Podcast di storia

Che cos'è un "barso"? (rif. Diari di Richard Cocks)

Che cos'è un

Domanda

Nei suoi diari che documentano il suo tempo in Giappone, Richard Cocks cita barsos frequentemente, apparentemente indicando una sorta di recipiente contenente liquido (principalmente in riferimento a [doni di] alcol, ma occasionalmente vinagre e altri liquidi). Questa parola insolitamente non è inclusa nelle note a piè di pagina che spiegano quasi tutti i termini stranieri che usa (per lo più giapponese, con alcuni portoghesi e spagnoli).

Qualcuno conosce l'etimo di questa parola?

Esempio di utilizzo:

28 ottobre.-La moglie di Goresano ha portato sua figlia di 20 giorni ould all'howse inglese, con un regalo di a barsoe di wyne, figges e oringes, desiderando che le fosse dato un nome, che era per consenso Elizabeth.


Nota: Nei suoi diari, viene descritto anche il vino bottel, barica/barrico, barell/barrill/barille, butt e jarr. In particolare vino spagnolo non è mai descritto come in arrivo barsos (è più comunemente descritto come in arrivo bottiglie, e occasionalmente in barica/barricos, barili o mozziconi). Questo potrebbe suggerire che barsos non erano navi di fabbricazione europea, e se ne trovavano di un tipo in Giappone?


Dati dai diari:


Il significato di "barso" è più chiaro della sua origine. Samuli Kaislaniemi lo ha analizzato nella sua tesi di dottorato Reconstructing Merchant Multilingualism: Lexical Studies of Early English East India Company Correspondence, p. 256:

Usi RC barso nel senso 'piccolo barile' (cfr. Farrington 1991:805). Etimologia incerta; non compare in PD It., Pt., o Sp. (cfr. barrillo, barrilejo); la fonologia non è giapponese. Forse una parola pseudo-romanza derivante dall'uso giocoso del linguaggio?

Nel suo diario, anche RC usava barica […]; Hill (1993) definisce barrico come 'barilotto' (s.v.). Le misure per barsos e le lettere "grandi barelles" [sic] (Farrington 1991:803-805) rivelano che a barso tenuto C. 10 litri.

Questa rara parola non compare affatto in Commercianti di innovazione: i linguaggi dei commercianti. Forse l'ha inventato Cocks.


La mia supposizione immediata è stata che si trattasse di un'anglicizzazione dello spagnolo vaso (pronunciato/'baso/), che significa 'tazza/bicchiere/recipiente per bere', dal momento che anglicizza anche lo spagnolo ricapitolare (messaggio) come ricapitolareRfare:

“Copendale a Miaco non molto bene, e che porta ricaricare da themperour per impostare Damian e Jno. de Lievana libero.”

Un'ulteriore prova che potrebbe essere di origine spagnola è che esclude allo stesso modo la parola spagnola barica/barrico dalla sua sezione “Alcune parole e termini giapponesi e stranieri”, presumibilmente perché presumeva che tali parole sarebbero state comprensibili al suo pubblico.


Fonti:

Diario di Richard Cocks Vol. I, Mercante del Capo nella fabbrica inglese in Giappone 1615-1622, con corrispondenza
Diario di Richard Cocks Vol. II, Mercante del Capo nella fabbrica inglese in Giappone 1615-1622, con corrispondenza


Barso viene dal portoghese medievale barça che significa "piccola botte":

Seconda parola: “xxij barsos of singe”

L'altra parola di cui non ho trovato la radice ricorre nelle stesse lettere di “singe”: dove “singe” è il liquido, “barsos” sono i contenitori. È abbastanza chiaro dal contesto che un "barso" è una piccola botte - da altre fonti è possibile determinare che un "barso" contiene circa 10 litri. Ma l'etimo mi sfuggì: non riuscivo a trovare "barso" in nessuna forma nei dizionari portoghesi o spagnoli attuali, e nonostante l'apparente connessione con altre parole che significano "botte" come botte, ma anche barrillo, barillejo e barrico , la mancanza di prove mi ha fatto alzare le mani.

Ancora una volta, Yoshida (1993: 59) viene in soccorso. Nella stessa pagina di cui sopra, il suo elenco continua alla sezione B, 酒屋, 酒造道具, 製造工程など "negozio/birrificio di sake, strumenti per la produzione di sake, processo di fabbricazione, ecc.". E il numero 9 in questo elenco è il seguente:

In inglese:

(9) saka-oke (saca uoqe) un contenitore per il sakè, come an va bene [barile] o a taru [botte] (barça).

In fine, quindi: sembra abbastanza evidente che barça fosse una parola portoghese comune per una (piccola) botte o una botte.


Condizioni d'uso

Benvenuto su Amazon.com. Amazon.com Services LLC e/o le sue affiliate ("Amazon") forniscono all'utente funzionalità del sito Web e altri prodotti e servizi quando l'utente visita o fa acquisti su Amazon.com, utilizza prodotti o servizi Amazon, utilizza applicazioni Amazon per dispositivi mobili o utilizza software fornito da Amazon in relazione a quanto sopra (collettivamente, "Servizi Amazon"). Utilizzando i Servizi Amazon, accetti, per conto tuo e di tutti i membri della tua famiglia e di altri che utilizzano qualsiasi Servizio con il tuo account, le seguenti condizioni.


È andato a letto con Cary Grant e Spencer Tracy e ha cambiato la storia di Hollywood

Scotty Bowers gestiva un bordello da una stazione di servizio e dormiva con dozzine delle più grandi star di Hollywood. Dentro la sua "Storia segreta di Hollywood" e perché dovremmo credere alle sue storie.

Kevin Fallon

Reporter di intrattenimento senior

Circa 45 minuti nel nuovo documentario Scotty e la storia segreta di Hollywood, viene consegnato il monologo più incredibile che tu abbia mai sentito. Ed è tutto vero. Presumibilmente.

“Ho scopato Bette Davis nella seconda guerra mondiale quando era sposata con un ragazzo. La sistemavo con dei trucchi e avevamo accordi a tre. Sono andato a letto con J. Edgar Hoover. Era travestito. Non era nemmeno una gran bellezza, sai, ma lo trattavo proprio come se fosse una ragazza".

Scotty Bowers, che ora ha 95 anni e più di 60 anni dal suo apice come il cosiddetto "magnaccia delle stelle", sorride maliziosamente mentre allenta il rubinetto, continuando il suo diluvio di segreti.

“Un giorno Cary Grant era alla stazione di servizio e Rock Hudson era proprio lì, quindi Cary Grant lo andò a prendere. L'ho sistemato con Rock per 20 dollari e Rock l'ha visto diverse volte. Questo è prima che Rock avesse un film. Laurence Olivier e Vivien Leigh, non li ho mai ingannati insieme. Li sistemavo con dei ragazzi, e poi la vedevo a casa di Gary Cooper. Entrava e apriva silenziosamente il cancello e diceva "Shh". Dieci minuti dopo la scopo e lei urla".

Dopo aver trascorso due anni a seguire Bowers per il cinema veritàin stile documentario sulla socievole ex prostituta, il regista Matt Tyrnauer ride, riassumendo il fascino unico e in realtà profondo del soggetto del suo film.

"Questo è qualcuno che sembra non essere stato colpito dal bastone della vergogna e non gravato da sensi di colpa", dice Tyrnauer, parlando davanti a un caffè al NoMad Hotel di Manhattan la settimana prima dell'uscita del film. “Non l'ha instillato. Sembrava vivere una vita esemplare in termini di essere libero dalla vergogna e dal senso di colpa. Potrebbe essere una lezione per tutti noi".

Forse inaspettatamente, le lezioni abbondano in Scotty e la storia segreta di Hollywood. Tyrnauer ha iniziato le riprese di Bowers dopo l'uscita del suo libro di memorie, Servizio completo: le mie avventure a Hollywood e le vite sessuali segrete delle star, un succoso racconto che racconta il suo tempo alla gestione di un bordello, di una sorta, fuori da una stazione di servizio su Hollywood Boulevard a partire dalla fine degli anni '40 e infine in pensione decenni dopo, durante la crisi dell'AIDS.

Come racconta Bowers, andò a letto con Spencer Tracy, Vivien Leigh, Cary Grant e il duca di Windsor, l'abdicato re Edoardo VIII. L'elenco delle star che avrebbe creato con le prostitute sembra una passeggiata lungo la Hollywood Walk of Fame: Tennessee Williams, Charles Laughton, Vincent Price, Katharine Hepburn, Gloria Swanson, Noël Coward, Rock Hudson, Cole Porter e altri.

Quando Bowers ha pubblicato il suo libro, essenzialmente facendo uscire Grant, Tracy e Hepburn, tra gli altri, come gay o bisessuali, i critici che vanno dai lettori occasionali a Barbara Walters lo hanno criticato per aver diffuso storie salaci su soggetti morti da tempo che non potevano difendersi o mettere in discussione la loro veridicità. Era per rispetto, sostiene Bowers. Non erano i suoi segreti da raccontare quando erano vivi, ma ora che se ne sono andati, pensa che non possano far loro del male.

Ma ora che Tyrnauer sta dando a Bowers un'altra piattaforma, critiche simili vengono nuovamente trasmesse. In un New York Times pezzo su Tyrnauer e il film, la nota studiosa di cinema Jeanine Basinger - che era la presidente della scuola di cinema di Tyrnauer e si è scontrata con lui lì - si fa beffe verbalmente della ricerca del documentario. "Questo è un perfetto esempio dell'espressione, 'la gente ha bisogno di farsi una vita'", dice. "Personalmente, sono più interessato al lavoro di queste persone che ai loro possibili imbrogli fuori dallo schermo".

Come diversi giornalisti di intrattenimento, tra cui Kate Aurthur di Buzzfeed e Fiera della vanità's Rebecca Keegan, si sono affrettati a sottolineare su Twitter, che l'opinione è una cazzata.

Tyrnauer sospetta che Basinger non abbia visto il film, soprattutto perché sembra ignorarne l'intero punto.

La ragione per cui Bowers ha storie da raccontare è perché questi attori erano prigionieri di un sistema di studio di Hollywood che armava le clausole morali, impedendo loro contrattualmente di vivere le loro vite autentiche. "Erano vittime di un certo tipo di persecuzione", dice Tyrnauer. Sono andati da Scotty perché pagare le prostitute era la loro unica opzione, specialmente per persone come Cary Grant e Katharine Hepburn, le cui avventure omosessuali erano in contrasto con le immagini eteronormative di loro prodotte dagli studi.

Pretendere di essere interessati a quell'era di Hollywood ma non ai modi in cui questi attori hanno navigato la loro sessualità è folle. Non è pettegolezzo. È biografia. È antropologia. È la nostra storia.

"Per qualche ragione la nostra cultura è disposta a liquidare le biografie complete di tutti questi personaggi come inganni", dice Tyrnauer. «Prendi Caravaggio, per esempio. Se sei uno studioso d'arte, vuoi solo sapere cosa stava combinando Caravaggio nello studio di pittura? Non vuoi sapere cosa faceva Caravaggio quando non impugnava il pennello? Non è rilevante per chi era Caravaggio? Allora perché ignoriamo i dettagli su ciò che Katharine Hepburn e Spencer Tracy stavano facendo fuori dallo schermo?"

