Podcast di storia

Tomba di un guerriero partico dissotterrata accidentalmente durante la sepoltura del COVID-19

Tomba di un guerriero partico dissotterrata accidentalmente durante la sepoltura del COVID-19


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Un antico scheletro e manufatti funerari di un guerriero partico sono stati portati alla luce in Iran mentre gli escavatori seppellivano le vittime del COVID-19.

Lo scheletro e la collezione di antichi manufatti sono stati scoperti in un cimitero nel villaggio di Paji (o Pachi) nella provincia di Mazandaran, nel nord dell'Iran, durante la sepoltura di una vittima di COVID-19 quando una scavatrice industriale li ha portati in superficie.

La provincia di Mazandaran a sud del Mar Caspio è stata una delle province iraniane più colpite dalla pandemia di coronavirus ed è ancora classificata come "zona rossa" dalla Ministero della Salute e dell'Educazione Medica . Lo storico Mehdi Izadi, il vice capo del Ministero dei Beni Culturali, Organizzazione del Turismo e dell'Artigianato nella provincia di Mazandaran, che è lui stesso del villaggio di Paji, ha affermato che il protocollo iraniano per la sepoltura delle vittime del COVID-19 richiede di scavare a una profondità di 3 metri (9,8 piedi) ma in questo caso “gli antichi resti sono stati scoperti a una profondità di 2,5 metri (8,2 piedi).”

A sinistra: archeologi che scavano nel sito. A destra: parte della spada e dei resti scheletrici del guerriero partica rinvenuti nel sito. (Radiofarda)

Guerriero partico armato fino ai denti

Situati nelle montagne dell'Alborz vicino all'antica Hecatomopylos ("Cento porte"), gli odierni siti archeologici di Damghan e Tepe Hissar risalenti al 5 ns millennio aC, il minuscolo villaggio di Paji ha una popolazione di meno di cinquecento persone. Due anni fa, durante i lavori di ampliamento nello stesso antico luogo di sepoltura, è stato scoperto lo scheletro di una giovane ragazza sepolta in un vaso di terracotta con collane e braccialetti in bronzo, risalente a 5000 anni fa.

Lo storico Mehdi Izadi era presente al funerale della vittima di COVID-19 e ha raccontato Radio Farda che "parti di uno scheletro, una spada, una faretra e frecce, un pugnale, uno scudo e un vaso di terracotta" sono state dissotterrate, risalenti al periodo dei Parti (Arsacide), il che suggerisce che questo fosse lo scheletro di un guerriero partico.

Parte della spada, resti scheletrici e vaso di terracotta trovati nella tomba del guerriero partico. (Tempi di Teheran)

Un impero antico e di vasta portata

L'Impero dei Parti, noto anche come Impero Arsacide, fu una grande potenza politica e culturale nell'antico Iran tra il 247 a.C. e il 224 d.C., dal nome di 'Arsace I', lo stimato capo militare che fondò la tribù Parni a metà del III secolo a.C. dopo aver conquistato la regione della Partia. Situato sulla rotta commerciale della Via della Seta tra l'Impero Romano nel Mediterraneo e la dinastia Han della Cina, il successivo impero dei Parti si estendeva dall'attuale Turchia centro-orientale all'Iran orientale.

L'arte, l'architettura, le credenze religiose e le tradizioni culturali dei Parti contenevano elementi dell'antica cultura greca, persiana, ellenistica e regionale e, con l'espansione del potere arsacide, il loro governo centrale si spostò dalla città di Nisa a Ctesifonte, situata lungo il Tigri al a sud della moderna Baghdad, in Iraq.

Una cavalleria a cavallo temuta e rispettata

L'esercito dei Parti era composto principalmente da nobili ( azat) e i loro sudditi, ma anche mercenari pagati in tempo di guerra, e Shahbazi, voce di A. Shapur, ' Esercito i. Iran pre-islamico ', nel 1986 Enciclopedia Iranica, dice che i generali dei Parti erano famosi per aver terminato le spedizioni il più rapidamente possibile, in modo che i nobili potessero tornare alle loro proprietà e ai loro raccolti. Le forze partiche consistevano in due tipi principali di cavalleria; i catafratti, una forza a cavallo che indossava armature di maglia pesante e il secondo componente erano gli arcieri a cavallo, una cavalleria molto più leggera e mobile che usava archi compositi per sparare ai nemici mentre cavalcava e guardava nella direzione opposta. Conosciuto come "il colpo dei Parti, nel libro di Maria Brosius del 2006, I Persiani: un'introduzione , questo metodo di guerra è descritto come "un'antica tattica militare molto rispettata".

  • Religione achemenide: illuminare lo spirito dell'antica Persia
  • L'antica città di Susa in Iran è un tesoro mondiale
  • Sepolto sotto la sabbia, lo Ziggurat di Jiroft potrebbe essere il più grande e il più antico del suo genere al mondo

Colpi uccisi degli Easy Riders

Per quanto riguarda questa tattica, il Antica Enciclopedia ci dice che i guerrieri parti a cavallo "giravano intorno al loro cavallo durante lo scontro militare - per attaccare il fianco della cavalleria inseguitrice, per cambiare direzione per aiutare i compagni guerrieri, o per avere il vantaggio della manovrabilità durante il combattimento uno contro uno con la cavalleria nemica". Strabone menziona anche l'altra parte della superiorità militare del cavaliere partico era la loro "facilità nel viaggiare velocemente" (3.5.15) che aiutava gli arcieri a fornire colpi mortali costanti al galoppo al massimo, ma significava anche che i cavalieri non erano stanchi per aver cavalcato un'andatura instabile cavallo.

