Podcast di storia

Il tumulo neolitico più lungo della Scozia distrutto dai birdwatcher

Il tumulo neolitico più lungo della Scozia distrutto dai birdwatcher

Una struttura funeraria in pietra di 5000 anni nel nord della Scozia è stata deliberatamente fatta a pezzi per far posto a una sgradevole pelle di uccello dal collo rosso, costruita con un pallet di legno e il tettuccio per un pick-up. E per aggiungere un elemento di classe, la pelle è stata dipinta mimetica!

Conosciuto come tumulo lungo di Carn Glas, è uno di un gruppo di tre tumuli funerari neolitici situati ad Achvraid, Essich, vicino a Inverness. Creato nel IV millennio a.C. per riti funerari e sepolture, questo sito è protetto dalla legge e la North of Scotland Archaeological Society (NOSAS) ha dichiarato ai giornalisti di The Press and Journal che "il tumulo è stato deliberatamente danneggiato". In un post sui social media hanno aggiunto: “Apparentemente il tappeto erboso è stato tagliato e le pietre sono state rimosse per creare una struttura improvvisata. Questo è un monumento programmato e la polizia, l'Historic Environment Scotland (HES) e l'Highland Council ne sono a conoscenza. Speriamo che si possa dare un esempio ai colpevoli».

Una foto della struttura in pelle eretta al tumulo di Carn Glas. (Immagine: NASAS)

La polizia scozzese ha detto ai giornalisti della BBC che per aver installato il nascondiglio a Carn Glas, considerato il tumulo funerario più lungo della Scozia, i criminali hanno "rimosso il tappeto erboso e le pietre" da uno dei tre tumuli funerari nel sito e di "tenere il nascondi sul posto” hanno fracassato in “spilli di metallo pesante”. Di recente, sembra che ogni settimana debba coprire un'altra storia scioccante su atti di vandalismo archeologico sempre più ripugnanti, e sto cominciando a vedere emergere schemi.

In nome della giusta causa

Trovo che in oriente, questo fenomeno di vandalismo archeologico si verifica più spesso nel "nome di qualcosa", per sostenere un'ideologia, ad esempio, Iside distrugge statue buddiste in nome della "religione" e quando dieci antiche tombe in Cina furono distrutto dai bulldozer per un negozio IKEA a Nanchino, in Cina, è stato fatto in nome del 'profitto'. Inoltre, secondo Simon Jenkins, scrivendo nel Custode, giugno 2007 i soldati americani nel 2003 hanno sistematicamente distrutto la grande città di Babilonia di Nabucodonosor e "un pavimento di mattoni di 2.500 anni che conduce alla Porta di Ishtar, usando il sottosuolo per riempire i sacchi di sabbia, per un campo di 150 ettari con eliporti e parcheggi".

  • Il Cairn T irlandese potrebbe davvero essere la tomba del profeta Geremia?
  • Nuove prove confermano i resoconti biblici della distruzione babilonese di Gerusalemme
  • La Porta di Ishtar e le divinità di Babilonia

Foto dei resti degli anni '30 del sito di scavo a Babilonia.

Non che io sia d'accordo o approvi nessuna di queste azioni - devo ammettere che posso "capire" perché un gruppo terroristico con un'ideologia religiosa distorta potrebbe distruggere le statue religiose per promuovere il loro programma ottuso. E in Cina, per quanto mi rattristi, posso concettualizzare perché una catena di uomini d'affari ispirati ai bonus potrebbe decidere di strappare antiche tombe quando hanno degli azionisti sbavanti da accontentare. Inoltre, non è difficile per me capire perché i soldati americani colpiti dalla guerra fuori dal palazzo di Saddam Hussain possano scavare in un antico edificio per ripararsi dal fuoco dei mortai nelle fasi finali del rovesciamento di un regime malvagio.

Sebbene questi atti siano a dir poco scioccanti, posso "capire" perché gli umani sottoposti a lavaggio del cervello, avidi e in via di estinzione potrebbero fare queste cose. Tuttavia, ciò che mi fa rabbrividire nel profondo, perché non riesco a capirlo, è il recente aumento di vandalismo vuoto, meschino e insensato, che si verifica molto in Occidente.

  • Scultura nella roccia di 5000 anni raffigurante uno sciatore in Norvegia distrutto dai giovani
  • La sacra città fantasma di Ani, città di 1001 chiese: abbandonata dall'uomo, distrutta dalla natura
  • Cairn de Barnenez: una delle strutture più antiche del mondo

Le rocce di Brimham ( Dominio pubblico )

Semplicemente non gliene frega niente

Solo il mese scorso ho raccontato la storia di una banda di giovani in Inghilterra che rotolava un enorme masso da una falesia che distrusse le Brimham Rocks, una formazione dell'era glaciale nelle Yorkshire Dales. All'inizio di quest'anno, ho quasi pianto sulla tastiera scrivendo dell'FBI che accusava un americano di 24 anni, Michael Rohana, per aver spezzato il pollice a un guerriero di terracotta cinese di 2000 anni "per impressionare i suoi amici. " E ora, sono costretto a riferire su un altro atto di distruzione archeologica, che ci crediate o no, è stato commesso in nome del "birdwatching". Ma lo era?

Il vandalismo è definito come "un'azione che comporta la distruzione deliberata o il danneggiamento di proprietà pubbliche o private" dopo che un antico popolo germanico, i Vandali, che distrusse violentemente e insensatamente Roma sotto il re Genserico nel 455 d.C. Sospetto che nel caso del "Inverness bird hide" criminale, tuttavia, potrebbe non essere stato un atto di vandalismo così deliberato o consapevole come alcuni giornalisti fanno sembrare. Penso che questo sia un caso classico, non di vandalismo volontario, ma insensato.

Lo schema dal cervello d'uccello

Diamo un'occhiata per un momento alle prove offerte dalla "pelle d'uccello". Qualcuno nella comunità di birdwatching di Inverness ha "escogitato" quella che deve aver pensato fosse un'idea davvero brillante. Dopo aver ottenuto l'apposito copriautocarro, hanno intrapreso un considerevole progetto di pittura per dare forma alla loro mostruosità mimetica.

Quindi, questo mucchio di spazzatura super insapore è stato portato sul posto e fatto un'escursione fino al tumulo. Proprio come fecero gli antichi costruttori di tumuli 5000 anni fa, dopo aver scelto il luogo per la loro nuova struttura l'area è stata ripulita dalle pietre e spianata. Mentre le fondamenta del tumulo neolitico sono rimaste in situ per 5000 anni, il tentativo di birdwatching del 2018 è stato annullato in meno di un paio di settimane. E qui sta il da togliere in tutto questo.

Non che io sia d'accordo con tutto quello che dice, ma nel 2013 papa Francesco ha detto una cosa che mi risuona ancora, profondamente: «Oggi nel mondo», disse, i potenti «si nutrono di chi è impotente» e troppe persone sono trattate come « beni di consumo da utilizzare e poi scartare”. E secondo un articolo di Eco-business "Oggi, il consumo di massa e lo shopping sono uno stile di vita in Occidente, e dal fast fashion al prossimo iPhone, i consumatori a volte non aspettano nemmeno che qualcosa si rompa o si consumi prima di sostituirli. .” Una società "usa e getta" è una società umana fortemente investita nel consumo eccessivo e nella produzione eccessiva di cose di breve durata o usa e getta, piuttosto che produrre beni durevoli e ripararli.

L'installatore di pelli per uccelli ha visto un "grande valore" nel riciclaggio di un cassone ribaltabile di 10 anni, ma non ha visto un barlume di valore nel tumulo di 5000 anni che ha fatto a pezzi senza pensare per installarlo. Potrebbe esserci una proiezione più nitida di una "società usa e getta" che in questa storia?


Il Regno Unito Escursioni e Trekking Tour

La West Highland Way è il percorso a piedi a lunga distanza più famoso e forse più amato in Scozia. È lungo 96 miglia/154 km e inizia a Milngavie (alla periferia di Glasgow) e termina a Fort William. È un percorso incredibilmente vario che esplora alcuni dei migliori paesaggi che la Scozia ha da offrire. Dalle montagne e dai laghi, alle brughiere e ai terreni agricoli, il trekking della West Highland Way ha davvero tutto.

Tutti i pernottamenti. Le opzioni vanno da B&Bs amichevoli e selezionati con cura, a hotel 4* più lussuosi, al campeggio per coloro che desiderano avvicinarsi alla natura. Contatta Thistle Trekking per discutere le tue preferenze di alloggio.

Tutti i trekking accompagnati da una guida di Mountain Leader qualificata.

Pick up e drop off ai punti di arrivo e trasporto al punto di partenza.

Il trasferimento porta a porta dei bagagli tra ogni fermata è incluso (porta solo il tuo zaino giornaliero).

Colazioni calde complete incluse in hotel e sistemazione in B&B.

Tende e attrezzatura da campeggio in dotazione (esclusi sacchi a pelo e oggetti personali).

Un veicolo di supporto è disponibile su tutti i trekking per consentirti di saltare le sezioni se necessario, oltre al supporto di backup di emergenza 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Lunghe passeggiate per la mente

Tour storico a piedi dello Shropshire

Destinazioni Shropshire
Attività Famiglia, Avventura, Escursionismo e trekking, Navigazione, Attivo, Camminare
Tipo di tour Tour per piccoli gruppi, Tour guidato privato
Leggi di più Visita il sito
Tour consigliato

Lunghe passeggiate per la mente

Tour storico a piedi dello Shropshire

Destinazioni Shropshire
Attività Famiglia, Avventura, Escursionismo e trekking, Navigazione, Attivo, Camminare
Tipo di tour Tour per piccoli gruppi, Tour guidato privato
Livello fisico Mite

Partendo dal villaggio, saliremo attraverso la "piccola Svizzera" dello Shropshire passando per i bacini idrici vittoriani e osservando antichi fossili mentre ci dirigiamo verso la cima del Mynd, imparando a conoscere la storia e le caratteristiche.

Il percorso inizia nella famosa Carding Mill Valley da un parcheggio del National Trust, salendo i ripidi sentieri oltre cascate, laghi, tumuli dell'età del bronzo e forti dell'età del ferro, raggiungendo la vetta del Pole Bank con vista sul Galles, Shropshire, Hereford e Worcestershire dove Woolly I mammut una volta vagavano e ora gli alianti volano. Seguiamo antiche tracce, come il sentiero del Portway, percorrendo la cresta per diversi chilometri e facendo la nostra discesa nei lotti, finendo di nuovo al bar per la torta.

Capi di montagna qualificati e istruttori esperti.

Tramonto sulle valli

Guarda il tramonto sulle Yorkshire Dales

Destinazioni Yorkshire
Attività Avventura, Escursionismo e trekking, Navigazione, Attivo, Passeggiate, Natura e fauna selvatica, Parchi nazionali, Cucina, Cibo
Tipo di tour Visita guidata privata
Leggi di più Visita il sito
Tour consigliato

Tramonto sulle Dales

Guarda il tramonto sulle Yorkshire Dales

Destinazioni Yorkshire
Attività Avventura, Escursionismo e trekking, Navigazione, Attivo, Passeggiate, Natura e fauna selvatica, Parchi nazionali, Cucina, Cibo
Tipo di tour Visita guidata privata
Livello fisico Moderare

Dal villaggio di West Burton, dirigiti oltre la famosa cascata prima di guadagnare altezza attraverso il bosco, dove puoi vedere una ricchezza di fiori selvatici e tenere gli occhi aperti per gli strani cervi in ​​prima serata. Emergi sulla collina, dove iniziano ad aprirsi splendide viste sulle Dales e la tua guida ti aiuterà a individuare fossili incastonati nelle rocce oltre 300 milioni di anni fa.

Dopo un ultimo tratto in salita, goditi una bella passeggiata lungo i viottoli verdi murati per raggiungere il tuo posto perfetto per il tramonto, dove la tua guida fornirà bevande e stuzzichini mentre ti godi il tramonto su una vista mozzafiato che si estende lungo Wensleydale, Bishopdale e la Walden Valley.

Una volta che il sole è tramontato, la tua guida ti assicurerà di tornare sano e salvo a West Burton al calare della notte.

Una guida a piedi locale qualificata che condurrà la passeggiata e fornirà informazioni sull'area e sul paesaggio che coprirai.

Un pranzo al sacco a base di prodotti locali e un drink in un'osteria di campagna alla fine della tua passeggiata.

Pianificazione pre-viaggio per coprire cosa portare, qualsiasi domanda sulla passeggiata, eventuali esigenze dietetiche, ecc

Speciale Kinder Scout Alba

Kinder Scout speciale passeggiate e colazione

Destinazioni Distretto di punta
Attività Avventura, Escursionismo e trekking, Attivo, Passeggiate, Natura e fauna selvatica, Parchi nazionali, Cucina, Cibo, Viaggi da soli
Tipo di tour Tour per piccoli gruppi, Tour guidato privato
Leggi di più Visita il sito
Tour consigliato

Speciale Kinder Scout Alba

Kinder Scout speciale passeggiate e colazione

Destinazioni Distretto di punta
Attività Avventura, Escursionismo e trekking, Attivo, Passeggiate, Natura e fauna selvatica, Parchi nazionali, Cucina, Cibo, Viaggi da soli
Tipo di tour Tour per piccoli gruppi, Tour guidato privato
Livello fisico Mite

Un tour del lato orientale della montagna più alta del Peak District.
Insieme ci godiamo la pace dell'alba e le viste panoramiche, con solo il canto degli uccelli per compagnia. A un ritmo costante risaliamo l'altopiano, viaggiando oltre le forme atmosferiche e misteriose dei tori di pietra arenaria. Al sorgere del sole, ci sistemiamo in un luogo confortevole per la colazione caffè, tè, succo d'arancia, croissant, pasticcini e frutta. Abbiamo quindi un po' più di tempo per esplorare all'aria fresca del mattino prima di tornare a Edale.

Molte delle nostre passeggiate includono rinfreschi all'aperto lungo il percorso, mantenendo leggeri i sacchi e massimizzando il divertimento della giornata.

I nostri leader hanno esperienza nell'ambiente montano e nelle brughiere del Peak District.

I mini-break includono un soggiorno in un ottimo Inn B&B con camere con bagno privato.

Passeggiate guidate per cani

Esplora il Peak District con il tuo amico peloso

Destinazioni Distretto di punta
Attività Avventura, Escursionismo e trekking, Navigazione, Attivo, Passeggiate, Natura e fauna selvatica, Parchi nazionali, Viaggi da soli
Tipo di tour Tour per piccoli gruppi, Tour guidato privato
Leggi di più Visita il sito
Tour consigliato

Passeggiate guidate per cani

Esplora il Peak District con il tuo amico peloso

Destinazioni Distretto di punta
Attività Avventura, Escursionismo e trekking, Navigazione, Attivo, Passeggiate, Natura e fauna selvatica, Parchi nazionali, Viaggi da soli
Tipo di tour Tour per piccoli gruppi, Tour guidato privato
Livello fisico Mite

Basato sulla storica Hayfield, un pittoresco villaggio con ottimi pub, caffè e opzioni di alloggio. Ogni passeggiata dog friendly mostra incredibili viste panoramiche da sentieri ricchi di funzionalità. John e Stu sono entrambi proprietari di cani esperti. Guidano regolarmente i gruppi insieme, condividendo il piacere del Peak District, del paesaggio e dell'ambiente, con grande entusiasmo.

