Podcast di storia

Una delle prime cerimonie del Memorial Day è stata tenuta da afroamericani liberati

Una delle prime cerimonie del Memorial Day è stata tenuta da afroamericani liberati

Il Memorial Day è nato per necessità. Dopo la guerra civile americana, gli Stati Uniti maltrattati si trovarono di fronte al compito di seppellire e onorare i 600.000-800.000 soldati dell'Unione e confederati che erano morti nel conflitto militare più sanguinoso della storia americana. La prima commemorazione nazionale del Memorial Day si tenne nel cimitero nazionale di Arlington il 30 maggio 1868, dove sono sepolti sia i soldati dell'Unione che quelli confederati.

Diverse città in tutta l'America affermano di aver osservato le proprie versioni precedenti del Memorial Day o "Decoration Day" già nel 1866. (Il nome precedente deriva dal fatto che la decorazione delle tombe era e rimane un'attività centrale del Memorial Day). Ma non è stato fino a una notevole scoperta in un polveroso archivio dell'Università di Harvard alla fine degli anni '90 che gli storici hanno appreso di una commemorazione del Memorial Day organizzata da un gruppo di neri liberati dalla schiavitù meno di un mese dopo la resa della Confederazione nel 1865.

Nel 1996, David Blight, professore di storia americana all'Università di Yale, stava facendo ricerche su un libro sulla guerra civile quando ha avuto uno di quei momenti eureka irripetibili. Un curatore della Houghton Library di Harvard ha chiesto se voleva esaminare due scatole di materiale non ordinato di veterani dell'Unione.

"C'era un file etichettato 'First Decoration Day'", ricorda Blight, ancora stupito della sua fortuna. “E dentro su un pezzo di cartone c'era una narrazione scritta a mano da un vecchio veterano, oltre a una data che fa riferimento a un articolo in Il Tribuna di New York. Quella narrazione ha raccontato l'essenza della storia che ho finito per raccontare nel mio libro, di questa marcia in pista nel 1865".

L'ippodromo in questione era il Washington Race Course e il Jockey Club di Charleston, nella Carolina del Sud. Nelle ultime fasi della guerra civile, l'esercito confederato trasformò l'ex country club elegante in una prigione di fortuna per i prigionieri dell'Unione. Più di 260 soldati dell'Unione sono morti a causa di malattie ed esposizione mentre erano detenuti nel campo all'aperto della pista. I loro corpi sono stati frettolosamente sepolti in una fossa comune dietro le tribune.

LEGGI DI PI: 8 cose che potresti non sapere sul Memorial Day

Quando Charleston cadde e le truppe confederate evacuarono la città gravemente danneggiata, quelli liberati dalla schiavitù rimasero. Una delle prime cose che fecero quegli uomini e quelle donne emancipati fu dare una degna sepoltura ai prigionieri dell'Unione caduti. Hanno riesumato la fossa comune e hanno reinterrato i corpi in un nuovo cimitero con un alto recinto imbiancato con le parole: "Martiri dell'ippodromo".

E poi il 1° maggio 1865 accadde qualcosa di ancora più straordinario. Secondo due rapporti che Blight ha trovato in Il New York Tribune e Il corriere di Charleston, una folla di 10.000 persone, per lo più schiavi liberati con alcuni missionari bianchi, ha organizzato una parata intorno all'ippodromo. Tremila scolari neri portavano mazzi di fiori e cantavano "John Brown's Body". I membri del famoso 54th Massachusetts e di altri reggimenti dell'Unione nera erano presenti e si esibivano in marce doppie. I ministri neri recitavano versetti della Bibbia.

Se le notizie sono accurate, il raduno del 1865 all'ippodromo di Charleston sarebbe la prima commemorazione del Memorial Day mai registrata. Blight ha chiamato con entusiasmo l'Avery Institute of Afro-American History and Culture presso il College of Charleston, alla ricerca di ulteriori informazioni sullo storico evento.

“‘Non ne ho mai sentito parlare’, mi hanno detto”, dice Blight. "'Questo non è mai successo.'"

Ma era chiaro dai resoconti dei giornali che l'osservanza del Memorial Day era stata organizzata dagli schiavi liberati a Charleston almeno un anno prima di altre città degli Stati Uniti e tre anni prima della prima osservanza nazionale. Come era stato perso nella storia per oltre un secolo?

"Questa era una storia che era stata davvero soppressa sia nella memoria locale che certamente nella memoria nazionale", afferma Blight. "Ma nessuno che l'avesse assistito avrebbe mai potuto dimenticarlo."

