Podcast di storia

Battle of the Bulge: Volume Three: The 3rd Fallschirmjager Division in Action, dicembre 1944-gennaio 1945, Hans Wijers

Battle of the Bulge: Volume Three: The 3rd Fallschirmjager Division in Action, dicembre 1944-gennaio 1945, Hans Wijers

Battle of the Bulge: Volume Three: The 3rd Fallschirmjäger Division in Action, dicembre 1944-gennaio 1945, Hans Wijers

Battle of the Bulge: Volume Three: The 3rd Fallschirmjäger Division in Action, dicembre 1944-gennaio 1945, Hans Wijers

Nonostante il titolo, il testo è molto equilibrato, con un altrettanto buon uso di fonti tedesche e americane. La 3a Divisione Fallschirmjäger ha affrontato più di un'unità americana durante i due mesi di battaglia e il libro copre tutti i suoi avversari (i primi due volumi di questa serie trattano argomenti geografici, e quindi prendono i loro titoli dai luoghi piuttosto che da uno delle unità coinvolte).

Sebbene ci sia la tendenza a presumere che le unità aviotrasportate fossero unità d'élite, non era così. La 3a Divisione Fallschirmjäger aveva subito perdite molto pesanti ed era stata ricostruita con personale Luftwaffe non necessario. Ha preso parte alla parte settentrionale dell'offensiva tedesca, dove le SS si sono comportate piuttosto male, interrompendo l'intero piano tedesco. Il 3° Fallschirmjäger fece alcuni progressi limitati all'inizio della battaglia, ma questo non fa parte della storia della corsa alla Mosa, e almeno metà del libro esamina i contrattacchi statunitensi, che lentamente spinsero indietro i paracadutisti tedeschi dalla loro posizione più posizioni avanzate.

Questo è un buon esempio di una storia di combattimento su piccola scala molto dettagliata, che utilizza testimonianze oculari di entrambe le parti per dipingere un quadro dei disperati combattimenti nelle Ardenne. Soffre di una mancanza di informazioni di base, specialmente all'inizio, dove la parte della divisione nel piano generale non è realmente spiegata. Potrebbe anche avere almeno una mappa panoramica per mostrare l'andamento della divisione e, idealmente, mappe più dettagliate per illustrare le singole battaglie.

Questo è un titolo piuttosto specialistico che sarà di valore per coloro che sono interessati alla Battaglia delle Ardenne o alle varie unità coinvolte nei combattimenti.

Capitoli
1 - Il 3a Divisione Fallschirmjäger
2 - La battaglia di Lanzerath, 16 dicembre 1944
3 - Honsfeld è preso da Surprise
4 - Operazioni del 16° Reggimento Fanteria
5 - Attacchi della 3 Divisione Fallschirmjäger
6 - L'attacco tedesco a Belair
7 - Resistenza per elementi di Fallschirmjäger-reggimento 9 a Faymonville
8 - Eventi nell'Area Operativa di Elementi di Fallschirmjäger-reggimento 5 e Fallschirmjäger-reggimento 8
9 - D-Day in Belgio, 13 gennaio 1945
10 - La battaglia per Bellevaux e Hedomont
11 - La battaglia per Huyer
12 - La battaglia per Thirimont
13 - Situazione della 30a divisione di fanteria
14 - Il secondo attacco a Thirimont
15 - Schiarimento collina 551
16 - La battaglia per Faymonville
17 - Attacco americano a Steinbach e Remonval
18 - Combattimenti pesanti per Schoppen
19 - L'attacco al bivio di Moresheck il 24 gennaio 1945
20 - Ritiro del 3a divisione Fallschirmjäger a una nuova linea di difesa
21 - Catturato!

Autore: Hans Wijers
Edizione: Brossura
Pagine: 320
Editore: Stackpole Books
Anno: 2014



Battle of the Bulge: The 3rd Fallschirmjager Division in Action, dicembre 1944-gennaio 1945 di Hans Wijers (brossura, 2014)

L'articolo nuovo di zecca, non utilizzato, non aperto e non danneggiato al prezzo più basso nella sua confezione originale (dove l'imballaggio è applicabile). L'imballaggio dovrebbe essere lo stesso di quello che si trova in un negozio al dettaglio, a meno che l'articolo non sia fatto a mano o sia stato confezionato dal produttore in un imballaggio non al dettaglio, come una scatola non stampata o un sacchetto di plastica. Vedere i dettagli per una descrizione aggiuntiva.

Cosa significa questo prezzo?

Questo è il prezzo (escluse le spese di spedizione e gestione) che un venditore ha fornito al quale lo stesso articolo, o uno che è quasi identico ad esso, viene offerto in vendita o è stato offerto in vendita nel recente passato. Il prezzo può essere il prezzo del venditore altrove o il prezzo di un altro venditore. L'importo e la percentuale "scontati" indicano semplicemente la differenza calcolata tra il prezzo dell'oggetto fornito dal venditore altrove e il prezzo del venditore su eBay. In caso di domande relative al prezzo e/o allo sconto offerti in un'inserzione particolare, contatta il venditore per quell'inserzione.


La 3rd Divisione Paracadutisti era una divisione aviotrasportata che combatté durante la seconda guerra mondiale. Si è formato durante il 1943-1944 attorno a un quadro composto dal veterano 3 ° battaglione, 1 ° reggimento paracadutisti. La Divisione era ben equipaggiata con 930 MG42. Ogni compagnia aveva 20 mitragliatrici MG 42 e 43 mitragliatrici mentre una squadra aveva 2 mitragliatrici MG42 e 5 mitragliatrici.

È arrivato in Normandia il 10 giugno, in camion dopo un viaggio notturno dalla Bretagna. Era al completo e consisteva di giovani volontari tedeschi e contava 15.976 soldati e ufficiali. Il suo livello di addestramento e gli eccellenti sistemi d'arma hanno spinto il comandante della 29a divisione di fanteria degli Stati Uniti a dire: "Quei tedeschi sono i migliori soldati dannati che abbia mai visto. Sono intelligenti e non sanno cosa significhi 'paura'. Vengono dentro e continuano a venire finché non finiscono il loro lavoro o li uccidi ". [4]

La divisione entrò in combattimento nel giugno 1944 in Normandia e inflisse pesanti perdite alle forze alleate che le si opponevano. Nominalmente, l'unità doveva essere motorizzata, ma a giugno non aveva ancora più del 40% del suo trasporto a motore autorizzato, anche dopo il sequestro di veicoli a civili francesi. Questo doveva avere un impatto quando si cercava di spostare la divisione verso il fronte dell'invasione.

