Podcast di storia

Charles Trevelyan

Charles Trevelyan

Charles Trevelyan, figlio di George Otto Trevelyan, deputato liberale, nacque a Park Lane, Londra, il 28 ottobre 1870.

Sua madre, Caroline Philips, era la figlia di Robert Needham Philips, anch'egli membro della Camera dei Comuni. Negli anni successivi ha servito sotto William Ewart Gladstone in diversi posti di gabinetto. (1)

Il fratello di Charles, George Macaulay Trevelyan, in seguito affermò che la loro infanzia era stata molto politica. Ha descritto come "un senso del dramma della storia inglese e irlandese mi è stato trasmesso attraverso le visioni e le esperienze quotidiane, con mio padre come commentatore e bardo". (2)

Suo padre era molto ricco e la famiglia viveva in tre case diverse. Ciò includeva una grande casa a Londra, la Welcombe House, una villa in mattoni rossi a Straford-upon-Avon e la Wallington Hall a Morpeth. Nel 1880 fu mandato in una scuola preparatoria a Hoddesdon chiamata The Grange. (3)

Charles studiò all'Harrow e al Trinity College, dove divenne amico di Bertrand Russell. (4) Si è laureato all'Università di Cambridge nel 1892 con una laurea in storia di seconda classe. Era sconvolto per non aver ottenuto un primo: "Le cose hanno superato il punto della redenzione. Oh è così orribile. Tutto il mio coraggio è andato, tutta la mia forte fiducia in me stesso, tutta la mia speranza. La luminosità stessa delle mie prospettive come il mondo direi, è una maledizione per me! A cosa può portare se non alla ripetizione della stessa misera storia di inadeguatezza e inefficienza alla fine?" (5)

Charles Trevelyan ha aiutato John Morley nella sua campagna di successo per diventare deputato per Newcastle. Morley fece in modo che diventasse il segretario privato di Lord Houghton. Houghton era Lord Luogotenente d'Irlanda e il lavoro prevedeva che Trevelyan lavorasse a Dublino. (6)

Era un sostenitore dell'Home Rule e non amava il modo in cui l'amministrazione parlava del popolo irlandese: "Uno degli uomini parlava di politica e dell'Home Rule con amarezza, in quel modo arrogante, sprezzante e superiore in cui solo i conservatori possono parlare, disprezzando i loro le opinioni degli ascoltatori, diventando più rude e più sfacciato se vedono che obietta. Ha parlato degli irlandesi come dei ruffiani e ha usato il peggior tipo di linguaggio nei loro confronti." (7)

Nel 1895 Charles Trevelyan si unì alla Fabian Society e sviluppò una stretta relazione con Sidney Webb, Beatrice Webb, George Bernard Shaw, Bertrand Russell, H.G. Wells, Herbert Samuel e Graham Wallas. (8) Durante questo periodo ha sviluppato opinioni socialiste sulla riforma sociale. Fu particolarmente colpito dalle opinioni di uno dei suoi nuovi amici: "Shaw offre la migliore esposizione dello stato delle cose che si possa sperare di sentire". (9)

I membri non erano d'accordo sulle capacità di Trevelyan. Beatrice Webb lo descrisse come "un uomo che aveva tutte le doti: posizione sociale, ricchezza, intelligenza, una prospettiva indipendente, bell'aspetto, buone maniere". H. Wells è stato meno impressionato e ha sostenuto che "indubbiamente di mentalità elevata, Trevelyan aveva poco senso dell'umorismo o dell'ironia, ed era solo marginalmente meno soddisfatto di sé e insopportabilmente noioso di suo fratello più giovane, George". Bertrand Russell pensava di essere meno dotato dei suoi due fratelli. (10)

Charles Trevelyan fu adottato come candidato parlamentare del Partito Liberale per North Lambeth, ma fu sconfitto di misura nelle elezioni generali del 1895. L'anno successivo sostenne di essere attratto dalla filosofia del socialismo. "Ho la più grande simpatia per la crescita del partito socialista. Penso che capiscano i mali che ci circondano e li martellano nella mente delle persone meglio di noi liberali. Voglio vedere il partito liberale gettare il cuore e l'anima nella riforma senza paura, così da impedire una reazione dall'attuale stato di teppisti e dalla violenta rivoluzione che ne sarebbe inevitabilmente seguita". (11)

Trevelyan si interessò fortemente all'istruzione e nel 1896 fu eletto al London School Board. L'influenza della famiglia gli permise di essere adottato per il collegio elettorale di Elland ed entrò in parlamento dopo un'elezione suppletiva nel marzo 1899. Charles Trevelyan era un membro molto indipendente della Camera dei Comuni e seguì il consiglio di suo fratello: "È una regola che nessun Trevelyan fa sempre schifo o alla stampa, o ai capi, o alle "persone giuste". Il mondo ci ha dato abbastanza soldi per permetterci di fare ciò che pensiamo sia giusto. Lo ringraziamo per questo e non ne chiediamo altro, ma per poterlo servire." (12)

Trevelyan incontrò e si innamorò di Mary Katharine Bell, la figlia di Sir Hugh Bell, un ricco uomo d'affari. In una lettera inviata il 20 dicembre 1903, delineava le sue prospettive di carriera. "Sono costantemente ansioso che nella tua novità per gli affari non dovresti fare bei sogni per te stesso di grande successo per me ... Non ho la rapidità, la varietà o l'immaginazione di prospettiva che possono eventualmente consentirmi di affrontare le complicate rivoluzioni della nostra politica nazionale. Posso solo fare il mio dovere. E penso che ci siano così poche buone possibilità di salire a una posizione elevata con il mio mediocre bagaglio di conoscenze e capacità, che proverò sempre meno a cercare una posizione e sempre più per prendere una linea che ritengo giusta." (13) Si sposarono il 6 gennaio 1904. Negli anni successivi ebbero tre figli e quattro figlie. (14)

Dopo le elezioni generali del 1906, Trevelyan fu deluso per non essere stato offerto un posto nel governo liberale guidato da Henry Campbell-Bannerman. Si credeva generalmente che la ragione di ciò fossero le opinioni politiche di sinistra di Trevelyan. (15) Suo cugino, Morgan Philips Price, ha commentato che "la sua sincerità lo portava spesso ad essere intollerante alle opinioni degli altri, e con un maggior grado di tatto avrebbe potuto ottenere molto di più di quello che voleva". (16)

Alla Camera dei Comuni Trevelyan ha sostenuto la tassazione dei valori fondiari, la cooperazione liberale-laburista sulla legislazione sociale e la fine della Camera dei Lord. Come ha sottolineato il suo biografo: "I commenti di Trevelyan sugli anziani e sui leader del suo partito erano spesso privi di tatto, mentre i suoi attacchi alle politiche che considerava sbagliate erano intemperanti. Non un trimmer per natura, il suo comportamento suggeriva spesso impazienza e insensibilità". (17)

Nell'ottobre 1908, il nuovo primo ministro, Herbert Asquith, nominò Trevelyan alla carica di sottosegretario parlamentare presso il Consiglio dell'Istruzione. In questo post ha sostenuto con passione l'istituzione di un sistema di istruzione nazionale completamente laico. Questo lo ha reso impopolare tra i parlamentari che avevano forti convinzioni religiose.

Nelle elezioni generali del 1910 Trevelyan suggerì che era importante riformare il Parlamento: "Desidero chiarire fin dall'inizio che alle prossime elezioni non voglio sostenere nessun'altra intesa che il nuovo Parlamento debba distruggere una volta per sempre, il potere della camera ereditaria di ribaltare le decisioni dei rappresentanti del popolo. Il potere di ritardare o rifiutare le forniture deve essere abolito ed esse non devono mai più godere di un veto assoluto sulla legislazione ordinaria. Hanno reso vana l'opera più seria del l'attuale Camera dei Comuni". (18)

Alla fine di luglio 1914, divenne chiaro al governo britannico che il paese era sull'orlo della guerra con la Germania. Quattro membri anziani del governo, Charles Trevelyan, David Lloyd George, John Burns e John Morley, si sono opposti al coinvolgimento del paese in una guerra europea. Hanno informato il Primo Ministro, Herbert Asquith, che intendevano dimettersi sulla questione. Quando il 4 agosto fu dichiarata la guerra, tre degli uomini, Trevelyan, Burns e Morley, si dimisero, ma Asquith riuscì a convincere Lloyd George, il suo Cancelliere dello Scacchiere, a cambiare idea.

Il giornale contro la guerra, Le notizie quotidiane, ha commentato: "Tra i molti rapporti correnti sulle dimissioni ministeriali sembrano esserci pochi dubbi su tre. Sono quelli di Lord Morley, Mr. John Burns e Mr. Charles Trevelyan. Ci sarà una diffusa simpatia per l'azione che hanno preso. Che gli uomini approvino o meno quell'azione, è una cosa piacevole in questo momento buio avere questa testimonianza del senso dell'onore e della lealtà alla coscienza che indica... Il signor Trevelyan troverà abbondante lavorare per mantenere vitali quegli ideali che sono alla radice della libertà e che non sono mai tanto in pericolo come in tempo di guerra e di disordine sociale». (19)

In una lettera ai suoi elettori Trevelyan ha spiegato le sue ragioni di dimissioni: "Per quanto schiacciante la vittoria della nostra marina, il nostro commercio soffrirà terribilmente. Anche in guerra, le prime energie produttive di tutto il popolo devono essere dedicate agli armamenti. I cannoni sono un poveri scambi industriali per il cotone. Subiremo un impoverimento costante come il carattere dei nostri scambi di lavoro. Tutto questo lo sentivo così fortemente che non posso ritenere adeguata la causa che deve portare a questa miseria. Quindi mi sono dimesso". (20)

Tuttavia, le azioni di Trevelyan erano estremamente impopolari per la maggior parte delle persone. AJA Morris ha sostenuto che era chiaro a Trevelyan che "la Gran Bretagna è stata condannata alla guerra per nessun motivo migliore dell'attaccamento sentimentale alla Francia e dell'odio per la Germania. Trevelyan si è dimesso dal governo in segno di protesta. Con questa azione si è trovato estraniato dalla maggior parte dei suoi famiglia, condannato e vilipeso da una stampa isterica, e respinto dall'associazione del suo collegio elettorale". (21)

George Lansbury, una figura di spicco del partito laburista, ha elogiato le azioni di Charles Trevelyan e ha predetto che avrebbe segnato la fine della sua carriera politica: "Deve aver saputo quando si è dimesso che stava dando il colpo di grazia alla sua carriera, e il coraggio che costringe a tale passo non è da distinguere dal coraggio di un soldato che cade in battaglia". (22)

Il giornalista, Morgan Philips Price, andò da Charles Trevelyan e suggerì di formare un'organizzazione contro la prima guerra mondiale. Trevelyan prese ora contatti con due membri pacifisti del Partito Liberale, Norman Angell e E.D. Morel, e Ramsay MacDonald, il leader del Partito Laburista. Hanno anche avuto discussioni con Bertrand Russell e Arthur Ponsonby, che si erano anche espressi contro la guerra. (23)

Si tenne un incontro e dopo aver preso in considerazione nomi come il Comitato per l'emancipazione dei popoli e la Lega per la libertà dei popoli, scelsero l'Unione per il controllo democratico. Altri membri includevano J. Hobson, Charles Buxton, Ottoline Morrell, Philip Morrell, Frederick Pethick-Lawrence, Arnold Rowntree, George Cadbury, Helena Swanwick, Fred Jowett, Tom Johnston, Philip Snowden, Ethel Snowden, David Kirkwood, William Anderson, Mary Sheepshanks , Isabella Ford, H. Brailsford, Eileen Power, Israel Zangwill, Margaret Llewelyn Davies, Konni Zilliacus, Margaret Sackville, Hastings Lees-Smith e Olive Schreiner.