LEGGI ANCHE: Il relitto dell'ultima nave negriera degli Stati Uniti è stato finalmente identificato in Alabama

Blight continuava a scavare per ulteriori informazioni, ma l'unica altra menzione che trovò dell'evento in pista era in una corrispondenza del 1916 inviata da una società storica della Guerra Civile femminile a New Orleans al suo capitolo gemello a Charleston, chiedendo di una grande parata di schiavi liberati su un ippodromo alla fine della guerra.

"Mi dispiace di non essere stato in grado di raccogliere alcuna informazione ufficiale in risposta a questo", ha scritto il presidente della società di Charleston.

"È un'affermazione così significativa", afferma Blight. "La donna che ha scritto quella lettera potrebbe non saperlo, ma il fatto che non abbia raccontato la storia".

Una volta che la guerra fu finita e Charleston fu ricostruita nel 1880, i residenti bianchi della città probabilmente avevano poco interesse a ricordare un evento tenuto da ex schiavi per celebrare la morte dell'Unione. "Questo non si adattava alla loro versione di cosa fosse la guerra", dice Blight.

Col tempo, il vecchio ippodromo e il country club furono demoliti e, grazie a un dono di un ricco mecenate del Nord, le tombe dei soldati dell'Unione furono spostate dall'umile cimitero recintato di bianco a Charleston al Cimitero nazionale di Beaufort. Quando Blight stava frugando negli archivi di Harvard nel 1996, la storia del primo Memorial Day era stata completamente dimenticata.

O forse non del tutto.

Dopo il suo libro Gara e Riunione è stato pubblicato nel 2001, Blight ha tenuto un discorso sul Memorial Day allo Smithsonian National Museum of American History, e dopo che è stato finito, una donna di colore più anziana gli si è avvicinata.

"Vuoi dire che la storia è vera?" chiese la donna a Blight. “Sono cresciuto a Charleston e mio nonno ci raccontava questa storia di una parata al vecchio ippodromo, e non sapevamo mai se credergli o no. Vuoi dire che è vero?"

Per Blight, è meno importante se la commemorazione del 1865 dei "Martiri dell'Ippodromo" sia ufficialmente riconosciuta come il primo Giorno della Memoria.

"È il fatto che questo sia accaduto a Charleston in un cimitero per i morti dell'Unione in una città dove era iniziata la guerra civile", dice Blight, "e che è stato organizzato e fatto da ex schiavi afroamericani è ciò che gli dà tanta intensità .”


La prima celebrazione del Memorial Day: gli schiavi liberati onorano i soldati dell'Unione (ripetizione)

giorno della Memoria è stato creato per ricordare e onorare i 600.000-800.000 soldati morti nel conflitto militare più sanguinoso della storia degli Stati Uniti — il Guerra civile.

Nel 1868, il comandante dell'esercito degli Stati Uniti, proclamò ufficialmente 30 maggio come Giorno della decorazioneallo scopo di cospargere di fiori o decorare in altro modo le tombe dei compagni morti in difesa del loro paese durante la tarda ribellione.” Il prima nazionale ufficiale la commemorazione ha avuto luogo il 30 maggio 1868 a Cimitero nazionale di Arlington dove furono sepolti 16.000 soldati dell'Unione. Il generale Ulysses S. Grant era presente e il generale James Garfield era l'oratore principale. (Giorno della decorazione alla fine è stato rinominato giorno della Memoria.)

La prima commemorazione del Giorno della Memoria

in ogni caso, il primo La commemorazione del Giorno della Memoria ha avuto luogo il 1 maggio 1868 in Charleston, Carolina del Sud, dove iniziò la guerra civile.

Alla fine della guerra le truppe confederate evacuarono Charleston. La città è stata lasciata in rovina. Rimasero praticamente solo gli schiavi liberati.

Una delle prime cose che fecero quegli uomini e quelle donne emancipati fu di dare ai soldati dell'Unione caduti un degna sepoltura. Inoltre causalità di battaglia, oltre 250 Unione prigionieri era morto a Charleston e fu sepolto in fosse comuni anonime.

Gli schiavi liberati riesumarono i corpi e li seppellirono nuovamente in un nuovo cimitero. Diverse settimane prima della commemorazione del Giorno della Memoria, gli ex schiavi hanno riorganizzato le tombe in file. Hanno costruito una recinzione imbiancata alta 10 piedi per proteggere l'area. Hanno eretto un arco e hanno inciso le parole "Martiri dell'ippodromo". (Il campo di regata era stato trasformato in una prigione confederata per i prigionieri di guerra dell'Unione.)

