Podcast di storia

Ricordi e lettere del generale Robert E. Lee

 Ricordi e lettere del generale Robert E. Lee

Mio zio, Smith Lee, coltivava sul Potomac e mi inviava costantemente messaggi di condoglianze tramite mio padre. Le nostre esperienze sono state le stesse di tutti gli altri che hanno iniziato a coltivare sotto il nuovo ordine di cose. Mio padre era molto ospitale e gli piaceva che i suoi parenti e amici venissero a trovarlo. Negli ultimi cinque anni erano state mostrate così tante gentilezza a se stesso e alla famiglia che gli piaceva molto questa sua prima opportunità di salutare a casa sua coloro che così spesso avevano offerto a mia madre e alle sorelle il loro rifugio. Il paese intorno a Lexington era bellissimo, e il clima d'estate e d'autunno tutto ciò che si può desiderare. Così, in quelle stagioni, quando era in casa, generalmente c'era qualcuno a fargli visita, quasi sempre parenti o vecchi e cari amici. Intratteneva in modo molto semplice, faceva sentire tutti a casa ed era sempre premuroso e attento al divertimento e al benessere dei suoi ospiti.

La gente veniva da tutto il mondo a Lexington per vederlo. Tra i visitatori da lontano c'erano il marchese di Lorne e l'on. Mr.Cooper, che erano in tournée negli Stati Uniti. Sono venuti a Lexington per vedere il generale Lee. Quando entrarono in casa, non c'era nessun servitore a portata di mano, e mio padre, incontrandoli alla porta, ricevette le loro carte. Non avendo gli occhiali, non poteva leggere i nomi, ma fece entrare gli sconosciuti in salotto e li presentò alla signora Lee, senza chiamarli per nome. Mia madre pensò che il giovane alto e snello fosse un nuovo studente e iniziò a conversare con lui come tale. Colpita dal suo aspetto delicato, lo mise in guardia contro il rigido clima invernale delle montagne, e lo esortò a stare attento alla sua salute. Su questo, il signor Cooper spiegò chi era il suo compagno, e c'era molto divertimento per l'errore.

I professori e gli studenti dei due istituti didattici erano frequentatori costanti, soprattutto la sera, quando i giovani venivano a vedere le ragazze. Se le sue figlie avevano ospiti, mio ​​padre di solito sedeva con mia madre nella sala da pranzo attigua al salotto. Quando l'orologio batteva le dieci si alzava e chiudeva le imposte con cautela e lentamente, e, se quell'allusione non veniva colto, diceva semplicemente "Buonanotte, signori". L'effetto fu immediato e duraturo, e le sue volontà in materia, divenute finalmente di dominio pubblico, furono sempre rispettate. Al capitano W., che aveva saputo molto presto l'opinione del generale sull'ora della partenza, una volta fu detto che il generale Lee lo aveva elogiato molto.

"Sai perché?" disse il Capitano. "È perché non sono mai stato sorpreso in salotto alle dieci. Ci sono andato molto vicino almeno la notte, ma sono entrato nel portico prima che il generale chiudesse la prima tapparella. È per questo che mi chiama "un bel giovanotto". .'"

Una sera un giovane amico che era un cadetto al Virginia Military Institute chiamò le mie sorelle e osservò, solo per avere qualcosa da dire:

"Sai che questa è la prima casa di un civile in cui sono entrato a Lexington?"

Mio padre era nella stanza nella stanza con il suo cappotto grigio da confederato, senza bottoni; anche i miei due fratelli, Custis e Fitzhugh, entrambi generali dell'esercito confederato; quindi c'era una bella risata sul termine CIVILE. Ho già detto quanto mio padre fosse particolarmente attento a rispondere a tutte le lettere. Era una grande tassa sul suo tempo, e alcuni di questi dovevano essere una prova per il suo carattere. Quanto segue si spiegherà:

"Lexington, Virginia, 5 settembre 1866.

"A.J. Requier, 81 Cedar St., New York.

"Mio caro signore: le sono molto grato per la sua gentile lettera del 22° ultimo. Così tanti articoli che mi appartenevano sono sparsi per il paese che temo di non avere tempo da dedicare al loro recupero. Non conosco nessuno a Buffalo che Potrei chiedere di recuperare la Bibbia in questione. Se la signora che la possiede la utilizzerà, come spero, cercherà lei stessa di restituirla al legittimo proprietario. Lascerò quindi a lei e alla sua coscienza la decisione sulla questione Ho letto con grande piacere la poesia che mi hai inviato e ti ringrazio sinceramente per il tuo interesse per me. Con grande rispetto,

"Il tuo servo obbediente,

"R.E. Lee."

Ecco un altro dei tanti di un personaggio simile:

"Lexington, Virginia, 26 settembre 1866.

"Mr. A. Pollard, 104 West Baltimore St., Baltimora, Md.

"Egregio signore: le ringrazio per il complimento che mi ha fatto la sua proposta di scrivere una storia della mia vita. È un'impresa rischiosa pubblicare la vita di qualcuno mentre è in vita, e sono pochi quelli che desidererebbero leggere una storia vera di se stessi.Indipendentemente dai pochi eventi nazionali con cui il mio è stato collegato, presenta poco interesse per il lettore generale, né so dove rimandarvi per i materiali necessari.Tutti i miei documenti privati, così come pubblici, sono stati distrutti o perduto, eccetto ciò che si trova nei documenti pubblicati, e non so nulla di disponibile allo scopo. Se, quindi, decidessi di intraprendere il lavoro, devi fare affidamento su te stesso, poiché il mio tempo è così completamente occupato che non sono in grado di prometterti alcuno assistenza.

