Podcast di storia

Jessie Binford

Jessie Binford

Jessie Binford nacque nel 1876. Si trasferì a Chicago e nel 1906 divenne residente all'Hull House Settlement.

Nel 1916 diviene direttrice dell'Associazione Tutela Minori. Un incarico che avrebbe ricoperto per trentasei anni.

Negli anni '60 Binford guidò la campagna contro la chiusura di Hull House. Quando Binford morì nel 1966, viveva nell'insediamento da sessant'anni.

© John Simkin, aprile 2013


Sito storico del lago Jessie

Lake Jessie prende il nome da Jessie Benton, figlia del senatore Benton di St. Louis, che in seguito divenne la moglie del tenente John C. Fremont. che con il gruppo di esplorazione di J. N. Nicollet si è accampato a mezzo miglio a nord-est di qui sulla scogliera. il 25 luglio 26. 1839, durante il viaggio verso Devils Lake Il 10, 11 luglio 1853, il gruppo di ricognizione sotto il governatore I.I. Stevens si accampò nello stesso punto, durante il viaggio verso la costa del Pacifico. Il 15, 16 luglio 1862, il capitano J.L. Fisk e il suo gruppo di cercatori d'oro si accamparono tra il lago Jessie e il lago Addie, e di nuovo il 20 luglio 1863 e anche nel 1866 durante il viaggio verso il Montana. La squadra di ricognizione sotto il capitano Wm. Twining si accampò qui il 18 luglio 1869. I postini avevano un rifugio all'estremità orientale del lago Jessie dal 1867 al 1872.

Eretto nel 1957 dalla State Historical Society del North Dakota.

Temi. Questo indicatore storico è elencato in questi elenchi di argomenti: Comunicazioni ed esplorazione dei tori. Una data storica significativa per questa voce è il 25 luglio 1839.

Posizione. 47° 32.455′ N, 98° 17,441′ W. Marker si trova vicino a Binford, North Dakota, nella contea di Griggs. Marker è raggiungibile da 9th Street Northeast vicino alla 107th Avenue Northeast. Situato in un cortile di una fattoria, per favore cammina con rispetto. Tocca per la mappa. L'indicatore si trova a o vicino a questo indirizzo postale: 10570 9th St NE, Binford ND 58416, Stati Uniti d'America. Tocca per le indicazioni stradali.

Altri marcatori nelle vicinanze. Almeno

1 altro marker si trova entro 3 miglia da questo marker, misurato in linea d'aria. Sito storico di Camp Atchison (a circa 2,2 miglia di distanza).

Vedi anche . . . Sito storico dello stato del lago Jessie. (Inviato il 18 giugno 2021 da Connor Olson di Lemmon, South Dakota.)


Nel 1972, lo stato dell'Iowa ha creato l'ICSW per sovrintendere alle questioni femminili, con Cristine Swanson Wilson come prima sedia. Dall'inizio della Hall of Fame nel 1975, quattro candidati annuali vengono nominati dall'ICSW e dal Governatore dell'Iowa in una cerimonia pubblica. L'evento si tiene in occasione della Giornata dell'uguaglianza delle donne, che commemora il 26 agosto 1920 la ratifica del diciannovesimo emendamento alla Costituzione degli Stati Uniti che ha dato alle donne il diritto di voto. I premiati sono nominati dal pubblico tramite moduli online disponibili sul sito Web ICSW. [1] L'ICSW ha anche creato l'annuale "Cristine Wilson Medal for Equality and Justice" nel 1982. Wilson è stato inserito nella Hall of Fame nel 1989. [2]

I primi ad essere ammessi furono la prima donna Segretario di Stato dell'Iowa Ola Babcock Miller, che creò il presidente della Iowa State Patrol e membro fondatore dell'Iowa Woman Suffrage Association, Amelia Bloomer presidente della National American Woman Suffrage Association e fondatrice della League of Women Voters, Carrie Chapman Catt e Annie Turner Wittenmyer, che fondarono la Women's Christian Temperance Union, formarono una società di aiuti per sostenere i soldati dell'esercito dell'Unione durante la guerra civile, oltre a contribuire a far approvare la legislazione sulle pensioni per le infermiere in quella stessa guerra. Catt è stato il primo reclutato.