Lo scheletro scoperto nel villaggio di Paji non aveva un arco composto o un'armatura a piastre, ma aveva una spada, e se fosse un'arma funzionale e non un'aggiunta cerimoniale o rituale alla tomba dell'uomo, suggerisce che un tempo apparteneva a la fanteria dei Parti, che era relativamente piccola di numero, ma i loro ruoli non erano meno importanti in quanto erano principalmente impiegati come guardie di prima linea incaricate di proteggere i forti dei Parti.


Un tesoro di 3.500 anni dissotterrato dalla tomba del re guerriero greco

PYLOS, Grecia — Gli archeologi di Pylos, nel sud-ovest della Grecia, hanno scavato la tomba intatta di un ricco re guerriero dell'età del bronzo sepolto circa 3.500 anni fa, in una scoperta che il co-leader della squadra ha salutato come "uno dei più magnifiche dimostrazioni di ricchezza preistorica scoperte nella Grecia continentale negli ultimi 65 anni.”

Il Ministero della Cultura della Grecia ha annunciato la scoperta del tesoro, che conteneva più di 1.400 oggetti, tra cui una spada di bronzo lunga tre piedi con un'elsa d'avorio, quattro anelli d'oro massiccio — più di quelli trovati in ogni singola sepoltura altrove in Grecia — e pettini e intagli in avorio, raffiguranti grifoni e un leone.

Anche nella tomba a pozzo c'era una collana unica di fili d'oro a forma di scatola, calici d'oro e d'argento e più di 50 sigilli finemente intagliati — realizzati nello stile della cultura minoica della grande isola di Creta, a sud-est e #8212 raffiguranti dee, canne, altari, leoni e uomini che saltano sui tori.

Il ritrovamento ha stupito ed emozionato la comunità archeologica, sia per la rara ricchezza del tesoro, sia per le intuizioni che promette di rivelare sul mondo antico agli albori della civiltà europea.

"Di certo non ci aspettavamo di trovare qualcosa di simile", ha detto Sharon Stocker che, insieme al marito Jack Davis, ha guidato il team di archeologi dell'Università di Cincinnati alla scoperta del sito.

“Non stavamo cercando tombe in primo luogo e trovare una tomba non saccheggiata è estremamente raro. Questo è davvero fenomenale.”

Vicino al Palazzo di Nestore

La squadra stava scavando a circa 150 metri dal palazzo di Nestore nell'antica Pylos, un importante centro della Grecia micenea menzionato nell'Odissea di Omero, quando hanno scoperto la tomba a pozzo intatta, che precede il palazzo di diversi secoli.

La ricchezza di oggetti trovati all'interno del singolo luogo di sepoltura — in un'area in cui i siti di più sepolture erano la norma — era una "situazione praticamente unica nell'intero mondo egeo", ha detto Davis alla CNN.

Il ritrovamento prometteva di far luce su come la civiltà più sviluppata a Creta all'epoca — la prima civiltà avanzata dell'Europa— avrebbe informato ciò che si sarebbe sviluppato nella cultura del palazzo miceneo sulla terraferma.

Ad esempio, la grande quantità di sigilli trovati nel sito sembra essere stata prodotta a Creta, dove hanno svolto un ruolo importante e funzionale nella cultura burocratica dell'isola. La loro presenza sulla terraferma, secoli prima che sorgesse una cultura di palazzo, suggeriva che per il re guerriero avessero un significato diverso, e probabilmente venivano raccolti "per la loro natura preziosa, la loro natura esotica e il contenuto ideografico", ha affermato Davis. .

“Sono le informazioni contestuali — cosa è stato trovato dove e insieme a cosa — che ci fornisce gli strumenti di cui abbiamo bisogno per scoprire il significato che questi oggetti avrebbero avuto per la comunità che li ha sepolti con lui.& #8221

I predecessori del team dell'Università di Cincinnati hanno credenziali impressionanti nella zona. Carl Blegen, un noto archeologo dell'istituzione, individuò per la prima volta il palazzo di Pylos nel 1939.

Allora chi era l'uomo nella tomba?

"Finora non abbiamo idea dell'identità di quest'uomo", ha detto Stocker, "a parte che era una persona molto importante e molto ricca.

“Stiamo guardando un periodo in Grecia in cui le persone venivano solitamente sepolte con oggetti di ceramica, ma quest'uomo era così ricco che non c'erano ceramiche. Fu sepolto con bronzo, argento e oro.”

Le sue ossa mostravano che era stato di una statura robusta — che, insieme agli oggetti marziali trovati nella tomba, suggerivano che fosse un guerriero, ha detto — anche se avrebbe potuto essere anche un prete, come molti degli oggetti trovati con lui aveva un significato rituale.

La scoperta ha anche offerto indizi per comprendere il genere in quel momento. “Qui abbiamo un uomo sepolto con pettini, collane e uno specchio di bronzo. Se questa fosse una tomba a più sepolture contenente donne, supporremmo che questi oggetti appartenessero alle donne", ha detto.

Il segretario generale del Ministero della Cultura della Grecia, Maria Vlazaki, ha affermato che il ritrovamento ha mostrato "l'immensa ricchezza della storia e della civiltà greca e ci ricorda ogni tanto un altro straordinario ritrovamento, come questa tomba, vedrà la luce di giorno.”

Ha detto che era "estremamente raro che una tomba non saccheggiata di così grande importanza venisse dissotterrata".