Ad agosto è stato quasi distrutto da un massiccio bombardamento aereo nell'area di Falaise. Formata di nuovo in Belgio dalle sostituzioni del 22°, 51°, 53° reggimento Luftwaffe Field. Nel settembre 1944 combatté come parte del Kampfgruppe "Becker" nell'area di Arnhem prima di partecipare alla battaglia della foresta di Hürtgen. Si arrese nell'aprile 1945 alle truppe americane nella Ruhr. [5]


I paracadutisti di Hitler in Normandia: il II corpo paracadutisti tedesco nella battaglia per la Francia, 1944

Posta da Icona di culto » 22 ott 2019, 17:30

Re: I paracadutisti di Hitler in Normandia: il II corpo paracadutisti tedesco nella battaglia per la Francia, 1944

Posta da krichter33 » 23 ott 2019, 10:50

Re: I paracadutisti di Hitler in Normandia: il II corpo paracadutisti tedesco nella battaglia per la Francia, 1944

Posta da Icona di culto » 25 ott 2019, 15:16

hai altri preferiti di fine guerra 44-45 FJD?

Quello che mi ha colpito finora sono le fonti primarie di II FJKorps e gli scritti di Meindel sembrano assolutamente da leggere. Potrebbe essere disponibile tramite Internet.

Re: I paracadutisti di Hitler in Normandia: il II corpo paracadutisti tedesco nella battaglia per la Francia, 1944

Posta da krichter33 » 26 ott 2019, 09:35

Ho letto molti libri sull'FJ. Naturalmente il FJ più "famoso", essendo le prime unità di guerra e battaglie, Creta, e ovviamente i combattimenti in Italia. Per quelle unità e quelle battaglie ci sono molti libri su questi argomenti. Ci sono molti libri sulle campagne del 1940, su Creta e, naturalmente, su Montecassino. Naturalmente c'è l'eccellente storia dell'unità in due volumi "The 1st Fallschirmjager Division" di Christensen. Per la guerra successiva, in primo luogo, le unità FJ del teatro europeo non ce ne sono così tante. Il che è un peccato, perché penso che alcune delle unità di guerra successive, incluse molte delle divisioni con numero più alto e Kampfgruppen, abbiano funzionato abbastanza bene. Ci sono ovviamente i libri "Autumn Gale" e "Kampfgruppe Walther" che trattano molti dei più piccoli FJ Kampfgruppen e FJ Regiment 6. C'è anche l'eccellente libro "The Lions of Carentan" di Griesser che è un storia dell'unità del reggimento FJ 6.

C'è il libro "The Battle of the Bulge in Luxembourg Volume 1: The Southern Flank dicembre 1944-gennaio 1945, The Germans" di Gallia, che si occupa della 5a divisione FJ. Anche "Patton at the Battle of the Bulge" di Barron, che tratta simultaneamente delle unità di Patton che combattono per raggiungere Bastogne oltre a molte informazioni sulla 5th FJ Division. Inoltre, "Battle of the Bulge: 3rd Fallschirmjager Division in Action" di Wijers. Per le Waffen SS FJ, l'unico buon libro in inglese è "SS Fallschirmjager Bataillon 500/600" di Michaelis.

I combattimenti nella Renania e nel Reichswald devono essere uno dei resoconti più sconosciuti ma affascinanti di unità FJ di fine guerra con un numero più alto che si comportano abbastanza bene per se stesse. Il miglior libro è "Rhineland: The Battle to End the War" di Whitaker. C'è anche il libro "Il rumore della battaglia" di Colvin. Questo libro è principalmente dal punto di vista britannico durante le battaglie nel Reichswald. Si occupa anche molto della teoria e delle tattiche britanniche, ma copre molto delle unità tedesche coinvolte.

Sono sicuro che ce ne sono altri che ho letto, ma per ora è tutto ciò a cui riesco a pensare. Spero che aiuti!

Re: I paracadutisti di Hitler in Normandia: il II corpo paracadutisti tedesco nella battaglia per la Francia, 1944

Posta da krichter33 » 26 ott 2019, 09:44

C'è anche un post che ho fatto sul thread "The Combat Performance of the Fallschirmjager".
viewtopic.php?f=50&t=4839&hilit=fallschirmjager

È un po' lungo, ma potresti trovarlo interessante.

C'è un po' di disinformazione riguardo ad alcune delle unità FJ più avanti nella guerra come tutte unità sotto la pari, che non hanno combattuto bene. Questo, credo, ha a che fare con la mancanza di informazioni veramente dettagliate, principalmente in inglese, su alcune di queste unità. Naturalmente il calo aereo nelle Ardenne e il guasto della 9a divisione FJ vicino alle Seelow Heights sono sempre citati come due esempi del loro fallimento principalmente a causa della scarsa qualità, non dei leader, ma degli uomini. Naturalmente questi due esempi sono accurati. Quando si tratta delle loro prestazioni di fine guerra, solo il Reggimento FJ 6 a Carentan e, naturalmente, la Divisione FJ 1 in Italia per tutto il 1944 sono gli unici esempi menzionati di prestazioni eccellenti. Ma ce ne sono stati numerosi altri.
Sebbene la maggior parte delle reclute della fine della guerra fossero ex personale di terra della Luftwaffe e trascrizioni navali, molte unità FJ mantenevano ancora un corpo di ufficiali veterani e sottufficiali per farli esibire in modo abbastanza sorprendente a volte. Solo un piccolo elenco di esempi: la 4a divisione FJ si è comportata bene, il resto della 2a divisione FJ a Brest, la 3a e, in misura minore, la 5a intorno a St. Lo. L'FJ Regiment 6 ha combattuto incredibilmente, sotto von der Heydte in Belgio e Olanda da settembre a novembre 1944 (leggi l'eccellente libro "Autumn Gale" per questa descrizione), l'FJ Regiment 5, il FJ Regiment Barenthin e l'FJ Pionier Bataillon tutti e tre in Tunisia, l'I./FJR 2 a Leros, il II./FJR 6 e I./FJR 7 in Italia, alcuni dei Kampfgruppe formati dalle scuole di formazione, come Bataillon Bloch, Gramse e Jungwirth, che combattuto nei Paesi Bassi nell'autunno del 1944, in particolare Jungwirth, il Pionier-Bataillon/Regiment di Witzig, la Brigata di Ramcke, l'FJR 16 indipendente a Vilna, l'I./FJR 7 - Fallschirm-Lehr-Bataillon e il Fallschirm-Lehr-Regiment , e anche le unità che componevano la Divisione Erdmann che divenne la 7a Fallschirmjäger-Division. Un altro fatto molto interessante è il rendimento delle unità FJ che hanno combattuto nel Reichswald. Questi includono elementi del 6°, dell'8°, dell'intero 7° e del Kampfgruppe Hermann. Il settimo si è comportato eccezionalmente bene. Infatti lo stesso generale Montgomery ha detto, a proposito della battaglia del Reichswald, "le truppe paracadutistiche nemiche hanno combattuto con un fanatismo ineguagliato in qualsiasi momento della guerra", che è tratto dal libro di Thacker "La fine del Terzo Reich".
Quindi, come puoi vedere, c'erano molte unità diverse che sono relativamente sconosciute, ma si sono comunque comportate bene fino a tardi nella guerra. Ovviamente probabilmente nessuna di queste unità poteva essere paragonata all'originale 7th Flieger-Division, così come alla 1st FJ-Division, che rimase eccellente fino al 1945. Il problema con l'FJ dopo che la 7th Flieger-Division fu divisa sta nel fatto che questo ramo di servizio era senza dubbio il più “incestuoso” di tutti. Nessun altro ramo ha cannibalizzato le unità dal reggimento fino al livello di bataillon come ha fatto l'FJ. In effetti, uno dei motivi per cui la 1a Divisione FJ ha probabilmente mantenuto la loro eccellente qualità è che erano i meno cannibalizzati di tutti. Dopo aver perso il loro 2° reggimento nel 1942, persero solo un paio di battaglioni.