10.000 raduni

Il 1° maggio 1868, 10,000 persone, per lo più residenti di colore, si sono radunate per rendere omaggio ai soldati dell'Unione caduti.

Parata dei bambini dell'8217

La commemorazione di tutto il giorno è iniziata intorno alle 9:00 quando 3,000 gli scolari neri sfilavano intorno al vecchio ippodromo. Tenevano rose e cantavano”Il corpo di John Brown.” Erano seguiti da adulti che rappresentavano le società di aiuto agli schiavi liberati.

Sermoni, Discorsi, Canti

Successivamente, diversi pastori neri hanno consegnato sermoni. Hanno portato la folla dentro preghiere e cantando spirituali. Questo è stato seguito da un pranzo al sacco.

In seguito, il direttore bianco dell'istruzione dei freeman nella regione ha organizzato 30 discorsi di ufficiali dell'Unione, missionari e ministri neri. La folla ha cantato canzoni patriottiche e l'inno nazionale, "Lo striscione tempestato di stelle.”

Marce ed esercitazioni militari

Nel tardo pomeriggio, tre reggimenti dell'Unione bianchi e neri hanno eseguito marce ed esercitazioni a tempo doppio intorno al cimitero.

Uno di quei reggimenti era il famoso 54a fanteria del Massachusetts. Il 54th Massachusetts Infantry di Boston fu la prima grande unità militare americana composta da soldati neri.

54a fanteria del Massachusetts

È stato significativo che 54 anni partecipato a questa, la prima, commemorazione del Giorno della Memoria. Il 18 luglio 1863, il 54 anni guidò l'attacco dell'esercito dell'Unione a Fort Wagner nel porto di Charleston. La metà del loro reggimento è stata uccisa durante la battaglia, un tasso di perdite del 50%. Ma non hanno mai vacillato. Sebbene le forze dell'Unione non fossero in grado di prendere e tenere il forte, il 54 anni divennero famosi per il loro coraggio e valore.

Sergente Carney: destinatario della prima medaglia d'onore africana

Durante la battaglia di Fort Wagner, Sergente Carney, ha afferrato il bandiera degli Stati Uniti dal vacillante portabandiera in modo che non toccasse terra. Ha radunato le truppe portando la bandiera ai bastioni nemici e ritorno. Mentre lo faceva, cantava: "Ragazzi, la vecchia bandiera non ha mai toccato terra!” Per il suo coraggio ed esempio nel proteggere la bandiera e nel radunare le truppe, il sergente Carney ha ricevuto il Medaglia d'onore, il primo afroamericano a farlo.

Primo Giorno della Memoria – Un tributo commovente

“Questo tributo al Memorial Day ha dato vita a una tradizione americana. La guerra era finita e il Memorial Day era stato fondato dagli afroamericani in un rituale di ricordo e consacrazione”.

È il fatto che questo sia accaduto a Charleston in un cimitero per i morti dell'Unione in una città dove era iniziata la guerra civile, e che è stato organizzato e fatto da ex schiavi afroamericani è ciò che gli dà tanta intensità". — David Blight, autore di Race and Reunion: The Civil War in American Memory.


Una delle prime cerimonie del Memorial Day è stata tenuta da afroamericani liberati

Quando Charleston cadde e le truppe confederate evacuarono la città gravemente danneggiata, quelli liberati dalla schiavitù rimasero. Una delle prime cose che fecero quegli uomini e quelle donne emancipati fu dare una degna sepoltura ai prigionieri dell'Unione caduti. Hanno riesumato la fossa comune e hanno reinterrato i corpi in un nuovo cimitero con un alto recinto imbiancato con le parole: "Martiri dell'ippodromo".

E poi il 1° maggio 1865 accadde qualcosa di ancora più straordinario. Secondo due rapporti che Blight ha trovato su The New York Tribune e The Charleston Courier, una folla di 10.000 persone, per lo più schiavi liberati con alcuni missionari bianchi, ha organizzato una parata intorno all'ippodromo. Tremila scolari neri portavano mazzi di fiori e cantavano "John Brown's Body". I membri del famoso 54th Massachusetts e di altri reggimenti dell'Unione nera erano presenti e si esibivano in marce doppie. I ministri neri recitavano versetti della Bibbia.


Una delle prime cerimonie del Memorial Day è stata tenuta da afroamericani liberati - STORIA

La missione dell'Associazione Nazionale per l'Avanzamento delle Persone di Colore è assicurare l'uguaglianza politica, educativa, sociale ed economica dei diritti di tutte le persone ed eliminare la discriminazione basata sulla razza.