I membri dell'Udc hanno convenuto che una delle ragioni principali del conflitto era la diplomazia segreta di persone come il ministro degli esteri britannico, Sir Edward Grey. Decisero che l'Unione del controllo democratico avrebbe dovuto avere tre obiettivi principali: (i) che in futuro per prevenire la diplomazia segreta ci fosse il controllo parlamentare sulla politica estera; (ii) dovrebbero esserci negoziati dopo la guerra con altri paesi europei democratici nel tentativo di formare un'organizzazione per aiutare a prevenire futuri conflitti; (iii) che alla fine della guerra i termini di pace non dovrebbero né umiliare la nazione sconfitta né riorganizzare artificialmente le frontiere poiché ciò potrebbe fornire una causa per guerre future. (24)

Nel corso dei due anni successivi l'UDC divenne la principale organizzazione contro la guerra in Gran Bretagna. Trevelyan scrisse articoli per giornali e tenne una serie di conferenze sulla necessità di negoziare una pace con la Germania. Di conseguenza, Trevelyan fu condannato dalla stampa popolare come "un farabutto filo-tedesco, antipatriottico". Fu anche criticato per la sua posizione sulla guerra da suo padre, George Otto Trevelyan. (25) Tuttavia, Trevelyan ha continuato a fare campagna per un accordo di pace con la Germania. (26)

Il Schizzo quotidiano ha lanciato un attacco personale a Trevelyan accusandolo di essere filo-tedesco: "Trevelyan avrebbe allora un'atmosfera molto congeniale - nel Reichstag. Non abbiamo tempo per ascoltare il suo discorso sciocco e pernicioso. È uno scandalo che dovrebbe essere in Parlamento quando continua a predicare queste dottrine pacifiste filo-tedesche e assolutamente impraticabili. Trevelyan deve andarsene". (27)

Charles era particolarmente turbato dalle critiche di suo fratello maggiore, George Macaulay Trevelyan. "So che la saggezza può cominciare ad arrivare ai poveri esseri umani attraverso la miseria. Ma anche io dubito quando vedo persone come George trascinate da paure superficiali e odi mal informati... Mostra quanto siamo assurdamente lontani dal sentimento fraterno stranieri quando anche in lui è una patina superficiale. Anche lui come tutti gli altri vuole odiare i tedeschi... Ne sono più scoraggiato che altro perché mostra l'impotenza dell'intelletto davanti alla passione nazionale». (28)

Il Espresso giornaliero elencava i dettagli dei futuri incontri dell'Udc e incoraggiava i suoi lettori ad andare a separarli. Nonostante l'Udc si sia lamentato con il ministro dell'Interno per quello che ha definito “un incitamento alla violenza” da parte del giornale, questi si è rifiutato di intraprendere qualsiasi azione. Nei mesi successivi la polizia si è rifiutata di proteggere i relatori dell'Udc e sono stati spesso attaccati da folle inferocite. Dopo un evento particolarmente violento, il 29 novembre 1915, il giornale riportò con orgoglio la "rotta totale dei filo-tedeschi". (29)

Il governo considerava l'Unione per il controllo democratico un'organizzazione estremamente pericolosa. A Basil Thompson, capo della Divisione investigativa criminale di Scotland Yard, e futuro capo della Sezione Speciale, è stato chiesto di indagare sull'UDC. Thompson riferì che l'Udc "non è un organismo rivoluzionario, ed ha fatto appello, comunque, nei primi giorni della guerra, più alle classi intellettuali che alla classe operaia". Ha continuato a sostenere che i suoi fondi provenivano dalla Society of Friends e "Messrs. Cadbury, Fry e Rowntree". (30)

George Bernard Shaw ha esortato Trevelyan a diventare il leader delle forze progressiste alla Camera dei Comuni: "Hai grandi vantaggi: hai una posizione sociale e finanziaria inattaccabile, integrità intellettuale e coscienza storica, carattere, personalità, bell'aspetto, stile, convinzione , tutto ciò che manca loro tranne il sentimento cinematografico e la volgarità. Se ti senti all'altezza di una deliberata assunzione di responsabilità mi è chiaro che tu... puoi diventare molto presto il visibile nucleo alternativo alla gang di George e alla rovina di Asquith." (31)

Il 2 febbraio 1918 Trevelyan pubblicò sul settimanale radicale La nazione l'affermazione che il partito laburista, e non il partito liberale, era ora più adatto a sradicare i mali del privilegio sociale ed economico. "Le nostre vite sono state rovinate dal compromesso, perché abbiamo tollerato le aziende di armamenti, la diplomazia segreta e il governo della ricchezza. La guerra mondiale ha rivelato il vero significato del nostro sistema sociale. Poiché l'imperialismo, il militarismo e la ricchezza irresponsabile stanno cercando ovunque di schiacciare la democrazia oggi , quindi la democrazia deve trattare queste forze senza pietà. La radice di tutti i mali è il privilegio economico... Dove troveremo la combinazione politica che ci offrirà risorse nella sua strategia, coerenza nella sua politica e coraggio nelle sue proposte?" (32)

I genitori di Charles Trevelyan erano sconvolti quando ha detto loro che si sarebbe unito al partito laburista. Sua madre ha scritto: "La tua decisione di unirti al partito laburista è, ovviamente, un problema per noi. Spero che andrai d'accordo con i tuoi nuovi amici e non lascerai che ti conducano in acque profonde. Farà una notevole differenza per te e la tua famiglia, ma senza dubbio hai considerato tutto. Avevo sperato che dopo la guerra ci saremmo trovati tutti più in sintonia con la cosa pubblica." (33)

Charles ha risposto che il Partito Laburista in futuro sarebbe diventato la principale forza del cambiamento progressivo: "Penso che dalla tua lettera tu stia guardando da una prospettiva sbagliata alla mia azione di adesione al Partito Laburista. Naturalmente sapevo che ti saresti pentito della mia partenza il partito liberale, ma non c'è nulla di innaturale, improvviso o sorprendente in questo. Parli dei "miei nuovi amici". In primo luogo ho lavorato in stretto cameratismo con diversi dirigenti del partito laburista per quattro anni. C'è niente da scegliere in personalità, capacità o carattere tra loro e la scelta del gabinetto liberale, con il quale mi sono precedentemente associato in politica.Ma oltre a ciò almeno la metà dei miei amici liberali si sta unendo al partito laburista ora o è sul punto di aderirvi... Tutti i miei amici privati ​​della stessa educazione e, se questo conta, la posizione sociale, si stanno unendo ora. Non voglio che te ne renda conto per metterti a disagio per il partito liberale, ma per t che tu possa sentirti a tuo agio con me." (34)

Nelle elezioni generali del 1918 tutti i principali membri dell'Unione del controllo democratico persero i loro seggi in Parlamento. Ciò includeva Charles Trevelyan, che subì una schiacciante sconfitta a Elland. Apparentemente sembrava che l'Udc avesse ottenuto ben poco. Tuttavia, come A.J.P. Taylor ha sottolineato: "Ha lanciato una versione delle relazioni internazionali che ha gradualmente conquistato un consenso generale ben oltre la cerchia di coloro che sapevano di essere influenzati dall'Udc". (35)

Charles Trevelyan era un forte critico del Trattato di Versailles. Nel suo libro, Dal liberalismo al lavoro (1921), sosteneva: "Storici e filosofi, come il penny Mail giornaliera scrawlers, ha proclamato l'unica colpevolezza della Germania, o ha delirato per le brutalità in Belgio come prova della diavoleria sovrumana nei tedeschi. Ma quando i governi alleati commettevano offese all'umanità, mostravano la stessa mancanza di coraggio o la stessa ristrettezza di vedute dei professori tedeschi che sempre denunciavano. Quale protesta collettiva degli intellettuali liberali c'era contro il massacro dei bambini a Karlsruhe, contro il saccheggio dell'Ungheria, o contro la suprema atrocità della fame dell'Europa centrale?" (36)

Nelle elezioni generali del 1922 Trevelyan fu eletto per rappresentare il Partito Laburista a Newcastle Upon Tyne Central. Quando Ramsay MacDonald divenne primo ministro nel gennaio 1924, nominò Trevelyan presidente del Board of Education. Ha detto a sua moglie che "non ho più sei figli, ne ho sei milioni". (37)

Nel governo laburista di breve durata Trevelyan ha sostenuto una riduzione delle disuguaglianze educative."Durante il suo mandato sono state approvate quaranta nuove scuole secondarie; è stata istituita un'indagine per provvedere alla sostituzione del maggior numero possibile di scuole elementari più insalubri o obsolete; la proporzione dei posti liberi nelle scuole secondarie è stata aumentate; le borse di studio statali, che erano state sospese, sono state ripristinate, e sono stati aumentati gli assegni di mantenimento per i giovani nelle scuole secondarie; la borsa di studio per gli adulti è stata triplicata; e le autorità locali sono state autorizzate, ove lo desideravano, ad aumentare l'età della fine della scuola a quindici". (38)

Secondo il suo biografo, Trevelyan era "un buon amministratore, non era intimidito, come molti dei suoi colleghi, dai suoi dipendenti pubblici... le sue esibizioni alla cassetta delle consegne hanno ottenuto l'approvazione di suo padre". (39) L'obiettivo principale di Trevelyan era fornire "ai figli dei lavoratori le stesse opportunità di quelli dei ricchi". Ha proposto di farlo ampliando l'istruzione secondaria e alzando l'età dell'abbandono scolastico. Ribaltò i tagli alla spesa per l'istruzione imposti nel 1922, aumentò il numero di posti gratuiti nei licei e incoraggiò (ma non poteva obbligare) le autorità locali ad aumentare l'età dell'abbandono scolastico a quindici anni. Ha anche dichiarato che ci sarebbe stata una pausa tra l'istruzione primaria e secondaria all'età di 11 anni. (40)

H. Wells scrisse a Trevelyan: "Penso che il tuo lavoro per l'istruzione sia stato di eccezionale valore e che tutti coloro che sperano in un'Inghilterra più felice e più civile dovrebbero votare per tutti, indipendentemente dall'associazione di partito. Ho osservato i tuoi procedimenti con grande interesse e Sono convinto che non c'è mai stato un ministro dell'Istruzione migliore, più lungimirante, più laborioso e più disinteressatamente devoto di te". (41)

L'8 ottobre 1924, MacDonald perse una mozione di sfiducia alla Camera dei Comuni per il modo in cui aveva affrontato il caso John Ross Campbell. Poco prima delle elezioni generali del 1924, qualcuno fece trapelare la notizia della Lettera di Zinoviev al Volte e il Mail giornaliera. La lettera è stata pubblicata su questi giornali e ha contribuito alla sconfitta di MacDonald. I conservatori ottennero 412 seggi e formarono il prossimo governo. Con i suoi 151 parlamentari laburisti, MacDonald divenne leader dell'opposizione alla Camera dei Comuni. (42)

Trevelyan ora è diventato il portavoce dell'opposizione sull'istruzione. Ha anche iniziato a sviluppare piani per una politica educativa che potrebbe essere attuata dal prossimo governo laburista. I piani di Trevelyan includevano l'innalzamento dell'età per l'abbandono scolastico a quindici anni e l'aumento della spesa pubblica per l'istruzione. Trevelyan voleva anche una riduzione del controllo della chiesa sull'istruzione. Ha suggerito che il governo dovrebbe fornire finanziamenti alle scuole anglicane e cattoliche in cambio di manager locali che danno il controllo sui loro insegnanti alle autorità locali.