“I reperti sono molto impressionanti, così come la scala di ricchezza che mostrano sulla persona sepolta lì. Trovare così tanto oro e argento è davvero insolito

Dylan Rogers, vicedirettore dell'American School of Classical Studies di Atene, ha affermato che la scoperta del sito era da tempo oggetto di discussione nella comunità archeologica.

"Ne abbiamo saputo tutto qui ad Atene e abbiamo dovuto tenerlo sotto controllo", ha detto.

“Questo è unico in quanto è uno dei più grandi assemblaggi di questo materiale dell'età del bronzo che sia stato trovato da molto tempo.”


Lunedì sera si è svolto un evento virtuale.

I sostenitori hanno affermato che stanno incoraggiando il consiglio comunale di Southampton ad attuare la legislazione che richiede l'esecuzione di indagini archeologiche approfondite nell'intera Shinnecock Hills prima di qualsiasi disturbo del terreno o scavo, con effetto immediato.

Per gentile concessione di Minerva Perez.

"Questa legislazione dovrebbe prevenire ulteriori profanazioni dopo la scoperta dei resti imponendo sanzioni per le persone che non denunciano i risultati. Tale legislazione aiuterà a preservare ulteriori terre a Southampton, affronterà il genocidio storico in corso della cultura indigena, impedirà che si verifichi la profanazione dei siti di sepoltura, e ridurre le complicazioni della scoperta dopo la sepoltura", ha affermato una lettera di coloro che chiedono la moratoria.

"Gli Shinnecock sono stati su queste terre per 10.000 anni e rimangono qui oggi come amici e vicini, imprenditori, dipendenti, veterani, insegnanti e dipendenti comunali. La loro storia deve essere onorata e rispettata. La nazione Shinnecock e la sua gente meritano di essere riconosciuti e i loro cimiteri e sepolture meritano di essere protetti. Non farlo significherebbe perpetuare la storia dell'isola di colonizzazione e disumanizzazione dei popoli indigeni di questa terra", continua la lettera.

A gennaio, una folla di oltre 100 persone si è mostrata solidale con i membri della nazione indiana Shinnecock impegnati nella manifestazione in corso per salvare i loro cimiteri ancestrali dallo sviluppo negli Hamptons.

Secondo Tela Troge, un membro della nazione indiana Shinnecock, i sostenitori sono arrivati ​​dalle tribù sorelle e anche da vari gruppi che gli Shinnecock hanno messo in rete con i Mashantucket Peqouts ha inviato un autobus dei loro membri tribali e leader tribali dal Connecticut, ha detto.

"Siamo stati in grado di impedire a un paio di grossi pezzi di attrezzatura dell'escavatore di entrare nel sito. Nessun lavoro di costruzione è avvenuto oggi", ha detto Troge all'epoca.

All'inizio dell'anno, un grande cartellone elettronico eretto dalla Shinnecock Indian Nation sulla Sunrise Highway che ha suscitato proteste da parte di alcuni funzionari eletti e residenti è stato illuminato come simbolo della lotta della tribù per proteggere i suoi antichi luoghi di sepoltura ancestrale dallo sviluppo.

Il cartello diceva: "Stop alla profanazione delle colline di Shinnecock", insieme a una foto di una protesta in corso in corso da mesi, con i membri della nazione indiana Shinnecock che si pronunciavano per fermare la profanazione del luogo sacro di sepoltura dei loro antenati da parte di uno sviluppo dato il via libera di Southampton Town.

"Siamo in grado di diffondere il nostro messaggio in grande stile ora sul nostro segno del monumento tribale!" ha dichiarato il vicepresidente di Shinnecock Nation Lance Gumbs su Facebook. "Non più silenzio!"

Per anni, i membri della Shinnecock Nation hanno gridato contro lo sviluppo nei loro cimiteri ancestrali nel 2018, in un sito su Hawthorne Road a Shinnecock Hills, i membri della tribù hanno detto che la tomba di un antenato è stata profanata quando un teschio, ossa e una bottiglia di vetro del XVIII secolo sono stati portati alla luce durante la costruzione di una casa a pochi minuti dalla prenotazione.

La protesta di gennaio, ha detto Gumbs, è stata organizzata per sensibilizzare su "un nuovo scavo nelle colline di cui avremmo dovuto essere informati. Dopo la profanazione di Hawthorne Road c'è stato un impegno verbale a notificare alla Nazione qualsiasi futuro disturbo nel nostro ha spaventato Shinnecock Hills mentre si stava lavorando per approvare una legge che proteggesse i nostri siti spaventati che sono stati elencati nella mappa dei siti sensibili di Shinnecock Hills con la città per anni", ha detto.

Dopo che i resti sono stati portati alla luce nel 2018, Southampton Town ha chiuso l'acquisto della proprietà in cui sono stati trovati i resti umani l'anno scorso, la Shinnecock Indian Nation ha raccolto ulteriori $ 50.000 per il restauro e la conservazione del luogo di sepoltura, hanno detto i funzionari.

E ora, ha detto Gumbs, un altro sacro cimitero ancestrale sta affrontando la profanazione. "Questa è una delle proprietà che è stata elencata ed è stata una priorità per noi fare in modo che il Fondo per la conservazione della comunità cercasse di acquistare e preservare", ha affermato. "Ovviamente, ancora una volta, proprio come in tutti i nostri 400 anni di storia, le parole dei leader della città sono prive di significato quando si tratta di mantenere le loro promesse alla nazione Shinnecock".

Il supervisore della città di Southampton Jay Schneiderman ha risposto: "Il popolo Shinnecock considera quest'area come il luogo di sepoltura ancestrale. La città ha dato priorità alla conservazione delle aree di Shinnecock Hills. Stiamo lavorando con il proprietario del terreno e i leader tribali per risolvere la questione".