Dichiarazione di visione
La visione dell'Associazione Nazionale per l'Avanzamento delle Persone di Colore è quella di garantire una società in cui tutti gli individui hanno uguali diritti senza discriminazioni basate sulla razza.

obiettivi
La seguente dichiarazione di obiettivi si trova nella prima pagina della Costituzione NAACP – gli obiettivi principali dell'Associazione saranno:

  • Per garantire l'uguaglianza politica, educativa, sociale ed economica di tutti i cittadini
  • Per raggiungere l'uguaglianza dei diritti ed eliminare il pregiudizio razziale tra i cittadini degli Stati Uniti
  • Rimuovere tutte le barriere di discriminazione razziale attraverso processi democratici
  • Per cercare l'emanazione e l'applicazione di leggi federali, statali e locali che garantiscano i diritti civili
  • Informare il pubblico degli effetti negativi della discriminazione razziale e cercare la sua eliminazione
  • Educare le persone ai loro diritti costituzionali e intraprendere tutte le azioni legali per garantirne l'esercizio, e intraprendere qualsiasi altra azione legale a sostegno di questi obiettivi, coerentemente con l'Atto Costitutivo del NAACP e con questa Costituzione.


Il ramo Culpeper della NAACP tiene la sua riunione mensile regolare alle 19:00. il 3° giovedì di ogni mese presso la biblioteca pubblica al 271 Southgate Shopping Center, Culpeper 22701. Tutti sono i benvenuti, non è necessario essere membri per partecipare.


Il funzionario della legione si dimette per il discorso censurato del Memorial Day che cita le origini nere delle vacanze

Il capo di un posto della Legione americana in Ohio si è dimesso venerdì tra le critiche in seguito alla decisione degli organizzatori della cerimonia del Memorial Day di spegnere il microfono di un ufficiale dell'esercito americano in pensione mentre parlava di come gli schiavi neri liberati onorassero i soldati caduti subito dopo la guerra civile.

Anche i leader della Legione americana in Ohio hanno sospeso lo statuto del posto e stanno prendendo provvedimenti per chiuderlo.

Le mosse arrivano sulla scia dell'intenso contraccolpo alla decisione di censurare il tenente colonnello dell'esercito in pensione. Barnard Kemter, che ha affermato di aver incluso la storia nel suo discorso perché voleva condividere la storia di come è nato il Memorial Day.

In questo fotogramma tratto dal video fornito dalla Hudson Community Television, il tenente colonnello dell'esercito in pensione Barnard Kemter tocca il microfono dopo che gli organizzatori hanno spento l'audio durante il suo discorso alla cerimonia del Memorial Day, lunedì 31 maggio 2021, a Hudson, Ohio. (Hudson Community Television tramite AP)

Ma gli organizzatori della cerimonia a Hudson, Ohio, hanno affermato che la sezione del discorso non era pertinente al tema del programma di onorare i veterani della città.

Cindy Suchan, presidente del comitato per la parata del Memorial Day e presidente della Hudson American Legion Auxiliary, ha dichiarato questa settimana che lei o Jim Guarnigione, aiutante dell'American Legion Post 464, rifiutò l'audio, il Akron Beacon Journal segnalato.

Garrison si è dimesso dalla sua posizione di leadership il giorno dopo che l'organizzazione statale gli ha chiesto di dimettersi, ha detto Roger amico, comandante di reparto per la Legione americana dell'Ohio. Da allora a Garrison è stato chiesto di abbandonare del tutto la sua iscrizione, ha detto Friend.

"L'American Legion Department dell'Ohio non dà spazio a membri, veterani o famiglie di veterani che credono che censurare la storia nera sia un comportamento accettabile", ha detto Friend in una nota.

Ha detto che la censura è stata premeditata e pianificata da Garrison e Suchan.

"Sapevano esattamente quando abbassare il volume e quando alzarlo", ha detto Friend.

Nei giorni precedenti la cerimonia, Suchan ha detto di aver rivisto il discorso e ha chiesto a Kemter di rimuovere alcune parti. Kemter ha detto di non aver visto i cambiamenti suggeriti in tempo per riscrivere il discorso.

Kemter, che ha trascorso 30 anni nell'esercito e ha prestato servizio nella Guerra del Golfo Persico, ha detto Il diario del faro era deluso dal fatto che gli organizzatori avessero messo a tacere due minuti del suo discorso di 11 minuti.

