Podcast di storia

Dove posso trovare versioni digitalizzate dei documenti di guerra giapponesi in giapponese originale?

Dove posso trovare versioni digitalizzate dei documenti di guerra giapponesi in giapponese originale?


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Mi chiedevo dove posso trovare le versioni digitalizzate dei documenti di guerra giapponesi in giapponese originale?

Riesco a leggere il giapponese ma non riesco a trovare alcuna fonte primaria che riguardi l'esercito giapponese nella seconda guerra mondiale

Qualsiasi aiuto molto apprezzato


Non so quanto sia utile, ma penso che la vera domanda che vuoi porre sia se ci siano o meno documenti pubblicamente disponibili riguardanti l'esercito giapponese della seconda guerra mondiale. Molti di questi documenti, in particolare documenti ufficiali riguardanti vari crimini contro l'umanità, (ad esempio l'incidente di Nanchino, la Marcia della morte di Bataan o il massacro dell'isola di Bangka in Indonesia Leggi a proprio rischio) furono probabilmente distrutti o nascosti alla fine della guerra.

È difficile dire se i documenti militari sopravvissuti possano essere accessibili. La mia scommessa è che questo tipo di ricerca è meglio condotta in loco. In altre parole, visitando il Giappone.


Il tuo primo punto di riferimento sono gli archivi pubblici dei vincitori, in particolare i registri dei processi militari:

http://discovery.nationalarchives.gov.uk/SearchUI/Details?uri=C11603634 http://discovery.nationalarchives.gov.uk/SearchUI/Details?uri=C3040467 http://discovery.nationalarchives.gov.uk/ SearchUI/Details?uri=C4408406 http://discovery.nationalarchives.gov.uk/SearchUI/browse/C14441

E, naturalmente, gli archivi dell'erede dichiarano: http://en.wikipedia.org/wiki/National_Archives_of_Japan

Potresti voler contattare storici professionisti o, se gli archivi forniscono servizi di copia diretta, gli archivi. Questo potrebbe diventare molto costoso.

Potrebbero esserci anche "fonti" di documenti storici stampati in giapponese su eventi bellici. Suggerirei che, a causa della politicizzazione delle azioni militari giapponesi nella seconda guerra mondiale in Giappone (il principale pubblico di lettori per i giapponesi), tali libri di origine sarebbero stati prodotti principalmente dal lato della politica che insulta il passato bellico del Giappone e cerca di cementare più saldamente una discussione di questo passato nella vita nazionale. Purtroppo, non essendo un oratore o uno storico giapponese, mi manca il googlefu interlinguistico per trovare tali opere su amazon.co.jp o nella biblioteca nazionale del Giappone.

La Diet Libary sembra avere alcune partecipazioni: http://iss.ndl.go.jp/books?any=%E6%A5%B5%E6%9D%B1%E8%BB%8D%E4%BA%8B% E8%A3%81%E5%88%A4 http://iss.ndl.go.jp/books?any=%E6%97%A5%E6%9C%AC%E3%81%AE%E6%88% A6%E4%BA%89%E8%B2%AC%E4%BB%BB%E8%B3%87%E6%96%99%E3%82%BB%E3%83%B3%E3%82%BF% E3%83%BC


Forse la migliore raccolta online di documenti giapponesi del tempo di guerra, in giapponese, si trova su JACAR, o Japan Center for Asian Historical Records.

http://www.jacar.go.jp/

Questo contiene un ampio corpus di documenti provenienti dagli archivi nazionali, dal ministero degli esteri, dagli archivi del ministero della difesa e da altri materiali.

Data la missione e la fondazione del progetto, la collezione è particolarmente forte nei materiali della seconda guerra mondiale. Scoprirai che molti dei documenti possono essere brevi e difficili da capire fuori contesto, quindi assicurati di leggere le raccolte e forse alcune fonti secondarie giapponesi sulla struttura dell'esercito ecc. per aiutarti ad orientarti nel collezione.


Il racconto di Genji

I nostri redattori esamineranno ciò che hai inviato e determineranno se rivedere l'articolo.

Il racconto di Genji, Giapponese Genji monogatari, capolavoro della letteratura giapponese di Murasaki Shikibu. Scritto all'inizio dell'XI secolo, è generalmente considerato il primo romanzo al mondo.

Murasaki Shikibu composto Il racconto di Genji mentre una signora presente alla corte giapponese, probabilmente completandola intorno al 1010. Poiché il cinese era la lingua accademica della corte, le opere scritte in giapponese (la lingua letteraria usata dalle donne, spesso nei resoconti personali della vita a corte) non erano prese molto sul serio così anche la prosa non era considerata uguale alla poesia. Il racconto di Genji, tuttavia, differiva nell'essere informato da una conoscenza completa della poesia cinese e giapponese e nell'essere un'opera graziosa di finzione fantasiosa. Incorpora circa 800 waka, poesie cortesi pretese di essere la scrittura del personaggio principale, e la sua narrativa flessibile sostiene la storia attraverso 54 capitoli di un personaggio e la sua eredità.

Nella sua forma più elementare, Il racconto di Genji è un'avvincente introduzione alla cultura dell'aristocrazia del primo Giappone Heian: le sue forme di intrattenimento, il suo modo di vestire, la sua vita quotidiana e il suo codice morale. L'era è squisitamente ricreata attraverso la storia di Genji, il cortigiano bello, sensibile e dotato, un eccellente amante e un degno amico. La maggior parte della storia riguarda gli amori di Genji e ciascuna delle donne della sua vita è delineata in modo vivido. L'opera mostra una sensibilità suprema alle emozioni umane e alle bellezze della natura, ma mentre procede il suo tono oscuro riflette la convinzione buddista della caducità di questo mondo.

Arthur Waley è stato il primo a tradurre Il racconto di Genji in inglese (6 vol., 1925-1933). La traduzione di Waley è bella e stimolante, ma anche molto gratuita. La traduzione di Edward Seidensticker (1976) è fedele all'originale sia nel contenuto che nel tono, ma le sue note e i sussidi per il lettore sono scarsi, in contrasto con la traduzione pubblicata da Royall Tyler nel 2001.


Come cercare i record

Prima di iniziare una ricerca, dovresti vedere se esiste una guida ai record che stai cercando: questa guida è progettata per aiutarti a farlo. Ogni guida elencata di seguito contiene i collegamenti e i consigli necessari per cercare un insieme specifico di record.

Ogni guida indicherà se i record sono stati resi disponibili online (di solito si applicano costi). È possibile accedere alle copie online direttamente dal nostro sito Web o dai siti Web dei nostri partner autorizzati, inclusi Ancestry e Findmypast.

Alcuni documenti non hanno una versione online e per vederli dovrai consultarli presso il nostro edificio a Kew o pagare per le copie che ti verranno fatte e spedite. La ricerca dei record detenuti a Kew inizia utilizzando parole chiave e date per cercare nel nostro catalogo online. Il catalogo contiene brevi descrizioni dei record e un riferimento al documento per ciascuno: sarà necessario il riferimento al documento per vedere il record stesso o per richiedere copie.

Per ulteriori indicazioni sulla ricerca o sulla navigazione nel nostro catalogo, visita le nostre pagine di aiuto per Discovery.


Repository su larga scala

Queste sono grandi raccolte di testi, abbastanza grandi da fungere da piccole raccolte simili a biblioteche a pieno titolo. La soglia per l'inclusione qui può aumentare nel tempo. Elencati in ordine alfabetico.

  • Google Ricerca Libri (immagini di pagine di oltre 2.000.000 di libri di pubblico dominio completamente leggibili, oltre a molti altri libri protetti da copyright disponibili tramite estratti e frammenti)
    • Ricerca libri avanzata (potrebbe essere più facile trovare titoli gratuiti specifici tramite questa pagina)
    • Tramite il sito Web su gutenberg.org
    • Via FTP su Ibiblio (accesso diretto ai file di Gutenberg, potrebbe essere disordinato)

    Indici significativi e aiuti alla ricerca

    I siti sottostanti forniscono principalmente motori di ricerca, indici o elenchi di link utili per trovare libri online.

    • ATHENA (indice testi multilingue in Svizzera)
    • Digital Book Index (libri gratuiti e a pagamento basati sulla registrazione online)
    • E-Book sul Web (motore di ricerca multi-indice di Buffalo)
    • La pagina dei libri in linea (il sito che include questa directory)
    • Voice of the Shuttle e la sua sezione di letteratura inglese

    Archivi significativi su piccola scala

    Tutto il resto che riteniamo degno di essere elencato che non rientra in categorie più specializzate.


    Come conserviamo la memoria dei bombardamenti atomici del Giappone: libri

    La letteratura è un rifugio a cui ci rivolgiamo quando siamo costretti a confrontarci con contraddizioni che vanno oltre la ragione, scrive la scrittrice giapponese Yoko Ogawa.

    Nell'ultimo articolo di “Oltre la seconda guerra mondiale lo sappiamo”, una serie di The Times che documenta storie meno conosciute della guerra, abbiamo chiesto a Yoko Ogawa, una pluripremiata autrice giapponese, di riflettere sulla letteratura scatenata dai bombardamenti atomici. Questo articolo è stato tradotto da Stephen Snyder.

    Il bombardamento atomico di Hiroshima è avvenuto il 6 agosto. Il bombardamento di Nagasaki il 9 agosto. L'annuncio della resa è arrivato il 15. In Giappone, agosto è il momento in cui ricordiamo i morti.

    Quest'anno, durante le Olimpiadi di Tokyo, sarebbe stato celebrato il 75° anniversario dei bombardamenti atomici. Ma i Giochi sono stati rinviati a causa della diffusione del nuovo coronavirus, e saremo lasciati invece ad offrire le nostre preghiere per i defunti in un'atmosfera di inaspettata calma.

    L'ultimo tedoforo alle Olimpiadi di Tokyo del 1964 era un atleta di atletica leggera di 19 anni relativamente sconosciuto di nome Yoshinori Sakai, un giovane nato a Hiroshima il giorno in cui la bomba fu sganciata. C'era qualcosa di straordinario nel vederlo, vestito semplicemente in camicia bianca e pantaloncini, mentre correva su per la lunga scalinata che portava al calderone che doveva accendere. Ha incarnato la purezza, un senso di equilibrio e una travolgente giovinezza. Chi lo ha visto deve essere rimasto stupito nel rendersi conto che il mondo si era riunito in Giappone per celebrare questa festa dello sport a soli 19 anni dalla fine della guerra. Eppure era lì, un giovane nato da una distruzione totale e senza precedenti, un essere umano che cullava una fiamma, avanzando passo dopo passo. Senza dubbio c'erano motivazioni politiche dietro la selezione del corridore finale, ma non c'era dubbio sulla forza vitale piena di speranza personificata da questo giovane di Hiroshima.

    Purtroppo, negli anni successivi, non siamo riusciti a realizzare il sogno di un mondo senza nucleare. Anche in Giappone i ricordi svaniscono. Secondo un sondaggio del 2015 condotto da NHK, l'ente radiotelevisivo pubblico giapponese, solo il 69 percento dei residenti di Hiroshima e il 50 percento dei residenti di Nagasaki potrebbero nominare correttamente il mese, il giorno e l'anno in cui è stata sganciata la bomba di Hiroshima. A livello nazionale, il tasso è sceso al 30 per cento. La nuvola dell'oblio si alza, e presto arriverà il momento in cui non sarà più possibile ascoltare direttamente dai testimoni le loro esperienze.

    Allora, cosa può fare chi non ha visto con i propri occhi per preservare i ricordi di chi ha? Come possiamo garantire che i testimoni continuino ad essere ascoltati? Sulla scia di orrori inimmaginabili - guerre senza fine, l'Olocausto, Chernobyl, Fukushima ... per non parlare di Hiroshima e Nagasaki - l'umanità ha costantemente affrontato il problema della continuità della memoria. Come inscriviamo dentro di noi cose accadute molto tempo fa e lontane che non hanno alcun apparente collegamento con la nostra vita, non semplicemente come conoscenza appresa ma esattamente come se le avessimo sperimentate noi stessi? Come possiamo costruire una fragile corteccia per portare questi ricordi in sicurezza fino alla riva lontana, alle menti della prossima generazione? Una cosa è certa: è un compito per il quale il pensiero e le istituzioni politiche e accademiche sono poco adatte, semplicemente perché l'atto di condividere i ricordi di un altro essere umano è fondamentalmente irrazionale.

