Podcast di storia

Esempi storici di società avanzate che hanno improvvisamente abbandonato o cambiato religione?

Esempi storici di società avanzate che hanno improvvisamente abbandonato o cambiato religione?


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Riconoscendo che la società e la cultura sono ampiamente influenzate dalla religione; comprendere che una società e la religione di quella società sono spesso inestricabilmente connesse; esiste una cosa come un evento di estinzione per una religione? Ci sono esempi di quel tipo di abbandono totale della religione? Cosa fa sì che una società abbandoni la propria religione (per un'altra religione o per il secolarismo)?

Questa domanda non riguarda una graduale riduzione delle convinzioni, ma solo un brusco cambiamento (non più lungo di un anno) da parte della maggioranza del gruppo.

I seguenti sono possibili motivi:

  1. Esposizione a un'altra cultura
  2. Progressi nella scienza/tecnologia
  3. Disastri naturali (ambientali)
  4. Cambiamento politico nel governo

Sono necessari esempi storici per confermare o confutare queste supposizioni.


La religione di Aton nell'antico Egitto XIV secolo a.C. Praticamente andava e veniva con un re, Akhenaton, il che potrebbe indicare quanto il potere centralizzato doveva essere in quella società.

Il potere del re di far adottare ai suoi sudditi una nuova religione che abbandonarono rapidamente dopo la sua morte potrebbe essere dovuto al naturale isolamento geografico del paese dal deserto, buone comunicazioni interne attraverso il Nilo, dipendenza dal governo per organizzare l'irrigazione e la produzione e lo stoccaggio di cibo in un'economia dipendente dalle inondazioni del Nilo e priva di una moneta o di una classe mercantile, oltre all'immenso prestigio della monarchia egiziana.

Sappiamo che Akenaton ha chiuso i templi della variopinta molteplicità egiziana di dei e dee come Ra, Amon, Horus, Seth, Osiride, Iside, Hathor ecc. e ha fatto deturpare i loro nomi nelle iscrizioni.

Istituì invece il culto del disco solare, che chiamò l'Aton, adorato nei cortili dei templi a cielo aperto. Ha costruito una nuova capitale e ha aperto la strada a nuovi stili e persino colori nell'arte che non sarebbero stati associati al culto degli antichi dei. Si è fatto la figura chiave nel culto di Aton.

Probabilmente, questa è stata la prima religione monoteista registrata al mondo. Se sia una coincidenza che la successiva religione monoteista più antica registrata, quella degli Ebrei, sia apparsa in un paese, Israele, che è vicino all'Egitto, è una questione estremamente importante ma aperta.

Dopo la morte di Akhenaton, i suoi immediati successori sembrano aver continuato in parte la religione di Aton per un paio d'anni, ma poi l'hanno abbandonata, insieme al suo capitale e alle innovazioni artistiche. Il figlio di Akhenaton, nato 'Tutankhaton', salì al trono pochi anni dopo come 'Tutankhamon', con il cui nome è ancora famoso. Successivamente, il nome di Akhenaton fu cesellato dalle iscrizioni e lasciato fuori dagli elenchi dei re egiziani, e la memoria di lui e della sua religione rimossa dalla storia, fino a quando l'archeologo britannico Flinders Petrie scavò il sito della capitale di Akhenaton all'inizio del ventesimo secolo.


L'Islanda si convertì al cristianesimo nel 1000 d.C. Questo fu il risultato della mediazione, per evitare una guerra civile tra pagani e cristiani, e per mantenere buoni rapporti con la Norvegia. La pratica pubblica pagana era vietata.

Vedi https://en.wikipedia.org/wiki/Christianization_of_Iceland

Questa era una società medievale.


Cosa fa sì che una società abbandoni la propria religione (per un'altra religione o per il secolarismo)?

Viene in mente la guerra aperta e la sottomissione.

Le guerre sassoni non solo costringevano i Sassoni sotto il dominio franco, ma li costringevano anche dal paganesimo germanico al cattolicesimo. Per citare Carlo Magno:

Se qualcuno della razza dei Sassoni in seguito nascosto tra loro avrà voluto nascondersi non battezzato, e avrà disprezzato di venire al battesimo e avrà voluto rimanere pagano, sia punito con la morte.

Argomento piuttosto convincente, se me lo chiedi.


Ecco 2 esempi che possono rispondere alla tua domanda:

  1. La rivoluzione bolscevica del 1917-18: quando i comunisti bolscevichi trionfarono e assassinarono lo zar, la Chiesa ortodossa russa, così come il cristianesimo russo (in generale), furono banditi o costretti alla clandestinità piuttosto rapidamente. Per gran parte del XX secolo, il cristianesimo ortodosso russo è stato visto dall'Unione Sovietica come un anacronismo, nonché un alleato del tanto odiato zar. Tuttavia, con il crollo dell'Unione Sovietica nel 1991, la Chiesa ortodossa russa è tornata ed è stata attiva nella società russa.

  2. La "rivoluzione culturale" maoista: quando Mao ha conquistato la Cina, è stata una grande trasformazione politica e persino religiosa o "culturale". Il comunismo maoista ha tentato di soppiantare in modo oppressivo le varie culture religiose all'interno della Cina in un breve lasso di tempo. C'è stato un certo successo, anche se Mao ei comunisti non sono riusciti a sradicare completamente la religione dalla società cinese.


L'unico esempio che mi colpisce è quello della chiesa anglicana. Il re inglese Enrico VIII ha ascoltato uno dei suoi consiglieri (Modifica: l'arcivescovo Thomas Cranmer secondo i commenti) per andare contro il Papa e iniziare una religione "più severa". In effetti, era anche molto più conveniente per Enrico VIII poiché poteva divorziare quanto voleva.

Quindi, un solo Re è stato in grado di cambiare bruscamente la fede del suo popolo, per il suo uso personale. A quel tempo, la chiesa era potente ma non così popolare tra i contadini. Quando uno ha detto loro che non era il Papa, ma il loro re inglese quello che era responsabile della loro fede, non penso che fosse visto come un cambiamento così brutto per loro. Tuttavia, c'erano ancora molte ribellioni religiose a causa del "Io sono il Papa ora, è solo spazzatura, il divorzio è davvero fantastico", ma tutto è stato pacificato rapidamente (o eliminato, a seconda del punto di vista).


Dipende fortemente da quella che chiami una "società avanzata". Naturalmente conosciamo molti esempi in cui una nazione pagana è passata al cristianesimo in tempi storici, come l'impero romano, ad esempio, una società molto avanzata, tra l'altro. L'ultimo in Europa è stato il Granducato di Lituania. Nella maggior parte dei casi questo accadeva quando il sovrano si convertiva, e poi la sua religione veniva imposta al resto della popolazione.

Naturalmente si può dire che queste società non erano abbastanza avanzate.

Parlando di società più avanzate (e di "conversione" molto rapida), l'esempio più eclatante è probabilmente la conquista musulmana del Medio Oriente e del Nord Africa. E le successive conquiste musulmane. Costantinopoli era certamente una società molto avanzata, sotto tutti i criteri.

Un altro esempio è la riconquista cristiana della penisola iberica.

Quindi i motivi che menzioni 1 e 4 sono rilevanti e 2,3 non sono molti. Ma non hai elencato uno dei motivi principali: conquista e conversione forzata.

MODIFICARE. Per un esempio più recente, l'Unione Sovietica conquistò l'Ucraina occidentale nel 1939. Alla fine del 1940 bandirono formalmente la Chiesa greco-cattolica (Chiesa uniata). Quindi le persone avevano essenzialmente tre scelte: convertirsi alla Chiesa ortodossa russa, o al cattolicesimo, o essere atei. Non ho una statistica, ma suppongo che la maggior parte abbia fatto l'uno o l'altro. Alcuni rimasero praticanti nascosti, illegali e sotterranei della loro religione, ma come sempre questi erano una minoranza. Con il crollo dell'Unione Sovietica, la Chiesa uniate divenne di nuovo legale (in Ucraina).


Svelare il mistero del crollo della cultura del Chaco Canyon

Per oltre 2000 anni, le antiche popolazioni Pueblo hanno occupato una vasta regione del sud-ovest degli Stati Uniti. Chaco Canyon, un importante centro della cultura ancestrale dei Pueblo tra l'850 e il 1250 d.C., era un punto focale per le cerimonie, il commercio e l'attività politica per l'area preistorica di Four Corners. I Pueblo estraevano blocchi di arenaria e trasportavano legname da grandi distanze, assemblando quindici grandi complessi che si pensa siano stati gli edifici più grandi del Nord America fino al XIX secolo. I massicci edifici a più piani orientati alle direzioni solare, lunare e cardinale, l'alto livello di organizzazione sociale della comunità e il suo commercio di vasta portata, hanno creato una visione culturale diversa da qualsiasi altra vista prima o dopo nel paese. Tutto questo però crollò improvvisamente nel XIII secolo quando i centri furono misteriosamente abbandonati e non furono mai più ripresi.

Pueblo Dimora Sulla Scogliera, Parco Nazionale Di Mesa Verde. Fonte: BigStockPhoto

La teoria di vecchia data è che la caduta della cultura del Chaco Canyon sia avvenuta a causa del cattivo uso del suolo e della deforestazione che ha avuto luogo per costruire le città. È comunemente citato dagli ambientalisti e da altri come esempio e avvertimento di come la società umana impiega pratiche non sostenibili di utilizzo del suolo. Tuttavia, una nuova ricerca pubblicata negli Atti della National Academy of Sciences ha messo in discussione questa prospettiva.

Secondo un rapporto pubblicato su Popular Archaeology, lo studio condotto da scienziati del Dipartimento di Antropologia dell'Università del New Mexico, mostra che non ci sono prove sostanziali a sostegno dell'affermazione che gli antichi popoli dei Pueblo, che costruirono paesi e città altamente avanzati, hanno semplicemente abusato delle loro risorse.

All'interno di un Kiva dei Pueblo, Parco Nazionale di Mesa Verde. Fonte: BigStockPhoto

"Non ci sono prove dirette dell'impatto umano sui boschi locali durante la Fase Bonito [il periodo di alta edificazione dall'850 al 1150 d.C.], nessuna indicazione che i campi agricoli siano stati distrutti dalla deforestazione o da qualsiasi altro processo e, sorprendentemente, nessuna informazione conclusiva sulla quantità e le fonti di legno archeologico", scrivono i ricercatori nel loro rapporto.

"Il nostro punto", continuano i ricercatori, "è che non sappiamo da dove provenga la maggior parte del legno nelle grandi case del Chaco e non possiamo eliminare le fonti locali (drenaggio del canyon). Di conseguenza non ci sono basi per concludere che l'abbandono del Chaco Canyon è stato causato dalla deforestazione, dall'uso imprudente delle risorse naturali o da relazioni di scambio instabili, e quindi non c'è motivo di usare la storia di Chaco come un avvertimento del passato sul fallimento della società".

Mentre l'ultimo studio respinge le teorie precedenti sulla caduta della cultura del Chaco Canyon, lascia ancora aperta la domanda su cosa sia successo esattamente circa 700 anni fa che ha causato il crollo della cultura un tempo grande.

Immagine in evidenza: una ricostruzione digitale di come sarebbe stato un tempo il Chaco Canyon. Credito immagine: Servizio del Parco Nazionale .


Come gli antichi africani gestivano le pandemie

Approfondimenti archeologici e storici espongono anche alcune delle strategie che le società hanno adottato per affrontare le pandemie. Questi includevano insediamenti in fiamme come disinfettante e lo spostamento di insediamenti in nuove posizioni. Il distanziamento sociale è stato praticato disperdendo gli insediamenti. Le scoperte degli archeologi a Mwenezi, nel sud dello Zimbabwe, mostrano anche che era un tabù toccare o interferire con i resti dei morti, per timore che le malattie venissero trasmesse in questo modo.

Studiare le società degli antichi africani, come il Grande Zimbabwe (nella foto), può rivelare come le comunità hanno affrontato malattie e pandemie. ( evenfh /Adobe stock)

Alla fine degli anni '60, alcuni membri di uno scavo archeologico che scavava pavimenti di case del XIII secolo a Phalaborwa, in Sudafrica, si rifiutarono di continuare a lavorare dopo aver incontrato sepolture che ritenevano sacre. Si preoccupavano anche che le sepolture fossero legate a un'epidemia.

Distanziamento sociale e isolamento sono diventati parole d'ordine durante la pandemia di COVID-19. Dall'archeologia sappiamo che le stesse pratiche hanno costituito una parte fondamentale della gestione delle pandemie nelle società africane storiche. In quello che è oggi lo Zimbabwe, il popolo Shona nel XVII e XVIII secolo isolava coloro che soffrivano di malattie infettive - come la lebbra - in strutture residenziali temporanee. Questo significava che pochissime persone potevano entrare in contatto con i malati. In alcuni casi i cadaveri venivano bruciati per evitare di diffondere il contagio.

Gli umani hanno una propensione a rilassarsi e cambiare le priorità una volta che le calamità sono finite. I dati raccolti dagli archeologi, che mostrano come i sistemi di conoscenza indigena hanno aiutato le società antiche in Africa ad affrontare lo shock delle malattie e delle pandemie, possono aiutare a ricordare ai responsabili politici diversi modi per preparare le società moderne agli stessi problemi.


Insegnamenti di tolleranza religiosa e l'intolleranza nelle religioni del mondo

La quantità di odio religioso, oppressione e violenza nel mondo non è solo spaventosa. È anche difficile da capire per molte persone.

Nessuno dubita che la propria religione sia in gran parte il prodotto del proprio luogo di nascita e dei primi insegnamenti nella propria famiglia di origine. La maggior parte delle persone eredita la propria religione come il colore degli occhi. Quello che imparano da bambini è molto difficile da cambiare quando crescono. Come dice John Hick:

"Una persona nata in Egitto o in Pakistan è molto probabile che sia musulmana, è molto probabile che una persona nata in Birmania o in Tibet sia buddista. È molto probabile che una persona nata in gran parte dell'India sia un indù e una nata in Gran Bretagna o nel È probabile che gli Stati Uniti siano cristiani. Se Dio è onnibenevolo e giusto. non metterebbe in svantaggio un neonato. Questo sembra significare solo una cosa: tutte le religioni danno a una persona la stessa possibilità di salvezza."

Perché allora qualcuno dovrebbe diventare un nemico solo perché professa una religione diversa? Qual è la causa principale dell'intolleranza?

L'intolleranza religiosa esisteva appena prima dell'ascesa del monoteismo. 1 Le antiche religioni politeiste adoravano numerose divinità ma non implicavano mai professioni di fede dottrinalmente precise. Non c'erano questioni come l'ortodossia o l'eresia. 2 Gli dei erano reciprocamente tolleranti l'uno con l'altro e gli adoratori erano eclettici, spostandosi da un santuario o culto all'altro senza il minimo sentimento di incoerenza. A Tarso, dove crebbe San Paolo, come in tutte le città del mondo antico fuori della Giudea, gli dei non erano gelosi. Insistevano sul fatto che dovevano essere offerti loro con puntiglio tutti gli onori loro dovuti, ma non si preoccupavano di quali onori venissero tributati ad altri dei o uomini. 3 Molto più tardi, Attila l'Unno permise ai membri della sua orda di seguire gli dei che desideravano, purché non interferissero nella reciproca libertà di culto. Attila come modello di tolleranza religiosa?

Nel mondo di oggi, le religioni della saggezza (le religioni orientali) sembrano essere molto più tolleranti delle loro controparti occidentali, le religioni della rivelazione. Gli ebrei, i cristiani e i musulmani, che cercano una guida nella Bibbia e nel Corano, trovano centinaia di passaggi che possono essere chiamati a sostenere le loro affermazioni secondo cui la violenza e l'odio contro i nemici non solo sono giustificati, ma riflettono la volontà di Dio . 4 Diamo un'occhiata:

Cristianesimo:

Anche i seguenti commenti basati sulle Scritture Ebraiche (Antico Testamento) si riferiscono al giudaismo.

Ci sono attualmente oltre 2.400 diversi gruppi di fede cristiana. La maggior parte insegna che la loro "via" è l'unica via. 5 Non ci può essere più di un gruppo che ha completamente ragione. Ma se tutti tranne un gruppo hanno torto, allora forse tutti hanno torto. La maggior parte delle religioni non accetta credenze diverse dalla propria. E sebbene i loro stessi dogmi o dogmi proclamino che la fede, la speranza e l'amore sono le loro fondamenta, molti di loro commettono ancora atrocità in nome di un Dio invisibile che, affermano, lo richiede.

Un punto di conflitto deriva dal modo in cui viene vista la Bibbia stessa. Molti cristiani progressisti e tradizionali credono che numerosi passaggi biblici non siano accurati nei fatti, siano eticamente dubbi, siano in conflitto con altre affermazioni o consentano una diversità di interpretazioni. Molti cristiani conservatori sostengono che la Scrittura è la Parola di Dio: i loro autori sono stati direttamente ispirati da Dio. Pertanto, i loro scritti sono infallibili. Rimane un enigma il motivo per cui il creatore ha permesso agli autori della Bibbia di produrre affermazioni così ambigue da generare migliaia di sistemi di credenze individuali.