Molte delle nostre passeggiate includono rinfreschi all'aperto lungo il percorso, mantenendo leggeri i sacchi e massimizzando il divertimento della giornata.

I nostri leader hanno esperienza nell'ambiente montano e nelle brughiere del Peak District.

I mini-break includono un soggiorno in un ottimo Inn B&B con camere con bagno privato.


Il fuoco scozzese del Crannog ha distrutto molto, ma la speranza rimane

La famosa casa circolare ricreata dell'età del ferro si ergeva su palafitte a breve distanza dalla riva del lago a Kenmore nel Perthshire negli ultimi 25 anni. Mike Benson, il direttore del Crannog Centre, ha detto che le riprese della CCTV hanno mostrato che l'incendio ha preso piede e ha distrutto la casa in pochi minuti. Ha detto che è stato "un colpo devastante". Tuttavia, ha detto al BBC che la cosa principale è che nessuno si è fatto male, "il crannog è andato ma non è la fine della storia", ha aggiunto il signor Benson.

Il signor John Ward ha assistito all'incendio e ha detto al... Agenzia di stampa PA che era devastante vedere il fuoco bruciare la palafitta fino alla linea di galleggiamento. Il signor Ward ha detto alla BBC di averlo visto bruciare e ha detto che era "fortunato che il vento fosse da ovest o avrebbe fatto molti più danni". Il signor Benson ha affermato di essere stato inondato di supporto dall'incidente e si è detto "grato che la collezione del museo sia intatta".

Un subacqueo tiene un neolitico ca. 3.500 aC Nave Ustan trovata vicino a un crannog sottomarino a Loch Arnish, in Scozia. (C Murray / antichità)


Contenuti

Scozia viene da Scoti, il nome latino per i Gaeli. Philip Freeman ha ipotizzato la probabilità che un gruppo di predoni adotti un nome da una radice indoeuropea, *skoto, citando il parallelo in greco skotos (σκότος), che significa "oscurità, oscurità". [36] La parola tardo latina Scozia ("terra dei gaelici") era inizialmente usato per riferirsi all'Irlanda, [37] e allo stesso modo nell'antico inglese antico Scozia è stato utilizzato per l'Irlanda. [38] Al più tardi nell'XI secolo, Scozia veniva usato per riferirsi alla Scozia (di lingua gaelica) a nord del fiume Forth, accanto a Albania o Albany, entrambi derivati ​​dal gaelico Alba. [39] L'uso delle parole scozzesi e Scozia per comprendere tutto ciò che oggi è la Scozia divenne comune nel tardo Medioevo. [26]

Le ripetute glaciazioni, che coprirono l'intera massa terrestre della moderna Scozia, distrussero ogni traccia di abitazione umana che potrebbe essere esistita prima del periodo mesolitico. Si ritiene che i primi gruppi di cacciatori-raccoglitori post-glaciali siano arrivati ​​in Scozia circa 12.800 anni fa, quando la calotta glaciale si è ritirata dopo l'ultima glaciazione. [40] A quel tempo, la Scozia era ricoperta di foreste, aveva più paludi e la principale forma di trasporto era l'acqua. [41] : 9 Questi coloni iniziarono a costruire le prime case permanenti conosciute sul suolo scozzese circa 9.500 anni fa, ei primi villaggi circa 6.000 anni fa. Il villaggio ben conservato di Skara Brae sulla terraferma delle Orcadi risale a questo periodo. Abitazioni neolitiche, sepolture e siti rituali sono particolarmente comuni e ben conservati nelle Isole Settentrionali e nelle Isole Occidentali, dove la mancanza di alberi ha portato alla costruzione della maggior parte delle strutture in pietra locale. [42] La prova di sofisticati sistemi di credenze precristiane è dimostrata da siti come le Callanish Stones su Lewis e le Maes Howe su Orkney, che furono costruite nel terzo millennio aC. [43] : 38

Storia antica

Il primo riferimento scritto alla Scozia fu nel 320 aC dal marinaio greco Pytheas, che chiamò la punta settentrionale della Gran Bretagna "Orcas", la fonte del nome delle isole Orcadi. [41] : 10 Durante il primo millennio aC, la società cambiò radicalmente in un modello di chiefdom, poiché il consolidamento degli insediamenti portò alla concentrazione della ricchezza e ai depositi sotterranei di eccedenze alimentari. [41] : 11

La conquista romana della Gran Bretagna non fu mai completata e la maggior parte della moderna Scozia non fu portata sotto il controllo politico romano. [44] La prima incursione romana in Scozia avvenne nel 79 d.C., quando Agricola invase la Scozia e sconfisse un esercito caledoniano nella battaglia di Mons Graupius nell'83 d.C. [41] : 12 Dopo la vittoria romana, i forti romani furono brevemente posizionati lungo il Gask Ridge vicino alla linea delle Highlands, ma tre anni dopo la battaglia, gli eserciti romani si erano ritirati negli altopiani meridionali. [45] Resti di fortezze romane fondate nel I secolo sono state trovate a nord fino al Moray Firth. [44] Sotto il regno dell'imperatore romano Traiano (r. 98-117), il controllo romano era decaduto dalla Gran Bretagna a sud di una linea tra il fiume Tyne e il Solway Firth. [46] Lungo questa linea il successore di Traiano Adriano (r. 117-138) eresse il Vallo di Adriano nell'Inghilterra settentrionale [41]: 12 e il Limes Britannicus divenne il confine settentrionale dell'Impero Romano. [47] [48] L'influenza romana nella parte meridionale del paese fu considerevole e introdussero il cristianesimo in Scozia. [41] : 13–14 [43] : 38

Il Vallo Antonino fu costruito dal 142 per ordine del successore di Adriano Antonino Pio (r. 138–161), difendendo la parte romana della Scozia dalla parte non amministrata dell'isola, a nord di una linea tra il Firth of Clyde e il Firth of Via.La vittoriosa invasione romana della Caledonia 208-210 fu intrapresa dagli imperatori della dinastia imperiale severiana in risposta alla rottura del trattato da parte dei Caledoni nel 197, [44] ma la conquista permanente dell'intera Gran Bretagna fu prevenuta dalla morte del l'imperatore anziano Settimio Severo (r. 193-211) durante la campagna a Eboracum (York), e i Caledoni si ribellarono di nuovo nel 210-211. [44] I forti eretti dall'esercito romano della campagna severiana furono collocati vicino a quelli stabiliti da Agricola e furono raggruppati alle foci delle valli nelle Highlands. [44]

Per gli storici romani Tacito e Cassio Dione, le Highlands scozzesi e l'area a nord del fiume Forth erano chiamate Caledonia. [44] Secondo Cassio Dione, gli abitanti della Caledonia erano i Caledoni ei Meati. [44] Altri autori antichi usavano l'aggettivo "caledoniano" per riferirsi a qualsiasi parte della Gran Bretagna settentrionale o interna, citando spesso le persone e gli animali della regione, il suo clima freddo, le sue perle e una regione degna di nota di colline di legno (latino: saltus) che il filosofo romano del II secolo d.C. Tolomeo, nel suo Geografia, descritto come a sud-ovest del Beauly Firth. [44] Il nome Caledonia trova eco nei toponimi di Dunkeld, Rohallion e Schiehallion. [44]

La Grande Congiura contro il dominio romano in Britannia nel tardo IV secolo, alla quale parteciparono gli Scoti, fu sconfitta dai arriva Teodosio. Ne derivò la formazione di una nuova provincia, chiamata Valentia dal nome dell'imperatore regnante Valente (r. 364-378), che potrebbe essere stata in Scozia. [46] Il governo militare romano fu ritirato del tutto dall'isola all'inizio del V secolo, causando l'insediamento anglosassone della Gran Bretagna e l'immigrazione dei Sassoni nella Scozia meridionale e nel resto della Gran Bretagna orientale. [46]

Medioevo

A partire dal VI secolo, l'area che oggi è la Scozia fu divisa in tre aree: Pictland, un mosaico di piccole signorie nella Scozia centrale [41] : 25-26 il Regno anglosassone di Northumbria, che aveva conquistato la Scozia sudorientale [41 ] : 18-20 e Dál Riata, fondata da coloni dall'Irlanda, portando con sé la lingua e la cultura gaelica. [41] : 20 Queste società erano basate sull'unità familiare e avevano forti divisioni nella ricchezza, sebbene la stragrande maggioranza fosse povera e lavorasse a tempo pieno nell'agricoltura di sussistenza. I Pitti mantennero schiavi (principalmente catturati in guerra) per tutto il IX secolo. [41]: 26–27

L'influenza gaelica su Pictland e Northumbria fu facilitata dal gran numero di chierici di lingua gaelica che lavoravano come missionari. [41] : 23-24 Operante nel VI secolo sull'isola di Iona, San Colombano fu uno dei primi e più noti missionari. [43] : 39 I Vichinghi iniziarono a razziare la Scozia nell'VIII secolo. Sebbene i razziatori cercassero schiavi e oggetti di lusso, la loro motivazione principale era l'acquisizione di terre. I più antichi insediamenti norreni si trovavano nel nord-ovest della Scozia, ma alla fine conquistarono molte aree lungo la costa. L'antico norreno soppiantò completamente il gaelico nelle isole settentrionali. [41] : 29–30

Nel IX secolo, la minaccia norrena permise a un gaelico di nome Cináed mac Ailpín (Kenneth I) di prendere il potere sulla Pictia, stabilendo una dinastia reale alla quale i monarchi moderni fanno risalire il loro lignaggio e segnando l'inizio della fine della cultura dei Pitti. [41] : 31-32 [49] Il regno di Cináed e dei suoi discendenti, chiamati Alba, era di carattere gaelico ma esisteva nella stessa area della Pictland. Entro la fine del decimo secolo, la lingua dei Pitti si estinse quando i suoi parlanti si spostarono al gaelico. [41] : 32-33 Da una base nella Scozia orientale a nord del fiume Forth ea sud del fiume Spey, il regno si espanse prima verso sud, nelle ex terre della Northumbria, e verso nord nel Moray. [41] : 34-35 Intorno al volgere del millennio, ci fu un accentramento nelle terre agricole e iniziarono ad essere stabilite le prime città. [41] : 36–37

Nei secoli XII e XIII, con gran parte della Scozia sotto il controllo di un unico sovrano e unita dalla lingua gaelica, emerse per la prima volta un moderno stato-nazione, così come la coscienza nazionale scozzese. [50] : 38 Il dominio del gaelico fu diminuito durante il regno di Davide I (1124–53), durante il quale molti coloni di lingua inglese si stabilirono in Scozia. [50] : 39 David I e i suoi successori accentrarono il potere reale [50] : 41-42 e unirono la Scozia continentale, catturando regioni come Moray, Galloway e Caithness, sebbene non riuscisse ad estendere il suo potere sulle Ebridi, che era stato governato da vari clan scozzesi dopo la morte di Somerled nel 1164. [50] : 48-49 Il sistema feudale fu consolidato, con sia gli anglo-normanni che i capi gaelici che ricevettero terre in cambio del servizio del re. [50] : 53–54 I re scozzesi respinsero le richieste inglesi di soggiogarsi, infatti, l'Inghilterra invase la Scozia diverse volte per impedire l'espansione della Scozia nell'Inghilterra settentrionale. [50] : 45

La morte di Alessandro III nel marzo 1286 ruppe la linea di successione dei re di Scozia. Edoardo I d'Inghilterra arbitrato tra vari pretendenti alla corona scozzese. In cambio della resa dell'indipendenza nominale della Scozia, John Balliol fu dichiarato re nel 1292. [50] : 47 [51] Nel 1294, Balliol e altri signori scozzesi rifiutarono le richieste di Edoardo di servire nel suo esercito contro i francesi. La Scozia e la Francia siglarono un trattato il 23 ottobre 1295, noto come Auld Alliance. Ne seguì la guerra e John fu deposto da Edward che prese il controllo personale della Scozia. Andrew Moray e William Wallace inizialmente emersero come i principali leader della resistenza al dominio inglese nelle guerre di indipendenza scozzese, [52] fino a quando Robert the Bruce fu incoronato re di Scozia nel 1306. [53] Vittoria nella battaglia di Bannockburn nel 1314 dimostrato che gli scozzesi avevano ripreso il controllo del loro regno. Nel 1320 la prima dichiarazione di indipendenza documentata al mondo, la Dichiarazione di Arbroath, ottenne il sostegno di Papa Giovanni XXII, portando al riconoscimento legale della sovranità scozzese da parte della Corona inglese. [54] : 70, 72

Una guerra civile tra la dinastia Bruce e i loro rivali a lungo termine della casata dei Comyn e della casata dei Balliol durò fino alla metà del XIV secolo. Sebbene la fazione di Bruce avesse avuto successo, la mancanza di un erede di David II permise al suo mezzo nipote Roberto II, il Lord High Steward di Scozia, di salire al trono e stabilire la Casa di Stewart. [54] : 77 Gli Stewart governarono la Scozia per il resto del Medioevo. Il paese da loro governato conobbe una maggiore prosperità dalla fine del XIV secolo attraverso il Rinascimento scozzese fino alla Riforma, [55] : 93 nonostante gli effetti della peste nera nel 1349 [54] : 76 e la crescente divisione tra Highlands e Lowlands. [54] : 78 Tregue multiple ridussero la guerra al confine meridionale. [54] : 76, 83

Primo periodo moderno

16 ° secolo

Il Trattato di pace perpetua fu firmato nel 1502 da Giacomo IV di Scozia ed Enrico VII d'Inghilterra. James sposò la figlia di Henry, Margaret Tudor. [56] James invase l'Inghilterra a sostegno della Francia sotto i termini dell'Auld Alliance e divenne l'ultimo monarca britannico a morire in battaglia, a Flodden nel 1513. [57] Nel 1560, il Trattato di Edimburgo pose fine al governo anglosassone. conflitto francese e riconobbe la protestante Elisabetta I come regina d'Inghilterra. [55] : 112 Il Parlamento di Scozia si riunì e adottò immediatamente la Confessione Scozzese, che segnò la netta rottura della Riforma scozzese dall'autorità papale e dall'insegnamento cattolico romano. [43] : 44 La cattolica Maria, regina di Scozia, fu costretta ad abdicare nel 1567. [58]

XVII secolo

Nel 1603, Giacomo VI, re di Scozia ereditò i troni del Regno d'Inghilterra e del Regno d'Irlanda nell'Unione delle Corone, e si trasferì a Londra. [59] La prima Union Jack fu progettata per volere di James, per essere pilotata in aggiunta alla St Andrew's Cross sulle navi scozzesi in mare. Giacomo VI ed io intendevamo creare un unico regno di Gran Bretagna, ma fu ostacolato nel suo tentativo di farlo dal Parlamento d'Inghilterra, che sostenne la proposta di demolizione che si cercasse invece una piena unione legale, una proposta a cui il parlamento scozzese non acconsentì, costringendo il re a ritirare il piano. [60]

Con l'eccezione di un breve periodo sotto il Protettorato, la Scozia rimase uno stato separato nel XVII secolo, ma vi fu un considerevole conflitto tra la corona e i Covenanters sulla forma di governo della chiesa. [61] : 124 L'esercito fu rafforzato, consentendo l'imposizione dell'autorità reale sui clan delle Highland occidentali. Gli Statuti di Iona del 1609 obbligarono all'integrazione culturale dei capi clan delle Ebridi. [62] : 37–40 Nel 1641 e di nuovo nel 1643 il Parlamento scozzese cercò senza successo un'unione con l'Inghilterra che fosse "federale" e non "incorporante", in cui la Scozia avrebbe mantenuto un parlamento separato. [63] La questione dell'unione divise il parlamento nel 1648. [63]

Dopo l'esecuzione del re scozzese a Whitehall nel 1649, tra le Guerre dei Tre Regni e i suoi eventi in Scozia, Oliver Cromwell, il vittorioso Lord Protettore, impose alla Scozia la prima costituzione scritta delle Isole britanniche, lo Strumento di governo. 1652 come parte del Commonwealth repubblicano di Inghilterra, Scozia e Irlanda. [63] Il Parlamento del Protettorato fu il primo parlamento di Westminster a includere rappresentanti nominalmente dalla Scozia. La monarchia della Casa degli Stuart fu ripresa con la Restaurazione in Scozia nel 1660.

