immediately following the conclusion of the Conference, at 10:25 p.m. that night, the Congress reconvened to consider the Conference Report. The House quickly adopted the Conference Report by a vote of 243 to 102. In the Senate, the debate went on through the night and finally, in the early morning hours of March 25th, the Senate voted 58-14 for final passage. (See detailed Summary of the 1983 Amendments.)

In 1993, as part of Omnibus Budget Reconciliation Act, the Social Security taxation provision was modified to add a secondary set of thresholds and a higher taxable percentage for beneficiaries who exceeded the secondary thresholds. Specifically, the 1993 did the following:

Modified for a taxpayer with combined income exceeding a secondary threshold amount ($34,000 for an individual, $44,000 for a married couple filing a joint return, and zero for a married person filing separately), so that the amount of benefits subject to income tax is increased to the sum of (1) the smaller of (a) $4,500 for an individual, $6,000 for a married couple filing a joint return, or zero for a married person filing separately, or (b) 50% of the benefit, plus (2) 85% of the excess of the taxpayer's combined income over the secondary threshold. However, no more than 85% of the benefit amount is subject to income tax. The additional income tax revenues resulting from the increase in the taxable percentage from 50% to 85% are transferred to the HI Trust Fund. Effective for taxable years beginning after 1993.

Note that these were secondary thresholds and taxable percentages. Thus they did not increase the number of beneficiaries subject to taxation. Rather, they raised the potential tax liability for a subset of those already subject to the tax (those with higher earnings). Prior to this change, 81.8% of Social Security beneficiaries had no potential tax liability for their Social Security benefits. This was not changed, in any way, by the 1993 law. However, of the 18.2% already subject to potential taxation, 10.6% saw their potential tax liability increase, while the remaing 7.6% suffered no change.

The changes introduced by the 1993 amendments were designed to make the treatment of Social Security benefits more closely approximate private pensions--albeit, only for higher-income beneficiaries. To this end, the taxable percentage was set at 85% for these higher-income beneficiaries. New thresholds were added, but only to differentiate those subject to the higher percentage from those still subject to the 50% figure.

In explaining the rationale for these changes, the House Budget Report stated:

" The committee desires to more closely conform the income tax treatment of Social Security benefits and private pension benefits by increasing the maximum amount of Social Security benefits included in gross income for certain higher-income beneficiaries. Reducing the exclusion for Social Security benefits for these beneficiaries will enhance both the horizontal and vertical equity of the individual income tax system by treating all income in a more similar manner. "

Under the House version of the bill, however, the increased revenues from the new percentage taxable was to go to the General Fund of the Treasury. Under the Senate version, the increased revenues were to go into the Medicare HI Trust Fund. The Senate position prevailed.

Under the House bill, there were no changes in the existing thresholds--everyone with countable income over the 1983 thresholds would be subject to the 85% rate. Under the Senate version, new secondary thresholds were proposed at $32,000 and $40,000--with the old rules applying for those over the old thresholds but under these secondary thresholds. For those over the new thresholds, the 85% figure would come into play. The Senate version prevailed here as well, except that the Conference agreed to boost the secondary thresholds to $34,000 and $44,000.

Thus, under present law, almost all Social Security beneficiaries still enjoy more favorable tax treatment of their benefits than is the case for recipients of private pensions.

Omnibus Budget Reconciliation Act of 1993. Report of the Committee on the Budget, House of Representatives, to Accompany H.R. 2264 . Report 103-111. May 25, 1993. Pgs. 653-654.

Omnibus Budget Reconciliation Act of 1993. Conference Report, to Accompany H.R. 2264 . Report 103-213. August 4, 1993. Pgs. 594-595.

Pattison, David and Harrington, David, "Proposals to Modify the Taxation of Social Security Benefits: Options and Distributional Effects," Social Security Bulletin , Summer 1993. Vol. 56, No. 2, pgs. 3-21.

Social Security Act Amendments of 1983. Report of the Committee on Ways and Means, House of Representatives, to Accompany H.R. 1900 . Report 98-25. March 4, 1983.

Social Security Act Amendments of 1983. Report of the Committee on Finance, to Accompany S. 1 . Report 98-23. March 11, 1983.


How is PMDD diagnosed?

Aside from a complete medical history and physical and pelvic exam, there are very few diagnostic tests. Because there are mental health symptoms, your healthcare provider may want you to be evaluated for mental health concerns. In addition, your healthcare provider may ask that you keep a journal or diary of your symptoms for several months. In general, to diagnose PMDD the following symptoms must be present:

  • Over the course of a year, during most menstrual cycles, 5 or more of the following symptoms must be present:
    • Depressed mood
    • Anger or irritability
    • Trouble concentrating
    • Lack of interest in activities once enjoyed
    • Moodiness
    • Increased appetite
    • Insomnia or the need for more sleep
    • Feeling overwhelmed or out of control
    • Other physical symptoms, the most common being belly bloating, breast tenderness, and headache

    Great Blizzard of ’88 hits East Coast

    On March 11, 1888, one of the worst blizzards in American history strikes the Northeast, killing more than 400 people and dumping as much as 55 inches of snow in some areas. New York City ground to a near halt in the face of massive snow drifts and powerful winds from the storm. At the time, approximately one in every four Americans lived in the area between Washington, D.C. and Maine, the area affected by the Great Blizzard of 1888.

    On March 10, temperatures in the Northeast hovered in the mid-50s. But on March 11, cold Arctic air from Canada collided with Gulf air from the south and temperatures plunged. Rain turned to snow and winds reached hurricane-strength levels. By midnight on March 11, gusts were recorded at 85 miles per hour in New York City. Along with heavy snow, there was a complete whiteout in the city when the residents awoke the next morning.

    Despite drifts that reached the second story of some buildings, many city residents trudged out to New York’s elevated trains to go to work, only to find many of them blocked by snow drifts and unable to move. Up to 15,000 people were stranded on the elevated trains in many areas, enterprising people with ladders offered to rescue the passengers for a small fee. In addition to the trains, telegraph lines, water mains and gas lines were also located above ground. Each was no match for the powerful blizzard, freezing and then becoming inaccessible to repair crews. Simply walking the streets was perilous. In fact, only 30 people out of 1,000 were able to make it to the New York Stock Exchange for work Wall Street was forced to close for three straight days. There were also several instances of people collapsing in snow drifts and dying, including Senator Roscoe Conkling, New York’s Republican Party leader.

    Many New Yorkers camped out in hotel lobbies waiting for the worst of the blizzard to pass. Mark Twain was in New York at the time and was stranded at his hotel for several days. P.T. Barnum entertained some of the stranded at Madison Square Garden. The East River, running between Manhattan and Queens, froze over, an extremely rare occurrence. This inspired some brave souls to cross the river on foot, which proved a terrible mistake when the tides changed and broke up the ice, stranding the adventurers on ice floes. Overall, about 200 people were killed by the blizzard in New York City alone.

    But New York was not the only area to suffer. Along the Atlantic coast, hundreds of boats were sunk in the high winds and heavy waves. The snowfall totals north of New York City were historic: Keene, New Hampshire, received 36 inches New Haven, Connecticut, got 45 inches and Troy, New York, was hit by 55 inches of snow over 3 days. In addition, thousands of wild and farm animals froze to death in the blizzard.

    In the wake of the storm, officials realized the dangers of above-ground telegraph, water and gas lines and moved them below ground. In New York City, a similar determination was made about the trains, and within 10 years, construction began on an underground subway system that is still in use today.


    Guarda il video: Rare Photos Not Appropriate for History Books (Potrebbe 2022).