Negli anni successivi, ai ranghi della Hall of Fame si unirono donne di ogni ceto sociale. A partire dalle cerimonie di ammissione del 2017, ci sono state 172 donne introdotte. [3] L'elenco dei candidati include pionieri dei diritti civili, leader delle questioni globali, volontari della comunità, funzionari eletti, artisti, professionisti medici e una grande cornucopia di contributi da parte delle donne dello stato. Due First Ladies degli Stati Uniti, Lou Henry Hoover e Mamie Eisenhower sono state aggiunte rispettivamente nel 1987 e nel 1993. La conservatrice ambientale Gladys B. Black ha fatto la lista nel 1985. La micologa Lois Hattery Tiffany è stata aggiunta nel 1991 per la sua carriera di educare il pubblico sui funghi. L'esercito è rappresentato dalla veterana del Women's Army Corps Rosa Cunningham nel 1980 e dall'ex ufficiale dell'avvocato generale dell'esercito degli Stati Uniti Phyllis Propp Fowle nel 2001. L'attivista contro la guerra del Vietnam Peg Mullen è stata nominata nel 1997. La vincitrice del Premio Pulitzer Susan Glaspell era una 1976 indotto. Hualing Nieh Engle, che nel 1976 è stato co-nominato per il Premio Nobel per la pace, è diventato un membro della Hall of Fame nel 2008. L'allevatrice di bovini Mary Garst è stata aggiunta nel 1981. Diverse donne contadine sono sulla lista e nel 2001 è stata aggiunta l'avvocato Phyllis Josephine Hughes che era stata anche onorata da Papa Giovanni Paolo II per la sua assistenza legale alla comunità agricola.


Jessie Binford - Storia

Questo aiuto alla ricerca è stato prodotto utilizzando l'Archivists' Toolkit 2016-07-27T10:53-0500 Descrivere gli archivi: uno standard di contenuto

Binford, Jessie F. (Jessie Firenze), 1876-1966

Jessie Florence Binford nacque a Marshalltown, Iowa il 20 gennaio 1876 da Thaddeus e Angie (Beasley) Binford. Ha frequentato il Rockford College e lo Smith College, laureandosi nel primo nel 1898. Binford ha intrapreso due grandi tournée in Europa, ha svolto attività di volontariato nella sua nativa Marshalltown e ha trascorso le sue estati a Hull-House a Chicago fino a diventare residente a tempo pieno a 1902. Jessie Binford risiedette a Hull-House fino al 1963.

Pioniere nella lotta alla droga come direttore della Legal Aid Society nel 1906, Binford divenne il primo segretario del ramo distrettuale di Hull-House della Juvenile Protective League. La Lega fu riorganizzata e ampliata fino a diventare la Juvenile Protection Association nel 1909 con Louise deKoven Bowen come presidente del suo consiglio di amministrazione di ventisette membri. Questa agenzia ha lavorato a stretto contatto con il tribunale per i minorenni della contea di Cook e la prima clinica di orientamento infantile al mondo, il Juvenile Psychopathic Institute, per promuovere migliori condizioni di vita per i bambini di Chicago.

I primi sforzi di Jessie Binford si sono concentrati sul cambiamento dell'organizzazione della polizia di Chicago e di altri aspetti della pubblica amministrazione in modi che avrebbero beneficiato donne, bambini e poveri. L'APP ha esortato con successo Chicago a formare una divisione delle poliziotte e ad assumere nuovi agenti appositamente formati per i casi minorili. Le capacità amministrative e la difesa di successo di Binford le consentirono di diventare sovrintendente generale dell'Agenzia di protezione giovanile nel novembre 1916, posizione che mantenne fino al pensionamento nel 1952.