Scotty e la storia segreta di Hollywood non è una rivelazione. Tyrnauer la definisce una storia alternativa di uno dei periodi più importanti della storia del nostro paese, la storia di Hollywood e della macchina dell'immagine, che ha cambiato il modo in cui tutti noi percepiamo noi stessi e il mondo. Guardare il sistema di Hollywood e la fabbrica di immagini attraverso l'obiettivo di una prostituta per le stelle non potrebbe essere più rilevante.

"Se Scotty avesse gestito un bordello da una stazione di servizio a Des Moines, Iowa, sarebbe stata una storia divertente, interessante, forse rilevante, ma non avrebbe la location e la narrativa operistica che ha questo film", dice Tyrnauer .

Criticare le storie di Bowers come banali rispetto al lavoro sullo schermo di questi attori ignora il fatto che le loro vite private sono state spesso sceneggiate dagli studi e sono stati costretti a eseguire quelle narrazioni per continuare quel lavoro sullo schermo. Inoltre, alimenta l'illusione che le clausole morali non esistano ancora, se non letteralmente nei contratti, quindi intrinsecamente in un'industria che costringe attori gay noti a esibirsi nell'eterosessualità per promuovere le loro carriere.

Le stesse persone che respingono le storie su Hollywood e il sesso come irrilevanti sono quelle che scoppiano indignate per l'insinuazione che questi attori abbiano avuto relazioni sessuali tra persone dello stesso sesso e che queste storie vengono raccontate quando non sono vivi per parlare con loro. Illustra la riluttanza ad ammettere quanto profondamente e seriamente siamo tutti influenzati e influenzati da Hollywood e dai suoi attori.

"Il libro è stato liquidato come una rivelazione, tuttavia è stato un best-seller", afferma Tyrnauer. "Quindi c'è la contraddizione."

Ora, per smontare brevemente dal nostro cavallo alto, ecco un'altra ragione per cui il libro è stato un best-seller. Le storie sono selvagge. E così è questo film.

Bowers era appena uscito dai Marines quando si trasferì a Hollywood e trovò lavoro presso la stazione di servizio di Richfield al 5777 di Hollywood Boulevard. Un pomeriggio arrivò l'attore candidato all'Oscar Walter Pidgeon. "Cosa ci fa un bravo ragazzo come te che lavora in una stazione di servizio?" chiese a Bowers, invitandolo a tornare a casa con lui per nuotare nella sua piscina. Hanno fatto molto di più e, vedendo un'opportunità, ha iniziato a "ingannare", come lo chiama lui, assumendo alla fine altri ex marine come prostitute.

"Tutto costava 20 dollari", dice Bowers. "Direi ai miei amici: 'Ti aggiusterò con un trucco e tutto quello che farà il ragazzo sarà prenderti e succhiarti il ​​cazzo. È come se la tua ragazza ti stesse succhiando il cazzo. Se vuoi chiudere gli occhi e pensare che sia lei a succhiarti il ​​cazzo, fallo.' 'Ok, lo farò una volta. Bene, una, due volte...'”

Ha ingannato con Cary Grant e Randolph Scott, che erano amanti, dice Bowers, ma ha detto alle persone che vivevano solo come coinquilini. Bowers dice che è stato con loro entrambi individualmente, insieme come trio e con un quarto per sesso di gruppo in coppia. Dice di aver avuto una cosa a tre a casa di Frank Sinatra con Ava Gardner e Lana Turner. Avrebbe organizzato uomini per l'ex re Edoardo VIII con cui dormire - "mi ha succhiato come un professionista" - e donne per l'amante per cui ha abdicato al trono, Wallis Simpson, con cui dormire.

Stima di aver sistemato Katharine Hepburn con più di 150 donne nel corso di 39 anni. Cole Porter una volta chiese a Bowers di sistemarlo con 15 uomini contemporaneamente. "Voglio succhiare 15 ragazzi, uno dopo l'altro", ha detto.

"Perché Cole Porter non dovrebbe avere un vorace appetito sessuale?" Tyrnauer dice, quando gli chiedo se pensa che le persone avrebbero più difficoltà a credere alle storie di Bowers se non fossero così oltraggiose. "Non so se lo ha fatto o no, ma perché dovrei trovarlo incredibile?" Lui ride. "C'è una meravigliosa canzone di Cole Porter, "Too Darn Hot", in cui uno dei testi è "un Marine per la sua regina" e "un G.I. per la sua torta carina.' Sto pensando che forse Scotty è il suo Marine. "

In tutto questo, Bowers non è mai stata trattata come una signora. A persone come George Cukor, il leggendario regista di La storia di Filadelfia e Mia bella signora, era considerato un amico. Quella finì per essere la sua chiave per guadagnarsi la fiducia dei più grandi nomi del mondo dello spettacolo, con il massimo da perdere se questi segreti fossero mai stati svelati.

“Queste storie sono concrete? La mia risposta è sì, moltissimo", dice Tyrnauer. Dovrebbe ora prendere come un dato di fatto che artisti del calibro di Cary Grant, Spencer Tracy e Katharine Hepburn hanno avuto relazioni sessuali tra persone dello stesso sesso? Non si tira indietro: "Sì".

Considerando che Tyrnauer pretende di correggere la storia con questo film e i fatti di quella correzione sono in gran parte dalla bocca di una persona, l'affidabilità di Bowers come narratore era ovviamente importante per lui.

Gore Vidal ha finito per essere una fonte importante per Tyrnauer, che considera il famoso scrittore come un amico personale. Vidal era un cliente e poi amico di Bowers, ma la sua "vita carnale molto attiva", come la chiama Tyrnauer, non era inclusa nel libro di Bowers. Il motivo: Vidal era ancora vivo. (Una delle ultime uscite pubbliche di Vidal è stata alla festa per l'uscita del libro.) Indipendentemente, Vidal e Bowers hanno confidato a Tyrnauer storie l'una sull'altra e su quel periodo alla stazione di servizio, e le storie sono state tutte verificate.

Anche molte delle prostitute impiegate da Bowers sono ancora vive e Tyrnauer le ha intervistate per il documentario. Hanno tutti verificato gli account di Bowers, alcuni davanti alla telecamera. Uno aveva ancora un cartellino che Bowers aveva fatto con le informazioni di contatto di una dozzina di uomini interessati a prestazioni sessuali. "Una pistola fumante", la chiama Tyrnauer. Uno degli uomini sulla carta era ancora vivo e ha confermato le storie di Bowers anche a Tyrnauer. Tutto questo si aggiungeva al lavoro svolto da un team di ricercatori per verificare molti degli aneddoti di Bowers.

Scotty Bowers non ha baciato e raccontato quando queste persone erano vive. Ma ha baciato, succhiato, scopato e ora ci sta dicendo che queste persone sono morte.

L'istinto di non credergli è sfortunato, dato come queste vite sessuali ci danno una visione molto più ampia della realtà di un'industria che ha plasmato la nostra cultura. In un momento in cui non c'è ancora una star del cinema gay o lesbica che recita come protagonista nei blockbuster, e la gente ancora discute se un attore gay o lesbica dichiarato possa essere credibile come protagonista romantico, il fatto che Spencer Tracy e Katharine Hepburn, due iconici protagonisti romantici, hanno avuto relazioni omosessuali è illuminante.

È prudente vedere Scotty e la storia segreta di Hollywood riconoscerlo. Il fatto che sia così carino e pieno di sesso—Tyrnauer include foto di nudo vintage e film di sesso in cui recita Bowers—è la ciliegina sulla torta.

“Per Scotty Bowers, il sesso è un dato di fatto. Non è evitato. Quindi fare un film che evitasse il sesso e la nudità esplicita non avrebbe avuto senso", dice. “Inoltre, chi non vuole fare sesso sullo schermo? Tutti noi vogliamo un po' di sesso. Ti tiene interessato. Scotty era davvero figo da giovane. Era solo innegabilmente caldo. Perché non mostrare un po' di pelle?"


Enciclopedia di storia militare sul Web

Attualmente abbiamo 7.006 articoli, 7.427 immagini, 417 mappe, 907 storie di unità, 1.791 recensioni di libri e oltre 5.630.100 parole in articoli originali. Non ci occupiamo solo dei conflitti più noti, anche se abbiamo una buona copertura della prima e della seconda guerra mondiale, delle guerre napoleoniche e della guerra civile americana.

Immagine recente (vai agli aggiornamenti)
Antenna radar Mk 4 FD su USS Nicola (DD-449)
ultimo aggiornamento
18 giugno 2021

Controlla la nostra pagina degli articoli recenti (ultimo aggiornamento 17 giugno 2021) per vedere cosa stiamo facendo in questo momento. Nuovi articoli verranno annunciati sul nostro Blog e sulla nostra mailing list (iscriviti utilizzando il form alla base di questa pagina).

La nostra sezione di recensioni di nuove uscite di libri e DVD è stata aggiornata l'ultima volta il 13 giugno 2021

HMS druido (1911) era un cacciatorpediniere classe Acheron che prese parte alle battaglie di Helgoland e Dogger Bank, poi prestò servizio con il 3rd Battle Squadron e con flottiglie di cacciatorpediniere sulla costa meridionale, prima di trascorrere la maggior parte del 1918 nel Mediterraneo.

Ora abbiamo una storia quotidiana della Seconda Guerra Mondiale, che copre i 2.214 giorni di guerra dall'invasione tedesca della Polonia il 1 settembre 1939 alla resa giapponese a Hong Kong il 16 settembre 1945 (due settimane dopo la resa nella baia di Tokyo), e attualmente contiene 5.308 fatti individuali.

La nostra millesima recensione del libro è Teenage Tommy: Memoirs of a Cavalryman in the First World War, ed. Richard van Emden, un giovane cavaliere che era presente quando il BEF sparò i suoi primi colpi della prima guerra mondiale ed era ancora al fronte, con la cavalleria, alla fine della guerra.

Il nostro articolo di 7.000 esamina il cacciatorpediniere classe Acorn HMS convinto (1910), affondato da UC-38 nel 1917 al largo della Palestina. Il nostro 6000° articolo esamina il primo giorno della battaglia di Lipsia (16 ottobre 1813), la migliore possibilità per Napoleone di vincere effettivamente la battaglia. Il nostro 5.000° articolo è una biografia di Gaston de Foix, duca di Nemours (1489-1512), audace comandante francese delle guerre italiane ucciso nella battaglia di Ravenna. Il nostro 4.000° articolo esamina la Grande Guerra del Peloponneso del 431-404 a.C. Il nostro 3000° articolo esamina la battaglia di Truillas (22 settembre 1793), una vittoria spagnola all'inizio della guerra della prima coalizione. Il nostro 2.000° articolo è uno sguardo all'incrociatore da battaglia tedesco Von der Tann, parte del nostro recente focus sulla prima guerra mondiale. Il nostro millesimo articolo, sul Supermarine Spitfire Mk XII, è stato pubblicato durante il nostro mese a tema War in the Air nel 2007. Il nostro millesimo aereo è stato il Supermarine Spiteful.

La nostra cinquemilionesima parola arriva in uno sguardo all'obice da 7,2 pollici Mk 6. La nostra quattromilionesima parola arriva in una biografia del maresciallo Ney, il più coraggioso maresciallo di Napoleone. La nostra tremilionesima parola arriva in una biografia del tiranno siciliano Ippocrate di Gela. La nostra duemilionesima parola è arrivata nella nostra biografia del generale romano Manius Aquillius (morto nell'89/88 a.C.), la nostra millesima battaglia fu la battaglia di Rivoli del 14 gennaio 1797, il nostro 500° aereo militare, il Kawasaki Ki-48 Army Type 99 Twin- bombardiere leggero con motore (Lily) e il nostro 500° articolo sulle guerre napoleoniche, una biografia del generale Freidrich Bianchi. Il nostro 2000° articolo sulla seconda guerra mondiale era uno sguardo al carro armato pesante d'assalto A33 (Excelsior).

