Podcast di storia

Zapruder Film

Zapruder Film


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Eddie Barker: Abraham Zapruder, il cui film sull'assassinio è stato studiato a lungo nel programma di ieri sera, era in piedi su questo muretto proprio al margine della collinetta erbosa. Ora, i colpi da dietro quella staccionata laggiù avrebbero quasi dovuto fischiargli all'orecchio. Il signor Zapruder, quando lo abbiamo intervistato qui, tendeva ad essere d'accordo sul fatto che la collinetta non fosse coinvolta.

Abraham Zapruder: Non sono un esperto di balistica, ma credo che se ci fossero dei colpi che provenissero dall'orecchio destro, sentirei un suono diverso. Ho sentito degli spari provenire da - non saprei da che parte dire - ma provenivano dal Texas Book Depository e sembravano tutti uguali. Non c'era alcuna differenza nel suono.

Quanto segue può essere interessante per coloro che cercherebbero uno sguardo all'inizio, anche se tende a sollevare domande sull'unica prova che sappiamo essere reale, intatta, inalterata e al 100% senza macchia. Qualità curiosamente assenti dal carattere di chi l'ha filmato...

Tener conto di:

Abraham Zapruder-White affiliazione russa, massone di 32° grado, MEMBRO attivo di 2 organizzazioni proprietarie della CIA: The Dallas Council On World Affairs e The Crusade For A Free Europe;

Queste due organizzazioni erano operazioni domestiche della CIA (sostenuta) a Dallas la cui appartenenza includeva:

Abraham Zapruder, Clint Murchison (proprietario dei Dallas Cowboys a quel tempo), Mr. Byrd, (proprietario del Texas School Book Depository), Sarah Hughes, che ha giurato a LBJ come 36° presidente mentre l'Air Force One era ancora a terra a Dallas, George DeMohrenschildt, (agente a contratto della CIA E migliore amico di LHO), George Bush (anche amico intimo di George DeMohrenschildt), Neil Mallon, (mentore che Bush ha chiamato suo figlio, Neil, dopo), HL Hunt e Demitri Von Mohrenschildt (fratello di George D).

Nel 1953 e nel 1954 una donna di nome Jeanne LeGon ha lavorato FIANCO a FIANCO con Abraham Zapruder presso un'azienda di design di abbigliamento di fascia alta chiamata Nardis di Dallas. Jeanne LeGon ha disegnato l'abbigliamento e Abraham Zapruder ha tagliato i modelli e il materiale per lei.

Per inciso, il necrologio di Abraham Zapruder indica erroneamente la data/anno in cui lasciò Nardis di Dallas, citando erroneamente il 1949. L'anno corretto era il 1959, [lo stesso anno in cui il suo "partner nel design" Jeanne LeGon divenne noto come Jean LeGon DeMohrenschildt. .. Aveva sposato il MIGLIOR AMICO di Lee Oswald (futuro), agente contrattuale della CIA, George DeMohrenschildt!].

Non avevo la mia macchina fotografica ma la mia segretaria mi ha chiesto perché non ce l'avevo e le ho detto che non avrei avuto la possibilità nemmeno di vedere il Presidente e in qualche modo lei mi ha esortato e sono andato a casa, ho preso la mia macchina fotografica e sono venuta indietro e prima ho pensato che avrei potuto scattare foto dalla finestra perché il mio edificio è proprio accanto all'edificio in cui si trovava il presunto assassino, ed è proprio di fronte a 501 Elm Street, ma ho pensato - potrei andare giù e ottenere foto migliori, e io camminato giù. Credo che fosse Elm Street e giù nella parte inferiore, più vicino al sottopassaggio e stavo cercando di scegliere uno spazio da dove scattare quelle foto e ho provato un posto ed era su una stretta sporgenza e non riuscivo a stare in equilibrio me stesso molto. Ho provato un altro posto e che aveva qualche ostruzione di segni o qualunque cosa fosse lì e alla fine ho trovato un posto più in basso vicino al sottopassaggio che era un quadrato di cemento non so come lo chiami forse alto circa 4 piedi.

Dopo il primo colpo - l'ho visto chinarsi e dopo il secondo colpo - è possibile che dopo quello che ho visto, sai, poi ho iniziato a urlare, "L'hanno ucciso, l'hanno ucciso", e ho sentito che qualcuno si era unito su di lui e stavo ancora scattando le foto finché non è passato sotto il sottopassaggio - non so nemmeno come ho fatto. E poi, non mi ricordavo nemmeno come sono sceso da quel pilastro lì, ma eccomi lì, immagino, e stavo camminando verso... di nuovo verso il mio ufficio e urlando: "L'hanno ucciso, l'hanno ucciso" e le persone che ho incontrato per strada non sapevano nemmeno cosa fosse successo e continuavano a gridare: "Cosa è successo, cosa è successo, cosa è successo?" Sembrava che avessero sentito uno sparo, ma non sapevano esattamente cosa fosse successo mentre l'auto si allontanava a tutta velocità, e io continuavo a urlare: "L'hanno ucciso, l'hanno ucciso, l'hanno ucciso", e alla fine sono arrivato al mio ufficio e la mia segretaria - le ho detto di chiamare la polizia oi servizi segreti - non so cosa stesse facendo, e questo è tutto. Ero molto turbato. Naturalmente, non potevo immaginare che si potesse fare una cosa del genere. Sono andato alla mia scrivania e mi sono fermato lì finché non è arrivata la polizia e poi ci è stato chiesto di trovare un posto dove sviluppare i film. Sapevo di avere qualcosa, ho pensato che potesse essere di aiuto - non sapevo cosa.

Sig. LIEBELER - Ho capito che ha fatto dei film all'epoca dell'assassinio?

Sig. ZAPRUDER - Esatto..

Sig. LIEBELER - Mentre eri lì su questo pilastro con la tua macchina fotografica, il corteo di automobili è sceso in Houston Street e ha girato a sinistra in Elm Street, non è vero?

Sig. ZAPRUDER - Esatto.

Mr. LIEBELER - E poi procedette lungo Elm Street verso il triplo sottopassaggio; è corretto?

Sig. ZAPRUDER - Esatto. Ho iniziato a girare - quando il corteo ha iniziato ad arrivare, credo di aver iniziato e volevo farlo arrivare da Houston Street.

Sig. LIEBELER - Raccontaci cosa è successo mentre scattavi queste foto.

Sig. ZAPRUDER - Ebbene, visto che la macchina si è quasi messa in fila - credo che fosse quasi in fila. Ero in piedi quassù e stavo scattando con un teleobiettivo, che è uno zoom e mentre si avvicinava - immagino fosse da queste parti - ho sentito il primo sparo e ho visto il Presidente chinarsi e afferrarsi così ( tenendo la sua zona del torace sinistro).

Sig. LIEBELER - Afferra se stesso sulla parte anteriore del petto?

Sig. ZAPRUDER - Giusto - qualcosa del genere. In altre parole, era seduto così e salutava e poi, dopo lo sparo, è andato proprio così.

Sig. LIEBELER - Era seduto in macchina e ha sentito lo sparo e ha visto il Presidente accasciarsi?

Mr. ZAPRUDER - Sporgendosi - proteso verso il fianco di Jacqueline. Per un momento ho pensato che fosse, sai, come dici, "Oh, mi ha beccato", quando senti uno sparo - hai sentito queste espressioni e poi ho visto - non credo che il Presidente lo farà fare battute del genere, ma prima che avessi la possibilità di organizzare la mia mente, ho sentito un secondo sparo e poi ho visto la sua testa aprirsi e il sangue e tutto è uscito e ho iniziato - non riesco a parlarne [il testimone piange ].

Sig. LIEBELER - Va tutto bene, Sig. Zapruder, gradirebbe un sorso d'acqua? Perché non esci e bevi un bicchiere d'acqua?

Sig. ZAPRUDER - Mi scusi - mi vergogno davvero di me stesso, ma non ho potuto farne a meno.

Signor LIEBELER - Nessuno dovrebbe mai vergognarsi di sentirsi così, signor Zapruder. Mi sento allo stesso modo anch'io. È stata una cosa terribile. Permettetemi di tornare indietro solo per un momento e chiedervi quanti colpi avete sentito in tutto.

Sig. ZAPRUDER - Pensavo di aver sentito due, potrebbero essere tre, perché secondo me pensavo che fosse stato colpito al secondo - non lo so proprio. L'intera faccenda che è trapelata è stata molto sconvolgente e come vedi sono migliorato un po' tutto il tempo e questo è emerso di nuovo e a me sembrava il secondo colpo, ma non lo so. Non ho mai sentito nemmeno un terzo sparo.

Sig. LIEBELER - Non ha sentito nessuno sparo dopo averlo visto colpire?

Sig. ZAPRUDER - Ho sentito il secondo - dopo il primo colpo - l'ho visto chinarsi e dopo il secondo colpo - è possibile dopo quello che ho visto, sai, poi ho iniziato a urlare: "L'hanno ucciso, l'hanno ucciso," e ho sentito che qualcuno si era unito a lui e stavo ancora girando le foto finché non è passato sotto il sottopassaggio - non so nemmeno come ho fatto. LIEBELER - Ora, ho capito che tu stesso hai conservato il film originale?

Sig. ZAPRUDER - No; Non ce l'ho proprio, non ce l'ho proprio. Sono stati venduti alle riviste Time e Life.

Sig. LIEBELER - L'hai venduto alla rivista Life?

Sig. ZAPRUDER - Sì.

Sig. LIEBELER - La Commissione è interessata a un aspetto di questo e vorrei chiederle se le dispiacerebbe dirci quanto l'hanno pagata per quel film.

Sig. ZAPRUDER - Per il film?

Sig. LIEBELER - Sì.

Sig. ZAPRUDER - Beh, mi chiedo solo se dovrei rispondere o no perché implica molte cose e non è un prezzo - è una questione di come lo useranno, lo useranno o lo faranno non lo userò, quindi dirò che non so davvero come rispondere.

Sig. LIEBELER - Beh, non ho nemmeno intenzione di esortarla a rispondere alla domanda. Glielo chiederemo e se lei preferisce non rispondere, la Commissione ritiene che sarebbe utile.

Sig. ZAPRUDER - Ho ricevuto $ 25.000, come sai, e l'ho dato alla Benevolenza dei vigili del fuoco e dei poliziotti con un suggerimento per la signora Tippit. Lo sai?

Sig. LIEBELER - Non lo so - ha ricevuto $ 25.000?

Sig. ZAPRUDER - Sono stati pagati 25.000 dollari e li ho dati al Fondo dei vigili del fuoco e della polizia.

Sig. LIEBELER - Ha dato tutti i $25.000?

Sig. ZAPRUDER - Sì. Questo era in tutto il mondo. Ho ricevuto lettere da tutto il mondo e giornali, intendo lettere da tutto il mondo. È stato in tutto il mondo - sono sorpreso - che tu non lo sappia - non mi piace parlarne troppo.

Sig. LIEBELER - Apprezziamo molto la sua risposta.

Sig. ZAPRUDER - Non ho fatto niente, come l'ho fatto, in un momento come questo.

Sig. LIEBELER - Voglio dirle, lei potrebbe non esserne a conoscenza, ma voglio dirle che il suo film è stato una delle cose più utili al lavoro della Commissione che avremmo potuto avere perché ci ha permesso di studiare le varie posizioni delle persone nell'auto e di determinarle confrontandole con la rievocazione storica - confrontandole con la veduta dalla finestra dell'edificio, di sviluppare con un discreto grado di accuratezza i fatti qui presenti.

Donald Purdy: Qual è il percorso normale dei proiettili che ti porta alla conclusione che questi diagrammi che illustrano le fotografie, ti permettono di concludere che il proiettile non ha attraversato entrambi gli uomini?

Cyril Wecht: Il fatto inevitabile che a meno che un proiettile, specialmente uno sparato da un'arma ad alta velocità, velocità ragionevolmente alta, circa 2.000 piedi al secondo di velocità iniziale - a meno che non colpisca qualcosa di sostanza solida, come un osso o qualcos'altro, quel proiettile viaggerà in linea retta.

Donald Purdy: Signor Presidente, in questo momento vorrei chiedere che l'oggetto contrassegnato con JFK reperto F-245, che è un ingrandimento del fotogramma 230 del film di Zapruder, venga registrato... Dr. Wecht, secondo lei , il governatore Connally potrebbe aver subito il danno al polso descritto nei referti medici e tenere ancora il cappello come mostrato in questa fotografia?

Cyril Wecht: No; assolutamente no. Nell'F-245, che è un ingrandimento del telaio 230 di Zapruder, ci viene detto sotto la teoria del singolo proiettile che il governatore John Connally, per un periodo di circa un secondo e mezzo, è già stato colpito al petto destro con il destro polmone perforato e collassato, attraverso il polso destro, con l'estremità distale del radio sminuzzata e il nervo radiale parzialmente reciso. Ho sentito qualche vago riferimento a un nervo nella testimonianza precedente, ma non ho sentito la discussione successiva che stavo aspettando sul danno ai nervi. C'era un danno ai nervi, sì, al nervo radiale. E il pollice che tiene questo grande Stetson bianco del Texas che è necessario perché sia ​​in apposizione con l'indice o l'indice e il medio per tenere quel cappello è innervato dal nervo radiale. Nota in F-245 che il cappello è ancora in mano e il governatore Connally non sta reagendo. Questo è di nuovo un individuo molto attento, in una circostanza molto speciale, e non credo né accetto per un momento la storia che dobbiamo accettare sotto la teoria del singolo proiettile che questi signori, a questo punto, un secondo e mezzo prima, è già stato colpito al petto, al polso e alla coscia sinistra.