"Con molto rispetto,

"R. Lee."

Quest'autunno mia sorella Mildred ha fatto visita ai nostri cugini, Mr. and Mrs. George Golsborough, che vive ad "Ashby", vicino a Easton, sulla costa orientale del Maryland. Rimase lì e altrove per diversi mesi. Le lettere di mio padre a lei, molte delle quali sono state conservate, sono molto interessanti. Mostrano molto chiaramente molte belle fasi del suo nobile carattere e indole:

"Lexington, Virginia, 21 dicembre 1866.

"Mia preziosa vita: sono stato molto lieto di ricevere la tua lettera del 15esimo, e di apprendere che stavi bene e felice. Possa tu essere sempre tanto coerente con il tuo benessere qui e nell'aldilà, è la mia preghiera quotidiana. Ero anche molto lieto che, pur godendo della gentilezza dei tuoi amici, non siamo stati dimenticati.L'esperienza ti insegnerà che, nonostante tutte le apparenze contrarie, non riceverai mai un amore come quello che prova per te tuo padre e tua madre. attraverso l'assenza, le difficoltà e i tempi. I tuoi stessi sentimenti ti insegneranno come dovrebbe essere ricambiato e apprezzato. Voglio vederti molto e mi manchi in ogni momento, ma sono felice di questa opportunità per te di stare con coloro che, lo so , faranno tutto ciò che è in loro potere per darti piacere. Spero che troverai anche il tempo per leggere e migliorare la tua mente. Leggi la storia, le opere di verità, non i romanzi e le storie d'amore. Ottieni una visione corretta della vita e impara a vedere il mondo nella sua vera luce Ti permetterà di vivere in modo piacevole tly, per fare il bene e, quando chiamato via, per andarsene senza rimpianti. I tuoi amici qui chiedono costantemente di te e desiderano il tuo ritorno. La signora White e la signora McElwee si rammaricano particolarmente della sua assenza, e la prima vi ringrazia in modo particolare per la vostra lettera di ricordo. Andiamo avanti nel nostro solito modo. Agnes si prende cura di noi ed è molto premurosa e attenta. Non ha una grande velocità, ma è sistematica e tranquilla. Dopo oggi, le mattine cominceranno ad allungarsi un po', e le sue prove a diminuire. Fa molto freddo, il terreno è coperto di sei pollici di neve, e le montagne, a perdita d'occhio in ogni direzione, elevano le loro bianche creste come monumenti d'inverno. Questa è la notte per la cena per le riparazioni alla Chiesa Episcopale . Tua madre e le tue sorelle sono impegnate con i loro contributi. Avrà luogo in hotel e tuo fratello, i tuoi cugini e tuo padre dovranno partecipare. Lunedì sera (24) si terrà la cena per la chiesa presbiteriana nella loro aula magna. Devono avere musica e ogni attrazione. Spero che entrambi possano essere produttivi di bene. Ma voi sapete che gli Episcopaliani sono pochi di numero e leggeri di borsa, e bisogna rassegnarsi a piccoli ritorni... Devo lasciare alle vostre sorelle una descrizione di queste feste, e anche un resoconto del funzionamento del Circolo di Lettura. Per quanto posso giudicare, è una grande istituzione per la discussione su mele e castagne, ma è del tutto innocente dei piaceri della letteratura. Tuttavia, riunisce i giovani e promuove la socievolezza e la conversazione. I nostri compagni felini stanno fiorendo. Il giovane Baxter sta crescendo in grazia e favore, e dà prove feline di valore futuro. Possiede il colore alla moda del "chiaro di luna sull'acqua", apparentemente un colore squallido della cucina, ed è rigorosamente aristocratico nell'aspetto e nella condotta. Tom, soprannominato 'The Nipper', dal modo in cui massacra i nostri nemici, i ratti ei topi, è ammirato per la sua gravità e sobrietà, nonché per la sua rigorosa attenzione agli inseguimenti della sua razza. Entrambi sentono dolorosamente la tua assenza. Il viaggiatore e il Custis stanno entrambi bene, e perseguono la loro solita andatura dignitosa e le loro abitudini, e non sono portati via dai frivoli divertimenti di conferenze e concerti. Tutti inviano amore unito e tutti desiderano il tuo ritorno. Ricordami molto gentilmente ai cugini Eleanor e George, John, Mary, Ida e tutti a 'Myrtle Grove' e ad altri gentili amici quando li incontri. Grady ha portato ieri al signor Charles Kerr, a Baltimora, un piccolo pacco per te. Stai attento alla tua salute e non mangiare più della metà dei budini di prugne che la cugina Eleonora ha preparato per Natale. Sono felice di sapere che stai ingrassando e spero che raggiungerai 125 libbre. Pensa sempre a tuo padre, che ti ama teneramente.

"R. Lee.

"P.S., 22 giorni: Rob è arrivato ieri sera con 'Lucy Long.' Pensa che sia un peccato che tu sia via, non ti vede da due anni.

"R. Lee."


Guarda il video: Ricordi e lettere di nostri soldati Castelforte.wmv (Gennaio 2022).