Podcast di storia

Distruttori di classe Porter

Distruttori di classe Porter

Distruttori di classe Porter

I cacciatorpediniere classe Porter furono i primi cacciatorpediniere leader costruiti dalla Marina degli Stati Uniti, ed erano armati con otto cannoni monouso da 5 pollici che li resero meno utili durante la seconda guerra mondiale rispetto ai cacciatorpediniere più piccoli delle classi Farragut e simili, che trasportavano cannoni a doppio scopo . Ufficialmente sono stati progettati come grandi cacciatorpediniere piuttosto che come leader di cacciatorpediniere, ma hanno trascorso gran parte della loro carriera attiva servendo come ammiraglie della flottiglia e in seguito ammiraglie di scorta di convogli.

Processo di progettazione

La classe Porter è stata sviluppata nell'ambito delle restrizioni del Trattato navale di Londra del 1930, che ha introdotto per la prima volta limiti ai cacciatorpediniere. Nessun cacciatorpediniere doveva avere una cilindrata superiore a 1.850 t o trasportare cannoni sopra 5.1 pollici. Inoltre, solo il 16% dei cacciatorpediniere potrebbe essere al di sopra dello standard di 1.500 t.

Nel decennio successivo alla fine della prima guerra mondiale, la Marina degli Stati Uniti aveva prodotto una serie di possibili progetti di cacciatorpediniere (vedere l'articolo della classe Farragut per maggiori dettagli), ma non ne era stato costruito nessuno. Dopo che il Trattato di Londra fu concordato, finalmente iniziarono i lavori sui progetti che avrebbero dovuto essere prodotti. In risposta alle discussioni sulla progettazione, l'Ufficio costruzioni e riparazioni ha prodotto tre suggerimenti, per un tipo leggero da 1.375 t, un tipo da 1.500 t e un leader da 1.850 t. Il design da 1.500 t si è evoluto nel design Farragut, mentre il tipo da 1.850 t è stato alla base delle discussioni che hanno portato alla classe Porter.

Nel gennaio 1943 il consiglio generale richiese una velocità di 35 nodi, cinque cannoni da 5 pollici/38 DP e otto tubi lanciasiluri. Dovevano essere trasportate alcune armature limitate, inclusi scudi antiproiettile per le armi e protezione contro il fuoco delle mitragliatrici per il ponte. Il design a 35kt potrebbe anche fornire una certa protezione per le caldaie e i macchinari, ma un possibile design da 36,5kt non lo porterebbe. Questa era la stessa potenza di fuoco delle navi della classe Farragut e furono esplorati numerosi progetti alternativi, tra cui uno con sei cannoni in installazioni singole e un altro con sei cannoni con due installazioni singole e due gemelle. Tutti trasportavano i loro siluri su due supporti quadrupli.

Nel maggio 1932 il Consiglio Generale accettò lo Schema 10, con montature singole, tre a prua e tre a poppa. Non erano del tutto soddisfatti, poiché le pistole occupavano molto spazio sulla linea centrale e durante il processo di sviluppo sono state sostituite con otto pistole da 5 pollici/38 in cannoni chiusi, risparmiando lunghezza. Il Congresso ha deciso di finanziare otto cacciatorpediniere da 1.850 tonnellate nell'anno fiscale 1934.

Design della classe del portiere

Le navi della classe Porter finirono per essere armate con otto cannoni da 5 pollici/38 monouso in quattro cannoniere doppie chiuse, due a prua e due a poppa. Otto siluri furono trasportati in due supporti quadrupli, con anche otto ricariche effettuate (le navi della classe Farragut non trasportavano ricariche). Le quattro caldaie fornivano 50.000 CV, rispetto ai 42.800 CV della classe Farragut. Ciò ha dato alle navi della classe Porter una velocità massima di 38 nodi. Sono stati dati treppiedi di tipo incrociatore nel tentativo di ridurre la quantità di controventatura necessaria. Tuttavia questi alberi erano più pesanti dei più tradizionali tipi di cacciatorpediniere e causavano un problema quando erano necessari più cannoni antiaerei. I cacciatorpediniere più piccoli avevano una sovrastruttura a prua e tughe più basse a poppa. Le navi della classe Porter avevano sovrastrutture a prua e a poppa, che fornivano più spazio ma aumentavano anche il peso massimo.

Il fuoco antiaereo è stato fornito da due mitragliatrici quad da 1,1 pollici, una sulla sovrastruttura di poppa e una dietro e che sparano sopra la casa della pistola B. Furono installati due direttori di controllo del fuoco: uno davanti e uno dopo, nessun altro cacciatorpediniere a galla aveva due controller.

La Marina non era del tutto chiara su cosa volesse che fossero queste navi. Le navi da 1.850 t nel Trattato di Londra erano viste come leader di cacciatorpediniere, ma durante il processo di progettazione le navi della classe Porter vennero viste come cacciatorpediniere pesanti, progettate per operare insieme. Una volta entrati in servizio, finirono per essere usati come ammiraglie dello squadrone di cacciatorpediniere.