Il suo microfono si è spento proprio quando ha iniziato a parlare di come ex schiavi e uomini neri liberati hanno riesumato i resti di più di 200 soldati dell'Unione da una fossa comune a Charleston, nella Carolina del Sud, e hanno dato loro una degna sepoltura.

Kemter all'inizio pensò che ci fosse un problema con l'audio, toccando il microfono.

La decisione di metterlo a tacere ha mancato di rispetto a Kemter e a tutti i veterani, hanno dichiarato giovedì il sindaco di Hudson e il consiglio comunale.

"I veterani hanno fatto tutto ciò che abbiamo chiesto loro durante il loro servizio in questo paese, e questo ha offuscato quella che avrebbe dovuto essere una celebrazione del loro servizio", afferma la dichiarazione.

Ti sei iscritto ail podcast di theGrio “Cara Cultura”? Scarica ora i nostri ultimi episodi!


Una delle prime cerimonie del Memorial Day è stata tenuta da afroamericani liberati - STORIA

Il popolo nero ha inventato il giorno della memoria

Il Memorial Day, formalmente noto come Decoration Day, è stato originariamente avviato da un gruppo di afroamericani. The History Channel e molti storici credibili hanno confermato che la festa popolare era, in effetti, inizialmente un evento tenuto dai neri appena liberati a Charleston, nella Carolina del Sud. È successo il 1 maggio 1865 subito dopo la fine della guerra civile.
Migliaia di schiavi e reggimenti appena liberati delle truppe di colore statunitensi si sono riuniti per marciare attorno a un campo di prigionia dell'esercito confederato in onore dei soldati dell'Unione caduti senza nome che hanno combattuto per la loro libertà.

Erano presenti anche migliaia di donne e bambini neri che, secondo quanto riferito, hanno cantato inni e portato fiori, ghirlande e croci.

E poi la vacanza è stata imbiancata

Lo storico e autore, David W. Blight, ha detto nel suo libro Race and Reunion: La guerra civile nella memoria americana che anni dopo gli afroamericani furono improvvisamente cancellati dalla storia dai democratici bianchi dopo aver ripreso il controllo della politica statale alla fine della Ricostruzione.

Sì, è giusto. Un giorno che originariamente celebrava la liberazione dei neri veniva ora utilizzato per la supremazia bianca, e apparentemente tutto è iniziato da un articolo del 1865 pubblicato nel Corriere quotidiano di Charleston che ha cercato di screditare i fatti.

Dopo aver scoperto quell'articolo di cronaca, molti storici hanno convenuto che, dopo essere stati liberati, una delle prime cose che questo gruppo di afroamericani ha fatto è stata riunirsi per rendere omaggio a coloro che sono morti mentre combattevano per la libertà. Purtroppo, di solito non si sente quella parte della storia.


Un ritorno al 30 maggio?

L'American Legion ha chiesto il ritorno a un'osservanza più seria del Memorial Day. "Crediamo che il Memorial Day sia un'osservanza nazionale sacrosanta per l'intero paese", ha dichiarato in precedenza al National Geographic John Raughter, direttore delle comunicazioni per l'American Legion.

Dovremmo custodire le loro tombe con sacra vigilanza. . Nessuna trascuratezza, nessuna devastazione del tempo, testimonino al presente o alle generazioni future che abbiamo dimenticato come popolo il costo di una repubblica libera e indivisa.

Nel 2010, l'organizzazione ha scritto una risoluzione che chiedeva la fine del lungo weekend e il ripristino del Memorial Day al 30 maggio, osservando: "La maggior parte degli americani considera il Memorial Day come un momento di relax e svago piuttosto che come un'occasione solenne e un momento per riflettere e rendere omaggio ai militari e alle donne americane che hanno sacrificato le loro vite in difesa della nostra Nazione".

Il defunto senatore delle Hawaii Daniel Inouye, un veterano della Seconda Guerra Mondiale e destinatario della Medaglia d'Onore del Congresso, ha introdotto più volte la legislazione per spostare il Memorial Day al 30 maggio, senza successo. Alcune comunità continuano a ospitare eventi del Memorial Day anche il 30 maggio.

"Non c'è niente di sbagliato in queste cose e nel godersi lo stile di vita che abbiamo", ha detto Raughter. "Ma ricorda che lo stile di vita che abbiamo in America, la possibilità di goderci un lungo weekend, è stato reso possibile dal quasi un milione di uomini e donne che sono morti al servizio di questo paese dalla Rivoluzione americana".