Il lavoro dell'APP si è esteso oltre i bisogni dei bambini e comprendeva anche sforzi per proteggere le giovani donne. Durante gli anni '20, Binford organizzò indagini speciali sulla prostituzione, sui bordelli e sulla schiavitù dei bianchi a Chicago, trovando spesso collegamenti tra la criminalità organizzata e politici e funzionari corrotti. Supportato da Louise deKoven Bowen e dal Social Hygiene Board degli Stati Uniti, Binford ha prodotto un rapporto speciale dell'APP per un grand jury impalato nel 1923 che ha costretto il commissario di polizia a chiudere ogni casa di prostituzione conosciuta in città. Il sindaco in carica, William Thompson, ha scelto di non cercare un terzo mandato.

La Grande Depressione, le nuove tendenze nel lavoro sociale che enfatizzavano la formazione professionale, il lavoro sui casi e la teoria psicoanalitica eclissarono l'APP alla fine degli anni '30. L'agenzia di Binford è stata sempre più messa da parte dal Chicago Council of Social Agencies (responsabile dell'assegnazione dei casi tra le agenzie private di Chicago) e l'APP è stata esortata a specializzarsi in casi di abuso e abbandono di minori. Jessie Binford ha continuato a sostenere la combinazione del lavoro sui casi con il lavoro di comunità, credendo che solo una trasformazione delle condizioni fondamentali nelle comunità minacciate potesse proteggere i bisogni dei bambini e dei giovani.

L'esplicito impegno di Jessie F. Binford l'ha portata ad avere contatti regolari con la stampa ei funzionari pubblici di Chicago. Era conosciuta negli anni Trenta, Quaranta e Cinquanta per i suoi sforzi per combattere il crescente problema delle droghe illegali. Binford ha preferito identificarsi come residente di Hull-House nelle interviste, non come assistente sociale. La sua ultima grande battaglia, il tentativo di prevenire la creazione del nuovo campus dell'Università dell'Illinois nel 1963 sulla base della sua amata Hull-House, si concluse con un fallimento, ma fu l'ultima ad andarsene. La città di Chicago non le ha notificato alcun avviso di sfratto, come è stato fatto per tutti gli altri residenti rimasti, ma ha semplicemente accettato la sua parola che sarebbe andata. Jessie Binford tornò nel suo nativo Iowa nel 1963, regalando la residenza di famiglia e scegliendo di trascorrere i suoi ultimi tre anni nel vicino Tallcorn Motor Hotel. Jessie Binford ha sostenuto il movimento di protesta contro la guerra e ha elogiato lo spirito della giovinezza nella sua ultima intervista pubblicata nel 1967.

Materiali d'archivio correlati

Si prega di consultare anche i registri della Juvenile Protective Association per ulteriore materiale relativo a Jessie Binford.

Questa raccolta comprende la corrispondenza della Juvenile Protection Association riguardante A Century of Progress, la Chicago Railroad Fair e alcune corrispondenze private tra Jessie Binford e i membri della Hull-House Association. La raccolta contiene anche ritagli di giornale, articoli e alcune note tratte dalla sua intervista finale con Studs Terkel sui programmi dell'Accademia di criminologia di Chicago.

Schultz, Rima Lunin e Adele Hast, eds. Donne che costruiscono Chicago, 1790-1990: un dizionario biografico. Bloomington: Indiana University Press, 2001.

Documenti di Jessie F. Binford, collezioni speciali e archivi universitari, Università dell'Illinois a Chicago

