Cronologia

B17 Fortezza volante

B17 Fortezza volante

La Boeing B17 Flying Fortress era il principale bombardiere utilizzato dall'Aeronautica americana in Europa durante la campagna di bombardamenti contro la Germania nazista. Gli equipaggi della B17 hanno volato migliaia di missioni sulla Germania e pagato un prezzo elevato per farlo.

Dopo la carneficina della prima guerra mondiale, molte nazioni hanno cercato una nuova forma di hardware militare che avrebbe garantito che gli orrori della guerra di trincea non fossero mai rivissuti. Negli anni '30 c'era una convinzione generale che il bombardiere sarebbe sempre riuscito a superare e la devastazione di Guernica da parte della Legione tedesca Condor sembrava sottolineare l'enorme potere che i bombardieri potevano avere.

L'8 agosto 1934, l'American Air Air Corps lanciò una gara chiamata "Proposta 32-26" per un bombardiere da 250 miglia orarie con un raggio di 2000 miglia e un soffitto operativo di 10.000 piedi. Una società in difficoltà Boeing, guidata da Edward C Wells, ha accettato la sfida. Wells usò abbastanza vicino tutto il capitale di riserva che Boeing aveva - e la forza lavoro - per completare il compito. Il nome del progetto era Modello 2-99.

Nel luglio del 1935 fu lanciato il modello Boeing 2-99. Era un bombardiere a quattro motori interamente in metallo, del peso di 15 tonnellate. Le sue specifiche erano ben al di sopra di quelle stabilite dall'esercito americano. L'aereo è volato per la prima volta a Seattle e si dice che un giornalista osservatore abbia commentato che l'aereo, quando era in volo, era una fortezza volante a causa del numero di mitragliatrici che trasportava. Il soprannome è rimasto bloccato.

Tuttavia, il Boeing 2-99 ha avuto concorrenza per il contratto. Martin B12 e Douglas DB1 erano rivali. Il 30 ottobre 1935, durante gli esercizi di valutazione per l'esercito americano, il 2-99 si schiantò poco dopo il decollo uccidendo il suo esperto equipaggio di due uomini. L'US Army Air Corps ha quindi squalificato il 2-99 e il bimotore Douglas DB1 ha vinto. Tuttavia, un piccolo numero di 2-99 è stato ordinato "per ulteriore valutazione" dall'Aeronautica.

Man mano che la situazione in Europa si faceva più tesa, la Douglas DB1 si dimostrò sottodimensionata. Ormai Boeing aveva aggiornato il 2-99 al modello YB17. Questo aveva motori super-caricati e aveva un soffitto volante di 30.000 piedi - oltre a quello che la Douglas poteva fare. Con l'avvicinarsi della guerra in Europa, l'Aeronautica americana aveva solo 30 B17.

Nel 1941, come parte dell'accordo di Lend-Lease siglato tra F D Roosevelt e Winston Churchill, i B17 furono inviati in Gran Bretagna per aiutare il Comando Bombardieri. In totale, 20 furono inviati in Gran Bretagna. Ha avuto un debutto infausto. Il primo a volare in Gran Bretagna si è schiantato. L'8 luglio 1941, due B17 andarono in missione con la RAF per attaccare la base navale di Wilhelmshaven. Durante il volo, le sue pistole si congelarono e le sue bombe furono lanciate fuori bersaglio. La RAF ha risposto a questo mettendo più armature sull'aereo, più armi e mantenendo la sua traiettoria di volo ad un'altitudine più bassa.

Quando i giapponesi attaccarono Pearl Harbor nel dicembre 1941, i B17 erano già stati inviati lì. Basati sulla base aerea di Hickham, furono attaccati mentre erano a terra e furono persi 12 bombardieri. Tuttavia, l'attacco a Pearl Harbor ha spinto l'America nella sua piena capacità di produzione militare e a Boeing è stato detto di produrre il maggior numero possibile di B17.

L'ottava aeronautica americana era basata in Gran Bretagna. Doveva essere il principale input americano all'attentato dinamitardo all'Europa occupata dai nazisti. La RAF decise di attaccare la Germania di notte. Questo, credevano, avrebbe dato ai loro bombardieri una maggiore protezione contro gli aerei da combattimento tedeschi. L'ottava aeronautica americana ha deciso di effettuare raid alla luce del giorno poiché riteneva che ciò consentisse raid di precisione e bombardamenti di precisione. Pertanto, hanno calcolato, a lungo termine sarebbero necessarie meno incursioni per il successo dei bombardamenti.

La prima missione B17 completa contro la Germania ebbe luogo nell'agosto del 1942. Il B17 volò in una formazione a cuneo che avrebbe dovuto conferire loro un'enorme potenza di fuoco contro qualsiasi attaccante. Tuttavia, i piloti di caccia tedeschi impararono rapidamente che un attacco frontale neutralizzava efficacemente gli enormi armamenti dei B17 che venivano trasportati principalmente dai lati dei bombardieri.

Nel gennaio 1943 ebbe luogo la conferenza di guerra di Casablanca. In questa riunione la "Direttiva Casablanca" è stata emessa da Roosevelt e Churchill. Fu una decisione di lanciare un attacco di bombardamento contro la Germania che avrebbe distrutto la base industriale tedesca.