Nel 2006-2007 abbiamo condotto una serie di mesi a tema, sulle guerre napoleoniche, la guerra civile americana e la guerra nell'aria, in cui abbiamo creato home page dei soggetti che raccolgono tutte le informazioni che abbiamo su questi argomenti. Abbiamo anche una home page tematica sulla seconda guerra mondiale.


Ballando ai matrimoni, alle fiere e a casa

Per quei coloni che non potevano permettersi né lezioni di ballo né quote di assemblea, quali erano le opzioni per godersi la danza sociale? Matrimoni, giorni di corte, arrotolamento dei tronchi, aumento delle case, sgusciatura del mais, raccolti e fiere fornivano occasioni festive in cui ogni cittadino poteva partecipare a una serie di intrattenimenti popolari, tra cui la danza. Come ha notato Julia Spruill, "Le danze in queste occasioni non erano i minuetti e le danze country apprezzate dalla società più educata, ma rulli e maschere a tre e quattro mani" (pp. 110-111). Mentre gli ospiti di un'assemblea d'élite spesso ballavano sulla musica fornita da una piccola orchestra, o almeno da un corno francese, clavicembalo e violini, le riunioni informali dei cittadini meno ricchi delle colonie avevano maggiori probabilità di fare affidamento su una cornamusa o un gruppo di violini (o anche uno solo) per fornire l'accompagnamento musicale.

Non sorprende che i passi in questi incontri meno formali raramente si adeguassero esattamente a quelli delineati nelle guide di Playford o di Weaver. Lo storico Bruce Daniels ha osservato che la maggior parte dei coloni del New England ha tratto le proprie tradizioni di danze popolari dalle danze rurali inglesi e suggerisce che queste danze country (o "contra dance", come venivano chiamate alla fine del secolo) erano le più forma prevalente nel Massachusetts e nel Connecticut anteguerra. I settentrionali trovavano la danza country più rispettabile, disdegnando il minuetto francese come sintomatico della degenerazione francese (cioè papista). I New England si opposero anche ai jig irlandesi (che, va notato, erano diversi dall'adattamento francese del gige menzionato sopra). Deridevano i jig irlandesi nativi come selvaggi e incontrollati e li associavano a comportamenti lascivi o aggressivi. Sebbene la maggior parte dei jig abbia le proprie radici nella cultura popolare irlandese o marinara, alcuni osservatori del diciottesimo secolo descrissero i jig come se avessero l'aspetto di "danze negre".


Registri del Canale di Panama

Stabilito: Panama Canal Commission, come agenzia indipendente, in vigore dal 1 ottobre 1979, dal Panama Canal Act del 1979 (93 Stat. 452), 27 settembre 1979, che sostituisce il governo della zona del canale e la compagnia del canale di Panama.

Agenzie precedenti:

  • Nicaragua
  • Commissione del canale interoceanico (USA, 1872-76)
  • Società provvisoria del canale interoceanico (1881)
  • Associazione dei canali del Nicaragua (1887)
  • Maritime Canal Company del Nicaragua (charter degli Stati Uniti, 1889-93)
  • Nicaragua Canal Board (Stati Uniti, 1895)
  • Commissione del Canale del Nicaragua (USA, 1897-99)
    Nicaragua-Panama
  • Prima Commissione per il Canale Istmico (USA, 1899-1902)
    Panama
  • Panama Railroad Company (carta di New York, 1849-1951)
  • Société Civile Internationale du Canal Interoceanique (francese, 1876)
  • Compagnie Universelle du Canal Interoceanique (francese, 1881-89)
  • Compagnie Nouvelle du Canal de Panama (Francese, 1894-1904)
  • Seconda Commissione del Canale Istmico (USA, 1904-14)
  • Il Canale di Panama (USA, 1914-51)
  • Governo della zona del canale (Stati Uniti, 1951-79)
  • Compagnia del Canale di Panama (USA, 1951-79)

Trovare aiuti: James B. Rhoads, comp., Inventario preliminare dei documenti cartografici del Canale di Panama, PI 91 (1956) Richard W. Giroux, comp., e Garry D. Ryan, rev., Inventario preliminare dei documenti testuali del Panama Canal, PI 153 (1963) supplemento nell'edizione in microfiche degli Archivi Nazionali degli inventari preliminari.

185.2 RECORD DELLA COMPAGNIA FERROVIARIA DI PANAMA
1848-1958

Storia: Costituita dal legislatore dello Stato di New York, il 7 aprile 1849, per costruire e gestire una ferrovia attraverso l'istmo di Panama. Acquisito da Compagnie Universelle du Canal Interoceanique, 1881, e da Compagnie Nouvelle du Canal de Panama, 1894. Acquistato dagli Stati Uniti come parte del patrimonio di Compagnie Nouvelle, 23 aprile 1904, sotto l'autorità del Panama Canal (Spooner) Act del 1902 (32 Stat. 481), 28 giugno 1902. Reintegrato dagli Stati Uniti come braccio operativo del Canale di Panama dal Panama Canal Railroad Company Act (62 Stat. 1076), 29 giugno 1948. Ribattezzato Canale di Panama Società con atto del 26 settembre 1950 (64 Stat. 1038). Sostituito dalla Commissione del Canale di Panama, 1979. VEDERE 185.1.

Registri testuali: Verbali delle riunioni del consiglio di amministrazione, 1849-1938, e del comitato esecutivo e finanziario, 1849-1904. Copia in microfilm del verbale di bordo della Panama Railroad Company, 1938-51 (2 rotoli). Lettere inviate, 1849-1904. Corrispondenza generale e fascicoli amministrativi, 1888-1920, con schedario. Documenti selezionati dalla corrispondenza generale e dagli archivi amministrativi, 1920-53. Documenti selezionati dal fascicolo di corrispondenza amministrativa dell'Ufficio esecutivo, fascicoli di lettere e fascicolo di corrispondenza chiuso e aperto, 1931-58. Indice dei microfilm dei registri degli uffici di New York, 1918-49 (13 rotoli). Registri di borsa, 1854-1914. Certificati azionari annullati, 1851-1948, con lacune. Atti giuridici e fiscali vari, 1848-1916.

Fotografie (375 immagini): Panama Railroad Company raccolta di scene e scene del canale francese lungo la ferrovia da Aspenwall a Panama City, 1880-1905 (R). VEDERE ANCHE 185.13.

Registri correlati: Registrazioni delle prime transazioni immobiliari della Panama Railroad Company nei registri dei file della Joint Land Commission, sotto 185.7. Registrare copie delle pubblicazioni della Panama Railroad Company in RG 287, Publications of the U.S. Government.

185.3 RECORD DELLA COMPAGNIE UNIVERSELLE DU CANAL INTEROCEANIQUE E DELLA COMPAGNIE NOUVELLE DU CANAL DE PANAMA
1879-1904

Storia: Compagnie Universelle du Canal Interoceanique di diritto francese, 3 marzo 1881. Dichiarata fallita e sciolta dal Tribunal Civil de la Seine, 4 febbraio 1889. Beni e proprietà della Compagnie Nouvelle du Canal de Panama, costituita il 20 ottobre 1894. Compagnie Nouvelle acquistata dagli Stati Uniti il ​​23 aprile 1904, sotto l'autorità del Panama Canal (Spooner) Act del 1902 (32 Stat. 481).

Registri testuali: Registri generali, 1879-1904.

Mappe (7.834 articoli): Mappe generali della rotta del Canale di Panama, 1881-1900 (154 elementi). Mappe e planimetrie dettagliate del canale, 1881-97 (6.790 articoli). Sezioni trasversali, profili e mappe dell'area, 1889-95 (493 articoli). Profili di scavo, 1897 (85 articoli). Mappe sezionali, 1899 (46 articoli). Mappe e portafogli pubblicati del Comitato tecnico, 1899 (44 articoli). Mappe del Lago de Alhajuela e del Lago de Bohio, 1898 (12 elementi). Mappe dell'area, 1894-99 (50 articoli). Fluviografi che mostrano i livelli dei fiumi in diverse stazioni, 1884-99 (160 articoli). VEDI ANCHE 185.10.

Piani di ingegneria (16 articoli): Equipaggiamento ferroviario francese apparentemente utilizzato nel sito del canale, 1887. VEDERE ANCHE 185.10.

Fotografie (27 immagini): Attività di costruzione della Compagnie Universelle du Canal Interoceanique, 1881-88 (F). VEDERE ANCHE 185.13.

Registri correlati: Emissioni, 1880-89, e documenti idrografici e meteorologici, 1892-99, della Compagnie Nouvelle du Canal de Panama, sotto 185.5.1 e 185.5.3.

185.4 RECORD DEL NICARAGUA CANAL BOARD E DELLA NICARAGUA CANAL COMMISSION
1895-99

Storia: Maritime Canal Company of Nicaragua, noleggiata dal Congresso degli Stati Uniti il ​​20 febbraio 1889, assunse la concessione per costruire un canale attraverso il Nicaragua originariamente assegnata alla Nicaragua Canal Association, 1887. Operazioni sospese per mancanza di fondi, 1893. Nicaragua Canal Board, noto anche come Commissione Ludlow dopo il suo presidente, il colonnello William Ludlow, nominato dal presidente Grover Cleveland, 25 aprile 1895, per accertare la fattibilità del completamento del canale navale del Nicaragua iniziato dalla Maritime Canal Company. La relazione del consiglio, 31 ottobre 1895, raccomandava un accurato riesame del percorso. Il 29 luglio 1897 il presidente William McKinley nominò la Commissione del Canale del Nicaragua (prima Commissione Walker), sotto il contrammiraglio John G. Walker, che esaminò il percorso del canale, dicembre 1897-febbraio 1899, e presentò il suo rapporto nel marzo 1899.

Registri testuali: Carte del Nicaragua Canal Board, 1895. Carte, corrispondenza fiscale 1897, stima dei costi di costruzione 1898-99, note di campo 1897-99 delle parti topografiche, 1897-98 e registrazioni idrografiche e meteorologiche, 1898, della Commissione del Canale del Nicaragua.

Mappe (447 articoli): Mappe, profili e sezioni trasversali pubblicate e manoscritte di rilievi di percorsi di canali proiettati attraverso il Nicaragua, profili di dighe, argini e canali di scarico e piani portuali per Greytown (San Juan del Norte) e Brito, 1895-99 (447 articoli). VEDI ANCHE 185.10.

Registri correlati: Osservazioni idrologiche e meteorologiche della Maritime Canal Company e della Nicaragua Canal Commission, 1887-93 e quaderni di campo aggiuntivi della Nicaragua Canal Commission, 1898-99, sotto 185.5.2. Registrare copie delle pubblicazioni della Maritime Canal Company e della Nicaragua Canal Commission in RG 287, Publications of the U.S. Government.

185.5 RECORD DELLA PRIMA COMMISSIONE DEI CANALI ISTMIANI (SECONDA COMMISSIONE DEL CAMMINATORE)
1880-1904

Storia: Nominato, il 10 giugno 1899, per studiare il percorso più pratico per un canale interoceanico sotto la proprietà e il controllo degli Stati Uniti. Percorsi censiti attraverso Nicaragua, Panama e l'istmo di Darien. Inizialmente (novembre 1901) raccomandava la rotta del Nicaragua, ma su offerta del liquidatore della Compagnie Nouvelle du Canal de Panama nel dicembre 1901 di vendere i suoi beni e diritti agli Stati Uniti per $ 40 milioni, emise un rapporto supplementare, il 18 gennaio 1902 , raccomandando l'adozione della rotta panamense.