Re: I paracadutisti di Hitler in Normandia: Il II corpo paracadutisti tedesco nella battaglia per la Francia, 1944

Posta da Icona di culto » 10 nov 2019, 14:54

Ho letto molti libri sull'FJ. Naturalmente il FJ più "famoso", essendo le prime unità di guerra e battaglie, Creta, e ovviamente i combattimenti in Italia. Per quelle unità e quelle battaglie ci sono molti libri su questi argomenti. Ci sono molti libri sulle campagne del 1940, su Creta e, naturalmente, su Montecassino. Naturalmente c'è l'eccellente storia dell'unità in due volumi "The 1st Fallschirmjager Division" di Christensen. Per la guerra successiva, in primo luogo, le unità FJ del teatro europeo non ce ne sono così tante. Il che è un peccato, perché penso che alcune delle unità di guerra successive, incluse molte delle divisioni con numero più alto e Kampfgruppen, abbiano funzionato abbastanza bene. Ci sono ovviamente i libri "Autumn Gale" e "Kampfgruppe Walther" che trattano molti dei più piccoli FJ Kampfgruppen e FJ Regiment 6. C'è anche l'eccellente libro "The Lions of Carentan" di Griesser che è un storia dell'unità del reggimento FJ 6.

C'è il libro "The Battle of the Bulge in Luxembourg Volume 1: The Southern Flank dicembre 1944-gennaio 1945, The Germans" di Gallia, che si occupa della 5a divisione FJ. Anche "Patton at the Battle of the Bulge" di Barron, che tratta simultaneamente delle unità di Patton che combattono per raggiungere Bastogne oltre a molte informazioni sulla 5th FJ Division. Inoltre, "Battle of the Bulge: 3rd Fallschirmjager Division in Action" di Wijers. Per le Waffen SS FJ, l'unico buon libro in inglese è "SS Fallschirmjager Bataillon 500/600" di Michaelis.

I combattimenti nella Renania e nel Reichswald devono essere uno dei resoconti più sconosciuti ma affascinanti delle unità FJ di fine guerra con un numero più alto che si comportano abbastanza bene per se stesse. Il miglior libro è "Rhineland: The Battle to End the War" di Whitaker. C'è anche il libro "Il rumore della battaglia" di Colvin. Questo libro è principalmente dal punto di vista britannico durante le battaglie nel Reichswald. Si occupa anche molto della teoria e delle tattiche britanniche, ma copre molto delle unità tedesche coinvolte.

Grazie per l'elenco completo dei consigli. Di recente ho ricevuto una copia di "Noise of battle", un piccolo volume su 3 Division vs. 8FJD. E Walther & la tesi di dottorato per Autumn Gale.

Ho letto la maggior parte di II FJK Korps. Sebbene copra tutte le unità del II FJK Korps, si concentra maggiormente su FJR6 e 3FJD- da entrambi i POV statunitensi e tedeschi, mostrando chiaramente quanto queste unità abbiano combattuto nella battaglia di Bocage, che fu un bagno di sangue da entrambe le parti.

Alcuni report sono molto interessanti e mi chiedo se sia possibile accedervi senza pagare:


La battaglia delle Ardenne

La storia della battaglia delle Ardenne, combattuta nelle Ardenne, in Francia, è catturata in un formato grafico.

Autore: Wayne Vansant

Categoria: Fumetti e graphic novel

Combattuta durante il gelido inverno del 1944-45, la Battaglia delle Ardenne è ancora la più grande battaglia mai combattuta dall'esercito degli Stati Uniti. Era anche un test: questa forza di terra di leva degli Alleati poteva sconfiggere i migliori uomini e macchine rimasti che la Germania nazista potesse produrre? In The Battle of the Bulge, l'artista Wayne Vansant ti porta nelle trincee ghiacciate, nelle foreste inquietanti e nei villaggi devastati delle Ardenne in Belgio e Lussemburgo. Quasi un milione di soldati combatterono nella battaglia, alla fine della quale Winston Churchill dichiarò alla Camera dei Comuni che la Battaglia delle Ardenne fu "senza dubbio la più grande battaglia americana della guerra e, credo, sarà considerata come un evento sempre famoso". vittoria americana». The Battle of the Bulge è una storia vera di trionfo americano.


Informazioni sul prodotto

Spitzenbewertung aus Deutschland

Derzeit tritt ein Problem beim Filtern der Rezensionen auf. Bitte versuchen Sie es später noch einmal.

Gute und detaillierte Beschreibung der Kämpfe.

Insgesamt wirken die Berichte der Teilnehmer stimmig. Was aber auffällt ist, dass oftmals bemerkenswerte Erinnerungen an Orte, Hügelnamen, ja sogar Flurnamen vorhanden sind. ausserdem passen die Berichte oftmals sehr genau aufeinander. vielleicht wurde da der Erinnerung doch nachträglich in wenig (kreativ?) auf die Sprünge geholfen. Ich habe auch schon mit Veteranen gesprochen - das Problem war meist dass sie außer "im Wald" oder "irgendwo bei" kaum Erinnerungen an konkrete Örtlichkeiten hatten. Trotzdem - 4 Stern sind voll verdient.