Binford, Jessie F. (Jessie Florence), 1876-1966 -- Amministrazione

Illinois--Chicago. Storia delle donne del Midwest. Serie I: Jessie F. Binford Papers Chicago's Schools 27:2, Chicago's School Committee., 1 1 Inverno 1960/1961 Lettera a Hancheu Rosenbacher di Ruth B. Orney (Mrs. Wallace H.), 1 2 19 luglio 1966 Corrispondenza, 1 3 1957-1959 Corrispondenza, 1 4 1960-1962 Corrispondenza, 1 5 1963 Corrispondenza e ritagli di giornale, 1 6 1964 Corrispondenza, 1 7 1966 Lettera a Cramie Rosenbacher di Jessie Binford, 1 8 25 novembre 1962 Lettera a Studs Terkel di Hancheu Rosenbacher, 1 9 1966 Ritagli di giornale, 1 10 1956-1966 Prof. Melvin Holli corrispondenza con Jessie Binford, 1 11 1965 Detzer, Karl. "Miss Jessie Fights for the Kids," Reader's Digest, 1 12 1950 "Chicago Honors Jessie Binford," The Social Science Review 33: 2, 1 13 giugno 1959 Corrispondenza riguardante il nuovo direttore per Hull-House, 1 14 1943 Chicago Academy of Criminology Programs, 1 15 1939 Corrispondenza dell'Associazione per la protezione dei minori relativa a A Century of Progress, 1 16 1934-1935 Associazione per la protezione dei minori relativa alla Fiera della ferrovia di Chicago, 1 17 1949 Corrispondenza tra Jessie Binford e Harvey L. Long, 1 18 aprile 1964 Ritagli di giornale, 1 19 1929- 1966 Note dall'intervista a Jessie Binford di Studs Terkel, 1 20 1966 "Responsabilità della comunità per le strutture ricreative", Our Common Cause, Civilization International Congress of Women Report, 1 21 luglio 1933


Sito storico del lago Jessie

Lake Jessie prende il nome da Jessie Benton, figlia del senatore Benton di St. Louis, che in seguito divenne la moglie del tenente John C. Fremont. che con il gruppo di esplorazione di J. N. Nicollet si è accampato a mezzo miglio a nord-est di qui sulla scogliera. il 25 luglio 26. 1839, durante il viaggio verso Devils Lake Il 10, 11 luglio 1853, il gruppo di ricognizione sotto il governatore I.I. Stevens si accampò nello stesso punto, durante il viaggio verso la costa del Pacifico. Il 15, 16 luglio 1862, il capitano J.L. Fisk e il suo gruppo di cercatori d'oro si accamparono tra il lago Jessie e il lago Addie, e di nuovo il 20 luglio 1863 e anche nel 1866 durante il viaggio verso il Montana. La squadra di ricognizione sotto il capitano Wm. Twining si accampò qui il 18 luglio 1869. I postini avevano un rifugio all'estremità orientale del lago Jessie dal 1867 al 1872.

Eretto nel 1957 dalla State Historical Society del North Dakota.

Temi. Questo indicatore storico è elencato in questi elenchi di argomenti: Comunicazioni ed esplorazione dei tori. Una data storica significativa per questa voce è il 25 luglio 1839.

Posizione. 47° 32.455′ N, 98° 17,441′ W. Marker si trova vicino a Binford, North Dakota, nella contea di Griggs. Marker è raggiungibile da 9th Street Northeast vicino alla 107th Avenue Northeast. Situato in un cortile di una fattoria, per favore cammina con rispetto. Tocca per la mappa. L'indicatore si trova a o vicino a questo indirizzo postale: 10570 9th St NE, Binford ND 58416, Stati Uniti d'America. Tocca per le indicazioni stradali.

Altri marcatori nelle vicinanze. Almeno

1 altro marker si trova entro 3 miglia da questo marker, misurato in linea d'aria. Sito storico di Camp Atchison (a circa 2,2 miglia di distanza).

Vedi anche . . . Sito storico dello stato del lago Jessie. (Inviato il 18 giugno 2021 da Connor Olson di Lemmon, South Dakota.)


Chuck Pfarrer

Navy SEALs Hall of Fame: Charles Patrick "Chuck" Pfarrer, III è un ex Navy SEAL degli Stati Uniti di Biloxi, Mississippi, USA

Charles Patrick "Chuck" Pfarrer, III è un ex US Navy SEAL di Biloxi, Mississippi, USA. Divenne autore, romanziere e sceneggiatore dopo aver lasciato la Marina. Alcuni dei suoi crediti per la sceneggiatura includono Darkman, Hard Target, Red Planet e, naturalmente, Navy SEALs.