Le navi della classe Porter sono spesso viste come una risposta ai cacciatorpediniere giapponesi della classe Fubuki. Avevano le stesse dimensioni generali delle navi giapponesi, ma con un dislocamento più pesante che le rendeva più robuste, trasportavano più cannoni ma avevano meno tubi lanciasiluri.

Produzione

Il progetto dettagliato è stato prodotto dalla New York Shipbuilding Corporation, che ha anche costruito quattro membri della classe. Sono stati finanziati come parte del programma FY 34, con fondi stanziati dal National Industrial Recovery Act. Le altre quattro navi furono costruite dal cantiere Quincy di Betlemme.

Altre due navi della classe Porter dovevano essere costruite come parte del programma FY 34, ma le tesi furono costruite come navi della classe Somers DD-381 e DD-383.

Registro di servizio

Nel 1939 i 1.850 leader delle classi Porter e Somers servivano come leader dei cacciatorpediniere in squadroni di nove cacciatorpediniere (DesRons), o in DesRon 9, che conteneva sette navi da 1.850 t, guidati dal Moffett.

Lo scoppio della seconda guerra mondiale cambiò presto questa situazione e molti cacciatorpediniere moderni furono trasferiti nell'Atlantico. Il Moffett (DD-362) era lì nel gennaio 1941 come comandante di squadriglia. A giugno quattro navi della classe Porter erano nell'Atlantico (DD-358, DD-359, DD-362 e DD-363), così come quattro navi della classe Somers. I leader stavano ora servendo in due DesDiv a quattro navi. DD-359 e DD-362 rimasero nell'Atlantico per tutta la guerra.

Il facchino servito nel Pacifico, ed è stato perso a Guadalcanal.

Nel 1943 DD-361 e DD-368 furono inviati a Balboa nella zona del Canale di Panama, da dove scortarono i convogli nella zona di guerra.

DD-357, DD-360 e DD-363 videro alcuni servizi con i vettori veloci, combattendo ad Attu nelle Aleutine e nella campagna delle Marianne.

Nel 1944 i capi sopravvissuti furono classificati come ammiraglie del convoglio.

USS facchino (DD-356) era basato nel Pacifico nel 1939-41, ma lasciò Pearl Harbor pochi giorni prima dell'attacco giapponese. Ha preso parte alla campagna di Guadalcanal e ha combattuto nella battaglia delle Isole Santa Cruz. Durante la battaglia fu silurata e dovette essere affondata dai colpi di arma da fuoco degli Stati Uniti.

USS Selfridge (DD-357) era basato nel Pacifico nel 1939-41 ed era presente quando i giapponesi attaccarono Pearl Harbor. Ha preso parte al tentativo di salvare Wake Island. Prese parte all'occupazione di Guadalcanal nell'agosto 1942, ma trascorse i successivi nove mesi operando nell'area del Mar dei Coralli. Tornò alle Salomone nel 1943 e prese parte alla battaglia di Vella Lavella, dove fu gravemente danneggiata da un siluro. Nel 1944 partecipò alla campagna delle Marianne e alla battaglia del Mare delle Filippine. Si trasferì quindi nell'Atlantico e durante il 1944-45 servì come nave ammiraglia delle forze di scorta ai convogli, principalmente sulla rotta tra gli Stati Uniti e la Tunisia.

USS McDougal (DD-358) era basato nel Pacifico nel 1937-primavera 1941, poi si trasferì nell'Atlantico. Era abituata a trasferire il presidente Roosevelt alla HMS principe di Galles durante la sua conferenza con Churchill a Placentia Bay, Terranova. Trascorse il resto del 1941 e la prima metà del 1942 operando nell'Atlantico meridionale. Si trasferì poi nel Pacifico e trascorse due anni operando da Balboa, nella Zona del Canale, pattugliando la costa occidentale del Sud e Centro America. Quindi tornò nell'Atlantico e trascorse il settembre 1944-marzo 1945 scortando convogli tra gli Stati Uniti e la Gran Bretagna. Dopo la guerra fu brevemente utilizzata come nave sperimentale, poi come nave scuola, prima di essere dismessa nel 1949.

USS Winslow (DD-359) era basata nel Pacifico dal 1938 fino all'aprile 1941 quando si unì alla Neutrality Patrol nell'Atlantico. Era presente alla conferenza sulla baia di Placentia e poi era solita scortare le truppe in Islanda. A novembre faceva parte del primo convoglio statunitense diretto a Singapore dalla costa orientale, ma aveva raggiunto Capetown solo quando i giapponesi attaccarono Pearl Harbor. Fu richiamata negli Stati Uniti e si unì alla 4a flotta nell'Atlantico meridionale. Ha servito in quel teatro fino all'aprile 1944. Dopo un breve periodo di scorta di nuove navi da guerra da Boston alle Indie Occidentali, è diventata un'ammiraglia di scorta di convogli sulla rotta USA-Regno Unito. Nel marzo 1945 iniziò un refit per prepararla al servizio nel Pacifico, ma la guerra finì prima che fosse pronta. Fu poi utilizzata per lavori sperimentali fino a quando non fu collocata nella riserva nel 1950.