La Bibbia contiene molti comandamenti che incitano all'intolleranza religiosa, come: Esodo 23:32, Esodo 34:14, Deuteronomio 5:7, Deuteronomio 6:15 Deuteronomio 7:25, Deuteronomio 13:6-9, Deuteronomio 17:2-7, 2 Cronache 15:13, Geremia 10:2, Matteo 12:30, Luca 11:23 e Romani 16:17.

Per diventare più tolleranti, dovremmo ignorare alcuni passaggi biblici. Come minimo, questi includerebbero:

I comandamenti che incitano le persone a uccidere, come Deuteronomio 13:6-9 Deuteronomio 17:2-7 2 Cronache 15:13.
Il comandamento che ci dice di evitare i non credenti (Romani 16:17).

Sarebbe anche utile se i cristiani fossero scettici su:

Passi della Bibbia derivano da altre religioni, come quelle delle vicine culture pagane mediorientali, religione egizia, mitraismo, ecc.
Eventi, credenze e politiche che erano tipiche della società e delle condizioni prevalenti nei tempi biblici, ma non sono più applicabili oggi.

Bisogna riconoscere che dobbiamo essere preparati ad abbandonare dogmi e insegnamenti indegni dell'era presente, per quanto importanti sembrino essere parte del credo. Si può fare. In Nord America, abbiamo dolorosamente abbandonato la schiavitù umana in quanto profondamente immorale, nonostante i numerosi passaggi biblici che la consentissero, la regolassero e la condonassero. La maggior parte delle denominazioni ha abbandonato l'istruzione per essere feconda e moltiplicarsi consentendo alle coppie di regolare la dimensione della propria famiglia. Canada e Stati Uniti hanno esteso la libertà alle minoranze religiose. Non giustiziamo più omosessuali e streghe. La maggior parte delle denominazioni consente alle donne di accedere a quasi tutte le professioni, compreso il ministero.

I primi cristiani erano guidati dall'insegnamento compassionevole di Cristo. Tuttavia, la situazione degenerò durante il IV secolo d.C. quando, in seguito alla conversione di Costantino, il cristianesimo fu prima accettato come religione legittima e successivamente identificato con lo stato.

Forse uno dei più intolleranti tra i primi capi cristiani fu Sant'Ambrogio (339-397 circa), uno dei quattro Dottori originari della Chiesa d'Occidente. Nel suo dibattito con Ambrogio nel senato romano, il pagano Simaco sostenne eloquentemente la tolleranza religiosa. In risposta, Ambrose sostenne che c'era solo un "religione corretta." Tutti gli altri dovrebbero essere brutalmente e rapidamente eliminati. 5

Un'altra persona importante fu Ipazia (circa 370 - 415 d.C.). Fu a capo della Scuola Neoplatonica di Alessandria. Fisica, matematica, astronoma, filosofa e portavoce della biblioteca alessandrina, era nota per la sua idea non cristiana di rifiutarsi di sposarsi e di "essere feconda e moltiplicarsi". prefetto di Alessandria contro i cristiani, cristiani fanatici, ispirati dall'arcivescovo di Alessandria Cirillo, la trascinarono dal suo carro. Di fronte ai suoi amici e studenti, hanno tagliato via la carne dalle sue ossa, bruciato i suoi resti e distrutto il suo lavoro.

Durante il Rinascimento, decine di migliaia di persone, per lo più donne, furono arrestate con l'accusa di eresia, e furono bruciate sul rogo (nei paesi cattolici) o impiccate (nei paesi protestanti).

In tempi più moderni, la Bibbia è stata utilizzata per fornire ai coloni europei un'ideologia che giustificasse lo sterminio dei nativi americani. Particolarmente ricordato è il famoso discorso pronunciato da Cotton Maher nel 1689 alle forze armate, quando accusò gli indigeni di aver ucciso dei cristiani. 6 I nativi americani furono quasi spazzati via dagli europei che consideravano gli indiani come amalechiti e cananei, la terra indiana come equivalente a Canaan e se stessi come il popolo eletto di Dio.

In un'altra parte del mondo, i cristiani palestinesi sono scioccati quando la Bibbia viene usata per giustificare l'occupazione israeliana della loro patria.

Unitarismo:

L'Unitarismo (chiamato Universalismo Unitario negli Stati Uniti) una volta era considerato una denominazione cristiana molto liberale. Da allora è diventato un gruppo multireligioso, i cui membri possono identificarsi personalmente come cristiani, buddisti, nativi americani, pagani, umanisti, atei, agnostici, ecc.

L'unitarismo è necessariamente destinato ad opporsi a qualsiasi forma di dogmatismo e finalità. Tende a respingere quei sistemi di credenze religiose che pretendono di avere un profeta finale con il quale le rivelazioni divine sono 'sigillate.' Gli unitari credono che le persone debbano essere libere "per realizzare la propria salvezza" e di formulare le proprie convinzioni alla luce della propria esperienza. Quest'ultimo può essere ottenuto studiando con mente aperta la Bibbia (che non è considerata infallibile), qualche altro testo sacro o semplicemente attraverso un pensiero serio, la preghiera e il dialogo con gli altri. I tre principi fondamentali dell'Unitarismo sono: Libertà, Ragione e Tolleranza.

Come affermato da John Hostler:

"Gli unitari sono andati oltre la tolleranza di altre confessioni e hanno abbracciato l'ideale della libertà religiosa. Insistono sul fatto che anche nell'Unitarismo le credenze condivise non sono essenziali, e ogni membro di una comunità religiosa dovrebbe essere completamente libero di sostenere e sviluppare le proprie convinzioni." 7

Islam:

Prima dell'inizio del XX secolo, le minoranze religiose nei paesi prevalentemente islamici erano trattate abbastanza bene. I non musulmani erano tenuti a pagare una tassa speciale. Tuttavia, non sono stati soggetti all'intensa persecuzione che le minoranze religiose hanno sperimentato nei paesi prevalentemente cristiani.

Khalid Baig scrive nel suo saggio sulla tolleranza religiosa:

"Non solo la storia musulmana è così straordinariamente libera dalle inquisizioni, persecuzioni, cacce alle streghe e olocausti che macchiano la storia di altre civiltà, ma ha anche protetto le sue minoranze dalla persecuzione da parte di altri. Proteggeva gli ebrei dai cristiani e i cristiani orientali dai cattolici romani. In Spagna sotto gli Omayyadi e a Baghdad sotto gli Abbasid Khalifahs, cristiani ed ebrei godevano di una libertà di religione che non si concedevano né a vicenda né a nessun altro."

"Questa tolleranza esemplare è incorporata negli insegnamenti islamici. L'intero messaggio dell'Islam è che questa vita è una prova e abbiamo la possibilità di scegliere la via per l'inferno o per il paradiso. Furono inviati messaggeri per informare sulle scelte e per avvertire delle conseguenze. Non sono stati inviati per mettere forzatamente le persone sulla retta via. Il lavoro dei musulmani è lo stesso. Devono consegnare il messaggio dell'Islam all'umanità così come l'hanno ricevuto. Non devono né cambiarlo per renderlo attraente, né costringere gli altri ad accettarlo. Inoltre, i risultati nell'aldilà dipenderanno dalla fede. Perché tutte le buone azioni sono prive di significato in assenza della fede adeguata. E la fede è un affare di cuore. Semplicemente non può essere imposto." 8

I musulmani credono che la fede islamica sia fondata su credenze che sono assolute e definitive. Il Corano è considerato la parola letterale di Dio, un'espressione divina che è increata e co-eterna con Lui. Il Corano contiene, oltre ai materiali puramente islamici, una serie di passaggi che sono paralleli a quelli delle Scritture Ebraiche e Cristiane (Antico e Nuovo Testamento). Tuttavia, l'insegnamento islamico sostiene che il messaggio divino preservato nella Bibbia è corrotto e distorto. La convinzione che il Corano sia la parola di Dio rende le discussioni sulle fonti bibliche del Corano irrilevanti per i musulmani.

La fede nel Corano non si basa su ragione, logica o filosofia. Deve essere accettato senza domande o condizioni. Il nome Islam deriva dalla parola araba "salame," che può essere tradotto come "sottomissione." Muhammad-Baqer Majlisi, uno dei più grandi dottori della teologia sciita, scrisse: "Un uomo che pensa sta inviando segnali a Satana." Il dialogo teologico è spesso considerato una prerogativa dei teologi che chiariscono le questioni per i credenti. 9

Il Corano, il libro sacro dell'Islam, contiene versetti che richiedono ai musulmani di esprimere tolleranza verso le altre religioni, in particolare verso ebrei e cristiani. Tutti e tre sono i "gente del Libro" che condividono una riverenza per Abramo. Ma ci sono altri versi che chiudono la porta a ogni possibile intesa tra musulmani e seguaci di altre religioni:

I versetti principali a sostegno dell'accettazione delle altre religioni monoteiste sono: II.59, II.257, III.77 e CIX. Meno favorevoli sono i versetti XXIII.56 e LXXIII.10.
Nota che il verso XI.257 "Non ci deve essere costrizione nella religione" è seguito da un versetto che indica che i miscredenti saranno portati nell'ombra e rimarranno nel fuoco per sempre.
I versetti principali che sostengono chiaramente l'intolleranza e contengono l'ingiunzione a combattere i non credenti sono: II.187, III.27, III.114, IV.91, IV.144, V.37, V.56, VIII.65, IX.5, IX.29, IX.125, XXV.54 e XLVII.4. Questi versi sono espressi in modo molto inequivocabile.

Quei versetti del Corano che indicano un atteggiamento positivo nei confronti di altre religioni monoteiste sono spesso citati dai musulmani per dimostrare che l'Islam è una religione amichevole intenta alla cooperazione pacifica con le altre religioni. Ahmad Mahmud Soliman afferma che:

"L'Islam ordina ai suoi aderenti non solo di tollerare le opinioni e i credi degli altri, ma anche di credere fermamente nei principi ortodossi di tutte le religioni celesti. Un musulmano che non crede agli altri apostoli (come Gesù o Mosè) non è un vero musulmano. L'Islam proibisce il maltrattamento dei seguaci di altre religioni e considera peccaminoso far loro del male." 10

Sfortunatamente, sono gli altri versi che vengono citati più frequentemente dai mullah fondamentalisti radicali. Questi versi implicano che non ci può essere né relazione né amicizia, nemmeno pacifica convivenza di musulmani con non musulmani. Questi includono versi come:

IX.29 "Combatti chi non crede.",
IX.5 "Uccidi i pagani ovunque li combatti", o
II.187 "Uccidili ovunque li prendi".

I teologi islamici usano il principio di abrogazione per determinare il corretto insegnamento del Corano. L'abrogazione, che si basa sulla Sura II.100, non è espressamente indicata nel Corano. Il suo criterio è che se c'è una discrepanza tra due testi coranici, il testo più recente annulla il precedente. Per estensione, si afferma che il Corano abroghi tutte le Scritture rivelate in precedenza. Allo stesso modo, la profezia di Maometto sostituisce le missioni di tutti i profeti precedenti.

Sfortunatamente, ci sono seri problemi con l'applicazione di questo principio:

Come può esserci una discrepanza in un testo infallibile dettato da un Arcangelo?
La dottrina dell'abrogazione è in conflitto con l'affermazione coranica che la parola di Allah, cioè il Corano, è immutabile (Sura X.64, XVIII.26, VI.115).
Le date esatte o anche l'esatto ordine cronologico delle Sure non possono essere determinate. Ciò rende difficile o impossibile determinare quali parti della rivelazione avrebbero dovuto essere abrogate e quali no. 11

Non sorprende che gli ulama radicali (teologi) tendano ad annullare i passaggi amichevoli per i non musulmani. Non si può parlare di tolleranza verso le altre religioni. I versetti abrogatori, i versetti che restano validi, sono allora i versetti che comandano ai fedeli di combattere e uccidere i miscredenti. 1 2

Nel Corano, l'Islam è affermato come la religione completa che Allah ha scelto per l'umanità. Ne consegue che qualsiasi innovazione religiosa deve tenersi alla larga da tutto ciò che potrebbe essere interpretato come apostasia. Questo rende estremamente difficile il cambiamento religioso. 13

Nel Dichiarazione dei diritti umani delle Nazioni Unite, la clausola che afferma il diritto di una persona di cambiare liberamente la propria religione se lo desidera, va direttamente contro sia la legge islamica sull'apostasia sia la pratica dell'esecuzione delle persone che lasciano l'Islam - una risposta ancora applicata da alcuni degli stati musulmani più conservatori.

L'Islam è quasi interamente fondamentalista. "Sotto l'Islam non è la religione che fa parte della vita, ma la vita una parte della religione." (Habib Boulares) 9 Tra i movimenti fondamentalisti islamici più noti ci sono i fratelli Musulmani e il Partito Islamico (Jama at-I Islami), e ci sono molte propaggini estremiste. L'obiettivo originale del fratelli Musulmani, è stata la riforma della società islamica eliminando l'influenza occidentale. Il suo obiettivo attuale è la creazione di stati islamici teocratici. Lo scopo originale del Partito Islamico era quello di formare un quadro di futuri leader in grado di ricostruire la società musulmana. Il suo interesse principale sembra risiedere ancora nell'educazione, sebbene la scienza sia considerata intrinsecamente malvagia. L'Hezb-Allah (il Partito di Allah) è stato fondato dall'Ayatollah Mahmoud Ghaffari a Qom nel 1973. Nel 1987 vantava più di un milione di membri nella sola Repubblica Islamica dell'Iran.

Il fondamentalismo islamico estremista non può concepire né la convivenza né il compromesso politico. A loro ripugna un mondo basato sulla diversità religiosa e politica. Il loro obiettivo sembra essere un mondo governato da una dittatura teocratica basata sul Corano e sull'Islam. Il loro insegnamento giustifica o addirittura richiede la violenza, il terrorismo e la guerra contro i nemici, al servizio di Allah.

Tuttavia, ci sono anche voci moderate all'interno dell'Islam. Alcuni vivono in Occidente, in paesi dove i musulmani sono una piccola minoranza. Alcuni commentatori prevedono che sarà dai paesi occidentali che nascerà un movimento di riforma per apportare grandi cambiamenti all'Islam.

Se il mondo vuole evitare la spirale di violenza che ci minaccia, dobbiamo avere sufficiente dubbio e scetticismo per contestare le interpretazioni storiche di alcuni passaggi della Bibbia, del Corano e di altri testi sacri. Dobbiamo andare oltre le immagini distorte di Dio che associano erroneamente il potere divino e umano con la violenza superiore e la sconfitta dei nemici, che fanno parte dell'antica comprensione di questi testi. 4

La Fede Bah :

La fede bah sostiene la tolleranza culturale e religiosa come uno dei suoi principali insegnamenti. 19 Bah u ll h ha incaricato i suoi seguaci di associarsi con tutti i popoli del mondo: I Bah dovrebbero "si uniscono ai seguaci di tutte le religioni in uno spirito di amicizia e fratellanza". Abdu l-Bah sosteneva "infinita gentilezza e pazienza" quando si parla con persone di una religione diversa. Ha affermato che "il fanatismo e lo zelo religioso irragionevole respingono gli altri", e quello "evitare gli altri a causa delle loro credenze religiose, considerarli ritualmente impuri e trattarli con scortesia, devono essere condannati." Anche quando "Abdu l-Bah" era fortemente in disaccordo con le credenze religiose degli altri, evitava di criticarli direttamente, tranne quando queste credenze generavano atteggiamenti sociali che disapprovava, come l'odio razziale e l'intolleranza religiosa. Questi insegnamenti contrastavano con la pratica sciita iraniana del XIX secolo per discriminare i gruppi religiosi minoritari (come zoroastriani, ebrei e cristiani) e considerarli ritualmente impuri. L'approccio tollerante Bah è stato molto probabilmente un fattore nella conversione dei membri di quei gruppi.

Secondo il Bah , è necessario ridurre le differenze tra le religioni per costruire un approccio religioso comune. Ciò richiede cambiamento e flessibilità da parte di tutte le religioni, insieme all'eliminazione di tutti gli atteggiamenti fondamentalisti, assolutisti, ortodossi e conservatori con le loro posizioni a priori. L'approccio fondamentalista, basato sull'intuizione della rivelazione immutabile, del dogma e dell'infallibile saggezza ricevuta, deve essere sostituito da una maggiore apertura. Non c'è nulla di cui aver paura se seguiamo ciò in cui crediamo. "Nostro Padre non ci riterrà responsabili del rifiuto di dogmi in cui non siamo in grado né di credere né di comprendere, poiché è infinitamente giusto con i Suoi figli." ( Abdu l-Bah .)

Secondo Bah u ll h "ogni uomo e ogni donna è responsabile di ciò in cui crede e non dovrebbe imitare ciecamente nessuno". L'unico pericolo è che quando crediamo che la nostra è l'unica fede che contiene verità, la violenza e la sofferenza saranno sicuramente il risultato. Non è una ragione sufficiente per cercare di evitare rivendicazioni controverse?