Donald Purdy: Dr. Wecht, è la sua opinione basata su questa mostra, la mostra JFK F-245, che il governatore Connally non sia ancora ferito in alcun modo?

Cyril Wecht: Sì; questa è la mia opinione.

Donald Purdy: Dr. Wecht, è possibile che sia stato ferito prima di questo fotogramma ma non abbia ancora manifestato una reazione?

Cyril Wecht: NO; Non lo credo, non data la natura e l'estensione delle sue ferite, la molteplicità e le aree danneggiate, non lo credo.

Donald Purdy: Dr. Wecht, data la natura delle sue ferite, quanto prima del momento in cui manifesta una reazione è la prima volta che potrebbe essere stato colpito?

Cyril Wecht: Beh, una frazione di secondo, ancora, un momento infinitesimale. È possibile che gli abbiano sparato una frazione di secondo prima, anche se non ci credo. Per favore, tieni presente che ora dobbiamo correlarlo con la versione del Governatore, e ricordando che questo proiettile viaggiava a una velocità iniziale di 2.000 piedi al secondo, molto più veloce della velocità del suono. Tieni presente che non sembra affatto probabile. Dubito che sia possibile che fosse già stato colpito. Il panel (di esperti riuniti dal House Select Committee on Assassinations), per quanto mi ricordo, era d'accordo unanime sul fatto che ci fosse una leggera traiettoria verso l'alto il proiettile attraverso il presidente John F. Kennedy, vale a dire che il- ferita da proiettile di entrata sulla schiena del presidente, allineata con la ferita da proiettile di uscita nella parte anteriore del collo del presidente tracciando una linea retta, mostrava che verticalmente il proiettile si era spostato leggermente verso l'alto, leggermente, ma verso l'alto. Questo è estremamente importante per due ragioni. Uno, secondo la teoria del singolo proiettile - con Oswald come unico assassino, o chiunque altro, nella finestra del sesto piano, nell'angolo sud-est del Texas School Book Depository Building, hai il proiettile che cade con un angolo verso il basso di circa 20-25 gradi, qualcosa del genere, forse un po' meno. In origine era stato ipotizzato, credo, dal team dell'autopsia e dagli investigatori iniziali, molto di più. Come diavolo può essere sparato un proiettile dalla finestra del sesto piano, colpire il Presidente alla schiena, e tuttavia avere una direzione leggermente verso l'alto? Non c'era niente che gli facesse cambiare rotta. E poi con la direzione leggermente verso l'alto, fuori dal collo del Presidente, quel proiettile ha poi intrapreso un giro sulle montagne russe con un grande tuffo, perché poi ha proceduto; sotto la teoria del singolo proiettile, attraverso il governatore John Connally con un angolo di declinazione di 25 gradi. Per quanto ne so, non c'è mai stato alcun disaccordo tra i fautori e difensori del rapporto della Commissione Warren o tra i critici, sull'angolo di declinazione in John Connally - forse un grado o due. Abbiamo quel proiettile che attraversa il Governatore a circa 25 gradi verso il basso. Come procede un proiettile che si muove leggermente verso l'alto nel President e poi verso il basso di 25 gradi in John Connally. Questo è quello che non riesco a capire. I miei colleghi del panel ne sono consapevoli. Ne abbiamo discusso, e quello su cui continuiamo a tornare è "beh, non so come i due uomini fossero seduti in relazione l'uno con l'altro". Non mi interessa cosa è successo dietro il cartello dell'autostrada Stemmons, non c'è modo al mondo che possano metterlo insieme, e allo stesso modo sul piano orizzontale, il proiettile, tieni presente, è entrato nella schiena destra del Presidente, io d'accordo, uscito nella linea mediana anteriore del collo del Presidente, sono d'accordo, e da lì si muoveva per definizione, per fatti noti, in linea retta dall'ingresso all'uscita, da destra a sinistra. E così con quel proiettile che si muoveva verso sinistra, in qualche modo ha fatto una svolta angolare acuta, è tornato indietro di quasi due piedi, si è fermato, ha fatto una seconda svolta e si è schiantato contro il governatore John Connally dietro l'ascella destra, indicato dal punto di vista medico come il area ascellare posteriore destra. La traiettoria verticale e orizzontale di questo proiettile, 399, secondo la teoria del proiettile singolo è assolutamente insondabile, indifendibile e incredibile.

Cyril Wecht: Sì; Credo che l'F-246, che è un ingrandimento del telaio 237 di Zapruder, dimostri che il governatore John Connally è stato ora colpito.

Donald Purdy: Dr. Wecht, cosa c'è nei suoi movimenti che la porta alla conclusione che è stato colpito?

Cyril Wecht: Il corpo si sta girando, le guance si gonfiano, c'è una smorfia notevole sul suo viso, in contrasto, ad esempio, con F-245, Z-frame 230, e sembra che ci sia un po' di arruffamento dei suoi capelli. Queste caratteristiche possono essere viste molto drammaticamente anche un fotogramma dopo, F-247, o Zapruder frame 238, che ti ricordo è a un diciottesimo di secondo di distanza, e puoi vedere il movimento dei capelli, la torsione del corpo. Non c'è dubbio nella mia mente che il governatore sia stato ora colpito.

Donald Purdy: Dr. Wecht, riferendosi ancora ai reperti JFK F-229, F-272 e F-244, che sono i frame immediatamente prima e i frame dopo il segno, lei ha discusso del fatto che gli uomini non si sono allineati in una traiettoria orizzontale?

Cyril Wecht: Sì. Il panel, per quanto mi ricordo, era d'accordo unanime sul fatto che vi fosse una leggera traiettoria verso l'alto del proiettile attraverso il presidente John F. La traiettoria verticale e orizzontale di questo proiettile, 399, sotto la teoria del singolo proiettile è assolutamente insondabile, indifendibile, e incredibile.

Il produttore di abbigliamento Abraham Zapruder era uno spettatore al Dealey Plaza che ha catturato l'intera sequenza di riprese con la sua cinepresa a buon mercato. La rivista Life ha immediatamente acquistato il film per una somma incalcolabile. Sebbene Life abbia mostrato diversi fotogrammi nella sua storia di copertina sul Rapporto della Commissione Warren, il film stesso non era mai stato mostrato in pubblico. (Nemmeno i membri della Commissione l'avevano visto.) Ora era emerso, per gentile concessione di La Bell Francia.

Il film di Zapruder è orribilmente grafico. Mostra Kennedy che si stringe la gola mentre un colpo da dietro gli passa attraverso il collo. Ci sono momenti angosciosi mentre si accascia lentamente in avanti nella limousine. Poi la sua testa esplode letteralmente, emettendo un alone di nebbia di sangue. La forza del colpo lo fa cadere all'indietro così violentemente nel cuscino del sedile posteriore che viene compresso. Rimbalza in avanti mentre Jackie lo afferra. Non c'è dubbio che sia stato ucciso da un colpo di arma da fuoco. Il sospetto Lee Harvey Oswald era in coda.

Mi sono precipitato a Hollywood con il film per farlo analizzare da esperti. Lo dichiararono autentico, probabilmente una copia di seconda o terza generazione. Allora ho capito perché Life, che aveva preso posizione a sostegno del Rapporto Warren e presentava l'interpretazione di Gerald Ford di come si era giunti alla conclusione di non cospirazione, aveva tenuto nascosto il film. In effetti, uno scrittore di didascalie anonimo della rivista aveva descritto il fotogramma del colpo alla testa come uno scatto frontale, e un certo numero di abbonati ha ricevuto copie con quella didascalia.Ma la corsa di stampa fu rapidamente interrotta con spese enormi e la targa incriminata rotta e sostituita da una la cui didascalia era conforme alla posizione ufficiale.

Uno dei locali centrali di Tradimento sanguinario è che il film di Zapruder è stato alterato dai membri della cabala che ha ucciso il presidente Kennedy, come parte di uno sforzo per nascondere almeno in parte la trama e i cospiratori. Questa nozione ha guadagnato una credibilità crescente negli ultimi anni, ma devo ammettere che è un'idea che una parte di me vuole rifiutare apertamente, perché semplicemente non la capisco. Il film di Zapruder, come è stato conosciuto dagli anni '70, è una prova convincente di uno sparatutto frontale e quindi di una cospirazione. Soffermarmi sulla presunta alterazione mi sembra controproducente, manca la foresta per gli alberi.

A quanto mi risulta dall'argomento generale, i fotogrammi sono stati eliminati dal film per nascondere le prove che Kennedy è stato girato di fronte, il che ovviamente avrebbe distrutto lo scenario solitario. Il film originale è stato sequestrato dai cospiratori e modificato utilizzando quello che era, nel 1963, un'attrezzatura sofisticata ma piuttosto comune. Tracce del falso rimasero inevitabilmente, ma non furono scoperte per molti anni.

Ci sono innegabili problemi nel film, come il fatto che la limousine presidenziale si sia fermata durante la sparatoria. Nel convenzionale Z-film chiaramente no, ma numerosi testimoni oculari hanno testimoniato giurato che lo ha fatto, o almeno che ha rallentato (anche se non osservato).

Un altro problema su cui Twyman si concentra è la velocità con cui l'autista di limousine William Greer gira la testa in due punti della sequenza di tiro. Secondo Twyman, la velocità di questo giro di testa è un'impossibilità fisica e un'ulteriore prova che i fotogrammi chiave sono stati eliminati dal film. Ci sono ricreazioni filmate del giro di testa (nessun soggetto potrebbe farlo come presumibilmente ha fatto Greer) e discussioni sui calcoli intesi a dimostrare che non poteva essere fatto.

Queste potrebbero essere le dimostrazioni più potenti di Twyman. Ma in questa fase sono ancora seduto sulla staccionata sulla questione dell'alterazione del film. Basti dire che provare l'accusa di manomissione del film di Zapruder non è un compito semplice. Rispettati ricercatori hanno avanzato rivendicazioni su entrambi i lati della questione; questo non è un problema che verrà risolto presto, se mai.

Kennedy è stato colpito alla tempia destra mentre Moorman e Jean Hill erano visibili sullo sfondo. La testa di JFK ruotava leggermente in senso antiorario (cioè a sinistra) - solo un tic. Un lembo di pelle o di osso penzolava su un cardine verticale. La cerniera divenne orizzontale e il lembo divenne parte di quella che sembrava una vongola gigante. Non ho mai visto il famoso "blob" né ho visto nuvole di sangue. Ho visto solo sottili linee traslucide che intersecano la testa che gli scienziati (in fluidodinamica) mi dicono sono molto probabilmente linee di condensa lasciate sulla scia di un proiettile. Una linea ha suggerito che il tiro provenisse dall'immediato sinistro di Zapruder. Circa 1/2 secondo dopo JFK è andato a terra sul grembo di Jackie, non in avanti ma a sinistra, lontano dallo spettatore. JFK poi è tornato su dove era prima. La sua testa fece due sussulti quasi impercettibili, una punta a sinistra, una punta a destra. Poi indietreggiò, ma non ci fu alcun colpo di testa. Si mosse tutto d'un pezzo, come se gli fosse stato dato uno spintone nello sterno.

Un valido argomento può essere fatto per un ampio montaggio del film di Zapruder. In effetti, la conclusione sembra inevitabile: il film è stato deliberatamente alterato. Nessun'altra spiegazione è allo stesso livello, in termini di potere esplicativo, per la miriade di caratteristiche anomale che si vedono ovunque in questo caso. Molti fotogrammi sono stati eliminati, alcuni singoli fotogrammi sono stati ampiamente modificati, altri sono stati modificati solo quanto basta per riempire i fotogrammi mancanti e altri sono stati lasciati soli. Le cornici che sono state asportate erano semplicemente troppo imbarazzanti per la storia ufficiale o contenevano fastidiose stampe ai bordi. Ciò che forse è più notevole, tuttavia, è che, anche negli ultimi anni, per non parlare degli ultimi mesi, si sono accumulate ulteriori prove, tutte a favore di un'alterazione. Ci si può solo chiedere cosa resta ancora da scoprire.

Ieri un collegio arbitrale statunitense ha stabilito un prezzo per l'home movie più famoso del mondo quando ha accettato di assegnare 16 milioni di dollari di risarcimento alla famiglia di Abraham Zapruder, il cui film di 26 secondi sull'assassinio del presidente Kennedy è diventato una reliquia nazionale. Gli avvocati della famiglia Zapruder avevano chiesto 30 milioni di dollari in cambio della consegna del film agli archivi nazionali, ma hanno definito la sentenza di ieri "accurata e ponderata". Tuttavia, un membro dissenziente del collegio arbitrale di tre membri ha sostenuto che il lodo era troppo grande per una striscia danneggiata di celluloide da 8 mm.

Abraham Zapruder, un produttore di abiti, si trovava lungo il percorso percorso dal corteo presidenziale attraverso Dallas il 22 novembre 1963 e stava filmando l'evento quando risuonarono gli spari fatali. Il film a colori mostra il presidente che si afferra il petto dopo il primo colpo, prima che la sua testa si disintegri sotto la forza del secondo proiettile.