Dopo le elezioni generali del 1929 fu nuovamente nominato presidente del Consiglio per l'istruzione. Tuttavia, il disegno di legge sull'istruzione di Trevelyan, che includeva la misura di innalzare l'età per l'abbandono scolastico a quindici anni, incontrò difficoltà con i parlamentari cattolici romani sui banchi del lavoro. I vescovi cattolici hanno convinto i loro parlamentari a insistere per un aumento dei fondi per le scuole della Chiesa. Trevelyan, "un ateo diffidente nei confronti del potere delle scuole della Chiesa, era pronto ad andare in qualche modo incontro a queste preoccupazioni, ma non voleva consolidare il potere della lobby cattolica". (43)

Trevelyan ha scritto una lettera al suo vecchio amico, Bertrand Russell, in merito al problema che ha dovuto affrontare: "Rappresento un collegio elettorale brulicante di cattolici irlandesi. Preferirei perdere il mio seggio piuttosto che dare al sacerdozio un potere maggiore nelle scuole. Sono assolutamente determinato a il partito laburista non deve finire nelle mani di nessuna religione, men che meno cattolica... La Scozia ha affrontato la questione nel modo migliore e tollerabile possibile. Le scuole sono interamente nelle mani del popolo e gli insegnanti sono nominato dall'autorità locale. Il compito è più arduo in Inghilterra con la vecchia Chiesa d'Inghilterra alle nostre spalle e le 6.000 aree scolastiche singole". (44)

Jennie Lee è stata una di quei parlamentari che ha subito notevoli pressioni da parte del gruppo di pressione cattolico su questo disegno di legge. Anche i parlamentari di sinistra come James Maxton l'hanno esortata a votare contro la legislazione. Le disse che "nell'ovest della Scozia potevo sfidare l'autorità del partito laburista e sopravvivere, ma se mi fossi opposto anche al voto cattolico, non c'era la minima speranza che potessi mantenere il mio posto". (45)

Trevelyan ha accettato di dare soldi extra alle scuole, ma solo se accettavano di passare sotto il controllo delle autorità locali. Il disegno di legge ha aumentato di un anno l'età dell'abbandono scolastico e ha concesso borse di studio ai genitori dei bambini dell'ultimo anno di scuola. (46) Il disegno di legge fu minato nel gennaio 1931 da un emendamento portato da John Scurr per conto delle scuole cattoliche romane, che cercavano sovvenzioni per accogliere un aumento del numero di alunni, e fu sconfitto alla Camera dei Lord, in gran parte a causa del clima finanziario sfavorevole, nel febbraio 1931. (47)

Trevelyan ha incolpato Ramsay MacDonald per il fallimento nel far passare il suo disegno di legge sull'istruzione in parlamento. Ha scritto a sua moglie che il primo ministro ha minato i suoi tentativi di riforma dell'istruzione: "MacDonald mi detesta perché sono sempre abbastanza determinato e non eviterò le cose nello stile approvato. Mi deluderà se possibile, il vero distruttore (non è la Camera dei Lord) è MacDonald con la sua timidezza." (48)

Il 19 febbraio 1931 Trevelyan si dimise dal governo. In una lettera al presidente del Consiglio ha spiegato il suo operato: «Da tempo mi rendo conto di non essere molto solidale con il metodo generale di politica del governo. Nell'attuale disastrosa condizione del commercio mi sembra che la crisi richieda grandi misure socialiste. Dovremmo dimostrare al paese le alternative all'economia e alla protezione. Il nostro valore come governo oggi dovrebbe essere quello di far capire alla gente che il socialismo è quell'alternativa". (49)

Trevelyan ha detto a una riunione del Partito parlamentare laburista che il motivo principale per cui si era dimesso: "Da tempo sono dolorosamente consapevole di essere completamente insoddisfatto della strategia principale dei leader del partito. Ma ho pensato che fosse mio dovere mantenere finché ho avuto un lavoro preciso nel cercare di far passare il disegno di legge sull'istruzione. Non mi sarei mai aspettato una svolta completa al socialismo in questo Parlamento. Ma mi aspettavo che preparasse la strada da un governo che nello spirito e nel vigore ha fatto un tale contrasto con i conservatori e i liberali che dovremmo essere sicuri della vittoria definitiva la prossima volta".

Ha attaccato il governo per essersi rifiutato di introdurre misure socialiste per far fronte alla crisi economica. Era anche un sostenitore dell'economista John Maynard Keynes: "Ora siamo immersi in una depressione commerciale esemplificativa e stiamo soffrendo lo spaventoso record di disoccupazione. È una crisi terribile quasi quanto la guerra. La gente è proprio dell'umore giusto per accettare un nuovo e audace tentativo di affrontare mali radicali. Ma tutto ciò che abbiamo è una dichiarazione di economia del Cancelliere dello Scacchiere. A quanto pare abbiamo optato, quasi senza discussione, per la politica dell'economia. Essa implica una fede, una fede che riduce della spesa è la via della salvezza. Niente compagni. Non basta che un partito socialista affronti questa crisi con l'economia. La radice stessa della nostra fede è che la prosperità viene dall'alto potere d'acquisto della gente, e che la spesa pubblica sui servizi sociali è sempre remunerativo». (50)

Il 24 agosto 1931, MacDonald formò un governo nazionale. Solo tre membri dell'amministrazione laburista, Philip Snowden, Jimmy Thomas e John Sankey hanno accettato di unirsi al governo. Altri incarichi includevano Stanley Baldwin (Lord President of the Council), Neville Chamberlain (Health), Samuel Hoare (Segretario di Stato per l'India), Herbert Samuel (Home Office), Philip Cunliffe-Lister (Board of Trade) e Lord Reading (Foreign Ufficio).

L'8 settembre 1931, il programma del governo nazionale di 70 milioni di sterline di economia fu discusso alla Camera dei Comuni. Ciò includeva un taglio di 13 milioni di sterline nell'indennità di disoccupazione. Tom Johnson, che ha concluso il dibattito per il Partito Laburista, ha dichiarato che queste politiche "non erano di un governo nazionale ma di un governo di Wall Street". Alla fine il governo ha vinto con 309 voti a 249, ma solo 12 parlamentari laburisti hanno votato per le misure. (51)

I tagli alla spesa pubblica non hanno soddisfatto i mercati. I prelievi di oro e valuta estera continuarono. Il 16 settembre, la Banca d'Inghilterra ha perso 5 milioni di sterline; il 17, 10 milioni di sterline; e il 18, quasi 18 milioni di sterline. Il 20 settembre, il governo ha accettato di lasciare il Gold Standard, cosa che John Maynard Keynes aveva consigliato al governo di fare il 5 agosto.

Il 26 settembre, l'esecutivo nazionale del partito laburista ha deciso di espellere tutti i membri del governo nazionale, inclusi Ramsay MacDonald, Philip Snowden, Jimmy Thomas e John Sankey. Come ha sottolineato David Marquand: "In queste circostanze, la sua decisione era comprensibile, forse inevitabile. Il movimento laburista era stato costruito sull'etica sindacale della lealtà alle decisioni della maggioranza. MacDonald aveva sfidato quell'etica; per molti attivisti laburisti, ha era ormai una sorta di blackleg politico, che meritava di essere trattato di conseguenza". (52)

Le elezioni generali del 1931 si tennero il 27 ottobre 1931. MacDonald guidò un'alleanza anti-laburista composta da conservatori e nazional-liberali. È stato un disastro per il partito laburista con solo 46 membri che hanno vinto i loro seggi. Diverse figure di spicco del lavoro, tra cui Charles Trevelyan, Arthur Henderson, John R. Clynes, Arthur Greenwood, Jennie Lee, Herbert Morrison, Emanuel Shinwell, Frederick Pethick-Lawrence, Hugh Dalton, Susan Lawrence, William Wedgwood Benn e Margaret Bondfield hanno perso il loro posto .

Dopo l'elezione G.D.H. Cole ha creato la Società per l'inchiesta e la propaganda socialista (SSIP). Questo è stato poi ribattezzato la Lega Socialista. Charles Trevelyan si unì all'organizzazione. Altri membri inclusi William Mellor, Stafford Cripps, HN Brailsford, D. Pritt, R. Tawney, Frank Wise, David Kirkwood, Clement Attlee, Neil Maclean, Frederick Pethick-Lawrence, Alfred Salter, Jennie Lee, Gilbert Mitchison, Harold Laski, Frank Horrabin, Ellen Wilkinson, Aneurin Bevan, Ernest Bevin, Arthur Pugh, Michael Foot e Barbara Betts. J. T. Murphy ne divenne il segretario. Murphy vedeva la Lega Socialista come "l'organizzazione dei socialisti rivoluzionari che sono parte integrante del movimento laburista allo scopo di vincerlo completamente per il socialismo rivoluzionario". (53)

Nella conferenza del lavoro del 1932 la Lega socialista sconfisse la piattaforma con la proposta di andare oltre la nazionalizzazione della Banca d'Inghilterra per assumere altre banche di proprietà pubblica sulla base del fatto che il controllo di esse sarebbe stato essenziale per una vera pianificazione socialista. Un'altra riuscita risoluzione della Lega Socialista stabiliva "che i dirigenti del prossimo governo laburista e del Partito laburista parlamentare fossero istruiti dalla Conferenza nazionale che, al momento dell'assunzione dell'incarico... una legislazione socialista definitiva doveva essere immediatamente promulgata... fatti oltre che a parole”. (54)

A. Morris, ha sottolineato: "Trevelyan ha incoraggiato la Lega Socialista, ha dato aiuto sia politico che materiale a un certo numero di aspiranti e affermati esponenti della sinistra, e sembrava abbastanza convinto che il Partito Laburista fosse finalmente impegnato nel socialismo. C'è stato un breve momento di trionfo personale alla conferenza annuale del partito nel 1933. Ha presentato con successo una risoluzione secondo cui, se ci fosse stata anche solo una minaccia di guerra, il partito laburista avrebbe indetto uno sciopero generale". (55)

L'accordo del Fronte Unito ottenne solo una stretta maggioranza in una conferenza dei delegati della Lega socialista nel gennaio 1937: 56 a favore, 38 contrari e 23 astenuti. La campagna del Fronte Unito si è aperta ufficialmente con un grande incontro al Free Trade Hall di Manchester il 24 gennaio. Tre giorni dopo l'Esecutivo del Partito Laburista decise di slegare la Lega Socialista. Hanno anche iniziato a considerare l'espulsione dei membri della Lega. G.D.H. Cole e George Lansbury hanno risposto esortando il partito a non iniziare una "caccia all'eresia".