Ha trascorso 8 anni nei Navy SEALs e ha terminato il suo servizio come comandante dell'elemento d'assalto presso lo United States Naval Special Warfare Development Group (DEVGRU), precedentemente noto come SEAL Team 6.

Classe GEMMA/S: sconosciuto (1981)


Andiamo al cinema

In questo episodio di Memphis Type History: The Podcast, prendi dei popcorn perché ti portiamo al teatro di quartiere di Crosstown, un posto che non vive più. Quindi scopri la storia dietro Lloyd T. Binford, l'uomo che ha svolto il ruolo di cane da guardia sul cinema di Memphis per molti anni.

Teatro di quartiere di Crosstown

Il Crosstown Theatre fu costruito alla fine degli anni '40 e inaugurato nel maggio del 1951. Si trovava in N. Cleveland Street, che ora è occupata da una Sala del Regno dei Testimoni di Geova.

Il teatro aveva un cartello verticale di 90 piedi con la parola crosstown. Le fonti dicono che un miglio di tubi al neon è stato utilizzato nel tendone e nell'insegna verticale.

Per gentile concessione di CinemaTreasures.org

All'epoca era il più grande teatro di quartiere di Memphis, con 1.400 posti a sedere. Per prospettiva, se hai mai mangiato al The Magestic Grill a North Main Memphis, che un tempo era un teatro che conteneva 1.000 posti a sedere.

Negli anni '60 e '70, Elvis Presley era solito affittare il teatro per sessioni di film tutta la notte.. anche se apprendiamo che questo non era niente di nuovo per Elvis e raccontiamo anche una breve storia su un incontro con Elvis in un altro teatro con un dono di una coppa d'oro.

Per gentile concessione di CinemaTreasures.org

Il Crosstown Theatre chiuse il 5 maggio 1976, ma fu poi venduto ai Testimoni di Geova che furono in grado di ottenere un restyling di 1,3 milioni di dollari grazie a una forza lavoro volontaria al 100% finanziata da donazioni.

L'unico rimpianto di Rebecca è quello di trasferirsi a Memphis solo 3 anni dopo che il cartello verticale è stato rimosso e distrutto nel 2005.

Il giorno in cui i film sono stati binfordizzati

Nato a Duck Hill, MS, nel 1869, Lloyd T. Binford lasciò la scuola in quinta elementare per perseguire schemi per fare soldi come comprare tutti i fuochi d'artificio in città e rivenderli con profitto e aprire una pista di pattinaggio all'aperto. A 16 anni si è avventurato più lontano da casa per fare soldi come impiegato delle poste ferroviarie... ma questo è diventato subito molto pericoloso. Il primo treno a cui è stato assegnato ha avuto uno scontro frontale con un altro treno, ed è stato ferito dal vapore mentre molti altri sono stati uccisi. Successivamente, un famoso rapinatore di treni di nome Rube Burrow lo ha tenuto sotto tiro e il suo collega è stato colpito.

Quindi Binford ha cambiato rotta ed è entrato invece nell'assicurazione. Alla fine, divenne presidente della Columbian Mutual Life Insurance Company nel 1916 e si trasferì a Memphis nel 1925. Lì costruì la Columbia Mutual Tower, un edificio in terracotta bianca di 22 piani su Court Square (ora noto come Lincoln America Tower) .

Entra nel Memphis Censor Board, creato nel 1921 con la missione di "censurare, supervisionare, regolamentare o proibire qualsiasi intrattenimento di carattere immorale, lascivo o lascivo, nonché spettacoli ostili alla sicurezza, alla salute, alla morale o al benessere pubblico". .” Era praticamente solo un nome senza azione fino a quando Binford non se ne impadronì nel 1928.

