Popoli, Nazioni, Eventi

Gregory Zinoviev

Gregory Zinoviev

Gregory Zinoviev era un membro di spicco del Partito bolscevico. Zinoviev era un fedele seguace di Vladimir Lenin ma dopo la morte di Lenin e l'ascesa di Joseph Stalin al potere, i suoi giorni furono contati da un uomo che non poteva tollerare nessuno che sembrava essere il più caro dei suoi rivali e Zinoviev fu visto da Stalin come un rivale.

Zinoviev è nato il 23 settembrerd 1883. Suo padre era un contadino. Zinoviev non ha ricevuto un'istruzione formale ed è stato educato a casa. Si è unito al Partito socialdemocratico nel 1901 ed è stato coinvolto in attività sindacali. Tale azione quasi invariabilmente ha portato con sé l'attenzione della polizia. Temendo l'arresto e la prigione, Zinoviev andò a vivere a Berlino e poi a Parigi, dove conobbe Lenin. Quando la SDP si sciolse nel 1903, Zinoviev si schierò dalla parte di Lenin che voleva che la classe operaia fosse guidata da un piccolo gruppo d'élite di rivoluzionari professionisti. Zinoviev respinse la richiesta di Julius Martov che voleva un folto gruppo di attivisti indipendentemente dalla capacità di far avanzare la classe lavoratrice.

Durante la Rivoluzione Russa del 1905, Zinoviev era a San Pietroburgo, dove aiutò a organizzare uno sciopero generale. Tuttavia, ha dovuto interrompere il suo lavoro a causa di problemi di salute. Dopo essersi ripreso dal suo infarto, è tornato a San Pietroburgo per continuare il suo lavoro con gli operai. Ciò includeva una campagna contro i menscevichi in città.

Nel 1907 Zinoviev fu eletto nel Comitato centrale bolscevico. Fu arrestato dalla polizia segreta russa nel 1908 ma fu rilasciato senza accusa.

Tuttavia, il suo arresto ha gravemente interessato Zinoviev e si è trasferito a Ginevra, dove ha lavorato con Lenin e Kamenev nella pubblicazione di "Proletary".

Nel 1912, Zinoviev insieme a Lenin e Kamenev si trasferirono a Cracovia, poi in Galizia, ma lo scoppio della prima guerra mondiale costrinse il loro ritorno in Svizzera.

Dopo il rovesciamento di Nicola II, Zinoviev tornò in Russia per complottare contro il governo provvisorio guidato da Alexander Kerensky. Lenin fece anche di Zinoviev il nuovo editore di "Pravda".

L'unica volta in cui Zinoviev e Lenin apparentemente caddero fu la richiesta di Lenin di una rivoluzione operaia nell'ottobre 1917. Tuttavia, Zinoviev prese parte alla riuscita rivoluzione bolscevica e nel 1919 fu eletto presidente del comitato esecutivo.

Con la salute di Lenin motivo di preoccupazione nei primi anni '20, Zinoviev, Kamenev e Stalin formarono il "Triumvirato" che doveva guidare la Russia dopo la morte di Lenin. Tuttavia, Stalin non aveva intenzione di condividere il potere con nessuno, ma il suo primo obiettivo per la rimozione era Trotsky. Una volta che riuscì a portare Trotsky in esilio, ebbe poca utilità per Zinoviev. Stalin credeva ferventemente nel rendere la "nuova" Russia il più forte possibile in modo che potesse farcela se attaccata da una potenza straniera. Zinoviev ripose la propria fiducia nella rivoluzione mondiale di Trotsky. Fu la sua rovina mentre Stalin sosteneva che stava minando la forza del partito nel suo insieme creando disunità. Stalin ha ottenuto il Comitato Centrale del Partito Bolscevico per espellere Zinoviev dal Partito.

Verso la metà degli anni '30, Stalin aveva il potere completo in URSS. Ma semplicemente non si fidava di artisti del calibro di Zinoviev, Kamenev e molti altri. Decise che l'URSS doveva sbarazzarsi di queste persone. In una serie di processi dimostrativi, le persone che erano diffidenti sono state processate con accuse inventate. Zinoviev era uno di questi. Fu processato per il suo "coinvolgimento" nell'omicidio di Sergy Kirov. La sua colpa non fu mai messa in dubbio e fu condannato a 10 anni di prigione. Mentre era in prigione, Zinoviev fu accusato di complottare per assassinare Stalin. Doveva sopportare un altro processo in cui doveva aver saputo che sarebbe stato dichiarato colpevole. Il verdetto di colpevolezza ha portato con sé Zinoviev la condanna a morte.

Gregory Zinoviev è stato giustiziato il 25 agostoesimo 1936.

Gennaio 2013

Guarda il video: What is the Zinoviev Letter? Gill Bennett (Settembre 2020).