185.5.1 Registri della sede centrale di Washington, DC

Registri testuali: Telegrammi e cablogrammi, 1899-1904. Stime dei costi di costruzione, 1900-1. Emissioni della Compagnie Nouvelle du Canal de Panama, 1880-89.

Mappe (125 articoli): Piani di costruzione della chiusa del canale, 1900-4 (24 articoli). Mappe e altri materiali relativi alle rotte del canale proposte l'effetto di un canale istmico sulle rotte commerciali, sull'industria e sulle risorse naturali e sul porto di Greytown, in Nicaragua, raccolte per accompagnare il rapporto della commissione, 1901 (88 articoli). Sezioni trasversali di chiuse per i canali proposti Nicaragua e Panama, per accompagnare le appendici al rapporto della commissione, 1901 (13 articoli). VEDI ANCHE 185.10.

Registri correlati: Registrare copie delle pubblicazioni della prima Commissione del Canale Istmico in RG 287, Pubblicazioni del governo degli Stati Uniti.

185.5.2 Registrazioni relative alla rotta del Nicaragua

Registri testuali: Lettere inviate e ricevute dall'ingegnere capo dei rilievi, 1899-1901. Lettere inviate dal noioso sovrintendente, 1899-1901. Rapporti settimanali noiosi, 1899-1901. Riviste di parti noiose e topografiche, 1900-1. Corrispondenza e atti vari del commissario, 1900-1. Registri delle forniture, 1898-99. Lettere inviate e ricevute dall'ingegnere e assistente ingegnere, divisione centrale, 1899-1901. Quaderni di rilevamento sul campo, 1898-1901, inclusi alcuni avviati dalla Commissione del Canale del Nicaragua, 1898-99. Documenti idrografici e meteorologici, 1887-1901, comprese le osservazioni idrologiche e meteorologiche effettuate dalla Commissione del Canale del Nicaragua e alcune osservazioni del suo predecessore, la Compagnia del Canale Marittimo del Nicaragua.

Mappe (870 articoli): Mappe manoscritte e cianografiche, sezioni trasversali e profili del percorso del canale del Nicaragua, 1899-1900 (240 articoli). Mappe manoscritte e pubblicate, e profili manoscritti e sezioni trasversali, della Divisione Orientale (304 articoli), Divisione Centrale (196 articoli) e Divisione Occidentale (84 articoli), della rotta del canale del Nicaragua, 1899-1901. Mappe manoscritte di localizzazione dei fori, profili e sezioni trasversali di trivellazione, 1899-1901 (46 articoli). VEDI ANCHE 185.10.

185.5.3 Registri relativi alla rotta di Panama

Registri testuali: Note di campo delle indagini, 1899-1901. Documenti idrografici e meteorologici, 1892-1901, compresi i documenti compilati dalla Compagnie Nouvelle du Canal de Panama, 1892-99.

Mappe (178 articoli): Mappe manoscritte, profili e sezioni trasversali della rotta del canale di Panama, 1899-1901 (158 articoli). Mappe manoscritte di localizzazione dei fori, profili e sezioni trasversali di trivellazione, 1899-1901 (20 articoli). VEDI ANCHE 185.10.

185.5.4 Record relativi alla rotta del Darien

Registri testuali: Note di campo delle indagini, 1899-1901.

Mappe (96 articoli): Mappe manoscritte e cianografiche, profili manoscritti e sezioni trasversali, di rilievi di percorsi attraverso Darien e San Blas, 1899-1901. VEDI ANCHE 185.10.

185.6 REGISTRI DELLA SECONDA COMMISSIONE DEL CANALE ISTMIIANO
1904-16

Storia: Nominato dal presidente Theodore Roosevelt, 8 marzo 1904. Per ordine presidenziale, 9 maggio 1904, sotto l'autorità del Panama Canal Act del 1902 (32 Stat. 481), 28 giugno 1902, e del Panama Canal Act del 1904 (33 Stat. 429), 28 aprile 1904, il Segretario alla Guerra fece il supervisore della costruzione del canale e la seconda Commissione Istmica del Canale investì tutti i poteri del governo della Zona del Canale. Abolito, in vigore dal 1 aprile 1914, dall'EO 1885, 27 gennaio 1914, in conformità al Panama Canal Act del 1912 (37 Stat. 560), 24 maggio 1912, con funzioni governative assunte da un'organizzazione permanente designata come Il Canale di Panama. VEDI 185.7.

Registri testuali: Corrispondenza generale, 1904-14 (186 ft.). Rapporti annuali e rapporti mensili, 1904-14. Rapporti settimanali sui progressi, 1904-10. Rapporti statistici giornalieri, 1912-16.

Mappe (15 articoli): Piani di costruzione della chiusa del canale, 1912 (9 articoli). Tavole colorate pubblicate dalla commissione che mostrano il percorso del Canale di Panama e la topografia delle aree adiacenti, 1913 (6 articoli). VEDI ANCHE 185.10.

Fotografie (647 immagini): Costruzione dei terminali del Pacifico del Canale di Panama, opere di diga est, Cristobal Coaling Plant Works e funzionamento delle gru galleggianti, 1911-16 (HR). VEDERE ANCHE 185.13.

185.7 RECORD DEL CANALE DI PANAMA
1851-1960 (in serie 1904-60)

Storia: Istituito sotto la direzione del Segretario alla Guerra, da EO 1885, 27 gennaio 1914, in vigore dal 1 aprile 1914, come governo permanente della Zona del Canale e come agenzia operativa per il Canale di Panama, sostituendo la seconda Commissione del Canale Istmico. Il Segretario dell'Esercito ha sostituito il Segretario della Guerra come agente di supervisione per gli Stati Uniti dall'EO 10101, 31 gennaio 1950. Con un atto del 26 settembre 1950 (64 Stat. 1038), in vigore dal 1 luglio 1951, il Canale di Panama è stato abolito , le sue funzioni di governo civile furono assegnate al governo della zona del canale e le sue funzioni operative furono trasferite alla Compagnia delle Ferrovie di Panama, rinominata Compagnia del Canale di Panama.

Registri testuali: Corrispondenza generale (Ufficio di Washington), 1904-49. Registri generali, 1914-60 (1.248 piedi). Indice del sistema di classificazione dei file, n.d., ai record generali, 1914-60. Schede di microfilm contenenti informazioni su record precedenti al 1914 che sono state ridisegnate secondo lo schema di file del 1921 ("Schede di rimozione dei file"), n.d. (5 rotoli). Documenti rimossi dalla corrispondenza generale della seconda Commissione del Canale Istmico e dai registri generali del Canale di Panama, 1904-60, e disposti in ordine alfabetico per nome del soggetto ("Alpha Files") o per nome dell'individuo ("99 Files"). Circolari dei governatori, 1914-51, con copia in microfilm (2 rotoli). Rapporti mensili delle unità operative, 1914-50. Rapporti annuali, 1914-50. Verbali di incontri tra i commissari panamensi e rappresentanti del Dipartimento di Stato relativi alla negoziazione del Trattato del 1936, 1934-36 e allegati verbali ai negoziati del Trattato del 1936, 1934-36. Registri della Joint Land Commission, 1851-1933. Rapporti del Third Locks Project, 1942-45 (ad Atlanta). Registri della Special Engineering Division (ad Atlanta), compresi i rapporti relativi al progetto Third Locks, memorandum di studio del canale istmico 1938-54, rapporto del 1940, preparato in conformità al Panama Canal Investigation Act (59 Stat. 663), 28 dicembre 1945 , sull'aumento della capacità e della sicurezza del canale, 1947 specifiche per la costruzione delle chiuse di New Gatun, 1941-43 e relazioni, documenti e atti da fonti esterne relativi al Canale di Panama, 1946-48.

Mappe (67 articoli): Mappe e piante delle chiuse dei canali, 1931. (6 articoli). Mappe e progetti dai file della Joint Land Commission, 1851-1933 (61 articoli). VEDI ANCHE 185.10.

Piani di Architettura e Ingegneria (17.225 articoli): Batteria Alexander MacKenzie, Balboa Heights, CZ, 1917 (18 articoli).Disegni di serrature, in folio, con rapporti di accompagnamento, 1943-44 (17.200 articoli, ad Atlanta). Third Locks Project, per accompagnare un rapporto (17 gennaio 1944) al Ministro della Guerra, 1943-44 (7 articoli, ad Atlanta). VEDI ANCHE 185.10.

Fotografie (14.898 immagini): Funzionamento e sviluppo della zona del Canale di Panama, 1938-60 (CZ, 7.800 immagini). Attività degli studi sul canale istmico. 1946-48 (ICS, 1.500 immagini). Progetti speciali ed eventi al Canale di Panama, 1906-60 (SP, 5.598 immagini). VEDERE ANCHE 185.13.

Fotografie (14.898 immagini): Funzionamento e sviluppo della zona del Canale di Panama, 1938-60 (CZ, 7.800 immagini). Attività degli studi sul canale istmico. 1946-48 (ICS, 1.500 immagini). Progetti speciali ed eventi al Canale di Panama, 1906-60 (SP, 5.598 immagini). VEDERE ANCHE 185.13.

Stampe fotografiche (10.625 immagini, ad Atlanta): Trasferimento di Gatun Locks, 1940-43 (1.125 immagini, ad Atlanta). Progetti di terze serrature, 1940-45 (TL, 9.500 immagini). VEDERE ANCHE 185.13.

Negativi fotografici (4.500 immagini): Progetti di terze chiuse, 1940-45 (TLN).

Registri correlati: Registrare copie delle pubblicazioni del Canale di Panama in RG 287, Pubblicazioni del governo degli Stati Uniti.

185.8 REGISTRI DEL GOVERNO DELLA ZONA DEL CANALE E DELLA COMPAGNIA DEI CANALI DI PANAMA
1904-84

Storia: Il governo della zona del canale e la compagnia ferroviaria di Panama, ribattezzata Compagnia del canale di Panama, designate rispettivamente come governo civile e agenzia operativa della zona del canale e del canale di Panama, in vigore dal 1 luglio 1951, con una legge del 26 settembre 1950 (64 Stat. 1038), in sostituzione del Canale di Panama. Sostituito dalla Commissione del Canale di Panama, 1979. VEDERE 185.1.