Il Parlamento di Scozia ha cercato un'unione commerciale con l'Inghilterra nel 1664, la proposta è stata respinta nel 1668. [63] Nel 1670 il Parlamento d'Inghilterra ha respinto una proposta di unione politica con la Scozia. [63] Le proposte inglesi sulla stessa linea furono abbandonate nel 1674 e nel 1685. [63] La battaglia di Altimarlach nel 1680 fu l'ultima battaglia di clan significativa combattuta tra i clan degli altopiani. [64] Dopo la caduta e la fuga in esilio del re cattolico Stuart, Giacomo VII e II, la Gloriosa Rivoluzione in Scozia e la Convenzione degli Stati sostituirono la Casa di Stuart in favore di Guglielmo III e Maria II che era Maria Stuarda. [61] : 142 Il parlamento scozzese respinse le proposte per un'unione politica nel 1689. [63] Il giacobitismo, il sostegno politico alla dinastia cattolica in esilio degli Stuart, rimase una minaccia alla sicurezza dello stato britannico sotto la casa protestante di Orange e il succedendo alla Casa di Hannover fino alla sconfitta dell'insurrezione giacobita del 1745. [63]

In comune con paesi come Francia, Norvegia, Svezia e Finlandia, la Scozia ha sperimentato carestie durante il 1690. La mortalità, la riduzione dei parti e l'aumento dell'emigrazione hanno ridotto la popolazione di parti del paese di circa il 10-15%. [65] Nel 1698, la Compagnia di Scozia tentò un progetto per assicurarsi una colonia commerciale sull'istmo di Panama. Si dice che quasi tutti i proprietari terrieri scozzesi che avevano soldi da spendere abbiano investito nello schema di Darien. [66] [67]

Dopo che un'altra proposta della Camera dei Lord inglese fu respinta nel 1695, e un'ulteriore mozione dei Lord fu bocciata alla Camera dei Comuni nel 1700, il Parlamento scozzese respinse nuovamente l'unione nel 1702. [63] Il fallimento del Darien Scheme fallì. i proprietari terrieri che avevano investito, ma non i borghi. Tuttavia, la bancarotta dei nobili, insieme alla minaccia di un'invasione inglese, svolse un ruolo di primo piano nel convincere l'élite scozzese a sostenere un'unione con l'Inghilterra. [66] [67] Il 22 luglio 1706, il Trattato di Unione fu concordato tra i rappresentanti del parlamento scozzese e del parlamento d'Inghilterra. L'anno successivo, entrambi i parlamenti approvarono due atti di unione per creare il Regno Unito di Gran Bretagna con effetto dal 1 maggio 1707 [27] con l'opposizione popolare e le rivolte antisindacali a Edimburgo, Glasgow e altrove. [68] [69] Il nuovo Parlamento della Gran Bretagna respinse le proposte del Parlamento d'Irlanda che il terzo regno fosse incorporato nell'unione. [63]

18mo secolo

Con l'abolizione delle tariffe commerciali con l'Inghilterra, il commercio fiorì, specialmente con l'America coloniale. I clipper appartenenti ai Glasgow Tobacco Lords erano le navi più veloci sulla rotta verso la Virginia. Fino alla guerra d'indipendenza americana nel 1776, Glasgow era il principale porto di tabacco del mondo, dominando il commercio mondiale. [70] La disparità tra la ricchezza delle classi mercantili delle Highlands scozzesi e gli antichi clan delle Highlands scozzesi crebbe, amplificando secoli di divisione.

I deposti pretendenti giacobiti Stuart erano rimasti popolari nelle Highlands e nel nord-est, in particolare tra i non presbiteriani, compresi i cattolici romani e i protestanti vescovili. Tuttavia, due grandi insurrezioni giacobite lanciate nel 1715 e nel 1745 non riuscirono a rimuovere la Casa di Hannover dal trono britannico. La minaccia del movimento giacobita al Regno Unito e ai suoi monarchi si concluse efficacemente con la battaglia di Culloden, l'ultima battaglia campale della Gran Bretagna.

L'Illuminismo scozzese e la Rivoluzione industriale trasformarono la Scozia in una potenza intellettuale, commerciale e industriale [71] – tanto che Voltaire disse: "Guardiamo alla Scozia per tutte le nostre idee di civiltà". [72] Con la fine del giacobitismo e l'avvento dell'Unione, migliaia di scozzesi, principalmente abitanti delle pianure, assunsero numerose posizioni di potere in politica, servizio civile, esercito e marina, commercio, economia, imprese coloniali e altre aree in tutto il nascente impero britannico. Lo storico Neil Davidson osserva "dopo il 1746 ci fu un livello completamente nuovo di partecipazione degli scozzesi alla vita politica, in particolare al di fuori della Scozia". Davidson afferma inoltre che "lontano dall'essere 'periferico' per l'economia britannica, la Scozia - o più precisamente, le Lowlands - si trovava al suo centro". [73]

Nelle Highlands, i capi clan iniziarono gradualmente a pensare a se stessi più come proprietari terrieri commerciali che come capi del loro popolo. Questi cambiamenti sociali ed economici includevano la prima fase delle Highland Clearances e, infine, la fine del clan. [74] : 32–53, passimo

19esimo secolo

Lo Scottish Reform Act 1832 aumentò il numero di parlamentari scozzesi e ampliò il franchising per includere più classi medie. [75] Dalla metà del secolo, ci furono crescenti richieste di Home Rule per la Scozia e la carica di Segretario di Stato per la Scozia fu ripresa. [76] Verso la fine del secolo i primi ministri di origine scozzese includevano William Gladstone, [77] e il conte di Rosebery. [78] Alla fine del XIX secolo la crescente importanza delle classi lavoratrici fu segnata dal successo di Keir Hardie nelle elezioni suppletive del Mid Lanarkshire del 1888, che portò alla fondazione del Partito Laburista Scozzese, che fu assorbito nel Partito Laburista Indipendente nel 1895, con Hardie come primo leader. [79]

Glasgow divenne una delle città più grandi del mondo e conosciuta come "la seconda città dell'Impero" dopo Londra. [80] Dopo il 1860 i cantieri di Clydeside si specializzarono in piroscafi in ferro (dopo il 1870, in acciaio), che sostituirono rapidamente i velieri in legno sia delle flotte mercantili che delle flotte da guerra del mondo. Divenne il principale centro di costruzione navale del mondo. [81] Gli sviluppi industriali, mentre portavano lavoro e ricchezza, furono così rapidi che l'edilizia abitativa, l'urbanistica e le cure per la salute pubblica non tennero il passo con loro, e per un certo periodo le condizioni di vita in alcune città furono notoriamente male, con sovraffollamento, elevata mortalità infantile e tassi crescenti di tubercolosi. [82]

Mentre l'Illuminismo scozzese è tradizionalmente considerato concluso verso la fine del XVIII secolo, [83] contributi scozzesi sproporzionatamente grandi alla scienza e alle lettere britanniche continuarono per altri 50 anni o più, grazie a figure come i fisici James Clerk Maxwell e Lord Kelvin e gli ingegneri e inventori James Watt e William Murdoch, il cui lavoro è stato fondamentale per gli sviluppi tecnologici della rivoluzione industriale in tutta la Gran Bretagna. [84] In letteratura, la figura di maggior successo della metà del XIX secolo fu Walter Scott. La sua prima opera in prosa, Waverley nel 1814, è spesso chiamato il primo romanzo storico. [85] Ha lanciato una carriera di grande successo che probabilmente più di ogni altra ha contribuito a definire e rendere popolare l'identità culturale scozzese. [86] Alla fine del XIX secolo, numerosi autori di origine scozzese raggiunsero fama internazionale, come Robert Louis Stevenson, Arthur Conan Doyle, J. M. Barrie e George MacDonald. [87] Anche la Scozia svolse un ruolo importante nello sviluppo dell'arte e dell'architettura. La Scuola di Glasgow, che si sviluppò alla fine del XIX secolo e fiorì all'inizio del XX secolo, produsse una miscela distintiva di influenze tra cui il movimento Celtic Revival, Arts and Crafts e il giapponismo, che trovò il favore in tutto il mondo dell'arte moderna dell'Europa continentale e ha contribuito a definire lo stile Art Nouveau. I fautori includevano l'architetto e artista Charles Rennie Mackintosh. [88]

Questo periodo ha visto un processo di riabilitazione per la cultura delle Highland. Nel 1820, come parte del revival romantico, il tartan e il kilt furono adottati dai membri dell'élite sociale, non solo in Scozia, ma in tutta Europa, [89] [90] spinti dalla popolarità del ciclo Ossiano di Macpherson [91] [92] e poi i romanzi Waverley di Walter Scott. [93] Tuttavia, le Highlands rimasero povere, l'unica parte della Gran Bretagna continentale a continuare a soffrire di carestie ricorrenti, con una gamma limitata di prodotti esportati fuori dalla regione, una produzione industriale trascurabile, ma una continua crescita della popolazione che mise alla prova l'agricoltura di sussistenza. Questi problemi e il desiderio di migliorare l'agricoltura e i profitti furono le forze trainanti delle Highland Clearances in corso, in cui molte della popolazione delle Highlands subirono lo sfratto poiché le terre furono recintate, principalmente in modo che potessero essere utilizzate per l'allevamento di pecore. La prima fase delle autorizzazioni ha seguito i modelli di cambiamento agricolo in tutta la Gran Bretagna. La seconda fase è stata guidata dalla sovrappopolazione, dalla carestia delle patate delle Highlands e dal crollo delle industrie che si erano basate sull'economia bellica delle guerre napoleoniche. [94] La popolazione della Scozia crebbe costantemente nel 19° secolo, da 1.608.000 nel censimento del 1801 a 2.889.000 nel 1851 e 4.472.000 nel 1901. [95] Anche con lo sviluppo dell'industria, non c'erano abbastanza buoni posti di lavoro. Di conseguenza, durante il periodo 1841-1931, circa 2 milioni di scozzesi migrarono in Nord America e Australia e altri 750.000 scozzesi si trasferirono in Inghilterra. [96]

Dopo lunghi anni di lotte nel Kirk, nel 1834 gli evangelici ottennero il controllo dell'Assemblea Generale e approvarono il Veto Act, che consentiva alle congregazioni di rifiutare le presentazioni "intrusive" indesiderate ai viventi da parte dei patroni.Il successivo "Conflitto di dieci anni" di dispute legali e politiche si è concluso con una sconfitta per i non intrusi nei tribunali civili. Il risultato fu uno scisma dalla chiesa da parte di alcuni dei non intrusi guidati dal dottor Thomas Chalmers, noto come la Grande Disgregazione del 1843. Circa un terzo del clero, principalmente del Nord e delle Highlands, formò la Chiesa Libera di Scozia separata . [97] Alla fine del XIX secolo, le crescenti divisioni tra calvinisti fondamentalisti e liberali teologici portarono a un'ulteriore scissione nella Chiesa libera quando i rigidi calvinisti si staccarono per formare la Chiesa presbiteriana libera nel 1893. [98] L'emancipazione cattolica nel 1829 e l'afflusso di un gran numero di immigrati irlandesi, in particolare dopo gli anni della carestia della fine degli anni 1840, principalmente verso i centri di pianura in crescita come Glasgow, ha portato a una trasformazione nelle fortune del cattolicesimo. Nel 1878, nonostante l'opposizione, una gerarchia ecclesiastica cattolica romana fu restaurata nel paese e il cattolicesimo divenne una denominazione significativa in Scozia. [98]

L'industrializzazione, l'urbanizzazione e la distruzione del 1843 minarono la tradizione delle scuole parrocchiali. Dal 1830 lo stato iniziò a finanziare gli edifici con sovvenzioni, quindi dal 1846 finanziava le scuole tramite sponsorizzazione diretta e nel 1872 la Scozia passò a un sistema come quello inglese di scuole in gran parte gratuite sponsorizzate dallo stato, gestite da consigli scolastici locali. [99] La storica Università di Glasgow divenne un leader nell'istruzione superiore britannica fornendo i bisogni educativi dei giovani delle classi urbane e commerciali, in contrasto con la classe superiore. [100] L'Università di St Andrews ha aperto la strada all'ammissione delle donne alle università scozzesi. Dal 1892 le università scozzesi potevano ammettere e laureare donne e il numero di donne nelle università scozzesi aumentò costantemente fino all'inizio del XX secolo. [101]

A causa dell'avvento della refrigerazione e delle importazioni di agnello, montone e lana dall'estero, gli anni 1870 portarono con sé un crollo dei prezzi delle pecore e un brusco arresto nel precedente boom della pastorizia. [102] Successivamente crollarono anche i prezzi dei terreni, accelerando il processo della cosiddetta "balmoralizzazione" della Scozia, un'epoca che nella seconda metà del XIX secolo vide un aumento del turismo e l'istituzione di grandi latifondi dedicati ai campi sport come lo stalking dei cervi e il tiro al gallo cedrone, specialmente nelle Highlands scozzesi. [102] [103] Il processo prende il nome dalla tenuta di Balmoral, acquistata dalla regina Vittoria nel 1848, che alimentò la romanticizzazione dell'altopiano scozzese e iniziò un afflusso di nuovi ricchi che acquisirono proprietà simili nei decenni successivi. [102] [103] Alla fine del XIX secolo solo 118 persone possedevano metà della Scozia, con quasi il 60 per cento dell'intero paese che faceva parte di tenute di caccia. [102] Sebbene la loro importanza relativa sia in qualche modo diminuita a causa del cambiamento degli interessi ricreativi nel corso del XX secolo, l'inseguimento di cervi e la caccia al gallo cedrone rimangono di primaria importanza in molte proprietà private in Scozia. [102] [104]

20 ° secolo

La Scozia ha svolto un ruolo importante nello sforzo britannico nella prima guerra mondiale. In particolare forniva manodopera, navi, macchinari, pesce e denaro. [105] Con una popolazione di 4,8 milioni nel 1911, la Scozia mandò in guerra più di mezzo milione di uomini, di cui più di un quarto morirono in combattimento o per malattie, e 150.000 furono gravemente feriti. [106] Il feldmaresciallo Sir Douglas Haig era il comandante della Gran Bretagna sul fronte occidentale.