    Quindi facciamo appello al potere della letteratura, un rifugio a cui ci rivolgiamo quando siamo costretti a confrontarci con contraddizioni che stanno al di là della ragione o della teoria. Attraverso il linguaggio della letteratura, possiamo finalmente arrivare a entrare in empatia con la sofferenza di altri senza nome e sconosciuti. O, perlomeno, possiamo costringerci a guardare senza batter ciglio la stupidità di chi ha commesso errori imperdonabili e chiederci se l'ombra di questa stessa follia si annida anche in noi.

    Io stesso ho ascoltato attentamente le voci di coloro che hanno vissuto durante l'era della Germania nazista, leggendo e rileggendo il "Diario di una giovane ragazza" di Anna Frank, "La ricerca di un significato da parte dell'uomo" di Victor Frankl e "Se questo è un Uomo." Da Frank, ad esempio, ho appreso l'inestimabile verità che un essere umano può ancora crescere e svilupparsi anche quando vive nascosto. Dall'osservazione di Frankl che "i migliori di noi non sono tornati" dai campi di concentramento, ho imparato a sentire la sofferenza sconfinata di coloro che sono sopravvissuti e sono stati costretti a vivere. E quando, attraverso questi libri, si è stabilita la connessione tra la mia esistenza qui e ora e quella prima volta in cui non ero ancora vivo, ho potuto sentire i miei orizzonti espandersi, un nuovo campo visivo aprirsi.

    Allo stesso modo, la letteratura giapponese continua a raccontare la storia delle bombe atomiche. La letteratura bomba occupa un posto speciale in ogni genere: narrativa, poesia, teatro, saggistica. Ad esempio, chiunque sia nato nel 1962, come me, conoscerebbe "Two Little Girls Called Iida" di Miyoko Matsutani, la storia di una magica sedia parlante che unisce due ragazze attraverso il tempo in una casa dove il calendario è congelato per sempre il giorno di agosto. 6. Oppure, con una delle opere indispensabili della moderna letteratura giapponese, “Black Rain” di Masuji Ibuse, con il suo straziante resoconto delle conseguenze della bomba. Kenzaburo Oe, ancora ventenne e appena iniziato la sua carriera letteraria, ha visitato Hiroshima e ci ha regalato "Hiroshima Notes", il suo rapporto sulla straordinaria dignità umana delle vittime delle bombe che sopportano la dura realtà dei sopravvissuti. Non c'è fine a esempi simili.

    Ma c'è un romanzo così ammirato e letto avidamente, ancora oggi, che è regolarmente incluso nei libri di testo scolastici: "Fiori estivi" di Tamiki Hara. Un'opera dello stesso vittima di una bomba, registra il periodo e l'esperienza in modo preciso.

    Nato a Hiroshima nel 1905, Hara aveva vissuto a Tokyo, contribuendo con narrativa e poesia a riviste letterarie, quando sua moglie morì improvvisamente nel 1944. Nel febbraio 1945, tornò nella sua città natale, esattamente come se avesse “aveto un appuntamento con la tragedia che stava arrivando a Hiroshima", come scrisse in seguito. La mattina del 6 agosto, era a casa nel suo bagno senza finestre, un fatto che forse gli ha salvato la vita. Fortunato di essere scampato a un grave infortunio, Hara trascorse i giorni seguenti vagando per la città in fiamme e registrando le sue esperienze nel suo taccuino, un disco che in seguito divenne "Fiori estivi".

    Il romanzo inizia due giorni prima dell'attentato, quando il protagonista fa visita alla tomba della moglie. Lava la pietra e vi depone i fiori estivi, trovando la vista fresca e rinfrescante. Ma questo brano di apertura è ossessionato dalla tristezza, orribile presagio dell'impossibilità di rendere conto della perdita dell'amata moglie e degli innumerevoli cadaveri che vedrà di lì a poco.

    La descrizione dell'autore del protagonista mentre fugge al fiume in cerca di rifugio è dettagliata e di tono quasi freddo. Il linguaggio è conciso e le parole che potrebbero esprimere un sentimento non si trovano da nessuna parte. Orrori del tipo a cui nessun essere umano ha mai assistito si svolgono uno dopo l'altro davanti agli occhi del narratore, e lui si ritrova incapace di esprimere qualcosa di così vago come una semplice emozione.

    Facce così gonfie che era impossibile dire se fossero uomini o donne. Teste carbonizzate con grumi come fagioli neri. Voci che gridano ancora e ancora per l'acqua. I bambini si stringevano le mani mentre sussurravano debolmente: "Madre... Padre". Persone che strappano le unghie ai cadaveri o si tolgono le cinture come ricordi dei morti. Il narratore descrive una città pervasa dal fetore della morte: “Nel vasto vuoto argenteo c'erano strade e fiumi e ponti, e sparsi qua e là, cadaveri crudi e gonfi. Un nuovo inferno, reso reale da una tecnologia elaborata".

    Quando la bomba atomica ha strappato via tutte le cose umane, potrebbe aver incenerito le stesse parole allo stesso tempo. Eppure, guidato forse dalla mano della provvidenza, ha nascosto un taccuino e una matita con il suo cibo e le medicine. E ciò che annotava sul suo quaderno non erano semplici parole. Ha creato un simbolo per qualcosa che aveva sentito dai morti e dai moribondi che semplicemente non poteva essere espresso a parole. Tracce, brandelli di prove che quegli esseri umani che erano scivolati via in silenzio erano effettivamente esistiti.

    Avendo perso la moglie per malattia e poi, nella sua solitudine, incontrato la bomba atomica, il lavoro creativo di Hara era costantemente radicato nel silenzio dei morti. Era uno scrittore, un poeta, che stava sulla pubblica piazza, non per chiamare i suoi simili, ma per sopportare in silenzio la contraddizione di mettere in parole le voci senza voce di coloro le cui parole erano state loro tolte.

    Hara è l'autore di una breve poesia intitolata "Questo è un essere umano", un'opera che trascende l'amarezza e la rabbia, cercando di catturare delicatamente la voce debole di qualcuno che non sembra più umano:

    Questo è un essere umano.

    Guarda come la bomba atomica l'ha cambiata.

    La carne è terribilmente gonfia,

    uomini e donne che prendono tutti la stessa forma.

    Ah! "Aiutami!" Le parole tranquille della voce che sfugge

    le labbra gonfie nel viso corrotto.

    Questo è un essere umano.

    Questo è un volto umano.

    A leggerlo non si può non ricordare “Se questo è un uomo”, di Primo Levi, chimico e sopravvissuto ai campi di concentramento. Levi pone fin dall'inizio la domanda:

    Considera se questo è un uomo

    Chi lavora nel fango

    Chi non conosce la pace

    Chi combatte per un pezzo di pane

    Chi muore per un sì o un no

    Non ho idea se Levi e Hara si conoscessero, ma possiamo sentire la risonanza tra le loro parole. Uno si chiede se questo è un essere umano, l'altro risponde che lo è. Nel loro lavoro troviamo l'incontro di un uomo che lotta per preservare la qualità dell'umanità e un altro che è determinato a non perdere di vista quella stessa qualità - un incontro delle menti che continua a riverberare nel futuro. Nel mondo della letteratura, la verità più importante può essere rappresentata in una semplice coincidenza senza senso. Con l'aiuto della letteratura, le parole dei morti possono essere raccolte e poste con cura a bordo della loro piccola imbarcazione, per fluire fino a unirsi al flusso della realtà.

    Un'ulteriore coincidenza: forse con la sensazione di aver compiuto il loro dovere di sopravvissuti, o forse perché il fardello di convivere con gli orrori del loro passato era troppo grande, i due uomini si tolsero la vita, Hara nel 1951 e Levi nel 1987 ( qualche disputa sul fatto che la morte di Levi sia stata un suicidio).

    Mentre scrivo, ho davanti a me la collezione di fotografie di artefatti di bombe di Hiromi Tsuchida offerta dall'Hiroshima Peace Memorial Museum. Mi colpisce l'immagine di un cestino per il pranzo e di una mensa appartenuta a uno studente delle medie di nome Shigeru Orimen. La sua classe era stata mobilitata per lo sforzo bellico e stava lavorando in città la mattina del 6 agosto. Shigeru era a 500 metri da Ground Zero quando la bomba è caduta. Sua madre ha scoperto il suo corpo tra i cadaveri ammucchiati sulla riva del fiume e ha recuperato il cestino del pranzo e la borraccia dalla borsa. Si ricordò che quella mattina se ne era andato dicendo che non vedeva l'ora di pranzare, dato che lei aveva preparato il riso di soia arrostito. Il cestino del pranzo era deformato, il coperchio si aprì e il contenuto non era altro che un pezzo di carbone.

    Ma, in effetti, questa minuscola scatola conteneva qualcosa di più importante: l'innocenza di un ragazzino che era stato pieno di aspettative per il suo semplice pranzo e l'amore di sua madre. Anche quando l'ultima vittima della bomba atomica è morta e questo cestino del pranzo non è altro che una reliquia pietrificata, finché c'è ancora qualcuno che sente la voce nascosta al suo interno, questo ricordo sopravviverà. Le voci dei morti sono eterne, perché gli esseri umani possiedono la piccola barca - il linguaggio della letteratura - per portarli nel futuro.

    Yoko Ogawa è autore di numerosi libri, tra cui "The Memory Police", finalista al National Book Award 2019. Stephen Snyder è il preside delle scuole di lingue e professore di studi giapponesi a Kawashima al Middlebury College nel Vermont.


    La storia della qualità totale in America

    La nascita della qualità totale negli Stati Uniti è stata la risposta diretta a una rivoluzione della qualità in Giappone dopo la seconda guerra mondiale, quando i principali produttori giapponesi si sono convertiti dalla produzione di beni militari per uso interno alla produzione di beni civili per il commercio.

    All'inizio, il Giappone aveva una reputazione ampiamente diffusa per le esportazioni scadenti e le loro merci erano evitate dai mercati internazionali. Ciò ha portato le organizzazioni giapponesi a esplorare nuovi modi di pensare alla qualità.

    Deming, Juran e Giappone

    I giapponesi hanno accolto il contributo di aziende e docenti stranieri, tra cui due esperti americani di qualità:

      , che era diventato frustrato con i manager americani quando la maggior parte dei programmi per il controllo statistico della qualità è stata terminata una volta che la guerra e i contratti governativi erano giunti e terminati. , che prevedeva che la qualità delle merci giapponesi avrebbe superato la qualità delle merci prodotte negli Stati Uniti entro la metà degli anni '70 a causa del tasso rivoluzionario di miglioramento della qualità del Giappone.

    Le strategie del Giappone hanno rappresentato il nuovo approccio alla "qualità totale". Piuttosto che affidarsi esclusivamente all'ispezione del prodotto, i produttori giapponesi si sono concentrati sul miglioramento di tutti i processi organizzativi attraverso le persone che li hanno utilizzati. Di conseguenza, il Giappone è stato in grado di produrre esportazioni di qualità superiore a prezzi inferiori, a vantaggio dei consumatori di tutto il mondo.

    La risposta americana alla gestione della qualità totale

    In un primo momento, i produttori statunitensi hanno mantenuto la loro convinzione che il successo giapponese fosse legato ai prezzi, e quindi hanno risposto alla concorrenza giapponese con strategie volte a ridurre i costi di produzione interna e limitare le importazioni. Questo, ovviamente, non ha fatto nulla per migliorare la competitività americana in termini di qualità.

    Con il passare degli anni, la concorrenza sui prezzi è diminuita mentre la concorrenza sulla qualità ha continuato ad aumentare. Gli amministratori delegati delle principali società statunitensi si sono fatti avanti per fornire una leadership personale nel movimento per la qualità. La risposta degli Stati Uniti, che enfatizzava non solo le statistiche ma gli approcci che abbracciavano l'intera organizzazione, divenne nota come Total Quality Management (TQM).

    Seguirono diverse altre iniziative di qualità. La serie ISO 9000 di standard di gestione della qualità, ad esempio, è stata pubblicata nel 1987. Il Congresso degli Stati Uniti ha istituito il Baldrige National Quality Program e il Malcolm Baldrige National Quality Award lo stesso anno. Le aziende americane sono state inizialmente lente nell'adottare gli standard, ma alla fine sono salite a bordo.


    Footnote.com

    Importanti documenti storici degli Archivi Nazionali degli Stati Uniti si stanno facendo strada online grazie a un accordo con Footnote.com. Copie digitalizzate di documenti come i registri delle pensioni della guerra rivoluzionaria e i registri dei servizi della guerra civile possono essere visualizzati e persino annotati attraverso quello che è forse il miglior visualizzatore di immagini che abbia mai visto sul web. Puoi anche creare pagine di storie personali gratuite per tenere traccia delle tue ricerche o condividere documenti e foto. Anche i risultati della ricerca sono gratuiti, anche se dovrai abbonarti per visualizzare, stampare e salvare la maggior parte delle immagini del documento effettivo. Secondo me, Footnote.com è un affare per i soldi.