Schneiderman ha detto che sta sponsorizzando il disegno di legge per la moratoria e per il Graves Protection Act. e si aspetta che il consiglio possa votare martedì su entrambe le risoluzioni.

Secondo Troge, le proteste hanno avuto luogo al Pan di Zucchero, situato sulla Montauk Highway a Shinnecock Hills, e continueranno fino alla cessazione della costruzione e della costruzione.

"Il Pan di Zucchero è un'area ambientale critica designata dallo Stato di New York e dalla città di Southampton", ha affermato. "È il sito dell'area di sepoltura più sacra di Shinnecock nelle Shinnecock Hills e il sito del forte dell'era Shinnecock Contact."

Il pacco in questione, situato sulla Montauk Highway, ha detto Troge, giace direttamente nell'area CEA. Secondo la licenza edilizia, i progetti prevedono una residenza unifamiliare su due piani con annesso garage di tre auto, portico, terrazza, camino e seminterrato al grezzo.

Un costruttore di Town & Country, il cui cartello è affisso presso la proprietà, non è stato immediatamente raggiungibile per un commento.

"Lo sviluppatore sta progettando di costruire una casa residenziale a due piani in questo luogo sacro e cimitero", ha detto. "Il fatto che la città di Southampton abbia autorizzato una suddivisione e rilasciato un permesso di costruzione senza consultare la Shinnecock Nation dimostra che non stanno rispettando i nostri interessi nel salvare ciò che resta delle nostre sacre Shinnecock Hills - e in particolare di Sugar Loaf Hill", ha detto Troje.

La Nazione sta lavorando a stretto contatto con il procuratore della città di Southampton e il direttore del Fondo per la conservazione della comunità per preservare il sito e salvare ciò che è rimasto, ha aggiunto.

Altri si sono espressi in segno di protesta contro lo sviluppo. "È nella natura dei nativi americani risolvere pacificamente questioni di conflitto, da incidenti come Wounded Knee alle proteste più recenti al Dakota Access Pipeline", ha detto Bryan Downey, che ha fotografato la tribù Shinnecock negli ultimi anni. "Lavoro con gli indigeni da oltre sei anni ormai e sostengo sempre che la loro voce da sola sia sufficiente per avere un impatto su questa nazione. Gli Shinnecock non cambieranno i loro modi, non più di quanto cambieremo i nostri. In un perfetto mondo, un consulente per lo sviluppo nativo dovrebbe essere coinvolto in ogni scavo nell'area di Southampton Township. Il consulente darà o meno il via libera per quel particolare progetto".

La lotta della tribù Shinnecock per proteggere i propri luoghi di sepoltura sacri è stata al centro di un recente documentario della PBS, "Conscience Point".


Rivelato un enorme aggiornamento di Windows 11 che fa sembrare il tuo PC un Apple Mac

Segui il sole

Servizi

©News Group Newspapers Limited in Inghilterra No. 679215 Sede legale: 1 London Bridge Street, Londra, SE1 9GF. "The Sun", "Sun", "Sun Online" sono marchi registrati o nomi commerciali di News Group Newspapers Limited. Questo servizio è fornito sui Termini e condizioni standard di News Group Newspapers Limited in conformità con la nostra Politica sulla privacy e sui cookie. Per richiedere informazioni su una licenza per riprodurre materiale, visitare il nostro sito Syndication. Visualizza la nostra cartella stampa online. Per altre richieste Contattaci. Per vedere tutti i contenuti di The Sun, utilizza la mappa del sito. Il sito web di Sun è regolamentato dalla Independent Press Standards Organization (IPSO)

I nostri giornalisti si sforzano di essere precisi, ma a volte commettiamo errori. Per ulteriori dettagli sulla nostra politica sui reclami e per presentare un reclamo, fare clic qui.


Controllo intensificato

Non appena i risultati genetici furono pubblicati, gli studiosi iniziarono a mettere in dubbio l'interpretazione che la donna fosse una guerriera. Uno dei problemi più grandi è che il corpo stesso non porta alcun segno dei traumi tipicamente associati alla battaglia.

Ad esempio, Judith Jesch, direttrice del Center for the Study of the Viking Age presso l'Università di Nottingham in Inghilterra, ha espresso scetticismo su alcune delle conclusioni del documento.

Ad esempio, sul suo blog, Jesch ha criticato l'uso di una versione precedente del suo lavoro sulle donne guerriere, che è stata scritta più per il consumo popolare, senza fare riferimento al suo lavoro più recente, più approfondito e accademico.

"Donne guerriere e/o valchirie e/o fanciulle dello scudo (spesso sono tutte confuse) non sono solo 'fenomeni mitologici' come affermano gli autori, ma riguardano un intero complesso di idee che pervadono letteratura, mitologia e ideologia, senza necessariamente fornire alcuna prova diretta per le donne guerriere nella "vita reale", ha scritto Jesch nel suo post sul blog.

Un altro problema è che molti di questi siti sono stati scavati nel 1800, quindi può essere difficile determinare quali "sacchi di ossa" appartengono a quali sepolture, ha aggiunto Jesch.

Naturalmente, gli uomini che sono sepolti con simili armamenti bellici raramente sono considerati qualcosa di diverso da guerrieri, ha detto Hedenstierna-Jonson in un'intervista con la rivista Science. Inoltre, poche delle tombe di Birka hanno scheletri che hanno subito traumi da forte intensità, suggerendo che alcuni dei guerrieri in questa città commerciale potrebbero essere stati guerrieri più nel titolo che nella pratica, hanno scritto i ricercatori.