La guerra ha visto l'emergere di un movimento radicale chiamato "Red Clydeside" guidato da militanti sindacalisti. Un tempo roccaforte liberale, i distretti industriali passarono ai laburisti nel 1922, con una base tra i distretti operai cattolici irlandesi. Le donne sono state particolarmente attive nella costruzione della solidarietà di quartiere sulle questioni abitative. Tuttavia, i "Rossi" operavano all'interno del Partito Laburista e avevano poca influenza in Parlamento e l'umore era cambiato in disperazione passiva verso la fine degli anni '20. [107]

L'industria cantieristica si espanse di un terzo e si aspettava una rinnovata prosperità, ma invece una grave depressione colpì l'economia nel 1922 e non si riprese completamente fino al 1939. Gli anni tra le due guerre furono caratterizzati dalla stagnazione economica nelle aree rurali e urbane e dall'elevata disoccupazione. [108] In effetti, la guerra ha portato con sé profondi sconvolgimenti sociali, culturali, economici e politici. Gli scozzesi riflessivi hanno riflettuto sulla loro declinazione, poiché i principali indicatori sociali come cattive condizioni di salute, cattive condizioni abitative e disoccupazione di massa a lungo termine, indicavano nel migliore dei casi una stagnazione sociale ed economica terminale, o addirittura una spirale discendente. Il servizio all'estero per conto dell'Impero perse il suo fascino per i giovani ambiziosi, che lasciarono definitivamente la Scozia. La forte dipendenza dall'obsoleta industria pesante e mineraria era un problema centrale e nessuno offriva soluzioni praticabili. La disperazione riflette ciò che Finlay (1994) descrive come un diffuso senso di disperazione che ha preparato le imprese locali e i leader politici ad accettare una nuova ortodossia di pianificazione economica del governo centralizzato quando è arrivata durante la seconda guerra mondiale. [109]

Durante la seconda guerra mondiale, la Scozia fu presa di mira dalla Germania nazista in gran parte a causa delle sue fabbriche, cantieri navali e miniere di carbone. [110] Città come Glasgow ed Edimburgo furono prese di mira dai bombardieri tedeschi, così come le città più piccole situate per lo più nella cintura centrale del paese. [110] Forse il raid aereo più significativo in Scozia fu il Clydebank Blitz del marzo 1941, che mirava a distruggere le costruzioni navali della zona. [111] 528 persone furono uccise e 4.000 case completamente distrutte. [111]

Forse l'episodio di guerra più insolito della Scozia si verificò nel 1941, quando Rudolf Hess volò nel Renfrewshire, forse con l'intenzione di mediare un accordo di pace attraverso il duca di Hamilton. [112] Prima della sua partenza dalla Germania, Hess aveva dato al suo aiutante di campo, Karlheinz Pintsch, una lettera indirizzata a Hitler che dettagliava le sue intenzioni di aprire negoziati di pace con gli inglesi. Pintsch consegnò la lettera a Hitler al Berghof intorno a mezzogiorno dell'11 maggio. [113] Albert Speer in seguito disse che Hitler descrisse la partenza di Hess come uno dei peggiori colpi personali della sua vita, poiché lo considerava un tradimento personale. [114] Hitler temeva che i suoi alleati, Italia e Giappone, avrebbero percepito l'azione di Hess come un tentativo di Hitler di aprire segretamente negoziati di pace con gli inglesi.

Come nella prima guerra mondiale, Scapa Flow nelle Orcadi è stata un'importante base della Royal Navy. Gli attacchi a Scapa Flow e Rosyth diedero ai caccia della RAF i loro primi successi abbattendo bombardieri nel Firth of Forth e nell'East Lothian. [115] I cantieri navali e le fabbriche di ingegneria pesante di Glasgow e Clydeside giocarono un ruolo chiave nello sforzo bellico e subirono attacchi dalla Luftwaffe, subendo grandi distruzioni e perdite di vite umane. [116] Poiché i viaggi transatlantici implicavano la negoziazione del nord-ovest della Gran Bretagna, la Scozia svolse un ruolo chiave nella battaglia dell'Atlantico settentrionale. [117] La ​​relativa vicinanza delle Shetland alla Norvegia occupata portò all'arrivo degli autobus delle Shetland con i quali i pescherecci aiutavano i norvegesi a fuggire dai nazisti e le spedizioni attraverso il Mare del Nord per aiutare la resistenza. [118]

L'industria scozzese è uscita dalla crisi depressiva con una drammatica espansione della sua attività industriale, assorbendo anche uomini disoccupati e molte donne. I cantieri navali erano il centro di una maggiore attività, ma molte industrie più piccole producevano i macchinari necessari ai bombardieri, ai carri armati e alle navi da guerra britannici. [116] L'agricoltura prosperò, così come tutti i settori ad eccezione dell'estrazione del carbone, che operava in miniere vicine all'esaurimento. I salari reali, adeguati all'inflazione, sono aumentati del 25% e la disoccupazione è temporaneamente scomparsa. L'aumento del reddito e la distribuzione più equa del cibo, ottenuta attraverso un rigido sistema di razionamento, migliorarono notevolmente la salute e la nutrizione.

Dopo il 1945, la situazione economica della Scozia peggiorò a causa della concorrenza estera, dell'inefficienza dell'industria e delle controversie industriali. [119] Solo negli ultimi decenni il paese ha goduto di una sorta di rinascita culturale ed economica. I fattori economici che hanno contribuito a questa ripresa includevano un'industria dei servizi finanziari in ripresa, la produzione elettronica (vedi Silicon Glen), [120] e l'industria petrolifera e del gas del Mare del Nord. [121] L'introduzione nel 1989 da parte del governo di Margaret Thatcher della Community Charge (ampiamente conosciuta come Poll Tax) un anno prima del resto della Gran Bretagna, [122] contribuì a un crescente movimento per il controllo scozzese sugli affari interni. [123] A seguito di un referendum sulle proposte di devoluzione nel 1997, lo Scotland Act 1998 [124] è stato approvato dal parlamento britannico, che ha istituito un parlamento e un governo scozzesi devoluti con la responsabilità della maggior parte delle leggi specifiche della Scozia. [125] Il Parlamento scozzese è stato riconvocato a Edimburgo il 4 luglio 1999. [126] Il primo a ricoprire la carica di primo ministro della Scozia è stato Donald Dewar, che ha servito fino alla sua morte improvvisa nel 2000. [127]

21 ° secolo

Il Palazzo del Parlamento scozzese a Holyrood è stato inaugurato nell'ottobre 2004 dopo lunghi ritardi nella costruzione e il superamento del budget. [128] La forma di rappresentanza proporzionale del parlamento scozzese (il sistema dei membri aggiuntivi) ha determinato che nessun partito avesse la maggioranza assoluta per le prime tre elezioni del parlamento scozzese. Tuttavia, il Partito Nazionale Scozzese indipendentista guidato da Alex Salmond ha ottenuto la maggioranza assoluta nelle elezioni del 2011, vincendo 69 dei 129 seggi disponibili. [129] Il successo del SNP nel raggiungere la maggioranza al parlamento scozzese ha aperto la strada al referendum del settembre 2014 sull'indipendenza scozzese. La maggioranza ha votato contro la proposta, con il 55% che ha votato no all'indipendenza. [130] Più poteri, in particolare in relazione alla tassazione, furono devoluti al parlamento scozzese dopo il referendum, a seguito di colloqui tra i partiti nella Commissione Smith.

La terraferma della Scozia comprende il terzo settentrionale della massa terrestre dell'isola della Gran Bretagna, che si trova al largo della costa nord-occidentale dell'Europa continentale. L'area totale è di 78.772 km 2 (30.414 miglia quadrate), [131] paragonabile alle dimensioni della Repubblica ceca. L'unico confine terrestre della Scozia è con l'Inghilterra e corre per 96 chilometri (60 miglia) tra il bacino del fiume Tweed sulla costa orientale e il Solway Firth a ovest. L'Oceano Atlantico confina con la costa occidentale e il Mare del Nord è a est. L'isola d'Irlanda si trova a soli 21 chilometri (13 miglia) dalla penisola sud-occidentale di Kintyre [132] La Norvegia si trova a 305 chilometri (190 miglia) a est e le Isole Faroe a 270 chilometri (168 miglia) a nord.

L'estensione territoriale della Scozia è generalmente quella stabilita dal Trattato di York del 1237 tra la Scozia e il Regno d'Inghilterra [133] e dal Trattato di Perth del 1266 tra la Scozia e la Norvegia. [27] Importanti eccezioni includono l'Isola di Man, che essendo stata persa dall'Inghilterra nel 14° secolo è ora una dipendenza della corona al di fuori del Regno Unito, i gruppi di isole Orcadi e Shetland, che furono acquisiti dalla Norvegia nel 1472 [131] e Berwick -upon-Tweed, perso contro l'Inghilterra nel 1482

Il centro geografico della Scozia si trova a poche miglia dal villaggio di Newtonmore a Badenoch. [134] Salendo a 1.344 metri (4.409 piedi) sul livello del mare, il punto più alto della Scozia è la vetta del Ben Nevis, a Lochaber, mentre il fiume più lungo della Scozia, il fiume Tay, scorre per una distanza di 190 chilometri (118 mi). [135] [136]

Geologia e geomorfologia

L'intera Scozia era ricoperta da lastre di ghiaccio durante le ere glaciali del Pleistocene e il paesaggio è molto influenzato dalle glaciazioni. Dal punto di vista geologico, il paese ha tre suddivisioni principali.

Le Highlands e le Isole si trovano a nord e ad ovest della faglia di confine delle Highland, che va da Arran a Stonehaven. Questa parte della Scozia comprende in gran parte antiche rocce del Cambriano e del Precambriano, che furono sollevate durante la successiva orogenesi caledoniana. È intervallato da intrusioni ignee di età più recente, i cui resti hanno formato massicci montuosi come i Cairngorms e Skye Cuillins.

Un'eccezione significativa a quanto sopra sono i letti fossili di Old Red Sandstones trovati principalmente lungo la costa del Moray Firth. Le Highlands sono generalmente montuose e qui si trovano le quote più alte delle isole britanniche. La Scozia ha oltre 790 isole divise in quattro gruppi principali: Shetland, Orcadi, Ebridi Interne ed Ebridi Esterne. Ci sono numerosi corpi d'acqua dolce tra cui Loch Lomond e Loch Ness. Alcune parti della costa sono costituite da machair, un pascolo dunale basso.

Le pianure centrali sono una rift valley che comprende principalmente formazioni paleozoiche. Molti di questi sedimenti hanno un significato economico perché è qui che si trovano le rocce contenenti carbone e ferro che hanno alimentato la rivoluzione industriale scozzese. Questa zona ha anche sperimentato un intenso vulcanismo, Arthur's Seat a Edimburgo è il residuo di un vulcano un tempo molto più grande. Questa zona è relativamente bassa, anche se anche qui colline come Ochils e Campsie Fells sono raramente lontane dalla vista.

Gli altopiani meridionali sono una catena di colline lunghe quasi 200 chilometri (124 miglia), intervallate da ampie vallate. Si trovano a sud di una seconda linea di faglia (la faglia degli altipiani meridionali) che va da Girvan a Dunbar. [137] [138] [139] Le fondamenta geologiche comprendono in gran parte depositi siluriani depositati circa 400-500 milioni di anni fa. Il punto più alto delle Southern Uplands è Merrick con un'altitudine di 843 m (2.766 piedi). [26] [140] [141] [142] Le Southern Uplands ospitano il villaggio più alto della Scozia, Wanlockhead (430 m o 1.411 piedi sul livello del mare). [139]

Clima

Il clima della maggior parte della Scozia è temperato e oceanico e tende ad essere molto variabile. Poiché è riscaldato dalla Corrente del Golfo proveniente dall'Atlantico, ha inverni molto più miti (ma estati più fresche e umide) rispetto alle aree a latitudini simili, come come Labrador, la Scandinavia meridionale, la regione di Mosca in Russia e la penisola di Kamchatka sul lato opposto dell'Eurasia. Tuttavia, le temperature sono generalmente inferiori rispetto al resto del Regno Unito, con la temperatura di -27,2 ° C (-17,0 ° F) registrata a Braemar nei Monti Grampiani, l'11 febbraio 1895, la più fredda mai registrata in tutto il Regno Unito. [143] La media dei massimi invernali è di 6 °C (43 °F) nelle pianure, con una media dei massimi estivi di 18 °C (64 °F). La temperatura più alta registrata è stata di 32,9 °C (91,2 °F) a Greycrook, Scottish Borders, il 9 agosto 2003. [144]

L'ovest della Scozia è solitamente più caldo dell'est, a causa dell'influenza delle correnti oceaniche dell'Atlantico e delle temperature superficiali più fredde del Mare del Nord. Tiree, nelle Ebridi Interne, è uno dei luoghi più soleggiati del paese: ha avuto più di 300 ore di sole nel maggio 1975. [144] Le precipitazioni variano ampiamente in tutta la Scozia. Gli altopiani occidentali della Scozia sono i più piovosi, con precipitazioni annuali in alcuni punti superiori a 3.000 mm (120 pollici). [145] In confronto, gran parte della pianura scozzese riceve meno di 800 mm (31 pollici) all'anno. [146] Le abbondanti nevicate non sono comuni nelle pianure, ma diventano più comuni con l'altitudine. Braemar ha una media di 59 giorni di neve all'anno, [147] mentre molte zone costiere hanno in media meno di 10 giorni di neve all'anno. [146]

Flora e fauna

La fauna selvatica della Scozia è tipica del nord-ovest dell'Europa, anche se molti dei mammiferi più grandi come la lince, l'orso bruno, il lupo, l'alce e il tricheco sono stati cacciati fino all'estinzione in tempi storici. Ci sono importanti popolazioni di foche e nidi di importanza internazionale per una varietà di uccelli marini come le sule. [148] L'aquila reale è una specie di icona nazionale. [149]

Sulle cime delle alte montagne, specie come la pernice bianca, la lepre bianca e l'ermellino possono essere viste nella loro fase di colore bianco durante i mesi invernali. [150] Esistono resti della foresta nativa di pino silvestre [151] e all'interno di queste aree il crociere scozzese, l'unica specie di uccello e vertebrato endemico del Regno Unito, può essere trovato insieme al gallo cedrone, al gatto selvatico scozzese, allo scoiattolo rosso e alla martora. [152] [153] [154] Vari animali sono stati reintrodotti, tra cui l'aquila di mare dalla coda bianca nel 1975, il nibbio reale negli anni '80, [155] [156] e ci sono stati progetti sperimentali che coinvolgono il castoro e cinghiale. Oggi, gran parte della foresta Caledonian nativa rimanente si trova all'interno del Parco Nazionale di Cairngorms e i resti della foresta rimangono in 84 località in tutta la Scozia. Sulla costa occidentale, rimangono ancora i resti dell'antica foresta pluviale celtica, in particolare sulla penisola di Taynish nell'Argyll, queste foreste sono particolarmente rare a causa degli alti tassi di deforestazione nel corso della storia scozzese. [157] [158]

La flora del paese è varia e comprende boschi di latifoglie e conifere, nonché specie di brughiere e tundra. Tuttavia, la piantumazione commerciale di alberi su larga scala e la gestione dell'habitat delle brughiere montane per il pascolo di pecore e attività sportive di campo come l'inseguimento di cervi e la caccia al gallo cedrone influiscono sulla distribuzione di piante e animali indigeni. [159] L'albero più alto del Regno Unito è un grande abete piantato accanto a Loch Fyne, Argyll nel 1870, e il Fortingall Yew potrebbe avere 5.000 anni ed è probabilmente l'essere vivente più antico d'Europa. [ dubbioso - discutere ] [160] [161] [162] Sebbene il numero di piante vascolari autoctone sia basso per gli standard mondiali, la notevole flora briofita della Scozia è di importanza globale. [163] [164]

La popolazione della Scozia al censimento del 2001 era di 5.062.011. Questo è salito a 5.295.400, il più alto di sempre, al censimento del 2011. [165] La stima ONS più recente, per la metà del 2019, era di 5.463.300. [12]

Nel censimento del 2011, il 62% della popolazione scozzese ha dichiarato la propria identità nazionale come "solo scozzese", il 18% come "scozzese e britannica", l'8% come "solo britannica" e il 4% ha scelto "solo altra identità". [166]

Sebbene Edimburgo sia la capitale della Scozia, la città più grande è Glasgow, che conta poco più di 584.000 abitanti. La conurbazione della Greater Glasgow, con una popolazione di quasi 1,2 milioni, ospita quasi un quarto della popolazione scozzese. [167] La ​​cintura centrale è dove si trovano la maggior parte delle città principali, tra cui Glasgow, Edimburgo, Dundee e Perth. L'unica grande città della Scozia al di fuori della Central Belt è Aberdeen. Le pianure scozzesi ospitano l'80% della popolazione totale, dove la cintura centrale conta 3,5 milioni di persone.