Arthur Greenwood era uno di quelli che sostenevano che il capo dei ribelli, Stafford Cripps, dovesse essere immediatamente espulso. Cripps è stato espulso dal Comitato Esecutivo Nazionale per diciotto a uno. A febbraio è stato seguito da Charles Trevelyan, Aneurin Bevan e George Strauss. Il 24 marzo 1937, il Comitato Esecutivo Nazionale dichiarò che i membri della Lega Socialista sarebbero stati ineleggibili per l'adesione al Partito Laburista dal 1 giugno. Nelle settimane successive l'adesione è scesa da 3.000 a 1.600. A maggio, G.D.H. Cole e altri membri di spicco decisero di sciogliere la Lega Socialista. (56)

Trevelyan ora ha deciso di ritirarsi dalla politica. Nel 1937 fece un nuovo testamento dove lasciò Wallington Hall, non al figlio maggiore George, ma al National Trust. Ha spiegato la sua decisione in una trasmissione radiofonica: "Per la maggior parte dei proprietari sarebbe una terribile straziante considerare di alienare le loro case e proprietà familiari. Per me, è naturale e ragionevole che un luogo come questo diventi proprietà pubblica, in modo che il diritto di usarlo e goderne può essere assicurato per sempre alla comunità. Come socialista, non sono ostacolato dal sentimento che il posto che amo sarà tenuto per sempre per il popolo del mio paese". (57)

Ha mantenuto le sue opinioni socialiste fino alla fine della sua vita e questo gli ha fatto molti nemici: "I miei vicini benestanti della contea e di Newcastle sono dal loro punto di vista giusto nel detestare il mio atteggiamento. Sono molto pericoloso per il loro modo di vita perché so fin troppo bene a cosa miro. È una cosa molto più seria per l'ordine esistente quando non solo si esprimono pie opinioni che è una cosa asociale per i privati ​​possedere case di campagna e castelli e migliaia di acri ", ma quando in realtà si arrenderanno per una questione di principio. Non sono turbato dal fatto che mi considerino un traditore. Anzi, odio la loro lealtà. Sono molto più preoccupato che le masse capiscano cosa sto facendo e sentano che il mondo è cambiando nella direzione che non avrebbero mai veramente sperato di vedere vent'anni fa." (58)

Trevelyan ha avuto una relazione a lungo termine con Edith Bulmer. Nel 1943, Edith, all'età di 39 anni, diede alla luce Martin Bulmer. Charles aveva avuto un figlio illegittimo all'età di 72 anni. Sua moglie era furiosa e scrisse all'amica dei suoi sentimenti: "Se fosse una persona oscura che vive in una piccola strada, non importerebbe. Ma è un personaggio molto importante persona, che vive in una grande casa e sotto gli occhi del pubblico. Il suo buon nome ne soffrirà... La cosa curiosa di tutta la storia è che mi è devoto. Di questo sono assolutamente certo. Ha la massima preoccupazione per il mio felicità, ed è profondamente angosciato se non sono felice." (59)

Secondo Laura Trevelyan, "Charles è stato fisicamente e intellettualmente vigoroso fino all'ultimo, comandando, interessato e mettendo in discussione ciò che stava succedendo nel mondo". (60) All'età di 79 anni, Trevelyan scrisse a Jennie Lee riguardo ai suoi successi in politica: "Non ho nulla di cui lamentarmi riguardo alla mia vita nel suo insieme. Ho fatto meglio di quanto merito di gran lunga". (61)

In un'altra lettera ha ricordato: "Ciò che mi ha reso utile al mondo è stato dover stare quasi da solo nella prima guerra. Da allora non ho mai avuto difficoltà a prendere la mia linea e ho scoperto il modo per farlo. scoperto che se si crede in una cosa con sufficiente fermezza non c'è bisogno di temere l'isolamento o l'impopolarità... Se si vede abbastanza chiaramente ciò che si pensa sia giusto, non c'è davvero alcuna difficoltà. La mente della maggior parte delle persone è piuttosto confusa e annebbiata." (62)

Charles Trevelyan morì all'età di 87 anni il 24 gennaio 1958.

Noi (Beatrice Webb, Sidney Webb, George Bernard Shaw, Herbert Samuel e Graham Wallas) abbiamo viaggiato insieme ieri. A Eastbourne ci venne incontro un autobus con le ruote rosse e un cocchiere in livrea. Qui abbiamo monopolizzato l'Hotel, tranne il bar, che a metà giornata si riempie di turisti e volantini. Fino alle undici e dopo le cinque abbiamo tutta Beach Head tutta per noi. È un tempo splendido e la signora Webb ha dovuto prendere in prestito la glicerina per la sua scottatura solare. Sto insegnando a tutta la festa ad andare in bicicletta. La signora Webb sarà presto abile. Webb è senza speranza. Bernard Shaw in questo momento sta ruzzolando operosamente fuori.

George Bernard Shaw è proprio quello che speravo e mi aspettavo, eccessivamente loquace, geniale e divertente, e non eccessivamente aggressivo o cinico. Non è pieno di lodi per niente e nessuno, ma è la perfezione della vera natura buona.

Ho la massima simpatia per la crescita del partito socialista. Voglio vedere il partito liberale gettare anima e corpo senza timore nella riforma, per impedire una reazione allo stato attuale delle cose e la violenta rivoluzione che ne sarebbe inevitabilmente seguita.

Desidero chiarire fin dall'inizio che alle prossime elezioni non voglio sostenere nessun'altra intesa che il nuovo Parlamento debba distruggere una volta per sempre il potere della camera ereditaria di ribaltare le decisioni dei rappresentanti del popolo. Hanno reso infruttuoso il lavoro più serio dell'attuale Camera dei Comuni.

Tra i molti rapporti che sono in corso sulle dimissioni ministeriali sembrano esserci pochi dubbi su tre. Ci sarà una diffusa simpatia per l'azione che hanno intrapreso.

Che gli uomini approvino o meno quell'azione, è una cosa piacevole in questo momento buio avere questa testimonianza del senso dell'onore e della lealtà alla coscienza che indica... Trevelyan troverà lavoro abbondante nel mantenere vitali quegli ideali che sono alla radice della libertà e che non sono mai tanto in pericolo come in tempo di guerra e di disgregazione sociale.

Per quanto schiacciante sia la vittoria della nostra marina, il nostro commercio ne soffrirà terribilmente. Quindi mi sono dimesso.

Sarebbe opportuno trattenere l'opuscolo. La guerra in questo momento sta andando male contro di noi e ogni giorno può portare notizie più serie. Suppongo che non appena i tedeschi avranno il tempo di rivolgere la loro attenzione su di noi, possiamo aspettarci di vedere i loro grossi cannoni montati dall'altra parte della Manica e i loro Zeppelin sorvolare Dover e forse Londra. La gente sarà completamente impaziente di qualsiasi tipo di critica alla politica in un momento simile e temo che un'azione prematura ora potrebbe distruggere ogni speranza di utilità per la vostra organizzazione (Union of Democratic Control) in seguito. Ieri pomeriggio ho visto Angell e Ramsay MacDonald e ho scoperto che erano giunti alla stessa conclusione.

Trevelyan avrebbe quindi un'atmosfera molto congeniale - nel Reichstag. Trevelyan deve andare.

Doveva sapere quando si dimise che stava dando il colpo di grazia alla sua carriera, e il coraggio che costringe a un tale passo non è da distinguere dal coraggio di un soldato che cade in battaglia.

Sono propenso a poter essere più utile all'Udc identificandomi con nessun partito politico. Sono chiaro che sarebbe fatale per qualsiasi progresso con i liberali se chiunque si trovasse in una posizione di rilievo tra noi compisse un passo deciso verso un cambiamento politico di alleanza. Non possiamo ancora dire affatto come si svilupperà la situazione politica. Non c'è fretta.

Le classi dirigenti oggi nutrono la convinzione che gli odi e le rivalità nazionali siano inevitabili. Mi rivolgo per sperare dai grandi, istruiti e ricchi che hanno dovuto fare la guerra, agli uomini e alle donne comuni la cui unica responsabilità è che hanno lasciato la guerra ad altri per risolverla. È solo quando la democrazia comincia a pensare da sé, mettendo in atto i principi della fratellanza umana, che dall'attuale deplorevole ingarbugliamento si può fare qualcosa, ma un disastro umano indicibile e permanente.

Hai grandi vantaggi: hai una posizione sociale e finanziaria inattaccabile, integrità intellettuale e coscienza storica, carattere, personalità, bell'aspetto, stile, convinzione, tutto ciò che manca loro tranne il sentimento cinematografico e la volgarità. può diventare molto presto il nucleo visibile alternativo alla banda di George e alla rovina di Asquith... Ultimamente ho detto a volte "Che ne dici di Trevelyan" e l'unica obiezione è che sembri esserti specializzato troppo come pacifista.

Le nostre vite sono state rovinate dal compromesso, perché abbiamo tollerato le aziende di armamenti, la diplomazia segreta e il governo della ricchezza. Dove troveremo la combinazione politica che ci offrirà risorse nella sua strategia, coerenza nella sua politica e coraggio nelle sue proposte?

Ho lavorato in stretto cameratismo con diversi dirigenti del Partito Laburista per quattro anni. Ma oltre a questo, almeno la metà dei miei amici liberali si sta unendo al partito laburista ora o sta per entrarvi. Almeno trenta membri liberali hanno discusso i pro ei contro negli ultimi diciotto mesi. Tutti i miei amici privati ​​della stessa educazione e, se questo è importante, della mia posizione sociale, si stanno unendo ora.

Nella totale agitazione che scrivi in ​​un momento critico per il nostro paese, desideri trasformare l'Europa in una comune con Lenin come primo ministro e Ramsay MacDonald come vice? Desiderate introdurci ai lussi del bolscevismo, dell'omicidio, della rapina e del saccheggio, o desiderate semplicemente vedere il vostro paese in rovina.

Storici e filosofi, come il penny Mail giornaliera scrawlers, ha proclamato l'unica colpevolezza della Germania, o ha delirato per le brutalità in Belgio come prova della diavoleria sovrumana nei tedeschi. Quale protesta collettiva degli intellettuali liberali c'era contro il massacro dei bambini a Karlsruhe, contro il saccheggio dell'Ungheria, o contro la suprema atrocità della fame dell'Europa centrale? L'unica nota chiara che hanno cercato di colpire all'inizio della guerra era il diritto di tutti i popoli all'autodeterminazione. Hanno chiesto simpatia per croati e cecoslovacchi e italiani sotto il dominio austriaco. Hanno chiesto l'indipendenza della Polonia. Ma quando l'Europa cominciò a ripartirsi a Parigi, e una dozzina di nuove oppressioni si sostituirono alle vecchie, non vi fu alcuna protesta in nome del principio o della giustizia o del liberalismo contro la sorte dei tedeschi annessi alla Polonia, degli austriaci all'Italia e della Cecoslovacchia. Slovacchia, serbi e ungheresi in Romania, bulgari in Serbia, e gli altri palesi oltraggi al sentimento nazionale creato dal nuovo insediamento. Il liberalismo non ha nemmeno insistito sull'applicazione piena del principio di nazionalismo su cui aveva puntato tutto nella guerra. Ha marciato dietro l'auto trionfale dei reazionari e ha accettato la vecchia interpretazione del nazionalismo, che è giustizia per i vincitori. Nessuna grande luce guida per un mondo lacerato e distratto brillava dall'Inghilterra liberale colta e colta.

Questo, dunque, è il primo grande fattore della situazione attuale, che come baluardo contro la marea della reazione e del militarismo che ha travolto le classi dirigenti delle nazioni vittoriose, i liberali sono inutili. La loro "guerra per porre fine alla guerra" liberale si è conclusa con una pace imperialista per perpetuare l'ingiustizia nazionale e gli armamenti. E hanno acconsentito.

È davvero un grande vantaggio, in qualsiasi ufficio genuino e importante, recarsi in un reparto di cui si conosce bene il funzionamento. Essere l'unico uomo in un grande ufficio che non sa nulla dei processi e l'unico uomo che deve prendere le decisioni, è un affare molto sconcertante. Anche mio padre lo sentiva e diceva che nei suoi primi quindici giorni al Tesoro aveva visto i serpenti uscire dai giornali nei suoi sogni di notte. Bene, hai una lunga tradizione familiare di lavoro ufficiale da mantenere quanto George ha la scrittura di libri, e non ho dubbi che lo farai degnamente.

Penso che il tuo lavoro per l'istruzione sia stato di eccezionale valore e che tutti coloro che sperano in un'Inghilterra più felice e più civile dovrebbero votare per tutti, indipendentemente dall'associazione di partito. Ho seguito i tuoi lavori con molto interesse e sono convinto che non c'è mai stato un ministro dell'Istruzione migliore, più lungimirante, più laborioso e più disinteressatamente devoto di te.