    • Uno dei migliori visualizzatori di immagini che abbia mai visto per l'accesso alle immagini online
    • Offre l'accesso a milioni di documenti storici precedentemente non disponibili online
    • La possibilità di annotare e/o aggiungere commenti a qualsiasi singola pagina del documento
    • Prova gratuita di 7 giorni disponibile
    • Richiede l'ultima versione di Flash. In alcuni casi, il sito non verrà nemmeno caricato senza di esso.
    • Nessuna ricerca soundex. Alcune funzionalità di ricerca avanzate sono disponibili, ma non ovvie.
    • Nessuna FAQ o risposte facili per supportare domande come il problema di Flash.
    • Molte serie di documenti sono ancora "in corso"

    Descrizione

    • Oltre 5 milioni di immagini di documenti storici americani e foto del XVII, XVIII, XIX e XX secolo.
    • I documenti includono: pensione e servizio di pensione rivoluzionaria e della guerra civile, documenti di naturalizzazione statale e fascicoli dell'FBI.
    • Annota, commenta, stampa e salva immagini di documenti digitali.
    • Le pagine delle storie ti consentono di creare una semplice pagina Web con la modifica punta e clicca.
    • Carica e pubblica gratuitamente i tuoi documenti storici.
    • In base all'accordo non esclusivo, le immagini di Footnote saranno disponibili sul sito Web degli Archivi nazionali dopo cinque anni.

    Revisione della guida - Footnote.com

    Footnote.com ti consente di cercare e visualizzare oltre 5 milioni di documenti e foto digitalizzati della storia americana. I membri possono visualizzare, salvare e stampare i documenti che trovano. Un'elegante funzione ti consente di evidenziare un nome, un luogo o una data e aggiungere un'annotazione. È inoltre possibile aggiungere commenti per pubblicare correzioni o aggiungere ulteriori informazioni per chiunque altro visualizzi la stessa immagine. Il visualizzatore di immagini funziona velocemente e perfettamente come tutti quelli che ho visto e le immagini jpeg sono di altissima qualità. Poiché molti dei titoli sono "in corso", ti consiglio di utilizzare la funzione "Sfoglia per titolo" per visualizzare la descrizione completa di ciascuna serie di documenti, poiché include una bella funzione di stato di completamento. Tuttavia, titoli e documenti vengono aggiunti rapidamente e regolarmente.

    Se hai un problema con il caricamento lento del sito, assicurati di aver scaricato l'ultima versione di Flash Player per il tuo browser. Questo di solito risolve molti di questi problemi.

    La ricerca semplice è proprio questo: semplice. Immettere i termini di ricerca e quindi scegliere se eseguire la ricerca in tutti i documenti o all'interno di un set di documenti specifico, come PA Western Naturalizations. Al momento non esiste una ricerca soundex, ma è possibile restringere la ricerca per tipo di documento, ad esempio in tutti i record di naturalizzazione, o all'interno di un titolo particolare (accedere prima al sottoinsieme di documenti che si desidera cercare, quindi immettere i termini di ricerca). È possibile accedere ai suggerimenti di ricerca avanzata facendo clic sul pulsante ? accanto a ricerca.


    Fonti ufficiali del diritto

    Gerarchia e fonte del diritto

    • Costituzione
    • Trattati e accordi internazionali
    • Codici e leggi/consuetudini consolidate
    • Ordini di Gabinetto
    • Ordinanze ministeriali
    • Notifiche del Ministero

    Le decisioni giudiziarie, considerate importanti, vengono compilate e codificate. Le sentenze della Corte Suprema sono considerate vincolanti per i tribunali di grado inferiore. Le decisioni delle alte corti sono molto influenti nelle corti inferiori.

    Fonte ufficiale del diritto: Kanpo [Gazzetta Ufficiale]

    Le leggi devono essere promulgate dopo che sono state approvate dalla Dieta. L'imperatore le promulga pubblicandole tramite Kanpo. Non esiste una versione ufficiale delle leggi codificate.


    Gli atti di neutralità, anni '30

    Negli anni '30, il governo degli Stati Uniti emanò una serie di leggi progettate per impedire agli Stati Uniti di essere coinvolti in una guerra straniera, affermando chiaramente i termini della neutralità degli Stati Uniti. Sebbene molti americani si fossero radunati per unirsi alla crociata del presidente Woodrow Wilson per rendere il mondo "sicuro per la democrazia" nel 1917, negli anni '30 i critici sostenevano che il coinvolgimento degli Stati Uniti nella prima guerra mondiale era stato guidato da banchieri e commercianti di munizioni con interessi commerciali in Europa. Questi risultati hanno alimentato un crescente movimento "isolazionista" che sosteneva che gli Stati Uniti avrebbero dovuto evitare guerre future e rimanere neutrali evitando accordi finanziari con i paesi in guerra.

    A metà degli anni '30, gli eventi in Europa e in Asia indicavano che presto sarebbe potuta scoppiare una nuova guerra mondiale e il Congresso degli Stati Uniti agì per imporre la neutralità degli Stati Uniti. Il 31 agosto 1935, il Congresso approvò il primo Neutrality Act che vietava l'esportazione di "armi, munizioni e strumenti bellici" dagli Stati Uniti a nazioni straniere in guerra e richiedeva ai produttori di armi negli Stati Uniti di richiedere una licenza di esportazione. Anche i cittadini americani che viaggiavano in zone di guerra sono stati avvisati che lo hanno fatto a proprio rischio. Il presidente Franklin D. Roosevelt originariamente si oppose alla legislazione, ma cedette di fronte alla forte opinione pubblica e del Congresso. Il 29 febbraio 1936, il Congresso rinnovò la legge fino al maggio 1937 e proibì agli americani di concedere prestiti alle nazioni belligeranti.

    Lo scoppio della guerra civile spagnola nel 1936 e l'ondata crescente del fascismo in Europa aumentarono il sostegno per l'estensione e l'espansione del Neutrality Act del 1937. In base a questa legge, ai cittadini statunitensi era vietato viaggiare su navi belligeranti e alle navi mercantili americane era vietato trasportare armi ai belligeranti anche se quelle armi sono state prodotte al di fuori degli Stati Uniti. La legge ha conferito al presidente l'autorità di escludere tutte le navi belligeranti dalle acque degli Stati Uniti e di estendere l'embargo all'esportazione a qualsiasi "articoli o materiali" aggiuntivi. Infine, anche le guerre civili rientrerebbero nei termini della legge.

    Il Neutrality Act del 1937 conteneva un'importante concessione a Roosevelt: alle nazioni belligeranti era permesso, a discrezione del presidente, di acquistare qualsiasi oggetto tranne le armi dagli Stati Uniti, purché pagassero immediatamente tali oggetti e li trasportassero su -Navi americane – la cosiddetta disposizione “cash-and-carry”. Poiché le materie prime vitali come il petrolio non erano considerate "strumenti di guerra", la clausola "cash and carry" sarebbe stata piuttosto preziosa per qualsiasi nazione potesse farne uso. Roosevelt aveva progettato la sua inclusione come un modo deliberato per aiutare la Gran Bretagna e la Francia in qualsiasi guerra contro le Potenze dell'Asse, poiché si rese conto che erano gli unici paesi che avevano sia la valuta forte che le navi per fare uso di "cash-and-carry". .” A differenza del resto della legge, che era permanente, questa disposizione doveva scadere dopo due anni.

    Dopo l'occupazione tedesca della Cecoslovacchia nel marzo del 1939, Roosevelt subì un'umiliante sconfitta quando il Congresso respinse il suo tentativo di rinnovare il "cash and carry" ed espanderlo per includere la vendita di armi. Il presidente Roosevelt ha insistito e con il diffondersi della guerra in Europa, le sue possibilità di espandere il "cash-and-carry" sono aumentate. Dopo un acceso dibattito al Congresso, nel novembre del 1939, fu approvato un atto finale di neutralità. Questa legge ha revocato l'embargo sulle armi e ha posto tutto il commercio con le nazioni belligeranti sotto i termini del "cash-and-carry". Il divieto sui prestiti rimase in vigore e alle navi americane fu vietato il trasporto di merci nei porti belligeranti.

    Nell'ottobre del 1941, dopo che gli Stati Uniti si erano impegnati ad aiutare gli Alleati attraverso Lend-Lease, Roosevelt cercò gradualmente di abrogare alcune parti della legge. Il 17 ottobre 1941, la Camera dei rappresentanti revocò la sezione VI, che vietava l'armamento delle navi mercantili statunitensi, con un ampio margine. A seguito di una serie di attacchi mortali di U-Boot contro la Marina degli Stati Uniti e le navi mercantili, il Senato ha approvato un altro disegno di legge a novembre che ha anche abrogato la legislazione che vietava alle navi americane di entrare nei porti belligeranti o nelle "zone di combattimento".

    Nel complesso, i Neutrality Acts rappresentavano un compromesso in base al quale il governo degli Stati Uniti assecondava il sentimento isolazionista del pubblico americano, ma conservava ancora una certa capacità di interagire con il mondo. Alla fine, i termini degli Atti di Neutralità divennero irrilevanti una volta che gli Stati Uniti si unirono agli Alleati nella lotta contro la Germania nazista e il Giappone nel dicembre 1941.


    Dove posso trovare versioni digitalizzate dei documenti di guerra giapponesi in giapponese originale? - Storia

    Non c'è modo di evitare il fatto che la Cina sia la cultura centrale dell'Asia orientale. Massicciamente più grande di tutti i suoi vicini, la Cina potrebbe aver sviluppato le sue forme culturali in relativo isolamento, ma dall'avvento del buddismo ha sia assorbito influenze esterne che diffuso la propria cultura. Le culture giapponese, coreana e vietnamita non sono comprensibili senza tener conto del potere della cultura cinese nell'arte, nella letteratura e nella religione.

    La stessa cultura cinese è molto complessa e anche le altre culture dell'Asia orientale riflettono le circostanze e le tradizioni locali. Ad esempio, l'ideale cinese (successivo) di uno studioso-gentiluomo contrasta fortemente con gli ideali guerrieri giapponesi. Non si andrà molto lontano a suggerire che le risposte molto diverse dei vari paesi dell'Asia orientale all'intrusione occidentale degli ultimi due secoli riflettano la varietà dei precedenti sviluppi storici.

    Questa pagina è un sottoinsieme di testi derivati ​​dai tre principali online Sourcebooks elencati di seguito, insieme ai testi aggiunti e agli indicatori del sito web. Per ulteriori informazioni contestuali, ad esempio sull'imperialismo occidentale o sulla storia di un determinato periodo, dai un'occhiata a questi siti web. Da quando è stato creato nel 1996, molte delle fonti primarie e dei testi collegati sono andati off line. Ove possibile sono stati sostituiti i link alle versioni di Internet Archive di questi documenti in quanto dovrebbero essere comunque utili a docenti e studenti.