Battle of the Bulge: Hitler's Ardennes Offensive 1944-1945 di Danny S. Parker (1991, copertina rigida)

самой низкой ценой, неиспользованный товар без единого признака износа. овар может быть без оригинальной упаковки (например, без оригинальной коробки или этикеткки. тот товар может являться товаром, не прошедшим заводской контроль, или новым, неиспользовано товароль . подробные арактеристики товара с описанием его недостатков.

Это цена (за исключением сборов на обработку и доставку заказа), по которой такой же или почти идентичный товар выставляется на продажу в данный момент или выставлялся на продажу в недавно. ту цену мог установить тот е продавец в другом месте или другой продавец. умма скидки и процентное отношение представляют собой подсчитанную разницу между ценами, указрандаи Если у вас появятся вопросы относительно установления цен и / или скидки, предлагаемой в определенном объявлении, свяжитесь с продавцом, разместившим данное объявление.


Battle of the Bulge: Volume Three: The 3rd Fallschirmjager Division in Action, dicembre 1944-gennaio 1945, Hans Wijers - Storia

Nota: poiché tutte le menzioni di questo esercito e quell'esercito possono creare confusione, Le unità tedesche sono indicate in corsivo, e le unità americane sono di tipo normale.

La battaglia delle Ardenne iniziò con l'attacco tedesco (Operazione Wacht am Rhein e piano Herbstnebel) la mattina del 16 dicembre 1944. Due attacchi successivi il giorno di Capodanno 1945 tentarono di creare un secondo fronte in Olanda (Operazione Schneeman) e in nord della Francia (Operazione Nordwind).

  • In un piano rivisto il 1 novembre 1944, il Sesta Armata Panzer, per ragioni politiche [Cole, p. 34], è stato dato il ruolo ufficiale di fare lo sforzo principale e catturare Anversa.
  • Il Quinta Armata Panzer non fu designato come la forza principale di nome, ma in realtà aveva la responsabilità di colpire il centro delle linee americane, catturando prontamente il centro ferroviario e stradale altamente strategico di St. Vith, e guidando per catturare Bruxelles.
  • Il Settima Armata a sud doveva staccarsi mentre si muoveva verso ovest e poi girare e formare una linea difensiva, al fine di formare un'area cuscinetto per impedire ai rinforzi statunitensi di colpire la Quinta Armata Panzer.
  • Il Quindicesima Armata "non doveva essere impiegato fino a quando gli Alleati non avessero reagito in forze all'attacco tedesco, e in ogni caso non ci si poteva aspettare di lanciare un attacco su larga scala fino a quando il fronte alleato ad est di Aquisgrana non fosse stato drasticamente privato delle truppe". Infatti, il 13 dicembre 1944, la 2a divisione di fanteria americana iniziò un attacco nel Quindicesima Armata area che ulteriormente annullava qualsiasi effetto il Quindicesima Armata potrebbe avere in attacco.

Il terreno era la fitta foresta delle Ardenne. Il tempo era gelido di foschia e nebbia, tanto che il supporto aereo alleato fu annullato fino al 23 dicembre. (Infatti, uno dei piani tedeschi fu nominato Herbstnebel o nebbia autunnale.) Inoltre, la visibilità al suolo per le truppe era spesso molto bassa, a causa degli alberi e della nebbia. La fitta foresta aveva pochissime strade, nessuna delle quali era larga. Gli ingorghi su entrambi i lati del fronte erano un grosso problema per entrambi gli eserciti.

L'unica ferrovia su tutto il fronte ad attraversare dalla Germania al Belgio arrivava a St. Vith, in Belgio, facendo St. Vith, che era anche un importante nodo stradale. Quindi St. Vith era il premio iniziale più vitale che i tedeschi cercavano, al fine di consentire il flusso di rifornimenti per sostenere il resto dell'attacco. Non era un caso che St. Vith fosse proprio al centro della Quinta e della Sesta Armata Panzer: St. Vith doveva essere la principale linea di rifornimento per entrambi gli eserciti. Il piano tedesco prevedeva la cattura di St. Vith entro il 1800 il 17 dicembre da Quinta Armata Panzer, ma i difensori tennero a St. Vith fino alla fine del 21 dicembre. Ciò portò il tedesco Quinta Armata Panzer Comandante, Gen. Hasso von Manteuffel, di raccomandare all'aiutante di Hitler il 24 dicembre che "l'esercito tedesco rinunci all'attacco e ritorni al muro occidentale". La ragione di Manteuffel per questa raccomandazione era "dovuta al tempo perso dal suo Quinta Armata Panzer nell'area di St. Vith." [Conferenza stampa Manteuffel del 22 dicembre 1964 a Watertown, NY]

Hitler non accettò la raccomandazione di Manteuffel e le forniture tedesche iniziarono a esaurirsi. Le colonne tedesche erano a corto di gas e munizioni ben prima di raggiungere anche il loro primo grande obiettivo: il fiume Mosa. Il 23 dicembre il tempo si schiarì e gli aerei alleati finalmente riempirono i cieli a sostegno delle truppe americane assediate. (Alcuni dei GI si erano chiesti perché avevano visto aerei tedeschi prima, nonostante le condizioni, ma non avevano visto aerei americani.)

Lentamente ma inesorabilmente gli Alleati - dal nord, dall'ovest e dal sud - chiusero il saliente, il Bulge. Le prime truppe dell'esercito americano del nord incontrarono le truppe della terza armata degli Stati Uniti del sud a Houffalize, in Belgio, il 16 gennaio 1945. St. Vith fu riconquistata il 23 gennaio 1945. La data di fine del Bulge è considerata il 25 gennaio, 1945, poiché questa era la data in cui si pensava ufficialmente che le posizioni perdute fossero state completamente riconquistate. Infatti, come hanno notato una serie di lettere del VBOB "Bulge Bugle", alcune posizioni non furono riconquistate fino a dopo il 25 gennaio 1945.

Tenendo la spalla settentrionale: La 99a divisione di fanteria e il 291° battaglione da combattimento del genio hanno sopportato l'urto del Sesta Armata Panzer attacco il giorno 1, e hanno tenuto la maggior parte del loro terreno, creando quella che sarebbe diventata la spalla settentrionale. (Si tenga presente che la spalla meridionale era quella che gli stessi tedeschi intendevano formare con la loro Settima Armata - cosa che sono praticamente riusciti a fare.)