Dal punto di vista bah , tra tutte le cause di intolleranza religiosa la più diffusa è "ignoranza e mancanza di comprensione degli elementi più basilari delle varie credenze religiose." Quindi, sembrerebbe che l'educazione sia una delle vie per l'eliminazione dell'intolleranza religiosa.

I Bah sono convinti che il mondo si stia muovendo inesorabilmente verso l'unità e la tolleranza della diversità, anche della diversità di religione e credo. Credono che il principio della tolleranza religiosa stia guadagnando accettazione.

I bah sono probabilmente la più avanzata di tutte le principali religioni per quanto riguarda la tolleranza religiosa. 19. Tuttavia, anche con loro non tutto è perfetto: agli studiosi bah è vietato modificare, cancellare o reinterpretare in altro modo gli scritti di Bahᒒu ll h e le loro interpretazioni e spiegazioni di Abdu l-Bah. 20 Questa incapacità di cambiare sta facendo sì che la fede bah rimanga indietro rispetto alle posizioni di altre religioni liberali riguardo all'omosessualità.

Sikhismo:

Il sikhismo ha combinato con successo elementi dell'induismo Bhakti, dell'advaita e del sufismo, con enfasi sulla tolleranza e la coesistenza tra musulmani e indù. Si basava sul rispetto reciproco delle due comunità. Sia che il sikhismo sia visto come un tentativo di riconciliare l'induismo e l'islam creando un sincretismo, o in qualche altra luce, la sua esistenza ha dato speranza che la riconciliazione religiosa non debba essere una parola vuota.

Purtroppo la speranza è praticamente svanita. La religione abusata divenne un secondo lontano della politica. Tra il 1981 e il 1994, migliaia di giovani uomini e forse qualche centinaio di donne furono iniziati nelle confraternite segrete di varie organizzazioni sikh radicali rivali. Questi includevano il Babbar Khalsa, la Khalistan Commando Force, la Khalistan Liberation Force, la Bhindranwale Tiger Force del Khalistan e le fazioni estremiste della All-India Sikh Student Federation. I loro nemici erano leader politici laici, capi di unità di polizia, giornalisti indù e leader della comunità. Nel tempo la distinzione tra obiettivi validi e inappropriati si è offuscata e praticamente chiunque potrebbe diventare vittima dell'ira dei militanti.

Nel 1984-giugno, i terroristi sikh hanno sequestrato il santuario sacro sikh, il Tempio d'oro ad Amritsar. Molte persone sono state uccise, tra cui un certo numero di fedeli innocenti, quando le forze di sicurezza indiane hanno ripreso il tempio.
Nel 1984-dicembre, la signora Gandhi fu assassinata dalle sue guardie del corpo sikh come vendetta per questo atto di volgarità. Il giorno seguente più di duemila sikh furono massacrati a Delhi e altrove come rappresaglia.
Nel 1991, oltre tremila persone sono state uccise durante i disordini nel Punjab.
Nel 1991 gli estremisti sikh attaccarono l'ambasciatore indiano in Romania. Il governo rumeno ha contribuito a catturare i sikh. Nello stesso anno militanti sikh rapirono un diplomatico rumeno a Delhi per rappresaglia. 3 E così via.

Buddismo, Induismo, Giainismo e Taoismo:

Queste religioni hanno una tradizione di tolleranza religiosa e di rispetto della diversità religiosa. Tuttavia, sono tutti in grado di abbracciare posizioni di violenza e non violenza, di tolleranza religiosa e di intolleranza.

Il buddismo non sostiene la guerra né alcun tipo di violenza, e qualsiasi espressione di intolleranza religiosa deve essere vista come un'eccezione. Nell'induismo, la prima virtù da praticare è l'ahimsa, la dottrina della non violenza, che fa parte anche degli insegnamenti buddisti e giainisti. Ahimsa è stato interpretato da Gandhi come nonviolenza in senso universale ed elevato alla prima qualità umana.

L'induismo può ancora essere considerato amichevole con la non violenza e la tolleranza religiosa, ma ci sono alcuni segnali inquietanti.

I terroristi bengalesi che combattevano il dominio coloniale britannico usavano la Bhagavad Gita come scrittura sacra a sostegno delle loro dottrine. Uno dei loro manifesti conteneva le seguenti parole: "Imbraccia le armi e proteggi la religione. Quando uno è faccia a faccia [con il nemico], dovrebbe essere massacrato senza esitazione. Non la minima colpa è attribuita all'uccisore. Deponi la tua vita ma prima prendi una vita. ."
Il Mahatma Gandhi è stato assassinato da un fondamentalista indù, Nathuram Godse.
La dottrina dell'hindutva afferma che l'induismo, in quanto fede "indigena" dell'India, deve essere dominante e che tutte le religioni "straniere" devono essere soggette alla volontà della maggioranza.
Il fondamentalismo indù si manifesta nella famiglia delle organizzazioni nazionaliste indù conosciute come Sangh Parivar. Nel 1992, gli attivisti del Sangh Parivar presero d'assalto e distrussero la moschea del XVI secolo ad Ayodha, scatenando disordini tra musulmani e indù in tutta l'India in cui furono uccise migliaia di persone.
Per un certo periodo, una certa forma di fondamentalismo ha esercitato un impatto considerevole sulla politica tradizionale indiana. Il Bharatiya Janata Party (BJP) è stato formato nel 1980 come espressione politica dell'Hindutva.
Secondo il giainismo, ogni persona ha la libertà di scegliere di agire secondo i propri desideri, la libertà di scelta si applica anche alla sua religione. Questa è la dottrina di anekantvada (molti lati) che postula che la verità è intensamente personale.
La dottrina dell'ahimsa conferisce al giainismo (così come all'induismo e al buddismo) una forte vena pacifica.
Il taoismo (alias Taoismo) è unico nell'importanza che assegna al pacifismo e nella sua opposizione all'ambizione, all'autorità mondana e al potere politico. Esiste una cooperazione ben documentata tra taoismo e confucianesimo.

Riferimenti utilizzati:

Le seguenti fonti di informazione sono state utilizzate per preparare e aggiornare il saggio di cui sopra. I collegamenti ipertestuali non sono necessariamente ancora attivi oggi.


7 L'ascesa e la caduta della Mesopotamia

12.000 anni fa, la Mesopotamia divenne la culla della civiltà perché da lì emerse la stragrande maggioranza delle nostre prime culture. Dopo che i nostri antenati migrarono nella zona, la trovarono fertile a causa delle favorevoli condizioni climatiche. Mentre gran parte della zona è ora arida, sarebbe stato perfetto per i nostri antenati mettere le radici.

Tuttavia, circa 6.000 anni fa, diverse civiltà della Mezzaluna Fertile furono improvvisamente abbandonate, molto probabilmente a causa di improvvise siccità nella regione. Durante la prima metà dell'epoca dell'Olocene, che continua ancora oggi, la Mesopotamia era il centro della civiltà, ma le condizioni cambiarono bruscamente di nuovo, facendo perdere importanza alla culla della civiltà con il sorgere del Nord Africa e dell'Europa.


Cronologia dell'etica della ricerca

Nota: questo elenco è l'interpretazione dell'autore di alcuni eventi importanti nella storia dell'etica della ricerca e non include tutti gli eventi che alcune persone potrebbero considerare importanti. Sono aperto a suggerimenti per aggiunte, revisioni, ecc.

Francis Bacon pubblica Il Novum Organon, in cui sostiene che la ricerca scientifica dovrebbe giovare all'umanità.

Galileo Galilea pubblica il suo Dialogo sui due sistemi del mondo, in cui difende una teoria eliocentrica del sistema solare, una visione che contraddiceva la posizione della Chiesa cattolica secondo cui la Terra non si muove ma che il Sole si muove intorno ad essa. Nel 1633 Galileo apparve davanti a un inquisitore della Chiesa cattolica. Ha rifiutato di ritrattare le sue opinioni ed è stato condannato agli arresti domiciliari per il resto della sua vita. La Chiesa ha vietato il suo libro. Nel 1992, 359 anni dopo l'arresto di Galileo, Papa Giovanni Paolo II si scusò formalmente per il trattamento riservato a Galileo.

La Royal Society di Londra istituisce procedure di revisione tra pari per gli articoli presentati a The Transazioni filosofiche della Royal Society di Londra. Il Transazioni filosofiche, la prima rivista scientifica al mondo, fu pubblicata per la prima volta nel 1665.

Edward Jenner inocula James Phipps di otto anni con il fluido di una pustola di vaiolo bovino per immunizzarlo contro il vaiolo.

Charles Babbage pubblica Riflessioni sul declino della scienza in Inghilterra e alcune delle sue cause, in cui sostiene che molti dei suoi colleghi erano impegnati in pratiche di ricerca disoneste, tra cui la fabbricazione, la cottura, la rifinitura e la falsificazione dei dati.

Charles Darwin e Alfred Wallace pubblicano L'origine delle specie, che propone una teoria dell'evoluzione degli esseri viventi per selezione naturale. Il libro genera molte controversie perché propone che gli esseri umani non siano stati creati da Dio (come sostenevano la maggior parte delle religioni) ma discendessero dalle scimmie. Darwin raccolse la maggior parte dei dati per la teoria mentre prestava servizio come naturalista della nave durante il viaggio della HMS Beagle (1831-1836). Ha aspettato più di vent'anni per pubblicare le sue idee perché sapeva che avrebbero incontrato una forte opposizione e voleva assicurarsi di poter sostenere le sue affermazioni con prove e argomenti. George Lyell esortò Darwin a pubblicare la sua teoria dopo aver letto un articolo di Alfred Wallace che proponeva una teoria simile a quella di Darwin, in modo che Darwin potesse stabilire la precedenza. Invece, Darwin ha condiviso il merito con Wallace.

Louis Pasteur somministra un vaccino sperimentale contro la rabbia a Joseph Meister di nove anni senza prima testarlo sugli animali.

Robert Bartholomew inserisce degli elettrodi in un foro nel cranio di Mary Rafferty causato da un tumore. Nota che piccole quantità di corrente elettrica causavano movimenti corporei e che quantità maggiori causavano dolore. Rafferty, che era malato di mente, cadde in coma e morì pochi giorni dopo l'esperimento.

Giuseppe Sanarelli inietta il batterio della febbre gialla in cinque pazienti senza il loro consenso. Tutti i pazienti hanno sviluppato la malattia e tre sono morti.

Esperimenti di Walter Reed per determinare la causa della febbre gialla. Trentatré partecipanti, tra cui diciotto americani e sei cubani, sono stati esposti a zanzare infettate dalla febbre gialla o a cui è stato iniettato il sangue di pazienti affetti da febbre gialla. Sono morti sei partecipanti, tra cui due ricercatori-volontari. Tutti i partecipanti hanno firmato moduli di consenso, alcuni dei quali sono stati tradotti in spagnolo.

Robert Millikan esegue esperimenti con gocce d'olio per determinare la carica di un elettrone. Millikan ha ricevuto un premio Nobel per questa ricerca nel 1923. Storici e giornalisti che hanno studiato i taccuini di Millikan hanno scoperto che non ha riportato 33 delle 149 osservazioni di gocce d'olio che aveva contrassegnato come "fair" o "poor". Millikan non ha inoltre nominato il suo studente, Harvey Fletcher, come autore del documento che riportava i risultati di questi esperimenti, anche se Fletcher ha dato importanti contributi alla progettazione di questi esperimenti, come suggerendo che Millikan usa goccioline di olio invece di goccioline d'acqua.

Il curatore del museo Charles Dawson scopre un teschio nel letto di ghiaia di Piltdown vicino a Surrey, nel Regno Unito. Si pensava che fossero i resti fossili di una specie a metà tra l'uomo e le scimmie (cioè &ldquoa missing link&rdquo). Una controversia ha circondato il cranio per decenni e molti scienziati hanno creduto che fosse falso. Le analisi chimiche eseguite nel 1953 hanno confermato questi sospetti dimostrando che il cranio è una combinazione di un cranio umano e una mascella di orango, che erano stati trattati con sostanze chimiche per farli sembrare vecchi. L'identità del falsario è ancora sconosciuta, sebbene la maggior parte degli storici sospetti Dawson.

L'Università del Wisconsin istituisce la Wisconsin Alumni Foundation (WARF), un'organizzazione indipendente che gestisce la proprietà intellettuale (ad esempio i brevetti) e gli investimenti di proprietà dell'università e sostiene l'innovazione scientifica e la scoperta nel campus. A quel tempo, poche università possedevano o gestivano brevetti che venivano assegnati ai loro ricercatori. WARF aiuta Harry Steenbock a sviluppare la sua invenzione per fortificare i grassi con la vitamina D.

Lo studio sulla sifilide di Tuskegee, sponsorizzato dal Dipartimento della salute, dell'istruzione e del benessere degli Stati Uniti, inizia nel 1932. Lo studio ha studiato gli effetti della sifilide non trattata in 400 uomini afroamericani della zona di Tuskegee, in Alabama. I ricercatori non hanno detto ai soggetti che erano in un esperimento. La maggior parte dei soggetti che frequentavano la clinica di Tuskegee pensavano di ricevere cure per il "sangue cattivo". I ricercatori hanno negato il trattamento della malattia ai partecipanti anche quando la penicillina, una forma efficace di trattamento, è diventata ampiamente disponibile negli anni '50. Lo studio si concluse nel 1972, dopo che una notizia dell'Associated Press aveva messo in guardia il pubblico e il Congresso sui problemi etici della ricerca. Il governo degli Stati Uniti ha risolto una causa intentata dai partecipanti e dalle loro famiglie.

Gli scienziati giapponesi che lavorano all'Unità 731 hanno eseguito esperimenti moralmente abominevoli su migliaia di prigionieri cinesi o di guerra, inclusi esperimenti di armi biologiche e chimiche, esperimenti di vaccinazione e studi chirurgici e di guarigione delle ferite, comprese le vivisezioni. Il governo degli Stati Uniti ha accettato di non perseguire gli scienziati per crimini di guerra in cambio di dati dalla ricerca sulle armi biologiche e chimiche. L'Unità 731 dell'esercito imperiale giapponese condusse anche ricerche su prigionieri/civili coreani (come Dong Ju Yoon (probabilmente il più famoso poeta coreano dell'era moderna) e Chung-Chun Lee (un eroe nazionale coreano e combattente per la libertà)), così come Mongoli, Manciuriani (separati dai cinesi) e russi.

Scienziati tedeschi hanno condotto ricerche moralmente abominevoli sui prigionieri dei campi di concentramento, inclusi esperimenti che hanno esposto i soggetti a temperature gelide, basse pressioni dell'aria, radiazioni ionizzanti ed elettricità, malattie infettive, nonché studi chirurgici e sulla guarigione delle ferite. Gli alleati perseguirono gli scienziati tedeschi per crimini di guerra nei processi di Norimberga. Il Codice di Norimberga ha fornito la base legale per perseguire gli scienziati.

Due scienziati rifugiati tedeschi, Frisch e R.E. Peierls, metti in guardia gli Stati Uniti sul programma di armi nucleari della Germania. Albert Einstein invia una lettera al presidente Roosevelt avvertendolo della minaccia rappresentata dalla Germania. La lettera, che è stata scritta da Leó Szilárd in consultazione con Edward Teller ed Eugene Wigner, è stata firmata da Einstein. La lettera suggeriva che gli Stati Uniti avrebbero dovuto sviluppare un programma di armi nucleari.

Gli Stati Uniti conducono il Progetto Manhattan da 2 miliardi di dollari per sviluppare una bomba atomica. Il generale Leslie Groves dirige il progetto e il fisico Robert Oppenheimer sovrintende al lavoro scientifico.

Il Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti sponsorizza una ricerca segreta sugli effetti delle radiazioni sugli esseri umani. Ai soggetti non è stato detto che stavano partecipando agli esperimenti. Gli esperimenti sono stati condotti su pazienti affetti da cancro, donne incinte e personale militare.

Gli Stati Uniti lanciano bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki, in Giappone, uccidendo circa 200.000 civili.

Guidato dal presidente Eisenhower e dallo scienziato della bomba atomica Robert Oppenheimer, inizia il movimento "atomi per la pace".

Vannevar Bush scrive il rapporto Scienza: la frontiera infinita per il presidente Roosevelt. Il rapporto sostiene un importante aumento della spesa pubblica per la scienza e difende l'ideale di una comunità scientifica che si autogoverna, libera da una significativa supervisione pubblica. Sostiene gli investimenti nella scienza e nella tecnologia come mezzo per promuovere la sicurezza nazionale e lo sviluppo economico.

Viene adottato il Codice di Norimberga, il primo codice etico internazionale per la ricerca sui soggetti umani.

Norbert Wiener, il fondatore della cibernetica, ha pubblicato un articolo nel Atlantic mensile intitolato "A Scientist Rebels" in cui si rifiuta di condurre ricerche per i militari.

Alfred Kinsey pubblica Comportamento sessuale nel maschio umano. Cinque anni dopo, pubblica Comportamento sessuale nella femmina umana. Questi libri erano molto controversi, perché esaminavano argomenti che all'epoca erano considerati tabù, come la masturbazione, l'orgasmo, i rapporti sessuali, la promiscuità e le fantasie sessuali. Kinsey non poteva ottenere finanziamenti pubblici per la ricerca, quindi l'ha finanziata privatamente attraverso il Kinsey Institute.