In ogni caso, i ricercatori chiedono di utilizzare lo stesso standard di prova sia con le tombe maschili che con quelle femminili.

"Le armi determinano necessariamente un guerriero? L'interpretazione dei beni funerari non è semplice, ma va sottolineato che l'interpretazione dovrebbe essere fatta in modo simile indipendentemente dal sesso biologico dell'individuo sepolto," hanno scritto i ricercatori nel documento.


Un tesoro di 3.500 anni dissotterrato dalla tomba del re guerriero greco

PYLOS, Grecia — Gli archeologi di Pylos, nel sud-ovest della Grecia, hanno scavato la tomba intatta di un ricco re guerriero dell'età del bronzo sepolto circa 3.500 anni fa, in una scoperta che il co-leader della squadra ha salutato come "uno dei più magnifiche dimostrazioni di ricchezza preistorica scoperte nella Grecia continentale negli ultimi 65 anni.”

Il Ministero della Cultura della Grecia ha annunciato la scoperta del tesoro, che conteneva più di 1.400 oggetti, tra cui una spada di bronzo lunga tre piedi con un'elsa d'avorio, quattro anelli d'oro massiccio — più di quelli trovati in ogni singola sepoltura altrove in Grecia — e pettini e intagli in avorio, raffiguranti grifoni e un leone.

Anche nella tomba a pozzo c'era una collana unica di fili d'oro a forma di scatola, calici d'oro e d'argento e più di 50 sigilli finemente intagliati — realizzati nello stile della cultura minoica della grande isola di Creta, a sud-est e #8212 raffiguranti dee, canne, altari, leoni e uomini che saltano sui tori.

Il ritrovamento ha stupito ed emozionato la comunità archeologica, sia per la rara ricchezza del tesoro, sia per le intuizioni che promette di rivelare del mondo antico agli albori della civiltà europea.

"Di certo non ci aspettavamo di trovare qualcosa di simile", ha detto Sharon Stocker che, insieme al marito Jack Davis, ha guidato il team di archeologi dell'Università di Cincinnati alla scoperta del sito.

“Non stavamo cercando tombe in primo luogo e trovare una tomba non saccheggiata è estremamente raro. Questo è davvero fenomenale.”

Vicino al Palazzo di Nestore

La squadra stava scavando a circa 150 metri dal palazzo di Nestore nell'antica Pylos, un importante centro della Grecia micenea menzionato nell'Odissea di Omero, quando hanno scoperto la tomba a pozzo intatta, che precede il palazzo di diversi secoli.

La ricchezza di oggetti trovati all'interno del singolo luogo di sepoltura — in un'area in cui i siti di più sepolture erano la norma — era una “situazione praticamente unica nell'intero mondo egeo,” Davis ha detto alla CNN.

Il ritrovamento prometteva di far luce su come la civiltà più sviluppata a Creta all'epoca — la prima civiltà avanzata dell'Europa— avrebbe informato ciò che si sarebbe sviluppato nella cultura del palazzo miceneo sulla terraferma.

Ad esempio, la grande quantità di sigilli trovati nel sito sembra essere stata prodotta a Creta, dove hanno svolto un ruolo importante e funzionale nella cultura burocratica dell'isola. La loro presenza sulla terraferma, secoli prima che sorgesse una cultura di palazzo, suggeriva che per il re guerriero avessero un significato diverso, e probabilmente venivano raccolti "per la loro natura preziosa, la loro natura esotica e il contenuto ideografico", ha affermato Davis. .

“Sono le informazioni contestuali — cosa è stato trovato dove e insieme a cosa — che ci fornisce gli strumenti di cui abbiamo bisogno per scoprire il significato che questi oggetti avrebbero avuto per la comunità che li ha sepolti con lui.& #8221

I predecessori del team dell'Università di Cincinnati hanno credenziali impressionanti nella zona. Carl Blegen, un noto archeologo dell'istituzione, individuò per la prima volta il palazzo di Pylos nel 1939.

Allora chi era l'uomo nella tomba?

"Finora non abbiamo idea dell'identità di quest'uomo", ha detto Stocker, "a parte che era una persona molto importante e molto ricca.

“Stiamo guardando un periodo in Grecia in cui le persone venivano solitamente sepolte con oggetti di ceramica, ma quest'uomo era così ricco che non c'erano ceramiche. Fu sepolto con bronzo, argento e oro.”

Le sue ossa mostravano che era stato di statura robusta — che, insieme agli oggetti marziali trovati nella tomba, suggerivano che fosse un guerriero, ha detto — anche se avrebbe potuto essere anche un prete, come molti degli oggetti trovati con lui aveva un significato rituale.

La scoperta ha anche offerto indizi per comprendere il genere in quel momento. “Qui abbiamo un uomo sepolto con pettini, collane e uno specchio di bronzo. Se questa fosse una tomba con sepolture multiple contenente donne, assumeremmo questi oggetti per le donne,” ha detto.

Il segretario generale del Ministero della Cultura della Grecia, Maria Vlazaki, ha affermato che il ritrovamento ha mostrato "l'immensa ricchezza della storia e della civiltà greca e ci ricorda ogni tanto un altro straordinario ritrovamento, come questa tomba, vedrà la luce di giorno.”

Ha detto che era "estremamente raro che una tomba non saccheggiata di così grande importanza venisse dissotterrata".

“I reperti sono molto impressionanti, così come la scala di ricchezza che mostrano sulla persona sepolta lì. Trovare così tanto oro e argento è davvero insolito

Dylan Rogers, vicedirettore dell'American School of Classical Studies di Atene, ha affermato che la scoperta del sito era da tempo oggetto di discussione nella comunità archeologica.