È significativo notare che la 7a divisione corazzata era vicino ad Aquisgrana, in Germania, quando iniziò l'attacco tedesco. La 7a divisione corazzata ha dovuto spostarsi di 60-70 miglia a sud il giorno 2. Se la 99a divisione di fanteria e il 291o battaglione di combattimento del genio non avessero tenuto sulla spalla settentrionale, la 7a divisione corazzata non avrebbe mai raggiunto St. Vith. Anche quando la 7a divisione corazzata aveva raggiunto St. Vith, furono le truppe sulla spalla settentrionale e la nuova 82a divisione aviotrasportata che mantenevano aperta una via di fuga molto stretta per i difensori di St. Vith praticamente circondati. Ma una volta che la difesa di St. Vith fu istituita, quella difesa rafforzò anche la difesa della spalla settentrionale, poiché entrambe le difese costrinsero le colonne tedesche fuori dai loro percorsi pianificati e portarono a una notevole congestione poiché le colonne di Gemran furono poi incanalate tra il spalla settentrionale e il saliente di St. Vith.

Ma che dire di Bastogne? Nel pensiero popolare, la Battaglia delle Ardenne è sinonimo della Battaglia di Bastogne. Questo è molto sfortunato, poiché ignora le vere chiavi militari (tenendo la spalla settentrionale e tenendo St. Vith) alla sconfitta dei tedeschi. I giornalisti affamati di qualche segno del successo americano nel fermare l'attacco tedesco hanno giocato la difesa di Bastogne, dove il generale Anthony McAuliffe (101a divisione aviotrasportata) ha detto "Nuts" a una richiesta di resa tedesca e dove la terza armata degli Stati Uniti (decima divisione corazzata) ha sfondato il buffer della settima armata tedesca per raggiungere la città circondata il giorno 3 della battaglia delle Ardenne. Questa era roba davvero eroica. Ma dal punto di vista della strategia militare (e questo può essere facilmente visto sulla mappa sopra), mentre Bastogne era un importante nodo stradale strategicamente importante per sostenere l'attacco, era alla periferia dell'attacco e ben dietro le prime linee del fronte . Il piano tedesco era di far aggirare Bastogne dai panzer e lasciare che i successivi gradi di fanteria e unità di artiglieria lo ripulissero. E i panzer riuscirono a scavalcare Bastogne, in modo che il loro piano in quel settore fosse nei tempi previsti. Come fonte per radunare gli spiriti degli Stati Uniti, la difesa di Bastogne e "Nuts" di McAuliffe è stata un successo. Ma da una prospettiva strategica, il destino tedesco era già stato segnato a St. Vith, quando non potevano prendere quel centro di rifornimento critico il giorno 2 - né i giorni 3, 4, 5 e la maggior parte del 6. Bastogne non fu circondato da forze intente a prenderlo fino alla notte del 21 dicembre, giorno 6 della battaglia delle Ardenne. E i famosi "Nuts" non arrivarono fino al 22 dicembre, giorno 7. Eroiche come furono le gesta dei difensori di Bastogne, la difesa di Bastogne è un elemento secondario molto importante ma non una delle vere chiavi strategiche del fallimento tedesco.

Questo è non un Ordine di Battaglia. È un tentativo di fornire le posizioni delle unità nelle aree principali della Battaglia delle Ardenne (Offensiva delle Ardenne), così come i collegamenti alle loro pagine web, se hanno una pagina web. Quindi un'unità può apparire più di una volta, se si è spostata da un'area all'altra. Le unità sono elencate al livello più alto a cui hanno partecipato. Di solito questo significa livello di divisione. Quindi, se la tua unità faceva parte di una Divisione, cerca quella Divisione.

I collegamenti forniti qui sono a pagine che forniscono collegamenti solidi che qualcuno può seguire per ottenere informazioni approfondite sul ruolo di queste unità nel Rigonfiamento, principalmente allo scopo di trovare la storia di un parente - ad es. riunioni, veterani, materiale di origine primaria, storie pubblicate. Questo esclude quei siti web di giochi di guerra su cui i re-enactors danno una breve storia delle unità che ritraggono. Ma alcuni siti di giochi di guerra sono di qualità e profondità storica sufficienti sulle esperienze reali dell'unità da meritare l'inclusione. Tali siti di giochi di guerra sono indicati dal nome dell'unità in corsivo: ad es. 90a divisione di fanteria.

Per tutte le divisioni, potresti anche voler vedere la loro breve storia nelle pagine web "Combat Chronicle" del Center for Military History.

Per favore fatemi sapere se vedete errori od omissioni.

Ecco la disposizione delle aree geografiche del campo di battaglia. Questa NON è una mappa interattiva. Quindi fai clic su una delle aree nell'elenco sotto la mappa per andare in un'area specifica.

Questa NON è una mappa interattiva. Quindi fare clic su uno dei seguenti per accedere a un'area specifica.

Elenco indice area geografica

    Cammino a nord della spalla settentrionale (secondo fronte dell'operazione Schneeman in Olanda)

Una nota sull'operazione Schneeman: l'unico riferimento che ho trovato per questa operazione è a pagina 199 di "The Forgotten Battle: Overloon and the Maas Salient 1944-1945" la traduzione inglese del libro originale olandese di A. Korthals Altes e NKCA in't Veld (Sarpedon, 1995). La stampa tedesca la definì la "testa di ponte di Wanssum" (Brückenkopf Wanssum) attraverso la Mosa a Wanssum, a nord di Venlo, in Olanda. Apparentemente era programmato con Nordwind (in Alsazia) il giorno di Capodanno. Fu chiuso rapidamente con un contrattacco di "due compagnie del Suffolks" l'8 gennaio 1945.