L'Unione Sovietica testa una bomba atomica inizia la Guerra Fredda.

James Watson e Francis Crick propongono un modello per la struttura del DNA, per il quale alla fine avrebbero condiviso il premio Nobel nel 1962. Hanno segretamente ottenuto dati chiave sulla diffrazione dei raggi X da Rosalind Franklin senza il suo permesso. Franklin non è stato nominato come autore sul documento di Watson e Crick. Non è stata insignita del premio Nobel perché è morta nel 1953 di cancro alle ovaie (all'età di 37 anni) e il premio non viene assegnato postumo.

Saul Krugman, Joan Giles e altri ricercatori conducono esperimenti sull'epatite su bambini disabili mentali presso la Willowbrook State School. Hanno intenzionalmente infettato i soggetti con la malattia e ne hanno osservato la naturale progressione. Gli esperimenti sono stati approvati dal Dipartimento della Salute di New York.

La CIA avvia un programma di ricerca sul controllo mentale, che include la somministrazione di LSD e altre droghe a soggetti inconsapevoli.

I sovietici lanciano Sputnik, il primo satellite, che spinge il governo degli Stati Uniti ad aumentare i suoi investimenti in scienza e tecnologia per evitare di restare indietro nella corsa allo spazio.

Nel 1957, la talidomide viene commercializzata nella Germania occidentale come farmaco per il trattamento delle nausee mattutine durante la gravidanza. Circa 10.000 bambini, per lo più nella Germania occidentale, nascono con gravi difetti alla nascita a causa dell'esposizione a questo farmaco. 2.000 bambini muoiono per esposizione alla talidomide. Nel 1960, Frances Kathleen Oldham Kelsey, un revisore dei farmaci per la FDA, rifiutò di approvare il farmaco. Presto, i paesi di tutto il mondo vieteranno il farmaco. Kelsey riceve il President's Award for Distinguished Federal Civilian Service nel 1962.

Il presidente John F. Kennedy impegna gli Stati Uniti nell'obiettivo di portare un uomo sulla luna entro la fine del decennio.

Rachel Carson pubblica Primavera silenziosa, che mette in guardia le persone sugli effetti dannosi sull'ambiente di varie tossine e sostanze inquinanti, incluso il DDT. Il suo libro lancia il movimento ambientalista.

Stanley Milgram conduce i suoi esperimenti di "shock elettrico", che hanno dimostrato che le persone sono disposte a fare cose che considerano moralmente sbagliate quando seguono gli ordini di un'autorità. Gli esperimenti, che avevano diverse varianti, includevano uno studente, un insegnante e un ricercatore. Lo studente è stato collegato agli elettrodi. Se lo studente ha dato una risposta errata a una domanda, il ricercatore chiederebbe all'insegnante di premere un pulsante su una macchina per dare allo studente una scossa elettrica. Gli insegnanti erano disposti a farlo anche quando il quadrante della macchina veniva alzato a livelli "pericolosi" e lo studente piangeva di dolore e chiedeva che gli esperimenti si interrompessero. In realtà, non sono state date scosse. Lo scopo degli esperimenti era testare la volontà dei soggetti di obbedire a una figura autoritaria. Da allora, altri ricercatori che hanno ripetuto questi esperimenti hanno ottenuto risultati simili.

La World Medical Association pubblica ad Helsinki la Dichiarazione, Principi etici per la ricerca che coinvolge soggetti umani. La Dichiarazione di Helsinki è stata rivista numerose volte, l'ultima nel 2013.

L'ufficio del Surgeon General degli Stati Uniti pubblica il primo di numerosi rapporti sui problemi di salute legati al fumo.

Henry Beecher pubblica un articolo sul New England Journal of Medicine avvisando scienziati e medici di 22 studi non etici, tra cui lo studio sulla sifilide di Tuskegee e lo studio sull'epatite Willowbrook.

Il movimento per i diritti degli animali ha un impatto sulla ricerca scientifica. Il servizio sanitario pubblico degli Stati Uniti pubblica il suo Guida per la cura umana e l'uso degli animali da laboratorio nel 1963. Il Guida richiede agli istituti di ricerca di formare comitati istituzionali per la cura e l'uso degli animali (IACUC) per rivedere e supervisionare gli esperimenti sugli animali. Il Congresso degli Stati Uniti adotta l'Animal Welfare Act nel 1966, che protegge gli animali utilizzati nella ricerca, esclusi roditori e uccelli. Vari stati adottano o rivedono le leggi sulla crudeltà sugli animali, che proteggono anche gli animali utilizzati nella ricerca. Nel 1975, Peter Singer pubblica Liberazione animale, che fornisce una difesa filosofica del movimento per i diritti degli animali. Singer sostiene che la maggior parte della ricerca sugli animali è immorale.

Gli Stati Uniti sbarcano il primo uomo sulla luna.

Dopo aver condotto audizioni su ricerche non etiche che coinvolgono soggetti umani, incluso lo studio Tuskegee, il Congresso approva il National Research Act nel 1973, che il presidente Nixon firma nel 1974. L'Atto autorizza le agenzie federali (ad esempio il NIH e la FDA) a sviluppare regolamenti sulla ricerca umana. I regolamenti richiedono alle istituzioni di formare comitati di revisione istituzionale (IRB) per rivedere e supervisionare la ricerca con soggetti umani.

William Summerlin ammette di aver fabbricato dati utilizzando un pennarello per creare macchie nere su topi bianchi allo Sloan Kettering Cancer Institute. Stava sviluppando una tecnica per trapiantare innesti cutanei.

Monsanto e Harvard raggiungono un accordo per il primo grande investimento aziendale in un'università.

Gli scienziati si riuniscono ad Asilomar, in California, per discutere i benefici ei rischi degli esperimenti sul DNA ricombinante e concordare una moratoria temporanea per questa ricerca fino a quando non saranno in grado di sviluppare standard di biosicurezza. Il NIH forma il Comitato consultivo del DNA ricombinante per fornire indicazioni a ricercatori e istituzioni. Gli istituti di ricerca formano i comitati istituzionali per la biosicurezza (IBC) per esaminare e supervisionare la ricerca che coinvolge materiali biologici pericolosi.

E.O. Wilson pubblica sociobiologia, che riaccende il secolare dibattito "natura vs cultura". Il suo libro propone spiegazioni biologiche ed evolutive del comportamento e della cultura umana.

Louise Brown, il primo bambino al mondo concepito da in vitro fecondazione, è nata nel Regno Unito. Attualmente è viva e sana.

La Commissione Nazionale per la Protezione dei Soggetti Umani nella Ricerca Biomedica e Comportamentale pubblica Il Rapporto Belmont: Principi di ricerca etica su soggetti umani. Il Rapporto fornisce le basi concettuali per un'importante revisione dei regolamenti di ricerca degli Stati Uniti nel 1981.

Il Congresso approva il Bayh-Dole Act, che consente ai ricercatori di brevettare le invenzioni sviluppate con fondi governativi, la legge viene modificata dal Technology Transfer Act nel 1986.

In Diamante contro Chakrabarty, la Corte Suprema degli Stati Uniti stabilisce che un batterio geneticamente modificato può essere brevettato perché è il prodotto dell'ingegno umano. Ciò costituisce un precedente per i brevetti su altre forme di vita e contribuisce a stabilire una solida protezione della proprietà intellettuale per la nuova industria biotecnologica.

Viene fondato il Whitehead Institute al MIT, un altro importante investimento privato in un'università.

Il Dipartimento della salute, dell'istruzione e del benessere conduce importanti revisioni dei regolamenti federali sulla ricerca umana per la ricerca sui soggetti umani.

John Darsee, un borsista post-dottorato ad Harvard, è accusato di aver fabbricato dati. 17 dei suoi documenti sono stati ritirati.

William Broad e Nicholas Wade pubblicano Traditori della verità. Il libro afferma che c'è più cattiva condotta nella scienza di quanto i ricercatori vogliano ammettere e suggerisce che scienziati famosi, tra cui Isaac Newton, Gregor Mendel e Robert Millikan, non erano completamente onesti con i loro dati. Il loro libro aiuta a lanciare un'era di "sballo delle frodi" nella scienza.

Luc Montagnier accusa Robert Gallo di essersi appropriato di un ceppo di HIV. Gallo viene dichiarato innocente di cattiva condotta. Gallo e Montagnier hanno anche una disputa su chi dovrebbe essere accreditato per aver scoperto l'HIV e chi può brevettare un test per il virus. I governi di Stati Uniti e Francia raggiungono un accordo per dirimere la controversia.

Roger Boisjoly avverte la NASA di un possibile guasto dell'O-ring, dovuto al freddo, nello space shuttle Challenger. La NASA decide di procedere con il lancio e il Challenger esplode, uccidendo l'intero equipaggio.

Un pannello NIMH conclude che Steven Breuning ha fabbricato e falsificato i dati in 24 documenti. Breuning è condannato per frode al governo federale nel 1988.

Martin Luther King è accusato di aver plagiato il suo dottorato di ricerca. tesi di laurea.

Margot O'Toole, una studentessa post-dottorato presso il Whitehead Institute, ha alcune domande sui dati in un articolo scritto da sei dei suoi colleghi e pubblicato sulla rivista Cellula nel 1986. Chiede di esaminare i quaderni di laboratorio di Thereza-Imanishi-Kari, che sembrano non essere coerenti con i risultati pubblicati. Accusa Imanishi-Kari di aver fabbricato e falsificato dati. L'indagine che ne segue porta alle indagini del MIT e della Tufts, nonché del NIH e di un comitato del Congresso presieduto dal rappresentante John Dingell. Il premio Nobel David Baltimore è uno dei coautori del documento controverso. Sebbene non sia stato accusato di cattiva condotta, Baltimora si dimette da presidente della Rockefeller University. Ha descritto l'indagine, che è stata riportata dal New York Times, come una "caccia alle streghe". Una commissione d'appello presso il DHHS alla fine ha scagionato Imanishi-Kari, che ha ammesso solo di aver tenuto i registri scarsi.

Harvard e Dow Chemical brevettano un topo geneticamente modificato utilizzato per studiare il cancro.

Il PHS forma due agenzie, l'Office of Scientific Integrity e l'Office of Scientific Integrity Review per indagare sulla cattiva condotta scientifica e fornire informazioni e supporto alle università. Modifica inoltre la sua definizione di cattiva condotta. Le due agenzie vengono riorganizzate nel 1992 come Office of Research Integrity (ORI).

Il NIH richiede che tutti gli studenti laureati con borse di formazione ricevano un'istruzione nella conduzione responsabile della ricerca.

Stanley Pons e Martin Fleischmann tengono una conferenza stampa all'Università dello Utah per annunciare di aver scoperto un modo per produrre la fusione nucleare a temperatura ambiente.Decine di laboratori in tutto il mondo non riescono a riprodurre i loro risultati. Sono accusati di frode, sciatteria e autoinganno.

Il NAS pubblica On Being A Scientist (rivisto nel 1994 e nel 2009), che è un breve libro gratuito sull'etica della ricerca per scienziati in formazione.

Gli Stati Uniti lanciano il Progetto Genoma Umano, uno sforzo da 20 miliardi di dollari per mappare e sequenziare il genoma umano.

W. French Anderson inizia il primo studio clinico di terapia genica umana su pazienti con deficit di ADA, una malattia genetica che colpisce il sistema immunitario.

In Moore v. Regents dell'Università della California, la Corte Suprema della California stabilisce che i ricercatori hanno diritti di proprietà intellettuale su una linea cellulare derivata dal tessuto di Moore, ma che Moore non aveva alcun diritto di proprietà sul proprio tessuto. La Corte stabilisce inoltre che i ricercatori hanno violato il diritto di Moore al consenso informato non rivelandogli i loro interessi commerciali nel suo campione di tessuto. La maggior parte dei tribunali ha seguito questa sentenza ritenendo che i pazienti non abbiano più diritti sui tessuti lasciati da interventi chirurgici o procedure o donati ai ricercatori.

Il Congresso indaga sui conflitti di interesse che coinvolgono Pharmatec e l'Università della Florida.

Gli europei si oppongono all'introduzione di alimenti e colture geneticamente modificati. I consumatori negli Stati Uniti sono più ricettivi alle piante e agli animali geneticamente modificati. Gli europei finalmente consentono gli alimenti geneticamente modificati, ma richiedono che siano etichettati come tali. Gli Stati Uniti non impongono l'etichettatura degli alimenti geneticamente modificati, ma molti produttori e fornitori etichettano volontariamente gli alimenti come "non OGM" o "non geneticamente modificati".

Le agenzie federali degli Stati Uniti rivedono i loro regolamenti sulla ricerca umana. Tutte le agenzie governative degli Stati Uniti, ad eccezione dell'EPA, ora accettano un quadro normativo di base, noto come "Regola comune" (45 CFR 46).

NAS pubblica Scienza responsabile: garantire l'integrità del processo di ricerca. Il libro stima l'incidenza della cattiva condotta, discute alcune delle cause di cattiva condotta, propone una definizione di cattiva condotta e raccomanda alcune strategie per prevenirla.

In Daubert v. Merrell Dow Pharmaceuticals la Corte Suprema degli Stati Uniti stabilisce che i giudici fungono da guardiani per l'ammissione di testimonianze scientifiche in tribunale e che possono utilizzare una varietà di criteri, tra cui verificabilità, affidabilità, revisione paritaria e accettazione generale per determinare se la testimonianza è scientifica.

I ricercatori sulla fertilità clonano con successo embrioni umani.

Lo psicologo di Harvard Richard Herrnstein e Charles Murray pubblicano La curva a campana, un libro controverso che riaccende il dibattito secolare su biologia, razza e intelligenza.

Roger Poisson ammette di aver fabbricato e falsificato i dati dei pazienti negli studi clinici sul cancro al seno finanziati dal NIH per consentire ai suoi pazienti di qualificarsi per l'arruolamento e avere accesso ai trattamenti sperimentali.

Il NIH ha richiesto brevetti su migliaia di frammenti di geni al fine di vanificare gli sforzi privati ​​per brevettare i frammenti di geni. L'Ufficio Brevetti ha respinto le domande del NIH.

La Commissione Ryan, convocata dal NIH, tiene riunioni sulla cattiva condotta scientifica.

L'amministrazione Clinton declassifica le informazioni sugli esperimenti segreti sulle radiazioni umane condotti dagli anni '40 agli anni '80 e si scusa.

Due scienziati che hanno lavorato alla Philip Morris, Victor DeNobel e Paul Mele, testimoniano davanti al Congresso sulla ricerca segreta sulle proprietà di dipendenza della nicotina. Se la ricerca fosse stata resa pubblica, la FDA o il Congresso avrebbero potuto adottare ulteriori misure per regolamentare il tabacco come droga. Molti stati e individui hanno intentato una causa contro le aziende del tabacco, che ha portato a un accordo di $ 206 miliardi tra le aziende del tabacco e 46 stati. La comunità scientifica pubblica anche più dati sui pericoli del fumo passivo.

Boots Pharmaceuticals fa pressioni su Betty Dong per ritirare un documento dalla pubblicazione in JAMA dimostrando che il suo farmaco, Synthroid, non è più efficace degli equivalenti generici nel trattamento dell'ipotiroidismo.

Decine di studi sono pubblicati su riviste biomediche che forniscono dati sulla relazione tra la fonte di finanziamento della ricerca e i risultati degli studi di ricerca, gli interessi finanziari dei ricercatori nelle scienze biomediche e la stretta relazione tra i ricercatori accademici e le industrie farmaceutiche e biotecnologiche .

Il NIH e la NSF rivedono le loro politiche sul conflitto di interessi.

Scienziati e analisti della difesa sono preoccupati per l'uso di armi chimiche o biologiche da parte di un gruppo terroristico dopo che Aum Shinrikyo, un culto giapponese del giorno del giudizio, ha rilasciato gas sarin in una metropolitana di Tokyo, uccidendo 12 persone e inviando 5.500 negli ospedali. Il gruppo ha anche tentato (senza successo) di spruzzare spore di antrace su Tokyo. Nel 1998, esperti di terrorismo mettono in guardia sull'uso di armi biologiche o chimiche da parte di Osama bin Laden e Saddam Hussein.

Oltre 200 leader religiosi, guidati dal critico di biotecnologia Jeremy Rifkin, protestano contro il brevetto di piante, animali e parti del corpo umano a Washington, D.C.

Nasce Dolly, la prima pecora clonata al mondo, la sua nascita è annunciata nel 1997. Diverse nazioni europee vietano la clonazione umana. Il Congresso considera un disegno di legge per vietare tutta la clonazione umana, ma decide di non farlo dopo che gli scienziati hanno sostenuto che il disegno di legge pregiudicherebbe la ricerca biomedica.

L'ICMJE, che rappresenta oltre 400 riviste biomediche, rivede le sue linee guida sulla paternità.