Subito dopo l'assassinio ha venduto il filmato per 150.000 dollari alla rivista Time-Life, che ha pubblicato singoli fotogrammi ma non ha permesso di proiettare il film nella sua interezza. Nel frattempo, è diventato il fulcro iconico dell'incessante controversia sul fatto che la sparatoria facesse parte di una cospirazione. Time-Life ha restituito il film alla famiglia Zapruder nel 1975 per un dollaro nominale.

Gli arbitri sono stati chiamati quando gli avvocati degli eredi di Zapruder e il governo non sono riusciti a concordare un equo compenso a seguito della decisione dell'Assassination Records Review Board nel 1997 che il film doveva essere dichiarato possesso permanente del popolo statunitense.

Gli esperti del governo hanno sottolineato che anche un manoscritto originale di un discorso del presidente Lincoln aveva raccolto all'asta solo 1,5 milioni di dollari e che gli Stati Uniti non avrebbero dovuto pagare molto di più per il film, soprattutto perché la famiglia Zapruder avrebbe mantenuto il copyright.

Gli avvocati di Zapruder sostenevano che si trattasse di un manufatto unico come un dipinto di Vincent Van Gogh o una stampa di Andy Warhol, e dovrebbe essere valutato di conseguenza. La giuria ha stabilito con 2 voti a 1 che: "Il film di Zapruder è unico nel suo genere".

Oggi ho portato con me una copia molto speciale del film di Zapruder sull'assassinio del presidente Kennedy. E questo si collega in qualche modo a ciò a cui si riferiva l'avvocato Belin prima. Come tutti sanno, l'originale era un positivo di otto millimetri. Copie di quel film furono immediatamente realizzate per l'FBI e i servizi segreti, e in pochi giorni Zapruder vendette l'originale a Time Life. Anche se all'epoca è stato riferito che ha ottenuto $ 25.000 per il suo film. In effetti, il contratto che ho fornito all'ARRB mostra che è stato pagato 150.000 dollari. E questo sarebbe circa mezzo milione di dollari oggi. Non sono d'accordo con Belin che ha detto che sarebbe stato un milione. Ho fatto calcolare questo a un banchiere e questa è una delle tante cose su cui probabilmente non saremmo d'accordo è il tasso di inflazione dal 1963. I pagamenti sono stati effettuati in una serie di sei pagamenti di $ 25.000 che si sono verificati poco dopo il primo di ogni anno fino al 1968. Nonostante il notevole prezzo pagato per il film, per tutti i diritti, non è stato sfruttato da Time Life come un film, cioè non è mai stato mostrato in TV o venduto in qualsiasi forma di documentario come film. Niente cinegiornali, niente speciali TV, niente. Eppure uno degli aspetti più controversi del film non è mai stato affrontato dalla Commissione Warren è stato il violento movimento all'indietro della testa raffigurato sui fotogrammi dopo lo sparo fatale. Che cosa questo significhi è stato discusso avanti e indietro nel corso degli anni. Le passioni sono alte da entrambe le parti. Per ragioni che non ho mai capito, la Commissione Warren non ha affrontato il problema. In altre parole, se dobbiamo credere alla cronaca, la Commissione Warren apparentemente non ha notato proprio ciò che ha alimentato il dibattito sull'assassinio per tre decenni. E ovviamente il pubblico non sapeva nemmeno che fosse un problema perché Time Life ha scelto di non mostrarlo come film dopo aver pagato $ 150.000 per quei diritti esclusivi. Potrei aggiungere che il professor Liebeler è apparso qui stamattina e ha messo il B.K. Il rapporto di Jones, un collega dell'UCLA, sul tavolo qui e il suo contributo. Grazie mille Professor Liebeler, ce l'abbiamo già negli Archivi. Questo è stato contribuito 15 o 20 anni fa con la Commissione Rockefeller quando era già stato presentato per cercare di spiegare lo scatto all'indietro della testa. Ma in ogni caso viene ripresentato e suppongo che non ci sia alcun pericolo reale nel riciclare quel genere di cose.

Il film è importante per un altro motivo. Poiché Zapruder stava filmando con un teleobiettivo, alcuni fotogrammi mostrano le ferite e quindi il film costituisce un'insolita documentazione fotografica delle ferite del presidente a Dallas. Per fare qualsiasi lavoro con il film di Zapruder, che si tratti delle ferite o dei movimenti mostrati, della velocità, dell'auto, eccetera, è necessaria la copia più chiara possibile. Nelle applicazioni di produzione commerciale viene normalmente utilizzato un dispositivo noto come stampante ottica per copiare la pellicola cinematografica fotogramma per fotogramma, in particolare se si devono realizzare ingrandimenti. Ma le stampanti ottiche non sono progettate per accettare filmati domestici che sono in formato otto millimetri. Nel 1967 Life ha inviato il film a Manhattan Effects, in seguito EFX, un laboratorio cinematografico di New York City. Dove il tecnico cinematografico Moses Weitzman ha progettato un dispositivo che consente a una stampante ottica commerciale di alta qualità di accettare una pellicola per film da 8 millimetri. Poi in un colpo solo ha ingrandito la pellicola Zapruder dal formato 8 millimetri al formato 35 millimetri. Il tipo utilizzato nel lavoro cinematografico standard. Il risultato è sbalorditivo come chiunque sa chi ha visto il film JFK, o chi ha acquistato una copia su disco laser di quel film. Uno dei motivi per la chiarezza è che Weitzman ha utilizzato un cancello liquido, o un cancello bagnato come viene chiamato, che consente a un liquido dello stesso indice di rifrazione dell'emulsione del film di entrare in contatto con il fotogramma quando viene ripreso. Il risultato è che i graffi vengono eliminati o notevolmente ridotti nella copia. Il meglio di questi negativi e interpositivi da 35 millimetri è stato dato al cliente Time Life e mi auguro che il Review Board tenti di individuarli con tutte le risorse che hai a disposizione. Sono una testimonianza inestimabile della nostra storia. Ma per quanto riguarda i negativi da 35 millimetri, noti come copie tecniche, che Weitzman conservava nel suo laboratorio, questi li ha dati a un altro ricercatore e rimangono come sempre, del tutto indisponibili per la comunità dei ricercatori. Ma nel 1990, prima di quel trasferimento, ho avuto l'opportunità di lavorare con uno di questi negativi da 35 millimetri. Il migliore del lotto mi è stato detto. Uno che era stato prestato al produttore del programma televisivo Nova di Weitzman. Per prima cosa ho supervisionato la realizzazione di interpositivi a contatto di porta liquida temporizzati di alta qualità. Quindi, utilizzando i fondi forniti da diversi ricercatori - e questo progetto è costato tra i 10 e i $ 15.000 - ho affittato i servizi di un laboratorio ottico a New York e per circa una settimana ho lavorato alla stampante ottica facendo il passo successivo che sarebbe stato necessario da un archivista al fine di preservare il record e creare un capostipite per tutte le future stampe da 35 millimetri. Operando personalmente con la stampante, ho anche realizzato interpositivi a porta liquida di alta qualità dal negativo da 35 millimetri. Poi ho realizzato sequenze di ingrandimento interpositivo direttamente da quello stesso internego di 35 millimetri. Alcuni si concentrano su Kennedy, altri su Connally, altri sui due agenti dei servizi segreti nella parte anteriore dell'auto.

Tengo qui uno di quegli interpositivi da 35 millimetri. Si tratta di un interpositivo a contatto con cancello liquido temporizzato, che oggi sto donando all'ARRB per l'inserimento nella JFK Records Collection. Da questo articolo d'archivio, da questo interpositivo di 35 millimetri, dovrebbe essere possibile fare molte coppie positive negative. Cioè, questo interpositivo da 35 millimetri può essere il capostipite di molti internegativi da 35 millimetri e questi a loro volta possono essere usati per creare positivi da 35 millimetri, siano essi diapositive o pellicole cinematografiche. Sebbene mi rimandi a Moses Weitzman, puoi chiamare questo elemento l'interpositivo di Lifton fatto dall'internegativo di Weitzman. Non posso sottolineare l'alta qualità dell'internativo originale di Weitzman. Un ricercatore che ha lavorato in questo settore mi dice che sebbene abbia acquistato i diritti per il film dalla famiglia Zapruder, quando si tratta di utilizzare effettivamente le immagini per il suo libro, il negativo di questo interpositivo, le immagini positive dei produttori che sono più chiare di lui può ottenere dalla voce di fonte corrispondente presso gli Archivi nazionali. Non mi sorprende che sia così perché Weitzman è un bravo tecnico e l'internativo che ha realizzato, che è stato fatto nel 1967, è certamente uguale e probabilmente migliore di qualsiasi cosa fatta da Life per l'FBI o dai servizi segreti nel '63 e '64, e potrebbe essere migliore di qualsiasi cosa fatta oggi nel 1996 a seconda di ciò che è successo al film originale nei decenni successivi.

Forse nessun dibattito più grande è infuriato nella storia dello studio sulla morte di JFK che sull'autenticità di un filmato casalingo di 27 secondi dell'assassinio, noto come "il film di Zapruder". Questo filmato è stato descritto come "la registrazione amatoriale più significativa di un evento di cronaca nella storia". È sicuramente uno dei più controversi. Alcuni studiosi del delitto lo considerano il fondamento assoluto per comprendere cosa sia realmente accaduto. Altri non sono così sicuri.

Questo libro riunisce i maggiori esperti del film, tra cui Jack White, il leggendario fotoanalista; David Healy, esperto di produzione e post-produzione cinematografica; John Costella, Ph.D., fisico specializzato in luce e proprietà degli oggetti in movimento; David W. Mantik, M.D., Ph.D., il principale esperto di prove mediche e un'altra autorità sul film; David Lifton, un noto studente dell'assassinio e autore di Best Evidence; e James H. Fetzer, Ph.D., professore di logica, pensiero critico e ragionamento scientifico.

Le prove presentate in questo volume forniscono la prova che il film non è stato semplicemente montato rimuovendo alcuni fotogrammi o alterando il contenuto di sequenze specifiche (cosa che in effetti è stata fatta in questo caso) ma che l'intero film è stato creato da l'uso di tecniche sofisticate basate sulla stampa ottica e sugli effetti speciali, per cui qualsiasi primo piano può essere unito a qualsiasi sfondo, eventuali eventi indesiderati specifici possono essere rimossi e possono essere introdotti eventi desiderati.

Un'analisi scientifica approfondita del film di Zapruder da parte di un team di ricercatori Life, nonché dalla Itek Corporation, rivela che la testa subisce in realtà un doppio movimento. L'analisi computerizzata otticamente avanzata di Itek ha dimostrato che nei frame da Z312 a Z313, la testa del presidente Kennedy vola rapidamente in avanti. Questo movimento in avanti della testa non è evidente allo spettatore del film perché la testa si muove più velocemente della velocità del film e della macchina da presa. Nel telaio 314 la testa inverte la direzione e si muove rapidamente all'indietro fino a toccare il sedile posteriore nei telai Z321...

La spiegazione più plausibile per il movimento in avanti e all'indietro della testa e del corpo è quella di un doppio impatto sulla testa, uno sparato da dietro e l'altro da davanti. L'autore ha intervistato numerosi medici e veterani che prestarono servizio in Italia durante la seconda guerra mondiale. Ha anche intervistato diversi veterani dell'Esercito Italiano che hanno utilizzato fucili Mannlicher-Carcano e munizioni con camicia di rame. Collettivamente, queste persone hanno visto diverse migliaia di ferite da arma da fuoco inflitte dai fucili Mannlicher-Carcano. La loro esperienza unanime è stata che il tipo di ferite alla testa subite dal presidente Kennedy, così come il doppio movimento della sua testa, non poteva essere stato causato esclusivamente dal fucile di Oswald....

Il (Select House Committee on Assassination) ha deciso che il primo colpo è stato sparato dal Deposito presso i telai Zapruder Z157-161 e l'ha mancato. Il secondo colpo, sempre dal Deposito, arrivò a Z188-191 e colpì sia Kennedy che Connally. Il terzo colpo, dal Grassy Knoll, è arrivato a Z295-296 e l'ha mancato. Il quarto colpo, sempre dal Deposito, arrivò allo Z312, colpì il presidente Kennedy alla testa e lo uccise. Sebbene lo scenario del comitato non possa essere escluso, diversi fattori militano contro di esso. In primo luogo, le prove contro la teoria del singolo proiettile sono schiaccianti. In secondo luogo, sembra poco credibile che un assassino che ha sparato dalla collinetta, a soli 50 piedi dal presidente, abbia mancato, mentre uno nel Deposito, a 300 piedi di distanza, abbia colpito il suo obiettivo. In terzo luogo, le prove mediche e balistiche già trattate discutono fortemente a favore di un colpo da Grassy Knoll.

Segue uno scenario molto più plausibile, che si adatta ai vincoli sia del film che dei nastri di Zapruder, nonché delle prove mediche e balistiche. Il primo colpo, dal Deposito, è arrivato al telaio Zapruder Z177 e ha colpito Kennedy alla schiena. Il secondo colpo, sempre dal Depositario, colpì Connally alla schiena. È arrivato a Z208. Il terzo colpo, dal poggio, colpì Kennedy alla testa a Z313. Il quarto e ultimo colpo, al frame Z327, proveniva dal Deposito e colpì anche Kennedy alla testa. Anche il comitato ha ammesso la possibilità di questa sequenza, sebbene non vi abbia dato molto credito.