Registri testuali: Registri del consiglio di amministrazione della Compagnia del Canale di Panama, costituiti da verbali, trascrizioni e altri verbali delle riunioni, corrispondenza del 1948-78 e altri documenti relativi ai singoli membri del consiglio e alle operazioni della società, 1948-79 e documenti del bilancio e Comitato delle finanze, 1963-79. Copia su microfilm dell'indice dei soggetti, nd (19 rotoli), e un indice nome-soggetto, n.d. (10 rotoli), ai registri generali, 1904-79. Indice di classificazione dei soggetti, n.d., a documenti generali successivi al 1960. Corrispondenza generale (Washington Office), 1950-74. Corrispondenza personale dei successivi governatori della Zona del Canale di Panama, da George W. Goethals (1914-17) a Harold R. Parfitt (1975-79), compresi i documenti di Goethals come Ingegnere Capo e Presidente della seconda Commissione del Canale Istmico (1907-14), con cenni biografici e informazioni di fondo, 1907-81. Fascicoli misti relativi a lavoratori a contratto, 1905-37. Ordini generali, 1951-61, con copia in microfilm (1 rotolo). Disposizioni esecutive e fogli di trasmissione, 1951-66, con copia in microfilm (2 rotoli). Promemoria di pianificazione del canale istmico, 1947-67 (ad Atlanta). Studi sui canali, 1963-78 (ad Atlanta). Memorandum dell'Office of Interoceanic Canal Studies, 1952-71 (ad Atlanta). Schede di progetto di ampliamento del canale, 1948-69 (ad Atlanta). Corrispondenza relativa a studi su un nuovo canale di scavo nucleare, 1952-71 (ad Atlanta). Documenti di ingegneria del progetto del canale a livello del mare, 1960-72 (ad Atlanta). Registri dell'Ufficio del Segretario Esecutivo relativi ai negoziati per il Trattato del 1955, 1953-55. Documenti relativi alle indagini dell'Organizzazione degli Stati americani (OAS) e della Commissione internazionale dei giuristi (ICJ) sui disordini della Zona del Canale del gennaio 1964, compresa la corrispondenza generale, i rapporti e le trascrizioni delle udienze, 1964 e (ad Atlanta) segregati politicamente corrispondenza e presentazioni sensibili prima dell'OAS e dell'ICJ, 1964. Rapporti mensili delle unità operative del governo della zona del canale e della compagnia del canale di Panama, 1951-60. Rapporti annuali del governo della zona del canale e della compagnia del canale di Panama, 1951-1959. Risoluzione che istituisce la Compagnia del Canale di Panama, 1952. Registri del Consiglio di registrazione della zona del canale, 1954-80. File del contratto del sistema di controllo del traffico marittimo, 1961-77 (ad Atlanta). Carte di firma notarile, 1922-82, con copia in microfilm (1 rotolo). Ritagli di stampa, 1963-64 (ad Atlanta). Copie in microfilm dei verbali alla lavagna della Compagnia del Canale di Panama, 1951-69 (3 rotoli) e verbali integrali, 1952-68 (3 rotoli). Registri generali dell'Ospedale di Palo Seco (Lebbrosario), 1907-62. Rapporti relativi ai lebbrosi, 1921-64. Corrispondenza varia relativa all'Ospedale di Palo Seco (Lebbrosario), 1916-71.

Mappe (1 articolo): Zona e dintorni del Canale di Panama, 1957. VEDERE ANCHE 185.10.

Mappe e grafici (20 articoli): Schemi di planimetrie e planimetrie per Battery Mackenzie, Fort Sherman, 1917-72 (19 articoli) e disegno intitolato "Plan de L'Hopital Central de Panama, 1881", presentato al sovrintendente dell'ospedale il 1 gennaio 1918 dal capo della sanità ufficiale (1 articolo).

Progetti di architettura e ingegneria (236 articoli): Scavi a Bas Obispan-San Luis Cascade Reaches, 1964 (235 elementi, ad Atlanta). Batteria Alexander MacKenzie, Balboa Heights, CZ, 1972 (1 oggetto). VEDI ANCHE 185.10.

Fotografie aeree (400 articoli, ad Atlanta): Canale di Panama, 1946. VEDERE ANCHE 185.10.

Film (30 bobine): Filmati documentari, 1956-79, inclusi disordini, 1959 e 1964, manifestazioni studentesche, 1976 e 1977 e visite del presidente Jimmy Carter, giugno 1978, e del vicepresidente Walter Mondale, settembre 1978.

Registrazioni audio (175 elementi): Udienze dell'OAS e della Corte Internazionale di Giustizia sulle rivolte della Zona del Canale (9 gennaio 1964), 1964 (29 articoli). Riunioni del Consiglio di amministrazione e dei comitati speciali della Commissione del Canale di Panama, 1978-84 (146 punti).

Registri correlati: Registri generali, "File alfa" e "File 99", 1951-60, sotto 185.7. Registrare copie delle pubblicazioni del governo della zona del canale e della compagnia del canale di Panama in RG 287, Pubblicazioni del governo degli Stati Uniti. Records of the Atlantic-Pacific Interoceanic Canal Study Commission, 1965-70, in RG 220, Records of Temporary Committees, Commissions, and Boards.

185.9 RECORD RELATIVI ALLE CONDIZIONI DI SALUTE NELLA ZONA DEL CANALE DI PANAMA
1883-1977

Registri testuali: Rapporti annuali dell'Ufficio sanitario, 1883-1977. Atti dell'Associazione medica della zona del canale, 1908-27.

185.10 SCHEDE CARTOGRAFICHE (GENERALI)
1870-1955

Mappe: Copie microfiche (105 mm) di mappe della Collezione Speciale Panama della Biblioteca e Museo della Zona del Canale, selezionate per illustrare la storia delle attività di rilevamento e costruzione del governo degli Stati Uniti, 1870-1955.

VEDI mappe UNDER 185.3, 185.4, 185.5.1, 185.5.2, 185.5.3, 185.5.4, 185.6, 185.7 e 185.8. VEDI Piani di Architettura e Ingegneria UNDER 185.7 e 185.8. VEDI Piani di Ingegneria UNDER 185.3. VEDI Fotografie Aeree UNDER 185.8.

185.11 IMMAGINI IN MOVIMENTO (GENERALI)

185.12 REGISTRAZIONI SONORE (GENERALE)

185.13 IMMAGINI FISSE (GENERALI)
1887-1979

Fotografie (18.794 immagini): Costruzione, funzionamento e storia del Canale di Panama, 1887-1940 (G, 10.000 immagini). Costruzione ed eventi cerimoniali della Panama Railroad Company/Panama Canal Company, 1937-60 (C, 6.585 immagini). Rivolte e manifestazioni nella zona del Canale di Panama e nella Repubblica di Panama, 1964-79 (PR, 2.209 immagini).

Stampe fotografiche (163 immagini): Rivolte studentesche nella zona del canale, Panama, 1964 (SR).

Stampe fotografiche panoramiche (4 immagini): Costruzione iniziale del Canale di Panama, ca. 1905 (P).

Diapositive (36 immagini): diapositive con lanterna in bianco e nero che mostrano viste di varie navi che hanno attraversato il Canale di Panama, tra cui una nave mercantile, la SS Marne, la nave gru Atlas e un lancio dell'esercito, il Gen. Morgan Lewis, ca. 1920-40 (LS).

VEDERE Fotografie UNDER 185.2 e 185.3. 185.6 e 185.8. VEDI Stampe fotografiche UNDER 185.7.

Nota bibliografica: versione web basata su Guide to Federal Records negli Archivi nazionali degli Stati Uniti. Compilato da Robert B. Matchette et al. Washington, DC: National Archives and Records Administration, 1995.
3 volumi, 2428 pagine.

Questa versione Web viene aggiornata di volta in volta per includere i record elaborati dal 1995.


6 famosi falsi letterari e come sono stati scoperti

Quasi tutti a un certo punto hanno gettato uno sguardo oltre la spalla del loro compagno di classe, e forse hanno ceduto alla tentazione di copiare una risposta. o un intero paragrafo. E mentre prendi in prestito le parole di un'altra persona e le spaccia per tue, non lo è mai Giusto, alcune persone hanno portato quel concetto a un altro livello di errore. Ecco sei dei falsi letterari più famosi che fanno sembrare il furto di una o due risposte un comportamento assolutamente innocente.

6: I falsi di Lee Israel

Chiunque abbia visto la svolta drammatica di Melissa McCarthy in "Can You Ever Forgive Me?" del 2019 ha familiarità con il nome Lee Israel. Il film era basato sull'omonimo libro di memorie di Israel, che raccontava il furto e la falsificazione di circa 400 lettere di personaggi come Dorothy Parker ed Ernest Hemingway. Mentre Israel ha visto un certo successo come biografa negli anni '70 e '80, la sua carriera si è bloccata dopo il flop del suo terzo libro.

Mentre lottava per pagare le bollette, Israel è entrata in possesso di alcune lettere dell'attrice Fanny Brice. Li ha venduti per $ 40 ciascuno e poi ha capito quanto sarebbe stato facile alterare le lettere per renderle più succose e più preziose. Ha fatto proprio questo, e poi è passata alla falsificazione totale, usando vecchie macchine da scrivere per comporre corrispondenza interamente falsa da personaggi famosi. "Ho inventato un'intera storia di merda sul cugino che è morto e mi ha lasciato queste meravigliose lettere", ha detto Israel in seguito a NPR. "Non ho mai dovuto spiegare"

Alla fine smise di vendere lettere, ma poi passò a rubare lettere dagli archivi della biblioteca, sostituendole con la sua replica accuratamente realizzata e vendendo l'originale rubato a collezionisti privati. Non è stato fino a quando il commerciante di autografi David H. Lowenherz ha appreso che la lettera di Ernest Hemmingway che aveva acquistato era in realtà parte della collezione della Columbia University che il piano di Israele è stato scoperto. L'FBI ha scoperto il resto dei falsi dello scrittore e si è dichiarata colpevole di un'accusa di cospirazione per il trasporto di beni rubati nel commercio interstatale nel 1993. Israele è stato condannato a sei mesi di arresti domiciliari con cinque anni di libertà vigilata e mentre era in grado di lavorare ancora una volta come autrice ed editore, ha detto, "Considero ancora le lettere come il mio miglior lavoro"

5: Il diario di Jack lo Squartatore

Nel 1888, un serial killer uccise brutalmente cinque donne londinesi e, sebbene l'autore non fu mai identificato o catturato, il pubblico iniziò a conoscerlo come Jack lo Squartatore. Più di cento anni dopo, un commerciante di rottami metallici di Liverpool di nome Michael Barrett ha prodotto un diario del commerciante di cotone di Liverpool James Maybrick che era morto nel 1889, presumibilmente per mano di sua moglie. Il diario conteneva dettagli espliciti sugli omicidi di cinque donne e il passaggio, "Io do il mio nome che tutti sanno di me, così la storia dice, cosa può fare l'amore a un uomo gentile nato. Distinti saluti, Jack lo Squartatore."

Naturalmente per un secolo c'erano state speculazioni sulla vera identità del famigerato assassino, ma Maybrick non era mai stato sulla lista. Quando Barrett ha presentato la rivista, molti storici hanno creduto che avesse certamente il potenziale per essere genuina. Ma poi Barrett ha confessato di averlo falsificato. e poi ha ritrattato la confessione. La storia è diventata ancora più confusa quando la ex moglie di Barrett ha affermato che la sua famiglia era in possesso del diario da decenni. Stranamente, non è ancora noto se i diari di Maybrick siano legittimi e/o se Maybrick fosse Jack lo Squartatore. Gli esperti ora ritengono che la maggior parte delle descrizioni dei reati siano state prese dai resoconti della stampa e contengano molti dei dettagli che sono stati pubblicizzati e in seguito si sono rivelati imprecisi.

4: I Protocolli dei Savi di Sion

Pubblicati nella Russia del XIX secolo, i "Protocolli dei Savi di Sion" affermavano di contenere i verbali di 24 "incontri segreti" tenuti da saggi ebrei che tramavano per prendere il controllo del mondo. I testi contengono di tutto, dalle descrizioni del futuro Stato universale alle critiche al liberalismo e altro, ma le cronache sono completamente false. Successivamente rivelato essere opera di Pierre Ivanovitch Ratchkovsky, capo di una sezione della polizia segreta dello zar, i Protocolli sono stati apparentemente scritti per dipingere gli ebrei come un capro espiatorio nella Russia già fortemente antisemita, dove i disordini dei cittadini stavano minacciando il regime zarista .