In un articolo pubblicato su New England Journal of Medicine, Peter Lurie e Sidney Wolfe accusano il NIH, l'OMS, l'ONU e il CDC di progettare e condurre studi non etici sulla prevenzione della trasmissione madre-figlio dell'HIV nei paesi in via di sviluppo. La controversia stimola un esame più approfondito dei codici e delle linee guida internazionali di ricerca etica.

Gli scienziati perfezionano i metodi per coltivare cellule staminali embrionali umane. Alcuni paesi vietano la ricerca, altri la promuovono.

Craig Venter forma Celera Genomics e inizia uno sforzo privato per sequenziare il genoma umano, utilizzando dozzine di macchine di sequenziamento automatizzate.

Apotex costringe Nancy Olivieri, ricercatrice clinica presso l'Università di Toronto, a ritirare un documento che espone i problemi di sicurezza sul suo farmaco deferiprone, che è usato per trattare la talassemia. La società cerca di screditare Olivieri e di farla licenziare.

Jessie Gelsinger muore in un esperimento di terapia genica umana all'Università della Pennsylvania. L'evento innesca un esame approfondito dei conflitti di interesse nella ricerca sui soggetti umani, compresi i conflitti di interesse istituzionali. Penn risolve una causa intentata dalla famiglia Gelsinger per una somma di denaro non rivelata.

Le cause legali per ricerca umana aumentano drammaticamente. Alan Milstein, dello studio legale Sherman, Silverstein, Kohl, Rose & Podolsky, P.A., avvia 13 azioni legali contro ricercatori, università, aziende farmaceutiche e membri dell'Institutional Review Board.

Gli Stati Uniti NIH e OHRP richiedono a tutte le persone che conducono o supervisionano la ricerca su soggetti umani di avere una formazione in etica della ricerca.

L'Office of Science and Technology Policy degli Stati Uniti finalizza una definizione federale di cattiva condotta come "fabbricazione, falsificazione o plagio" ma non "errore onesto o differenze di opinione". La cattiva condotta deve essere commessa consapevolmente, intenzionalmente o incautamente.

L'ORI propone una formazione obbligatoria in condotta responsabile della ricerca (RCR) per tutti i ricercatori con borse di studio PHS, inclusi ricercatori senior junior, studenti e tecnici. Diverse associazioni scientifiche e università si oppongono alla politica come un mandato non necessario e non finanziato. L'amministrazione Bush sospende la proposta dell'ORI nel 2001 sulla base del fatto che l'agenzia non ha seguito le procedure adeguate per proporre nuovi regolamenti governativi. Molti istituti di ricerca espandono volontariamente i loro programmi di formazione RCR.

Celera e il Progetto Genoma Umano completano entrambi bozze complete al 99% del genoma umano e pubblicano i loro risultati in Scienza e Natura.

Il Congresso discute la legislazione sulla clonazione umana.

Diverse riviste, tra cui Natura e JAMA, prova a richiedere agli autori di descrivere le loro responsabilità quando pubblicano ricerche.

L'amministrazione Bush annuncia che il NIH finanzierà solo la ricerca sulle cellule staminali embrionali umane su circa 64 linee cellulari create da embrioni umani avanzati.

I terroristi dirottano 3 aerei l'11 settembre e uccidono oltre 5.000 persone. Diverse settimane dopo, qualcuno invia quattro lettere contenenti antrace, uccidendo 5 persone e infettandone 23. Il ricercatore medico dell'esercito americano Bruce Ivins, che si è suicidato, è il principale sospettato.

Bell Labs determina che Jan Hendrick Schöumln, una stella nascente che lavora nella fisica della materia condensata e nella nanotecnologia che ha pubblicato dozzine di articoli in un breve periodo di tempo su riviste prestigiose, aveva fabbricato e falsificato dati. 28 articoli scritti da Schöumln sono stati ritirati.

Il President's Council on Bioethics raccomanda che gli Stati Uniti vietino la clonazione riproduttiva e promulghino una moratoria sulla clonazione della ricerca.

Lo storico Stephen Ambrose è accusato di plagio.

Il NAS pubblica Integrità nella ricerca scientifica, che raccomanda alle università di sviluppare programmi per l'educazione alla conduzione responsabile della ricerca (RCR), nonché politiche e procedure per affrontare l'etica della ricerca.

La Corea del Nord dichiara di avere un programma segreto di armi nucleari e avverte di avere altre armi "più potenti".

Gli scienziati pubblicano diversi articoli su importanti riviste con implicazioni dirette per il bioterrorismo. Un articolo pubblicato su Giornale di virologia ha descritto un metodo per l'ingegneria genetica di una forma di virus del vaiolo del topo che è molto più letale del ceppo naturale. Un articolo pubblicato su Scienza ha mostrato come produrre il poliovirus ottenendo forniture da una società di vendita per corrispondenza. Un articolo pubblicato su PNAS sviluppare un modello matematico per mostrare quante persone verrebbero uccise infettando la produzione di latte degli Stati Uniti con la tossina botulinica. Nel 2003, l'American Society for Microbiology (ASM), la National Academy of Sciences e il Center for Strategic and International Studies hanno tenuto un incontro per discutere della censura della ricerca biologica che pone rischi per la sicurezza. I giornali accettano di autocensurare alcune ricerche.

Gli Stati Uniti invadono l'Iraq con lo scopo dichiarato di eliminare i suoi programmi di armi chimiche, biologiche e nucleari. Gli Stati Uniti hanno trovato prove di programmi di armi ma nessuna arma reale.

L'EPA sospende lo studio CHEERS a causa delle critiche dei gruppi di difesa e dei membri del Congresso, che hanno affermato che lo studio esponeva intenzionalmente i bambini ai pesticidi. L'EPA ha rivisto le sue regole sui soggetti umani in risposta a un mandato del Congresso per rafforzare le protezioni per i bambini e le donne incinte o che allattano.

Ronald Reagan, Jr. fa una presentazione alla Convenzione Democratica a sostegno del finanziamento federale per la ricerca sulle cellule staminali embrionali. La ricerca sulle cellule staminali (e la clonazione terapeutica) diventano temi caldi nelle elezioni presidenziali del 2004.

Merck ritira il suo farmaco Vioxx dal mercato, a causa di problemi di sicurezza e responsabilità. Ben 50.000 persone hanno avuto un infarto o un ictus durante l'assunzione del farmaco e migliaia hanno fatto causa alla società. Già nel 2001, gli scienziati della Merck sospettavano che Vioxx potesse aumentare i rischi cardiovascolari, ma i ricercatori finanziati dalla Merck non hanno pubblicato alcuni dei dati a sostegno di questi sospetti, anche se li hanno segnalati alla FDA. Nel 2001, la FDA ha avvertito Merck di aver travisato al pubblico il profilo di sicurezza di Vioxx e nel 2002 ha emesso un avviso di scatola nera per il farmaco. Una revisione sistematica dei farmaci antidepressivi noti come inibitori selettivi della captazione della serotonina (SSRI) ha rilevato che alcuni di questi farmaci aumentano i rischi di suicidio negli adolescenti e nei bambini. La revisione includeva dati del Comitato per la sicurezza dei medicinali del Regno Unito, che non erano stati precedentemente pubblicati. Pazienti, genitori, ricercatori e responsabili politici hanno accusato le aziende di nascondere intenzionalmente questi dati al pubblico e il procuratore generale di New York Eliot Spitzer ha citato in giudizio Glaxo per frode. A causa di questi problemi relativi alla soppressione dei dati, le agenzie governative (inclusa la FDA) e le riviste ora richiedono la registrazione degli studi clinici su un sito Web pubblicamente disponibile. La registrazione include informazioni importanti sugli studi, inclusi il disegno della ricerca, gli interventi e i metodi di ricerca, i siti e le informazioni di contatto del personale e i risultati della ricerca (ma non i dati grezzi).

In risposta alle critiche del Congresso, il NIH rivede le sue regole sul conflitto di interessi per la ricerca intramurale. I ricercatori NIH non possono detenere azioni di società farmaceutiche o biotecnologiche o consultarsi con queste società a pagamento.

La ricerca dell'Università di Seoul Woo Suk Hwang ammette di aver fabbricato dati in due articoli pubblicati sulla rivista Scienza. Nei giornali, Hwang ha affermato di aver utilizzato tecniche di trasferimento nucleare per sviluppare cellule staminali embrionali umane specifiche per il paziente.

Il ricercatore dell'Università del Vermont Eric Poehlman ammette di aver fabbricato o falsificato dati in 15 sovvenzioni federali e 17 pubblicazioni. Poehlman ha scontato un anno e un giorno in una prigione federale e ha accettato di pagare al governo degli Stati Uniti 180.000 dollari di multa.

In risposta alle raccomandazioni di un rapporto del Consiglio nazionale delle ricerche intitolato "Biotechnology in the Age of Terrorism", il Department of Health and Human Services istituisce il National Science Advisory Board for Biosecurity (NSABB) per fornire consulenza e guida ad agenzie federali, scienziati e riviste riguardanti la supervisione e il pubblico della ricerca in biotecnologia o biomedicina che può essere prontamente applicata per causare danni significativi alla salute pubblica, all'agricoltura, all'economia o alla sicurezza nazionale (vale a dire la ricerca sull'"uso duale").

Qualcuno ha hackerato il server di posta elettronica presso l'Unità di ricerca climatica dell'Università dell'East Anglia (CRU) e ha pubblicato su Internet migliaia di e-mail scambiate tra i ricercatori sul cambiamento climatico della CRU e ricercatori di tutto il mondo. Le e-mail hanno mostrato che i ricercatori si sono rifiutati di condividere dati e codici informatici con gli scettici sul cambiamento climatico, che hanno definito l'incidente "climategate". Il Gruppo intergovernativo di esperti sui cambiamenti climatici (IPCC), che si basa molto su dati e modelli dei ricercatori CRU, ha promesso di promuovere una maggiore apertura nella ricerca sul clima.

L'amministrazione Obama annuncia che amplierà in modo significativo i finanziamenti NIH per la ricerca sulle cellule staminali embrionali umane che erano stati limitati sotto l'amministrazione Bush.

La National Science Foundation (NSF) annuncia i requisiti di formazione RCR per investigatori, studenti e tirocinanti finanziati. Il NIH amplia e rafforza i suoi requisiti di formazione RCR.

Durante la ricerca sullo studio sulla sifilide di Tuskegee, Susan Reverby, professoressa di studi sulle donne al Wellesley College, ha scoperto documenti riguardanti esperimenti di ricerca non etici su soggetti umani condotti dal governo degli Stati Uniti in Guatemala dal 1946 al 1948. La ricerca ha coinvolto intenzionalmente l'infezione di oltre 1300 soggetti con sifilide per testare l'efficacia della penicillina nella prevenzione di questa malattia. Solo 700 soggetti hanno ricevuto penicillina e 83 sono morti a seguito dello studio. I soggetti non sono stati informati che stavano partecipando a un esperimento.

Lancetta ritratta un articolo per frode, pubblicato nel 1998 da Andrew Wakefield e colleghi, che collega l'autismo al vaccino per morbillo, parotite e rosolia. I membri del movimento contro i vaccini hanno citato il documento come prova che le vaccinazioni infantili sono pericolose. I tassi di vaccinazione nel Regno Unito, in Europa e negli Stati Uniti sono diminuiti dopo la pubblicazione dello studio di Wakefield. Un'indagine del giornalista Brian Deer ha scoperto che Wakefield non aveva rivelato un interesse finanziario significativo e non aveva ottenuto l'approvazione del comitato etico per lo studio. La ricerca di Wakefield era stata supportata da uno studio legale che stava facendo causa ai produttori di vaccini. Un avvocato dello studio aveva aiutato Wakefield a reclutare pazienti. Wakefield non ha rivelato la sua relazione con lo studio legale nel giornale del 1998. Nel 2010, il General Medical Council (GMC) del Regno Unito ha revocato la licenza a Wakefield di esercitare la professione medica a seguito di un'indagine che ha concluso che non aveva rivelato un interesse finanziario significativo e aveva eseguito procedure rischiose, come colonscopie e punture lombari, senza adeguate qualifiche pediatriche o approvazione del comitato etico.

Jeffrey Beale pubblica un elenco di quelle che chiama "riviste predatori". Beale in seguito ritira la sua lista a causa delle pressioni dei giornali.

Ivan Oransky e Adam Marcus lanciano Retraction Watch, un blog che pubblica ritrattazioni di articoli scientifici e articoli relativi all'integrità della ricerca.

La Conferenza mondiale sull'integrità della ricerca pubblica la Dichiarazione di Singapore sull'integrità della ricerca, un codice etico per gli scienziati di varie discipline.

Il NIH e la NSF rivedono le loro regole sul conflitto di interessi per la ricerca finanziata.

L'Ufficio per la protezione della ricerca umana annuncia modifiche proposte alla Regola comune per migliorare le protezioni dei soggetti umani e ridurre l'onere degli investigatori. La Common Rule non è stata modificata in modo significativo dal 1981.

La giornalista Rebecca Skloot pubblica un libro molto acclamato su Henrietta Lacks, una donna afroamericana che ha fornito il tessuto per una linea cellulare ampiamente utilizzata conosciuta come HeLa (un'abbreviazione del suo nome). Nel 1951, Lacks subì un trattamento per il cancro della cervice uterina al Johns Hopkins Hospital e morì nello stesso anno. I ricercatori hanno scoperto che erano in grado di coltivare le cellule del tumore di Lacks e mantenerle in vita, che era la prima volta che gli scienziati erano stati in grado di far crescere una linea cellulare umana. Le cellule HeLa sono state utilizzate in migliaia di laboratori in tutto il mondo in vari esperimenti biomedici. Skloot era interessata a scoprire da dove provenisse la linea cellulare HeLa e scoprì che proveniva da Henrietta Lacks. Skloot ha intervistato la famiglia di Lacks e ha appreso che i ricercatori avevano coltivato le sue cellule tumorali senza il suo consenso e senza fornire alla famiglia alcun compenso, che era una pratica comune a quel tempo. Skloot ha deciso di condividere i profitti del suo libro con la famiglia. Nel 2013, il NIH ha raggiunto un accordo con la famiglia Lacks sull'accesso ai dati genomici dalla linea cellulare. L'accordo conferisce alla famiglia il controllo sull'accesso ai dati e il riconoscimento negli articoli scientifici.

Diversi autori pubblicano articoli che documentano un drammatico aumento del numero di articoli ritirati dal 2001. La maggior parte delle ritrattazioni è dovuta a cattiva condotta della ricerca.

Due articoli coinvolti in controversie sono stati pubblicati in Scienza e Natura dopo diversi mesi di dibattito sulle loro implicazioni per il bioterrorismo. I documenti riportavano i risultati della ricerca sponsorizzata dal NIH condotta da un team che lavora nei Paesi Bassi, guidato da Ron Fouchier, e da un team che lavora presso l'Università del Wisconsin, guidato da Yoshihiro Kawaoka. I ricercatori sono stati in grado di modificare geneticamente un virus dell'influenza aviaria H5N1 in modo che possa essere trasmesso per via aerea tra i mammiferi, compreso l'uomo. Attualmente, l'influenza aviaria può essere contratta solo attraverso il contatto diretto con gli uccelli.Il virus è altamente letale, con un tasso di mortalità superiore al 50%. Oltre 300 persone sono morte a causa del virus dal 1997. Il National Science Advisory Board for Biosecurity (NSABB) inizialmente raccomanda che i documenti siano pubblicati in forma oscurata, con i dettagli chiave rimossi e resi disponibili solo agli scienziati responsabili, in modo che i terroristi o altri possano non utilizzare le informazioni per creare armi biologiche letali. Tuttavia, l'NSABB ha cambiato idea e ha raccomandato la pubblicazione completa di entrambi i documenti dopo aver appreso di più sul valore della ricerca per la salute pubblica (ad es. monitoraggio delle popolazioni di uccelli, sviluppo di vaccini), misure di biosicurezza, quanto sarebbe difficile per i terroristi replicare il lavoro e problemi con la pubblicazione redatta.

Il NIH lancia l'iniziativa sulla riproducibilità in risposta ai problemi con la riproducibilità della ricerca scientifica.

In associazione per Patologia molecolare et al. v. Miriade di genetica, la Corte Suprema degli Stati Uniti stabilisce che il DNA isolato e purificato non può essere brevettato. Solo il DNA che è stato modificato dagli esseri umani può essere brevettato. La sentenza invalida i brevetti di Myriad sui geni BRCA1 e BRCA2 e crea incertezza sulla validità legale di altri tipi di brevetti su sostanze chimiche isolate e purificate.

Haruko Obokata, un biochimico del RIKEN Center for Developmental Biology di Kobe, in Giappone, e coautori hanno pubblicato due articoli di alto profilo in Natura descrivendo un metodo per convertire le cellule della milza adulta nei topi in cellule staminali pluripotenti mediante stimolazione chimica e stress fisico. Diverse settimane dopo la pubblicazione dei documenti, i ricercatori del RIKEN Center non sono stati in grado di riprodurre i risultati e hanno accusato Obokata, che era l'autore principale dei documenti, di cattiva condotta. La rivista ha ritirato entrambi i documenti a luglio dopo che un'indagine del centro RIKEN ha scoperto che Obokata aveva dei dati fabbricati e falsificati. Nello stesso anno, il consigliere di Obokata, Yoshiki Sasai, si suicidò impiccandosi.