Sarò assolutamente disgustato dal fatto che il governo laburista si dimetta timidamente di sondare il mistero (della lettera di Zinoviev) e di spiegarlo al Parlamento. È la più grande truffa elettorale. Personalmente credo che avevi ragione a denunciarlo audacemente come un falso.

Rappresento un collegio elettorale brulicante di cattolici irlandesi. Sono assolutamente determinato che il Partito Laburista non finisca nelle mani di nessuna religione, men che meno quella cattolica.

La mia ancora è la nomina degli insegnanti. Se potessi metterlo nelle mani del pubblico, concederei molto in altre direzioni. Il compito è più difficile in Inghilterra con la vecchia Chiesa d'Inghilterra alle nostre spalle e le 6000 aree scolastiche singole.

MacDonald mi detesta perché sono sempre abbastanza determinato e non eviterò le cose nello stile approvato. Mi deluderà se possibile, il vero distruttore (non è la Camera dei Lord) è MacDonald con la sua timidezza.

Da tempo mi rendo conto di non essere molto solidale con il metodo generale della politica del governo. Il nostro valore come governo oggi dovrebbe essere quello di far capire alla gente che il socialismo è quell'alternativa.

Da tempo sono dolorosamente consapevole di essere completamente insoddisfatto della strategia principale dei leader del partito. Ma mi aspettavo che preparasse la strada da un governo che nello spirito e nel vigore faceva un tale contrasto con i conservatori ei liberali che saremmo stati sicuri della vittoria definitiva la prossima volta.

Ma la prima seduta è stata un'amara delusione. Ora siamo immersi in una depressione commerciale esemplificativa e stiamo soffrendo lo spaventoso record di disoccupazione. La radice stessa della nostra fede è che la prosperità deriva dall'alto potere di spesa delle persone, e che la spesa pubblica per i servizi sociali è sempre remunerativa.

Sebbene io differisca profondamente dall'attuale leadership, non ho la minima simpatia per l'azione di uomini come Mosley. Il partito laburista sarà il potere del futuro, per quanto tempo ci vorrà per far evolvere leader che sappiano come agire. Ma è come in un esercito. I leader per il momento devono definire la strategia. Gli ufficiali che comandano i battaglioni possono ritirarsi, ma non devono ribellarsi. Ho fatto l'unico passo di protesta che mi era aperto. Mi dimetto dalla mia posizione di ufficiale e divento un soldato semplice.

La Commissione Economia di maggio è stata nominata dal governo per raccomandare un taglio generale di tutta la spesa pubblica. Il Comitato ha riferito su queste linee durante l'estate del 1931 e il risultato è stato un sacrificio generale dei progetti di opere pubbliche. Durante l'Olocausto, il progetto di legge sull'istruzione di mio cugino Sir Charles Trevelyan è stato ritirato. Questo disegno di legge ha aumentato di un anno l'età dell'abbandono scolastico e ha concesso borse di studio ai genitori dei bambini nell'ultimo anno di scuola. A causa di ciò che è successo al suo disegno di legge sull'istruzione, Sir Charles si è dimesso dal suo incarico.

Lo scoppio dello sciopero generale (Commento alla risposta)

Lo sciopero generale del 1926 e la sconfitta dei minatori (Commento alle risposte)

L'industria del carbone: 1600-1925 (Commento alle risposte)

Donne nelle miniere di carbone (Commento alla risposta)

Lavoro minorile nelle miniere di carbone (Commento sulla risposta)

Simulazione del lavoro minorile (Note per l'insegnante)

1832 Reform Act e la Camera dei Lord (Commento sulla risposta)

I cartisti (commento alle risposte)

Le donne e il movimento cartista (Commento alle risposte)

Benjamin Disraeli e il Reform Act del 1867 (Commento alle risposte)

William Gladstone e il Reform Act del 1884 (Commento alle risposte)

Richard Arkwright e il sistema di fabbrica (commento alle risposte)

Robert Owen e New Lanark (Commento alla risposta)

James Watt e Steam Power (Commento alla risposta)

Trasporto su strada e rivoluzione industriale (commento sulla risposta)

Canal Mania (Commento alla risposta)

Primo sviluppo delle ferrovie (commento alla risposta)

Il sistema domestico (Commento alle risposte)

I Luddisti: 1775-1825 (Commento alle risposte)

La difficile situazione dei tessitori di telai a mano (Commento alla risposta)

Problemi di salute nelle città industriali (commento sulla risposta)

Riforma della sanità pubblica nel XIX secolo (Commento alle risposte)

Attività in classe per materia

(1) A. Morris, Charles Trevelyan: Oxford Dictionary of National Biography (2004-2014)

(2) George Macaulay Trevelyan, George Otto Trevelyan: A Memoir (1932) pagina 113

(3) Laura Trevelyan, Una famiglia molto britannica: i Trevelyans (2006) pagina 103

(4) Bertrand Russell, Autobiografia (1968) pagina 61

(5) Charles Trevelyan, lettera a Caroline Trevelyan (15 giugno 1892)

(6) A. Morris, Charles Trevelyan: Oxford Dictionary of National Biography (2004-2014)

(7) Charles Trevelyan, lettera a Caroline Trevelyan (22 febbraio 1893)

(8) Charles Trevelyan, lettera a George Otto Trevelyan (12 aprile 1895)

(9) Charles Trevelyan, lettera a Caroline Trevelyan (5 ottobre 1895)

(10) Laura Trevelyan, Una famiglia molto britannica: i Trevelyans (2006) pagina 102

(11) A. Morris, C. P. Trevelyan, 1870–1958: Ritratto di un radicale (1977) pagina 24

(12) George Macaulay Trevelyan, lettera a Charles Trevelyan (23 dicembre 1905)

(13) Charles Trevelyan, lettera a Mary Katharine Bell (20 dicembre 1903)

(14) A. Morris, Charles Trevelyan: Oxford Dictionary of National Biography (2004-2014) (

(15) Laura Trevelyan, Una famiglia molto britannica: i Trevelyans (2006) pagina 120

(16) Humphrey Trevelyan, Pubblico e Privato (1980) pagina 140

(17) A. Morris, Charles Trevelyan: Oxford Dictionary of National Biography (2004-2014)

(18) Charles Trevelyan, discorso (10 dicembre 1909)

(19) Le notizie quotidiane (5 agosto 1914)

(20) Charles Trevelyan, dichiarazione (5 agosto 1914)

(21) A. Morris, Charles Trevelyan: Oxford Dictionary of National Biography (2004-2014)

(22) Laura Trevelyan, Una famiglia molto britannica: i Trevelyans (2006) pagina 121

(23) Prezzo Morgan Philips, Le mie tre rivoluzioni (1969) pagina 23

(24) Martin Pugh, Parla per la Gran Bretagna: una nuova storia del partito laburista (2010) pagina 103

(25) A. Morris, Charles Trevelyan: Oxford Dictionary of National Biography (2004-2014)

(26) Jennie Lee, La mia vita con Nye (1980) pagina 54

(27) Lo schizzo quotidiano (4 marzo 1915)

(28) Charles Trevelyan, lettera a Mary Trevelyan (14 settembre 1914)

(29) L'espresso quotidiano (30 novembre 1915)

(30) Basil Thompson, rapporto al ministro degli Interni (novembre 1917)

(31) George Bernard Shaw, lettera a Charles Trevelyan (28 febbraio 1918)

(32) Carlo Trevelyan, La nazione (2 febbraio 1918)

(33) Humphrey Trevelyan, Pubblico e Privato (1980) pagina 131

(34) Charles Trevelyan, lettera a Mary Trevelyan (30 novembre 1918)

(35) A.J.P. Taylor, I creatori di guai: dissenso sulla politica estera (1957) pagina 132

(36) Carlo Trevelyan, Dal liberalismo al lavoro (1921) pagine 56-58

(37) A. Morris, Charles Trevelyan: Oxford Dictionary of National Biography (2004-2014)

(38) G.D.H. Cole, Una storia del partito laburista dal 1914 (1948) pagina 162

(39) Laura Trevelyan, Una famiglia molto britannica: i Trevelyans (2006) pagina 127

(40) A. Morris, Charles Trevelyan: Oxford Dictionary of National Biography (2004-2014)

(41) H. Wells, lettera a Charles Trevelyan (ottobre 1924)

(42) Martin Pugh, Parla per la Gran Bretagna: una nuova storia del partito laburista (2010) pagina 183

(43) Laura Trevelyan, Una famiglia molto britannica: i Trevelyans (2006) pagina 127

(44) Charles Trevelyan, lettera a Bertrand Russell (maggio 1929)

(45) Jennie Lee, La mia vita con Nye (1980) pagina 54

(46) Prezzo Morgan Philips, Le mie tre rivoluzioni (1969) pagina 267

(47) A. Morris, Charles Trevelyan: Oxford Dictionary of National Biography (2004-2014)

(48) Charles Trevelyan, lettera a Mary Trevelyan (16 novembre 1930)

(49) Charles Trevelyan, lettera di dimissioni a Ramsay MacDonald (19 febbraio 1931)

(50) Charles Trevelyan, discorso al Partito Laburista Parlamentare (19 febbraio 1931)

(51) Paolo Adelman, L'ascesa del partito laburista: 1880-1945 (1972) pagina 72

(52) David Marquand, Ramsay MacDonald: Oxford Dictionary of National Biography (2004-2014)

(53) Ben Pimlott, Lavoro e sinistra (1977) pagina 52

(54) Tony Cliff e Donny Gluckstein, Il partito laburista: una storia marxista (1988) pagina 170

(55) A. Morris, Charles Trevelyan: Oxford Dictionary of National Biography (2004-2014)

(56) Martin Pugh, Parla per la Gran Bretagna: una nuova storia del partito laburista (2010) pagina 255

(57) Charles Trevelyan, trasmissione radiofonica della BBC (23 marzo 1937)

(58) Charles Trevelyan, lettera a Claud Bicknell (9 novembre 1950)

(59) Mary Trevelyan, lettera ad Ann Gillie (agosto 1943)

(60) Laura Trevelyan, Una famiglia molto britannica: i Trevelyans (2006) pagina 144

(61) Charles Trevelyan, lettera a Jennie Lee (23 febbraio 1949)

(62) Humphrey Trevelyan, Pubblico e Privato (1980) pagina 140


I segreti di una famiglia famosa svelati

La corrispondente della Bbc Laura Trevelyan ha deciso di tracciare la storia della sua famiglia dopo essere stata costantemente interrogata sulla sua famosa famiglia, che viveva nella magnifica villa Wallington, nel Northumberland.

La corrispondente della Bbc Laura Trevelyan ha deciso di tracciare la storia della sua famiglia dopo essere stata costantemente interrogata sulla sua famosa famiglia, che viveva nella magnifica villa Wallington, nel Northumberland. Ora ha scritto un libro. Liz Lamb ha i dettagli

All'età di 72 anni, un uomo sposato ha un figlio illegittimo con la sua segretaria personale, con la quale ha una relazione da anni.

Quindi trasferisce il suo amante e il figlio nella tenuta di famiglia, con grande disgusto della moglie di 40 anni. Nel frattempo il resto della famiglia osserva un fermo silenzio sull'esistenza del bambino nonostante i pettegolezzi tra i vicini.

Potrebbe essere una trama di un melodramma vittoriano, ma è una parte vera della storia della tenuta di Wallington, vicino a Cambo nel Northumberland.

La madre di tre figli Laura Trevelyan, una discendente della famiglia, ha scoperto il segreto degli anni '40 e ha persino rintracciato il figlio dell'amore della coppia durante la ricerca di un libro sulla storia della famiglia.