In generale, rimangono abitate solo le isole più accessibili e più grandi. Attualmente, meno di 90 rimangono abitati. Gli altopiani meridionali sono essenzialmente di natura rurale e dominati dall'agricoltura e dalla silvicoltura. [168] [169] A causa dei problemi abitativi di Glasgow ed Edimburgo, tra il 1947 e il 1966 furono designate cinque nuove città. Si tratta di East Kilbride, Glenrothes, Cumbernauld, Livingston e Irvine. [170]

L'immigrazione dalla seconda guerra mondiale ha dato a Glasgow, Edimburgo e Dundee piccole comunità dell'Asia meridionale.[171] Nel 2011, c'erano circa 49.000 persone di etnia pakistana che vivevano in Scozia, rendendole il più grande gruppo etnico non bianco. [6] Dall'allargamento dell'Unione europea, più persone dall'Europa centrale e orientale si sono trasferite in Scozia e il censimento del 2011 ha indicato che 61.000 polacchi vivono lì. [6] [172]

La Scozia ha tre lingue ufficialmente riconosciute: inglese, scozzese e gaelico scozzese. [173] [174] L'inglese standard scozzese, una varietà di inglese parlato in Scozia, è a un'estremità di un continuum linguistico bipolare, con l'ampio scozzese all'altra. [175] L'inglese standard scozzese potrebbe essere stato influenzato in varia misura dagli scozzesi. [176] [177] Il censimento del 2011 ha indicato che il 63% della popolazione "non aveva competenze in Scozia". [178] Altri parlano l'inglese delle Highland. Il gaelico è parlato principalmente nelle Western Isles, dove una grande percentuale di persone lo parla ancora, tuttavia a livello nazionale il suo uso è limitato a solo l'1% della popolazione. [179] Il numero di parlanti gaelico in Scozia è sceso da 250.000 nel 1881 a 60.000 nel 2008. [180]

Ci sono molte più persone con origini scozzesi che vivono all'estero rispetto alla popolazione totale della Scozia. Nel censimento del 2000, 9,2 milioni di americani hanno autodichiarato un certo grado di discendenza scozzese. [181] La popolazione protestante dell'Ulster è principalmente di origine scozzese di pianura, [182] e si stima che ci siano più di 27 milioni di discendenti della migrazione scozzese-irlandese che ora vivono negli Stati Uniti. [183] ​​[184] In Canada, la comunità scozzese-canadese conta 4,7 milioni di persone. [185] Circa il 20% della popolazione originaria di coloni europei della Nuova Zelanda proveniva dalla Scozia. [186]

Nell'agosto 2012, la popolazione scozzese ha raggiunto il massimo storico di 5,25 milioni di persone. [187] Le ragioni addotte erano che, in Scozia, le nascite superavano il numero delle morti e gli immigrati si trasferivano in Scozia dall'estero. Nel 2011, 43.700 persone si sono trasferite dal Galles, dall'Irlanda del Nord o dall'Inghilterra per vivere in Scozia. [187]

Il tasso di fertilità totale (TFR) in Scozia è inferiore al tasso di sostituzione di 2,1 (il TFR era 1,73 nel 2011 [188]). La maggior parte delle nascite è da donne non sposate (il 51,3% delle nascite è avvenuto al di fuori del matrimonio nel 2012 [189]).

L'aspettativa di vita per i nati in Scozia tra il 2012 e il 2014 è di 77,1 anni per i maschi e 81,1 anni per le femmine. [191] Questo è il più basso di uno qualsiasi dei quattro paesi del Regno Unito. [191]

Poco più della metà (54%) della popolazione scozzese ha dichiarato di essere cristiana, mentre quasi il 37% ha dichiarato di non avere una religione in un censimento del 2011. [192] Dalla Riforma scozzese del 1560, la chiesa nazionale (la Chiesa di Scozia, nota anche come The Kirk) è stata protestante nella classificazione e riformata nella teologia. Dal 1689 ha un sistema di governo ecclesiastico presbiteriano e gode di indipendenza dallo stato. [26] I suoi membri sono 398.389, [193] circa il 7,5% della popolazione totale, anche se secondo lo Scottish Annual Household Survey del 2014, il 27,8%, o 1,5 milioni di aderenti, hanno identificato la Chiesa di Scozia come la chiesa della loro religione. [194] La Chiesa gestisce una struttura parrocchiale territoriale, con ogni comunità in Scozia che ha una congregazione locale.

La Scozia ha anche una significativa popolazione cattolica romana, il 19% che professa quella fede, in particolare nella Greater Glasgow e nel nord-ovest. [195] Dopo la Riforma, il cattolicesimo romano in Scozia continuò nelle Highlands e in alcune isole occidentali come Uist e Barra, e fu rafforzato durante il XIX secolo dall'immigrazione dall'Irlanda. Altre denominazioni cristiane in Scozia includono la Free Church of Scotland e varie altre propaggini presbiteriane. La terza chiesa più grande della Scozia è la Chiesa Episcopale Scozzese. [196]

Ci sono circa 75.000 musulmani in Scozia (circa l'1,4% della popolazione), [192] [197] e comunità ebraiche, indù e sikh significative ma più piccole, specialmente a Glasgow. [197] Il monastero di Samyé Ling vicino a Eskdalemuir, che ha celebrato il suo 40° anniversario nel 2007, è il primo monastero buddista dell'Europa occidentale. [198]

Il capo di stato del Regno Unito è il monarca, attualmente la regina Elisabetta II (dal 1952). La monarchia del Regno Unito continua a utilizzare una varietà di stili, titoli e altri simboli reali di statualità specifici per la Scozia pre-unione, tra cui: il Royal Standard of Scotland, lo stemma reale utilizzato in Scozia insieme al suo Royal Standard associato , titoli reali tra cui quello di Duca di Rothesay, alcuni Grandi Ufficiali di Stato, l'Ordine cavalleresco del Cardo e, dal 1999, ripristinando un ruolo cerimoniale per la Corona di Scozia dopo una pausa di 292 anni. [199] La numerazione di regno di Elisabetta II causò polemiche nel 1953 perché non c'era mai stata una Elisabetta I in Scozia. MacCormick v Lord Advocate era un'azione legale intentata presso la Court of Session della Scozia dalla Scottish Covenant Association per contestare il diritto della regina di intitolarsi "Elisabetta II" in Scozia, ma la Corona ha vinto l'appello contro l'archiviazione del caso, poiché come titolatura reale è stata legiferata dal Royal Titles Act 1953 e una questione di prerogativa reale. [200]

La Scozia ha un'autogoverno limitato all'interno del Regno Unito, così come la rappresentanza nel parlamento britannico. I poteri esecutivi e legislativi sono stati rispettivamente devoluti al governo scozzese e al parlamento scozzese a Holyrood a Edimburgo dal 1999. Il parlamento britannico mantiene il controllo su questioni riservate specificate nello Scotland Act 1998, comprese tasse, sicurezza sociale, difesa, relazioni internazionali e radiodiffusione . [201] Il parlamento scozzese ha autorità legislativa per tutte le altre aree relative alla Scozia. Inizialmente aveva solo un potere limitato di variare l'imposta sul reddito, [202] ma i poteri in materia di tassazione e previdenza sociale sono stati notevolmente ampliati dagli Scotland Acts del 2012 e del 2016. [203] La legge del 2016 ha conferito al governo scozzese i poteri per gestire gli affari di la Crown Estate in Scozia, portando alla creazione della Crown Estate Scotland. [204]

Il parlamento scozzese può restituire il consenso legislativo su questioni devolute al parlamento britannico approvando una mozione di consenso legislativo se la legislazione del Regno Unito è considerata più appropriata per una determinata questione. I programmi di legislazione varati dal Parlamento scozzese hanno visto una divergenza nella fornitura di servizi pubblici rispetto al resto del Regno Unito. Ad esempio, l'istruzione universitaria e alcuni servizi di assistenza agli anziani sono gratuiti al punto di utilizzo in Scozia, mentre le tasse sono pagate nel resto del Regno Unito. La Scozia è stato il primo paese del Regno Unito a vietare il fumo nei luoghi pubblici chiusi. [205]

Il parlamento scozzese è una legislatura unicamerale con 129 membri (MSP): 73 di loro rappresentano collegi elettorali individuali e sono eletti con un sistema first-past-the-post, gli altri 56 sono eletti in otto diverse regioni elettorali dal sistema dei membri aggiuntivi. Gli MSP normalmente servono per un periodo di cinque anni. [206] Il Parlamento nomina uno dei suoi membri, che è poi nominato dal monarca per servire come primo ministro. Gli altri ministri sono nominati dal primo ministro e prestano servizio a sua discrezione. Insieme formano il governo scozzese, il braccio esecutivo del governo decentrato. [207] Il governo scozzese è guidato dal primo ministro, che risponde al parlamento scozzese ed è il ministro incaricato del governo scozzese. Il primo ministro è anche il leader politico della Scozia. Il governo scozzese comprende anche il vice primo ministro, attualmente John Swinney MSP, che sostituisce il primo ministro durante un periodo di assenza. Oltre ai requisiti del vice primo ministro come vice, il ministro ha anche una responsabilità ministeriale di gabinetto. [208] L'attuale governo scozzese ha nove segretari di gabinetto e ci sono altri 15 ministri che lavorano a fianco dei segretari di gabinetto nelle loro aree designate. [209]

Nelle elezioni del 2021, lo Scottish National Party (SNP) ha vinto 64 dei 129 seggi disponibili. [210] Nicola Sturgeon, il leader dell'SNP, è il primo ministro dal novembre 2014. [211] Anche i conservatori scozzesi, i laburisti scozzesi, i liberaldemocratici scozzesi ei verdi scozzesi hanno una rappresentanza in parlamento. [210] Le prossime elezioni del Parlamento scozzese si terranno il 7 maggio 2026. [212]

La Scozia è rappresentata nella Camera dei Comuni britannica da 59 parlamentari eletti dai collegi elettorali scozzesi territoriali. Nelle elezioni generali del 2019, l'SNP ha vinto 48 dei 59 seggi. [213] Ciò ha rappresentato un aumento significativo rispetto alle elezioni generali del 2017, quando l'SNP ha vinto 35 seggi. [213] [214] Anche i partiti conservatori, laburisti e liberaldemocratici rappresentano i collegi elettorali scozzesi alla Camera dei Comuni. [213] Le prossime elezioni generali sono previste per il 2 maggio 2024. Lo Scotland Office rappresenta il governo britannico in Scozia su questioni riservate e rappresenta gli interessi scozzesi all'interno del governo. [215] L'Ufficio per la Scozia è guidato dal Segretario di Stato per la Scozia, che siede nel Gabinetto del Regno Unito. [216] Il deputato conservatore Alister Jack ha ricoperto la carica da luglio 2019. [216]

Relazioni governative decentrate

I rapporti tra il governo centrale del Regno Unito e i governi decentrati di Scozia, Galles e Irlanda del Nord si basano su principi e accordi extra-statali i cui elementi principali sono stabiliti in un Protocollo d'intesa tra il governo britannico e i governi decentrati di Scozia, Galles e Irlanda del Nord. Il MOU pone l'accento sui principi di buona comunicazione, consultazione e cooperazione. [217]

Dalla devoluzione nel 1999, la Scozia ha devoluto relazioni di lavoro più forti tra gli altri due governi devoluti, il governo gallese e l'esecutivo dell'Irlanda del Nord. Sebbene non vi siano concordati formali tra il governo scozzese, il governo gallese e l'esecutivo dell'Irlanda del Nord, i ministri di ciascun governo decentrato si incontrano in vari momenti durante l'anno in occasione di vari eventi come il Consiglio britannico-irlandese e si incontrano anche per discutere questioni e questioni che sono devoluto a ciascun governo. [218] La Scozia, insieme al governo gallese, al governo britannico e all'esecutivo dell'Irlanda del Nord, partecipano al Comitato ministeriale congiunto (JMC) che consente a ciascun governo di discutere insieme questioni politiche e di lavorare insieme a ciascun governo per trovare soluzioni. Il governo scozzese considera il riuscito ripristino della plenaria e l'istituzione dei forum interni aspetti importanti delle relazioni con il governo britannico e le altre amministrazioni decentrate. [218]

A seguito della decisione del Regno Unito di ritirarsi dall'Unione europea nel 2016, il governo scozzese ha chiesto che ci sia un approccio congiunto da ciascuno dei governi decentrati. All'inizio del 2017, i governi decentrati si sono incontrati per discutere la Brexit e concordare le strategie Brexit di ciascun governo decentrato [219] che hanno portato Theresa May a rilasciare una dichiarazione che afferma che i governi decentrati non avranno un ruolo centrale o un processo decisionale nel Brexit, ma che il governo centrale prevede di "coinvolgere pienamente" la Scozia nei colloqui a fianco dei governi del Galles e dell'Irlanda del Nord. [220]

Diplomazia internazionale

Sebbene la politica estera resti una questione riservata, [221] il governo scozzese ha ancora il potere e la capacità di rafforzare e sviluppare la Scozia, l'economia e gli interessi scozzesi sulla scena mondiale e incoraggiare le imprese straniere, i governi decentrati internazionali, regionali e centrali a investire in Scozia. [222] Mentre il primo ministro di solito effettua una serie di visite estere e internazionali per promuovere la Scozia, anche le relazioni internazionali, le relazioni europee e del Commonwealth sono incluse nei portafogli del Segretario di gabinetto per la cultura, il turismo e gli affari esteri (responsabile dello sviluppo internazionale ) [223] e il ministro per lo sviluppo internazionale e l'Europa (responsabile delle relazioni dell'Unione europea e delle relazioni internazionali). [224]

Sebbene fosse una nazione sovrana indipendente, la Scozia aveva uno stretto "rapporto speciale" con la Francia (conosciuta allora come Regno di Francia). Nel 1295, sia la Scozia che la Francia firmarono quella che divenne nota come l'Auld Alliance a Parigi, che fungeva da alleanza militare e diplomatica tra l'invasione e l'espansione inglese. [225] L'esercito francese cercò l'assistenza della Scozia nel 1415 durante la battaglia di Agincourt, che era vicina al crollo del Regno di Francia. [225] L'Auld Alliance era considerata importante per la Scozia e per la sua posizione in Europa, avendo firmato un trattato di cooperazione militare, economica e diplomatica con una ricca nazione europea. [226] C'era stato un accordo tra la Scozia e la Francia che consentiva ai cittadini di entrambi i paesi di detenere la doppia cittadinanza, tuttavia, questo è stato revocato dal governo francese nel 1903. [227] In tempi recenti, ci sono stati argomenti che indicano che il Auld Alliance non è mai stata formalmente conclusa né dalla Scozia né dalla Francia, e molti elementi del trattato potrebbero rimanere in vigore oggi. [228] La Scozia e la Francia, tuttavia, continuano ad avere una relazione speciale, con una dichiarazione d'intenti firmata nel 2013 che impegnava sia la Scozia che la Francia a costruire sulla storia condivisa, sull'amicizia, sulla cooperazione tra i governi e sui programmi di scambio culturale. [229]