  • 3a Divisione Corazzata: si spostò a sud dalla zona di Monschau alla zona di Verviers, anche se alcuni arrivarono fino a Ondenval e furono catturati e uccisi nel massacro di Malmèdy a Baugnez
  • V Corpo (vedi 2a divisione di fanteria, 8a divisione di fanteria, 78a divisione di fanteria, 99a divisione di fanteria)
  • 7a divisione corazzata: spostata dall'area di Aquisgrana a St. Vith (17 dicembre): a nord della 78a divisione di fanteria, lungo la linea del fiume Kyll
  • XIII Corpo (vedi 7th Divisione Corazzata, XIX Corpo, 102nd Divisione di Fanteria, 104th Divisione di Fanteria)
  • XIX Corpo: 21 dicembre - Il XIX Corpo prende le unità dell'ex VII Corpo (104ID, 83ID, 5AD (-CCR), 8ID, 78ID) e la zona XIII Corpo prende il 29ID e la zona dell'ex XIX Corpo: spostata dall'area di Aquisgrana a Malmèdy - Zona Stoumont (18 Dic)
  • 78a divisione di fanteria: da Lammersdorf a Monschau in attacco con la 2a divisione di fanteria verso la valle del fiume Roer: Duren (18 dic)
  • 97th Quartermaster Battalion: (16 dicembre) accampato 3 km a SO di Eupen
  • 102° Cavalleria (Monschau)
  • 104a divisione di fanteria: area di Aquisgrana-Duren
  • 277º Battaglione da combattimento del genio, aggregato alla 102a divisione di fanteria dal 15 al 28 dicembre 1944
  • 278° Battaglione Genieri Combattimento: in Belgio a Hermalle e Vise (a nord di Liège) fino al 26 dicembre, poi in Belgio ad Aubel (a nord di Verviers) e in Olanda a "Lanaye Locks"
  • 296° Battaglione Genieri da Combattimento: in attacco nell'area di Aquisgrana all'inizio di Bulge
  • Spalla nord in avanti (est)
    • 1a divisione di fanteria: trasferita a Waimes e Butgenbach
    • 2a divisione di fanteria: il 9° e il 38° reggimento di fanteria stavano attaccando verso Roer Valley. Il 23° reggimento di fanteria nell'area di Elsenborn subì l'urto dell'attacco tedesco a Bulge.
    • 3a Divisione Corazzata: si spostò a sud dalla zona di Monschau alla zona di Verviers, anche se alcuni arrivarono fino a Ondenval e furono catturati e uccisi nel massacro di Malmèdy a Baugnez
    • V Corpo (vedi 2a divisione di fanteria, 8a divisione di fanteria, 78a divisione di fanteria, 99a divisione di fanteria)
    • 9a divisione di fanteria: Monschau e si spostò a nord di Elsenborn
    • 99a divisione di fanteria: ha sopportato l'urto dell'attacco settentrionale e tenuto a Elsenborn Ridge: ha difeso Bullingen nei primi giorni del Bulge
    • 3a divisione corazzata: Manhay e ad ovest, inclusi Stoumont e La Gleize (fine dicembre)
    • 7a divisione corazzata: Manhay, Grandmenil, Vaux Chavanne (fine dicembre)
    • VII Corpo: da Hotton ovest alla Mosa (dal 20 dicembre circa)
    • 112° reggimento di fanteria della 28a divisione di fanteria: area di Manhay: Malm dy, Stavelot, Stoumont, La Gleize
    • 75a divisione di fanteria: spalla settentrionale
    • 82a divisione aviotrasportata: Trois Ponts e ovest
    • 86° Battaglione Mortai: Supporto a varie divisioni nell'area
    • 97th Quartermaster Battalion: (20? dic) 3892 QM Truck Company ha partecipato allo svuotamento della discarica di gas a nord di Stavelot (15 gennaio) 3892 QM Truck Company ha partecipato al recupero dei corpi delle vittime del massacro di Malm dy a Baugnez
    • 99º battaglione di fanteria (il battaglione "norvegese"): Malm dy
    • 106a divisione di fanteria: area di Manhay
    • 238th Engineer Combat Battalion: Manhay (vedi qui per il resoconto di Glenn Faus, scritto da sua figlia.)
    • 291° Battaglione Genieri da Combattimento (il Battaglione "Dannati Genieri): Trois Ponts, Stavelot, Malm dy
    • 300° Battaglione Genieri da Combattimento: Dicembre: Castello di Modave, Janee Gennaio: Filot, Xhoris, Louveigne, La Gleize
    • 505th Engineer Light Ponton Company: Con VII Corpo in Belgio: La Brouke (5-20 dic), Xhenenmont (20-24 dic), Terwagne (24-26 dic), Nendrin (26 dic - 11 gen), Hamoir (11- 15 Gen), Ferrieres (15-31 Gen)
      : Spedito dall'Inghilterra il 20 dicembre 1944, combattimento a Rochefort, Aye, Roy, Bande, Champion, Houffalize - apparentemente l'unica unità canadese ad aver visto combattere nelle Ardenne nella seconda guerra mondiale (Hogne - Leignon)
  • VII Corpo: da Hotton ovest alla Mosa (dal 20 dicembre circa)
  • 84a Divisione Fanteria (Hotton - Marche) - Non trovo un sito web della 84a Divisione Fanteria, ma c'è una pagina web con il testo della loro storia "Railsplitters: La storia della 84a Divisione Fanteria".
  • 29a brigata corazzata britannica (Celles)
  • 505th Engineer Light Ponton Company: Con VII Corpo in Belgio: La Brouke (5-20 dic), Xhenenmont (20-24 dic), Terwagne (24-26 dic), Nendrin (26 dic - 11 gen), Hamoir (11- 15 gennaio), Ferrieres (15-31 gennaio)
    • Centro in avanti
      • Northern Forward Center (Losheim - St. Vith / Schönburg - ovest fino a Houffalize - Samree - La Roche)
        • Unità americane
          • 7a Divisione Corazzata: spostata dalla zona di Aquisgrana a Samree, Vielsalm in difesa del Combat Command B di St. Vith (CCB): St. Vith
          • 14° Cavalleria (sopportato l'urto dell'attacco a Losheim Gap)
          • Il 112° reggimento di fanteria della 28a divisione di fanteria: ha subito l'urto dell'attacco vicino al confine tra Lussemburgo e Belgio
          • 82nd Airborne Division: west of Vielsalm : (arrived from South of the Southern Shoulder) 28 Jan: relieved 7th Armored Division which had re-captured St. Vith 23 Jan, began attacks east and captured Schlierbach, Selz, and Hogden by the end of Jan : defense of Gouvy until 22 December, as part of the St. Vith salient (NOTE: link is to a narrative on the Company's role there is no known web page for the unit)
          • 106th Infantry Division: bore brunt of center attack St. Vith and to the east in Germany Baraque Fraiture, Belgium : lone defenders (with 81st Engr and 1/F/432 of 106th) of St. Vith on Dec. 16 and most of 17 continued in defense with 7th Armored Division (NOTE: link is to a narrative on the Battalion's role there is no known web page for the 168th Association) : gave critical support to 7th Armored Division in defense of St. Vith
          • 285th Field Artillery Observation Battalion: Baugnez (the Malm dy Massacre)
          • 333rd Field Artillery Group, consisting of 333rd Field Artillery Battalion e 969th Field Artillery Battalion: These were "colored" battalions, attached to VIII Corps, supporting the 106th Infantry Division when the German offensive began. 11 members of the 333rd were captured and then murdered by the Germans at Wereth, Belgium. (no web site found, but here are documentary links: 1, 2 (includes map), 3, 4, 5, 6) On 20 December, they moved to the defense of Bastogne, where the 969th became the first "colored" unit to win the Presidential Distinguished Unit Citation.
          • 402nd Field Artillery Group, consisting of 559th Field Artillery Battalion, 561st Field Artillery Battalion, 578th Field Artillery Battalion, e 740th Field Artillery Battalion: I have not nailed down the details of this group, other than the separate entry below for the 740th Field Artillery Battalion. So more work is needed.
          • 559th Field Artillery Battalion: see 402nd Field Artillery Group
          • 561st Field Artillery Battalion: see 402nd Field Artillery Group
          • 578th Field Artillery Battalion: see 402nd Field Artillery Group (see also 402nd Field Artillery Group): Initially with 106th Infantry Division near Schoenberg, then moved 16 Dec to St. Vith, 17 Dec to Vielsalm and then Poteau, and westward to Cierreux and other locations away from the front.
          • 969th Engineer Maintenance Company: Vielsalm, then north to Maastricht
          • 969th Field Artillery Battalion: see 333rd Field Artillery Group
          • 18th Volksgrenadier Division: attack on St. Vith, from northeast : attack on St. Vith, from southeast
          • 9th Armored Division, minus CCB: bore brunt of attack at Dillingen
          • 28th Infantry Division: bore brunt of attack in far northern Luxembourg
          • 44th Engineer Combat Battalion: defense of Wiltz, Luxembourg
          • 398th Engineer General Service Regiment: arrived Luxembourg 23 December 1944 - exact locations unknown, other than casualties at Munshausen