"Ne abbiamo saputo tutto qui ad Atene e abbiamo dovuto tenerlo sotto controllo", ha detto.

“Questo è unico in quanto è uno dei più grandi assemblaggi di questo materiale dell'età del bronzo che sia stato trovato da molto tempo.”


FARMERGEDON

Furgone coperto di liquame dopo che l'autista ha parcheggiato davanti all'ingresso della fattoria e ha preso una pinta

I casi di Covid superano i 9k per la prima volta da febbraio con la diffusione del ceppo Delta

Momento in cui adolescente viene accoltellato davanti a mamma e bambino prima che l'auto 'rams' aggressore


Assicurati che i tuoi test del DNA siano collegati agli alberi su MyHeritage

Mentre mi stavo preparando per il seminario gratuito, "Trasformare gli AutoCluster in soluzioni su MyHeritage" lunedì 24 maggio alle 14:00 EDT (USA), ho realizzato qualcosa di MOLTO importante che vorrei condividere con voi – in anticipo.

A proposito, per guardare la presentazione in diretta, basta cliccare sulla pagina Facebook MyHeritage, qui pochi minuti prima delle 2. Se sei occupato, MyHeritage registrerà la sessione e potrai guardarla a tuo piacimento.

Carica test familiari

È sempre importante testare i membri della famiglia o caricare i file del DNA su MyHeritage se hanno già testato altrove. Puoi caricare facilmente test aggiuntivi di altri fornitori su MyHeritage, qui.

Hai bisogno di istruzioni per scaricare da altri fornitori o caricare su MyHeritage? Puoi trovare le istruzioni passo passo, qui.

Uno dei tuoi migliori indizi sarà chi altro i membri del tuo cluster corrispondono. I parenti conosciuti sono un indizio enorme!

Ho fatto tutto questo, ma ho <ahem> trascurato un passaggio davvero importante dopo il caricamento.

Collega il test del DNA alla persona giusta nell'albero appropriato

Non ho idea di come sono riuscito a NON farlo, ma non l'ho fatto e ho fatto questa scoperta mentre lavoravo sui miei cluster.

  • Mentre controllavo i test del DNA che gestisco su MyHeritage, mi sono reso conto che nessuno di loro aveva Teorie della Relatività Familiare. Hmmm, è strano, perché alcuni di loro sono miei parenti stretti e io ho Teorie della Relatività Familiare. Dovrebbero farlo anche loro, dato che stiamo usando lo stesso albero.
  • Quindi, ho verificato che tutti questi test fossero collegati al mio albero. Bene, vero?

Questi due fatti, insieme, non avevano senso, quindi ho indagato ulteriormente e mi sono reso conto che in qualche modo ero riuscito a creare una singola voce per ogni persona, scollegata da tutti gli altri nel mio albero. Quella persona sola è a cui era collegato il kit del DNA, ma non a nessun altro nel mio albero.

Come ho fatto quella scoperta?

Ancora più importante, come puoi controllare ciascuno dei test che riesci a essere sicuro che siano collegati in modo appropriato?

Anche se sei SICURO di averli collegati, controlla. Ho scoperto che li avevo collegati, in qualche modo. Ma non correttamente.

Diamo un'occhiata a ogni passaggio in modo che anche tu possa controllare.

I tuoi test sono collegati?

Nella parte superiore della pagina del tuo account, seleziona Albero familiare.

Se hai caricato più alberi genealogici, assicurati di selezionare l'albero genealogico CORRETTO a cui la persona dovrebbe essere collegata.

Se sei imparentato con quella persona per via di sangue, allora collegarla al posto giusto nel TUO albero genealogico è la cosa migliore. Se non sei imparentato con loro dal sangue, come un suocero o un coniuge o qualcun altro interamente, puoi collegarli al posto giusto nel tuo albero o caricare un albero separato per loro. Ad esempio, io e il mio coniuge non abbiamo figli insieme, quindi non ci sarà mai nessuno che condivida sia il nostro DNA che i nostri antenati. Ho caricato un albero separato per la sua famiglia in modo che la sua famiglia possa vedere i membri dell'albero che sono rilevanti solo per lui.

Dopo aver fatto clic su Albero familiare, sul lato sinistro, vedrai il nome dell'albero e la freccia in basso. Se fai clic sulla freccia in basso, l'albero attivo viene visualizzato in arancione e gli altri alberi che hai caricato sono grigi.

Assicurati che l'albero a cui deve essere collegata la persona sia l'albero attivo facendo clic sull'albero appropriato.

Trova la persona

All'estrema destra della pagina dell'albero, digita il nome della persona di cui stai gestendo il test, in base al nome elencato nel test.

Se la persona NON è collegata a una famiglia nel tuo albero, vedrai qualcosa di simile alla vista sopra che mostra il suo nome ma nessuna relazione appropriata. L'elemento sfocato sotto il nome di Charlene è l'anno in cui è nata in base a ciò che è stato inserito quando è stato caricato il kit.

Se la persona è connessa in modo appropriato, vedrai la relazione corretta con te.

Se la relazione del tuo parente ti viene mostrata in modo appropriato, quindi fai clic sul nome di quella persona per essere SICURO di aver collegato il kit del DNA a quella persona.

Quando fai clic su quella persona, vedrai il suo nome visualizzato nella sua posizione nell'albero, insieme al simbolo del DNA.

Se NON vedi un simbolo del DNA sul cartello dell'albero, questo potrebbe significare che sei nell'albero sbagliato. Significa sicuramente che non c'è alcun kit del DNA collegato al profilo di questa persona in questo albero.