Il primo giorno della memoria e alcuni altri fatti che potresti esserti perso

Il primo Giorno della Memoria è stato celebrato da ex schiavi e truppe dell'Unione.

Il primo Memorial Day non è qualcosa di cui gli americani parlano molto. Se conoscessimo la nostra storia, sapremmo tutti che il Memorial Day è molto più di un'opportunità per accendere il barbecue o raggiungere il lago per la prima volta.
La festa è una straordinaria celebrazione dei valori, della storia e delle tradizioni americane.

Curiosità sul primo giorno della memoria

Ecco alcune cose sorprendenti che probabilmente non sapevi sul Memorial Day:

1. Commemora la fine della guerra civile. Gli schiavi liberati e le truppe dell'Unione tennero le prime celebrazioni del Memorial Day nel maggio 1865 – solo poche settimane dopo la fine dei combattimenti.

2. Il Memorial Day è stato celebrato per la prima volta il 1 maggio o il primo maggio. La prima osservanza registrata del Memorial Day avvenne il 1 maggio 1865, quando le truppe statunitensi e gli schiavi liberati celebrarono a Charleston, nella Carolina del Sud. Charleston era la città dove iniziò la Guerra Civile con il bombardamento di Fort Sumter nel 1861.

3. Il Memorial Day riguarda anche i prigionieri di guerra (POW). La prima celebrazione del Memorial Day a Charleston il 1 maggio 1865 si tenne per consacrare le tombe di 250 prigionieri dell'Unione che morirono in prigione. I prigionieri venivano chiamati i “Martiri dell'Ippodromo” perché il campo in cui erano tenuti i prigionieri era stato costruito sul sito di un ex ippodromo.

4. Il Memorial Day è una festa cristiana. L'originale Giorno della Memoria nel 1865 fu caratterizzato dal canto degli inni e dalle letture della Bibbia.

5. Il Giorno della Memoria è stato storicamente celebrato il 30 maggio, non l'ultimo lunedì di maggio.

6. Il Memorial Day divenne una festa ufficiale nel 1868. L'eroe di guerra dell'Unione, il generale John A. Logan, organizzò il primo Memorial Day e designò il 30 maggio 1868 come prima celebrazione ufficiale.

7. Logan ha scelto la data perché in quel giorno non sono state combattute battaglie della Guerra Civile. Sperava di promuovere la pace non facendo rivivere gli odi bellici.

8. Il generale Logan era il capo della prima organizzazione moderna di veterani, il Grande Esercito della Repubblica, che rappresentava i veterani dell'Unione. Logan Street a Denver e Logan Circle a Washington D.C. hanno preso il nome dal generale.

9. Il Memorial Day è stato celebrato per la prima volta dagli afroamericani. La maggior parte dei partecipanti alla prima celebrazione del Memorial Day a Charleston, nella Carolina del Sud, nel 1865 furono liberati schiavi. Volevano ringraziare i soldati dell'Unione che li avevano liberati e celebrare la loro libertà.

10. Il Memorial Day è una celebrazione della libertà. Il primo Giorno della Memoria è stato organizzato da ex schiavi che hanno voluto anche rendere grazie a Dio e ai soldati dell'Unione caduti per la loro libertà.

11. Il Memorial Day era originariamente chiamato "Declaration Day" dal generale Logan. Il termine Memorial Day è stato adottato dagli ex confederati del sud che non volevano celebrare una festa che ritenevano fosse confinata all'Unione.

12. Il Memorial Day non è diventato una festa federale fino al 1971. Un atto del Congresso in quell'anno ha creato il moderno Memorial Day designando l'ultimo lunedì di maggio come festa nazionale.

13. I meridionali non iniziarono a celebrare il Memorial Day fino al 1886, quando la Ladies Memorial Association di Columbus, in Georgia, tenne una funzione per commemorare i caduti di guerra confederati.

14. Alcuni stati tengono "Giornate della memoria" separate, nove Stati del sud riconoscono ancora il Confederate Memorial Day che cade nel giorno del compleanno del presidente confederato Jefferson Davis o nel giorno della morte del generale Thomas "Stonewall" Jackson.

15. Ironia della sorte, Stonewall Jackson è stato ucciso dalle sue stesse truppe confederate. Il 2 maggio 1863, la fanteria confederata scambiò Jackson e il suo staff per Union Calvary e aprì il fuoco su di loro dopo la battaglia di Chancellorsville. Jackson è stato colpito ed è morto otto giorni dopo per le ferite e altre complicazioni.