USS Phelps (DD-360) era presente a Pearl Harbor e rivendicava un aereo giapponese. Ha poi combattuto nelle battaglie del Mar dei Coralli e delle Midway, e ha preso parte all'invasione di Guadalcanal. Nel 1943 partecipò alle invasioni di Attu e Kiska nelle Aleutine, poi all'invasione delle Isole Gilbert. Nel 1944 partecipò alle invasioni dei Marescialli e delle Marianne. Come il resto della classe, è stata poi trasformata in un'ammiraglia di scorta ai convogli e ha operato sulla rotta dalla costa orientale degli Stati Uniti al Mediterraneo.

USS Clark (DD-361) prestò servizio nell'Atlantico e nei Caraibi, prima di trasferirsi a Pearl Harbor nell'aprile 1940. Era in fase di ristrutturazione a San Diego quando i giapponesi attaccarono Pearl Harbor. Ha scortato una serie di convogli nel teatro del Pacifico da allora fino al dicembre 1942, quando è diventata l'ammiraglia, il comandante della Forza del Pacifico sudorientale, con sede a Balboa. Da allora fino all'agosto 1944 ha operato lungo la costa del Sud America prima di diventare un'ammiraglia di scorta di convogli. Tra il settembre 1944 e l'aprile 1945 scortò sei convogli transatlantici.

USS Moffett (DD-362) faceva parte della flotta atlantica fino all'aprile 1941 quando si unì alla pattuglia di neutralità del Sud Atlantico. Dopo l'entrata in guerra degli Stati Uniti ha continuato ad operare nell'Atlantico meridionale e nei Caraibi. Il 17 maggio 1943 partecipò all'affondamento di un U-Boot tedesco e in agosto aiutò ad affondare U-604. Nel 1944 divenne un'ammiraglia di scorta ai convogli e scortò i convogli in Gran Bretagna, Biserta e Orano. Era in riparazione alla fine della guerra e fu dismessa nel novembre 1945.

USS Balch (DD-363) servì come nave ammiraglia, DesRon 12, nel 1938 e rimase basata sulla costa occidentale degli Stati Uniti fino al 1940, quando si trasferì a Pearl Harbor. Era in mare quando i giapponesi attaccarono Pearl Harbor. Ha preso parte al raid di Dolittle in Giappone, a guardia degli petrolieri mentre la flotta principale effettuava l'attacco. Ha appena perso la battaglia del Mar dei Coralli, ma era presente a Midway. Partecipò alla campagna di Guadalcanal, dai primi sbarchi fino al 1943. Nel 1943 partecipò alla liberazione di Attu, per poi subire una ristrutturazione. Alla fine del 1943 svolse compiti di scorta ai convogli nelle Isole Salomone. Nel 1944 partecipò al bombardamento di Kavieng sulla Nuova Irlanda e all'invasione dell'isola di Emirau. Ha poi preso parte ai combattimenti a Hollandia e Wakde-Sarmi in Nuova Guinea. Nel giugno 1944 ricevette l'ordine di raggiungere la costa orientale degli Stati Uniti, dove divenne un'ammiraglia di scorta di convogli. Era abituata a scortare una serie di convogli nel Mediterraneo, prima che nel giugno 1945 iniziasse un refit per prepararla al ritorno nel Pacifico. La guerra finì prima che fosse necessaria e fu dismessa il 19 ottobre 1945.

Cilindrata (di serie)

1.850t (progettazione)

Cilindrata (caricata)

2.131t (disegno)

Velocità massima

37kts design
38.19kts a 51.127shp a 2.123t in prova (facchino)
38,17 nodi a 47.271 CV a 2.190 t in prova (Facchino)

Motore

Turbine Parsons a 2 alberi
4 caldaie
Design da 50.000 CV

Gamma

7.800 nm a 12 nodi di design
8.710 nm a 15 nodi a 2.157 t in prova (facchino)
6.380 nm a 12 nodi a 2.700 t in tempo di guerra
4.080 nm a 15 nodi a 2.700 t in tempo di guerra

Lunghezza

381 piedi 0,5 pollici

Larghezza

36 piedi 10 pollici

armamenti

Otto 5 pollici/38 SP in quattro supporti gemelli
Otto siluri da 21 pollici in due supporti quadrupli
Otto cannoni AA da 1,1 pollici in quattro supporti gemelli
Due pistole AA da 0,50 pollici
Due tracce di carica di profondità

Complemento equipaggio

206

Navi in ​​classe

USS facchino (DD-356)

Perso il 26 ottobre 1942

USS Selfridge (DD-357)

Venduto 1946

USS McDougal (DD-358)

Colpito nel 1949

USS Winslow (DD-359)

Colpito nel 1957

USS Phelps (DD-360)

Colpito nel 1947

USS Clark (DD-361)

Venduto 1946

USS Moffett (DD-362)

Colpito nel 1947

USS Balch (DD-363)

Venduto 1946


Guarda il video: I Put a Spell on You - Cheryl Porter (Gennaio 2022).