Sir Charles Philips Trevelyan, un ministro del governo laburista, aveva incontrato la sua amante, Edith Bulmer, al Peoples'apos Theatre, a Heaton, Newcastle, anni prima e lei divenne presto la sua segretaria prima di diventare la sua amante.

Nel 1939 la più ampia famiglia Trevelyan scoprì la relazione e, nonostante l'angoscia della moglie Molly per la relazione, quattro anni dopo Charles, 72 anni, ed Edith, 39, ebbero un figlio.

La nascita fece presto parlare di sé a Cambo, ma la famiglia si rifiutò di riconoscere pubblicamente che il bambino era di Charles.

Sebbene Molly, la nipote di un milionario siderurgico di Durham e madre di sei figli, sia rimasta devastata dalla notizia e dal fatto che la sua rivale amorosa si sia trasferita in un cottage nella tenuta, è rimasta dignitosa.

In una lettera a un'amica ha scritto: "Tutto quello che posso fare è tacere, per lealtà al meraviglioso passato che ho avuto nella mia vita matrimoniale".

In un altro ha rivelato: "Ciò che è stato per tutto il tempo il mio grande dolore è perderlo. Lo amo così profondamente. Non ho mai guardato un altro uomo per 40 anni.

"Posso immaginare una nuova era a Wallington quando io e lui potremo riunirci di nuovo come compagni per gli ultimi anni della nostra vita se la tensione della sua presenza [Edith&aposs] viene rimossa sia dalla mia vita che dai miei figli".

Laura ha trovato lettere con riferimenti alla relazione da documenti di famiglia conservati presso l'Università di Newcastle e ha rintracciato Martin Bulmer, il figlio illegittimo di Edith e Charles, che ora ha 60 anni e lavora alla Surrey University.

Laura, 38 anni, che vive a New York, negli Stati Uniti, ha detto: "Charles ha avuto sua moglie, poi ha avuto Edith e la cosa è andata avanti per più di 20 anni. Ebbe poi un figlio fuori dal matrimonio. Charles ha dato a Martin ed Edith una casa nella tenuta, che è dove Martin è cresciuto, con grande rabbia di Molly.

"Si sentiva così offesa a dover vivere con loro nella tenuta. Charles non ne aveva e ha rifiutato le sue richieste di vivere altrove. Essendo lui il signore del maniero, lei doveva assecondarlo.

"Ho chiesto a Martin di includerlo nel libro e lui è stato molto di supporto e contento.

"Non è stato riconosciuto come il figlio di Charles Philip Trevelyan quando stava crescendo a Wallington. Era una situazione strana. Tutti sapevano di chi fosse figlio, ma non fu proprio accolto in seno alla famiglia.

" Quando è successo è stato messo a tacere nella misura migliore possibile, ma è stato terribilmente triste. Lady Trevelyan non era felice."

Come parte della sua ricerca, Laura ha parlato anche con Patricia, 91 anni, uno dei figli sopravvissuti di Charles e Molly, che vive ancora nella casa signorile di Wallington.

Suo padre lasciò in eredità la proprietà al National Trust, nel 1941, ma Patricia ha potuto viverci.

Laura ha detto: "Charles era un socialista e darlo al Trust era in linea con i suoi principi. È stato un grande gesto.

"Patricia e Sir Geoffrey Trevelyan sono i bambini sopravvissuti ed è stato difficile per loro sapere dell'altro bambino, ma non hanno cercato di impedirmi di metterlo nel libro."

La famiglia di Laura ha plasmato la storia, ma è stata la sua mancanza di conoscenza della linea familiare che l'ha spinta a fare ulteriori ricerche, stimolata da un programma che ha fatto per la BBC. Il suo trisnonno era Sir Charles Edward Trevelyan, che ereditò la casa alla fine del XVIII secolo.

Contribuì a fondare il moderno servizio civile e presiedette infamemente alla cura della carestia per l'Irlanda quando un milione di persone morirono tra il 1846 e il 1850.

Altri notevoli Trevelyan includono il trisnonno di Laura, lo storico di successo GM Trevelyan e il figlio di George Otto, uno storico e ministro del governo sotto William Gladstone.

Il nonno di Laura è Humphry Trevelyan, figlio di GM Trevelyan, che è stato reclutato per lavorare a Bletchley Park durante la seconda guerra mondiale per la traduzione del codice segreto tedesco.

Per Laura una delle scoperte più interessanti è stata la morte del fratello del nonno Theo quando aveva solo quattro anni. Ha detto: "Mio nonno è stato molto colpito dalla sua morte. Il loro padre aveva scelto Theo come uno per la grandezza e per portare la torcia di Trevelyan nella generazione successiva.

"Apparentemente poteva recitare Orazio quando aveva quattro anni. Theo morì di appendicite e suo padre fece un culto attorno al figlio morto.

"Il mio povero nonno si è sentito inadeguato.

"Nel libro c'è una lettera brutale dello zio di Theo, Charles Philips Trevelyan, che diceva che sarebbe stato meglio se fosse morto Humphry."

Laura, che ha lavorato per Newsnight, il programma Radio Four&aposs Today e il notiziario BBC1, ha impiegato quattro anni e mezzo per fare ricerche e scrivere il libro tra avere e prendersi cura dei suoi figli Isacc, sei, Toby, quattro, e Benjamin, due mesi, con suo marito James Goldston, dirigente di ABC News a New York.

"Quando ero piccola i miei genitori hanno menzionato alcune cose sul passato, ma io sono cresciuta conoscendo l'intera storia della famiglia", ha detto Laura.

"Quando lavoravo in Irlanda per la BBC, la gente menzionava Charles Edward Trevelyan, ritenuto responsabile da molte persone in Irlanda per aver aggravato la carestia.

"Era un personaggio demoniaco.

""Non avevo davvero la più pallida idea di cosa si trattasse. Quando ero corrispondente politico a Westminster, i parlamentari mi chiedevano di Charles, George, Otto e Charles Philip. Si aspettavano che lo sapessi, ma non l'ho fatto.

"Ho scritto il libro perché volevo smettere di essere imbarazzato. Non so se sono orgoglioso di appartenere a una famiglia così prestigiosa. Non credo che mi renda migliore di chiunque altro.

"Spero di averli sottoposti a un buon esame. Non sono stato gentile con loro solo perché sono miei parenti.

"La storia ufficiale della famiglia non è la stessa di ciò che è realmente accaduto. Sono orgoglioso di aver scritto il libro e sono lieto di conoscere la mia famiglia e di poter rispondere a tutte queste domande."

NA Very British Family: The Trevelyans and Their World, è pubblicato da IB Tauris a £ 18,99.


Charles Trevelyan, I baronetto - Biografia

Entrò nel servizio civile del Bengala della Compagnia delle Indie Orientali come scrittore nel 1826, avendo mostrato fin dalla tenera età una grande competenza nelle lingue e nei dialetti asiatici. Il 4 gennaio 1827 Trevelyan fu nominato assistente di Sir Charles Theophilus Metcalfe, commissario a Delhi, dove, durante una residenza di quattro anni, gli fu affidata la conduzione di diverse importanti missioni. Per qualche tempo fece da guardiano al giovane Madhu Singh, il Rajah di Bhurtpore. Ha anche lavorato per migliorare le condizioni della popolazione nativa. Abolì i dazi di transito che da tempo ostacolavano il commercio interno dell'India. Per questi e altri servizi, ha ricevuto i ringraziamenti speciali del governatore generale in consiglio. Prima di lasciare Delhi, donò fondi personali per la costruzione di un'ampia strada attraverso un nuovo sobborgo, allora in costruzione, che da allora divenne noto come Trevelyanpur.

Nel 1831 si trasferì a Calcutta e divenne vicesegretario al governo nel dipartimento politico. Trevelyan era particolarmente zelante nella causa dell'istruzione e nel 1835, in gran parte a causa della sua persistenza, il governo fu portato a decidere in favore della promulgazione della letteratura e della scienza europee tra gli indiani. Un resoconto degli sforzi del governo, intitolato Sull'educazione del popolo indiano, fu pubblicato da Trevelyan nel 1838. Nell'aprile 1836 fu nominato segretario del Sudder Board of Revenue, carica che ricoprì fino al suo ritorno in Inghilterra nel gennaio 1838.

Il 21 gennaio 1840 assunse le funzioni di assistente segretario al Tesoro di Sua Maestà a Londra, e svolse le funzioni di tale ufficio per diciannove anni. In Irlanda amministrò i lavori di soccorso del 1845-1847, quando durante la Grande Carestia furono impiegati dal governo oltre 734.000 uomini. Complessivamente, si stima che circa un milione di persone in Irlanda siano morte di fame e di malattie epidemiche tra il 1846 e il 1851, e circa due milioni siano emigrate in un periodo di poco più di un decennio (1845-1855). Il 27 aprile 1848 fu nominato KCB in ricompensa dei suoi servizi.

La Grande Carestia in Irlanda iniziò come una catastrofe naturale di straordinaria entità, ma i suoi effetti furono gravemente aggravati dalle azioni e dall'inazione del governo Whig, guidato da Lord John Russell negli anni cruciali dal 1846 al 1852. Molti membri dell'alta borghesia britannica e le classi medie credevano che la carestia fosse un giudizio divino - un atto della Provvidenza. Un esponente di spicco della prospettiva provvidenzialista fu Sir Charles Trevelyan, il funzionario britannico principalmente responsabile dell'amministrazione della politica di soccorso irlandese durante gli anni della carestia. Nel suo libro La crisi irlandese, pubblicato nel 1848, Trevelyan descrisse la carestia come "un colpo diretto di una Provvidenza onnisciente e misericordiosa", che mise a nudo "la radice profonda e inveterata del male sociale". La carestia, dichiarò, era «il rimedio acuto ma efficace mediante il quale è probabile che la cura venga effettuata. Dio conceda che la generazione alla quale è stata offerta questa grande opportunità possa svolgere giustamente la sua parte. ' Questa mentalità di Trevelyan è stata influente nel persuadere il governo a non fare nulla per limitare gli sfratti di massa - e questo ha avuto l'ovvio effetto di ristrutturare radicalmente la società rurale irlandese lungo le linee del modello capitalista preferito dai politici britannici.

Nel 1853 Trevelyan indagò sull'organizzazione di un nuovo sistema di ammissione al servizio civile. Il rapporto Northcote-Trevelyan, firmato da lui stesso e da Sir Stafford Northcote nel novembre 1853, intitolato L'Organizzazione del Servizio Civile Permanente, pose le basi per garantire l'ammissione di persone qualificate e istruite in situazioni che prima erano molto a disposizione delle famiglie aristocratiche e influenti.

Nel 1858 Lord Harris si dimise dal governatorato della presidenza di Madras e a Trevelyan fu offerta la nomina. Avendo mantenuto la sua conoscenza degli affari orientali prestando molta attenzione a tutti gli argomenti che interessano l'interesse dell'India, iniziò le sue funzioni di governatore di Madras nella primavera del 1859. Ben presto divenne popolare nella presidenza, e in gran parte attraverso la sua condotta in carica, gli indigeni si riconciliarono con il governo. Fu fatta una perizia, organizzato un sistema di polizia in ogni sua parte e, contrariamente alle tradizioni della Compagnia delle Indie Orientali, i terreni furono venduti a pagamento semplice a chiunque volesse acquistarli. Queste e altre riforme introdotte o sviluppate da Sir Charles ottennero la gratitudine e la stima della popolazione di Madras.