Ratchkovsky affermò di aver scoperto i Protocolli e poi li consegnò allo scrittore russo Sergey Nilus che li pubblicò nel 1903 in una rivista nazionalista. Il Times di Londra scrisse un articolo positivo sui testi nel 1920, ma ritirò il supporto un anno dopo quando il corrispondente Philip Graves li scoprì essere una fabbricazione, plagiando sezioni di un libro del 1864 su Napoleone III e 160 passaggi dal "Dialogo all'inferno tra Machiavelli". e Montesquieu." Nel 1935, ulteriori conferme dell'illegittimità del manoscritto vennero alla luce quando la Federazione delle comunità ebraiche in Svizzera fece causa a un gruppo locale filo-nazista per averne distribuito copie e testimoni russi testimoniarono che Ratchkovsky li aveva falsificati.

I Protocolli si trovano ancora oggi in circolazione, usati come propaganda da estremisti di destra e gruppi di odio antisemita.

3: L'autobiografia di Howard Hughes di Clifford Irving

Dopo aver letto un articolo di Newsweek del 1970 su Howard Hughes intitolato "Il caso del miliardario invisibile", Clifford Irving ebbe un'idea: perché non scrivere un'autobiografia totalmente falsa dell'affascinante personaggio? All'epoca, Hughes si era nascosto a Paradise Island alle Bahamas e Irving era affascinato dalla sua eccentricità. Per non parlare del fatto che Irving era una specie di esperto di falsificazioni, avendo appena scritto il libro di memorie "Fake!: The Story of Elmyr de Hory, il più grande falsario d'arte del nostro tempo".

Attingendo alla sua conoscenza esperta, Irving studiò attentamente una lettera di Hughes che era stata ristampata nell'articolo di Newsweek e iniziò a scrivere lettere del miliardario. Ha detto al suo editore di aver stretto una stretta amicizia con Hughes e di incontrarlo nel paradiso tropicale, contando sul fatto che Hughes era così anti-attenzione, che non avrebbe mai confutato le affermazioni. Il piano ha funzionato: Irving ha ottenuto un anticipo di $ 750.000 per "autobiografia" di Hughes, ha ricevuto $ 250.000 dalla rivista Life per i diritti seriali e altri $ 400.000 da Dell per i diritti tascabili. Irving ha fatto un grande tour mediatico e, a tutti gli effetti, la sua storia sembrava essere verificata, fino a quando Hughes non si è fatto avanti.

Nel 1971, il miliardario solitario negò con veemenza di conoscere Irving e poco dopo, gli investigatori bancari svizzeri arrestarono Irving e sua moglie per il possesso di un conto bancario intestato a "H.R. Hughes." Un anno dopo, la coppia si dichiarò colpevole di cospirazione nella corte federale e nella corte statale, insieme all'assistente di ricerca di Irving, Richard Suskind, che si dichiarò colpevole di cospirazione e furto aggravato. Irving ha scontato 17 mesi di una condanna a due anni e mezzo. Vedendo un'opportunità per più fama, lui e Suskind pubblicarono il libro "Clifford Irving: What Really Happened" quell'anno (in seguito fu ristampato come "The Hoax").

"Se ci fossi riuscito, nessuno si sarebbe fatto male", ha detto al lavoro di riferimento Contemporary Authors. "Se dovessi rifare tutto da capo, lo rifarei, con una differenza. Ci riuscirei."

2: I diari di Hitler di Konrad Kujau

Quando il settimanale tedesco Stern e il quotidiano britannico The Sunday Times pubblicarono estratti dai presunti diari privati ​​di Adolph Hitler nel 1983, la gente iniziò rapidamente a mettere in dubbio la loro autenticità. Lo storico britannico Hugh Trevor-Roper aveva letto i diari prima che fossero pubblicati, ma il giorno dopo disse di aver "frainteso la natura del loro approvvigionamento". Poco dopo, il governo della Germania occidentale eseguì test chimici sui documenti e li dichiarò falsi totali, presumibilmente basato sul libro "Hitler: Speeches and Proclamations - 1932-1945".

Allora chi c'era dietro l'inganno? Un giornalista della Germania occidentale che aveva esposto i "diari" ha puntato il dito contro un commerciante di memorabilia nazista di nome Konrad Kujau. Il trafficante fu arrestato e, nel 1985, Kujau fu riconosciuto colpevole di frode e condannato a quattro anni e mezzo di carcere, ma rilasciato dopo soli tre anni.

1: "Vortigern e Rowena" di "William Shakespeare", alias William-Henry Ireland

Nel 1795, William-Henry Ireland, un impiegato legale diciannovenne, decise che sarebbe stata una buona idea fabbricare una sfilza di documenti shakespeariani, tra cui lettere, disegni, poesie e, soprattutto, un'intera opera teatrale che intitolò "Vortigern". e Rowena." Quando ha detto a studiosi e antiquari londinesi di essersi imbattuto accidentalmente in documenti che sembravano scritti da William Shakespeare, gli hanno creduto. È iniziato quando l'aspirante scrittore e notoriamente povero studente voleva impressionare suo padre. Si esercitò a tracciare la famosa firma di Shakespeare e alla fine la scarabocchiò su un pezzo di pergamena bianco, che trasmise a suo padre come un atto autentico che aveva scoperto in casa.

Secondo la rivista Smithsonian, l'Irlanda era entusiasta dell'inganno che era riuscito a mettere in atto. "Diverse persone mi hanno detto che ovunque sia stato trovato, ci devono essere senza dubbio tutti i manoscritti di Shakspeare [sic] così a lungo e invano cercati", scrisse due anni dopo. Una volta capito che poteva ingannare tutti con le sue presunte scoperte, ha puntato in alto, scrivendo un'intera commedia su un re inglese del V secolo di nome Vorigern e l'oggetto del suo affetto, Rowena. I fan di Shakespeare erano così entusiasti di avere un pezzo appena scoperto dell'opera del Bardo, che potrebbero aver trascurato come, beh, spento la scrittura era. E l'Irlanda ha persino cercato di coprire le sue tracce, falsificando una lettera che spiegava perché Shakespeare aveva presumibilmente nascosto l'opera teatrale, affermando che lo considerava il suo più grande successo e voleva più di quanto la tipografia fosse disposta a pagarlo per questo.

"William Henry Ireland era conosciuto come il 'secondo Chatterton', poiché, come Thomas Chatterton, era un adolescente precoce e un falsario letterario, sebbene gli manchi l'indubbio genio di Chatterton", afferma il professore di inglese dell'Università di Exeter Nick Groom in uno scambio di e-mail. "L'Irlanda ha forgiato le carte di William Shakespeare - non solo bozze di opere teatrali come "Re Lear" e "Amleto", ma documenti legali, lettere d'amore (inclusa una ciocca di capelli di Shakespeare) e persino opere completamente nuove."

Alla fine, il drammaturgo Richard Brinsley Sheridan ha letto alcune pagine di "Vortigern e Rowena" e ha colto la falsità. E dopo che il padre dell'Irlanda pubblicò un volume dei cosiddetti giornali shakespeariani, Edmond Malone, un rinomato esperto dell'autore, pubblicò la sua denuncia, definendola una "frode goffa e audace". Quando un teatro locale mise in scena una produzione del gioco , la folla finì per ridere di molte delle linee, ne seguirono fischi, e anche una rissa scoppiò nella fossa. Le recensioni non sono state sorprendentemente gentili. L'Irlanda ha confessato, ma non ha mai subito punizioni legali per il suo falso.

"Sebbene ci fossero molti credenti impegnati, gran parte del suo lavoro rasenta l'assurdo e la commedia 'Vortigern' è stata urlata dal palco quando è stata eseguita", dice Groom.


Operazioni segrete

Il 17 maggio, un pubblico in giacca e cravatta al Metropolitan Opera House ha applaudito mentre un miliardario alto e dall'aspetto gioviale è salito sul palco. Era il settantesimo gala di primavera annuale dell'American Ballet Theatre, e David H. Koch veniva celebrato per la sua generosità come membro del consiglio di amministrazione che aveva recentemente donato 2,5 milioni di dollari per la prossima stagione della compagnia, e prima di allora aveva dato molti milioni . Koch ha ricevuto un premio mentre era affiancato da due dei co-presidenti del gala, Blaine Trump, in un abito color pesca, e Caroline Kennedy Schlossberg, in verde smeraldo. La madre di Kennedy, Jacqueline Kennedy Onassis, era stata una mecenate del balletto e, guarda caso, la precedente proprietaria di un appartamento sulla Fifth Avenue che Koch aveva comprato, nel 1995, e poi venduto, undici anni dopo, per trentadue milioni di dollari, avendo trovato troppo piccolo.

Il gala ha segnato l'ascesa sociale di Koch, che, all'età di settant'anni, è diventato uno dei più importanti filantropi della città. Nel 2008, ha donato cento milioni di dollari per modernizzare l'edificio del New York State Theatre del Lincoln Center, che ora porta il suo nome. Ha donato venti milioni all'American Museum of Natural History, la cui ala di dinosauro prende il nome da lui. Questa primavera, dopo aver notato lo stato decrepito delle fontane fuori dal Metropolitan Museum of Art, Koch ha promesso almeno dieci milioni di dollari per la loro ristrutturazione. È un fiduciario del museo, forse il premio sociale più ambito della città, e fa parte del consiglio di amministrazione del Memorial Sloan-Kettering Cancer Center, dove, dopo aver donato più di quaranta milioni di dollari, una sedia dotata e un centro di ricerca sono stati chiamato per lui.

Un dignitario era assente dal gala: il terzo copresidente onorario dell'evento, Michelle Obama. Il suo ufficio ha detto che un conflitto di programmazione le aveva impedito di partecipare. Tuttavia, se la First Lady avesse condiviso il palco con Koch, avrebbe potuto creare un imbarazzante tableau. A Washington, Koch è meglio conosciuto come parte di una famiglia che ha ripetutamente finanziato attacchi furtivi al governo federale, e in particolare all'amministrazione Obama.

Insieme al fratello Charles, che ha settantaquattro anni, David Koch possiede praticamente tutta la Koch Industries, un conglomerato con sede a Wichita, Kansas, i cui ricavi annuali sono stimati in cento miliardi di dollari. L'azienda è cresciuta in modo spettacolare da quando il padre, Fred, è morto, nel 1967, e i fratelli hanno preso il comando. I Koch gestiscono raffinerie di petrolio in Alaska, Texas e Minnesota e controllano circa quattromila miglia di oleodotti. Koch Industries possiede asciugamani di carta Brawny, tazze Dixie, legname della Georgia-Pacifico, moquette Stainmaster e Lycra, tra gli altri prodotti. Forbes la classifica come la seconda più grande azienda privata del paese, dopo Cargill, e la sua consistente redditività ha fatto di David e Charles Koch, che anni fa hanno rilevato altri due fratelli, tra gli uomini più ricchi d'America. La loro fortuna combinata di trentacinque miliardi di dollari è superata solo da quella di Bill Gates e Warren Buffett.