Ron Redmon, preside di una scuola dell'Indiana, ha studiato a lungo il film Z. Ron ha scoperto che circa 20 spettatori lungo il marciapiede nord Elm a est del cartello Stemmons non sembrano muoversi per più di tre secondi, mentre ogni spettatore sul marciapiede sud si muove. Sovrapponendo le immagini di due proiettori di diapositive, ho determinato che Ron aveva probabilmente ragione. Mi sembra che una sola immagine dei 20 spettatori si fosse ripetuta più e più volte. Sembra improbabile che in questo periodo di tempo nessuna persona abbia mosso un braccio o una gamba, fatto un cenno o cambiato posizione in misura notevole. Ron ipotizza che quando i fotogrammi venivano rimossi in questa sequenza, i movimenti dello spettatore sarebbero stati molto a scatti, quindi dovevano essere stabilizzati ripetendoli. Nella corrispondenza con me, Ron ha anche menzionato molti altri possibili segni di manomissione, che ha riassunto in Il quarto decennio nel marzo del 1995. Questi includono:

(A) Nei fotogrammi 144-153 (mezzo secondo), lo spettatore Hugh Betzner si è spostato di una distanza che supera la capacità di velocità umana indicando fotogrammi eliminati.

(B) Nei fotogrammi 155-161 (un terzo di secondo), la spettatrice Linda Willis si è girata di 180 gradi ed è entrata in contatto con lo spettatore Robert Croft, un altro esempio di velocità sovrumana... ancora una volta indicando fotogrammi asportati.

(C) Nei fotogrammi 161-180 (circa un secondo), Linda Willis fa diversi passi e Rosemary Willis fa diversi passi... ancora una volta troppo velocemente, indicando i fotogrammi asportati.

(D) Guardando il cartello Stemmons, nel frame 161 è in perfette condizioni, ma nel frame 183 c'è una tacca significativa sul bordo in alto a sinistra, mentre nel frame 188, la tacca scompare.

(E) Nel fotogramma 255, Ron ipotizza che un'ombra finta abbia oscurato l'autista William Greer, a ovest. Dato che il sole era in alto e alla sinistra di Greer, Ron dice che quest'ombra è incoerente.

(F) Nei fotogrammi 312-321, il governatore Connally ruota di 90 gradi in mezzo secondo. Anche la macchia bianca sull'erba sullo sfondo si sposta di più di 10 piedi in mezzo secondo.

(G) Nei fotogrammi 321-336, la testa di JFK si sposta dallo schienale del sedile per piegarsi in avanti con la testa a contatto con il braccio sinistro di Jackie in meno di un secondo, apparentemente troppo velocemente.

(H) Nei fotogrammi 153-155 (un nono di secondo), una donna che è la tredicesima persona a est del segno di Stemmons ha spostato i piedi in modo significativo... più di quanto dovrebbe essere possibile.

(I) Nei fotogrammi 335-336 (un diciottesimo di secondo), Jackie muove il braccio destro a una distanza significativa. Ron ci ricorda che i test di laboratorio mostrano che un battito di ciglia umano è un venticinquesimo di secondo, e un sussulto o una risposta di sussulto al movimento di un braccio, una gamba o la testa richiede un quinto di secondo come base per le sue conclusioni.

(J) Confrontando le foto di Willis e Betzner, che sono quasi simultanee nel tempo, Ron nota che in Willis si possono vedere cinque adulti e un bambino incorniciati tra i pali del cartello Stemmons, ma nella foto di Betzner, da un'angolazione simile e una frazione di secondo prima, le stesse persone non si vedono. Inoltre, due donne che appaiono in Zapruder in questa sequenza (188-210) dovrebbero essere viste in Willis e Betzner non si vedono.

(K) In una recente corrispondenza con me, Ron cita la descrizione del film di Dan Rather e la confronta con ciò che si vede. Piuttosto, ovviamente, è stata una delle prime persone a vedere lo Z-film. All'inizio del suo commento. Piuttosto dice che il film mostra... "L'automobile del presidente è stata preceduta da un'altra macchina... (il film non mostra questo) ... l'automobile nera della Lincoln del presidente ha fatto una svolta, una svolta a sinistra, da Houston Street su Elm Street (il film non lo mostra). Si trovava a circa 35 metri dall'angolo tra Elm e Houston... nel momento in cui il presidente alzò la mano e barcollò in avanti ed era ovvio che era stato colpito". Il presente film inizia con la limousine già su Elm al frame 133 e il barcollamento in avanti è tra i frame 188-200. "Il governatore Connally," ha continuato Piuttosto, "... nel sedile proprio di fronte al presidente, ha sentito che qualcosa non andava... il suo cappotto era sbottonato... e mentre si girava tese la mano destra verso il presidente, ha esposto l'intera camicia davanti e il petto... ed è stato ferito con... un secondo colpo (come commenta Redmon, nessun fotogramma di Zapruder esistente mostra l'azione specifica descritta da Piuttosto, con il governatore in piena girata con la mano tesa verso il presidente) "Piuttosto continua"... il terzo colpo ha colpito il presidente, e... la sua testa è andata avanti con notevole violenza".

Nel contesto più ampio dell'assassinio, la caratteristica più incongrua del film "Zapruder" esistente è probabilmente la rappresentazione di un singolo colpo fatale alla testa del presidente, che sembra far saltare in aria l'intera area del tempio destro, lasciando un enorme "cratere". ".

Le ovvie incongruenze tra queste immagini e le ferite al presidente quando è arrivato al Parkland Hospital sono sufficienti per convincere qualsiasi serio studente dell'assassinio che questa parte del film è una completa invenzione. (L'autore David Lifton sembra essere la prima persona ad aver fatto questa osservazione in stampa, nel suo libro del 1980 La migliore prova.) Ma anche lasciando da parte questa prova "medica" di alterazione, il film stesso può essere esaminato per incongruenze fisiche che non si verificherebbero se fosse autentico, ma che potrebbero essere state trascurate se creato come opera di "effetti speciali". L'"esplosione" nel frame 313.

L'"esplosione" rossa brillante mostrata nel fotogramma 313 del film esistente sembra essere un'aggiunta completamente spuria. Ricordiamo che questa "esplosione" non è una palla di fuoco (come sarebbe se fosse un effetto speciale per un film d'azione), ma piuttosto dovrebbe rappresentare materia insanguinata espulsa dalla testa del Presidente. Ora, mentre la fiamma è causata dall'emissione di luce sulla combustione di qualche materiale (che diminuirà quando il combustibile sarà esaurito), lo "spray" rosso mostrato nel fotogramma 313 rappresenta apparentemente il riflesso della luce dalla materia sanguinante, che persistere mentre questa questione rimane nel campo visivo.

Il mio interesse per questo è durato per un po' di tempo. Ho visto per la prima volta il film di Zapruder intorno alla proiezione di Geraldo nel 1975. Era una copia pirata in cui si era imbattuto un cameraman. La prima volta che l'ho visto, forse altri cinque o sei cameraman televisivi erano con me e, per un uomo, abbiamo pensato che fosse molto strano.

Ogni uomo nella stanza aveva esperienza con la telecamera della zona di combattimento e i loro commenti possono essere riassunti come segue: o Zapruder sapeva cosa stava succedendo o era sordo come una pietra. Chiunque non fosse a conoscenza di ciò che stava per traspirare e fosse davanti a qualsiasi esplosione di museruola - specialmente entro 50 piedi dalla sua parte posteriore, come riferì - sarebbe sceso da quel piedistallo in un lampo.

La mia sintesi istintiva del film di Zapruder? JFK doveva essere stato colpito da più di un fucile e da più di una direzione - forse tre direzioni, ma certamente almeno due. Non do molto credito al cosiddetto effetto jet.

La mia opinione più ponderata? Almeno due pistole da dietro, dove, a livello viscerale, suppongo due dalla parte posteriore destra e una dalla parte anteriore, probabilmente come polizza assicurativa (dal punto di vista frontale del conducente della limousine).

Il film di Zapruder è stato visto il giorno dell'assassinio dai dipendenti del laboratorio dopo che è stato elaborato. Non è stato venduto a LIFE fino al giorno successivo, dopo essere stato visto da agenti dei servizi segreti e rappresentanti dei media.

Sebbene Time-LIFE non consentisse proiezioni pubbliche del film, era disponibile per la visualizzazione presso i National Archives dopo la pubblicazione del Rapporto della Commissione Warren, e molti ricercatori lo hanno visto lì.

Il film è stato anche ripetutamente mostrato pubblicamente nel 1969 al processo Clay Shaw a New Orleans, dopo di che le copie pirata hanno circolato ampiamente. Il film è stato anche mostrato alle conferenze JFK a partire dal 1973.

L'idea che qualcuno avesse 12 anni per "lavorare" sul film è, ovviamente, insostenibile. Nessuno che abbia visto il 22 o il 23 novembre 1963 ha presunto un'alterazione, e il film è stato prontamente visibile dai ricercatori alla fine del 1964, che sarebbe un massimo di 12 mesi, non 12 anni. Molti di noi avevano visto il film prima che uscisse in televisione nel marzo 1975.

Ho esaminato gli argomenti relativi all'alterazione del film e non ho trovato nulla di convincente in essi. Ho anche esaminato il Rapporto Zavada, che sembra stabilire fermamente che il film presso gli Archivi è l'originale della macchina da presa. All'Archivio si trovano anche le due copie del film dei Servizi Segreti (nessun fotogramma mancante).

Anche se la limousine rallentò notevolmente, non si fermò. I testimoni a fianco della limousine sostengono principalmente questo - e la maggior parte dei testimoni che segnalano una fermata stavano osservando la limousine da dietro. Non ricordo alcuna dichiarazione anticipata di Moorman, Hill o degli ufficiali della motocicletta che la limousine si fosse fermata. Una certa confusione è derivata dal fatto che la Commissione Warren ha utilizzato una velocità media, quando la limousine è andata sia più veloce che più lenta rispetto alla media in vari punti.

Ci sono stati anche sviluppi interessanti dalla scena del crimine, forse il più importante dei quali può sembrare un gioco da ragazzi: il famoso filmato di 26 secondi di Zapruder sull'omicidio di JFK contiene immagini fotografiche originali dell'assassinio. Questa autenticazione è stata ritenuta necessaria dall'Assassination Records Review Board, creato dal Congresso per supervisionare il rilascio dei record di JFK, perché una fazione vocale di teorici della cospirazione di JFK negli anni '90 ha iniziato a sostenere che il film era stato surrettiziamente alterato per nascondere le prove di una cospirazione. (Confutata la loro teoria, questi teorici della cospirazione hanno abbandonato il campo di JFK per i pascoli più verdi della speculazione sull'11 settembre.) Tuttavia, questo non vuol dire che non ci siano alcune domande legittime e scomode sulle fotografie relative all'assassinio.

"L'unica cautela che ho nella documentazione fotografica riguarda il materiale dell'autopsia di JFK", afferma Richard Trask, un archivista fotografico a Danvers, nel Massachusetts, che possiede la più grande collezione al mondo di immagini dell'assassinio di JFK e ha scritto due libri sull'argomento. "Quella è un'area che mi fa sempre riflettere. Quello che stava succedendo durante l'autopsia se c'era un insabbiamento o solo un'incompetenza, non lo so. È l'unica area della storia di JFK su cui ho dei dubbi. "

Come dovrebbe. Le prove mediche del JFK sono peggio di un disastro: è uno scandalo nazionale documentato che attende una copertura giornalistica decente. Le nuove prove mostrano oltre ogni ragionevole dubbio che la documentazione fotografica dell'autopsia di Kennedy è stata manomessa da ignoti. La testimonianza giurata e le registrazioni sviluppate dall'Assassination Records Review Board alla fine degli anni '90 non consentono altre conclusioni.

Tra le principali rivelazioni post-Stone nelle prove mediche di JFK:

Le fotografie dell'autopsia del corpo di Kennedy mancano dagli archivi del governo, secondo la testimonianza giurata di medici e tecnici medici coinvolti nell'autopsia. Le origini di altre foto dell'autopsia nella collezione non possono essere determinate.

Due agenti dell'FBI che hanno preso appunti durante l'autopsia hanno fornito dettagliate testimonianze giurate che rigettavano la cosiddetta teoria del proiettile singolo che cingeva la storia ufficiale secondo cui Oswald da solo ha ucciso Kennedy.

Il dottor James Humes, il patologo capo dell'autopsia di JFK, ha ammesso sotto giuramento di aver distrutto una prima bozza del suo rapporto autoptico. Humes in precedenza aveva solo ammesso di aver distrutto i suoi appunti originali.

Il dottor Gary Aguilar, un oftalmologo di San Francisco che ha scritto dell'autopsia, è enfatico. "L'evidenza medica è davvero una prova evidente di un insabbiamento a mio avviso", dice. "La storia è così straordinaria che è difficile per alcune persone, specialmente nelle organizzazioni dei media mainstream, venire a capo di essa. Non c'è dubbio che ci siano state cose molto strane in giro per il corpo del presidente quel fine settimana".