Tutto andò bene fino al febbraio 1860. Verso la fine del 1859, James Wilson fu nominato membro finanziario del consiglio legislativo dell'India. All'inizio dell'anno successivo, propose un piano di ridimensionamento e tassazione con il quale sperava di migliorare la posizione finanziaria dell'amministrazione britannica. Il suo piano fu presentato a Calcutta il 18 febbraio e trasmesso a Madras. Il 4 marzo fu inviato a Calcutta un telegramma aperto che implicava un parere negativo del governatore e del consiglio di Madras. Il 9 marzo è stata inviata una lettera a Madras in cui si affermava l'obiezione del governo centrale alla trasmissione di un tale messaggio in un telegramma aperto in un momento in cui il sentimento nativo non poteva essere considerato stabile. Allo stesso tempo, al rappresentante del governo di Madras nel consiglio legislativo dell'India fu proibito di seguire le istruzioni dei suoi superiori di esporre le loro opinioni sul tavolo e di difendere in loro favore. Il 21 marzo è stato inviato un telegramma a Madras in cui si affermava che il disegno di legge sarebbe stato presentato e deferito a una commissione che avrebbe riferito in cinque settimane. Il 26 marzo sono state registrate le opinioni di Trevelyan e del suo consiglio e, sotto la sua autorità, il documento è finito sui giornali.

All'arrivo di questa notizia in Inghilterra, il governatore di Madras fu immediatamente richiamato. Questa decisione ha suscitato molte discussioni sia dentro che fuori dal Parlamento. Palmerston, al suo posto in parlamento, mentre difendeva il richiamo, ha dichiarato: "Indubbiamente trasmette una forte censura su un atto della condotta pubblica di Sir Charles Trevelyan, eppure anche Sir Charles Trevelyan ha meriti, inerenti al suo carattere, di essere offuscati e oscurati con questo semplice atto, e confido nella sua futura carriera, possa essere utile al servizio pubblico e fare onore a se stesso." Sir Charles Wood, il presidente del Board of Control, ha anche detto: "Un più onesto, zelante, retto , e il servitore indipendente non poteva essere. Fu una perdita per l'India, ma sarebbe stato pericoloso se gli fosse stato permesso di rimanere, dopo aver adottato una condotta così sovversiva di ogni autorità, che tendeva così paurosamente a mettere in pericolo il nostro governo, e così suscettibile di provocare l'insurrezione del popolo contro il potere centrale. e autorità responsabile» (Hansard, 11 maggio 1860, col. 1130-61 Dichiarazione di Sir CE Trevelyan sulle circostanze connesse con il suo richiamo dall'India, 1860).

Nel 1862 Trevelyan tornò in India come ministro delle finanze. Il suo mandato fu segnato da importanti riforme amministrative e da vaste misure per lo sviluppo delle risorse naturali dell'India mediante opere pubbliche. Nel 1862 il colonnello Douglas Hamilton ricevette una commissione itinerante da Sir Charles Trevelyan per condurre rilievi e fare disegni per il governo di tutti gli altipiani collinari dell'India meridionale che potevano essere adatti come Sanitaria, o alloggi per le truppe europee.

Al suo ritorno a casa nel 1865, si impegnò in discussioni sulla questione dell'acquisto dell'esercito, su cui aveva dato prova davanti alla commissione reale nel 1857. In seguito fu associato a una varietà di questioni sociali, come le opere di beneficenza, il pauperismo e simili, e nel trattamento di questi.

Ha mantenuto fino all'ultimo tutta la sua energia nativa di temperamento. Era un convinto liberale e diede il suo sostegno alla causa liberale nel Northumberland, mentre risiedeva a Wallington Hall in quella contea. È disegnato da Trollope in I tre impiegati, 1857, 3 voll., sotto il nome di Sir Gregory Hardlines. Morì a 67 Eaton Square, Londra, il 19 giugno 1886.


Charles Trevelyan

Sir Charles Edward Trevelyan, 1° Baronetto, KCB (1807 – 1886) è stato un funzionario civile britannico e amministratore coloniale. Da giovane, lavorò con il governo coloniale a Calcutta, in India, tra la fine degli anni 1850 e il 1860, dove ricoprì incarichi di alto livello. Trevelyan fu determinante nel processo di riforma del servizio civile britannico negli anni 1850.

Questa eredità è ampiamente messa in ombra dal ruolo controverso che ha svolto nella risposta del governo britannico alla peronospora delle patate spesso indicata come la carestia irlandese delle patate. Il segno più duraturo di Trevelyan nella storia è stato il sentimento razziale anti-irlandese "quasi" genocida che ha espresso durante il suo mandato nella posizione critica di amministrare i soccorsi per i milioni di contadini irlandesi che soffrono sotto la peronospora della patata come assistente segretario al Tesoro HM (1840 - 1859) sotto l'amministrazione Whig di Lord Russell.

Durante l'apice della carestia, Trevelyan fu lento a erogare cibo e aiuti monetari governativi diretti agli irlandesi a causa di t&hellipmore

[chiudi] Sir Charles Edward Trevelyan, I baronetto, KCB (1807 – 1886) è stato un funzionario e amministratore coloniale britannico. Da giovane, lavorò con il governo coloniale a Calcutta, in India, tra la fine degli anni 1850 e il 1860, dove ricoprì incarichi di alto livello. Trevelyan fu determinante nel processo di riforma del servizio civile britannico negli anni 1850.

Questa eredità è ampiamente messa in ombra dal ruolo controverso che ha svolto nella risposta del governo britannico alla peronospora delle patate spesso indicata come la carestia irlandese delle patate. Il segno più duraturo di Trevelyan nella storia è stato il sentimento razziale anti-irlandese "quasi" genocida che ha espresso durante il suo mandato nella posizione critica di amministrare i soccorsi per i milioni di contadini irlandesi che soffrono sotto la peronospora della patata come assistente segretario al Tesoro di Sua Maestà (1840-1859). ) sotto l'amministrazione Whig di Lord Russell.

Durante l'apice della carestia, Trevelyan fu lento a erogare cibo e aiuti monetari governativi diretti agli irlandesi a causa della sua forte convinzione nell'economia del laissez-faire e nella mano libera del mercato. Ha scritto commenti molto denigratori sugli irlandesi in una lettera a un pari irlandese e non ha mai espresso rimorso per i suoi commenti o azioni.

La peronospora della patata si diffuse nelle Highlands occidentali della Scozia, causando indigenza e morti simili, anche se su scala minore. Nel 1851, in risposta a quella crisi, Trevelyan e Sir John McNeill fondarono la Highland and Island Emigration Society. Dal 1851 fino alla sua conclusione nel 1858, la società ha sponsorizzato l'emigrazione di circa 5.000 scozzesi in Australia.


Era questo l'uomo più malvagio della storia irlandese?

È stato accusato di essere rimasto a guardare mentre milioni di persone morivano di fame, i suoi peccati sono stati immortalati in "The Fields of Athenry". Ma Charles Trevelyan era così cattivo? John Meagher vaglia le prove contrastanti

'Per aver rubato il mais di Trevelyan

Così i giovani potrebbero vedere il mattino

Ora una nave prigione aspetta nella baia"

Martedì sera, durante la partita di Champions League contro l'FC Copenhagen, i fan del Glasgow Celtic hanno cantato queste battute - da I campi di Atene - ancora ed ancora. Un paio di giorni prima, gli appassionati di golf al K Club avevano offerto un'altra interpretazione della canzone mentre l'Europa travolgeva la vittoria.

Tutti sembrano conoscere le parole, ma quanti sono a conoscenza di Sir Charles Edward Trevelyan, l'uomo immortalato nei testi? Incaricato di sovrintendere alle forniture alimentari di emergenza in Irlanda durante la Grande carestia delle patate e pesantemente criticato per le sue politiche intransigenti che prevedevano la sospensione dei soccorsi, Trevelyan è diventato forse la figura più diffamata di quel periodo traumatico - qualcosa che la sua pro-bis-bis-nipote, BBC giornalista Laura Trevelyan, scoperto durante un invio in Irlanda del Nord a metà degli anni '90.

"Stavo intervistando un membro del Republican Sinn Fein nel sud di Armagh e lei mi ha chiesto se fossi imparentata con Charles Trevelyan", dice. "Ho detto che lo ero e lei mi ha chiesto come avrei potuto vivere in Irlanda quando avevo il sangue degli irlandesi sulle mie mani. Non stava scherzando.

"Sono rimasto costantemente sorpreso dalla quantità di persone che sapevano di Charles Trevelyan e dell'impatto che la carestia ha avuto in Irlanda, più di 150 anni dopo, eppure mi vergognavo di non sapere tutto di lui."

L'istinto giornalistico di Laura l'ha spinta a indagare sulla sua storia di vita e a scoprire un uomo molto più complesso della caricatura demoniaca così prontamente sbandierata. Il suo libro, Una famiglia molto britannica: i Trevelyan e il loro mondo, esamina l'eredità di Trevelyan - che ha contribuito a creare un sistema di ingresso meritocratico nel servizio civile britannico - e di altre quattro relazioni di Trevelyan che sono venute alla ribalta nel XIX secolo.

"Non lo difendo né approvo alcune delle sue azioni, ma voglio dimostrare che è stato più umano di quanto non sia stato ritratto", dice. "Ha lavorato molto duramente per cercare di migliorare la situazione in Irlanda e aveva una sincera preoccupazione per il benessere della gente.

"In Irlanda viene diffamato - e non a torto - perché la politica attuata dal governo in quel momento è impossibile da difendere. Una politica di negazione efficace dei soccorsi e di consentire alle forze di mercato di fare il loro corso è brutale. Tuttavia, quello con cui sono in disaccordo è la "rappresentazione di lui come qualcuno che voleva che gli irlandesi morissero". Sì, era un provvidenzialista che sentiva che la carestia era stata la volontà di Dio, ma non è la stessa cosa che dire che voleva che gli irlandesi morissero, come dicono alcuni dei suoi critici".

Tuttavia, le credenze protestanti fondamentali di Trevelyan sono una lettura che fa riflettere. "Il male più grande che dobbiamo affrontare non è il male fisico della carestia", scrisse, "ma il male morale del carattere egoista, perverso e turbolento del popolo irlandese".

In un articolo del 1848 nel Recensione di Edimburgo - al culmine della carestia - applaudiva il fatto che la fame incoraggiasse la migrazione e sosteneva l'idea che Dio stesse punendo i cattolici irlandesi per i loro modi superstiziosi e l'adesione al 'papaio'. Nello stesso anno fu nominato cavaliere dalla regina Vittoria per il suo lavoro contro la carestia.

L'interesse per Charles Trevelyan è riemerso negli anni '60 grazie a una valutazione schiacciante della storica Jennifer Hart. "Il suo lavoro su di lui è stato molto influente nell'aiutarlo a demonizzare, ma l'immagine dipinta di lui non era del tutto accurata", afferma Laura Trevelyan.

"Ha preso citazioni selezionate dai suoi scritti - e ha scritto tutto - ma ha trascurato di menzionarne altre. Ad esempio, ha scritto ripetutamente che alla gente non dovrebbe essere permesso di morire di fame, ma questo non è stato menzionato.

"Lavorava fino alle tre e alle quattro del mattino per lavorare su come la politica potesse essere attuata al meglio in modo che la sofferenza e l'angoscia fossero alleviate. Dopotutto, stava attuando una politica basata sul laissez-faire economia del tempo. Il governo non credeva nell'intervenire così tanto."

Il libro di Laura Trevelyan non è il primo a rivalutare le gesta dell'uomo. L'anno scorso, lo storico australiano Robin Haines's Charles Trevelyan e la grande carestia irlandese ha mostrato come i critici più severi di Trevelyan abbiano rimesso in circolo mezze verità e prove interpretate erroneamente per creare un'immagine di un evangelico anti-irlandese deciso a impedire che il cibo raggiunga i più bisognosi. Haiens offre invece una valutazione di un uomo supponente e di principi che lavora contro ogni previsione, per aiutare un paese a cui era legato da legami di affetto, simpatia e discendenza.