16. Anche se la prima celebrazione si tenne nel 1865 a Charleston, South Carolina. Waterloo, New York, è stata riconosciuta come il luogo di nascita ufficiale del Memorial Day dalla legislazione federale nel 1966. Waterloo è stata una delle prime città a chiudere le attività commerciali per onorare i caduti in guerra nel 1866.

17. Oltre 20 città negli Stati Uniti affermano di essere il "luogo di nascita del Memorial Day". Le comunità che affermano di aver tenuto i primi festeggiamenti del Memorial Day includono Boalsburg, Pennsylvania, Columbus, Georgia, Columbus, Mississippi e Carbondale Illinois.

18. Gli americani dovrebbero fare una pausa per un "Momento nazionale della memoria" alle 3 p.m. nel Giorno della Memoria. Il Congresso ha approvato una risoluzione che incoraggiava un tale momento nel 2000.

19. Il Lincoln Memorial fu dedicato al Memorial Day (30 maggio) 1922.

Se vuoi celebrare il vero Giorno della Memoria, si svolgerà mercoledì 30 maggio 2018. Non lunedì come la maggior parte delle persone crede.


Una delle prime cerimonie del Memorial Day è stata tenuta da afroamericani liberati - STORIA

Il Memorial Day, formalmente noto come Decoration Day, è stato originariamente avviato da un gruppo di afroamericani. Sì, The History Channel e molti altri storici credibili hanno confermato che la festa popolare era, in effetti, inizialmente un evento tenuto dai neri appena liberati a Charleston, nella Carolina del Sud.

È successo il 1 maggio 1865 subito dopo la fine della guerra civile, quando migliaia di schiavi e reggimenti appena liberati delle truppe di colore statunitensi si sono riuniti per marciare attorno a un campo di prigionia dell'esercito confederato in onore dei soldati dell'Unione caduti senza nome che hanno combattuto per la loro libertà.

Erano presenti anche migliaia di donne e bambini neri che, secondo quanto riferito, hanno cantato inni e portato fiori, ghirlande e croci.

E poi la vacanza è stata imbiancata

Lo storico e autore, David W. Blight, ha detto nel suo libro Race and Reunion: The Civil War in American Memory che anni dopo gli afroamericani furono improvvisamente cancellati dalla storia dai Democratici bianchi dopo aver ripreso il controllo della politica statale alla fine della Ricostruzione.

Sì, è giusto. Un giorno che originariamente celebrava la liberazione dei neri veniva ora utilizzato per la supremazia bianca, e apparentemente tutto è iniziato da un articolo del 1865 pubblicato sul Charleston Daily Courier che ha cercato di screditare i fatti.

Dopo aver scoperto quell'articolo, molti storici hanno convenuto che, dopo essere stati liberati, una delle prime cose che questo gruppo di afroamericani ha fatto è stato riunirsi per rendere omaggio a coloro che sono morti mentre combattevano per la libertà. Purtroppo, di solito non si sente quella parte della storia.


Il Memorial Day ha radici nella storia dei neri

Secondo lo storico della Yale University, David Blight, gli ex schiavi neri hanno onorato i soldati dell'Unione morti in una cerimonia che è vista come il precursore dell'osservazione del moderno Memorial Day. Quando si dice che la Black History è la storia americana, non sono mai state pronunciate parole più vere.

Sebbene le origini esatte del Memorial Day siano contestate, la prima osservazione registrata avvenne il 1 maggio 1865 a Charleston, SC, quando furono onorati 250-257 soldati dell'Unione morti che erano stati sepolti in una fossa comune in un campo di prigionia confederato. Guidati da liberti (ex schiavi africani), hanno dissotterrato i corpi e hanno lavorato per 2 settimane per dare loro una degna sepoltura come gratitudine per aver combattuto per la loro libertà.

I liberti ripulirono e abbellirono il cimitero, costruendo un recinto e un arco etichettati "Martiri dell'ippodromo". Quasi diecimila persone, per lo più liberti, si sono radunate per commemorare i caduti in guerra. Erano coinvolti circa 3.000 scolari neri appena iscritti alle scuole di Freedmen, alle società di mutuo soccorso, alle truppe dell'Unione, ai ministri neri e ai missionari bianchi del nord.

La maggior parte ha portato fiori da mettere sul campo di sepoltura La cerimonia è stata seguita dal New York Tribune e da altri giornali nazionali. Anni dopo, la celebrazione sarebbe stata chiamata il "Primo giorno della decorazione" nel nord.
Un successivo servizio commemorativo fu organizzato nel 1866 nel villaggio di Waterloo, New York, da Henry Carter Welles e dal generale John B. Murray per onorare coloro che combatterono e morirono nella guerra civile.