      • Generale
      • Culture della Valle del Fiume Giallo
      • Giappone
      • Generale
      • Religione tradizionale cinese
      • shintoista
      • taoismo
      • confucianesimo
      • buddismo
      • giudaismo
      • cristianesimo
      • Islam
      • Generale
      • Lo Zhou
      • Il Qin
      • Il Han
      • Il Sui e Tang
      • il cantato
      • I Mongoli [Yüan]
      • Il Ming
      • Il Qing
      • Tecnologia cinese
      • Letteratura
      • Istruzione nella Cina tradizionale
      • Punti di vista cinesi su altre culture
      • Altre culture viste della Cina
      • Generale
      • Governo
      • Era Tokugawa
      • Cultura
      • Generale
      • Generale
      • Generale
      • Imperialismo europeo
      • Asia orientale britannica
      • Altri poteri
      • Imperialismo degli Stati Uniti
      • Attività missionaria
      • Generale
      • L'apertura forzata
      • Il Resoriation Meiji
      • La zona di prosperità della Grande Asia orientale
      • seconda guerra mondiale
      • Uso della bomba atomica
      • Generale
      • Rifiuto dell'Occidente
      • Gli sforzi del governo per la riforma
      • Religione e ribellione
      • Modernizzazione: il movimento del 4 maggio
      • Nazionalismo
      • Il primo comunismo
      • I cinesi in America
      • Generale
      • La Liberazione
      • Gli anni '50
      • La Rivoluzione Culturale
      • Relazioni Estere Cinesi
      • Hong Kong
      • Taiwan [Repubblica di Cina]
      • Dissidenti
      • Piazza Tienanmen, 1989
      • Dopo Tienanmen
      • Generale
      • Crescita economica
      • Cultura
      • Generale
      • La guerra di Corea
      • Crescita economica
      • Cultura
      • Generale
      • Il Movimento dei Non Allineati
      • Addendum: La guerra del Vietnam
      • Addendum: Immigrati dell'Asia Pacifico negli Stati Uniti
      • Donne: Cina
      • Donne: Giappone
      • Omosessualità: Generale
      • Mappe
      • Sito web

      Culture della Valle del Fiume Giallo

      • Immagine: Hist. Sito: "Peking Man" - primi resti umani
      • Immagine: Hist. Sito: resti di Longshan
      • Immagine: Hist. Sito: Yangshao rimane
      • Immagine: Hist. Sito: Xia rimane 1
      • Immagine: Hist. Sito: Xia rimane 2
      • Immagine: Arte: Shang Oracle Bones 1
      • Immagine: Arte: Shang Oracle Bones 2
      • Immagine: Arte: due vasi rituali in bronzo Shang
      • Immagine: Arte: Shang Tomb Guardian
      • Immagine: Arte: Shang Bronze 1
      • Immagine: Arte: Shang Bronze 2
      • 2° Stephen F. Teiser, "Gli spiriti della religione cinese", da Donald S. Lopez, Jr , Religioni della Cina in pratica, (Princeton: Princeton University Press, 1996)
      • 2nd religioni cinesi
      • Immagine: simbolo Yin-Yang
      • Immagine: personalizzata: immagine del drago di Capodanno

      Religione tradizionale cinese

      • WEB Pagina di Confucio [In Internet Archive, da UKY]
      • WEB Pagina di Confucio [In Internet Archive, da Albany]
      • Selezioni dai Dialoghi [Lun Yu], selezioni complete e arrangiate per argomento dal classico confuciano
      • Confucio (V secolo a.C.?): Dialoghi [Lun Yu] [Alla WSU]
      • Confucio: The Analects [Lun Yu], selezioni [At Internet Archive, da CCNY]
      • I Dialoghi [Lun Yu], completi
      • The Analects [Lun Yu], completo, tradotto da Charles Muller 1995 [At TYG]
      • Il Grande Apprendimento [Da Xue Ta-Hsüeh] (III secolo a.C.): [Alla WSU]
      • Il Grande Apprendimento [Da Xue Ta-Hsüeh] (III secolo a.C.) completato
      • Great Learning,[Da Xue Ta-Hsüeh] (III secolo a.C.), completo, tradotto da Charles Muller 1995 [At GOL]
      • La dottrina della media [Zhong Yong] completa
      • Dottrina della media [Zhong Yong], completa, tradotta da Charles Muller 1995 [At GOL]
      • Mencio/Mengzi: Selezioni dal Mencio
      • Mencius Mengzi: completo, tradotto da Charles Muller 1995 [At Internet Archive, da GOL]
      • Xunzi/Hsun-tzu: Selezioni dallo Xunzi
      • legalismo
        • Han Fei Tzu (m. 233 aC): Selezioni dagli scritti di Han Fei. C. 230 aC
        • Han Fei Tzu (d. 233 a.C.): opinioni legaliste sul buon governo [alla WSU]
        • Han Fei Tzu (d. 233 a.C.): Legalismo [At Internet Archive, da CCNY]
        • Sima Qian: le politiche legaliste del Qin
        • Pagina web di informazioni sul daoismo
        • Laozi/Lao Tzu (V secolo a.C.??): Selezione dal Dao De Jing
        • Laozi/Lao tzu: Dao De Jing Tao Te Ching, selezioni [At Internet Archive, da CCNY]
        • Laozi/Lao Tzu (V secolo a.C.??): Tao Te Ching, estratti, [Alla WSU]
        • Laozi/Lao Tzu (V secolo a.C.??): Il Dao De Jing Tao Te Ching*, versione 1, un'interpolazione di Peter A. Merel ([email protected]) basata sulle traduzioni di: Lin Yutang, Ch'u Ta-Kao, Gia-Fu Feng & Jane English, Richard Wilhelm e Aleister Crowley. completo, tratto da sito internet
        • Laozi/Lao Tzu (V secolo a.C.??): Il Dao De Jing Tao Te Ching*, Tao Te Ching, versione 2, completa, tratta da una versione su Internet.
        • Laozi/Lao Tzu (V secolo a.C.??): Il Dao De Jing Tao Te Ching*, Tao Te Ching, versione 3, completa, tratta da una versione di S. Mitchell.
        • Lao Tzu (V secolo a.C.>>): Il Dao De Jing Tao Te Ching*, Tao Te Ching, versione 5, completa, tradotta da Charles Muller 1995 [At TYG]
        • Zhuangzi/Chuang tzu: Capitoli selezionati, tradotti da Lin Yutang e Introduzione di Lin Yutang [Alla pagina di informazioni sul taoismo]
        • Zhuangzi/Chuang tzu: Storia di tre amici [Alla pagina di informazioni sul taoismo]
        • Zhuangzi/Chuang tzu: Selezioni dallo Zhuangzi
        • Zhuangzi/Chuang tzu: Selezioni [At Internet Archive, da CCNY], 666 CE. [In questo sito]
          (Iscritto nel tempio nel luogo di nascita di Lao Zi)
        • Il re Yin Fu, o classico dell'armonia del visibile e dell'invisibile, c. 800 dC [In questo sito] , o Libro delle azioni di Lao Zi e la loro punizione, c. 1000 CE [In questo sito]
        • Immagine: Persone: Laozi
        • Immagine: Divinità: tre divinità taoiste
        • Immagine: Divinità: il dio della ricchezza nel suo aspetto civile
        • Immagine: Divinità: Wen-ch'ang, il dio taoista della letteratura
        • Generale
          • 2nd Tricycle Magazine Guida alle basi del buddismo
          • 2° R.P. Hayes: L'albero del Dharma [al Buddha Sasana]
            Spiegazione della varietà di gruppi e tradizioni buddiste.
          • 2nd scritture buddiste [al deposito del buddismo]
          • WEB Yahoo!: Buddismo
          • WEB Studi Buddisti WWW Biblioteca Virtuale WEB-nt>WWW Biblioteca Virtuale: Testi Buddisti
            Testi e progetti di input/traduzione. -->
          • WEB DharmaNet - Buddismo Theravada
            Per lo più testi Theravada in traduzione inglese. [In Internet Archive] WEB Amici del Buddismo
            Multiconfessionale, e orientato alle moderne devozioni. -->
          • Il principe Siddhartha incontra la vecchiaia, la malattia e la morte ('Digha-nikaya,' XIV ['Mahapadana suttanta']) [A Eliade Page, ora Internet Archive]
          • I primi maestri di Gotama [A Eliade Page, ora Internet Archive]
          • 'Io sono il Santo in questo mondo, sono il maestro più alto. . .' ("Mahavagga", I, 7-9) [A Eliade Page, ora Internet Archive]
          • Gotama Buddha medita ('Majjhima-nikaya,' XXVI ['Ariya-pariyesana-sutta']) [A Eliade Page, ora Internet Archive]
          • Gotama Buddha ricorda le sue esistenze precedenti ('Majjhima-nikaya,' IV ['Bhaya-bherava-sutta]) [A Eliade Page, ora Internet Archive]
          • Buddha: Primo Sermone (c. VI secolo a.C.) [Al Brooklyn College]
          • Buddha: L'insegnamento del Buddha, un primo sermone sul Nirvana [Al Brooklyn College]
          • Buddha: le quattro nobili verità [su BuddhaNet]
          • Buddha: gli insegnamenti di base [su Internet Archive, da CCNY]
          • Il Buddha entra nel Nirvana (Ashvagosha, 'Buddhacarita,' XXVI, 83-6, 88-106) [A Eliade Page, ora Internet Archive]
          • Il Tathagata annuncia di essere entrato nel Nirvana ("Saddharmapundarika", XV, 268-72) [A Eliade Page, ora Internet Archive]
          • Faxian: Conto dei regni buddisti. [Al Brooklyn College]
            [Al Brooklyn College] estratti, [Alla WSU]
        • Il Dhammapada, trad. di John Richards [A Coombs-papers]
          "Un'antologia di 423 versi buddisti che incorporano precetti etici e spirituali organizzati per soggetto." ,Saggezza del Buddha, tradotto da Harischandra Kaviratna, testo completo [At Theosophical University Press]
        • Il Dhammapada, trans John Richards [A Evansville]
          Questa è una raccolta di 423 versi penetranti da vari testi buddisti, organizzati per categoria.
        • Il Buddha predice il graduale declino della religione ("Anagatavamsa") [A Eliade Page, ora Internet Archive]
        • Gotama Buddha parla delle sue pratiche ascetiche ('Majjhima-nikaya,'XII ['Maha-sihanada-sutra']) [A Eliade Page, ora Internet Archive]
        • Gotama Buddha praticò la forma più severa di ascetismo ('Majjhima-nikaya,' XXXVI ['Maha-saccaka-sutra']) [A Eliade Page, ora Internet Archive]
        • Sutta Nipata, brani dal testo pali tradotto da John D. Ireland. [A Purificare la Mente]
        • Sammaditthi Sutta, tradotto dal pali da Bhikkhu Nanamoli [Al MIT]
        • Mahamangala-ta [Alla Comunità di Buddha] con il testo originale Pali. Conosciuto in inglese come il Discorso delle Supreme Benedizioni.
        • I quattro fondamenti della consapevolezza [su BuddhaNet]
          Parte del Satipatthana Sutra.
        • Discorso sulla consapevolezza del respiro [Al Dharma]
          Selezioni dal Sutra Anapanasati.
        • Culasunnata Sutta[At well.com]
          Una lezione su sunyata.
        • Metta Sutra [al Dharma]
          Sottotitolato "Le parole del Buddha sulla gentilezza"
        • naapaaramitaa Upadesha), "an immenso
          esegesi al Mahaapraj