Sembra una fantasia paranoica? Più di alcune delle persone che hanno partecipato all'autopsia di JFK hanno giurato.

Saundra Kay Spencer era un tecnico del laboratorio fotografico della Marina a Washington. Ha sviluppato le foto dell'autopsia di JFK nel fine settimana dopo la morte di Kennedy. Ha mantenuto il suo giuramento di segretezza per 34 anni. Quando ha parlato con l'ARRB nel 1997, Spencer ha mostrato l'efficienza di una donna militare in carriera. Era ben preparata con una memoria acuta per i dettagli del suo coinvolgimento negli incredibili eventi del 22-24 novembre 1963. La sua testimonianza, dopo aver esaminato tutte le fotografie dell'autopsia di JFK negli Archivi Nazionali, era inequivocabile. "Le viste [del corpo di JFK] che abbiamo prodotto al Centro fotografico [Navale] non sono incluse [nell'attuale collezione di autopsie]", ha detto. "Tra quelle fotografie e quelle che abbiamo fatto, ci dovevano essere alcune enormi cose cosmetiche fatte al corpo del presidente".

L'agente dell'FBI Francis O'Neill era presente durante l'autopsia e ha preso appunti. Nel 1997, ha anche visionato le fotografie. Riferendosi a una fotografia dell'autopsia che mostra la ferita nella parte posteriore della testa di Kennedy, O'Neill ha detto: "Sembra che sia stato aggiustato in qualche modo. In particolare non ricordo quelli - voglio dire, essere così puliti o aggiustati. A me sembra che queste immagini lo siano state. Mi sembrerebbe che ci fosse una -- più di una ferita enorme... " O'Neill ha sottolineato che non stava dicendo che le fotografie dell'autopsia erano state manipolate, ma che le ferite stesse erano state pulite prima che la fotografia fosse scattata.

James Sibert, un altro agente dell'FBI presente all'autopsia, ha avuto una reazione simile alle foto. "Non ricordo assolutamente nulla di simile durante l'autopsia", ha detto sotto giuramento. "C'era molto... beh, la ferita era più pronunciata. E sembra che avrebbe potuto essere ricostruita o qualcosa del genere, rispetto a quello che era il mio ricordo".

Ciò a cui entrambi gli uomini si opponevano era la mancanza di un grosso buco nella parte posteriore della testa di JFK che sarebbe in qualche modo indicativo di una cosiddetta ferita da scoppio causata da un colpo dalla parte anteriore.

Gli agenti dell'FBI in pensione erano particolarmente feroci sulla teoria del singolo proiettile che postulava che un proiettile avesse causato sette ferite non mortali a Kennedy e al governatore [del Texas] Connally ed emerse in gran parte illeso su una barella d'ospedale.

Presero appunti sull'autopsia mentre il dottor Humes esaminava il corpo di Kennedy. Entrambi hanno affermato che le autopsie hanno concluso che il proiettile che ha colpito Kennedy alla schiena non era transitato sul suo corpo. Ma il capo patologo Humes ha espresso un'altra opinione nel suo rapporto sull'autopsia, scrivendo che il proiettile era uscito dalla gola di Kennedy ed era andato a colpire il governatore Connally. Ma la credibilità di Humes è minata dalla scoperta dell'ARRB che ha distrutto non solo i suoi appunti, ma anche la sua prima bozza del rapporto dell'autopsia senza mai rivelarne il contenuto o addirittura l'esistenza.

Sibert in seguito disse a un ricercatore del JFK della teoria del singolo proiettile: "È magia, non medicina".


Il video dell'assassinio di JFK è stato tenuto nascosto al pubblico per 12 anni. Ecco cosa abbiamo visto quando è andato in onda.

Abraham Zapruder ha fatto il breve viaggio da casa sua a Dealey Plaza a Dallas esattamente 50 anni fa venerdì, sperando di usare la sua nuova macchina fotografica da 8 mm per filmare il presidente John F. Kennedy mentre il suo corteo di automobili attraversava la città. Ciò che il designer di abbigliamento sportivo femminile ha catturato invece sarebbe la tragica morte di un uomo che ammirava, che si svolgeva su 486 fotogrammi nel corso di poco meno di 27 secondi.

La clip sopra sarebbe arrivata a plasmare la valutazione e la controversia sulla prematura morte di Kennedy. Sebbene non fosse l'unica registrazione dell'episodio, il film di Zapruder è stato utilizzato come fulcro della Commissione Warren, un'indagine organizzata dal presidente Lyndon B. Johnson per determinare i dettagli dell'uccisione del suo predecessore. Utilizzando il film e una serie di altre prove e testimonianze, i funzionari stabilirono nel 1964 che Lee Harvey Oswald aveva agito da solo nell'assassinio.

Ma anche dopo la controversa conclusione, la versione completa del film di Zapruder rimase nascosta al pubblico per altri 11 anni, fino al 1975, quando andò in onda in diretta su Good Night America della ABC, allora condotta da Geraldo Rivera:


Zapruder Film - Storia

Prima del 1963, i presidenti degli Stati Uniti in tempo di pace viaggiavano liberamente attraverso le città americane. Tali visite e contatti con la folla sono stati particolarmente utili durante la corsa alle elezioni presidenziali. Durante le elezioni del 1960, JFK fece spesso una campagna in cima ai sedili posteriori delle decappottabili aperte guidate lentamente attraverso le principali città. Ma con le prossime elezioni — e il prestigio della Presidenza ora sulle sue spalle, Kennedy aveva adottato un approccio più sommesso in quelli che sarebbero stati i suoi ultimi cortei.

Tuttavia, anche se JFK non si fosse mai più seduto sul sedile posteriore, ci sarebbero state molte belle opportunità fotografiche per i dilettanti che si sono presentati per una prima campagna elettorale attraverso il Texas alla fine di novembre del 1963. Per non parlare del fascino della First Lady Jackie, godendo il suo primo viaggio di campagna dal 1960.

A Dallas, molti, incluso il fotografo professionista AP Jim Altgens, hanno considerato l'area aperta di Dealey Plaza per offrire le migliori opportunità fotografiche. Quando il corteo ha raggiunto il punto più storico di Dallas, c'erano circa tre dozzine di fotografi in posizione. Ma solo uno stava filmando dalla parte del presidente mentre risuonavano gli spari.

Il film di Zapruder

Le prime impressioni di Zapruder sull'assassinio hanno toccato il fumetto. Pensava che il presidente stesse "fingendo" di essere colpito quando l'auto è emersa da dietro un cartello tra Zapruder e Kennedy. Ha detto alla Commissione Warren:

  • Lo studio classico di Martin Shackelford "Listening to the Zapruder Film" che ha lettori labiali professionisti esaminano il film.
  • "A New Look At The Zapruder Film" di Steven Barber esamina attentamente un nuovo video di altissima qualità del film.

Dal 1949, Abraham Zapruder aveva gestito la sua "Jennifer Juniors, Inc. di Dallas", producendo abbigliamento femminile e giovane donna. Nel 1963, l'azienda uscì dal quarto e quinto piano del Dal-Tex Building al 501 di Elm, dall'altra parte di Houston Street dal Depository. Con i suoi due figli, Henry e Myrna, ora cresciuti e con figli piccoli, Zapruder ha acquistato una fotocamera 8 mm Bell & Howell Zoomatic Director Series, modello 414 PD nel 1962 per registrare le attività dei suoi nipoti. Fortunatamente per la storia, era una delle fotocamere domestiche di migliore qualità allora disponibili.

Consapevole che il presidente sarebbe passato vicino al suo edificio, Zapruder decise di lasciare la sua macchina fotografica a casa quando il 22 novembre 1963 si presentò un'alba nuvolosa con acquazzoni. Quando la mattinata è diventata soleggiata, "Mr. Z", come è stato chiamato dai suoi dipendenti, è stato istruito a tornare a casa per la telecamera dalla sua segretaria Lillian Rodgers. Verso metà mezzogiorno, Zapruder sceglie una spalla di cemento alta un piede all'estremità occidentale dei gradini del Bryan Colonnade, vicino al Grassy Knoll.

Il trespolo rialzato si sarebbe rivelato uno dei migliori punti panoramici di Dealey Plaza, ma rappresentava una sfida alle vertigini di Zapruder. Ha chiesto alla sua receptionist, Marilyn Sitzman, di arrampicarsi dietro di lui e di tenerlo fermo mentre filmava. La sua fotocamera completamente carica, la fotocamera di Zapruder ha catturato gli eventi a una velocità costante di 18,3 fotogrammi al secondo. I primi 132 fotogrammi (7 secondi) mostrano la scorta motociclistica principale diretta verso Elm.

Rendendosi conto che il partito presidenziale non era subito dietro, Zapruder ha interrotto le riprese per conservare la pellicola. La sua sequenza successiva sarebbe iniziata con la Lincoln presidenziale già su Elm e avrebbe funzionato ininterrottamente per 354 fotogrammi. I suoi 19 secondi catturerebbero il singolo evento più drammatico e orribile del secolo.

Sviluppi chiave

Mostrando ancora più presenza di spirito, Zapruder è tornato immediatamente nel suo ufficio e ha chiuso la telecamera in una piccola cassaforte. Un giornalista del Dallas Morning News di nome Harry McCormack ha informato Forrest Sorrels, agente in carica dell'ufficio sul campo dei servizi segreti di Dallas, che Zapruder potrebbe aver filmato l'assassinio. I due hanno incontrato Zapruder nel suo ufficio, non conoscendo veramente la vera importanza del suo straordinario film. Sorrels se ne andò dopo la promessa di una copia ad uso della sua agenzia.

Zapruder è poi andato con McCormack al News Building, sperando di sviluppare il film lì. Da lì sono andati alla filiale televisiva del giornale, WFAA, solo per sapere che il laboratorio della stazione è stato allestito per un telegiornale in 16mm in bianco e nero. Sebbene abbia perso quella che sarebbe stata la più grande esclusiva televisiva, la WFAA ha rilasciato un'intervista in diretta con lo stesso Zapruder, appena 90 minuti dopo l'assassinio.

Per conto di Zapruder, la WFAA ha contattato la Eastman Kodak Company su Manor Way, che ha accettato di elaborare immediatamente il suo film. Il dipendente Kodak Phil Chamberlain ha ricordato che c'erano solo tre bobine di pellicola fotografica disponibili per fare copie di prima generazione. Più tardi quel pomeriggio, Sorrels ricevette due delle copie nell'ufficio di Zapruder. Quella sera, una delle copie di Sorrels era in viaggio per il capo dei servizi segreti James Rowley a Washington.

L'altra copia di Sorrels è stata prestata all'FBI, che non è in grado di ingannare il film localmente, ha inviato il film al laboratorio dell'FBI a Washington, dove sono state realizzate copie di seconda generazione.La copia di prima generazione è stata restituita a Dallas il 26 novembre.

Entra nella VITA

L'originale è andato alla tipografia di Life's Chicago, dove il numero abortito del 24 novembre era ora in fase di rielaborazione. La copia stampata è andata agli uffici di Life a New York, dove ha disgustato l'editore C.D. Jackson che ordinò a Stolley di assicurarsi da Zapruder i restanti diritti cinematografici. L'accordo finale, elaborato il giorno del funerale del presidente Kennedy, prevedeva che Zapruder ricevesse immediatamente $ 25.000, con rate di $ 25.000 da pagare annualmente per un totale di $ 150.000.

Due giorni dopo, Zapruder ha donato il pagamento iniziale ai sopravvissuti di J.D. Tippit, l'ufficiale di polizia di Dallas ucciso da Oswald. Temendo critiche al profitto, Zapruder ha lasciato l'impressione che $ 25.000 fosse l'importo totale che aveva ricevuto per il film. Ci sarebbe voluto del tempo prima che venisse fuori l'intera portata dell'accordo Life. Sebbene il totale di $ 150.000 (pari a mezzo milione di oggi) possa sembrare eccessivo, Life (la CNN dei suoi tempi) aveva pagato $ 500.000 solo pochi anni prima per la storia esclusiva degli astronauti Gemini e delle loro mogli.

Il film emerge

Il 6 marzo 1975, il film di Zapruder fece finalmente la sua prima TV americana nel talk show di Geraldo Rivera Good Night America. Un mese prima, il film era stato mostrato per la prima volta in TV in Australia. Ad aprile, volendo evitare l'apparenza della "soppressione", la Time Inc. ha restituito il film e tutti i diritti commerciali agli eredi di Abraham Zapruder per un dollaro. Dal 1978, l'originale è stato conservato in "deposito di cortesia" in condizioni di conservazione presso l'Archivio Nazionale.

Nel 1992, reagendo alla pressione pubblica sulla scia del film JFK, il Congresso approvò il JFK Assassination Records Collection Act, che autorizzava il governo a sequestrare documenti cruciali dell'assassinio. Il 1° agosto 1998, il governo ha preso possesso del film di Zapruder già nei suoi caveau. I problemi di risarcimento con gli eredi di Zapruder sono stati risolti nel 1999, risultando in un pacchetto multimilionario per la famiglia.