Durante il vertice del G8 del 2005, il primo ministro Jack McConnell ha accolto ogni capo di governo delle nazioni del G8 all'aeroporto di Glasgow Prestwick [230] a nome dell'allora primo ministro Tony Blair. Allo stesso tempo, McConnell e l'allora esecutivo scozzese hanno aperto la strada al lancio di quella che sarebbe diventata la Scotland Malawi Partnership, che coordina le attività scozzesi per rafforzare i legami esistenti con il Malawi. [231] Durante il periodo di McConnell come primo ministro, diverse relazioni con la Scozia, comprese quelle scozzesi e russe, si rafforzarono in seguito a una visita del presidente della Russia Vladimir Putin a Edimburgo. McConnell, parlando alla fine, ha sottolineato che la visita di Putin è stata un passo "post-devoluzione" verso la "Scozia che riconquista la sua identità internazionale". [232]

Sotto l'amministrazione Salmond, gli accordi commerciali e di investimento della Scozia con paesi come la Cina [233] [234] e il Canada, dove Salmond ha stabilito il Canada Plan 2010-2015 che mirava a rafforzare "gli importanti legami storici, culturali ed economici" tra entrambi il Canada e Scozia. [235] Per promuovere gli interessi e le imprese scozzesi in Nord America, esiste un ufficio per gli affari scozzesi situato a Washington, DC, con l'obiettivo di promuovere la Scozia sia negli Stati Uniti che in Canada. [236]

Durante una visita del 2017 negli Stati Uniti, il primo ministro Nicola Sturgeon ha incontrato Jerry Brown, governatore della California, dove entrambi hanno firmato un accordo che impegna sia il governo della California che il governo scozzese a lavorare insieme per affrontare il cambiamento climatico, [237] anche come Sturgeon che firma un accordo da 6,3 milioni di sterline per investimenti scozzesi da parte di aziende e aziende americane che promuovono il commercio, il turismo e l'innovazione. [238] Durante una visita ufficiale nella Repubblica d'Irlanda nel 2016, Sturgeon ha affermato che è "importante per l'Irlanda e la Scozia e per tutte le isole britanniche che l'Irlanda abbia un forte alleato in Scozia". [239] Durante lo stesso impegno, Sturgeon divenne il primo capo di governo a rivolgersi al Seanad Éireann, la camera alta dell'Oireachtas (il parlamento irlandese). [239]

Modifiche costituzionali

Una politica di devoluzione era stata sostenuta dai tre principali partiti politici britannici con diverso entusiasmo durante la storia recente. Un precedente leader laburista, John Smith, ha descritto la rinascita di un parlamento scozzese come "la volontà stabile del popolo scozzese". [241] Il parlamento scozzese devoluto è stato creato dopo che un referendum nel 1997 ha trovato il sostegno della maggioranza sia per la creazione del Parlamento che per la concessione di poteri limitati per variare l'imposta sul reddito. [242]

Lo Scottish National Party (SNP), che sostiene l'indipendenza scozzese, è stato eletto per la prima volta per formare il governo scozzese nel 2007. Il nuovo governo ha istituito una "Conversazione nazionale" su questioni costituzionali, proponendo una serie di opzioni come l'aumento dei poteri del governo scozzese Parlamento, federalismo o referendum sull'indipendenza della Scozia dal Regno Unito. Respingendo l'ultima opzione, i tre principali partiti di opposizione nel parlamento scozzese hanno creato una commissione per indagare sulla distribuzione dei poteri tra gli organi decentrati scozzesi e quelli britannici. [243] Lo Scotland Act 2012, basato su proposte della commissione, è stato successivamente emanato con il conferimento di ulteriori poteri al Parlamento scozzese. [244]

Nell'agosto 2009 l'SNP ha proposto un disegno di legge per indire un referendum sull'indipendenza nel novembre 2010. L'opposizione di tutti gli altri principali partiti ha portato a una sconfitta prevista. [245] [246] [247] Dopo che le elezioni del parlamento scozzese del 2011 hanno conferito all'SNP la maggioranza assoluta nel parlamento scozzese, il 18 settembre si è tenuto il referendum sull'indipendenza della Scozia del 2014. [248] Il referendum ha portato a un rifiuto dell'indipendenza, dal 55,3% al 44,7%. [249] [250] Durante la campagna, i tre principali partiti del parlamento britannico si impegnarono ad estendere i poteri del parlamento scozzese. [251] [252] Fu costituita una commissione di tutti i partiti presieduta da Robert Smith, il barone Smith di Kelvin, [252] che portò a un'ulteriore devoluzione dei poteri attraverso lo Scotland Act 2016. [253]

A seguito del referendum sull'Unione europea Act 2015, il referendum sull'adesione all'Unione europea del Regno Unito 2016 si è tenuto il 23 giugno 2016 sull'adesione della Gran Bretagna all'Unione europea. Una maggioranza nel Regno Unito ha votato per il ritiro dall'UE, mentre una maggioranza all'interno della Scozia ha votato per rimanere membro. [254]

Il primo ministro, Nicola Sturgeon, ha annunciato il giorno successivo che di conseguenza un nuovo referendum sull'indipendenza era "altamente probabile". [255] [254] Il 31 gennaio 2020 il Regno Unito si è formalmente ritirato dall'Unione europea. A Holyrood, il governo SNP di Sturgeon continua a fare campagna per un tale referendum nel dicembre 2019 è stata presentata una richiesta formale per i poteri di detenerne uno ai sensi della Sezione 30 dello Scotland Act. [256] [257] [258] A Westminster, il secondo ministero Johnson al governo del partito conservatore si è opposto a un altro referendum e ha rifiutato la richiesta del primo ministro. [259] [260] [261] Poiché gli affari costituzionali sono questioni riservate ai sensi dello Scotland Act, al Parlamento scozzese dovrebbero essere nuovamente concessi poteri aggiuntivi temporanei ai sensi della Sezione 30 per poter detenere un voto legalmente vincolante. [260] [262] [263]

Suddivisioni amministrative

Le suddivisioni storiche della Scozia includevano mormaerdom, stewartry, contea, borgo, parrocchia, contea e regioni e distretti. Alcuni di questi nomi sono ancora talvolta utilizzati come descrittori geografici. [264]

La Scozia moderna è suddivisa in vari modi a seconda dello scopo. Nel governo locale, dal 1996 ci sono 32 aree comunali a livello unico, [265] i cui consigli sono responsabili della fornitura di tutti i servizi del governo locale. Le decisioni sono prese dai consiglieri che vengono eletti alle elezioni locali ogni cinque anni. Il capo di ogni consiglio è solitamente il Lord Prevost insieme al Leader del consiglio, [266] con un amministratore delegato nominato come direttore dell'area del consiglio. [267] I consigli di comunità sono organizzazioni informali che rappresentano suddivisioni specifiche all'interno di ciascuna area del consiglio. [264]

Nel parlamento scozzese ci sono 73 collegi elettorali e otto regioni. Per il Parlamento del Regno Unito, ci sono 59 collegi elettorali. Fino al 2013, i vigili del fuoco e le forze di polizia scozzesi si basavano su un sistema di regioni introdotto nel 1975. Per i distretti sanitari e postali e una serie di altre organizzazioni governative e non governative come le chiese, esistono altri metodi di vecchia data di suddividere la Scozia ai fini dell'amministrazione.

Il diritto scozzese ha una base derivata dal diritto romano, [270] combinando caratteristiche sia del diritto civile non codificato, risalente al Corpus Juris Civilis, e common law con fonti medievali. I termini del Trattato di Unione con l'Inghilterra del 1707 garantivano la continua esistenza di un sistema giuridico separato in Scozia da quello di Inghilterra e Galles. [271] Prima del 1611, in Scozia esistevano diversi sistemi di leggi regionali, in particolare la legge Udal nelle Orcadi e nelle Shetland, basata sull'antica legge norrena. Vari altri sistemi derivati ​​da leggi celtiche o brehon comuni sopravvissero nelle Highlands fino al 1800. [272]

La legge scozzese prevede tre tipi di tribunali responsabili dell'amministrazione della giustizia: civile, penale e araldica. La corte civile suprema è la Court of Session, anche se i ricorsi civili possono essere presentati alla Corte Suprema del Regno Unito (o prima del 1 ottobre 2009, alla House of Lords). L'Alta Corte di Giustizia è la corte penale suprema in Scozia. La Court of Session è ospitata presso il Parliament House, a Edimburgo, che era la sede del Parlamento scozzese pre-Union con l'Alta Corte di Giustizia e la Corte Suprema d'Appello attualmente situate al Lawnmarket. La Sheriff Court è il principale tribunale penale e civile, che si occupa della maggior parte dei casi. Ci sono 49 tribunali dello sceriffo in tutto il paese. [273] I tribunali distrettuali sono stati introdotti nel 1975 per reati minori e controversie di modesta entità. Questi sono stati gradualmente sostituiti dai tribunali della giustizia di pace dal 2008 al 2010. La Corte del Signore di Lione regola l'araldica.

Per tre secoli il sistema legale scozzese è stato unico per essere l'unico sistema legale nazionale senza un parlamento. Questo si è concluso con l'avvento del Parlamento scozzese nel 1999, che legifera per la Scozia. Molte funzionalità all'interno del sistema sono state conservate. All'interno del diritto penale, il sistema legale scozzese è l'unico ad avere tre possibili verdetti: "colpevole", "non colpevole" e "non provato". [274] Sia "non colpevole" che "non provato" si traducono in un'assoluzione, in genere senza possibilità di nuovo processo in conformità con la regola della doppia incriminazione. C'è, tuttavia, la possibilità di un nuovo processo in cui emergono nuove prove a una data successiva che avrebbe potuto risultare conclusiva nel precedente giudizio di primo grado, ove l'assolto ammetta successivamente il reato o ove si possa provare che l'assoluzione era viziata da un tentativo di pervertire il corso della giustizia – cfr. Double Jeopardy (Scotland) Act 2011. Molte leggi differiscono tra la Scozia e le altre parti del Regno Unito e molti termini differiscono per alcuni concetti legali. L'omicidio colposo, in Inghilterra e Galles, è ampiamente simile all'omicidio colposo in Scozia, e l'incendio doloso è chiamato incendio volontario sollevamento. Infatti, alcuni atti considerati crimini in Inghilterra e Galles, come la contraffazione, non sono così in Scozia. Anche la procedura differisce. Le giurie scozzesi, sedute in casi penali, sono costituite da quindici giurati, WH ich è tre in più rispetto a quanto è tipico in molti paesi. [275]

Lo Scottish Prison Service (SPS) gestisce le carceri in Scozia, che ospitano complessivamente oltre 8.500 detenuti. [276] Il Segretario di gabinetto per la giustizia è responsabile del servizio penitenziario scozzese all'interno del governo scozzese.

L'assistenza sanitaria in Scozia è fornita principalmente dal NHS Scotland, il sistema sanitario pubblico scozzese. Questo è stato istituito dal National Health Service (Scotland) Act 1947 (poi abrogato dal National Health Service (Scotland) Act 1978) entrato in vigore il 5 luglio 1948 in concomitanza con il lancio del NHS in Inghilterra e Galles. Tuttavia, anche prima del 1948, metà del territorio scozzese era già coperto da assistenza sanitaria finanziata dallo stato, fornita dall'Highlands and Islands Medical Service. [278] La politica sanitaria e il finanziamento sono di responsabilità delle Direzioni sanitarie del governo scozzese. L'attuale segretario di gabinetto per la salute e lo sport è Jeane Freeman [279] e il direttore generale (DG) Salute e amministratore delegato, NHS Scotland è Caroline Lamb. [280]

Nel 2008, il NHS in Scozia contava circa 158.000 dipendenti, tra cui più di 47.500 infermieri, ostetriche e operatori sanitari e oltre 3.800 consulenti. Ci sono anche più di 12.000 medici, medici di famiglia e professionisti sanitari alleati, inclusi dentisti, ottici e farmacisti di comunità, che operano come appaltatori indipendenti fornendo una gamma di servizi all'interno del NHS in cambio di tasse e indennità. Queste tasse e indennità sono state rimosse nel maggio 2010 e le prescrizioni sono completamente gratuite, anche se dentisti e ottici possono addebitare se la famiglia del paziente guadagna oltre un certo importo, circa £ 30.000 all'anno. [281]

La Scozia ha un'economia mista aperta in stile occidentale strettamente collegata al resto del Regno Unito e al resto del mondo. Tradizionalmente, l'economia scozzese era dominata dall'industria pesante sostenuta dalla costruzione navale a Glasgow, dall'estrazione del carbone e dall'industria siderurgica. Anche le industrie petrolifere associate all'estrazione del petrolio del Mare del Nord sono state importanti datori di lavoro dagli anni '70, specialmente nel nord-est della Scozia. La deindustrializzazione durante gli anni '70 e '80 ha visto uno spostamento da un focus manifatturiero verso un'economia più orientata ai servizi.