Ad esempio, mio ​​marito è nel mio albero e nel suo albero, ma il suo DNA è collegato a lui nel suo albero, non a "lui" nel mio albero. Il suo nome nel suo albero ha un'icona del DNA e il suo nome nel mio albero no. Se lo collegassi accidentalmente al suo nome nel mio albero, non avrebbe strumenti genetici basati sull'albero perché i suoi antenati non sono nel mio albero.

Simbolo del DNA ma nessuna famiglia

Se vedi un simbolo del DNA sul loro cartello nell'albero, ma nessun genitore o membro della famiglia, probabilmente hai fatto quello che ho fatto. La povera Charlene era collegata alla sua stessa carta nel mio albero, ma non alla Charlene a cui apparteneva. Apparentemente avevo creato un segnaposto veloce per lei e poi ho dimenticato quello che avevo fatto.

Quando ho visto che Charlene non aveva famiglia, la lampadina si è accesa e ho capito subito cosa era successo. Ovviamente, ciò significa che devi costruire il tuo albero su quel cugino per collegarli in modo appropriato.

È facile collegare un kit di test del DNA a un profilo in un albero.

Sotto DNA, fai clic su "Gestisci kit DNA".

Vedrai che alla persona è stato assegnato un nome. This is what threw me off, because they were connected to a name, but I had NOT connected that profile properly to her parents (and family) in the tree. I’m guessing I was in a hurry and figured I’d connect them properly later.

Again, be sure you’re displaying the appropriate tree before you complete this next step.

Click on the three little dots and you’ll see “Re-assign kit to a different person.” Click on that link.

Begin typing the name of the person whose DNA test kit you wish to attach to a profile.

You’ll see the right person, assuming you’ve added that person in your tree. Click on that person and then Save.

If the correct person isn’t in your tree yet, just build the tree from Charlene’s stand-alone profile to the proper ancestor.

Reap the Harvest!

Now, you’ll begin to reap ALL the rewards of having your relatives test. Their kits will receive matches, hints, Theories of Family Relativity and AutoClusters that you won’t, because they will match different people that you don’t.

You’ll be able to utilize their clusters from your side of their tree just as effectively as your own. In some cases, their tests will be more valuable than your own because they have DNA from your common ancestors that you didn’t inherit. This is especially true for people who are a generation or two closer to your common ancestor.

Whose tests can you upload, with permission of course?

Be sure those kits are properly connected.

See you all tomorrow on MyHeritage Facebook LIVE to learn about Turning AutoClusters into Solutions.

I receive a small contribution when you click on some of the links to vendors in my articles. This does NOT increase the price you pay but helps me to keep the lights on and this informational blog free for everyone. Please click on the links in the articles or to the vendors below if you are purchasing products or DNA testing.

DNA Purchases and Free Transfers

    – Y, mitochondrial and autosomal DNA testing – Autosomal DNA test – Transfer your results from other vendors free – Autosomal DNA test – Autosomal DNA only, no Health

Genealogy Products and Services

    – Genealogy software for your computer – Genealogy and DNA classes, subscription-based, some free – Genealogy software for your computer – Charts and Reports to use with your genealogy software or FamilySearch – Genealogy software for your computer

Genealogy Research

Condividi questo:

Come questo:


FARMERGEDDON

Van covered in slurry after driver parked across farm entrance & went for pint

Covid cases pass 9k for the first time since February as Delta strain spreads

Moment teen is knifed in front of mum and toddler before car 'rams' attacker


10 extraordinary burial ceremonies from around the world

THE MODERN DICTIONARY defines the word ‘burial’ as placing a body in the ground.

But burying the deceased was not always the case.

Just as primitive man has long worshiped the four elements of Earth, Sky, Water, and Fire, so too have these elements taken their place in burial practices as diverse as the different tribes of the earth.

The way mankind deals with its dead says a great deal about those left to carry on. Burial practices are windows to a culture that speak volumes about how it lives.

As we are told in Genesis, man comes from dust, and returns to it. We have found many different ways to return. Here are 10 that I found particularly fascinating:

Air Sacrifice – Mongolia

Lamas direct the entire ceremony, with their number determined by the social standing of the deceased. They decide the direction the entourage will travel with the body, to the specific day and time the ceremony can happen.

Mongolians believe in the return of the soul. Therefore the lamas pray and offer food to keep evil spirits away and to protect the remaining family. They also place blue stones in the dead persons bed to prevent evil spirits from entering it.

No one but a lama is allowed to touch the corpse, and a white silk veil is placed over the face. The naked body is flanked by men on the right side of the yurt while women are placed on the left. Both have their respective right or left hand placed under their heads, and are situated in the fetal position.

The family burns incense and leaves food out to feed all visiting spirits. When time comes to remove the body, it must be passed through a window or a hole cut in the wall to prevent evil from slipping in while the door is open.

The body is taken away from the village and laid on the open ground. A stone outline is placed around it, and then the village dogs that have been penned up and not fed for days are released to consume the remains. What is left goes to the local predators.

The stone outline remains as a reminder of the person. If any step of the ceremony is left out, no matter how trivial, bad karma is believed to ensue.

Sky Burial – Tibet

This is similar to the Mongolian ceremony. The deceased is dismembered by a rogyapa, or body breaker, and left outside away from any occupied dwellings to be consumed by nature.

To the western mind, this may seem barbaric, as it did to the Chinese who outlawed the practice after taking control of the country in the 1950s. But in Buddhist Tibet, it makes perfect sense. The ceremony represents the perfect Buddhist act, known as Jhator. The worthless body provides sustenance to the birds of prey that are the primary consumers of its flesh.