“Lloyd Tilgham Binford, cupo, dogmatico presidente del Memphis Board of Censors, è da tempo orgoglioso di essere in grado di annusare un'allusione cinematografica o individuare una linea suggestiva ancor prima che venga suggerita. Dal 1928, il 76enne Mr. Binford ha mantenuto puro il Lower Chickasaw Bluff condannando o falsificando molti film.”–I tempi, 1945, "Critiche superiori a Memphis"

Sotto Binford, il consiglio di censura vieterebbe più film di Hollywood di qualsiasi altra città. È diventato così intenso che la gente ha iniziato a dire che i loro film potevano essere “Binfordizzati,” e avrebbero persino inviato le loro sceneggiature in anticipo per ottenere l'approvazione di Binford in anticipo.

Lloyd T. Binford (per gentile concessione di collezioni speciali, Università di Memphis)

A che ora dei film è stato "Binfordizzato?" Prova qualsiasi cosa che contenga rapine ai treni. O anche re dei Re perché differiva un po' dalla Bibbia e l'aspetto della crocifissione era troppo violento. E poi c'era La donna che hanno quasi linciato, che non è stato mostrato a Memphis perché Binford era semplicemente contrario ai film con Jesse James. Tutto ciò che Ingrid Bergman ha fatto è stato vietato perché aveva una relazione con il regista Roberto Rossellini. E nemmeno Charlie Chaplin “a causa del carattere e della reputazione di Chaplin,” come citato nel Chicago Daily Tribune. Memphians perso su Ribelle senza un motivo perché Binford riteneva che promuovesse la delinquenza giovanile.

Una commedia chiamata Curley è stato Binfordizzato perché mostrava bambini bianchi e neri che andavano a scuola insieme. Il ragionamento che ha inviato ai distributori della United Artists è stato: “The Memphis Censor Board … non è in grado di approvare la tua foto con i piccoli negri, poiché il Sud non consente ai negri nelle scuole bianche né riconosce l'uguaglianza sociale tra le razze, anche nei bambini.” La United Artists ha effettivamente portato quel caso alla Corte Suprema del Tennessee, che ha stabilito che Binford poteva mantenere il suo divieto di Curley divieto ma non poteva censurare altri film perché includevano persone di colore. Ma un anno dopo è ancora andato avanti e vietato Confini perduti perché, “si occupa dell'uguaglianza sociale tra bianchi e negri in un modo che non è praticato nel Sud.” Altri film sono stati semplicemente censurati per rimuovere interpreti neri come Duke Ellington, per esempio, o il segmento di Lena Horne nel 1946 film Ziegfield follie.

Quindi cosa hanno fatto i Memphiani sotto il peso di tutti questi divieti cinematografici? Bene, molti si sono riversati nel Mississippi e in Arkansas per vedere quei film pubblicizzati come "Banneggiato a Memphis". In effetti, 15.000 Memphiani andarono in Arkansas nel 1928 per vedere Gloria Swanson’s Miss Sadie Thompson.

L'ultima dimora di Lloyd T. Binford nel cimitero di Elmwood (foto via Memphis Magazine)

Binford si è dimesso più volte a causa di cattive condizioni di salute, ma ha continuato a essere richiamato in posizione dai sostenitori. Morì l'anno dopo essersi effettivamente ritirato ed è sepolto a Elmwood. La legge sulla censura che ha dato a Binford così tanto potere è stata dichiarata incostituzionale solo nel 1965.

Link citati:

Sostieni lo spettacolo tramite Patreon e ottieni contenuti bonus come la nostra bobina settimanale di errori, lo sfondo digitale con le opere d'arte di Rebecca, le t-shirt, i libri autografati e altro ancora!


Lloyd T. Binford

Uno dei miei cattivi preferiti di Memphis (tutti questi erano servitori di Crump, luogotenenti, sudditi, spie o compari) di cui parlare era Lloyd T Binford. Mentre il resto della Crump Gang controllava il tuo voto, Lloyd Binford era il migliore nel controllare ciò che i Memphiani potevano vedere nei film. Posso assicurarti che non ha fatto nulla che Crump non gli abbia permesso.