          • La compassione infinita del Bodhisattva ('Shikshasamuccaya,' 280-2 ['Vajradhvaha-sutra']) [A Eliade Page, ora Internet Archive]
          • Atti e ricompense di devozione al Buddha ('Shikshasamuccaya,' 299-301 ['Avalokana-sutra'] [A Eliade Page, ora Internet Archive]
          • La concezione buddista dello stato intermedio ("Saddharma-smrityupasthana Sutra", dal capitolo XXXIV, attraverso la versione cinese) [A Eliade Page, ora Internet Archive]
          • Libro tibetano dei morti: morte e stati intermedi [A Eliade Page, ora Internet Archive]
          • La profezia su Maitreya, il Buddha futuro ("Maitreyavyakarana") [A Eliade Page, ora Internet Archive]
          • Sutra dell'Insegnamento del Buddha su Amitabha [At drba.org] o Il Sutra sul Buddha della Vita Eterna [At St. Clair]
          • Milerepa esalta i suoi "cinque comfort" [a Eliade Page, ora Internet Archive]
          • Père Gerbillon: una visita a un lama, c. 1690
          • Il Sutra dei Quarantadue Capitoli [Alla Biblioteca del Rifugio]
            Il primo testo buddista portato in Cina, c. 67 d.C.
          • Terra Pura
            • Il Sutra su Amida Buddha, [A Amida Net]
              Consegnato da Shakyamuni Buddha, tradotto da Hisao Inagaki da (1) Dalla traduzione cinese di Kumarajiva e (2) dalla traduzione cinese di Huan-tsang.
            • Estratto dal Sutra del Loto: La natura del Buddha [Al Brooklyn College]
            • Estratto dal Sutra del Loto: Sulla fede [al Brooklyn College]
            • L'iniziazione di Kûkai al buddismo esoterico ("Kobo Daishi Zenshu", I, 98 sgg.) [A Eliade Page, ora Internet Archive]
            • 2° Kuya, 'il Santo delle strade' [A Eliade Page, ora Internet Archive]
            • Honen e l'invocazione di Amida [A Eliade Page, ora Internet Archive]
            • Shinran: "The Nembutsu Alone is True" ("Tannisho", selezioni) [A Eliade Page, ora Internet Archive]
            • Nichiren vede il Giappone come il centro della rigenerazione del buddismo [A Eliade Page, ora Internet Archive]
            • Nicheren: Adorazione al loto della verità perfetta [A Eliade Page, ora Internet Archive]
            • Nicheren si proclama il "Bodhisattva dell'azione suprema" [A Eliade Page, ora Internet Archive]
            • Trasfigurazione di Nicheren [A Eliade Page, ora Internet Archive]
            • Realizing the Solution (Hashida, Shobo genzo shakui, 1, 142-64), [A Eliade Page, ora Internet Archive]
            • La seduta e il Koan ( Shobo genzo zuimonki) [A Eliade Page, ora Internet Archive]
            • L'importanza della seduta (Shobo getnzo zuimonki) [A Eliade Page, ora Internet Archive]
            • Disprezzo per le Scritture ( Shuso to shite no Dogen Zenji), [A Eliade Page, ora Internet Archive]
            • Il Vangelo di Buddha [Al Brooklyn College]
            • La Parola di Buddha [Al Brooklyn College]
            • Buddista generale
              • Immagine: Divinità: reliquia del dito del Buddha Shakyamuni a Famin
              • Immagine: Divinità: i dieci mudra più importanti
              • Immagine: Divinità: Buddha del periodo Gupta [India]
              • Immagine: Divinità: Statuto indiano di Maitriya
              • Immagine: Divinità: Blocco di legno tibetano Stampa di Maitriya
              • Immagine: Divinità: grande statuto di culto del Buddha a Dongzhang
              • Immagine: Divinità: Buddha da Wei
              • Immagine: Divinità: Buddha della dinastia Tang
              • Immagine: Divinità: Tang Buddha 2
              • Immagine: Divinità: Insegnare al Buddha dalla Grotta dei Mille Buddha
              • Immagine: Divinità: Maitreya come Pu-tai, il Buddha che ride
              • Immagine: Divinità: Immagine del periodo Kuan Yin Tang
              • Immagine: Divinità: Immagine di Kuan Yin XII sec.
              • Immagine: Divinità: Immagine di Kuan Yin 13° C
              • Immagine: Divinità: Immagine di Kuan Yin 17° C
              • Immagine: Divinità: Kuan-yin seduto in Royal Ease 12° Do
              • Immagine: Divinità: Kuan Yin 7
              • Immagine: Divinità: Kuan Yin 8
              • Immagine: Divinità: Kuan Yin 9
              • Immagine: Divinità: Bodhidharma, fondatore del Buddismo Ch'an
              • Immagine: Divinità: il buddista Chan Hui-neng fa a pezzi i sutra
              • Immagine: Divinità: un moderno tempio buddista a Famin
              • Immagine: Buddha dalla Thailandia (che tocca terra)
              • Immagine: Divinità: Avalokiteshvara cambogiano seduto in Royal Ease 11° C
              • Immagine: Immagine: Monaco che fa Zazen
              • Immagine: Buddha con mudra che tocca la terra (bhumisparsha mudra)
              • Immagine: Divinità: Buddha bambino che fa il bagno
              • Immagine: Divinità: Maitreya 3
              • Mandato del cielo [A Brooklyn]
              • 2a storia dinastica cinese
              • 2° Cina - Fatti di base
              • 2° Etnografia cinese
              • Immagine: Il fiume Yangzi
              • Mappa: Cina - Mappa delle regioni linguistiche
              • 2a lingua cinese e pronuncia
              • 2a lingua e scrittura cinese
              • 2° Equivalenze Pinyin/Wade-Giles
              • 2a scrittura logografica cinese
              • Sima Qian: Estratti da Records of the Grand Historian, due biografie.
              • Sunzi Sun Tzu: L'arte della guerra [Altre versioni: L'arte della guerra. e L'arte della guerra]
              • Suntzu: The Art of War, lunghe selezioni [At Internet Archive, da CCNY]
              • Immagine: Persone: Sunzi Sun tzu, autore dell'Arte della Guerra
              • Immagine: persone: il duca di Zhou
              • Sima Qian: le politiche legaliste del Qin
              • Immagine: Persone: Ritratto del Primo Imperatore
              • Immagine: Persone: un altro ritratto del primo imperatore
              • Immagine: persone: l'imperatore Huangdi
              • Immagine: Hist. Sito: scavi archeologici nel sito di Qin
              • Immagine: Hist. Sito: tomba del primo imperatore a Xian, linee di statue di soldati
              • Immagine: Hist. Sito: tomba del primo imperatore a Xian, primo piano della statua del soldato
              • Immagine: Arte: Qin Bronze 1
              • Immagine: Hist. Sito: La Grande Muraglia 1
              • Immagine: Hist. Sito: La Grande Muraglia 2
              • Immagine: Hist. Sito: La Grande Muraglia 3
              • Mappa: Cina nel VI secolo d.C.
              • Immagine: persone: fondatore della dinastia Sui
              • Immagine: persone: fondatore della dinastia Tang
              • Immagine: persone: secondo imperatore della dinastia Tang
              • Mappa: Changan sotto la dinastia Tang
              • Immagine: persone: l'imperatrice Wu
              • Immagine: Arte: Tang Camel
              • Immagine: Arte: Tang Lady 1
              • Immagine: Arte: Tang Lady 2
              • Immagine: Arte: Tang Horse
              • Immagine: Arte: Vaso Tang 1
              • Immagine: Hist. Sito.: Il Canal Grande nel XIX secolo d.C.
              • Immagine: persone: fondatore della dinastia Song
              • Immagine: Mappa: Cina sotto la dinastia Song del Nord
              • Immagine: Mappa: Cina sotto la dinastia Song settentrionale
              • Immagine: Mappa: Cina sotto la dinastia Song meridionale
              • Immagine: Art: River in Autumn color
              • Immagine: Art: Song Poet
              • Immagine: Arte: Song Vase 1
              • Immagine: Song Painting: Poetry Contest at Orchard Pavilion
              • Immagine: Song Painting: Bird on Silk dell'imperatore Hui-tsang 1101-25 CE
              • Mappa: L'Impero Mongolo
              • Bar Sauma (c. 1278-1313): Il monaco di Kublai Khan, imperatore della Cina o La storia della vita e dei viaggi di Rabban Sawma, inviato e plenipotenziario dei mongoli Khan presso i re d'Europa e Markos che come Yahbh-Allaha III Divenne Patriarca della Chiesa Nestoriana. Tradotto da E.A. Wallis Budge, Londra: The Religious Tract Society, 1928. [In questo sito, era a Traveling to Jerusalem/U Colorado]
              • Immagine: Persone: Gengis Khan
              • Immagine: persone: Kublai Khan
              • Immagine: Persone: Kublai Khan 2
              • Immagine: Hist Illus.: Arcieri mongoli
              • Immagine: Persone: Marco Polo
              • Immagine: Arte: Statuetta di attore sotto la dinastia Yuan
              • Chu Yuan-Chang: Manifesto di adesione come primo imperatore Ming, 1372 E.V.
                Inviato all'imperatore bizantino.
              • Mappa: Cina - Sotto la dinastia Ming
              • Immagine: persone: fondatore della dinastia Ming
              • Immagine: Hist. Illus.: Il sistema dei tributi Ming
              • Immagine: Arte: vaso della dinastia Ming
              • Immagine: Arte: Vaso Ming 2
              • Immagine: Arte: paesaggio di montagna
              • Immagine: Persone: il missionario gesuita, Matthew Ricci
              • Immagine: Hist. Sito: Pechino - Sala dell'Armonia
              • Immagine: Hist. Sito: Pechino - Il Trono del Drago
              • Immagine: Hist. Sito: Pechino - Mura
              • Immagine: Hist. Sito: Kaifeng
              • Matteo Ricci: L'arte della stampa
              • Immagine: Tecnologia: Mappatura delle prime stelle cinesi
              • Immagine: Tecnologia: fabbricazione della seta
              • Immagine: Tecnologia: uso cinese della carta
              • Immagine: Tecnologia: i primi soldi di carta
              • Immagine: Tecnologia: moneta della dinastia Tang
              • Immagine: Tecnologia: il primo libro stampato - 868 dC
              • Immagine: Tecnologia: uso del tè
              • Immagine: Tecnologia: uso della balestra
              • Immagine: Tecnologia: Canon cinese del 1368
              • Immagine: persone: Zhang he
              • Immagine: Persone: Zhang he 2
              • Immagine: Persone: Zhang he 3
              • Poesia cinese: Tu Fu, Li Po, Po Chu-i, Fu Hsuan, Mei Yao Ch'en, Su Tung-p'o [Alla WSU]
              • Li Po (701 762 CE): Bere da solo al chiaro di luna [A WSU]
              • Old Poem, sulla guerra [Alla WSU]
              • La moglie di Liu Hsün (III secolo d.C.): La cortina del letto nuziale [A WSU]
                Testo integrale di un'opera teatrale sulla minaccia dei mongoli (tartari) all'impero cinese e l'uso di una strategia matrimoniale per evitare conflitti. [In questo sito]
              • Shih-fu Wang (att. 1295-1307): Romance of the Western Chamber, estratti, [At Internet Archive, da CCNY] . sinosi, [Alla WSU]
              • P'u Sung-ling: Dipingere sul muro [A WSU]
              • Li Ju-chen (1763-1830): La Terra dei Grandi, 1828 [Alla WSU]

              Istruzione nella Cina tradizionale

              • Ban Zhao Pan Chao: lezioni per una donna: le opinioni di una donna confuciana, c. 80 dC
              • Père du Halde: Il sistema educativo cinese, c. 1575 dC
                Un rapporto di un osservatore occidentale, con esempi di domande d'esame del servizio civile cinese.
              • Yan Phou Lee: Quando andai a scuola in Cina, 1880
                Una tarda educazione confuciana.
              • Imperatore Kuang Hsu: Abolizione del sistema di esami, 1898

              Punti di vista cinesi su altre culture

                , C. 91 a.E.V. - 1643 d.C
            • Faxian: Conto dei regni buddisti. [Al Brooklyn College], resoconto dell'Occidente di un viaggiatore cinese nel XVIII secolo [Al Brooklyn College]
            • Viste della Cina da altre culture

              • Robert Bedrosian: La Cina ei cinesi secondo le fonti armene classiche del V-XIII secolo, con ampi estratti. [Sul sito web di Bedrosian]
              • Giovanni da Monte Corvino: Lettera al Ministro generale dei Frati Minori in Roma, c. 1280
              • Giovanni da Monte Corvino: Rapporto sulla Cina, 1305.
              • Marco Polo (1254-1324): Sui Tartari [cioè i mongoli]
              • Marco Polo (1254-1324): Descrizione di Kinsay [Hangchow].
              • Will Adams: La mia venuta in Giappone, 1611
              • Hsu Kuang-chi: Memoriale di Fra Matteo Ricci, 1617
              • Père du Halde: Insegnare la scienza all'imperatore Manchu, c. 1680
              • Père du Halde: L'imperatore Manchu e la musica cinese, c. 1680
              • Père du Halde: punizioni cinesi, c. 1680
              • Père Gerbillon: una visita a un lama, c. 1690
                [Alla WSU]
                La storia del primo imperatore.
          • Nintoku Tenno: "La ricchezza dell'imperatore" dal Nihongi [Alla WSU]
          • Nascita e educazione del principe Shotoku [Alla WSU]
          • Principe Shotoku: la Costituzione in diciassette articoli del Nihongi, 604 d.C. [Alla WSU]
          • Antica Costituzione giapponese [Alla WSU]
          • Imperatore Kotoku: editti di riforma Taika, 645 d.C. [Alla WSU]
            Da cui il Giappone è stato centralizzato come un unico paese.
          • Era Tokugawa