I Koch sono libertari di lunga data che credono in tasse personali e aziendali drasticamente più basse, servizi sociali minimi per i bisognosi e molta meno supervisione dell'industria, in particolare della regolamentazione ambientale. Queste opinioni combaciano con gli interessi aziendali dei fratelli. In uno studio pubblicato questa primavera, l'Università del Massachusetts presso il Political Economy Research Institute di Amherst ha nominato Koch Industries uno dei primi dieci inquinatori dell'aria negli Stati Uniti. E Greenpeace ha pubblicato un rapporto che identifica l'azienda come "perno della negazione della scienza del clima". Il rapporto ha mostrato che, dal 2005 al 2008, i Koch hanno ampiamente superato ExxonMobil nel dare soldi alle organizzazioni che combattono la legislazione relativa al cambiamento climatico, sottoscrivendo un'enorme rete di fondazioni, gruppi di riflessione e gruppi di facciata politica. In effetti, i fratelli hanno finanziato campagne di opposizione contro così tante politiche dell'amministrazione Obama - dalla riforma sanitaria al programma di stimolo economico - che, negli ambienti politici, la loro rete ideologica è conosciuta come il Kochtopus.

In una dichiarazione, Koch Industries ha affermato che il rapporto di Greenpeace "distorce il registro ambientale delle nostre aziende". E David Koch, in un recente, ammirato articolo su di lui in New York, ha protestato che la "stampa radicale" aveva trasformato la sua famiglia in "fischietti" e aveva esagerato la sua influenza sulla politica americana. Ma Charles Lewis, il fondatore del Center for Public Integrity, un gruppo di controllo apartitico, ha dichiarato: "I Koch sono su un livello completamente diverso. Non c'è nessun altro che abbia speso così tanti soldi. La pura dimensione di esso è ciò che li distingue. Hanno un modello di violazione della legge, manipolazione politica e offuscamento. Sono stato a Washington dal Watergate e non ho mai visto niente di simile. Sono la Standard Oil dei nostri tempi”.

Poche settimane dopo il gala del Lincoln Center, l'ala di advocacy della Americans for Prosperity Foundation, un'organizzazione fondata da David Koch, nel 2004, ha tenuto un diverso tipo di riunione. Durante il fine settimana del 4 luglio, nella fredda sala da ballo di un hotel di Austin si è svolto un summit chiamato Texas Defending the American Dream. Sebbene Koch promuova liberamente le sue iniziative filantropiche, non ha partecipato al vertice e il suo nome non era in evidenza. E in questa occasione il pubblico è stato svegliato non da uno spettacolo di danza, ma da una serie di oratori che hanno denunciato il presidente Barack Obama. Peggy Venable, l'organizzatrice del vertice, ha avvertito che i funzionari dell'amministrazione "hanno una visione socialista per questo paese".

Cinquecento persone hanno partecipato al vertice, che è servito, in parte, come sessione di formazione per gli attivisti del Tea Party in Texas. Una pubblicità ha lanciato l'evento come una rivolta populista contro il potere aziendale acquisito. "Oggi, le voci degli americani medi vengono soffocate da lobbisti e interessi speciali", ha affermato. "Ma puoi fare qualcosa al riguardo." Il pitch non ha fatto menzione dei suoi finanziatori aziendali. La Casa Bianca ha espresso frustrazione per il fatto che tali sponsor abbiano ampiamente eluso l'attenzione pubblica. David Axelrod, consigliere senior di Obama, ha dichiarato: "Quello che non dicono è che, in parte, questo è un movimento di cittadini di base portato da un gruppo di miliardari del petrolio".

Nell'aprile 2009, Melissa Cohlmia, una portavoce dell'azienda, ha negato che i Koch avessero legami diretti con il Tea Party, affermando che Americans for Prosperity è "un'organizzazione indipendente e le società Koch non dirigono in alcun modo le loro attività". Successivamente, ha rilasciato una dichiarazione: "Nessun finanziamento è stato fornito dalle società Koch, dalle fondazioni Koch, o da Charles Koch o David Koch specificamente per sostenere i tea party". David Koch ha detto New York, “Non sono mai stato a un tea party. Nessuno che rappresenti il ​​tea party si è mai nemmeno avvicinato a me".

Al leggio di Austin, tuttavia, Venable, un agente politico di lunga data che riceve uno stipendio dagli americani per la prosperità e che ha lavorato per gruppi politici finanziati da Koch dal 1994, ha parlato con meno cautela. "Amiamo quello che stanno facendo i Tea Party, perché è così che ci riprenderemo l'America!" dichiarò, mentre la folla applaudiva. In una successiva intervista, si è descritta come una dei primi membri del movimento, scherzando: "Ho fatto parte del Tea Party prima che fosse bello!" Ha spiegato che il ruolo di Americans for Prosperity era quello di aiutare a "educare" gli attivisti del Tea Party sui dettagli politici e di fornire loro "l'addestramento successivo" dopo i loro raduni, in modo che la loro energia politica potesse essere incanalata "in modo più efficace". E ha notato che Americans for Prosperity ha fornito agli attivisti del Tea Party elenchi di funzionari eletti da prendere di mira. Ha detto dei Koch: "Sono certamente la nostra gente. David è il presidente del nostro consiglio. Li ho sicuramente incontrati e apprezzo molto quello che fanno".

Venable ha onorato diversi "leader cittadini" del Tea Party al vertice. La filiale texana di Americans for Prosperity ha assegnato il premio Blogger of the Year a una giovane donna di nome Sibyl West. Il 14 giugno, West, scrivendo sul suo sito, ha descritto Obama come il "capo cocainomane". In un thread online, West ha ipotizzato che il presidente stesse manifestando sintomi di "possesso demoniaco (noto anche come schizofrenia, ecc.)". Il summit ha visto la partecipazione di diversi oratori pagati, tra cui Janine Turner, l'attrice nota per il suo ruolo nella serie televisiva "Northern Exposure". Ha dichiarato: “Non vogliono che i nostri figli sappiano dei loro diritti. Non vogliono che i nostri figli sappiano di un Dio!”

Durante un pranzo con catering, Venable ha presentato Ted Cruz, un ex procuratore generale del Texas, che ha detto alla folla che Obama era "il presidente più radicale che abbia mai occupato lo Studio Ovale" e aveva nascosto agli elettori un'agenda segreta: "il governo che prendeva sulla nostra economia e sulle nostre vite”. Contrastare Obama, ha proclamato Cruz, è stata "la lotta epica della nostra generazione!" Mentre la folla si alzava in piedi e applaudiva, ha citato le parole di sfida di un texano ad Alamo: "Vittoria o morte!"

Americans for Prosperity ha lavorato a stretto contatto con il Tea Party sin dall'inizio del movimento. Nelle settimane precedenti le prime proteste del Tax Day, nell'aprile 2009, Americans for Prosperity ha ospitato un sito Web che offre ai sostenitori "Punti di discussione per il Tea Party". Il ramo dell'Arizona ha esortato le persone a inviare bustine di tè a Obama, il ramo del Missouri ha esortato i membri a iscriversi alla "Registrazione del contribuente del tè" e ha fornito indicazioni per nove proteste. Il gruppo continua ad alimentare la ribellione. La filiale del North Carolina ha recentemente lanciato un sito Web "Tea Party Finder", pubblicizzato come "un hub per tutti i Tea Party in North Carolina".

Il fervore antigovernativo che ha infuso le elezioni del 2010 rappresenta un trionfo politico per i Koch. Donando soldi per "educare", finanziare e organizzare i manifestanti del Tea Party, hanno contribuito a trasformare la loro agenda privata in un movimento di massa. Bruce Bartlett, economista conservatore e storico, che una volta ha lavorato presso il National Center for Policy Analysis, un think tank con sede a Dallas che il Kochs finanzia, ha detto: "Il problema con l'intero movimento libertario è che sono stati tutti capi e nessun indiani. Non ci sono state persone reali, come gli elettori, a cui frega un cazzo. Quindi il problema per i Kochs è stato quello di creare un movimento”. Con l'emergere del Tea Party, ha detto, "tutti vedono improvvisamente che per la prima volta ci sono indiani là fuori, persone che possono fornire un vero potere ideologico". I Koch, ha detto, stanno "cercando di modellare, controllare e incanalare la rivolta populista nelle proprie politiche".

Un consulente della campagna repubblicana che ha svolto ricerche per conto di Charles e David Koch ha detto del Tea Party: “I fratelli Koch hanno dato i soldi che lo hanno fondato. È come se mettessero i semi nel terreno. Poi arriva il temporale e le rane escono dal fango e sono le nostre candidate!»

I Koch e i loro agenti politici hanno rifiutato le richieste di interviste. Invece, un importante dirigente delle pubbliche relazioni di New York che è vicino ai Koch ha presentato due amici: George Pataki, l'ex governatore di New York, e Mortimer Zuckerman, l'editore e magnate immobiliare. Pataki, un repubblicano che ha ricevuto donazioni per la campagna da David Koch, lo ha definito "un patriota che tiene profondamente al suo paese". Zuckerman ha elogiato la "gentile decenza" di David e la "gamma dei suoi interessi pubblici".

Il consulente della campagna repubblicana ha detto delle attività politiche della famiglia: "Chiamarli sotto il radar è un eufemismo. Sono sotterranei!” Un altro ex consigliere di Koch ha detto: "Sono intelligenti. Questa roba di destra e redneck funziona per loro. Lo vedono come un modo per fare le cose senza sporcarsi da soli". Rob Stein, uno stratega politico democratico che ha studiato le finanze del movimento conservatore, ha affermato che i Koch sono "l'epicentro del movimento anti-Obama. Ma non si tratta solo di Obama. Avrebbero fatto lo stesso con Hillary Clinton. Hanno fatto lo stesso con Bill Clinton. Vogliono distruggere il progressismo".

“Sei depresso? La mia depressione fa sembrare la tua depressione euforia".

Abbastanza stranamente, la famiglia Koch, fieramente capitalista, deve parte della sua fortuna a Joseph Stalin. Fred Koch era il figlio di un tipografo olandese che si stabilì in Texas e gestiva un settimanale. Fred ha frequentato il M.I.T., dove ha conseguito una laurea in ingegneria chimica. Nel 1927 inventò un processo più efficiente per convertire il petrolio in benzina, ma, secondo la tradizione familiare, le principali compagnie petrolifere americane lo consideravano una minaccia e lo escludevano dal settore. Incapace di avere successo a casa, Koch trovò lavoro in Unione Sovietica. Negli anni Trenta, la sua compagnia formò ingegneri bolscevichi e aiutò il regime di Stalin a creare quindici moderne raffinerie di petrolio. Nel corso del tempo, tuttavia, Stalin eliminò brutalmente molti dei colleghi sovietici di Koch. Koch fu profondamente colpito dall'esperienza e si pentì della sua collaborazione. Tornò negli Stati Uniti. Nella sede della sua società, Rock Island Oil & Refining, a Wichita, conservava fotografie volte a dimostrare che alcune di quelle raffinerie sovietiche erano state distrutte durante la seconda guerra mondiale. Gus diZerega, un ex amico di Charles Koch, ha ricordato: “Quando i sovietici diventarono una potenza militare più forte, Fred si sentì in colpa per aver contribuito a costruirli. Penso che gli abbia dato molto fastidio".

Nel 1958, Fred Koch divenne uno dei membri originali della John Birch Society, il gruppo arciconservatore noto, in parte, per una visione altamente scettica del governo e per aver diffuso i timori di un'acquisizione comunista. I membri consideravano il presidente Dwight D. Eisenhower un agente comunista. In una bordata autopubblicata, Koch ha affermato che "i comunisti si sono infiltrati sia nel partito democratico che in quello repubblicano". Scrisse con ammirazione della soppressione dei comunisti in Italia da parte di Benito Mussolini e con disprezzo del movimento americano per i diritti civili. "L'uomo di colore incombe nel piano comunista di conquistare l'America", ha avvertito. Il benessere era un complotto segreto per attirare i neri rurali nelle città, dove avrebbero fomentato "una feroce guerra razziale". In un discorso del 1963 che prefigura il discorso del Tea Party su un complotto socialista segreto, Koch predisse che i comunisti "si sarebbero infiltrati nelle più alte cariche di governo negli Stati Uniti finché il presidente non fosse stato un comunista, sconosciuto al resto di noi".