Il prodotto interno lordo (PIL) della Scozia, compreso il petrolio e il gas prodotti nelle acque scozzesi, è stato stimato a 150 miliardi di sterline per l'anno solare 2012. [283] Nel 2014 il PIL pro capite della Scozia è stato uno dei più alti dell'UE. [284] Ad aprile 2019 il tasso di disoccupazione scozzese era del 3,3%, al di sotto del tasso complessivo del Regno Unito del 3,8%, e il tasso di occupazione scozzese era del 75,9%. [285]

Edimburgo è il centro dei servizi finanziari della Scozia, con molte grandi società finanziarie con sede lì, tra cui: Lloyds Banking Group (proprietari di HBOS), la Royal Bank of Scotland di proprietà del governo e Standard Life. Edimburgo è stata classificata al 15° posto nell'elenco dei centri finanziari mondiali nel 2007, ma è scesa al 37° nel 2012, a causa di danni alla sua reputazione, [286] e nel 2016 si è classificata al 56° su 86. [287] Il suo status era comunque tornato al 17° entro il 2020. [288]

Nel 2014, le esportazioni scozzesi totali (escluso il commercio all'interno del Regno Unito) sono state stimate in 27,5 miliardi di sterline. [289] Le principali esportazioni della Scozia includono whisky, elettronica e servizi finanziari. [290] Gli Stati Uniti, i Paesi Bassi, la Germania, la Francia e la Norvegia costituiscono i principali mercati di esportazione del paese. [290]

Il whisky è uno dei beni economici più conosciuti della Scozia. Le esportazioni sono aumentate dell'87% nel decennio fino al 2012 [291] e nel 2013 sono state valutate 4,3 miliardi di sterline, ovvero l'85% delle esportazioni di cibo e bevande della Scozia. [292] Supporta direttamente circa 10.000 posti di lavoro e indirettamente 25.000. [293] Potrebbe contribuire con 400-682 milioni di sterline alla Scozia, anziché diversi miliardi di sterline, poiché oltre l'80% del whisky prodotto è di proprietà di società non scozzesi. [294] Un briefing pubblicato nel 2002 dallo Scottish Parliament Information Centre (SPICe) per l'Enterprise and Life Long Learning Committee del Parlamento scozzese affermava che il turismo rappresentava fino al 5% del PIL e il 7,5% dell'occupazione. [295]

La Scozia è stata una delle potenze industriali d'Europa dal tempo della Rivoluzione industriale in poi, essendo un leader mondiale nella produzione. [296] Ciò ha lasciato un'eredità nella diversità di beni e servizi che la Scozia produce, dai tessuti, whisky e pasta frolla ai motori a reazione, autobus, software per computer, navi, avionica e microelettronica, nonché banche, assicurazioni, gestione degli investimenti e altri relativi servizi finanziari. [297] In comune con la maggior parte delle altre economie industrializzate avanzate, la Scozia ha visto un declino nell'importanza sia delle industrie manifatturiere che delle industrie estrattive di base. Questo, tuttavia, è stato combinato con un aumento del settore dei servizi dell'economia, che è cresciuto fino a diventare il più grande settore in Scozia. [298]

Valuta

Sebbene la Bank of England sia la banca centrale del Regno Unito, tre banche di compensazione scozzesi emettono banconote in sterline: la Bank of Scotland, la Royal Bank of Scotland e la Clydesdale Bank. L'emissione di banconote da parte delle banche al dettaglio in Scozia è soggetta al Banking Act 2009, che ha abrogato tutta la precedente legislazione in base alla quale l'emissione di banconote era regolamentata, e ai regolamenti sulle banconote scozzesi e dell'Irlanda del Nord del 2009. [299]

Il valore delle banconote scozzesi in circolazione nel 2013 era di 3,8 miliardi di sterline, sottoscritto dalla Banca d'Inghilterra utilizzando i fondi depositati da ciascuna banca di compensazione, ai sensi del Banking Act 2009, al fine di coprire il valore totale di tali banconote in circolazione. [300]

Dei soldi spesi per la difesa del Regno Unito, circa 3,3 miliardi di sterline possono essere attribuiti alla Scozia a partire dal 2018/2019. [301]

La Scozia aveva una lunga tradizione militare precedente al Trattato di Unione con l'Inghilterra, l'esercito scozzese e la Royal Scots Navy (con l'eccezione degli Atholl Highlanders, l'unico esercito privato legale d'Europa) si fusero con le loro controparti inglesi per formare la Royal Navy e l'esercito britannico , che insieme fanno parte delle forze armate britanniche. Numerosi reggimenti scozzesi sono esistiti in varie epoche nell'esercito britannico. I reggimenti tipicamente scozzesi dell'esercito britannico includono le guardie scozzesi, le guardie dei dragoni scozzesi reali e il 154 (scozzese) reggimento RLC, un reggimento di riserva dell'esercito del Royal Logistic Corps. Nel 2006, a seguito del Fornire sicurezza in un mondo che cambia white paper, i reggimenti di fanteria scozzese nella divisione scozzese furono amalgamati per formare il Royal Regiment of Scotland. Come risultato della Strategic Defense and Security Review 2010 della coalizione Cameron-Clegg, i reggimenti scozzesi della linea della fanteria dell'esercito britannico, dopo aver precedentemente formato la divisione scozzese, sono stati riorganizzati nella divisione scozzese, gallese e irlandese nel 2017. Prima della formazione della divisione scozzese, la fanteria scozzese è stata organizzata in una brigata di pianura e brigata delle Highland.

A causa della loro topografia e della lontananza percepita, parti della Scozia hanno ospitato molti istituti di difesa sensibili. [302] [303] [304] Tra il 1960 e il 1991, l'Holy Loch fu una base per la flotta statunitense di sottomarini missilistici balistici Polaris. [305] Oggi, la base navale di Sua Maestà Clyde, 25 miglia (40 chilometri) a nord-ovest di Glasgow, è la base per i quattro soldati armati del Tridente. Avanguardiasottomarini missilistici balistici di classe che costituiscono il deterrente nucleare britannico. Scapa Flow è stata la principale base della flotta per la Royal Navy fino al 1956.

Scapa Flow, in Scozia, è stata la base principale della Royal Navy nel XX secolo. [306] Con l'intensificarsi della Guerra Fredda nel 1961, gli Stati Uniti schierarono missili balistici Polaris e sottomarini nell'Holy Loch di Firth of Clyde. Le proteste pubbliche degli attivisti della CND si sono rivelate inutili. La Royal Navy convinse con successo il governo a consentire la base perché voleva i propri sottomarini Polaris, e li ottenne nel 1963. La base sottomarina nucleare della RN fu aperta con quattro Risoluzionesottomarini di classe Polaris presso la base navale di Faslane ampliata sulla Gare Loch. Il primo pattugliamento di un sottomarino armato del Tridente è avvenuto nel 1994, anche se la base statunitense è stata chiusa alla fine della Guerra Fredda. [307]

Un'unica base della Royal Air Force in prima linea si trova in Scozia. La RAF Lossiemouth, situata a Moray, è la base di caccia di difesa aerea più settentrionale del Regno Unito ed è sede di tre squadroni di jet veloci equipaggiati con l'Eurofighter Typhoon.

Il sistema educativo scozzese è sempre stato distinto dal resto del Regno Unito, con un'enfasi caratteristica su un'istruzione ampia. [308] Nel XV secolo, l'enfasi umanista sull'educazione si accumulò con l'approvazione dell'Education Act 1496, che decretò che tutti i figli di baroni e proprietari di sostanze dovrebbero frequentare le scuole di grammatica per imparare il "perfetto Latyne", con conseguente aumento della alfabetizzazione tra un'élite maschile e ricca. [309] Nella Riforma, il 1560 Primo Libro della Disciplina elaborò un progetto per una scuola in ogni parrocchia, ma ciò si rivelò finanziariamente impossibile. [310] Nel 1616 un atto del Consiglio Privato ordinava ad ogni parrocchia di istituire una scuola. [311] Alla fine del XVII secolo c'era una rete in gran parte completa di scuole parrocchiali nelle pianure, ma nelle Highlands l'istruzione di base era ancora carente in molte aree. [312] L'istruzione rimase una questione per la chiesa piuttosto che per lo stato fino all'Education (Scotland) Act 1872. [313]

Il Curriculum per l'eccellenza, il curricolo scolastico nazionale della Scozia, attualmente fornisce il quadro curriculare per bambini e giovani dai 3 ai 18 anni. [314] Tutti i bambini di 3 e 4 anni in Scozia hanno diritto a un asilo nido gratuito. L'istruzione primaria formale inizia a circa 5 anni e dura 7 anni (P1-P7) i bambini in Scozia studiano Standard Grades, o qualifiche intermedie di età compresa tra 14 e 16 anni. Queste vengono gradualmente eliminate e sostituite dalle qualifiche nazionali del Curriculum per l'eccellenza. L'età della fine della scuola è di 16 anni, dopodiché gli studenti possono scegliere di rimanere a scuola e studiare per le qualifiche di accesso, livello intermedio o superiore e superiore avanzato. Un piccolo numero di studenti in alcune scuole private e indipendenti può seguire il sistema inglese e studiare invece verso GCSE e A e AS-Levels. [315]

Ci sono quindici università scozzesi, alcune delle quali sono tra le più antiche del mondo. [316] [317] Le quattro università fondate prima della fine del XVI secolo – l'Università di St Andrews, l'Università di Glasgow, l'Università di Aberdeen e l'Università di Edimburgo – sono conosciute collettivamente come le antiche università della Scozia, tutte di cui si collocano tra le 200 migliori università del mondo nelle classifiche THE, con Edimburgo tra le prime 50. [318] La Scozia aveva più università pro capite nella top 100 del QS' World University Rankings nel 2012 rispetto a qualsiasi altra nazione. [319] Il paese produce l'1% della ricerca pubblicata mondiale con meno dello 0,1% della popolazione mondiale e gli istituti di istruzione superiore rappresentano il 9% delle esportazioni del settore dei servizi della Scozia. [320] [321] I tribunali universitari scozzesi sono gli unici organi in Scozia autorizzati a rilasciare diplomi.

Le lezioni sono gestite dalla Student Awards Agency Scotland (SAAS), che non addebita tasse a quelli che definisce "Giovani studenti". Per Giovani Studenti si intendono i minori di 25 anni, senza figli, matrimonio, unione civile o convivente, che non siano stati al di fuori dell'istruzione a tempo pieno per più di tre anni. Esistono tasse per coloro al di fuori della definizione di giovane studente, in genere da £ 1.200 a £ 1.800 per i corsi di laurea, a seconda dell'anno di applicazione e del tipo di qualifica. Le tasse post-laurea possono arrivare fino a £ 3.400. [322] Il sistema è in vigore dal 2007, quando sono state abolite le dotazioni per i laureati. [323] Il portavoce dell'istruzione del lavoro, Rhona Brankin, ha criticato il sistema scozzese per non aver affrontato la povertà degli studenti. [324]

Le università scozzesi sono integrate nell'offerta di istruzione superiore e superiore da 43 college. I college offrono certificati nazionali, certificati nazionali superiori e diplomi nazionali superiori. Questi premi di gruppo, insieme alle qualifiche professionali scozzesi, mirano a garantire che la popolazione scozzese abbia le competenze e le conoscenze adeguate per soddisfare le esigenze del posto di lavoro. Nel 2014, una ricerca riportata dall'Office for National Statistics ha rilevato che la Scozia era il paese più istruito in Europa e tra i più istruiti al mondo in termini di livello di istruzione terziaria, con circa il 40% delle persone in Scozia di età compresa tra 16 e 16 anni. 64 istruiti al livello NVQ 4 e superiori. [325] Sulla base dei dati originali per le regioni statistiche dell'UE, tutte e quattro le regioni scozzesi si sono classificate significativamente al di sopra della media europea per il completamento dell'istruzione di livello terziario da parte dei giovani di età compresa tra 25 e 64 anni. [326]

La Kilmarnock Academy nell'East Ayrshire è una delle uniche due scuole del Regno Unito, e l'unica in Scozia, ad aver formato due Premi Nobel: Alexander Fleming, scopritore della Penicillina, e John Boyd Orr, I barone Boyd-Orr, per il suo ricerca scientifica sulla nutrizione e il suo lavoro come primo direttore generale dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura (FAO).

Musica scozzese

La musica scozzese è un aspetto significativo della cultura della nazione, con influenze sia tradizionali che moderne. Un famoso strumento tradizionale scozzese è la cornamusa Great Highland, uno strumento a fiato composto da tre bordoni e un flauto melodico (chiamato chanter), che sono alimentati continuamente da un serbatoio d'aria in una sacca. Bande di cornamuse, con cornamuse e vari tipi di tamburi, e che mettono in mostra stili musicali scozzesi mentre ne creano di nuovi, si sono diffusi in tutto il mondo. Anche il clàrsach (arpa), il violino e la fisarmonica sono strumenti tradizionali scozzesi, questi ultimi due molto presenti nelle bande di danza country scozzesi. Ci sono molte band scozzesi di successo e singoli artisti in vari stili tra cui Annie Lennox, Amy Macdonald, Runrig, Belle and Sebastian, Boards of Canada, Camera Obscura, Cocteau Twins, Deacon Blue, Franz Ferdinand, Susan Boyle, Emeli Sandé, Texas, The View, The Fratellis, Twin Atlantic e Biffy Clyro. Altri musicisti scozzesi includono Shirley Manson, Paolo Nutini, Andy Stewart e Calvin Harris, i quali hanno ottenuto un notevole successo commerciale nei mercati musicali internazionali [327] Shirley Manson si è esibita all'apertura del concerto del Parlamento scozzese del 1999 a Princes Street Gardens con la sua band Spazzatura. [328]

La rock band Simple Minds è stata la band scozzese di maggior successo commerciale degli anni '80, avendo trovato successo nei mercati internazionali come Stati Uniti, Canada, Australia e Nuova Zelanda, [329] mentre il cantante pop Lewis Capaldi è stato riconosciuto come l'artista più venduto in il Regno Unito nel 2019. [330]

Letteratura

La Scozia ha un'eredità letteraria che risale all'alto Medioevo. La prima letteratura esistente composta in quella che oggi è la Scozia era nel discorso brittonico nel VI secolo, ma è conservata come parte della letteratura gallese. [331] La letteratura medievale successiva includeva opere in latino, [332] gaelico, [333] inglese antico [334] e francese. [335] Il primo testo importante sopravvissuto in Early Scots è l'epopea del poeta del XIV secolo John Barbour Brus, incentrato sulla vita di Roberto I, [336] e fu presto seguito da una serie di romanzi vernacolari e opere in prosa. [337] Nel XVI secolo, il patrocinio della corona aiutò lo sviluppo del dramma e della poesia scozzesi, [338] ma l'ascesa al trono inglese di Giacomo VI rimosse un importante centro di mecenatismo letterario e lo scozzese fu messo da parte come lingua letteraria. [339] L'interesse per la letteratura scozzese fu ripreso nel XVIII secolo da personaggi tra cui James Macpherson, il cui Ciclo di Ossian lo rese il primo poeta scozzese a guadagnare una reputazione internazionale e fu una grande influenza sull'Illuminismo europeo. [340] Fu anche una grande influenza su Robert Burns, che molti considerano il poeta nazionale, [341] e Walter Scott, i cui Waverley Novels fecero molto per definire l'identità scozzese nel XIX secolo. [342] Verso la fine dell'era vittoriana un certo numero di autori di origine scozzese raggiunsero fama internazionale come scrittori in inglese, tra cui Robert Louis Stevenson, Arthur Conan Doyle, J. M. Barrie e George MacDonald. [343] Nel XX secolo il Rinascimento scozzese ha visto un'ondata di attività letteraria e tentativi di rivendicare la lingua scozzese come mezzo per la letteratura seria. [344] I membri del movimento furono seguiti da una nuova generazione di poeti del dopoguerra tra cui Edwin Morgan, che sarebbe stato nominato primo Scots Makar dal governo scozzese inaugurale nel 2004. [345] Dagli anni '80 la letteratura scozzese ha goduto di un altro importante risveglio , particolarmente associato a un gruppo di scrittori tra cui Irvine Welsh. [344] I poeti scozzesi emersi nello stesso periodo includevano Carol Ann Duffy, che, nel maggio 2009, fu la prima scozzese nominata Poeta Laureato del monarca. [346]

Connessioni celtiche

Essendo una delle nazioni celtiche, la Scozia e la cultura scozzese sono rappresentate in eventi interceltici in patria e nel mondo. La Scozia ospita numerosi festival musicali tra cui Celtic Connections (Glasgow) e l'Hebridean Celtic Festival (Stornoway). I festival che celebrano la cultura celtica, come il Festival Interceltique de Lorient (Bretagna), il Pan Celtic Festival (Irlanda) e il National Celtic Festival (Portarlington, Australia), presentano elementi della cultura scozzese come lingua, musica e danza. [347] [348] [349] [350] [351] [352] [353] [ citazioni eccessive ]