Nel 1908, Lloyd T. Binford era un dirigente assicurativo presso la Columbian Mutual Insurance Company e apparentemente ebbe un discreto successo poiché fece costruire la Lincoln American Tower nel 1924 (ora Court Square Center) con il suo ufficio all'ultimo piano.

Il buon vecchio Lloyd qui, proprio come il suo capo Crump, era un estremista segregazionista. Nel 1928, Binford fu nominato capo del consiglio di censura. L'appello commerciale ha detto di Mr. Binford “Ha regnato come il censore più inflessibile, eccentrico e soggettivo dell'America”.

E.H. Crump morì nel 1954 e questo pose fine ai suoi imbrogli. Durante il suo tempo, se volevi vedere uno dei suoi pezzi di film vietati o sezionati (parti cattive ai suoi occhi) ha rimosso, dovevi attraversare il ponte e guardarlo a West Memphis. Sono sicuro che i proprietari del Joy Theatre stavano facendo una strage di Memphians affamati di film.

Ci sono state diverse storie molto interessanti scritte su di lui nel Memphis Flyer del 2008, nel Commercial Appeal del 2012 e nella Tennessee Encyclopedia.

Il signor Binford odiava i film di Charlie Chaplin. Nel meraviglioso libro di Vincent Astor, Memphis Movie Theaters, usa il termine che era comune a Hollywood per i film che il signor Binford ha censurato o bandito completamente usando il termine “Binfordizzato”.

Secondo il Commercial Appeal Binford ha scritto questo riguardo a “Dual in the Sun” di David O Selznick “Era sadismo al suo livello più profondo. Sono i vasi di carne del Faraone, modernizzati e riempiti fino a straripare. È una barbara sinfonia di passione e odio, che fuoriesce da uno schermo tinto di sangue. È putrefazione mentale e fisica”

Dichiarerebbe che non era un razzista ma per le sue azioni e le azioni del suo capo era perlomeno un segregazionista. Era contrario a tutto ciò che promuoveva i neri o mostrava qualsiasi immagine in cui bianchi e neri andavano d'accordo insieme.

Lloyd T. Binford morì nel 1956.

Alcuni dei film che Mr Binford ha censurato o vietato:

A causa di Eva (1948) – Sessualmente esplicito.

Milioni di Brewster’s – “Le scene davano troppo risalto ai negri”

Riccio – (23 agosto 1947) – “Il Memphis Censor Board … non è in grado di approvare la tua foto con i piccoli negri, poiché il Sud non consente ai negri nelle scuole bianche né riconosce l'uguaglianza sociale tra le razze, anche nei bambini. ”

Duello al sole (8 maggio 1947) – Raffigura una relazione tra un uomo bianco e una donna messicana di razza mista.

La linea francese (8 febbraio 1954)

Imitazione della vita (26 novembre 1934)

Jesse James – (27 gennaio 1939) – A Binford non piacevano i film sulle rapine in treno poiché stava lavorando su un treno che è stato derubato.

Re dei Re - (18 maggio 1927) – Non biblicamente accurato e aveva una rappresentazione negativa degli ebrei.

Confini perduti – (2 luglio 1949) – “Si occupa dell'uguaglianza sociale tra bianchi e negri in un modo che non è praticato nel sud. L'abbiamo bandito per questo motivo.”

La signorina Sadie Thompson – (27 gennaio 1928)

Ribelle senza un motivo– (27 ottobre 1955) – Ha promosso la delinquenza giovanile.

Il ritorno di Frank James - (16 agosto 1940)

Sensazioni del 1945 – (30 giugno 1945)

I meridionali – (30 aprile 1945) – Sembrava condiscendente verso il sud.

Stromboli - (15 febbraio 1950) (con Ingrid Bergman "la mostra pubblica di un film con protagonista una donna che è universalmente nota per vivere in aperto e famigerato adulterio".

Il selvaggio - (feb 1954) – “ chiassoso illegale e crudo”

La donna che hanno quasi linciato- (marzo 20, 1953) – stesso motivo di Jesse James.