            • Tokugawa Iemitsu: Editto Paese Chiuso 1635 [Alla WFU]
            • Honda Toshiaki: un piano segreto per il governo, estratti, 1798
            • Tsunetomo Yamamoto: The War of the Samuri, estratto [At Internet Archive, da CCNY]
            • Poesia giapponese: dal Manyoshu e da altre prime raccolte [A WSU]
              • Anonimo: Nei campi d'autunno
              • Mibu no Tadamine: Nella pianura di Kasuga
              • Ono no Komachi: il colore della ciliegia
              • Sugawara Michizane: Si alza la brezza autunnale
              • Ki no Tsurayuki: La notte si avvicina
              • Prince Otsu: poesia inviata dal principe Otsu a Lady Ishikawa
              • Lady Ishikawa: Poesia di Lady Ishikawa in risposta
              • Seami: Kagekiyo,
              • Kwanami Kiyotsugu: Sotoba Komachi
              • Seami (attributo): Aya No Tsuzumi (Il tamburo damascato)
              • Seami: Hagoromo
              • Seami: Tsunemasa
              • Zenchiku Ujinobu (1414-1499?) (attributo): Aoi No Uye (Principessa Malvarosa)
              • Zenchiku Ujinobu (1414-1499?) Kumasaka
                [In Virginia]
                Un'antologia di 1.111 poesie giapponesi (nelle edizioni più diffuse) compilata e pubblicata all'inizio del X secolo d.C.
            • Ogura Hyakunin Isshu, o, 100 poesie di 100 poeti, [in Virginia]
            • Sarashina: Il diario di Lady Sarashina, 1009-1059 d.C. [Al College di Hannover]
            • Kaibara Ekken o token Kaibara: maggiore apprendimento per le donne, 1762 [A WSU]
            • Diari delle dame di corte dell'antico Giappone, trad. Annie Sheply Omori e Kochi Doi, testo completo, [At Internet Archive, da CMU]
              • RAGNATELAStoria antica coreana [ora archiviata ma ancora utile. Era a Shinbiro] [PDF] 2333 aC [In Asia for Educators-Columbia University]
              • Wang Kŏn (877-943): Le dieci ingiunzioni di Wang Kôn (King T'aejo) [PDF] [At Asia for Educators-Columbia University]
              • Sôl Kyedu [PDF] [At Asia for Educators-Columbia University]
              • Wôlmyông: "Song for a Dead Sister," di Wôlmyông [PDF] VIII secolo [At Asia for Educators-Columbia University]
              • Ch'ungdam: "Song for the Peace of the People" (Anmin'ga), di Ch'ungdam [PDF>] metà dell'VIII secolo [At Asia for Educators-Columbia University]
              • Chông Inji': Postscript to the Hunmin Chôngûm (Suoni corretti per istruire le persone), 1446 [PDF] [At Asia for Educators-Columbia University]
              • Ch'oe Malli: Opposizione all'alfabeto coreano [PDF] [At Asia for Educators-Columbia University]
              • Pak Ch'o: memoriale anti-buddista [PDF] [In Asia for Educators-Columbia University]
              • Công Tojôn: Sulla terra [PDF] Riforma agraria di Eraly Choson. [At Asia for Educators-Columbia University] [PDF] [At Asia for Educators-Columbia University]
              • Yu Hyôngwôn: Estratti dal Pangye surok: sull'abolizione della schiavitù [PDF] [At Asia for Educators-Columbia University]
              • Sô Kôjông: estratti dalla prefazione alla genealogia dell'Andong Kwôn, di [PDF] [At Asia for Educators-Columbia University] , 1437 [PDF] [At Asia for Educators-Columbia University] , 1447 [PDF] [At Asia for Educatori-Columbia University]
              • Song Siyôl: Estratti dalle istruzioni a mia figlia [PDF] [At Asia for Educators-Columbia University]
              • Chông Yagyong, 1762-1836: Estratti dal chônsô Yôyudan: Chông Yagyong sulle radici dell'autorità reale [At Asia for Educators-Columbia University]
              • Yi Hangno, 1792-1868: Estratti dal Hwasô sônsaeng mujip: Yi Hangno su "Sinificare i barbari occidentali" [At Asia for Educators-Columbia University]
              • Ch'oe Cheu, 1824-1864 e la rivolta di Tonghak (1894-1895): La religione e la rivolta di Tonghak: Ch'oe Cheu sull'apprendimento della verità e dodici riforme proclamate dall'ufficio del sovrintendente di Tonghak [PDF] [At Asia for Educators- Università della Columbia]
              • The Independent (Tongnip sinmun), 1896-1899: Editoriale su "Nation and Civilization": un periodico per il popolo coreano [At Asia for Educators-Columbia University]
              • The Independent (Tongnip sinmun), 1896-1899: Editoriale su "Nation and Civilization": Seoul's Water Supply [At Asia for Educators-Columbia University]

              Regola giapponese

                [PDF] [At Asia for Educators-Columbia University]
                Conquista da parte della dinastia cinese Han Rivolta delle sorelle Tru'ng ca. 39-43 d.C. Controllo cinese brevemente sfidato dalla rivolta delle sorelle Tru'ng Trac e Tru'ng Nhi
      • Si Vuong (137-226 d.C.): Si Vuong (Shi Xie) [PDF] [At Asia for Educators-Columbia University]
        All'inizio del III secolo d.C., quando l'impero Han a nord iniziò a sgretolarsi, nel nord del Vietnam la famiglia Shi guidata da Shi Xie (nota in seguito ai vietnamiti come Si Vuong o King Si [137-226 d.C.]) mantenne stabilità e prosperità nella regione. 860s [PDF] [In Asia for Educators-Columbia University]
        Quando un funzionario cinese cercò di raddoppiare il prezzo del sale scambiato con i preziosi beni di montagna, i capi si ribellarono e Nanzhao si unì a loro in un'invasione delle pianure negli 860. La Cina inviò un funzionario, Cao Bien (noto in seguito ai vietnamiti come Cao Vuong [Re Cao]), per scacciare gli invasori e stabilizzare il Protettorato.
      • Tran king Minh Tong (1300-1357): "Un canto sulla capanna di senape" [PDF] [At Asia for Educators-Columbia University]
        Il sovrano tran Minh Tong (1300-1357 r. 1314-1329) era un seguace del buddismo Thien (Zen), e la sua poesia riflette sia le credenze sostenute che gli sforzi per consolidare il suo regno con la sua ortodossia.
      • Nguyen Binh Khiem (1491-1585): Estratto dall'iscrizione di Nguyen Binh Khiem per il tempio "Tre credenze" [PDF] [At Asia for Educators-Columbia University]
      • Lê Thánh-tông (1442-1497): Estratto dall'editto di Lê Thánh-tông al tempio ancestrale sulla guerra Champa, 1470 [PDF] [At Asia for Educators-Columbia University]
        La dinastia Lê si difende dagli Champa
      • Le Quy Don (1726-1784): Selezioni dalle descrizioni di Le Quy Don del Sud negli anni 1770 [PDF] [At Asia for Educators-Columbia University]
      • Hoang Cao Khai (1850-1933) e Phan Dinh Phung (1847-1896): Dibattito del tardo Ottocento: Famiglia contro Nazione, con brani tratti dalle lettere di Hoang Cao Khai e Phan Dinh Phung [PDF] [At Asia for Educators- Columbia University] [PDF]
        • Thomas Mun (1571-1641): England's Treasure by Foreign Trade, pub 1664, estratti, [At Then Again] ed estratti [At Internet Archive era ad Hannover]
        • Adam Smith: Dalla ricchezza delle nazioni, 1776: Delle colonie e il costo dell'impero [al sito della rivoluzione americana]
        • Analisi
          • John A. Hobson (1858-1940): Imperialismo, 1902, estratti
          • John A. Hobson (1858-1940): I parassiti economici dell'imperialismo [At Marxists.org]
          • Vladimir Illyich Lenin (1870-1924): L'imperialismo e la scissione nel socialismo, 1916 [At Marxists.Org][Full Text]
          • Vladimir Illyich Lenin (1870-1924): Imperialismo, la fase più alta del capitalismo, 1916 [su Marxists.org][testo completo]
          • Joseph A. Schumpeter: La sociologia dell'imperialismo, 1918
          • Estensione del colonialismo europeo in termini statistici [a Mt. Holyoke]

          Asia orientale britannica

          • 2° Ellen N. La Motte: Il monopolio dell'oppio, 1920 [Alla Drug Library]
          • C. G. Rawlings: The March to Lhasa, July 1904 [In Internet Archive era a Hillsdale]
          • Immagine: Hist. Illus.: Veduta cinese di un marinaio inglese del XVIII secolo

          Altre potenze europee in Asia orientale

          • Principe Ukhtomskii: il destino imperiale della Russia, 1891 [In questo sito]
            L'Asia come fulcro centrale.
          • Jules Ferry (1832-1893): Sull'espansione coloniale francese, 1884
            Preoccupato soprattutto per il passaggio della Francia in Indocina.
          • Kaiser Guglielmo II: interessi tedeschi in Cina, 1900 [At Internet Archive]
          • Pierre Loti: Quando gli alleati entrarono a Pechino, 1900
            In risposta alla Ribellione dei Boxer

          L'imperialismo degli Stati Uniti

          • John Hay ad Andrew D. White, Nota sulla prima porta aperta sulla Cina, Dipartimento di Stato, Washington, 6 settembre 1899 [ad Amdocs]
          • Immagine: cartone animato anti-cinese del 1877 bw
          • RAGNATELADocumenti relativi alla politica estera americana 1898-1914, [a Mt. Holyoke]
          • Josiah Strong: Sulla predominanza anglosassone, 1891 [A Mt. Holyoke]
          • Albert Beveridge (1862-1927): La marcia della bandiera, 16 settembre 1898
          • The Atlantic: The Break-up of China, and Our Interest in It, The Atlantic Monthly, agosto 1899 [At The Atlantic Monthly, abbonamento richiesto]
          • John W. Foster: The Chinese Boycot, The Atlantic Monthly, gennaio 1906 [At The Atlantic, abbonamento richiesto]
            Critica la discriminazione dell'America contro gli immigrati cinesi in America definendola razzista. Questo comportamento ha incitato al boicottaggio cinese del commercio americano.
          • Rudyard Kipling: Il fardello dell'uomo bianco, 1899
          • James Henry Breasted: The Conquest of Civilization (selezioni), 1926 [At WHA]
          • RAGNATELAAnti-imperialismo negli Stati Uniti 1898-1935 [A Boondocksnet]
            Una raccolta di testi e saggi davvero impressionante. Enfasi piuttosto eccessiva sulla proprietà del materiale da parte del creatore (senza avvisare i lettori che tutto il materiale pubblicato prima del 1923 è di dominio pubblico statunitense).
          • Jim Zwick: Il fardello dell'uomo bianco e i suoi critici [su Boondocksnet]
            Una guida davvero eccellente per le risposte al momento.
          • Giovanni da Monte Corvino: Lettera al Ministro generale dei Frati Minori in Roma, c. 1280
          • Giovanni da Monte Corvino: Rapporto sulla Cina, 1305.
          • San Francesco Saverio: Lettera sulle Missioni, a Sant'Ignazio di Loyola, 1549
          • San Francesco Saverio: Lettera dal Giappone alla Compagnia di Gesù a Goa, 1551
          • San Francesco Saverio: Lettera dal Giappone alla Compagnia di Gesù in Europa, 1552
          • Hsu Kuang-chi: Memoriale di Fra Matteo Ricci, 1617
          • Mendez Pinto: La donna con la croce, c. 1630
            Una donna cristiana cinese.
          • Documenti sulla controversia sui riti cinesi, 1692, 1715, 1721, estratti
            Come la Chiesa cattolica ha "perso" la Cina.
          • Commodoro Matthew Perry: Quando atterrammo in Giappone, 1854
          • Townsend Harris: La lettera del presidente
            Harris è stato il primo ambasciatore degli Stati Uniti in Giappone.
          • Francis Ottiwell Adams: Le scuole del Giappone
            Descrizione della metà del XIX secolo
          • RAGNATELAMeiji Japan [In Internet Archive, da Sage.Edu]
          • RAGNATELAIl progetto Meiji [su Internet Archive]
          • Giappone: Costituzione, 1889 [Al Collegio di Hannover]
          • Tenente Tadayoshi Sakurai: L'attacco a Port Arthur, 1905
            I giapponesi adottarono rapidamente l'imperialismo occidentale.
          • Theodore Roosevelt: La minaccia del Giappone, 1909 [A Mt. Holyoke]
          • Okuma: Fifty Years of New Japan, 1907-08, estratti
          • RAGNATELATaisei Corporation Storia di 120 anni [In Internet Archive, da Tasei]
            La storia online illustrata di un'azienda giapponese.
          • Natsume Soseki (1867-1916): Kokoro, traduzione di Edwin McClellan. [In ibiblio]
          • Lafcadio Hearn (1850-1904): Scritti sul Giappone [At ibiblio]
          • Kume Kunitake: Registri delle mie visite in America e in Europa, 1871-1873
          • Sir Edwin Arnold: una cena giapponese, 1890
          • Alice M. Bacon: Come le signore giapponesi fanno shopping, 1890