Identità nazionale

L'immagine di Sant'Andrea, martirizzato mentre era legato a una croce a forma di X, apparve per la prima volta nel Regno di Scozia durante il regno di Guglielmo I. [354] Dopo la morte del re Alessandro III nel 1286 un'immagine di Andrea fu usata su il sigillo dei Guardiani di Scozia che assunsero il controllo del regno durante il successivo interregno. [355] L'uso di un simbolo semplificato associato a Sant'Andrea, la croce di Sant'Andrea, ha le sue origini alla fine del XIV secolo quando il Parlamento di Scozia decretò nel 1385 che i soldati scozzesi dovessero indossare una croce di Sant'Andrea bianca sul davanti e sul retro delle loro tuniche. [356] Si dice che l'uso di uno sfondo blu per la Croce di Sant'Andrea risalga almeno al XV secolo. [357] Dal 1606 la croce di Sant'Antonio ha anche fatto parte del disegno della bandiera dell'Unione. Ci sono numerosi altri simboli e manufatti simbolici, sia ufficiali che non ufficiali, tra cui il cardo, l'emblema floreale della nazione (celebrato nella canzone, The Thistle o' Scotland), la Dichiarazione di Arbroath, che incorpora una dichiarazione di indipendenza politica fatta il 6 aprile 1320, il tartan con motivo tessile che spesso indica un particolare clan scozzese e la bandiera reale del leone rampante. [358] [359] [360] Gli Highlanders possono ringraziare James Graham, III duca di Montrose, per l'abrogazione nel 1782 della legge del 1747 che proibiva l'uso del tartan. [361]

Sebbene non ci sia un inno nazionale ufficiale della Scozia, [362] Fiore di Scozia si gioca in occasioni speciali ed eventi sportivi come partite di calcio e rugby che coinvolgono le squadre nazionali scozzesi e dal 2010 si gioca anche ai Giochi del Commonwealth dopo essere stato votato il favorito travolgente dagli atleti scozzesi partecipanti. [363] Altri candidati attualmente meno popolari per l'inno nazionale della Scozia includono Scozia il coraggioso, Cattedrale dell'altopiano, Scozzesi Wha Hae e Un uomo è un uomo per A' That. [364]

Il giorno di Sant'Andrea, il 30 novembre, è il giorno nazionale, anche se la Burns' Night tende a essere più ampiamente osservata, in particolare al di fuori della Scozia. Nel 2006, il Parlamento scozzese ha approvato il St Andrew's Day Bank Holiday (Scotland) Act 2007, che designa il giorno un giorno festivo ufficiale. [365] Il Tartan Day è una recente innovazione dal Canada. [ citazione necessaria ]

L'animale nazionale della Scozia è l'unicorno, simbolo araldico scozzese fin dal XII secolo. [366]

Cucina

La cucina scozzese ha caratteristiche e ricette proprie, ma condivide molto con la più ampia cucina britannica ed europea a causa delle influenze locali e straniere, sia antiche che moderne. I piatti tradizionali scozzesi esistono accanto ai prodotti alimentari internazionali portati dalla migrazione. La dispensa naturale scozzese di selvaggina, latticini, pesce, frutta e verdura è il fattore principale nella cucina scozzese tradizionale, con un'elevata dipendenza dalla semplicità e la mancanza di spezie dall'estero, poiché queste erano storicamente rare e costose. L'Irn-Bru è la bevanda analcolica gassata scozzese più comune, spesso descritta come "l'altra bevanda nazionale della Scozia" (dopo il whisky). [367] Durante il tardo medioevo e l'inizio dell'era moderna, la cucina francese ebbe un ruolo nella cucina scozzese a causa degli scambi culturali promossi dall'"Auld Alliance", [368] specialmente durante il regno di Maria, regina di Scozia. Mary, al suo ritorno in Scozia, ha portato un entourage di personale francese che è considerato responsabile della rivoluzione della cucina scozzese e di alcune delle terminologie alimentari uniche della Scozia. [369]

Giornali nazionali come il Record giornaliero, l'araldo, Lo scozzese e La nazionale sono tutti prodotti in Scozia. [371] Importanti quotidiani regionali includono l'Evening News di Edimburgo, Il Corriere a Dundee a est, e La stampa e il giornale servire Aberdeen e il nord. [371] La Scozia è rappresentata al Celtic Media Festival, che mette in mostra film e televisione dei paesi celtici. I partecipanti scozzesi hanno vinto molti premi dall'inizio del festival nel 1980. [372]

La televisione in Scozia è in gran parte la stessa delle trasmissioni in tutto il Regno Unito, tuttavia, l'emittente nazionale è BBC Scotland, una divisione della BBC. Gestisce tre stazioni televisive nazionali BBC One Scotland, BBC Scotland channel e l'emittente in lingua gaelica BBC Alba, e le stazioni radio nazionali, BBC Radio Scozia e BBC Radio nan Gàidheal, fra gli altri. La principale stazione televisiva commerciale scozzese è STV, che trasmette su due delle tre regioni ITV della Scozia. [373]

La Scozia ha un certo numero di società di produzione che producono film e programmi televisivi per il pubblico scozzese, britannico e internazionale. I film popolari associati alla Scozia attraverso la produzione scozzese o che sono stati girati in Scozia includono Cuore impavido (1995), [374] Highlander (1986), [374] Trainspotting (1996), [374] Strada Rossa (2006), Neds (2010), [374] La parte dell'angelo (2012), Coraggioso (2012) [375] e Re fuorilegge (2018). [376] I programmi televisivi popolari associati alla Scozia includono la lunga soap opera della BBC Scotland città fluviale che va in onda dal 2002, [377] Ancora gioco, una popolare sitcom scozzese trasmessa in tutto il Regno Unito (2002-2007, ripresa nel 2016), [378] Rab C. Nesbitt, Due porte in basso [379] e Prendi la strada maestra. [380]

Wardpark Studios a Cumbernauld è uno degli studi di produzione televisiva e cinematografica della Scozia in cui il programma televisivo straniero è prodotto. [381] I Dumbarton Studios, situati a Dumbarton, sono ampiamente utilizzati per la programmazione della BBC Scotland, utilizzati per le riprese e la produzione di programmi televisivi come Ancora gioco, città fluviale, Due porte in basso, e Shetland. [382]

La Scozia ospita le proprie competizioni sportive nazionali e ha una rappresentanza indipendente in diversi eventi sportivi internazionali, tra cui la Coppa del mondo FIFA, la Coppa del mondo di rugby, la Coppa del mondo di rugby, la Coppa del mondo di cricket, la Coppa del mondo di Netball e i Giochi del Commonwealth. La Scozia ha i propri organi di governo nazionali, come la Scottish Football Association (la seconda più antica associazione calcistica nazionale al mondo) [383] e la Scottish Rugby Union. Variazioni del calcio sono state giocate in Scozia per secoli, con il primo riferimento che risale al 1424. [384]

Calcio

La prima partita ufficiale di calcio dell'associazione internazionale al mondo si è tenuta nel 1872 ed è stata un'idea di C. W. Alcock della Football Association, che stava cercando di promuovere l'associazione calcistica in Scozia. [385] [ è necessaria una fonte migliore ] La partita si è svolta presso lo stadio Hamilton Crescent del West of Scotland Cricket Club nell'area Partick di Glasgow. La partita è stata tra Scozia e Inghilterra e ha portato a un pareggio per 0-0. In seguito a questo, il calcio di nuova concezione è diventato lo sport più popolare in Scozia. La Coppa di Scozia fu disputata per la prima volta nel 1873. Il Queen's Park FC, a Glasgow, è probabilmente la più antica squadra di calcio del mondo al di fuori dell'Inghilterra. [386] [387]

La Scottish Football Association (SFA), la seconda più antica associazione calcistica nazionale al mondo, è il principale organo di governo dell'associazione calcistica scozzese e membro fondatore dell'International Football Association Board (IFAB) che regola le Regole del Gioco. Come risultato di questo ruolo chiave nello sviluppo dello sport, la Scozia è uno dei soli quattro paesi ad avere un rappresentante permanente nell'IFAB, mentre gli altri quattro rappresentanti sono nominati dalla FIFA per periodi prestabiliti. [ citazione necessaria ] [388]

L'SFA ha anche la responsabilità della squadra nazionale di calcio scozzese, i cui sostenitori sono comunemente noti come "Tartan Army". A partire da dicembre 2019 [aggiornamento], la Scozia è classificata come la 50a migliore squadra nazionale di calcio nelle classifiche mondiali FIFA. [389] La squadra nazionale ha partecipato per l'ultima volta alla Coppa del Mondo in Francia nel 1998, ma è arrivata ultima nella fase a gironi. [390] La squadra femminile scozzese ha ottenuto successi più recenti, qualificandosi sia per Euro 2017 [391] che per la Coppa del Mondo 2019. [392] A partire da dicembre 2019 [aggiornamento], sono state classificate come la 22a migliore squadra nazionale femminile nelle classifiche FIFA. [393]

I club scozzesi hanno ottenuto un certo successo nelle competizioni europee, con il Celtic che ha vinto la Coppa dei Campioni nel 1967, Rangers e Aberdeen che hanno vinto la Coppa delle Coppe UEFA rispettivamente nel 1972 e nel 1983, e l'Aberdeen ha vinto anche la Supercoppa UEFA nel 1983. Celtic, Rangers e Anche il Dundee United ha raggiunto le finali europee, l'ultima delle quali è stata quella dei Rangers nel 2008. [394]

Con il moderno gioco del golf originario della Scozia del XV secolo, il paese viene promosso come la patria del golf. [395] [396] [397] Per molti giocatori di golf l'Old Course nella città di St Andrews, un antico campo di collegamenti risalente a prima del 1552, [398] è considerato un luogo di pellegrinaggio. [399] Nel 1764, il campo da golf standard a 18 buche fu creato a St Andrews quando i membri modificarono il campo da 22 a 18 buche. [400] Il torneo di golf più antico del mondo, e il primo major del golf, è l'Open Championship, che fu giocato per la prima volta il 17 ottobre 1860 al Prestwick Golf Club, nell'Ayrshire, in Scozia, con i golfisti scozzesi che vinsero i primi major. [401] Ci sono molti altri campi da golf famosi in Scozia, compreso Carnoustie, Gleneagles, Muirfield e Royal Troon.

Altri sport

Altre caratteristiche distintive della cultura sportiva nazionale includono i giochi delle Highland, il curling e lo shinty. Nel pugilato, la Scozia ha avuto 13 campioni del mondo, tra cui Ken Buchanan, Benny Lynch e Jim Watt. La Scozia ha avuto successo anche nel motorsport, in particolare in Formula Uno. Piloti degni di nota includono David Coulthard, Jim Clark, Paul Di Resta e Jackie Stewart. [402] In IndyCar, Dario Franchitti ha vinto 4 campionati mondiali IndyCar consecutivi. [403]

La Scozia ha partecipato a tutti i Giochi del Commonwealth dal 1930 e ha vinto 356 medaglie in totale: 91 d'oro, 104 d'argento e 161 di bronzo. [404] Edimburgo ha ospitato i Giochi del Commonwealth nel 1970 e nel 1986, e più recentemente a Glasgow nel 2014. [405]

Energia

Le fonti energetiche primarie della Scozia sono fornite dalle energie rinnovabili (42%), dal nucleare (35%) e dalla produzione di combustibili fossili (22%). [406]

Il governo scozzese ha l'obiettivo di fornire l'equivalente del 50% dell'energia per il consumo di calore, trasporti ed elettricità della Scozia da fonti rinnovabili entro il 2030. [407]

Trasporto

La Scozia ha cinque aeroporti internazionali che operano servizi di linea verso l'Europa, il Nord America e l'Asia, nonché servizi domestici verso l'Inghilterra, l'Irlanda del Nord e il Galles.

Highlands and Islands Airports gestisce undici aeroporti nelle Highlands, nelle Orcadi, nelle Shetland e nelle Western Isles, utilizzati principalmente per operazioni di servizio pubblico a breve distanza, sebbene l'aeroporto di Inverness abbia numerosi voli di linea verso destinazioni nel Regno Unito e nell'Europa continentale.

L'aeroporto di Edimburgo è attualmente l'aeroporto più trafficato della Scozia e gestisce oltre 13 milioni di passeggeri nel 2017. [408] È anche il sesto aeroporto più trafficato del Regno Unito.

British Airways, easyJet, flybe, Jet2 e Ryanair operano la maggior parte dei voli tra la Scozia e altri importanti aeroporti britannici ed europei.

Quattro compagnie aeree hanno sede in Scozia:

Network Rail possiede e gestisce le risorse infrastrutturali fisse del sistema ferroviario in Scozia, mentre il governo scozzese mantiene la responsabilità generale per la strategia ferroviaria e il finanziamento in Scozia. [409] La rete ferroviaria scozzese ha 359 stazioni ferroviarie e circa 1.710 miglia (2.760 km) di binari. [410] Nel 2018-19 ci sono stati 102 milioni di viaggi passeggeri sulle ferrovie scozzesi. [411]

Le principali linee ferroviarie della costa orientale e occidentale collegano le principali città e paesi della Scozia tra loro e con la rete ferroviaria in Inghilterra. La London North Eastern Railway offre viaggi in treno interurbani tra Glasgow, Edimburgo, Aberdeen e Inverness fino a Londra. I servizi ferroviari nazionali all'interno della Scozia sono gestiti da Abellio ScotRail. Durante il periodo della British Rail, la linea principale della costa occidentale da London Euston a Glasgow Central è stata elettrificata nei primi anni '70, seguita dalla linea principale della costa orientale alla fine degli anni '80. British Rail ha creato il marchio ScotRail. Quando esisteva la British Rail, molte linee ferroviarie a Strathclyde erano elettrificate. Strathclyde Passenger Transport Executive era in prima linea con l'acclamata "più grande rete ferroviaria elettrificata fuori Londra". Alcune parti della rete sono elettrificate, ma non ci sono linee elettrificate nelle Highlands, nell'Angus, nell'Aberdeenshire, nelle città di Dundee o Aberdeen, o Perth & Kinross, e nessuna delle isole ha un collegamento ferroviario (sebbene i capolinea a Kyle of Lochalsh e Mallaig servono principalmente le isole).

La East Coast Main Line attraversa il Firth of Forth dal Forth Bridge. Completato nel 1890, questo ponte a sbalzo è stato descritto come "l'unico punto di riferimento scozzese riconosciuto a livello internazionale". [412] [ pagina necessaria ] La rete ferroviaria scozzese è gestita da Transport Scotland. [413]

Le autostrade e le strade principali scozzesi sono gestite da Transport Scotland. Il resto della rete stradale è gestita dalle autorità locali scozzesi in ciascuna delle loro aree.

Acqua

Servizi regolari di traghetti operano tra la terraferma scozzese e le isole periferiche. I traghetti che servono le Ebridi interne ed esterne sono principalmente gestiti dall'impresa statale Caledonian MacBrayne.

I servizi per le Isole del Nord sono gestiti da Serco. Altre rotte, servite da più compagnie, collegano la Scozia sudoccidentale all'Irlanda del Nord. DFDS Seaways ha operato un servizio di traghetto Rosyth - Zeebrugge solo per il trasporto, fino a quando un incendio ha danneggiato la nave utilizzata da DFDS. [414] Tra il 2002 e il 2010 è stato operato anche un servizio passeggeri. [415]

Ulteriori rotte sono gestite dalle autorità locali.

Torre di controllo del traffico aereo dell'aeroporto di Edimburgo, l'aeroporto più trafficato della Scozia per numero di passeggeri

I servizi ferroviari nazionali sono gestiti da Abellio ScotRail.

L'autostrada M8 è l'autostrada più trafficata della Scozia, che va da Glasgow a Edimburgo


Guarda il video: Riassunti di Storia. Neolitico: descrizione e caratteristiche (Gennaio 2022).