          • 447th Anitaircraft Battalion: defense of Wiltz, Luxembourg
          • 630th Tank Destroyer Battalion: defense of Wiltz, Luxembourg
          • 707th Tank Battalion: defense of Wiltz, Luxembourg
          • Northern West Center (La Roche - Houffalize to Rochefort-Celles)
            • British 1st Northamptonshire Yeomanry Armored Regiment: Liberated La Roche-en-Ardenne 11 January 1945 (link is a post-war account by Guy Blockmans) : Shipped from England 20 December 1944, combat at Rochefort, Aye, Roy, Bande, Champion, Houffalize -- apparently the only Canadian unit to see combat in the Ardennes in WWII (Rocherfort - Celles)
            • British 51st Highland Division: Liberated La Roche-en-Ardenne 11 January 1945 (link is a post-war account by Guy Blockmans) : Relieved 5th Armd Div 22 December 1944 and 2nd Armd Div 28 December 1944 at tip of Bulge, near Rochefort, Belgium
            • 296th Engineer Combat Battalion: Houffalize late in the Bulge
            • Southern Shoulder (Luxembourg and southern Belgium)
              • Forward (East) Southern Shoulder
                • 2nd Cavalry Group (2nd & 42nd Cav Rcn Sqdns): crossed from France into Luxembourg 23 Dec 44 and guarded XII Corps' right flank along the Moselle River [No official website found but very useful -- though very hard to navigate -- site found here with brief information on the Ardennes here]
                • 4th Infantry Division: bore brunt of attack at Echternach, Luxembourg
                • 9th Armored Division (-CCB): fell back to central Luxembourg from Southern Center
                • 10th Armored Division (task force): came to aid of 4th Infantry Division after initial attack
                • 10th Armored Division (detachments): central Luxembourg
                • XII Corps: 4th Inf Div, 9th Armd Div(-), 10th Armd(elem), 109th Rgt of 28th Inf div, 2nd Cav Gp
                • 28th Infantry Division (109th Infantry Regiment): fell back to central Luxembourg from Southern Center
                • 282nd Engineer Combat Battalion: arrived in France 25 Dec 44 moved into combat, manning road blocks at Bech, Luxemboug 13-23 Jan 45 and at Christnach, Luxembourg 23-30 Jan 45 : arrived in France 9 Jan 45 moved into positions SE of Luxembourg City, at Oetrange, Dalheim, and Mondorf
                • 285th Engineer Combat Battalion: arrived in France 9 Jan 45 moved into positions SE of Luxembourg City at Dalheim 20 Jan 45 moved to front line at Greiveldange 21 Jan 45 : Leudlange, Luxembourg : were at Guerlfangen, Germany with XX Corps and then pulled back into France 21 Dec attached 28 Dec to XII Corps and moved to Medernach, Luxembourg from where they supported 4th, 5th and 80th Infantry Divisions
                • III Corps: See 4th Armd Div, 26th Inf Div, 80th Inf Div
                • 4th Armored Division: southern Belgium Bastogne (broke through the seige 12/26)
                • 6th Armored Division: Southern Shoulder
                • 9th Armored Division's CCR: Bastogne
                • 10th Armored Division's CCB: Bastogne : new unit on continent in mid-Dec 44 - Remagne, Belgium and vicinity, moving north to close the Bulge
                • 26th Infantry Division: western Luxembourg, between 4th Armd Div to west and 80th Inf Div to east
                • 28th Infantry Division, minus 112th Infantry: south of Bastogne : In attack into Germany until 19 Dec then transferred 22 Dec to III Corps (with 4th Armored and 26th Infantry Divisions) for attack to relieve Bastogne, after which their 320th Infantry Regiment was then attached to 6th Armored Division to attack the German lines near Bastogne while the rest of the Division countered the German Nordwind attack to the south.
                • 80th Infantry Division: came up from south to make far eastern end of center of southern shoulder, between 26th Inf to west and XII Corps to east
                • 90th Infantry Division : just west of Wiltz, Luxembourg (8 Jan 45 and after)
                • 101st Airborne Division: Bastogne : near Ourtheville, Belgium : (non-divisional) supporting drive to Bastogne Morhet, Honville, and other areas south of Bastogne : charged with continuously moving - keeping the road clear and open, mine sweeping, and repair and building between Arlon and Bastogne : Luxembourg and area of Ourtheville and Martelange, Belgium
                • 333rd Field Artillery Group, consisting of 333rd Field Artillery Battalion e 969th Field Artillery Battalion: These were "colored" battalions, attached to VIII Corps, supporting the 106th Infantry Division when the German offensive began. 11 members of the 333rd were captured and then murdered by the Germans at Wereth, Belgium. (no web site found, but here are documentary links: 1, 2 (includes map), 3, 4, 5, 6) On 20 December, they moved to the defense of Bastogne, where the 969th became the first "colored" unit to win the Presidential Distinguished Unit Citation.
                • 578th Field Artillery Battalion: at Heckhuscheid, Germany when offensive began, fought as infantry with 424th Infantry of 106th Infantry Division, then 20 Dec moved west of Bastogne (no web site found, but here are documentary links: 12 )
                • 590th Ambulance Company: followed 4th Armored Division to bring the first ambulances into Bastogne, a "colored" battalion (no web site found, but here are documentary links: 1 )
                • 602nd Tank Destroyer Battalion: one of the first units of Third Army to reach Bastogne, possibly a "colored" battalion (no web site found, but here are documentary links: 1, 2, 2, 4, 3) : (90th Infantry Division) south of Bastogne : participated in the relief of Bastogne, a "colored" battalion, received Presidential Distinguished Unit citation
                • 771st Field Artillery Battalion: at Sibret, (no web site found, but here are documentary links: 1 - Dwain Christofferson, 2)
                • 969th Field Artillery Battalion: see 333rd Field Artillery Group : Luxembourg and Martelange, Belgium area : Martelange, Belgium area
                  : (arrived from South of the Southern Shoulder) 30 Dec battle at Moircy and Jenneville 1-2 Jan cut the Bastogne-St. Hubert road at Bonnerue captured Tillet 10 Jan reached the Ourthe River by 13 Jan moved 15 Jan to Luxembourg (see South of the Southern Shoulder)
                • 3rd Infantry Division : came north of Luxembourg City and then joined closing of the Bulge
                • 12th Armored Division
                • 14th Armored Division : In attack into Germany until 19 Dec then transferred 22 Dec to III Corps (with 4th Armored and 26th Infantry Divisions) for attack to relieve Bastogne, after which their 320th Infantry Regiment was then attached to 6th Armored Division to attack the German lines near Bastogne while the rest of the Division countered the German Nordwind attack to the south.
                • 36th Infantry Division
                • 42nd Infantry Division - also see here and here
                • 45th Infantry Division
                • 63rd Infantry Division
                • 70th Infantry Division
                • 79th Infantry Division : 16-24 Dec bitter combat to clear the area between the Saar River and the West Wall in SHAEF reserve 24-28 Dec and then committed at Moircy, Belgium 30 Dec (see West Southern Shoulder) returned to Luxembourg 15 Jan captured Wasserbilg 23 Jan moved 28 Jan to vicinity of St. Vith, Belgium (see North Forward Center)
                • 90th Infantry Division : east of Thionville, France (until 8 Jan 45) : (non-divisional) - moved north from vicinity of Thionville, France
                • 293rd Engineer Combat Battalion - Company C in Luxembourg City in January 1945, attached to Gen. Patton's HQ : supported 5th Infantry Division
                • British troops killed by buzz bomb at Antwerp
                • 17th Ariborne Division: in England at the start flew to Rheims Dec. 27 helped close the Bulge as part of Third Army
                • 66th Infantry Division lost 802 or more troops in the Channel when the Leopoldville was torpedoed Dec. 24 : protecting airfields and bridges in northeast France from German air attacks