Varie agenzie di finanziamento e riviste, tra cui il NIH, Scienza, e Natura, adottare misure per promuovere la riproducibilità scientifica in risposta alle segnalazioni secondo cui molti studi pubblicati nelle scienze biomediche, comportamentali e fisiche non sono riproducibili.

17 agenzie federali pubblicano un avviso di proposta di norme (NPRM) per le revisioni della norma comune. Le modifiche aumenterebbero la supervisione dei campioni biologici umani, amplierebbero le categorie di ricerca esentate dalla regola, migliorerebbero i requisiti per il consenso informato, richiederebbero un unico IRB per la ricerca multisito e ridurrebbero alcuni oneri normativi per ricercatori e istituzioni.

Il NIH pone una moratoria temporanea sui finanziamenti per esperimenti che coinvolgono chimere uomo-animale mentre rivede le regole esistenti che regolano questa ricerca.

17 agenzie federali pubblicano la Regola finale per le revisioni della Regola comune. La Regola finale elimina le disposizioni controverse che avrebbero richiesto il consenso preventivo per tutte le ricerche che coinvolgono campioni biologici umani. La norma è entrata in vigore nel 2019.

A ottobre, He Jiankui, uno scienziato della Southern University of Science and Technology di Shenzhen, in Cina, annuncia la nascita delle prime bambine al mondo modificate geneticamente, entrambe femmine. Afferma di aver usato la tecnologia CRISPR-Cas 9 per modificare il gene CCR5 per dare alle ragazze l'immunità all'HIV. L'annuncio genera indignazione in tutto il mondo e molti scienziati e politici chiedono il divieto della linea germinale umana e dell'editing del genoma.


Il Medio Oriente antico

Il Medio Oriente antico era probabilmente la regione più cruciale nella storia del mondo. Fu qui che nacque l'agricoltura, apparvero le prime città, si sviluppò la scrittura (e in seguito l'alfabeto), la ruota, la vela, la metallurgia del bronzo, la metallurgia del ferro, i primi imperi, i primi codici di legge: tutto fu visto per la prima volta qui.

Questo articolo copre una panoramica generale del Medio Oriente nei tempi antichi, dalla preistoria alla tarda antichità. Le singole civiltà sono trattate in altri articoli: puoi seguire i link ad esse da qui.

Contenuti

L'ascesa della civiltà

Una regione di praterie aride e fertili pianure fluviali, l'Antico Medio Oriente fu la patria naturale della prima agricoltura e poi delle prime civiltà.

La culla dell'agricoltura...

Il Medio Oriente è un'area enorme, con molti tipi diversi di clima e paesaggio. Grandi parti sono ricoperte da deserto o praterie, altrove ci sono altopiani e montagne ricoperte da foreste. Attraversano tutte queste zone lunghi fiumi, in particolare il Tigri e l'Eufrate in Mesopotamia e il Nilo in Egitto.

Gli altopiani del Medio Oriente sono l'habitat naturale delle erbe, come il grano selvatico e l'orzo, ed era quasi inevitabile che l'agricoltura basata su queste colture, che alla fine avrebbe coperto gran parte del mondo, iniziasse qui, circa 10.000 anni fa . L'agricoltura si era diffusa in tutto il Medio Oriente da c. 6000 aC, e si stava gradualmente spingendo verso ovest in Europa e verso est in India e nell'Asia meridionale.

…e di civiltà

Gran parte del Medio Oriente si trova all'interno di una zona calda e secca, dove le precipitazioni sono insufficienti per coltivare colture come grano e orzo. Le nevi che si sciolgono in alta montagna e le piogge primaverili in collina trasportano acqua dolce e sedimentano nelle pianure, inondando le pianure fluviali aride e depositando un ricco fango per miglia intorno.

Ciò significa che la terra che circonda il corso inferiore di questi fiumi è potenzialmente molto fertile. Tuttavia, è troppo secco per l'agricoltura per la maggior parte dell'anno, tranne durante la primavera e l'inizio dell'estate, quando c'è troppa acqua!

Gli agricoltori hanno gradualmente dominato questo ambiente difficile sviluppando tecniche di irrigazione, a partire dal 5000 a.C. circa. Questo creò un'agricoltura meravigliosamente produttiva, portò alla nascita delle prime civiltà nella storia del mondo, quelle dei Sumeri in Mesopotamia e dell'Antico Egitto nella Valle del Nilo.


Vedi TimeMap del Medio Oriente nel 3500 aC

Nomadi

Le comunità che si stabilirono nelle vaste pianure fluviali della Mesopotamia, naturalmente, arrivarono a dedicare gran parte della loro terra a campi di grano e orzo, poiché questo era l'uso più produttivo per esso. Negli altopiani e nelle praterie che circondano queste pianure fluviali, tuttavia, l'allevamento di pecore e capre era un buon uso del terreno meno fertile.

L'importanza dell'allevamento del bestiame aumentò con l'aumentare delle popolazioni in espansione di coltivatori nelle pianure fluviali e creò una crescente domanda per i prodotti animali di cui mancavano (lana, pelle, carne, formaggio e così via).

Di conseguenza, le società sono cresciute negli altopiani e nelle pianure del Medio Oriente che si sono specializzate nell'allevamento e hanno adottato uno stile di vita più nomade di prima. Questi pastori nomadi avrebbero avuto un ruolo importante nella storia della regione.

Lo stesso era molto meno vero per l'Egitto, dove la valle del Nilo è fiancheggiata da un deserto arido. A parte vicino alle rive del fiume Nilo stesso, l'abitazione umana è possibile solo nelle oasi.

Fai trading su una nuova scala

I mille anni tra il 3500 a.C. e il 2500 a.C. hanno visto la civiltà urbana diffondersi in tutto il Medio Oriente, trasportata dal commercio a lunga distanza.

Le economie delle due grandi civiltà del Medio Oriente, l'Antico Egitto e la Mesopotamia, sono state costruite sui sistemi di irrigazione necessari per far sì che i terreni fertili delle pianure del fiume Nilo ed Eufrate-Tigri sostengano grandi popolazioni. Tuttavia, essendo essenzialmente fango, queste pianure fluviali (soprattutto la Mesopotamia) offrono ben poco altro oltre a buoni raccolti. Contengono pochi minerali per il metallo e la pietra, alberi per il legno e, lontano dai fiumi, foraggiano troppo poche pecore o capre per le quantità richieste di carne, pelli, lana e latticini.

Per portare queste cose, gli antichi egizi e sumeri si sono rivolti al commercio su una scala mai vista prima nella storia umana.

Il bisogno di metalli

Per millenni le persone hanno usato il rame, un metallo tenero utile solo per realizzare gioielli e altre decorazioni. Intorno al 3000 a.C., i fabbri della Mesopotamia svilupparono il bronzo. Questo era molto più duro del rame ed era ideale per armature e armi, nonché per sculture e decorazioni per edifici. Era abbastanza forte per gli attrezzi agricoli, ma era troppo costoso, quindi i contadini continuarono ad accontentarsi di attrezzi in pietra e legno.

Perché il bronzo era così costoso? È una lega di altri due metalli, rame e stagno. Questi metalli si trovano naturalmente in regioni ampiamente separate, per lo più a una certa distanza dalla Mesopotamia. I Sumeri avevano bisogno di importarli entrambi.

Il bronzo iniziò a essere fabbricato in Egitto un po' più tardi che in Mesopotamia e, come la Mesopotamia, non aveva stagno o rame propri. Anch'essa aveva bisogno di portare questi metalli dall'esterno.

Di conseguenza, le rotte commerciali si irradiavano dalla Mesopotamia e dall'Egitto nelle regioni vicine. Il commercio veniva trasportato lungo il fiume Eufrate e il Tigri nell'Asia Minore, una regione ricca di minerali e attraverso la Siria e Canaan. Le rotte commerciali collegarono presto i due grandi centri di civiltà nelle valli del Tigri-Eufrate e del Nilo. I primi grandi porti marittimi della storia sono emersi sulla costa siriana, a Byblos e Ugarit. A est, le rotte commerciali si estendevano in Iran alla ricerca di metalli e altri beni e collegate al commercio che si irradiava dalle città della civiltà della valle dell'Indo. È stata inoltre aperta una rotta marittima lungo la costa dell'Oceano Indiano tra i porti dell'Indo e della Mesopotamia. A ovest, i legami commerciali in espansione cominciarono ad avere effetti sulle società dell'Europa sudoccidentale.

L'impatto del commercio

Queste rotte commerciali hanno avuto un impatto importante sulle società che hanno toccato, portando ad esempio alla nascita di nuove civiltà nel Mediterraneo orientale.

Ovunque andassero i commerci, nascevano mercati locali e crescevano paesi e città, spesso, come in Asia Minore, intorno agli insediamenti di commercianti mesopotamici. Si diffusero l'alfabetizzazione, la produzione artistica sofisticata e altre tecniche di civiltà. Questi mercati, fungendo da nodi del commercio a lunga distanza, stimolarono più commercio e artigianato locale, che, favorendo una produzione più intensiva di cibo e merci, aumentarono la ricchezza materiale di queste località. Nel corso dei mille anni tra il 3500 e il 2500 aC, la vita urbana e le arti della civiltà si sono diffuse in gran parte del Medio Oriente e oltre.

Regni e imperi

Il periodo dal 3000 a.C. al 1500 a.C. vide la formazione di grandi regni ben organizzati in Egitto, Mesopotamia e Anatolia.

I primi grandi stati

La lunga e stretta valle del Nilo inferiore si presta alla formazione di un unico stato a governarla. In questa fase della storia del mondo, barriere quasi impenetrabili custodivano questa terra: a nord, il mare a est e ovest, il deserto e a sud, una serie di cataratte facilmente sorvegliate che si precipitano attraverso stretti burroni

A partire dal 3000 a.C. circa, la bassa valle del Nilo passò sotto il controllo unito di un regime. I governanti di quello che gli studiosi moderni chiamano l'Antico Regno dell'Antico Egitto portarono l'intera valle del Nilo inferiore sotto il loro fermo controllo. Furono questi faraoni a presiedere alla costruzione delle prime e più durature meraviglie del mondo create dall'uomo, le piramidi

La Mesopotamia è molto meno suscettibile di un controllo unificato. La sua ampia pianura, con i suoi due grandi fiumi e molti rami, è aperta agli attacchi esterni o all'immigrazione. Proteggere le comunità agricole stanziali è sempre stato difficile, fino ai giorni nostri. I centri di potere locali sono quindi tendenzialmente la norma. Era inevitabile, quindi, che la terra di Mesopotamia producesse una molteplicità di piccole città-stato e altrettanto inevitabile che ogni tentativo di unirle sotto un unico governo sarebbe stato di breve durata.

Tuttavia, furono i Mesopotamici a produrre i primi veri imperi nella storia del mondo.

I primi imperi

Il primo di questi ad apparire fu il grande ma relativamente breve impero di Sargon e dei suoi successori. Questo stato copriva la maggior parte della Mesopotamia e parte dell'Asia Minore e della Siria, arrivando fino al Mar Mediterraneo. Ha chiaramente avuto una grande influenza culturale sulla storia del Medio Oriente. Per quanto breve, portò all'imposizione della lingua accadica come lingua principale della Mesopotamia.


Testa in bronzo di un re, molto probabilmente Sargon di Akkad ma forse Naram-Sin.
Direzione Generale delle Antichità irachena – Enciclopedia Britannica Online

Questo impero accadico fu seguito da un altro impero, centrato su Ur, una città-stato sumera situata vicino alla costa del Golfo Persico.

Gli Amorrei

A questo punto, gran parte del Medio Oriente veniva influenzato dalla migrazione di un popolo nomade chiamato Amorrei.

Abbiamo visto come popoli nomadi, pastori di pecore e capre, sorsero ai margini della pianura del Tigri-Eufrate. Qualche tempo dopo il 2500 a.C. tale popolo, gli Amorrei, si stabilì nelle praterie aride tra la Mesopotamia e la Siria.

Qualche tempo prima del 2000 a.C., iniziarono a spostarsi da queste distese selvagge verso le terre civilizzate su entrambi i lati. Vi sono prove crescenti che questa espansione del nomadismo fosse legata all'inizio di un periodo di siccità, che durò per circa 200-300 anni. L'area di coltivazione dei cereali si ridusse poiché i terreni marginali, con accesso limitato all'acqua, furono abbandonati. Le condizioni potrebbero essere diventate molto più adatte per i pastori che per gli agricoltori in molti luoghi. Questo periodo secco sembra aver interessato tutto il Medio Oriente, così come l'Europa sudorientale.

In ogni caso, gli Amorrei (ei loro parenti stretti i Cananei) avevano presto conquistato città e fondato regni in Siria, Canaan e Mesopotamia. Il più riuscito di questi nuovi stati fu quello incentrato su Babilonia sotto il suo famoso re, Hammurabi (che regnò verso il 1792-1750 aC), arrivò a governare un vasto impero che copriva la Mesopotamia e gran parte della Siria.


Code de Hammurabi, roi de Babylone face avant, bassorilievo.
Riprodotto sotto Creative Commons 3.0

Il carro

La venuta del carro fu uno sviluppo significativo nella storia del Medio Oriente, come lo fu in altre regioni. È stato probabilmente introdotto da popolazioni di lingua indoeuropea provenienti dalla regione, sia dalle steppe dell'Asia centrale sia verso est dai Balcani, in Europa. Qualsiasi sovrano con una forza di carri alla sua chiamata aveva un vantaggio immediato su qualsiasi avversario che non lo avesse, e questa tecnologia militare si diffuse rapidamente in tutto il Medio Oriente.

Questi capi indoeuropei fondarono regni che avrebbero governato vasti tratti della regione: gli Ittiti in Asia Minore, i Mitanni nella Mesopotamia settentrionale e in Siria e i Cassiti nella Mesopotamia meridionale. Anche i non indoeuropei adottarono questa tecnologia, ad esempio i sovrani assiri ebbero presto carri nel loro esercito.

Gli Hyksos

Anche la civiltà dell'Antico Egitto, che fino ad ora era fiorita in relativo isolamento, fu profondamente colpita da questi sconvolgimenti, infatti subì la prima grande invasione dal nord dalla fondazione dell'Antico Regno Unito d'Egitto nel 3000 a.C.

Gli Hyksos erano un popolo nomade, molto probabilmente parenti prossimi degli Amorrei. Entrarono in Canaan dai deserti orientali nello stesso momento in cui gli Amorrei stavano fondando regni in Siria. Mentre a Canaan gli Hyksos adottarono il carro, e con questa tecnologia invasero l'Egitto. Lì, sconfissero l'esercito egiziano vecchio stile (e senza carri) e stabilirono un potente regno attorno al delta del Nilo.

A tempo debito, ciò provocò una risposta nazionale sotto abili leader egiziani che cacciarono gli Hyksos e stabilirono il Nuovo Regno d'Egitto sull'intero paese. Per raggiungere questo obiettivo, anche loro adottarono il carro come parte importante del loro esercito.

Grandi poteri

Il Medio Oriente era ormai dominato da stati grandi e potenti, e le relazioni tra di loro mentre gareggiavano tra loro per il potere e l'influenza. Nuovo Regno L'Egitto, sotto i suoi faraoni bellicosi, fu una grande potenza nella regione durante tutto questo periodo. Al suo nord, prima i Mitanni e poi gli Ittiti sfidarono l'Egitto per il controllo della Siria e di Canaan. Questi poteri a loro volta si trovavano di fronte a un'Assiria forte e ambiziosa, centrata nella Mesopotamia settentrionale, mentre la Mesopotamia meridionale era sotto la dinastia cassita, che governava dalla loro capitale, Babilonia. Un altro popolo da menzionare furono i Minoici di Creta, dove Cnosso era senza dubbio il centro di uno stato ricco e potente.

Per la prima volta nella storia del mondo, un gruppo di grandi potenze era coinvolto in un sistema di alleanze di lunga durata, in cui una diplomazia sofisticata regolava i rapporti tra di loro. Uno scorcio di questo può essere visto in una cache di corrispondenza diplomatica tra l'Egitto e altri importanti stati mediorientali dell'epoca, noti come le lettere Armana. Trovate nel deserto egiziano, queste lettere erano scritte in cuneiforme babilonese. Sono stati chiaramente scritti da funzionari pubblici altamente istruiti che lavorano in uffici governativi dedicati agli affari esteri.

Diplomazia e guerra

Questo sistema di alleanze era sostenuto da accordi matrimoniali e scambi di doni e i territori tra le principali potenze erano suddivisi in sfere di influenza. Quando queste alleanze non furono in grado di contenere l'aggressione di una potenza o dell'altra, scoppiò la guerra, su una scala mai vista prima.