Un progetto che gli Zapruder sono riusciti a realizzare è stato il video di 45 minuti "Image of an Assassination: A New Look at the Zapruder Film" pubblicato alla fine del 1998, uno sguardo avvincente sulla storia del film e sugli sforzi di conservazione degli Archivi Nazionali. Nel gennaio 2000, la famiglia Zapruder ha donato la sua copia di prima generazione, realizzata nel pomeriggio dell'assassinio, al Sixth Floor Museum. Questo era il film che la famiglia avrebbe consentito la duplicazione per uso commerciale e potrebbe essere la versione più vista di sempre.

La famiglia, obbligata dal governo a cedere la proprietà a un ente pubblico, ha ceduto i diritti d'autore del film al Museo, fidandosi del proprio giudizio sull'utilizzo. Sfortunatamente, questo è lo stesso museo che ha permesso una webcam nella finestra di Sniper's Nest. Si spera che prevalgano cautela — e rispetto per la famiglia del presidente. Se i sentimenti iniziali di molti texani nel 1963 fossero stati ascoltati, Jack Ruby sarebbe stato graziato e l'edificio del Deposito sarebbe stato raso al suolo.

Il colpo di testa

Fino ad oggi, milioni di persone non sanno che una prova così schietta di un secondo sicario è stata minata quasi dall'inizio. Nel 1965, i ricercatori che utilizzano un confronto fotogramma per fotogramma hanno scoperto che la testa è andata avanti violentemente tra i telai Zapruder 312 (ultimo fotogramma prima dell'impatto) e il fotogramma 313 (esplosione della testa). Il successivo movimento all'indietro è molto più lento e quindi più caratteristico nella visione live-action.

Il movimento in avanti della testa, insieme all'esplosione in avanti del cranio e del materiale cerebrale, è del tutto coerente con uno sparo del Cecchino. Per il fotogramma 313, il Grassy Knoll era perpendicolare alla testa del presidente, un impatto sarebbe uscito attraverso il lato sinistro del cranio, ma i raggi X e le foto dell'autopsia non mostrano alcun cranio o frammenti di metallo nell'emisfero sinistro, tanto meno una ferita di uscita aperta .

  • La teoria di un "effetto jet" sviluppata dal fisico Luis Alvarez e sviluppata dal Dr. John Lattimer.
  • La teoria di uno "spasmo neuromuscolare" causato dalla massiccia ferita alla testa.

Io la chiamo la teoria della compressione/rinculo. Il movimento iniziale in avanti della testa è stato confermato dal film di Nix che anche il rinculo all'indietro è andato a sinistra è stato catturato nel film Muchmore e nella foto di Moorman.

La teoria del singolo proiettile

Lo stesso giorno, i chirurghi di Connally hanno annunciato che le sue ferite erano state causate da un singolo proiettile. Inizialmente, la maggior parte pensava che il ferimento del governatore rappresentasse uno dei tre colpi che si pensava fosse stato sparato. Poiché il colpo finale aveva colpito fatalmente la testa del presidente pochi secondi dopo che Connally era stato colpito, si pensava che il primo colpo avesse colpito Kennedy passandogli alla gola e che il secondo colpo avesse colpito Connally.

Ma l'analisi del film di Zapruder ha mostrato che il presidente e il governatore hanno reagito molto da vicino. E solo un proiettile era stato recuperato al Parkland Hospital sulla cui barella non era sicuro. Inoltre, è stato riferito che almeno uno dei colpi probabilmente è mancato, causando l'esplosione di spray sul marciapiede e l'invio di un frammento di piombo fino all'imboccatura del Triplo Sottopassaggio, dove il testimone James Tague è stato ferito superficialmente sulla guancia.

Durante l'indagine della Commissione Warren del 1964, l'assistente legale Arlen Spector (ora un eminente senatore degli Stati Uniti) sviluppò la teoria del proiettile singolo come un chiaro tentativo di conciliare i fatti medici e balistici noti. Spector ha suggerito che dal momento che Connally era seduto di fronte a Kennedy e leggermente più basso a causa del fatto che si trovava su un sedile rialzato, i due erano allineati per essere stati feriti dallo stesso proiettile. Dove è andato a finire il proiettile uscito dalla gola di JFK se non in Connally? All'interno della limousine sono stati trovati solo frammenti di piombo del colpo alla testa.

La traiettoria e l'analisi fotografica dell'House Select Committee on Assassinations nel 1978 (la differenza di altezza tra i due uomini era di 8 cm) sembrano vanificare la teoria di Spector. Inoltre, il suo gruppo medico ha respinto le accuse secondo cui il proiettile aveva lasciato così tanto piombo nel petto di Connally che non poteva essere il quasi intero "Pristine Bullet" recuperato a Parkland quello che si pensava fosse "piombo" sull'X di Connally. i raggi si sono rivelati artefatti fotografici.

Nel 1992, la Failure Analysis Associates, Inc. ha rivelato l'importante prova del risvolto di Connally che si ribalta verso l'esterno per un diciotto di secondo al frame 224 di Zapruder. è stato possibile grazie a entrambi gli uomini allo Z224, il momento del risvolto. Utilizzando i siti della ferita del Governatore e la posizione al momento della ferita, la Failure Analysis ha proiettato la traiettoria del proiettile all'indietro, portandola attraverso il collo del Presidente. Il cono risultante, riflettendo un margine di errore, includeva la finestra di Oswald.

Alcuni hanno suggerito che da quando il governatore si è tenuto il cappello fino a dopo il colpo mortale alla testa, la sua ferita al polso è stata causata da un frammento dall'impatto del cranio. Tuttavia, un'ispezione più attenta dei fotogrammi di Zapruder prima del colpo alla testa rivela il cappello Stetson del governatore involontariamente tenuto in alto da un polso piegato, prova di paralisi. La frantumazione dell'osso del radio di Connally non ha colpito i muscoli e i nervi che consentono alle dita e al pollice di opporsi l'uno all'altro. La Failure Analysis ha rivelato un violento ribaltamento verso l'alto del braccio destro del Governatore per oltre un terzo di secondo subito dopo il fotogramma 224.

Il film di Zapruder rimane la principale documentazione storica dell'assassinio. Per pura fortuna, un uomo con una buona presenza di spirito e una telecamera decente è capitato di scegliere uno dei migliori punti di osservazione a Dealey Plaza per registrare l'omicidio. Mentre il film è scioccante e grafico, c'è molto da lodare e sempre di più da discutere.


Il film di Zapruder: catturare quando il mondo è cambiato in 26 secondi

È stato definito il più importante film di 26 secondi mai registrato, quando un sarto di Dallas ha catturato l'assassinio del presidente John F. Kennedy nel 1963 con orribili dettagli.

Ora, sua nipote sta condividendo la storia dietro l'obiettivo e come quel cortometraggio ha plasmato il modo in cui il mondo vede le notizie svolgersi.

Alexandra Zapruder dice che la sua famiglia ha sempre detto che il film è stato un "incidente del destino" e che suo nonno era nel "posto sbagliato al momento sbagliato" quel terribile giorno a Dallas. Ma quando ha acceso la sua macchina fotografica ha catturato un momento che ha segnato un cambiamento nel nostro paese e il suo cognome è diventato parte della cultura americana.

Il film di Zapruder è stato il primo del suo genere. Ha rotto ogni barriera. E Alexandra Zapruder è cresciuta con esso.

Suo nonno, Abraham, un sarto di Dallas e immigrato russo che amava fare filmati amatoriali, voleva registrare la visita del presidente per sua moglie e i suoi figli. Con una telecamera da 8 millimetri, si è fermato su una sporgenza di cemento sulla collinetta erbosa che si affaccia su Dealey Plaza, e quando ha visto le limousine arrivare dietro l'angolo, ha iniziato a filmare.

"Era gli occhi per l'America in quel giorno orribile", ha detto il corrispondente Jan Crawford.

Notizie di tendenza

"Esatto", disse Alexandra. &ldquoE penso che per molti versi il film sia davvero il ricordo dell'America di questo evento.&rdquo

In un istante, vedi l'intero corso della storia cambiato &hellip solo 486 fotogrammi di un filmato casalingo che mostrava le riprese di un presidente dall'inizio alla fine.

Dodici

Ma la storia del film di Zapruder è molto più di quei ventisei secondi di filmato, come racconta Alexandra Zapruder nel suo nuovo libro, "Twenty-Six Seconds: A Personal History of the Zapruder Film" (dodici).

Nel giro di poche ore suo nonno è stato lui stesso gettato davanti alla telecamera e in una tempesta mediatica. "Ho visto la sua testa praticamente aprirsi, tutto sangue e tutto, e ho continuato a sparare", ha detto ai giornalisti.

Il governo ha preso delle copie del film, ma ha lasciato a Zapruder l'originale. Voleva che il film fosse protetto per rispetto dei Kennedy, così l'ha affidato alla rivista Life, dopo che Life ha deciso che non doveva essere sensazionalistico.

"Il loro interesse era in realtà nel proteggere il popolo americano e proteggere i Kennedy, cosa che nel mondo di oggi sembra completamente insondabile", ha detto Alexandra. &ldquoNessuno protegge nessuno. L'intero concetto di privacy è praticamente obsoleto.&rdquo

Per i successivi 12 anni Life ha tenuto nascosto il film originale. Ma nel 1975 Geraldo Rivera mandò in onda una copia bootleg. L'ha definita "la cosa più orribile che abbia mai visto nei film".

Tenerlo nascosto al pubblico ha alimentato teorie cospirative secondo cui il governo aveva qualcosa da nascondere. "Il film è stato mostrato come un film al popolo americano per 12 anni", ha detto Alexandra. &ldquoOra, sarebbero trascorsi 12 secondi prima che venisse pubblicato su YouTube. Questa è l'altra parte della storia che è così affascinante, è la storia del cambiamento della tecnologia.&rdquo

Crawford ha parlato con Zapruder in una galleria al Newseum di Washington, D.C., dove puoi vedere come la tecnologia si è evoluta e ha influenzato il giornalismo. In effetti, alcuni dei momenti più sorprendenti del giornalismo radicati nella nostra coscienza collettiva sono stati presi dalla gente comune.

"Suo nonno, in un certo senso è stato il primo giornalista-cittadino", ha detto Crawford.

&ldquoLo era! Penso molto al movimento Black Lives Matter e all'uso del cellulare come mezzo per registrare qualcosa. È una forma di resistenza. È diventato qualcosa di ancora più potente.&rdquo

Tuttavia, il film di Zapruder porta con sé il proprio potere. Per caso o per destino, ha cambiato il modo in cui vedevamo il mondo.

"È la storia di come la vita si trasforma in un istante", ha detto Alexandra. &ldquoSai, ecco questa bellissima coppia che cavalca per strada in una giornata di sole. E poi in una manciata di secondi è finita, e tutto è finito. Le loro vite sono cambiate, la vita di mio nonno è cambiata, la cultura è cambiata, la società è cambiata, il clima politico, l'America, il mondo. Tutto è cambiato, ed eccolo nel film.&rdquo

È questo punto esistenziale che rende questo film così prezioso. Nel 1999, il governo ha accettato di pagare alla famiglia Zapruder 16 milioni di dollari per conservare il film negli Archivi Nazionali.


Abraham Zapruder: l'uomo dietro l'home movie più famigerato della storia

È una scena incisa nel nostro inconscio collettivo. La coppia sorridente saluta la folla da una limousine nera scoperta. Erba verde brillante. Il suo vestito rosa acceso e il cappello. Poi qualcosa sembra prendergli la gola. Si china su di lui. La sua testa scatta avanti e indietro violentemente. Si alza dal sedile e si allunga inorridita attraverso lo stivale. L'auto accelera e parte.

Tranne che qualcosa non va. Non è Jackie Kennedy in abito rosa, è un uomo travestito. E il presidente non sembra essere ferito, dopotutto. In effetti, hanno girato intorno a Dealey Plaza e l'intera faccenda sta accadendo di nuovo. Questo non è il famigerato film casalingo di Abraham Zapruder, è in realtà The Eternal Frame, una rievocazione sfacciatamente irriverente dell'assassinio di Kennedy, o più precisamente, una rievocazione del film stesso di Zapruder. È stato realizzato nel novembre 1975 da due collettivi d'arte con sede a San Francisco, Ant Farm e TR Uthco. Poco prima della "ripresa", l'attore che interpreta JFK fa un discorso televisivo. "Io sono in realtà solo un altro anello di quella catena di immagini che costituisce la somma totale delle informazioni accessibili a tutti noi americani", dice, con un accento di Boston esageratamente marcato.

"Era, ovviamente, di cattivo gusto", afferma Chip Lord, co-fondatore di Ant Farm, ora professore di cinema all'Università della California a Santa Cruz. "Solo per fare qualcosa di diverso dal mostrare riverenza verso la famiglia Kennedy e il mito era ovviamente un tabù nella vita culturale americana. Così è diventata un'attrazione del progetto. Penso che abbiamo sentito che potrebbe esserci una verità essenziale nell'andare a Dallas e - lo svolgimento dell'evento."

Non avevano permessi ufficiali, ricorda Lord. Si sono appena presentati e hanno iniziato a girare presto una domenica mattina. Quando nessuno li ha fermati, sono andati in giro e l'hanno fatto ancora e ancora, forse 20 volte. Una folla di turisti si formò per guardare. Molti di loro pensavano che fosse un evento ufficiale. Nel film, una donna versa lacrime e la definisce "una bellissima rievocazione", cosa che chiaramente non è.