La Camera dei Rappresentanti e il Senato approvarono all'unanimità rispettivamente il 17 e il 19 maggio 1966 la Risoluzione 587 che recita in parte quanto segue: “Ha deciso che il Congresso degli Stati Uniti, in riconoscimento della tradizione patriottica avviata cento anni fa nel villaggio di Waterloo, NY, con la presente riconosce ufficialmente Waterloo, New York come luogo di nascita del Memorial Day…” Nonostante questi primi memoriali, alcuni sostengono che il moderno Memorial Day abbia avuto origine con un ordine emesso nel 1868 dal maggiore generale A. Logan, un Soldato dell'Unione, che ha dichiarato il 30 maggio "Giornata della decorazione". Il Giorno della Decorazione è stato ribattezzato Giorno della Memoria, che è stato istituito come festa federale nel 1971 dal Congresso.

Eppure David W. Blight descrisse ciò che accadde nel 1865 in questo modo: “Questo fu il primo Giorno della Memoria. Gli afroamericani hanno inventato il Memorial Day a Charleston, nella Carolina del Sud. Quello che hai lì sono i neri americani recentemente liberati dalla schiavitù che annunciano al mondo con i loro fiori, i loro piedi e le loro canzoni di cosa era stata la guerra. Quello che fondamentalmente stavano creando era il Giorno dell'Indipendenza di una Seconda Rivoluzione Americana”.
È interessante notare che la "Giornata della decorazione" era così strettamente legata alla causa dell'Unione che molti stati del sud si sono rifiutati di celebrarla. Hanno acconsentito solo dopo la prima guerra mondiale, quando la vacanza è stata estesa oltre l'onorare i soldati caduti della guerra civile per riconoscere gli americani che sono morti combattendo in
tutte le guerre.

Alcuni critici affermano che l'obiettivo originale - come ha affermato Frederick Douglass, lo scontro morale tra "schiavitù e libertà, barbarie e civiltà" - era andato perso. Secondo il National Moment of Remembrance Act del 2000, approvato per sottolineare il significato del Giorno della Memoria.

Tutti gli americani dovrebbero "osservare volontariamente e informalmente a modo loro un momento di ricordo e rispetto, facendo una pausa da qualunque cosa stiano facendo per un momento di silenzio o ascoltando 'Taps".
Per favore, unisciti alla donna ausiliaria del Jesse Clipper Post 430, al Copper Town Block Club e al Michigan Street African American Heritage Corridor lunedì 27 maggio nel Jesse Clipper Park (William e Michigan) in un servizio del Memorial Day in onore di Jesse Clipper e del
Soldati afroamericani di WNY che hanno combattuto e sono morti in combattimento.
Tutti sono invitati.
Quest'anno si terrà una cerimonia speciale per la famiglia del membro del consiglio del distretto universitario Rasheed N.C. Wyatt quando la sua famiglia riceverà una bandiera per sua madre e le medaglie che suo padre, Army Pvt. Norman Calieb Wyatt, mai ricevuto.

Il padre di Mr. Wyatt è stato ucciso in servizio pochi mesi prima della sua nascita. Il sergente maggiore Janet Smith è stata descritta e riconosciuta nel Buffalo News Monday nella funzione "Saluting Our War Heroes" per il suo lavoro di volontariato con i veterani e l'aiuto che ha dato alla famiglia Wyatt. sergente Smith, un veterano di 23 anni, ha coordinato le cerimonie del Jessee Clipper Memorial Day negli ultimi cinque anni.

(questo ricco articolo storico di Gail Wells è un repost dal numero di Challenger News 2019 Memorial Day)


Secondo il libro del 2001 di Blight Race and Reunion: The Civil War in American Memory, il 1° maggio ebbe luogo una commemorazione organizzata da schiavi liberati e da alcuni missionari bianchi. 1865, a Charleston, Carolina del Sud, in un ex ippodromo di piantagioni dove i Confederati tenevano i soldati dell'Unione catturati durante l'ultimo anno di guerra.

Sebbene Lincoln aveva annunciato il proclama di emancipazione due anni prima, la libertà non arrivò per la maggior parte degli afroamericani fino alla vittoria dell'Unione nell'aprile 1865 e, ufficialmente, nel dicembre 1865 con la ratifica del 13° emendamento alla Costituzione.


Guarda il video: 12 anni schiavo canzone (Gennaio 2022).