Corso di storia

Anwar al Sadat

Anwar al Sadat

Anwar al-Sadat ebbe un ruolo significativo nella recente politica mediorientale fino alla sua morte nel 1981. Sadat dovette seguire le orme di Gamal Nasser - un uomo quasi idolatrato dal popolo egiziano. Sadat portò l'Egitto attraverso la guerra dello Yom Kippur del 1973 fino all'inizio di un modo diplomatico per porre fine alla crisi in Medio Oriente: la cosiddetta Iniziativa Sadat.

Anwar al-Sadat è nato nel 1918 - era uno dei tredici bambini. È nato a Mit Abul Kom, una città a nord del Cairo. Sadat nacque in quella che era considerata dagli inglesi una colonia britannica. La Gran Bretagna possedeva la maggioranza delle azioni della Suez Canal Company. Fin dai suoi esordi, Anwar al-Sadat sviluppò credenze anticoloniali e queste furono rafforzate quando gli inglesi giustiziarono un egiziano chiamato Zahran per aver partecipato a una rivolta che portò alla morte di un ufficiale dell'esercito britannico.

Anwar al-Sadat fu uno dei primi studenti in una scuola militare creata dagli inglesi per il popolo egiziano. Qui ha studiato matematica e scienze. Doveva anche studiare una famosa battaglia e Sadat scelse la battaglia di Gettysburg. Quando si laureò, fu inviato in una remota base governativa in Egitto. In molti sensi, questa pubblicazione è stata la svolta nella vita di Anwar al-Sadat. In questo incarico incontrò Gamal Abdel Nasser - dando così inizio a una lunga associazione che portò Sadat a subentrare a Nasser quando morì nel 1970. Sadat era uno dei giovani ufficiali che Nasser raggruppava attorno a lui, dedicati a rovesciare il governo corrotto di Re Farouk, e con esso dominio britannico in Egitto.

Il coinvolgimento di Sadat con questo gruppo lo ha portato in prigione in due occasioni. Era esausto alla fine del suo secondo mandato in prigione, lasciò i militari e tornò alla vita civile.

Il 23 luglio 1952, la Free Officers Organization organizzò un colpo di stato in Egitto che rovesciò la monarchia. Nasser chiese immediatamente a Sadat di essere il suo ministro delle pubbliche relazioni e Nasser affidò a Sadat il compito di sorvegliare l'abdicazione del re Farouk.

Nasser ha dominato l'Egitto dopo il 1952 e Sadat è stato un tenente di fiducia. L'unica volta in cui la posizione di Nasser sembrava debole fu nel 1967 quando l'aeronautica egiziana fu spazzata via a terra e l'esercito israeliano attraversò il deserto del Sinai fino al canale di Suez uccidendo 3.000 soldati egiziani. Tuttavia, il sostegno di Nasser rimase forte in Egitto e rimase il leader incontrastato del suo paese fino alla sua morte nel settembre 1970. Sadat gli successe.

Anwar al-Sadat era relativamente sconosciuto anche in Egitto. Aveva sempre avuto un posto di fondo nella politica egiziana. Pertanto, spettava a lui dimostrare di essere un degno successore di Nasser.

Dal 1970 al 1973 Sadat si imbatté in un leader bellicoso, minacciando Israele con la guerra. Questa guerra arrivò nel 1973 con l'attacco a sorpresa lanciato da Egitto e Israele nell'ottobre 1973: la guerra dello Yom Kippur. I primi progressi fatti dai militari egiziani non furono costruiti e la guerra finì in stallo. Se l'Egitto avesse avuto successo contro Israele, è possibile che il popolo egiziano avrebbe chiuso un 'occhio' sulla situazione interna in cui l'Egitto si era trovato. Questo fallimento militare combinato con un'economia debole ha portato a rivolte in Egitto e attacchi ai ricchi da parte di molti poveri.

Dopo il fallimento di Yom Kippur, Anwar al-Sadat si convinse che l'unica strada da percorrere era attraverso mezzi diplomatici e pacifici. Credeva che l'Egitto avrebbe beneficiato notevolmente di un "dividendo di pace". Nel 1977 Sadat annunciò al parlamento egiziano di essere pronto ad andare ovunque per negoziare un accordo di pace con gli israeliani anche con Israele stesso - questa era la cosiddetta "iniziativa Sadat". Anwar al-Sadat andò a Gerusalemme e iniziò un processo che sarebbe culminato con i colloqui a Camp David ospitati dal presidente americano Jimmy Carter. Per questo lavoro, Sadat ha ricevuto il premio Nobel per la pace.

Anwar al-Sadat aveva seguito un percorso potenzialmente pericoloso. Molti in Egitto erano contrari alle sue nuove relazioni non solo con Israele e anche con l'America. Per contrastare questo, Sadat fece il possibile per migliorare lo stile di vita dei poveri, specialmente nella città sovraffollata del Cairo. Credeva che queste persone fossero vulnerabili al fondamentalismo musulmano, ma non se avessero visto il governo fare ciò che poteva per aiutarli a migliorare il loro stile di vita. Sadat aveva un grosso compito di annullare la povertà in Egitto che esisteva lì da molti anni. Non può essere sradicato dall'oggi al domani. Tuttavia, il tempo non era dalla parte di Sadat. Il 6 ottobre 1981 Sadat fu assassinato dai fondamentalisti musulmani.


Guarda il video: Anwar Sadat Assassinated - 1981. Today in History. 6 Oct 16 (Ottobre 2021).