JFK è morto ancora e ancora da allora, in particolare nei film. Gli echi del suo assassinio risuonano ancora nel cinema. L'età d'oro post-JFK dei thriller cospirativi di Hollywood è stata ben raccontata, ma ciò che ha probabilmente avuto un impatto più profondo è il film di Zapruder stesso. Dal momento in cui ha registrato la vita di Kennedy in modo orribile, ha assunto una vita propria. Tecnicamente è un breve documentario: solo 26 secondi, 486 muti, colore, fotogrammi 8mm. È anche una prova ufficiale, un documento storico, un oggetto d'arte, un vero e proprio snuff movie. Alcuni l'hanno definita la pietra miliare del giornalismo cittadino, un precursore dell'attuale era di YouTube, in cui chiunque disponga di una fotocamera può creare qualcosa di valore di trasmissione globale. Per alcuni, oltre alla morte di JFK, il film di Zapruder rappresenta la morte della stessa verità cinematografica.

Niente di tutto questo era vicino alla mente di Zapruder quando è uscito a Dealey Plaza durante la pausa pranzo per registrare il passato di Kennedy. Zapruder aveva effettivamente lasciato la sua macchina fotografica a casa quel giorno. Un assistente nella sua fabbrica di vestiti lo ha convinto a tornare a prenderlo. A poche ore dall'assassinio, Zapruder aveva regalato copie del suo film a due uomini, avviandolo così su percorsi divergenti ma intersecanti. Il primo è stato l'agente dei servizi segreti Forrest Sorrels, che lo ha richiesto per uso investigativo ufficiale. Il secondo uomo è stato Richard Stolley, un editore della rivista Life, che ha vinto la guerra delle offerte dei media per il film. Zapruder lo ha venduto a Life per 150.000 dollari, con la promessa che non pubblicheranno mai il frame 313: lo stesso colpo fatale.

Il mondo ha saputo quasi immediatamente dell'esistenza del film di Zapruder. Il presentatore della CBS Dan Rather ne ha descritto i contenuti (in modo impreciso) in televisione, due giorni dopo l'assassinio. Life ha stampato immagini fisse da esso nel suo numero commemorativo una settimana dopo e avrebbe continuato a stampare immagini nel prossimo decennio. Ma il pubblico mainstream non avrebbe visto l'intero film inedito fino al marzo 1975, quando è stato mostrato in TV a tarda notte. Questo accadeva pochi mesi prima della rievocazione di The Eternal Frame, ma, a quel punto, Ant Farm e molti altri avevano già ottenuto copie pirata del film. Lord ha ottenuto il suo tramite un contatto con "una rete di tipo cospirativo", dice. "Era una copia da 16 mm. Il colore era quasi completamente sbiadito". Ciò non ha impedito a una stazione televisiva locale di chiedere se potevano prenderlo in prestito per trasmettere.

A quel tempo, il film era già penetrato nella cultura popolare. I Kennedy furono rapidamente cooptati nel lessico di Andy Warhol, dal momento che spuntavano le scatole sia per la celebrità dei media che per il crimine violento. Molte delle immagini iconiche della coppia di Warhol erano basate su foto della rivista Life. Come Ant Farm, stava commentando la rappresentazione mediatica dell'evento. "Ciò che mi ha infastidito è stato il modo in cui la televisione e la radio hanno programmato che tutti si sentissero così tristi", ha detto all'epoca. "Sembrava che non importasse quanto ci provavi, non riuscivi ad allontanarti da quella cosa." Warhol ha trasformato lo stesso Zapruder per il suo film del 1966 Since, una ricostruzione amatoriale e incompiuta che utilizza le sue normali "superstar" della Factory. Nel 1967, l'artista cinematografico Bruce Conner incorporò il film di Zapruder nel suo influente Report, un emozionante montaggio di filmati di notizie e voci fuori campo dal giorno dell'assassinio. Poi John Waters ha riproposto Zapruder nel suo primissimo film, Eat Your Make Up del 1968, sul prato dei suoi genitori, con Divine nei panni di Jackie Kennedy. Ora il film di Zapruder è là fuori nell'etere pop-culturale, riprodotto e fatto riferimento in film (da Kentucky Fried Movie a In The Line of Fire a Watchmen), sitcom (Seinfeld, I Griffin) e video musicali (Inno nazionale di Lana Del Rey ).

Ma quell'altra strada intrapresa dal film di Zapruder, attraverso le copie che ha consegnato ai servizi segreti, ha creato una storia parallela. Da Sorrels il film è arrivato alla Commissione investigativa Warren l'anno successivo. Tuttavia, le riproduzioni stampate della commissione omettevano alcuni fotogrammi e ne cambiavano altri, piantando semi di sospetto. Nel corso delle successive indagini sull'assassinio di Kennedy, ufficiali e non, il film di Zapruder divenne in qualche modo la prova di un insabbiamento. Lo è ancora oggi. Una semplice ricerca su Internet mostra dozzine di analisi del filmato, spiegando perché è un falso, come è stato alterato, perché non corrisponde ad altri account ufficiali, perché c'è stato un altro sparatutto.

Billy Bob Thornton in Parkland.

"Si potrebbe pensare che chiuderebbe le teorie della cospirazione, ma le apre", afferma la dott.ssa Clare Birchall dell'Institute of North American Studies del King's College di Londra, che ha scritto molto sulla cultura della cospirazione.Il fatto che il film di Zapruder "dimostri" così tante versioni contrastanti degli eventi dice qualcosa sull'instabilità intrinseca del film come documentazione fattuale e sul divario tra film ed esperienza, suggerisce. "La telecamera 'non mente mai', eppure è proprio quella che permette di mentire. L'evidenza visiva è eminentemente interpretabile. In questo senso contiene già le possibilità della teoria del complotto".

Puoi vedere lo stesso processo negli eventi dei giorni nostri come l'11 settembre, continua Birchall, dove le stesse immagini sono state utilizzate per supportare innumerevoli teorie. "Ma in termini di prove visive controverse, il film di Zapruder è il classico. È visto come la madrepatria della teoria della cospirazione. Le teorie che attingono a tutto, dagli Illuminati al Nuovo Ordine Mondiale, hanno sempre JFK lì dentro ad un certo punto. " Il cinema è diverso? Che cos'è un film se non una selezione di immagini in movimento disposte in una narrativa persuasiva? Non c'è da stupirsi che così tanti registi siano stati attratti dall'argomento. All'interno di quell'età d'oro dei thriller cospirativi di Hollywood, alcuni affrontavano direttamente l'ambiguità dei media: Blow-Up di Antonioni e The Conversation di Coppola. Ma negli anni successivi è arrivata una nuova generazione di registi impegnati a decifrare il mistero di JFK da soli. Primo sospettato: Oliver Stone e il suo film JFK del 1991, in cui il procuratore distrettuale Jim Garrison, interpretato da Kevin Costner, mette insieme una vasta cospirazione che coinvolge Lyndon Johnson, la CIA, la mafia, il complesso militare-industriale, la comunità gay, forse i Dallas Cowboys – diventa confuso. Apparentemente basato sui fatti, utilizza ripetute riproduzioni del film di Zapruder per dare credito all'argomento sullo schermo di Garrison, ma in termini di accuratezza storica, è imperfetto e contestabile come le teorie folli di YouTube.

Tuttavia, JFK di Stone ha toccato un accordo con un pubblico americano che sentiva di non aver ancora capito la verità. Il suo successo ha spinto il governo degli Stati Uniti a raccogliere e rendere pubblici tutti i documenti governativi relativi all'assassinio per dimostrare che non vi era alcuna cospirazione. Quelle registrazioni includevano il film Zapruder: il governo degli Stati Uniti ha preso possesso del film in base alla legge del 1992 nota come JFK Act, e nel 1999 un collegio arbitrale speciale ha assegnato $ 16 milioni più gli interessi alla famiglia Zapruder come risarcimento, dopo di che hanno donato il copyright al Sixth Floor Museum a Dealey Plaza. Il prezzo richiesto per l'utilizzo in un film, come JFK, è ora di $ 80.000.

Stone non è stato l'unico ad essere tornato a Dealey Plaza. Nel 2011, il documentarista vincitore dell'Oscar Errol Morris ha realizzato un cortometraggio incentrato sull'"Uomo con l'ombrello" - una figura sullo sfondo, catturata nel film di Zapruder con incongruamente in mano un ombrello nero aperto in quella giornata di sole. Era un segnale? Un'arma nascosta? Il film di Morris chiude il caso (nessun spoiler qui), solo per un altro stimato regista, Alex Cox, per riaprirlo. Cox ha pubblicato una risposta su YouTube respingendo efficacemente il film di Morris. È una specie di pazzo di JFK, a quanto pare. In un altro cortometraggio su YouTube, Cox mette in dubbio l'autenticità del film di Zapruder stesso. Ha recentemente pubblicato un libro su JFK e Lee Harvey Oswald. A svolgere un lavoro molto più accurato è il regista irlandese Shane O'Sullivan, il cui nuovo documentario, Killing Oswald, che passa al setaccio le scartoffie rese pubbliche dopo JFK di Stone, e solleva nuove interessanti domande sull'intera faccenda.

E infine abbiamo Parkland, una nuova drammatizzazione di eventi ad alto budget, prodotta da Tom Hanks. Incentrato sull'ospedale che ha curato sia Kennedy che Oswald dopo che sono stati uccisi, include tutti i sospetti ormai familiari: l'agente Sorrels (interpretato da Billy Bob Thornton), la polizia di Dallas, Oswald e la sua famiglia, ed ecco il nostro uomo Zapruder, interpretato dall'eminentemente simpatico Paul Giamatti. Parkland funziona quasi come un "making of" di Zapruder. Invece di ricostruire ancora una volta l'assassinio, in quei momenti si fissa sul volto di Zapruder, registrando il suo shock mentre filma. Allo stesso modo, l'unica volta che vediamo il film di Zapruder, si riflette negli occhiali dello stesso Zapruder. Giamatti ha trovato l'esperienza travolgente, afferma lo scrittore e regista di Parkland, Peter Landesman. "Ha avuto un piccolo esaurimento nervoso prima di iniziare. Interpreta Zapruder, nei panni di Zapruder, dove Zapruder era a Dealey Plaza. È stata un'esperienza fuori dal corpo molto strana. Gli è piaciuto ma è stata una cosa molto strana".

Landesman, un ex giornalista, non si abbandona a nessuna teoria del complotto. "Non c'è dubbio da dove provengano i proiettili, a meno che tu non voglia davvero credere in Babbo Natale". Invece, Parkland restituisce un po' di umanità agli eventi intorpiditi da 50 anni di mediazione e ripetizione, mettendoci al pronto soccorso mentre i medici cercano freneticamente di rianimare il presidente morente, mentre Jackie consegna loro un pezzo del cranio di suo marito che sta ancora stringendo.

Il film restituisce anche un po' di umanità allo stesso Zapruder. Landesman ha avuto conversazioni prolungate con la sua famiglia per ottenere il loro permesso e prova grande simpatia per l'uomo. Zapruder era l'incarnazione del sogno americano: un immigrato ebreo russo che ha lavorato duramente per integrarsi e per fare fortuna. Alcuni lo hanno accusato di avidità per aver chiesto soldi per il film, ma Landesman (che ha anche incassato i suoi 80.000 dollari per i diritti) è più indulgente: "Era abbastanza intelligente da sapere cosa sarebbe successo. Voleva una sorta di compenso per ciò che sapeva era la fine della sua vita come la conosceva, ma era anche l'annientamento del suo patriottismo americano. Gli immigrati sono convertiti e i convertiti fanno gli ideologi più rumorosi. Era un patriota sbandieratore, quindi avere il suo presidente ha la sua testa esplosa proprio di fronte a lui è stato un grosso problema".

Zapruder fu perseguitato dall'assassinio per il resto della sua vita. Ha testimoniato sia alle udienze della Commissione Warren che al processo Clay Shaw nel 1969. Ha pianto in entrambe le occasioni. "L'ho visto così tante volte", ha detto alla Commissione Warren, essendo stato effettivamente costretto dalla legge a guardare di nuovo il suo film. "In effetti, avevo gli incubi. La cosa veniva ogni notte - mi sveglio e vedo questo". Morì di cancro nel 1970. Secondo la sua famiglia, dopo il 22 novembre 1963, non guardò mai più attraverso l'obiettivo di una macchina fotografica.

Questo articolo è stato corretto il 6 dicembre 2013. La versione precedente diceva che "la famiglia [Zapruder] ha venduto il film al governo per 16 milioni di dollari, anche se conserva ancora il copyright". Infatti la famiglia non conserva più il diritto d'autore, e quindi non concede più la licenza né riceve alcun compenso per il suo utilizzo. L'articolo è stato anche modificato per chiarire il processo attraverso il quale la famiglia è stata risarcita dopo che il governo ha preso possesso del film.


Irrazionalità nella ricerca sull'assassinio di JFK

Lo stato attuale delle prove non giustifica la conclusione che il film di Zapruder sia un falso. Naturalmente, potrebbero emergere nuove prove che forniranno tale giustificazione. Al momento, tuttavia, tale conclusione è il risultato di un pensiero irrazionale.