To a Buddhist, the body is but an empty shell, worthless after the spirit has departed. Most of the country is surrounded by snowy peaks, and the ground is too solid for traditional earth internment. Likewise, being mostly above the tree line, there is not enough fuel for cremation.

Pit Burial – Pacific Northwest Haida

Before white contact, the indigenous people of the American northwest coast, particularly the Haida, simply cast their dead into a large open pit behind the village.

Their flesh was left to the animals. But if one was a chief, shaman, or warrior, things were quite different.

The body was crushed with clubs until it fit into a small wooden box about the size of a piece of modern luggage. It was then fitted atop a totem pole in front of the longhouse of the man’s tribe where the various icons of the totem acted as guardians for the spirits’ journey to the next world.

Written history left to us by the first missionaries to the area all speak of an unbelievable stench at most of these villages. Today, this practice is outlawed.

Viking Burial – Scandinavia

We have all seen images of a Viking funeral with the body laid out on the deck of a dragon ship, floating into the sunset while warriors fire flaming arrows to ignite the pyre.

While very dramatic, burning a ship is quite expensive, and not very practical.

What we do know is most Vikings, being a sea faring people, were interred in large graves dug in the shape of a ship and lined with rocks. The person’s belongings and food were placed beside them. Men took their weapons to the next world, while women were laid to rest wearing their finest jewelry and accessories.

If the deceased was a nobleman or great warrior, his woman was passed from man to man in his tribe, who all made love to her (some would say raped) before strangling her, and placing her next to the body of her man. Thankfully this practice is now, for the most part, extinct.

Fire Burial – Bali

On the mostly Hindu Isle of Bali, fire is the vehicle to the next life. The body or Mayat is bathed and laid out on a table where food offerings are laid beside it for the journey.

Lanterns line the path to the persons hut to let people know he or she has passed, and act as a reminder of their life so they are not forgotten.

It is then interred in a mass grave with others from the same village who have passed on until it is deemed there are a sufficient number of bodies to hold a cremation.

The bodies are unearthed, cleaned, and stacked on an elaborate float, gloriously decorated by the entire village and adorned with flowers. The float is paraded through the village to the central square where it is consumed by flames, and marks the beginning of a massive feast to honor and remember the dead.

Spirit Offerings – Southeast Asia

Throughout most of Southeast Asia, people have been buried in the fields where they lived and worked. It is common to see large stone monuments in the middle of a pasture of cows or water buffalo.

The Vietnamese leave thick wads of counterfeit money under rocks on these monuments so the deceased can buy whatever they need on their way to the next life

In Cambodia and Thailand, wooden “spirit houses” sit in front of almost every hut from the poorest to the most elaborate estate. These are places where food and drink are left periodically for the souls of departed relatives to refuel when necessary. The offerings of both countries also ask the spirits of the relatives to watch over the lands and the families left behind.

Predator Burial – Maasai Tribe

The Maasai of East Africa are hereditary nomads who believe in a deity known as Enkai, but this is not a single being or entity.

It is a term that encompasses the earth, sky, and all that dwells below. It is a difficult concept for western minds that are more used to traditional religious beliefs than those of so-called primitive cultures.

Actual burial is reserved for chiefs as a sign of respect, while the common people are simply left outdoors for predators to dispose of, since Maasai believe dead bodies are harmful to the earth. To them when you are dead, you are simply gone. There is no after life.

Skull Burial – Kiribati

On the tiny island of Kiribati the deceased is laid out in their house for no less than three days and as long as twelve, depending on their status in the community. Friends and relatives make a pudding from the root of a local plant as an offering.

Several months after internment the body is exhumed and the skull removed, oiled, polished, and offered tobacco and food. After the remainder of the body is re-interred, traditional islanders keep the skull on a shelf in their home and believe the native god Nakaa welcomes the dead person’s spirit in the northern end of the islands.

Cave Burial – Hawaii

In the Hawaiian Islands, a traditional burial takes place in a cave where the body is bent into a fetal position with hands and feet tied to keep it that way, then covered with a tapa cloth made from the bark of a mulberry bush.

Sometimes the internal organs are removed and the cavity filled with salt to preserve it. The bones are considered sacred and believed to have diving power.

Many caves in Hawaii still contain these skeletons, particularly along the coast of Maui.

Since most of our planet is covered with water, burial at sea has long been the accepted norm for mariners the world over.

By international law, the captain of any ship, regardless of size or nationality has the authority to conduct an official burial service at sea.

The traditional burial shroud is a burlap bag, being cheap and plentiful, and long in use to carry cargo. The deceased is sewn inside and is weighted with rocks or other heavy debris to keep it from floating.

If available, the flag of their nation covers the bag while a service is conducted on deck. The body is then slid from under the flag, and deposited in Davy Jones locker.

In olden days, the British navy mandated that the final stitch in the bag had to go through the deceased person’s lip, just to make sure they really were dead. (If they were still alive, having a needle passed through their skin would revive them).

It is quite possible that sea burial has been the main form of burial across the earth since before recorded history.

The Final Frontier

Today, if one has enough money, you can be launched into space aboard a private commercial satellite and a capsule containing your ashes will be in permanent orbit around the earth.

Perhaps this is the ultimate burial ceremony, or maybe the beginning of a whole new era in which man continues to find new and innovative ways to invoke spirits and provide a safe passage to whatever awaits us at the end of this life.

Any other death ceremonies you’ve encountered? Share your thoughts in the comments!


Guarda il video: funerali ai tempi del coronavirus (Potrebbe 2022).