Ha anche proibito i film di Charlie Chaplin chiamandolo "Guttersnipe di Londra".

Grazie a quanto segue per le informazioni utilizzate in questo articolo.

2008 Memphis Flyer articolo, 2012 articolo Commercial Appeal e Tennessee Encyclopedia.

Cornell Law Review, Censura cinematografica del 1951, The Memphis Blues, Theodore R. Kupferman, Philip J. O’Brien Jr.


Qualsiasi lavoro che influisca sul valore degli immobili a Washington richiede un appaltatore autorizzato.

Il Dipartimento del lavoro e delle industrie dello Stato di Washington richiede ai licenziatari di mantenere un'assicurazione obbligazionaria e di responsabilità per la protezione dei consumatori.

Gli appaltatori autorizzati a Washington sono tenuti a mantenere una copertura di responsabilità generale che includa una polizza per danni alla proprietà di $ 50.000 e una polizza di responsabilità pubblica di $ 200.000 o una polizza combinata di limite singolo di $ 250.000.

Gli appaltatori generali autorizzati a Washington sono tenuti a mantenere una cauzione di $ 12.000 e gli appaltatori specializzati sono tenuti a mantenere una cauzione di $ 6.000. Ciò fornisce ai consumatori un ricorso finanziario nel caso in cui svolgano un lavoro difettoso o violino le normative sulla licenza.

Il punteggio BuildZoom si basa su una serie di fattori tra cui lo stato della licenza dell'appaltatore, lo stato assicurativo, la cronologia lavorativa verificata, la posizione con i gruppi di interesse dei consumatori locali, le recensioni verificate di altri utenti BuildZoom e il feedback auto-riferito dall'appaltatore.

Quando si tratta di grandi lavori di costruzione o anche di piccole modifiche alla tua casa, assumere l'appaltatore sbagliato potrebbe comportare un lavoro incompleto o difettoso. Potresti anche trovarti a dover affrontare enormi richieste di risarcimento. BuildZoom fa i compiti per te e ti aiuta ad assumere l'appaltatore giusto.

La raccomandazione standard del consiglio è di ottenere almeno tre offerte scritte prima di assumere un appaltatore. Non accettare automaticamente l'offerta più bassa: un'offerta anormalmente bassa può indicare che l'appaltatore ha commesso un errore e non include lo stesso lavoro citato dai concorrenti. Abbiamo reso il processo di raccolta delle offerte estremamente semplice (e gratuito). Basta cliccare qui per iniziare.

Informazioni su BuildZoom

BuildZoom ha un semplice scopo: aiutarti a trovare l'appaltatore perfetto per qualsiasi lavoro, commerciale o residenziale.

BuildZoom è un database di ogni appaltatore autorizzato negli Stati Uniti. Lavoriamo duramente per capire chi sono i grandi appaltatori e chi sono i cattivi appaltatori.

BuildZoom combina le informazioni sulle licenze di 3,5 milioni di appaltatori con 175 milioni di permessi di costruzione e oltre 135.000 recensioni da parte dei proprietari.

Se stai cercando un appaltatore specifico e non riesci a trovarlo su BuildZoom, è probabile che non abbia una licenza: contattaci e cercheremo di aiutarti!

Trovare un appaltatore tramite BuildZoom

Il modo migliore per utilizzare BuildZoom è lasciarci consigliare gli appaltatori per i tuoi progetti di ristrutturazione.

I proprietari di case che assumono tramite il sistema di offerte gratuite di BuildZoom segnalano alti tassi di soddisfazione e i proprietari di case che ricercano appaltatori online hanno il doppio delle probabilità di essere felici alla fine del loro progetto.

Se assumi un appaltatore tramite BuildZoom, quell'appaltatore è responsabile nei nostri confronti. Possiamo imporre standard di comportamento, mediare controversie e garantire la soddisfazione.


Guarda il video: Joe Rogan Experience #729 - Jocko Willink (Gennaio 2022).