          La zona di prosperità della Grande Asia orientale

          • Documenti dell'attacco a Pearl Harbor, 1941
          • Franklin D. Roosevelt: Giorno che vivrà nel discorso dell'infamia [A Oklahoma] 8 dicembre 1941 [A U Oklahoma] della seconda guerra mondiale 12 settembre 1945 [A U Oklahoma]
          • RAGNATELADocumenti relativi alla politica estera americana - Hiroshima [a Mt. Holyoke]
          • RAGNATELACollegamenti Hiroshima
          • RAGNATELAEnola Gay Perspectives [Archivio Internet]
          • RAGNATELADocumenti sulla decisione di sganciare la bomba [alla Truman Library]
          • RAGNATELAHiroshima: era necessario?
            Collegamenti a documenti primari e discussioni moderne.
          • RAGNATELANagasaki Journey: Le fotografie di Yosuke Yamahata [All'Exploratorium]
          • Albert Einstein: Lettera a Roosevelt, 2 agosto 1939 [Al libro ipertestuale]
          • Carl Maag e Steve Rohrer: Rapporto sul progetto Trinity degli Stati Uniti [al progetto Gutenberg] [testo completo]
          • Conti dei sopravvissuti di Hiroshima, [su Inicom]
          • Paul Kennedy, L'ascesa e la caduta delle grandi potenze, (New York: Random House, 1987), pp. 3-30 [estratti estesi sono online], il resoconto di un viaggiatore cinese dell'Occidente nel XVIII secolo. , The Atlantic Monthly, marzo 1996 [At The Atlantic, abbonamento richiesto]
            Copertura dalla rivista della Cina nel 20 ° secolo.
          • Il ricevimento del primo ambasciatore inglese in Cina, 1792
          • Qian Long Ch'ien-lung: Lettera a Giorgio III o qui, 1793
          • Immagine: Persone: Qian Long
          • Commissario Lin Cixu [Lin Tse-hsu]: Lettera alla regina Vittoria 1839 o versione più breve [Al calice]
          • Commissario Lin Cixu [Lin Tse-hsu]: Lettera alla regina Vittoria, 1839 [Un'altra versione]
          • Il popolo di Canton: contro gli inglesi, 1842

          Gli sforzi del governo per la riforma

          • Imperatore Kuang Hsu: Tentate riforme, 1898 [In questo sito]
          • Imperatore Kuang Hsu: Abolizione del sistema di esami, 1898 [In questo sito]
          • Isaac Taylor Headland, 1859-1942: La vita di corte in Cina: la capitale, i suoi funzionari e la gente, (New York, F.H. Revell, c1909), testo completo [Su questo sito]
            Discussione contemporanea degli sforzi di riforma nella Cina tardo imperiale, con una discussione significativa sulla vita delle donne d'élite.
          • Immagine: Persone: Cixi Tse hsi L'imperatrice vedova
          • Immagine: Persone: Cixi Tse hsi L'imperatrice vedova
          • La ribellione dei Taiping, 1851-1864
          • Fei Ch'i-hao: la ribellione dei pugili, 1900
            Un lungo resoconto delle atrocità anti-missionarie di un cristiano cinese.
          • Yao Chen-Yuan: le mie avventure durante la guerra dei pugili, 1900
          • Pierre Loti: Quando gli alleati entrarono a Pechino, 1900
            In risposta alla Ribellione dei Boxer
          • John W. Foster: Il boicottaggio cinese, da The Atlantic Monthly, gennaio 1906 [In questo sito]

          Modernizzazione: il movimento del 4 maggio

          • Yan Phou Lee: Quando andai a scuola in Cina, 1880
            Una tarda educazione confuciana - e ciò che è stato attaccato dal Movimento del 4 maggio. Due selezioni dai suoi scritti
          • Luxun Lu Hsun (1881-1936): Storie selezionate di Lu Hsun, tradotte da
            Yang Hsien-yi e Gladys Yang, testo completo di 20 storie. [A Pancetta Fredda]
            Uno dei principali scrittori del Movimento del 4 maggio.
          • Immagine: Persone: lo scrittore Lu Xun
          • Zou Rong (1885-1911): L'esercito rivoluzionario, 1905 [A IUP]
            Un trattato anti-manciù radicale, pubblicato a Shanghai.
          • Paul S. Reinsch: A Parliament for China, The Atlantic Monthly, dicembre 1909 [At The Atlantic, abbonamento richiesto]
          • Proclamazione dell'Abdicazione dei Manciù, 1912
          • Ching Chun Wang: Un appello per il riconoscimento della Repubblica cinese, The Atlantic Monthly, gennaio 1913 [At The Atlantic, abbonamento richiesto]
          • Sun Yat-sen: Fondamenti di ricostruzione nazionale, 1923 CE
          • Immagine: Persone: Sun Yat Sen
          • Immagine: persone: Chiang Kai-shek

            Mao Zedong (1893-1976): Opere complete [su Marxism.org]

          . Marxism.org ha l'intero testo delle opere selezionate di Mao (tutti e 5 i volumi) così come alcuni volumi successivi non ufficiali compilati dai maoisti indiani.

          • Mar 1926: Analisi delle classi nella società cinese
          • Mar 1927: Rapporto di un'indagine sul movimento contadino in Hunan
          • 1928 ottobre: ​​perché in Cina può esistere il potere politico rosso?
          • Dic 1929: Sulla correzione delle idee errate nel partito
          • Agosto 1933: attenzione al lavoro economico
          • 1933 ottobre: ​​Come differenziare le classi nelle aree rurali
          • 1934 gennaio: la nostra politica economica
          • Gen 1934: Preoccupatevi del benessere delle masse, prestate attenzione ai metodi di lavoro
          • Dic 1935: Sulla tattica contro l'imperialismo giapponese
          • Dic 1936: Problemi di strategia nella guerra rivoluzionaria cinese
          • Dic 1936: una dichiarazione sulla dichiarazione di Chiang Kai-shek
          • 1937 Maggio: I compiti del Partito comunista cinese nel periodo della resistenza al Giappone
          • 1937 Maggio: Conquista milioni di masse per il Fronte Unito Nazionale Antigiapponese
          • 1937 luglio: in allenamento
          • 1937 agosto: Sulla contraddizione
          • 1938 maggio: sulla lunga guerra
          • Gennaio 1940: Sulla Nuova Democrazia
          • California: Anti-Coolie Act, 1862 [presso la Drug Library]
            "Una legge per proteggere il lavoro bianco libero dalla concorrenza con il lavoro dei collie cinesi e per discutere l'immigrazione dei cinesi nello stato della California, 26 aprile 1862"
          • Chinatown di San Francisco Opium Den – 1870 [Immagine][At Drug Library]
          • Minatori cinesi nei campi d'oro - 1860 [Immagine][A Drug Library]
          • Chinatown ha dichiarato una seccatura! [Alla Biblioteca dei farmaci]
            Questo è il testo completo di un opuscolo di sedici pagine, "Chinatown ha dichiarato una seccatura!" distribuito dal Comitato dei lavoratori della California, che chiedeva l'abbattimento di Chinatown come minaccia per la salute.
          • Albert S. Evans: A Cruise on the Barbary Coast, capitolo 12 di A la California. Schizzo di vita nel Golden State, c, 1871.
          • Preoccupazioni recenti della stampa americana sul potere cinese
          • Immagine: Bandiera: Repubblica Popolare Cinese
          • Immagine: Bandiera: Repubblica di Cina/Taiwan
          • RAGNATELAInside China Today Attualità in Cina.
          • Repubblica Popolare Cinese: Costituzione [al Quotidiano del Popolo]
          • La Costituzione della Repubblica Popolare Cinese 1982, - emendamenti del 1988 e del 1993. [At HKHRM] , 1982

          La " Liberazione"

          • Mao Zedong (1893-1976): In commemorazione del 28° anniversario del Partito Comunista Cinese, 30 giugno 1949, estratti
          • Mao Zedong (1893-1976): Citazioni del presidente Mao [Alla WSU]
          • Mao Zedong (1893-1976): Citazioni del presidente Mao, testo integrale. [A Artbin]
          • Opinioni americane sulla situazione in Cina, 1947
            Dichiarazione del generale Marshall, 7 gennaio 1947
          • Dichiarazione del Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese, 1 febbraio 1947
          • Dean Acheson: Posizione degli Stati Uniti sulla Cina, agosto 1949
            Una critica acuta dei fallimenti nazionalisti/Koumintang.
          • Il programma comune della Conferenza consultiva politica del popolo cinese, 1949

          La Rivoluzione Culturale

            , 1964
        • Il ministro della Difesa Lin Piao: la natura della guerra popolare, dichiarazione del 3 settembre 1965
          Una visione standard maoista.
        • Editoriale del quotidiano dell'Esercito di Liberazione (Jiefangjun Bao): Il pensiero di Mao Tse-Tung è il telescopio e il microscopio della nostra causa rivoluzionaria, 7 giugno 1966
        • Relazioni Estere Cinesi

          • John K. Fairbank: China: Time for a Policy, The Atlantic Monthly, aprile 1957 [At The Atlantic, abbonamento richiesto]
            Valutazione delle opzioni politiche degli Stati Uniti verso la Cina continentale di recente comunismo.
          • Partito Comunista Cinese: I leader del PCUS sono i più grandi divisori dei nostri tempi, 4 febbraio 1964
          • Il Partito dei Lavoratori Romeno: Dichiarazione sulla controversia sino-sovietica, 22 aprile 1964
          • Pravda: Editoriale: La politica antisovietica della Cina comunista, 16 febbraio 1967
          • James C. Thomson Jr.: Dragon Under Glass: Time for a New China Policy, The Atlantic Monthly, ottobre 1967 [At The Atlantic, abbonamento richiesto]
            Ha sostenuto che era giunto il momento per gli Stati Uniti di riconciliarsi con la Cina comunista.

          Le quattro modernizzazioni

          • 2ND Sun Y Y., La rivalutazione cinese del socialismo, 1976-1992, (Princeton: Princeton University Press, 1995)
          • Immagine: Persone: Deng Xiaoping
          • Orville Schell: Ancora una volta, lunga vita al presidente Mao, The Atlantic Monthly, dicembre 1992 [At The Atlantic, abbonamento richiesto]
            Sulla mercificazione di Mao.
          • Xiao-huang Yin: China's Gilded Age, The Atlantic Monthly, aprile 1994, [At The Atlantic, abbonamento richiesto]
            I cambiamenti nella società cinese provocati dalla spinta di Deng verso un'economia di libero mercato
          • Atlantic Report: Hong Kong, The Atlantic Monthly, giugno 1957 [At The Atlantic, abbonamento richiesto]
            Hong Kong è ancora nelle prime fasi della sua nascita come potenza economica.
          • Maynard Parker: Report on Hong Kong, The Atlantic Monthly, novembre 1967 [At The Atlantic, abbonamento richiesto]
            Hong Kong di fronte alla Rivoluzione Culturale di Mao.
          • Cait Murphy: A Culture of Emigration, The Atlantic Monthly, aprile 1991 [At The Atlantic, abbonamento richiesto]
            Il crescente disagio tra i cittadini cinesi di Hong Kong per l'imminente dominio cinese.
          • Costituzione di Hong Kong, 1990 [Alla ICL]

          Taiwan [Repubblica di Cina]

          • Dichiarazione cinese dei diritti umani, 1979 [A ICL]
          • Orville Schell: Andrei Sakharov cinese, The Atlantic Monthly, maggio 1988 [At The Atlantic, abbonamento richiesto]
            Profilo di Fang Lizhi

          Piazza Tienanmen, 1989

          • Documenti sulla Porta della Pace Celeste [tutto sul sito web della PBS Tiananmen]
          • Revisione con informazioni di base da Newsweek Inc. 1995 [In Internet Archive]
          • Intervista con i registi Conferenza stampa LA PORTA DELLA PACE CELESTE 12 ottobre 1995, ad eccezione di Henri Behar
          • Interpretazioni di Piazza Tiananmen - Il punto di vista ufficiale del governo "La verità sui disordini di Pechino", a cura del comitato editoriale di La verità sui disordini di Pechino
          • Critiche al governo cinese e tentativi di fermare il film
            Lettera al Direttore del Festival Internazionale del Cinema di Washington DC del Consigliere per la Stampa dell'Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese, e una lettera scritta in risposta
          • Critiche degli scrittori occidentali e risposta [e risposta]
            The New York Review of Books (9 maggio 1996)
          • Critiche da parte dei leader degli studenti
            Articolo di Ye Ren, dagli anni '90, luglio agosto 1995
          • Il Movimento per la Democrazia Moderna in Esilio e Porta della Pace Celeste
            Estratto da "Totalitarian Nostalgia" in In The Red: Contemporary Chinese Culture di Geremie Barmé, New York: Columbia University Press, di prossima pubblicazione 1997.
          • Cina, intellettuali e stranieri post-1989
            "To Screw Foreigners in Patriotic: China's Avant-Garde Nationalist" da Geremie R.Barmé, dal China Journal, n. 34, luglio 1995.
          • Cronologia degli eventi di Piazza Tienanmen
          • RAGNATELAClip audio e video
          • RAGNATELAAltre letture online su Porta della pace celeste
          • Immagine: Hist. Illus.: La Dea della Democrazia, Piazza Tienanmen
          • Immagine: Hist. Illus.: Piazza Tienanmen: lo studente ferma i carri armati
          • Giappone: Costituzione, 1946, 3 novembre 1946 [In questo sito]
          • Giappone: Costituzione, 1946 [At Solon Law Archive]
          • Giappone: Costituzione, 1994 [A ICL]
          • RAGNATELAGiappone [al Monte Holyoke]
          • RAGNATELAAsahi Shimbun [ad Ashai]
            Sito in lingua inglese del principale quotidiano giapponese.