Ma le critiche restano, non da ultimo da Christine Kinealy, autrice di Una carestia mortale: la grande fame in Irlanda. "Le risposte di Trevelyan devono essere viste nel contesto di un governo di minoranza debole, una recessione economica in Gran Bretagna e una campagna di stampa aggressiva che rifletteva una più ampia resistenza pubblica a dare più sollievo all'Irlanda", insiste.

"C'è stata una risposta molto inadeguata dal governo - e da Charles Trevelyan - ed è un errore vederlo in una luce più favorevole di quanto le sue azioni consentano".

Laura Trevelyan ora vive a New York, dove lavora come corrispondente delle Nazioni Unite per la BBC. E gli irlandesi cantano ancora scherzosamente I campi di Atene a lei.

"Devo dire che sono perseguitata da quella canzone", ride. "L'ho sentito così tanto negli ultimi dodici anni o giù di lì. Sicuramente mi riporta i miei antenati."

'A Very British Family: The Trevelyans and their World' di Laura Trevelyan è pubblicato da IB Taurus


Robin Haines. Charles Trevelyan e la grande carestia irlandese. Portland, Ore: Four Courts Press. 2004. Pag. xvii, 606. $ 85,00

Liam Kennedy, Robin Haines. Charles Trevelyan e la grande carestia irlandese. Portland, Ore: Four Courts Press. 2004. Pag. XVII, 606. $ 85,00, La rivista storica americana, Volume 112, Numero 2, aprile 2007, pagine 590–591, https://doi.org/10.1086/ahr.112.2.590

Può essere questo: un resoconto comprensivo della vita e delle azioni del principale funzionario britannico responsabile dei soccorsi pubblici durante la Grande carestia irlandese del 1840? Charles Trevelyan (1807-1886) è stato a lungo criticato, non solo dagli storici dell'Irlanda, ma più in generale dal pubblico irlandese. Ciò è particolarmente vero per coloro che sono stati influenzati dalla storia popolare e più venduta della carestia prodotta da Cecil Woodham-Smith (La grande fame: Irlanda 1845–49) nel 1962. In tempi più recenti Trevelyan è stato demonizzato come l'Oliver Cromwell del periodo della carestia, un amministratore di ferro nello stampo del puritano della metà del XVII secolo, il cui nome è sinonimo di massacro nella storia irlandese.

Come assistente segretario al Tesoro e funzionario responsabile dell'amministrazione dei soccorsi in Irlanda durante tutto il periodo della carestia, Trevelyan.


Preparativi

Questa disposizione di questo archivio si basa su raggruppamenti di file utilizzati in un precedente catalogo creato nel 1972. I file sembrano corrispondere a fasci e raccolte originali creati dalla famiglia prima del deposito. I raggruppamenti riflettono le diverse posizioni e interessi di Trevelyan. I libretti delle lettere in uscita si estendono su più aree e sono quindi raggruppati all'inizio del catalogo.

Tutti i file in questo archivio erano precedentemente disponibili con riferimenti precedenti. Questi sono stati inclusi per garantire che i contenuti a cui si accede e a cui si fa riferimento in passato rimangano accessibili.

Le serie dell'archivio sono le seguenti:

  • CET/1 - Libri di lettere in uscita
  • CET/2 - India
  • CET/3 - Tesoro
  • CET/4 - Riforma del servizio civile
  • CET/5 - Riforma militare e della difesa
  • CET/6 - Irlanda
  • CET/7 - Questioni sociali ed educazione
  • CET/8 - Affari esteri
  • CET/9 - Northumberland
  • CET/10 - Personale

I campi di Athenry – Analisi lirica

“The Fields of Athenry” è stato originariamente scritto ed eseguito da un artista di nome Pete St John. Sebbene non sia un artista particolarmente noto, i testi di St. John's hanno ispirato molti artisti a coprire la canzone per il suo valore artistico, oltre che per il suo messaggio politico. Per comprendere meglio la natura della canzone, è importante analizzarne le origini e l'ispirazione.

St. John scrisse “I campi di Athenry” durante gli anni '70, nel bel mezzo dei guai. La domanda sollevata, quindi, è la natura del suo intento nello scrivere una “classica canzone popolare” sulla carestia irlandese delle patate quando un altro conflitto politico era già in corso. C'è da chiedersi se il suo intento fosse quello di ispirare ulteriori sentimenti anti-britannici facendo appello a vecchie ferite, o se si trattasse solo di un'infelice coincidenza.

È importante notare che ciascuna delle band esaminate in questo progetto ha interpretato la canzone in modo diverso. Di conseguenza, è importante analizzare attentamente i testi di St. John per comprendere meglio il significato dietro la canzone che lega l'esibizione di ogni gruppo.

Campi di Atene di Pete St John

Da un solitario muro di prigione
Ho sentito una ragazza chiamare
Micheal ti stanno portando via
Per aver rubato il mais di Trevelyn
Così i giovani potrebbero vedere il mattino.
Ora una nave prigione aspetta nella baia.

In basso giacciono i Campi di Athenry
Dove una volta vedevamo volare i piccoli uccelli liberi.
Il nostro amore era sull'ala, avevamo sogni e canzoni da cantare
È così solitario intorno ai Campi di Athenry.

Da un solitario muro di prigione
Ho sentito un giovane chiamare
Niente importa Mary quando sei libero,
Contro la carestia e la corona
Mi sono ribellato, mi hanno investito
Ora devi crescere nostro figlio con dignità.

In basso giacciono i Campi di Athenry
Dove una volta vedevamo volare i piccoli uccelli liberi.
Il nostro amore era sull'ala, avevamo sogni e canzoni da cantare
È così solitario intorno ai Campi di Athenry.

Da un muro del porto solitario
Ha guardato l'ultima stella cadere
Mentre quella nave prigione salpava contro il cielo
Sicuramente lei aspetterà, spererà e pregherà
Per il suo amore a Botany Bay
È così solitario intorno ai Campi di Athenry.

In basso giacciono i Campi di Athenry
Dove una volta vedevamo volare i piccoli uccelli liberi.
Il nostro amore era sull'ala, avevamo sogni e canzoni da cantare
È così solitario intorno ai Campi di Athenry.

Sir Charles Trevelyan, I baronetto

Il primo importante riferimento storico che la canzone fa è a “Trevelyan’s Corn.” Dal contesto del resto della canzone, si può presumere che St. John stesse facendo un riferimento a Sir Charles Trevelyan, un britannico funzionario pubblico e amministratore coloniale. L'eredità di Trevelyan è segnata dal suo sentimento razziale anti-irlandese e le sue critiche agli aiuti umanitari durante la carestia hanno portato a opinioni altamente negative tra gli storici irlandesi. St. John fa riferimento alla necessità irlandese di ricorrere a piccole attività criminali per sopravvivere durante la carestia, in particolare a causa delle pesanti tasse imposte ai contadini in quel momento.

La seconda strofa della canzone fa riferimento alla ribellione “Against the Famine and the Crown,” fa potenziali riferimenti alla Young Irelander Rebellion del 1848 o alla Fenian Rising del 1867, che ha comportato imprigionamenti di massa da parte delle autorità britanniche. Il testo continua parlando di crescere un bambino “con dignità.” È probabile che questo significasse rafforzare gli ideali del nazionalismo irlandese e il sentimento anti-britannico. Ciò, a sua volta, contribuirebbe a una nuova generazione di combattenti per l'indipendenza irlandese, contribuendo a garantire il futuro della nazione.

Bisogna considerare i motivi per cui la band che abbiamo scelto ha deciso di fare una cover di questa canzone. Mentre il messaggio anti-britannico potrebbe aver attratto i pro-ribelli Wolfe Tones e Dropkick Murphys, la bellezza lirica della canzone potrebbe aver attratto i dublinesi di mezzo. Naturalmente, anche la popolarità della canzone ha giocato un ruolo importante in quella decisione, poiché ha aiutato ogni gruppo ad attrarre un pubblico più ampio.

“The Fields of Athenry” ha visto una rinascita di popolarità negli ultimi anni ed è diventato una sorta di inno per i warm-up pre-partita per le partite di calcio in Irlanda e per la squadra nazionale irlandese. La popolarità della canzone in tempi più moderni e la sua natura commerciale ribattezzata possono essere probabilmente attribuite alle registrazioni fatte dai Dropkick Murphys, dai Wolfe Tones e dai Dubliners.


Charles Trevelyan nel Regno Unito

Politico eletto dapprima liberale, si unì al Partito Laburista dopo la prima guerra mondiale, ricoprendo la carica di Presidente del Consiglio dell'Istruzione tra il 1929-1931, anno in cui si dimise. Fu brevemente espulso dal partito laburista nel 1939 per aver sostenuto un ‘Fronte Popolare’ che coinvolgeva i comunisti contro i nazisti.

Questo è un riassunto anticipato di una prossima voce nell'Enciclopedia del diritto. Si prega di controllare più tardi per la voce completa.

Voci correlate nell'Enciclopedia del diritto del Regno Unito:

La legge è la nostra passione

Questa voce su Charles Trevelyan è stata pubblicata secondo i termini della licenza Creative Commons Attribution 3.0 (CC BY 3.0), che consente l'uso e la riproduzione senza restrizioni, a condizione che l'autore o gli autori della voce Charles Trevelyan e dell'Enciclopedia del diritto siano in ogni caso accreditato come la fonte della voce di Charles Trevelyan. Si prega di notare che questa licenza CC BY si applica ad alcuni contenuti testuali di Charles Trevelyan e che alcune immagini e altri elementi testuali o non testuali possono essere coperti da accordi speciali sul copyright. Per una guida su come citare Charles Trevelyan (attribuendo l'attribuzione come richiesto dalla licenza CC BY), vedere sotto la nostra raccomandazione di "Cite this Entry".


Laura è entrata a far parte della BBC nel 1993, inizialmente ricoprendo ruoli come ricercatrice per Breakfast News e come assistente produttrice per Newsnight prima di diventare giornalista per On the Record nel 1994. Qui, ha seguito il cessate il fuoco dell'IRA e il processo di pace in Irlanda del Nord. Nel 1998, Trevelyan ha spostato la sua attenzione sulla cronaca politica, coprendo Westminster, le elezioni generali del 2001 e la corsa all'invasione dell'Iraq. È stata corrispondente politica per BBC News dal 1999 e ha lavorato a Londra fino al suo trasferimento negli Stati Uniti nel 2004 per seguire le elezioni presidenziali.

Dal 2006 al 2009 Trevelyan ha coperto le Nazioni Unite, viaggiando in Darfur, Congo, Birmania e Sri Lanka ed è stato il primo giornalista ad intervistare il Segretario Generale Ban Ki-moon. Dal 2009 al 2012 Trevelyan è stato un corrispondente della BBC con sede a New York, coprendo di tutto, dalla discussione sulla proposta di moschea a Ground Zero all'epidemia di colera di Haiti.

Dopo tre anni come corrispondente da New York della BBC, Trevelyan è entrato a far parte di BBC World News America come presentatore/corrispondente. Qui, Laura ha ancorato in diretta sul posto coprendo l'uragano Sandy, l'attentato alla maratona di Boston, il salvataggio del rapimento di Cleveland, il tornado dell'Oklahoma e la storica visita del presidente Obama a Cuba.

Prima di lavorare per la BBC, Trevelyan è stato reporter generale per il London Newspaper Group prima di entrare a far parte di Channel 4 come ricercatore su A Week In Politics nel 1992.


Guarda il video: Դոկտոր Չարլզ Սթենլի. Աստծուն վստահելու զգացողությունը (Gennaio 2022).