Il 17 agosto 1943, i B17 attaccarono la fabbrica di cuscinetti a sfera di Schweinfurt. Questo era un obiettivo molto importante poiché lì veniva prodotto il 52% di tutti i cuscinetti a sfere tedeschi. Era anche una fabbrica fortemente difesa. 211 B17 presero parte al raid: 60 aerei furono persi, con un tasso di perdita di poco inferiore al 30%. Nel 1943, fu stimato che 1/3 di tutti gli equipaggi B17 non sarebbero sopravvissuti alla guerra e le enormi perdite subite nelle incursioni diurne causarono quasi la fine di tali incursioni. Tuttavia, uno studio condotto dall'ottava aeronautica militare nel 1943, dimostrò anche che oltre il 50% delle perdite dell'aereo erano dovute al fatto che i B17 lasciarono la protezione della loro formazione. Nel 1944 fu introdotto un modello di volo rivisto. I B17 avevano volato tradizionalmente in zeppe di 18. Ora dovevano volare in un pacchetto di 36. Ci sarebbero stati tre voli di 12 B17 strettamente raggruppati, uno sopra l'altro. Ciò diede il volo a 36 enormi potenze di fuoco soprattutto perché al nuovo Modello G era stata data più potenza di fuoco tra cui più mitragliatrici nella parte anteriore dell'aereo per combattere gli assalti frontali. Il modello G ora trasportava tredici mitragliatrici calibro .50 che conferivano ad ogni aereo una capacità di fuoco notevolmente aumentata. Tuttavia, volare così strettamente ha portato anche a collisioni.

Nel 1944, i B17 avevano anche una protezione da combattimento a forma di fantastico combattente Mustang. I Mustang trasportavano serbatoi di carburante extra e potevano accompagnare i B17 in profondità in Germania. Con la loro maggiore potenza di fuoco e le loro nuove guardie del corpo, il B17 poteva ora concentrarsi su due obiettivi principali: ciò che restava delle fabbriche della Luftwaffe e la stessa Berlino.

Nel febbraio del 1944, i B17 fecero di tutto per distruggere le fabbriche che facevano volare la Luftwaffe. A febbraio si è svolta la "Grande settimana". Complessivamente, 3.500 B17 furono coinvolti in bombardamenti su fabbriche in Germania. 244 aerei furono persi (circa il 7% degli aerei partecipanti) in appena una settimana, ma il retro delle fabbriche che producevano per la Luftwaffe era stato fatalmente rotto. Mentre la Lutwaffe aveva aerei, molti furono costretti a rimanere a terra in quanto non avevano parti per tenerli in volo.

Berlino era il prossimo obiettivo. Questa era probabilmente la città più difesa del mondo in questo momento. La Luftwaffe aveva conservato le riserve che aveva per gli aerei per difendere la città. Il 6 marzo 1944, in un massiccio raid su Berlino, furono persi 69 B17, ma la Luftwaffe perse 160 aerei. Mentre l'ottava aeronautica militare poteva riprendersi da queste perdite, la Luftwaffe non poteva. Alla fine della guerra, l'8a Air Force e la RAF avevano distrutto il 70% di Berlino.

Dopo Berlino, l'ottava aeronautica militare rivolse la propria attenzione alle fabbriche petrolifere sintetiche tedesche. Gli attacchi a queste fabbriche sono iniziati il ​​12 maggio. In un solo mese, USAAF ha lanciato 5000 tonnellate di bombe su queste fabbriche. Nell'agosto del 1944 furono lasciate cadere 26.000 tonnellate e nel novembre del 1944 gli attacchi raggiunsero il picco di 35.000 tonnellate. Gli attacchi hanno decimato la capacità dei militari tedeschi di muoversi. La battaglia del rigonfiamento, il tentativo di Hitler di respingere gli alleati in progresso in Europa, terminò a causa della mancanza di carburante per far muovere i suoi carri armati. Albert Speer, nel suo libro "Inside the Third Reich", ha commentato dopo la guerra che c'erano 300 carri armati King Tiger alla stazione ferroviaria di Monaco in attesa di essere spostati sul fronte - ma i tedeschi non avevano né le ferrovie né il carburante necessario per spostare questi carri armati in giro; entrambi i bersagli del bombardamento alleato. Tuttavia, i raid sulle fabbriche petrolifere hanno fatto il loro conto - 922 B17 sono stati persi in totale con la perdita di quasi 10.000 uomini uccisi, feriti o catturati.

I bombardamenti sulla Germania da parte dell'ottava aeronautica e del Comando bombardieri della RAF hanno distrutto la produzione industriale tedesca. Nel settembre del 1944, la Germania aveva perso il 75% della sua produzione di carburante. Dei 1,5 milioni di tonnellate di bombe sganciate sulla Germania, il B17 fece cadere 500.000 tonnellate. L'ottava aeronautica militare ha sparato 99 milioni di colpi di munizioni durante questi voli e si pensa che siano stati distrutti 20.000 aerei tedeschi. In totale, durante la guerra furono costruiti oltre 12.000 B17 e quasi 250.000 americani sperimentarono di volare in essi. 46.500 furono uccisi o feriti. Tuttavia, la parte interpretata dal B17 nel teatro di guerra europeo era di grande importanza.

Post correlati

  • B17 Fortezza volante

    La Boeing B17 Flying Fortress era il principale bombardiere utilizzato dall'Aeronautica americana in Europa durante la campagna di bombardamenti contro la Germania nazista. Il…

Guarda il video: B-17 La fortezza volante Doc (Settembre 2020).