Le prime battaglie di cui si conoscono i dettagli si verificano in questo periodo. Gli eserciti principali ora contenevano tutti grandi contingenti di carri. Questi erano costosi da mantenere e riparare, e gli equipaggi che li presidiavano richiedevano un lungo addestramento per manovrarli in battaglia. Gli eserciti erano quindi più professionali di prima, più costosi e richiedevano un'organizzazione più elaborata. Gli stati che li hanno mantenuti, quindi, hanno dovuto sviluppare capacità di riscossione delle tasse più efficaci di prima e burocrazie più grandi e complesse.

Catastrofe e Anticipo

Il periodo tra il 1500 e il 1200 aC fu il culmine della civiltà dell'età del bronzo in Medio Oriente. Finì in una catastrofe per quasi tutti gli stati interessati.

Un doppio colpo cadde su di loro. Da occidente provenivano i “Popoli del Mare”, un gruppo di tribù messe in moto dai movimenti di popolazione in Europa e brulicanti lungo le coste dell'Asia Minore, della Siria, di Canaan e dell'Egitto. Gli Ittiti furono sopraffatti da loro, il loro impero completamente svanendo. Gli egiziani, già indeboliti dalle lotte interne, sfuggirono solo per un pelo alla completa sconfitta.

Nel frattempo, un altro gruppo di tribù nomadi chiamato Aramei, che aveva sostituito gli Amorrei nei deserti e nelle praterie tra la Mesopotamia e la Siria verso la metà del II millennio a.C., ora si espanse violentemente verso l'esterno, catturando città nel nord della Siria e attaccando in profondità la Mesopotamia .

Questo periodo di sconvolgimento fu accompagnato da due importanti progressi culturali e tecnologici. Il ferro era stato usato in piccole quantità fin dagli albori della metallurgia, ma solo come metallo prezioso. Verso la metà del II millennio a.C., era stato sviluppato un nuovo modo di fondere e fabbricare oggetti di ferro, probabilmente da qualche parte in Asia Minore. Questi sviluppi resero il ferro adatto all'uso in armi e altri manufatti.

In questa fase, il ferro non era più forte del bronzo, ma gli sconvolgimenti in Medio Oriente dopo il 1200 a.C. probabilmente interruppero le rotte commerciali a lunga distanza che resero possibile la produzione di bronzo su larga scala. Tra il 1200 e il 1000 a.C., quindi, il ferro, che è un minerale comune in tutto il mondo, venne utilizzato per fabbricare armi. Essendo abbondante ed economico, il ferro iniziò ad essere utilizzato anche per fabbricare attrezzi agricoli. In questo, è di gran lunga più adatto della pietra e del legno, che, a causa della spesa del Bronzo, erano stati fino ad ora il materiale principale per gli attrezzi agricoli. La diffusione degli attrezzi agricoli in ferro doveva aumentare notevolmente la produttività agricola.

Miglioramenti graduali nelle tecniche di fusione del ferro ne aumentarono la forza e la flessibilità, rendendolo più adatto per armature e armi rispetto al bronzo e aumentando ulteriormente il suo uso in agricoltura.

L'alfabeto

Il secondo grande progresso culturale fu l'alfabeto. Come il ferro, anche questo era stato sviluppato verso la fine del II millennio a.C., probabilmente a Canaan. È possibile che la sua distribuzione sia stata frenata dall'opposizione delle élite al potere. I sistemi di scrittura cuneiforme e geroglifica in uso nell'età del bronzo erano molto complessi e richiedevano molto tempo per essere padroneggiati. Di conseguenza, l'alfabetizzazione era limitata a una piccola classe di sacerdoti, scribi e governanti, che potevano permettersi di sottoporre i propri figli a lunghi anni di addestramento. L'alfabetizzazione, infatti, era un mestiere misterioso che apparteneva a quelli di status d'élite.

Le scritture alfabetiche, d'altra parte, possono essere apprese rapidamente e avevano il potenziale per diffondersi a sezioni molto più ampie della popolazione poiché la lettura e la scrittura potevano ora essere padroneggiate senza una lunga istruzione specializzata. La prospettiva che le masse diventassero alfabetizzate avrebbe spaventato le vecchie élite.

L'interruzione della fine del II millennio, tuttavia, ha notevolmente allentato la presa sul potere di queste élite, almeno per un periodo, e l'uso dell'alfabeto ha cominciato a diffondersi.

Nuovi popoli in primo piano

Scomparsi o indeboliti i grandi poteri della tarda età del bronzo, nuovi popoli poterono emergere. In Siria, le città fenicie adottarono l'alfabeto antico come sistema di scrittura. Essendo un popolo di commercianti, avere mercanti e artigiani alfabetizzati era un bene prezioso. Quando nel Mediterraneo tornarono condizioni più stabili, dopo il 1100 a.C. circa, aprirono rotte commerciali a lunga distanza fino alla Spagna e persino nell'Atlantico, raggiungendo infine la Gran Bretagna meridionale. Si arricchirono grazie ai proventi del commercio, ma avrebbero anche trasmesso l'uso dell'alfabeto ai popoli del Mediterraneo.

Altri due popoli emersero alla luce della storia in questo momento di sconvolgimenti. I Filistei erano venuti nella regione come parte dei Popoli del Mare e si erano stabiliti in una confederazione di cinque città-stato sulla costa di Canaan. Infatti, il paese di Canaan venne chiamato dopo di loro, Palestina.

Gli Israeliti

Le altre persone erano gli Israeliti. Questi avevano invaso la Palestina in tempi difficili intorno al 1200 aC, quando la presa delle grandi potenze dell'area era stata ritirata. Avevano formato una libera coalizione di tribù prima di essere uniti sotto un re (lo sfortunato Saul), intorno al 1050 a.C.

Gli israeliti avevano portato con sé la prima (per quanto ne sappiamo) religione monoteista nella storia del mondo, incentrata sull'adorazione dell'unico Dio, Yahweh. Questo fatto avrebbe avuto profondi effetti sulla storia successiva.

Nel frattempo il Regno d'Israele fiorì per un breve periodo dopo il 1000 aEV sotto i suoi re Davide e Salomone, prima di dividersi in due metà. I popoli circostanti che erano passati sotto il controllo degli Israeliti, i Moabiti, gli Edomiti, i Filistei e gli Aramei, presto si liberarono.

Il cammello domato

Un ultimo sviluppo da menzionare è l'addomesticamento del cammello in questo periodo. Ciò ha permesso di attraversare le zone desertiche della penisola arabica da rotte commerciali, e lo stile di vita delle tribù nomadi beduine risale a questo periodo. Probabilmente collegato a questo sviluppo fu l'ascesa di una civiltà urbana nell'Arabia meridionale, a partire dal 1000 a.C.

Imperi multinazionali

L'inizio del I millennio a.C. vide il Medio Oriente ricoperto da un mosaico di regni di piccole e medie dimensioni. Sulla costa siriana, le città fenicie erano assunte alla ribalta come stati commerciali marittimi, e nei due o tre secoli successivi avrebbero diffuso le tecniche mediorientali, soprattutto l'alfabeto, ai popoli più a ovest. A sud ea est, piccoli regni aramei e israeliti litigavano tra loro. Il regno di Assiria resisteva ancora nella Mesopotamia settentrionale, rimpicciolito e difensivo e nella Mesopotamia meridionale i babilonesi avevano sperimentato invasioni e sconvolgimenti.

Assiria e i suoi successori

Dall'800 a.C., tuttavia, i giorni dell'indipendenza di questi piccoli regni furono contati, poiché caddero sotto il dominio del regno di Assiria. Dalla metà dell'VIII secolo l'impero assiro governò direttamente un'ampia fascia del Medio Oriente, dalla costa mediterranea alla costa del Golfo, e fu pioniere di molte delle tecniche dell'imperialismo utilizzate dagli imperi successivi. Le conquiste assire furono spesso accompagnate dalla distruzione di intere società, poiché un gran numero della loro gente fu reinsediato lontano dalle loro terre d'origine. Il Medio Oriente divenne un crogiolo in cui popoli consolidati persero la loro identità storica: l'esempio più famoso fu la caduta del regno di Israele, nel 722 a.C. L'aramaico divenne il lingua franca dell'intera regione.

In Asia Minore, i ricchi regni di Frigia e Lidia riuscirono a resistere alle invasioni assire, ma subirono le prime grandi invasioni in Medio Oriente da parte di popoli nomadi della steppa. I Cimmeri e gli Sciti si abbatterono e inflissero grandi distruzioni alle società stabili della Mesopotamia settentrionale e dell'Asia Minore. Quando si ritirarono, il grande impero assiro era sparito.


Edificio pigiano: ricostruzione di Georges Jansoone – Autoritratto

Al suo posto erano riapparsi sulla scena due antichi stati, l'Egitto e Babilonia. A loro si unì un impero completamente nuovo, quello dei Medi, un popolo nuovo nella storia che era emigrato dall'Asia centrale e si era stabilito in Iran nei secoli precedenti.

Dalla fine del VII secolo alla fine del VI secolo, queste tre potenze, insieme al ricco regno di Lidia in Asia Minore, si divisero virtualmente tra loro il Medio Oriente. Fu durante questo periodo che il regno di Giuda fu distrutto da Babilonia (586 aEV).

L'impero persiano

A partire dal 540, tutte e quattro le potenze caddero una ad una sotto i Persiani, che fondarono così il più grande impero mai visto nella storia umana (e il più grande, in termini di area, nel mondo antico).

Il dominio persiano fu relativamente mite e, a differenza dei loro predecessori, lasciò invariate le popolazioni locali e le loro culture. In effetti, incoraggiarono effettivamente il reinsediamento degli ebrei esiliati nella loro patria intorno a Gerusalemme.

Nel 500 a.C., molte lealtà locali erano state minate dai reinsediamenti sponsorizzati dallo stato degli Assiri e dei Babilonesi, e gli abitanti del Medio Oriente erano abituati a vivere in enormi stati multinazionali sotto regimi imperiali. Una lingua comune, l'aramaico, copriva la regione e, con essa, l'alfabeto alfabetico aramaico. Le comunicazioni commerciali mediorientali furono ulteriormente rafforzate dalla rete stradale persiana che attraversava l'impero.


Esempio di iscrizione bilingue greca e aramaica
dall'imperatore Mauryan Ashoka il Grande

Nuove direzioni nella religione

Inoltre, nel 500 aEV il Medio Oriente era diventato la prima regione a conoscere un nuovo sviluppo nella religione, il monoteismo. Gli israeliti avevano concentrato la loro adorazione sull'Unico Dio, Yahweh, che, paradossalmente, era stato rafforzato da un periodo di esilio in Babilonia per molti membri dell'élite religiosa. I persiani avevano sviluppato la propria fede monoteista nello zoroastrismo (forse più accuratamente lo zoroastrismo dovrebbe essere descritto come una fede dualistica, poiché sostiene che due dei, uno buono e uno malvagio, combattono per il controllo del cosmo, sebbene al bene sia assicurata la vittoria finale ). Non è noto quale collegamento ci fosse tra l'origine e il primo sviluppo delle due religioni, sebbene gli studiosi moderni vedano spesso una forte influenza zoroastriana sul successivo giudaismo.

Per due secoli dopo il 500 a.C., l'impero persiano governò quasi l'intero Medio Oriente. Quindi, in pochi anni dopo il 334 a.C., le conquiste di Alessandro Magno trasformarono la regione.

Una civiltà aliena

L'impero persiano portò un grado senza precedenti di pace, stabilità e prosperità nel secolo e mezzo dopo il 500 a.C. Con l'avvicinarsi del IV secolo, tuttavia, la sua stabilità politica iniziò a indebolirsi e le rivolte iniziarono a scuotere l'impero. I mercenari greci hanno giocato un ruolo importante in questi episodi e sono stati molto apprezzati per le loro qualità di combattimento.

Alessandro Magno e i suoi successori

Queste qualità erano evidenti su larga scala nelle conquiste di Alessandro Magno.

Dopo aver unito le città-stato greche sotto la sua guida, Alessandro, re di Macedonia, invase l'Asia Minore persiana nel 334 a.C. Nei dieci anni successivi conquistò completamente l'enorme impero persiano e invase persino l'India.

Dopo la morte prematura di Alessandro nel 323 a.C., il suo impero iniziò immediatamente a sfaldarsi mentre i suoi generali si combattevano l'un l'altro per la supremazia. Nel 300 a.C., l'impero si era spezzato in tre parti principali, ciascuna sotto una famiglia di uno dei generali di Alessandro: Macedonia in Grecia e nei Balcani, sotto gli Antigonidi un vasto territorio che si estendeva dall'Asia Minore all'India, sotto i Seleucidi e l'Egitto, sotto i Tolomei. Altre famiglie regnanti controllavano territori più piccoli.

L'età ellenistica

Nonostante il breve tempo in cui avvennero le conquiste di Alessandro Magno e la rapidità con cui furono divise tra i suoi successori, trasformarono il Medio Oriente nei secoli a venire. Hanno imposto una cultura nuova e aliena alla regione, la prima volta nella storia che ciò veniva fatto su una scala così ampia. Questa cultura era fondamentalmente greca, poiché Alessandro e i suoi successori fondarono numerose città in stile greco, in tutto il Medio Oriente fino all'Afghanistan e all'India. Queste città furono popolate da greci e coloni macedoni e divennero centri per la diffusione della civiltà greca. Le influenze culturali greche si sono sentite ben oltre le frontiere politiche dell'ellenismo: la statua di un re dell'Arabia meridionale è raffigurata in abiti greci e gli stili greci hanno avuto una profonda influenza sull'arte e sull'architettura indiane.


Statua di Alessandro nel museo di Istanbul

Gli studiosi moderni distinguono questa fase della civiltà greca dalla precedente età classica, etichettandola come periodo ellenistico. I progressi nelle arti e nelle scienze, iniziati dai greci secoli prima, continuarono a ritmo sostenuto, ma fu anche un periodo in cui la cultura greca sperimentò un certo grado di ibridazione con le tradizioni locali del Medio Oriente. Gli stili dell'arte e del pensiero degli antichi egizi e babilonesi esercitarono un'influenza significativa sui greci, mentre allo stesso tempo i popoli non greci, se non completamente assorbiti dalla cultura ellenistica, ne furono profondamente influenzati. Ad esempio, gli ebrei, che a quel tempo si trovavano in tutte le principali città del Medio Oriente, nonché nella loro patria giudea, tradussero le loro scritture in greco in quel momento e le idee greche si radicarono nella fede ebraica.


Vedi TimeMap del Medio Oriente nel 200 aC

Una regione divisa

Negli ultimi due secoli a.C., i regni ellenistici che erano stati ricavati dalle conquiste di Alessandro Magno furono schiacciati sia da est che da ovest.

Divisione politica, unità culturale

Ad est, i Parti, popolo strettamente imparentato con i Persiani, conquistarono rapidamente un vasto impero, sottraendo l'Iran e l'Iraq ai re seleucidi. Ad ovest, la potenza nascente di Roma si espanse gradualmente in Grecia e nei Balcani, e poi in Asia Minore, Siria, Palestina e infine in Egitto. Avendo inghiottito tutti i regni ellenistici del Mediterraneo orientale, la potenza romana affrontò direttamente i Parti. Un tentativo da parte dei romani di conquistare la Partia si scontrò con un disastro nella battaglia di Carre, nel 54 a.C.

La conseguente divisione del Medio Oriente tra l'impero romano e quello partico stabilì il modello per la mappa politica della regione che sarebbe durata fino all'avvento dell'Islam, più di seicento anni dopo.

La civiltà ellenistica, incentrata sulle numerose città fondate da Alessandro Magno e dai suoi successori che punteggiarono il Medio Oriente, sopravvisse in entrambe le parti del Medio Oriente. Le città ellenistiche dell'Iran e dell'Iraq continuarono a prosperare sotto i loro nuovi padroni parti, e i romani, essendo gli eredi di secoli di influenza greca nella loro patria italiana, promossero attivamente la cultura ellenistica.

Un'eccezione parziale alla prevalenza della civiltà ellenistica fu il rifiuto consapevole dell'ellenismo da parte di molti ebrei. A questa data, le comunità ebraiche potevano essere trovate in molte città del Medio Oriente. Molti degli abitanti della patria ebraica della Giudea si aggrapparono tenacemente alle loro usanze ancestrali. Si erano ribellati agli sforzi dei re seleucidi di ellenizzarli e avevano stabilito uno stato ebraico indipendente.

Tuttavia, molti ebrei di alto rango continuarono ad abbracciare l'ellenismo e con il passare del tempo anche l'élite del nuovo stato ebraico ritornò sempre più nel mondo ellenistico.

Frontiera tra civiltà

Oltre a ritagliarsi un impero in Iran e Iraq, i Parti resero un prezioso servizio alle civiltà del Medio Oriente sviluppando una cavalleria pesante che pattugliava i confini della steppa. Per diversi secoli questa difesa avrebbe salvato le terre del Medio Oriente dall'essere invase dai turbolenti nomadi dell'Asia centrale, deviando la loro attenzione verso est nell'India settentrionale.