Koch sposò Mary Robinson, figlia di un medico del Missouri, ed ebbero quattro figli: Freddie, Charles e i gemelli David e William. John Damgard, il presidente della Futures Industry Association, era compagno di scuola e amico di David. Ha ricordato che Fred Koch era "un vero tipo di John Wayne". Koch ha enfatizzato le attività difficili, portando i suoi figli a cacciare la grossa selvaggina in Africa e chiedendo loro di fare i lavori agricoli nel ranch di famiglia. I Koch vivevano in una villa di pietra in un grande complesso di fronte al country club di Wichita in estate, i ragazzi potevano sentire i loro amici sguazzare nella piscina, ma non potevano unirsi a loro. "Instillando in me un'etica del lavoro in tenera età, mio ​​padre mi ha fatto un grande favore, anche se all'epoca non sembrava un favore", ha scritto Charles. "Quando avevo otto anni, si assicurava che il lavoro occupasse la maggior parte del mio tempo libero". David Koch ha ricordato che anche suo padre ha indottrinato politicamente i ragazzi. "Parlava costantemente a noi bambini di cosa c'era di sbagliato nel governo", ha detto a Brian Doherty, un editore della rivista libertaria Motivo, e l'autore di "Radicals for Capitalism", una storia del 2007 del movimento libertario. "È qualcosa con cui sono cresciuto: un punto di vista fondamentale secondo cui il grande governo era cattivo e l'imposizione di controlli governativi sulle nostre vite e sulle nostre fortune economiche non era buona".

David frequentò la Deerfield Academy, nel Massachusetts, e Charles fu mandato alla scuola militare. Charles, David e William hanno tutti conseguito una laurea in ingegneria presso l'alma mater del padre, M.I.T., e in seguito si sono uniti all'azienda di famiglia. Charles alla fine assunse il controllo, con David poiché la carriera del suo vice William presso l'azienda ebbe meno successo. Freddie è andato ad Harvard e ha studiato drammaturgia alla Yale School of Drama. Secondo quanto riferito, suo padre lo disapprovava e lo puniva finanziariamente. (Freddie, attraverso un portavoce, ha negato questo.)

Nel 1967, dopo la morte di Fred Koch, per un attacco di cuore, Charles ribattezzò l'azienda Koch Industries, in onore di suo padre. La volontà di Fred Koch ha reso i suoi figli straordinariamente ricchi. David Koch ha scherzato sulla sua fortuna in un discorso del 2003 agli ex studenti a Deerfield, dove, dopo aver promesso venticinque milioni di dollari, è stato nominato l'unico "fiduciario a vita" della scuola. Ha detto: “Potresti chiedere: come fa David Koch ad avere la ricchezza per essere così generoso? Bene, lascia che ti racconti una storia. Tutto è iniziato quando ero un ragazzino. Un giorno mio padre mi ha regalato una mela. Presto l'ho venduto per cinque dollari, ho comprato due mele e le ho vendute per dieci. Poi ho comprato quattro mele e le ho vendute per venti. Bene, questo è andato avanti giorno dopo giorno, settimana dopo settimana, mese dopo mese, anno dopo anno, finché mio padre è morto e mi ha lasciato trecento milioni di dollari!"

David e Charles avevano assorbito la politica conservatrice del padre, ma non condividevano tutte le sue opinioni, secondo diZerega, che fece amicizia con Charles a metà degli anni Sessanta, dopo averlo incontrato mentre curiosava in una libreria della John Birch Society a Wichita. Charles alla fine lo invitò alla villa dei Koch, per partecipare a un gruppo informale di discussione politica. "Era abbastanza chiaro che Charles pensava che parte della Birch Society fosse una stronzata", ha ricordato diZerega.

DiZerega, che ha perso il contatto con Charles, alla fine ha abbandonato le idee di destra ed è diventato un professore di scienze politiche. Egli attribuisce a Charles l'apertura della sua mente alla filosofia politica, che lo ha portato sulla strada del mondo accademico Charles è una delle tre persone a cui ha dedicato il suo primo libro. Ma diZerega crede che i fratelli Koch abbiano seguito una traiettoria intellettuale ribelle, trasferendo la paranoia del padre sul comunismo sovietico in una sfiducia nei confronti del governo degli Stati Uniti e vedendo la sua espansione, a partire dal New Deal, come una tirannica minaccia alla libertà. In un saggio, pubblicato su Beliefnet, diZerega scrive: “Come il socialismo di stato fallì. . . l'obiettivo per molti all'interno di queste organizzazioni si è spostato su qualsiasi tipo di regolamentazione. Il “socialismo” continuava a essere definito al ribasso”.

I membri della John Birch Society svilupparono un interesse per una scuola di economisti austriaci che promuovevano ideali di libero mercato. Charles e David Koch furono particolarmente influenzati dal lavoro di Friedrich von Hayek, l'autore di "The Road to Serfdom" (1944), che sosteneva che la pianificazione centralizzata del governo portasse, inesorabilmente, al totalitarismo. La fede di Hayek nel capitalismo sfrenato si è rivelata fonte di ispirazione per molti conservatori e ultimamente per i dissidenti antisovietici, i sostenitori del Tea Party hanno sostenuto il suo lavoro. A giugno, il presentatore della talk-radio Glenn Beck, che ha sostenuto la ribellione del Tea Party, ha promosso "The Road to Serfdom" nel suo show, il tascabile è presto diventato un best-seller n. 1 su Amazon. (Beck sembra essere un fan dei Kochs nel bel mezzo di una recente parodia in onda di Al Gore, Beck ha detto, senza spiegazioni, "Voglio ringraziare Charles Koch per queste informazioni". Beck ha rifiutato di approfondire la relazione. )

Charles e David divennero anche devoti di un pensatore più radicale, Robert LeFevre, che era favorevole all'abolizione dello stato ma non amava l'etichetta di "anarchico" e si definiva "autarchico". LeFevre amava dire che "il governo è una malattia mascherata da cura a sé stante". Nel 1956 aprì un'istituzione chiamata Freedom School, a Colorado Springs. Brian Doherty, of Motivo, mi ha detto che "LeFevre era una figura anarchica che ha conquistato il cuore di Charles" e che la scuola era "un minuscolo mondo di persone che pensavano che il New Deal fosse un orribile errore". Secondo diZerega, Charles ha sostenuto finanziariamente la scuola e gli ha persino dato soldi per prendere lezioni lì.

Durante gli anni settanta, Charles e David hanno continuato a costruire Koch Industries. Nel 1980, William, con l'assistenza di Freddie, tentò di rilevare l'azienda da Charles, che, a loro avviso, aveva assunto il controllo autocratico. Per rappresaglia, il consiglio di amministrazione della società, che ha risposto a Charles, ha licenziato William. ("Charles gestisce tutto con il pugno di ferro", mi ha detto Bruce Bartlett, l'economista.) Sono state intentate azioni legali, con William e Freddie da una parte e Charles e David dall'altra. Nel 1983, Charles e David acquistarono la quota dei loro fratelli nella società per quasi un miliardo di dollari. Ma l'antagonismo è rimasto, e il contenzioso è continuato per altri diciassette anni, con i fratelli che hanno assunto investigatori privati ​​rivali nel 1990, si sono incrociati l'un l'altro con espressioni di pietra al funerale della madre. Alla fine, Freddie si è trasferito a Monaco, che non ha tasse sul reddito. Ha acquistato proprietà storiche in Francia, Austria e altrove, riempiendoli di opere d'arte, oggetti d'antiquariato, spartiti d'opera e manoscritti letterari. William ha fondato la sua compagnia energetica, Oxbow, e si è dedicato allo yachting, ha speso circa sessantacinque milioni di dollari per vincere l'America's Cup, nel 1992.


Interazioni con i lettori

Commenti

Se vuoi trasferirti in Inghilterra, fallo e basta! Che cosa state aspettando?!

Le attuali politiche del governo del Regno Unito ci impediscono di ottenere un visto a meno che tu non sia molto ricco.

Come sta venendo la tua domanda, Jonathan? Lo stesso vale per gli inglesi che vengono negli Stati Uniti, se non hai un lavoro in linea con un visto in atto o sei sposato con uno yankee, allora dimenticalo. Sono qui alla seconda opzione dopo aver incontrato mia moglie a Blighty mentre lavorava lì per un'azienda americana. Buona fortuna amico spero che vada a finire per te.


PBS sta rendendo disponibili gratuitamente a insegnanti e studenti diversi documentari su Ken Burns

Il regista vincitore dell'Emmy Award Ken Burns ha la reputazione di presentare al pubblico ritratti incredibilmente completi e dettagliati della storia americana, che coprono tutto, dal baseball al ponte di Brooklyn. I suoi documentari sono tanto informativi quanto avvincenti, e potresti andartene considerandoti un esperto non ufficiale su qualsiasi argomento a cui Burns presta il suo talento.

Ora, PBS LearningMedia sta portando lo spirito educativo di Burns a studenti e insegnanti costretti a casa in tutta la nazione con un nuovo hub digitale "Ken Burns in the Classroom", dove puoi guardare gratuitamente una serie di sue docuserie. Finora, l'elenco comprende Jazz (2001), I Roosevelt (2014), e college dietro le sbarre (2019), e ne includerà altri quattro entro la fine di aprile: 1990's La guerra civile, 2007 La guerra (sulla seconda guerra mondiale), 2009 Parchi nazionali: la migliore idea d'Americae del 2012 La ciotola della polvere.

"Abbiamo sentito forte e chiaro che gli insegnanti hanno bisogno di film completi per coinvolgere meglio gli studenti e allinearsi con il loro insegnamento durante questo periodo di apprendimento a distanza", ha affermato Ken Burns in una nota. "Abbiamo lavorato a stretto contatto con PBS per ottenere i diritti e confezionare questi film in modo che possano essere trasmessi in streaming e resi accessibili".

Oltre alle serie complete, l'hub ospita anche videoclip delle altre opere di Burns, che coprono argomenti come la guerra del Vietnam, le spedizioni di Lewis e Clark e altro, insieme a una vasta gamma di materiali supplementari e piani di lezione che gli insegnanti possono inviare ai loro studenti tramite Google Classroom o un'altra opzione "condividi" sul sito. Le risorse sono organizzate in due modi, per film e per epoca, in modo che gli educatori possano saltare direttamente a una sezione su, ad esempio, "The Industrial Age (1870-1900)" o vedere quali contenuti sono disponibili dalla docuserie di Burns del 2011 Divieto. L'hub resterà aperto fino al 30 giugno.

Per darci un altro modo per esplorare la storia dell'America attraverso il suo lavoro, Burns ha creato una pagina web separata gestita da PBS chiamata "Unum", in cui i videoclip e i supplementi sono suddivisi in diverse categorie, da temi come "Protesta, "Elezioni" e "Arte" a eventi specifici come la Grande Depressione e il Watergate.

Tutto considerato, sia Unum che "Ken Burns in the Classroom" sono meravigliose opportunità per espandere le tue conoscenze storiche, che tu sia uno studente, un insegnante o solo una persona curiosa.