È irrazionale inventare una cospirazione per spiegare ogni apparente discrepanza nelle prove. Non tutte queste discrepanze richiedono nemmeno una spiegazione specifica. I testimoni oculari possono sbagliarsi, i dati tecnici possono essere assemblati e analizzati in modo incompetente e le fotografie possono mostrare effetti visivi inaspettati. In qualsiasi insieme complesso di prove, è probabile che ci siano elementi che non corrispondono.

Comportamento simile al culto tra i teorici della cospirazione

Il desiderio di spiegare tutto, sia per trovare un'elusiva pistola fumante, sia per rivendicare una particolare area di studio, è una caratteristica dannosa di molte ricerche sull'assassinio di JFK. Ha portato a un comportamento simile a un culto, in cui chiunque non sia d'accordo con ogni aspetto di una particolare spiegazione è dannato come eretico.

La definizione di un teorico della cospirazione

‘Teorico della cospirazione,’ quando usato come termine dispregiativo, di solito si riferisce a qualcuno per cui una cospirazione è la spiegazione predefinita per gli eventi, o almeno qualcuno che usa spiegazioni cospirative per gli eventi quando le prove non lo giustificano. Questa definizione si applica a coloro che, allo stato attuale delle prove, concludono che il film di Zapruder è stato contraffatto.

La credibilità delle teorie del complotto

Come regola generale, le cospirazioni accadono molto raramente. In alcuni tipi di eventi, come l'assassinio di personaggi politici, le cospirazioni non sono rare. Nel caso dell'assassinio del presidente Kennedy, è quasi certo che si sia verificata una cospirazione di qualche tipo.

La questione importante è definire la portata di quella cospirazione. Meno persone e istituzioni devono essere coinvolte in una cospirazione, più credibile è la teoria della cospirazione. In assenza di prove inconfutabili a loro favore, le teorie che propongono l'alterazione del film di Zapruder, o del cadavere del presidente, espandono la cospirazione di JFK oltre limiti ragionevoli.

Le teorie del complotto irrazionale sono dannose

Tali teorie sono attivamente dannose in diversi modi:

  • distolgono gli sforzi da aree che possono produrre risultati genuini
  • obbligano i critici razionali della spiegazione ufficiale a trattare due serie di argomenti: gli argomenti del dado solitario e gli argomenti dei teorici paranoici
  • e sono utili alla stampa e alla televisione, che difendono le istituzioni affermate sostenendo che la spiegazione solitaria è più ragionevole dell'alternativa: "OK, quindi ci sono un sacco di buchi nel caso contro Oswald, ma dovresti vedere alcune delle cose quelli ragazzi stanno dicendo.”

Travisamento dei media

L'ultimo di questi potrebbe essere il problema più serio. I media danno poca copertura alle critiche razionali della spiegazione ufficiale e tendono a ritrarre il dibattito sull'assassinio di JFK come un semplice conflitto tra:

  • l'ipotesi dell'assassino solitario
  • e teorie del complotto scandalosamente impraticabili, quasi paranoiche.

I media riconoscono che qualsiasi alternativa ragionevole all'ipotesi della noce solitaria implica una critica alle istituzioni politiche consolidate. Di conseguenza, spesso tratta l'assassinio più o meno allo stesso modo in cui tratta altre forme di dissenso politico. Proprio come la copertura mediatica delle manifestazioni tende a concentrarsi sulla manciata di idioti o agenti provocatori che lanciano mattoni attraverso le finestre, così la critica alla teoria di Oswald è spesso rappresentata dalla frangia lunatica. In entrambi i casi, viene data poca pubblicità alle idee razionali e critiche.

La somiglianza in ogni caso si estende al pubblico di destinazione. La falsa rappresentazione da parte dei media dell'assassinio di JFK non mira principalmente a:

  • a coloro che sono interessati all'argomento e sono predisposti a pensare in modo critico a queste persone difficilmente sarà impedito di scoprire la grande quantità di critiche informate che è ampiamente disponibile
  • né a coloro che sono inclini a identificarsi con l'autorità stabilita è improbabile che cerchino idee critiche, o siano persuasi da quelli in cui inciampano
  • né a quel numero relativamente esiguo di persone che rischiano di essere imbrogliate dalle più incredibili teorie del complotto.

Invece, il messaggio dei media è rivolto principalmente a persone razionali che sono consapevoli che c'è una controversia sui fatti dell'assassinio del presidente Kennedy, ma che non hanno una conoscenza particolare dell'assassinio stesso. Sottolineando le teorie del complotto meno credibili, i media cercano di scoraggiare una parte considerevole del pubblico in generale dall'esplorare l'argomento.


Motivo del blocco: L'accesso dalla tua zona è stato temporaneamente limitato per motivi di sicurezza.
Tempo: mar, 29 giu 2021 8:56:06 GMT

A proposito di Wordfence

Wordfence è un plugin di sicurezza installato su oltre 3 milioni di siti WordPress. Il proprietario di questo sito utilizza Wordfence per gestire l'accesso al proprio sito.

Puoi anche leggere la documentazione per conoscere gli strumenti di blocco di Wordfence o visitare wordfence.com per saperne di più su Wordfence.

Generato da Wordfence a mar, 29 giu 2021 8:56:06 GMT.
L'ora del tuo computer: .


26 secondi: La storia dietro il film sull'assassinio di JFK di Zapruder

Abraham Zapruder, un sarto di Dallas, stava puntando la sua cinepresa da 8 mm verso il corteo presidenziale che gli passava davanti.

Per 26 secondi ha filmato un omicidio, l'assassinio di John F Kennedy.

Dopo aver fatto realizzare copie del film per le autorità, quella sera tornò con il film a casa sua, con la mente piena di preoccupazioni su cosa avrebbe dovuto fare con il suo raccapricciante filmino.

Il suo libro, Ventisei secondi: una storia personale del film di Zapruder, esamina da vicino il film girato da suo nonno e le polemiche che ne sono seguite da allora.

"E che ci sarebbe una mancanza di rispetto per la famiglia Kennedy e il loro dolore"

"Dallas era una città molto reazionaria all'epoca", afferma Alexandra. "Ed era preoccupato che i vecchi stereotipi sugli ebrei che fanno soldi, non solo da eventi terribili ma da qualsiasi evento, che quei tipi di stereotipi tornassero a perseguitarlo."

Alexandra dice a Tremonti che l'ossessione che alcune persone hanno per il film è perché non dà una risposta assoluta a quello che è successo quel giorno.

"Il film stesso incarna questi avvincenti enigmi. Entrambi ci mostra esattamente cosa è successo e non ci mostra esattamente cosa è successo. Quindi le persone continuano a cercare e cercare per cercare di trovare le risposte."

"E finché l'America non avrà una storia concordata su come il nostro presidente è stato assassinato, quella rimane una ferita aperta."

Ascolta la conversazione completa all'inizio di questo post web.

Questo segmento è stato prodotto da Howard Goldenthal di The Current.


Il film di Zapruder è disponibile online? Come posso ottenerne una copia?

Rebecca Collier 05.02.2018 7:34

Dove si trova il film di Zapruder e come posso ottenerne una copia?

Re: Il film di Zapruder è disponibile online? Come posso ottenerne una copia?
Gene Morris 08.02.2018 13:12 (dalla data di Rebecca Collier)

Il film originale di Zapruder fa parte della John F. Kennedy Assassination Records Collection ed è sotto la custodia dell'unità Motion Picture Sound and Video presso i National Archives at College Park. NARA può fare una singola copia fair use del film e venderla a qualsiasi ricercatore. Tuttavia, il copyright del film è di proprietà del Sixth Floor Museum di Dallas, in Texas. Se scegli di pubblicare il film in qualsiasi modo, dovrai ottenere il permesso da loro.
 

Il film di Zapruder può essere visto online in più posti. Poiché possiedono il copyright, si consiglia di visualizzare la versione disponibile sul sito Web del Sixth Floor Museum.


Film di Zapruder: Immagini come storia, pre-smartphone

Se succede qualcosa di importante in questa era di smartphone e reti wireless multi-G, un'orda di "giornalisti cittadini" sarà senza dubbio a disposizione per catturare e trasmettere immagini e suoni. Ma di centinaia di testimoni nella Dealey Plaza di Dallas il 22 novembre 1963, solo una manciata è riuscita a registrare la più grande notizia di una generazione: l'assassinio del presidente John F. Kennedy.

E dei documenti che hanno prodotto, solo uno spicca: il film di Zapruder.

Non è molto: circa 6 piedi di materiale cellulosico stretto, contenente meno di 500 immagini sgranate e con una durata di soli 26 secondi. Eppure il filmato casalingo che lo stilista Abraham Zapruder ha girato con la sua cinepresa Bell & Howell potrebbe essere la prova più importante del crimine forse più discusso nella storia della nazione.

Zapruder era in una posizione unica per catturare gli eventi di quel giorno di mezzo secolo fa.

In piedi su un piedistallo di cemento alto 4 piedi, il suo addetto alla reception che lo sosteneva da dietro, l'immigrato russo di 58 anni ha seguito l'avanzamento della limousine Lincoln di JFK mentre rotolava verso di lui lungo Elm Street. Pensava che i rumori di schiocco che sentiva fossero parte di uno scherzo, in seguito disse alla Commissione Warren, e "poi ho visto la sua testa aperta".

"Ho iniziato a urlare, 'L'hanno ucciso, l'hanno ucciso'", ha testimoniato davanti alla commissione investigativa nel luglio del 1964. "Stavo ancora scattando le foto finché non è passato sotto il sottopassaggio - non so nemmeno come ho fatto ."

I test hanno dimostrato che la fotocamera, caricata con pellicola a colori Double Kodachrome II da 8 millimetri, ha registrato una velocità media di 18,3 fotogrammi al secondo. A seconda di quanto film leader e metraggio nero non esposto vengono contati, ci sono 486 o 487 fotogrammi con immagini relative all'assassinio.

Sebbene non ci fosse alcun suono, il film di Zapruder ha permesso a investigatori e ricercatori di stabilire l'intervallo tra gli spari.

Zapruder fece sviluppare il film e ne fece tre copie, due delle quali le diede ai servizi segreti e all'FBI.

Richard Stolley, allora direttore del Pacific Bureau per Life Magazine, era arrivato in aereo da Los Angeles e aveva raggiunto Zapruder per telefono intorno alle 23:00. La mattina dopo, era nell'ufficio di Zapruder alla Jennifer Juniors, Inc., a guardare il film con due agenti dei servizi segreti.

"Devo dire che vedere quel film e vedere la foto alla testa - il famigerato fotogramma 313 - è stato il momento più drammatico della mia carriera", ha ricordato Stolley in una recente intervista. "Abbiamo tutti reagito come se fossimo stati simultaneamente presi a pugni".

Anche i concorrenti hanno cercato avidamente il film. Ma alla fine, Stolley ha vinto, ottenendo a Life i diritti di stampa per $ 50.000. La rivista pagò a Zapruder altri 100.000 dollari la settimana successiva per i restanti diritti d'autore.

A parte alcune immagini fisse, ci sarebbero voluti anni prima che il pubblico vedesse ciò che la fotocamera di Zapruder aveva catturato. (La vita ha persino trattenuto il frame 313 "per deferenza nei confronti della famiglia Kennedy in lutto", ha spiegato Stolley.)

Nel 1969, circa un anno prima della sua morte, Zapruder testimoniò sull'autenticità del film durante il processo di New Orleans a Clay Shaw, l'unica persona mai processata per l'assassinio. Il procuratore distrettuale Jim Garrison ha interpretato il film per la giuria 10 volte, una scena che ha formato il drammatico crescendo del film di Oliver Stone del 1991, "JFK".

La maggior parte degli americani non ha visto il film di Zapruder in movimento fino al marzo 1975, quando ABC News ha mandato in onda una copia durante lo spettacolo settimanale "Good Night America" ​​di Geraldo Rivera.

La protesta ha contribuito a stimolare la formazione del Comitato ristretto per gli assassini della Camera, che avrebbe notoriamente concluso che l'omicidio era molto probabilmente il risultato di una cospirazione che coinvolgeva più tiratori.

Nell'aprile 1975, Time, Inc. trasferì la stampa originale della fotocamera e i diritti d'autore alla famiglia Zapruder. La National Archives and Records Administration ha accettato di conservare il film "a titolo di cortesia".

Nel 1999, il governo ha accettato di pagare alla famiglia di Zapruder più di 16 milioni di dollari per il film. Il Sixth Floor Museum di Dallas possiede il copyright.

L'originale è ora ospitato presso la struttura degli archivi a College Park, Md., in una cella frigorifera, dove le condizioni sono mantenute a una temperatura costante di 25 gradi Fahrenheit e al 30% di umidità relativa. ad ottobre22, un tecnico ha rimosso la pellicola dalla sua lattina protettiva per la sua prima ispezione in 11 anni.

"La bobina è in condizioni eccellenti, ha mantenuto il colore vivido tipico di Kodachrome e non mostra segni di deterioramento fisico", ha scritto la portavoce della NARA Miriam Kleiman in una e-mail all'Associated Press.

Il 15 ottobre, Life ha pubblicato un nuovo libro, "The Day Kennedy Died". Nelle sue pagine per la prima volta, ogni frame viene mostrato, in ordine.

In tanti modi, il film di Zapruder è una reliquia, afferma l'84enne Stolley, che ha condiviso i suoi ricordi nel libro. Se venisse spedito a Dallas oggi, dice: "Sarei un po' sconcertato riguardo a con chi negozi".