Roma contro Partia

Per la maggior parte del periodo, i confini tra l'impero romano e quello partico furono relativamente pacifici, sebbene fortemente difesi. Ogni tanto scoppiavano guerre tra le due potenze. In questi, i romani nel complesso ebbero la meglio sui combattimenti, i loro eserciti attaccarono occasionalmente in profondità nel territorio dei Parti. Queste invasioni non hanno avuto un impatto permanente sulla geopolitica della regione, poiché occupare molto territorio partico per un periodo di tempo si è rivelato troppo per loro.

Oltre alle grandi guerre, c'era una rissa in corso per il controllo del regno di Armenia strategicamente prezioso, che fungeva da cuscinetto tra i due imperi. Questa rissa di solito prendeva la forma di tentativi di mettere un burattino sul trono armeno, a volte supportati da un'azione militare. Nel 200 d.C., l'Armenia era saldamente nel campo romano.


Vedi TimeMap del Medio Oriente nel 200 d.C.

La rinascita della civiltà iraniana

Il fatto che fossero gli eserciti romani a penetrare nel territorio dei Parti, e non viceversa, significava che gli abitanti dell'impero romano conoscevano una maggiore misura di pace e prosperità rispetto a quelli dell'impero dei Parti. In quest'ultimo, i centri della civiltà ellenistica in Mesopotamia erano sul percorso diretto degli eserciti romani invasori e soffrivano di conseguenza. Ciò ebbe l'effetto di indebolire notevolmente le influenze culturali ellenistiche nell'impero dei Parti. Questo sviluppo è stato rafforzato da una politica apparentemente deliberata di favorire un risveglio culturale iraniano da parte dell'aristocrazia partica.

Cristiani ed ebrei

Il Medio Oriente in questo periodo era una regione di cambiamento religioso. Nuove religioni misteriche come il mitraismo si stavano diffondendo nella regione. Soprattutto, il cristianesimo nacque in Giudea e Galillea, e iniziò a diffondersi in tutto il Medio Oriente a partire dal 30 d.C. Nel 200 d.C. si trovava sia nell'impero romano che in quello partico e persino (su scala molto più piccola) in India.

La Giudea, la piccola area che ha dato i natali al cristianesimo, ha visto sviluppi disastrosi per i suoi abitanti ebrei. Fu teatro di due grandi ribellioni contro l'impero romano (66-71 d.C. e 132-36 d.C.) che si conclusero con la completa distruzione della città santa ebraica di Gerusalemme (e la sua ricostruzione come colonia romana), e la dispersione di il popolo ebraico dalla loro patria.

Una nuova dinastia

Nel 224 i Parti furono rovesciati da una dinastia persiana chiamata Sasanidi. Hanno rafforzato l'amministrazione dell'impero e hanno dato nuova vita alla lotta con Roma. A questo punto l'impero romano stava affrontando difficoltà su tutte le sue frontiere, e così i Sasanidi stavano presto rappresentando una formidabile minaccia per le province orientali di Roma. Il nadir delle fortune romane arrivò quando il loro imperatore, Valeriano, fu catturato dai Persiani nel 260. Dopo questo furono in grado di ripristinare le loro difese e i Sasanidi non furono in grado di ottenere di nuovo un successo così sorprendente per secoli. Tuttavia, l'impero persiano continuò a rappresentare una minaccia costante per la sicurezza della frontiera orientale di Roma e, dalla fine del III secolo in poi, i due imperi, entrambi ora molto più militarizzati di prima, si guardarono torvo attraverso le loro frontiere pesantemente armate. Hanno persino impiegato tribù arabe rivali per proteggere le loro frontiere meridionali del deserto.


Il Simbolo Reale Sassanide e la Mitologia Persiana

Trasformazioni

Dietro queste frontiere, l'impero romano stava cambiando quasi senza riconoscimento. Il primo grande cambiamento fu l'adozione del cristianesimo come religione principale dell'impero. In questo, infatti, l'Armenia precedette i romani, il loro re si convertì al cristianesimo nel 314. Un'altra innovazione fu l'installazione di una nuova capitale a Costantinopoli. Ciò avvicinò molto di più la sede del potere imperiale agli abitanti del Medio Oriente. Ha anche accelerato il passaggio all'uso del greco come lingua abituale, se non ancora ufficiale, di governo nelle province orientali di Roma. Questo processo ricevette ulteriore impulso dalla perdita delle province occidentali (e di lingua latina) dell'impero nel V secolo.

Nel frattempo, l'impero persiano aveva adottato un'altra fede monoteista, lo zoroastrismo, come religione ufficiale. La pratica dello zoroastrismo era in gran parte confinata alla classe dirigente persiana, le classi inferiori, specialmente nelle città, che abbracciavano ampiamente il cristianesimo.


Matriarcato

Durante il più alto sviluppo della prima comunità, una famiglia di genere si basava principalmente sul matrimonio tra un uomo e una donna, anche se ancora da millenni erano presenti forme di matrimonio di gruppo. I matrimoni venivano solitamente celebrati secondo i desideri delle madri delle donne. I mariti delle mogli erano originariamente di sesso diverso. Sia il marito che la moglie avevano i propri beni, che hanno ottenuto e usato da soli. Mentre il marito possedeva gli strumenti e le armi, e le attrezzature per la caccia e la pesca, i beni della moglie erano tutti gli utensili domestici.

Il luogo di vita per il marito era matrilocale (lat. mater – mother locus – un luogo), il che significa che il marito ha lasciato la sua famiglia per poter vivere con la famiglia della moglie.Ha continuato a vivere e lavorare nella famiglia della moglie.

Al tempo del matriarcato, la posizione dell'uomo era sostanzialmente piccola. Il ruolo importante della donna nel sistema economico ha permesso la sua posizione elevata nella società, e quindi il cosiddetto potere materno o matriarcato (lat. mater – mother gr. arhe – power). Tuttavia, lo sviluppo economico del periodo neolitico modificò completamente i rapporti all'interno della società, o della famiglia. Vale a dire, il carattere matriarcale delle relazioni famiglia-genere, in cui le donne svolgevano un ruolo di primo piano, è stato sostituito dalla disposizione patriarcale delle comunità umane.

L'allevamento intensivo del bestiame, l'agricoltura dell'aratro, la caccia vocazionale e la pesca erano attività riservate solo agli uomini. Il progresso delle abilità di caccia e pesca ha permesso alle persone di creare riserve di cibo permanenti, che hanno garantito una vita tranquilla e tranquilla nel prossimo periodo. Quando l'artigianato fu separato dall'agricoltura, molte attività della precedente economia domestica, che era quasi esclusivamente un lavoro femminile, passarono nelle mani degli uomini, per questo iniziarono a comparire artigiani-professionisti.


Cure di fine vita

Che cos'è l'assistenza di fine vita? Le cure di fine vita sono cure specialistiche fornite a una persona che si avvicina o sta finendo la vita. Sebbene sia possibile trovare varie definizioni di questo argomento, non esiste un vero consenso su quando inizia il periodo di tempo noto come fine della vita. Sebbene finisca con la morte di una persona, quando inizia realmente e come può essere determinato? Questa è una delle principali barriere associate alla fornitura di cure di fine vita di qualità perché alcune persone sono affette da malattie in cui il periodo esatto di fine vita non è così chiaro. Discuteremo di più sulle varie traiettorie della malattia nel prossimo capitolo, ma per ora ci concentreremo sull'introduzione di questo argomento e della sua importanza per la pratica infermieristica.

Quindi è inteso che il periodo di fine vita (EOL) termina con la morte. Per alcune persone, il periodo EOL sarà più breve. Forse hanno subito un trauma acuto in un incidente automobilistico e il periodo di fine vita è durato solo poche ore o giorni. A volte il periodo di fine vita può essere di diversi anni, come nelle persone affette dal morbo di Alzheimer. Ad ogni modo, l'EOL è un momento in cui sono necessarie cure mediche specialistiche per alleviare la sofferenza e migliorare la qualità della vita per tutto il tempo che un individuo ha lasciato. La fine della vita è spesso il periodo in cui i trattamenti e le procedure si concentrano sul comfort piuttosto che avere l'obiettivo primario di curare la malattia di base. Di solito quando si dice che una persona si trova all'EOL, la morte nel prossimo futuro è in qualche modo anticipata, e quindi gli obiettivi delle cure mediche tendono a spostarsi verso un modello più orientato al comfort.

Le prospettive e le preferenze delle persone riguardo all'assistenza di fine vita sono state ampiamente studiate. I pazienti con malattie gravi che sanno di morire hanno riportato molti elementi importanti delle cure di fine vita (Steinhauser, Christakis, Clipp, McNeilly, McIntyre e Tulsky, 2000). Evitare il supporto vitale non necessario, una buona comunicazione e fiducia nel proprio medico, la continuità delle cure e il "completamento della vita" erano temi comuni identificati in un altro studio su pazienti ospedalizzati con malattie gravi (Heyland, Dodek, Rocker, Groll, Gafni e Pichora, et al., 2006). La gestione dei sintomi, la dignità e il controllo, la qualità della vita e la preparazione sono stati identificati dalle persone che ricevono servizi di cure palliative in un altro studio (Aspinal, Hughes, Dunckley e Addington-Hall, 2006). Precedenti studi di ricerca hanno rilevato che la gestione dei sintomi e dell'assistenza sanitaria, le preferenze di trattamento e il processo decisionale alla fine della vita sono considerati importanti tra le persone che stavano morendo.

Anche la gestione dei sintomi fisici e psicosociali delle persone che vivono con malattie potenzialmente letali è stata al centro di studi di ricerca, in particolare di segnalazioni sulla loro inadeguatezza. Lo studio SUPPORT ha esaminato molti aspetti della qualità della morte in questo paese, suggerendo la necessità di un grande miglioramento nella cura del morente, in particolare nella gestione del dolore e dei sintomi (The SUPPORT Principal Investigators, 1995). McCarthy, Phillips, Zhong, Drews e Lynn (2000) hanno scoperto che oltre il 25% dei pazienti affetti da cancro avverte un dolore grave durante gli ultimi 3-6 mesi di vita, con oltre il 40% di questi pazienti con dolore significativo durante gli ultimi 3 giorni di vita. In una revisione sistematica di 44 studi, sono stati identificati dolore, affaticamento, debolezza, perdita di appetito e mancanza di energia in oltre il 50% dei pazienti con cancro incurabile (Teunissen, Wesker, Kruitwagen, De Haes, Voest e De Graeff). , 2007). Anche le preoccupazioni per una gestione inadeguata dei sintomi sono state ampiamente studiate in letteratura in pazienti con cancro (Booth, Clemons, Dranitsaris, Joy, Young e Callaghan, et al., 2007). Inoltre, le componenti psicologiche di malattie avanzate come ansia, depressione, stress, coping e irrequietezza terminale sono state esplorate in pazienti con cancro (DeFaye, Wilson, Chater, Viola, & Hall, 2006). Sebbene gran parte del lavoro iniziale nell'assistenza di fine vita fosse focalizzato sulle preoccupazioni e sui bisogni dei pazienti con cancro, questo si è ampliato per includere pazienti affetti da altre malattie allo stadio terminale come insufficienza cardiaca, ictus, malattie polmonari croniche, malattie renali malattia, disturbi muscoloscheletrici progressivi e demenza e morbo di Alzheimer.

Il luogo di morte preferito è stato un aspetto del processo decisionale nelle persone con malattie terminali. Tang (2003) ha esaminato il sito di morte preferito in 180 pazienti con cancro e ha riscontrato che l'87% indica una preferenza per la morte a casa. Il settantatre percento di questo campione considerava estremamente importante la morte nel luogo desiderato. Nonostante la preferenza di morire a casa, Gruneir, Mor, Weitzen, Truchil, Teno e Roy (2007) hanno riscontrato che il 53% dei decessi per malattia terminale si verifica in ospedale. Le proiezioni future per il luogo della morte suggeriscono che meno di 1 persona su 10 dovrebbe morire a casa entro il 2030 (Gomes e Higginson, 2008). In generale, la letteratura suggerisce che le persone che sanno di morire preferiscono morire a casa. Diversi studi hanno esplorato questo argomento con le persone anziane e hanno scoperto che la casa potrebbe non essere il luogo di morte preferito per tutti. Uno studio ha scoperto che la maggior parte degli anziani aveva forti sentimenti di non voler essere un peso per la propria famiglia morendo a casa (Gott, Seymour, Bellamy, Clark e Ahmedzai, 2004). Alcune altre preoccupazioni della popolazione anziana riguardavano la loro convinzione che un'assistenza di qualità non potesse essere fornita in ambito domiciliare e che l'arrivo di assistenti formali in casa, avrebbe di per sé fatto sentire l'assistenza come se non fosse realmente "a casa". Sebbene l'hospice fosse la modalità di cura preferita dagli anziani se gli veniva detto che la loro malattia non aveva possibilità di guarigione, il gruppo più anziano in questo campione (>75 anni) preferiva ricevere questo tipo di assistenza in un ambiente ospedaliero, come un ospedale o un hospice ospedaliero (Catt, Blanchard, Addington-Hall, Zis, Blizard e King, 2005).


Opzioni pagina

La storia del Buddismo è la storia del viaggio spirituale di un uomo verso l'Illuminazione e degli insegnamenti e dei modi di vivere che si sono sviluppati da esso.

Siddhartha Gautama - Il Buddha

Trovando il sentiero per l'Illuminazione, Siddhartha fu condotto dal dolore della sofferenza e della rinascita verso il sentiero dell'Illuminazione e divenne noto come il Buddha o 'risvegliato'.

Statua del tempio del Buddha, Kathmandu, Nepal

Una vita di lusso

Le opinioni divergono sulle date della vita di Siddhartha Gautama. Gli storici hanno datato la sua nascita e morte intorno al 566-486 a.C., ma ricerche più recenti suggeriscono che visse più tardi, dal 490 a.C. circa fino al 410 a.C. circa.

Nacque in una famiglia reale nel villaggio di Lumbini nell'attuale Nepal, e la sua vita privilegiata lo isolò dalle sofferenze della vita come la malattia, l'età e la morte.

Alla scoperta della crudele realtà

Un giorno, dopo essere cresciuto, essersi sposato e aver avuto un figlio, Siddharta uscì dal recinto reale dove viveva. Quando uscì vide, ciascuno per la prima volta, un vecchio, un malato e un cadavere.

Questo lo turbò molto e apprese che la malattia, l'età e la morte erano il destino inevitabile degli esseri umani, un destino che nessuno poteva evitare.

Diventare un santone

Anche Siddhartha aveva visto un monaco e decise che questo era un segno che avrebbe dovuto lasciare la sua vita reale protetta e vivere come un santo senzatetto.

I viaggi di Siddhartha gli hanno mostrato molto di più della sofferenza del mondo. Ha cercato un modo per sfuggire all'inevitabilità della morte, della vecchiaia e del dolore prima studiando con uomini religiosi. Questo non gli ha fornito una risposta.

Una vita di abnegazione

Siddhartha incontrò un asceta indiano che lo incoraggiò a seguire una vita di estrema abnegazione e disciplina.

Anche il Buddha praticò la meditazione, ma concluse che di per sé gli stati meditativi più elevati non erano sufficienti.

Siddhartha seguì questa vita di estremo ascetismo per sei anni, ma nemmeno questo lo soddisfece perché non era ancora fuggito dal mondo della sofferenza.

La via di mezzo

Abbandonò lo stile di vita rigoroso dell'abnegazione e dell'ascetismo, ma non tornò al lusso viziato della sua prima infanzia.

Invece, ha perseguito la Via di Mezzo, che è proprio quello che sembra né il lusso né la povertà.

Illuminismo

Albero della Bodhi vicino al tempio di Mahabodhi, il luogo in cui Buddha raggiunse l'illuminazione ©

Un giorno, seduto sotto l'albero della Bodhi (l'albero del risveglio) Siddhartha fu profondamente assorbito dalla meditazione e rifletteva sulla sua esperienza di vita, deciso a penetrarne la verità.

Alla fine raggiunse l'Illuminazione e divenne il Buddha. Il Tempio di Mahabodhi nel luogo dell'illuminazione del Buddha, è ora un luogo di pellegrinaggio.

La leggenda buddista narra che all'inizio il Buddha fosse felice di dimorare in questo stato, ma Brahma, re degli dei, chiese, a nome del mondo intero, di condividere la sua comprensione con gli altri.

L'insegnante

Buddha mise in moto il ruota dell'insegnamento: piuttosto che adorare un dio o degli dei, il buddismo si concentra sull'importanza senza tempo dell'insegnamento, o il dharma.

Per i successivi 45 anni della sua vita il Buddha insegnò a molti discepoli, che divennero arahant o 'nobili', che avevano ottenuto l'Illuminazione per se stessi.


Guarda il video: LE LEGGI della Natura SONO SEMPRE LE STESSE dallinizio delluniverso?! (Potrebbe 2022).


Commenti:

  1. Moulton

    La buona idea, è d'accordo con te.

  2. Quesnel

    Mi congratulo, questa brillante idea deve essere apposta

  3. Jock

    Secondo me, questo è ovvio. Non vorrei sviluppare questo argomento.

  4. Edmon

    Logicamente, sono d'accordo

  5. Daibei

    Auguro al successo dell'amministrazione del sito, ti è piaciuto molto tutto.



Scrivi un messaggio