                  Click here for the extensive article by Col. William Carter: "Air Power in the Battle of the Bulge: A Theater Campaign Perspective", published in the Winter 1989 issue of "Airpower Journal". It contains several maps, showing the sectors of the major air units. It is very well documented, so that you can follow his sources for doing your own research.

                • 9th Troop Carrier Command: drops of supplies and gliders of medical replacements to Bastogne
                • 36th Bombardment Squadron: Dec. 19 Attempt to jam German tank radios at Bastogne
                • Boxing Day (Dec. 26) devastation of St. Vith, Belgium

                Units at Unknown Locations

                • 260th Engineer Combat Battalion
                • 275th Engineer Combat Battalion
                • 281st Engineer Combat Battalion
                • 286th Engineer Combat Battalion
                • 289th Engineer Combat Battalion
                • 290th Engineer Combat Battalion
                • 294th Engineer Combat Battalion
                • 297th Engineer Combat Battalion
                • 298th Engineer Combat Battalion
                • 301st Engineer Combat Battalion
                • 303rd Engineer Combat Battalion
                • 304th Engineer Combat Battalion
                • 305th Engineer Combat Battalion
                • Battle of the Bulge Association (BOBA) (formerly VBOB = Veterans of the Battle of the Bulge) is open to all veterans of the Bulge (Dec. 16, 1944 - Jan. 25, 1945) and their descendants. Some areas have active local chapters as well. Annual dues are $15 life membership is $125. The quarterly The Bulge Bugle contains many useful accounts of the Battle. BOBA is non-political. The postal mail contact information for VBOB is Veterans of the Battle of the Bulge (703-528-4058) PO Box 111418 Arlington VA 22210-4418.

                  Books about the Bulge
                    Fonti primarie
                      Official Records
                        Combat Interviews of the 7th Armored Division and 106th Infantry Division: East of St. Vith the St. Vith Salient the defense of "Parker's Crossroads", Krombach, Grandmenil and Manhay. During the war, the Information & Historical Sections conducted post-combat interviews of the survivors of key actions. The link has the complete list of all 7th Armored Division and 106th Infantry Division interviews for the Battle of the Bulge and information about indexed and annotated transcriptions available for purchase.

                      : These include the After Action Reports, S-2 Journal, S-3 Journal, and Operation Instructions. The link has information about indexed and annotated transcriptions available for purchase.

                        Boyer, Donald (38th Armored Infantry Battalion, 7th Armored Division) Boyer at St. Vith: Major Donald P. Boyer's "Personal Report: Narrative Account of Action of 38th Armored Infantry Battalion, 7th Armored Division, Battle of St. Vith, 17-22 December 1944" and "Notes - The Battle of St. Vith, 17-22 December 1944"

                        : The Center for Research and Information on the Battle of the Ardennes has gathered personal accounts from many units and many areas of the battle.

                      : Six personal accounts by Bulge veterans, all from the Southern shoulder

                        Cole, Hugh. The Ardennes: Battle of the Bulge. This is the official US History, published in 1965. The link has the complete text but no graphics.


                      The Battle of the Bulge

                      Author: Hans Wijers Formato: Paperback Data di rilascio: 20/03/2010

                      During the first week of the Battle of the Bulge, the Germans' 6th SS Panzer Army rolled down the road to Butgenbach, where the 26th Infantry Regiment of the U.S. 1st Infantry Division held out against constant attacks at the southern end of Elsenborn Ridge. Meanwhile, Jochen Peiper's SS battle group raced toward the critical river bridges at Stavelot and Trois Ponts, massacring American prisoners along the way near Malmedy. The U.S. 30th Infantry Division and other units put up stiff resistance, destroyed the bridges, and forced Peiper's men to withdraw.


                      Guarda il video: Medal of Honor European Assault OST - Battle of the Bulge (Gennaio 2022).