          occupazione americana

          Crescita economica

          • RAGNATELADocumenti relativi a questioni economiche globali [a Mt. Holyoke]
          • RAGNATELAGlobalizzazione [a Mt. Holyoke]
          • RAGNATELACommercio [a Mt. Holyoke]
          • RAGNATELACorporazioni multinazionali [a Mt. Holyoke]
          • Akio Morita e Shintaro Ishihara: il Giappone che sa dire di no [A Monash U.]
          • Costituzione della Corea del Sud, 1997 [A ICL]
          • Pak Chônghûi (1917-1979): Selezioni da To Build a Nation (1971) [PDF] [At Asia for Educators-Columbia University] (Discorso, 1955) [PDF] [At Asia for Educators-Columbia University]
          • Kim Chiha, b. 1941: "Cinque banditi" (1970) [PDF] [In Asia for Educators-Columbia University]

          La guerra di Corea

          • RAGNATELADocumenti relativi alla politica estera americana: la guerra fredda [a Mt. Holyoke]
          • Domande frequenti sulla guerra di Corea [At Century China]
          • Andrei A. Gromyko: Sull'intervento americano in Corea, 1950
          • Rapporto della Commissione delle Nazioni Unite sulla Corea, 1950 (1994) [PDF] [At Asia for Educators-Columbia University]
          • Costituzione della Cambogia, 1993 [At Cambodian Parliament.org]
          • Costituzione del Tibet 1991 [Alla ICL]
            Questa è la costituzione del "governo in esilio".
          • Costituzione della Mongolia, 1992 [A ICL]
          • Costituzione del Nepal, 1990 [A ICL]
          • Costituzione di Singapore, 1995 [A ICL] , 1963
            Tra Malesia, Indonesia e Filippine,

          Il Movimento dei Non Allineati

          • Presidente Sukarno dell'Indonesia: Discorso all'apertura della Conferenza di Bandung, 18 aprile 1955
          • Primo Ministro Nehru dell'India: Discorso al Comitato politico della Conferenza di Bandung, 1955
          • Anwar el Sadat: Solidarietà afro-asiatica e missione mondiale dei popoli dell'Africa e dell'Asia, 1957

          Addendum: La guerra del Vietnam

          • RAGNATELADocumenti e collegamenti della guerra del Vietnam
          • RAGNATELADocumenti relativi alla politica estera americana - Vietnam [a Mt. Holyoke]
          • Ho Chi Minh (1890-1968): Programma per i comunisti dell'Indocina, 1930, estratti
          • Dichiarazione di indipendenza del Vietnam, 1945 (2 settembre 1945) [PDF] [In Asia per educatori-Columbia University] [PDF] [In Asia per educatori-Columbia University]
          • The Lu: "Ricordare la giungla: le parole della tigre allo zoo" [PDF] [At Asia for Educators-Columbia University]
          • Il Manifesto del Partito Laodong, febbraio 1951
          • La Dichiarazione finale della Conferenza di Ginevra: sul ripristino della pace in Indocina, 21 luglio 1954
          • Presidente Eisenhower: Lettera a Ngo Dinh Diem, 23 ottobre 1954
            Inizio degli aiuti "umanitari" statunitensi. , 1962
          • Charles de Gaulle: l'atteggiamento della Francia nei confronti della politica statunitense in Vietnam, 1964
          • La risoluzione della baia di Tonkin, 1964, 1964 [A Yale]
          • Dipartimento di Stato degli Stati Uniti: Aggressione dal Nord, 27 febbraio 1965
          • Dipartimento di Stato degli Stati Uniti: aggressione del Vietnam del Nord, 1965
          • Senatore Fulbright: Valutazione della politica statunitense nella crisi dominicana, 15 settembre 1965
            Una critica ad ampio raggio della politica estera americana.
          • Il presidente Lyndon Johnson e Ho Chi Minh: Scambio di lettere, 1967
          • John Kerry, per i veterani del Vietnam contro la guerra: dichiarazione al Comitato per le relazioni estere del Senato, 1971

          Addendum: Immigrati dell'Asia-Pacifico negli Stati Uniti

          • John W. Foster: The Chinese Boycot, The Atlantic Monthly, gennaio 1906 [At The Atlantic, abbonamento richiesto]
            Critica la discriminazione dell'America contro gli immigrati cinesi in America definendola razzista. Questo comportamento ha incitato al boicottaggio cinese del commercio americano.
          • Lowell Weiss: Il tempismo è tutto, The Atlantic Monthly, gennaio 1994 [At The Atlantic, abbonamento richiesto]
            Il destino di due gruppi di immigrati vietnamiti in America.
          • Roy Beck: The Ordeal of Immigration in Wausau, The Atlantic Monthly, aprile 1994 [At The Atlantic, abbonamento richiesto]
            Effetti dei rifugiati del sud-est asiatico a Wausau.
          • Ban Zhao Pan Chao: lezioni per una donna: le opinioni di una donna confuciana, c. 80 dC
          • Ben Zhao Pan Chao (45-115? CE): Il problema della donna [In Internet Archive, da CCNY]
          • Fu Xuan: Poesia sulla donna c. 3° secolo d.C.
          • Marco Polo: Sulle donne cinesi del XIII secolo [In Internet Archive, da CCNY]
          • Chinese Footbinding [In Internet Archive, da CCNY]
          • Il racconto di Mulan, il capo fanciulla, c. 502-556 dC
          • 2nd Marie Vento: Mille anni di footbinding cinese: le sue origini, popolarità e scomparsa
          • Immagine: personalizzata: immagine di donna con i piedi sciolti
          • Immagine: Personalizzata: Immagine di piedi non legati da vicino
            Immagine: Personalizzato: un piede legato - primo piano
          • Immagine: Custom: Donna con i piedi legati
          • Donne in Cina: storia e presente
          • Tom Hilditch: Un olocausto di ragazze, dal South China Morning Post
          • Donne in Asia: rapporti stampa
          • Rapporto del NY Times sulla recente conferenza delle donne delle Nazioni Unite
          • Matrimonio moderno in Cina - Due testi
          • Sarashina: Il diario di Lady Sarashina, 1009-1059 d.C. [Al College di Hannover]
          • Kaibara Ekken o token Kaibara: maggiore apprendimento per le donne, 1762 [A WSU]
          • Diari di Court Lades del Vecchio Giappone, trad. Annie Sheply Omori e Kochi Doi, testo completo, [At Internet Archive, da CMU]
          • RAGNATELAPersone con una storia: guida online alla storia LGBT*
          • La tradizione omosessuale in Cina: selezioni dalla letteratura omosessuale cinese
          • Quattro recenti comunicati stampa sulla vita gay in Cina
          • Manifesto della prima conferenza cinese di Tongzhi, 1996 [A HKGAY]
            Tongzhi viene utilizzato in cinese per Gay. Questo manifesto afferma direttamente una base storica per i moderni omosessuali cinesi e le differenze dei movimenti cinesi Tongzhi con i movimenti gay occidentali.
          • Mary M. Anderson, Il potere nascosto: gli eunuchi di palazzo della Cina imperiale , (Buffalo NY: Prometheus, 1990), 15-18, 307-11
          • Immagine: Custom: un giovane eunuco espone gli effetti della castrazione
          • E-Testi
            • MEGA WWW Biblioteca virtuale: studi asiatici
            • WEB Vienna E-Text Archives [At Internet Archive]
            • MEGA fonti di notizie asiatiche online [su Kidon]
              Una guida completa ai giornali asiatici, alle stazioni radio, ecc. online.
            • MEGA YAHOO!: Storia cinese MEGA cinese mandarino online -->
            • MEGA YAHOO!: Storia giapponese
            • MEGA Giappone via Web [Alla UCLA]
            • MEGA Siti web di letteratura giapponese classica [In Virginia]
              [Alla WSU]
              Uno spettacolare testo online di Richard Hooker. Contiene anche una pagina di link molto utile. [In Virginia]
            • MEGA YAHOO!: Storia della Corea del Nord
            • MEGA YAHOO!: Storia della Corea del Sud
            • Paul Halsall: Corso di cultura cinese [Brooklyn College]

            Documenti di riferimento generali

            • Cronologia della storia cinese
              tre cronologie separate basate su 1. dinastie, 2. forme di governo, 3. vita economica.
            • Bibliografia commentata estesa di studi cinesi,
            • Bibliografia in forma di testo in chiaro,
            • Fatti di base sulla Cina moderna compilati da L'enciclopedia vivente di Comptonsu America Online (agosto 1995)
            • Storia dinastica cinese compilata da L'enciclopedia vivente di Compton su America Online (agosto 1995)
            • Religioni cinesi compilato da L'enciclopedia vivente di Compton su America Online (agosto 1995)
            • Letteratura cinese compilata da L'enciclopedia vivente di Compton su America Online (agosto 1995)
            • Arti cinesi compilato da L'enciclopedia vivente di Compton su America Online (agosto 1995)
            • Gruppi etnici cinesi compilati da L'enciclopedia vivente di Compton su America Online (agosto 1995)

            © Questo testo è protetto da copyright. Il modulo elettronico specifico ed eventuali note e domande sono copyright. È concesso il permesso di copiare il testo e di stamparne copie per uso personale e didattico. Nessuna autorizzazione è concessa per uso commerciale.

            Se qualsiasi copyright è stato violato, questo non è stato intenzionale. La possibilità di un sito come questo, come con altre raccolte di testi elettronici, dipende dalla grande disponibilità di materiale di pubblico dominio da testi tradotti prima del 1924. [Negli Stati Uniti, tutti i testi pubblicati prima del 1924 sono ora di pubblico dominio. I testi pubblicati prima del 1964 possono essere di pubblico dominio se il diritto d'autore non è stato rinnovato dopo 28 anni. Questo sito cerca di rispettare la legge sul copyright degli Stati Uniti: lo stato del copyright dei testi qui al di fuori degli Stati Uniti potrebbe essere diverso.] Sono stati fatti sforzi per accertare lo stato del copyright di tutti i testi qui, sebbene, occasionalmente, ciò non sia stato possibile dove più vecchio o gli editori non statunitensi sembrano aver cessato di esistere. Alcuni dei testi tradotti di recente qui sono copyright dei traduttori indicati in ciascun documento. Questi traduttori hanno in ogni caso dato il permesso per la riproduzione non commerciale. Non viene fornita alcuna dichiarazione sullo stato del copyright dei testi collegati fuori sito. Questo sito è destinato all'uso didattico. La notifica di violazione del copyright comporterà l'immediata rimozione di un testo fino a quando il suo stato non sarà risolto.

            Il Sourcebook di storia dell'Asia orientale fa parte del progetto Internet History Sourcebooks.

            Il Progetto Sourcebooks di storia di Internet si trova presso il Dipartimento di Storia della Fordham University, New York. L'Internet Medieval Sourcebook e altri componenti medievali del progetto si trovano presso il Fordham University Center for Medieval Studies. L'IHSP riconosce il contributo della Fordham University, del Fordham University History Department e del Fordham Center for Medieval Studies nel fornire spazio web e supporto server per il progetto. L'IHSP è un progetto indipendente dalla Fordham University. Sebbene l'IHSP cerchi di seguire tutte le leggi sul copyright applicabili, la Fordham University non è il proprietario istituzionale e non è responsabile a seguito di alcuna azione legale.

            © Concetto e design del sito: Paul Halsall creato il 26 gennaio 1996: ultima revisione il 20 gennaio 2021 [CV]


            Guarda il video: belajar bahasa jepang (Potrebbe 2022).