Corso di storia

Il triumvirato

Il triumvirato


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Dopo l'assassinio di Giulio Cesare, c'è stato un vuoto di potere a Roma. A differenza dei precedenti leader, Cesare era diventato enormemente potente come dittatore e quando morì nessuno era sicuro di cosa sarebbe successo dopo. Ci sarebbe un nuovo unico dittatore? Ritornerebbero alle vie della Repubblica Romana?

Dopo una serie di battaglie militari, Roma stabilì una struttura politica molto interessante per rispondere a questa domanda. Per dieci anni, dal 43 a.E.V. al 33 a.E.V., furono governati da un Triumvirato, un'alleanza di tre uomini che separarono i doveri di governo. Marc Antonio, Ottaviano e Lepido erano ciascuno sovrani su parti separate dell'Impero romano e condividevano il dominio sull'Italia e sulla stessa Roma.

Origini del Triumvirato

I tre uomini che formarono il Triumvirato erano potenti leader politici prima dell'assassinio di Giulio Cesare. Ottaviano era il figlio adottivo ed erede di Cesare, e aveva una forte rivendicazione per il suo titolo. Marc Antony era un generale che aveva servito sotto Cesare nelle sue guerre in Gallia e aveva un'enorme influenza politica. Lepido era un influente leader politico e militare che aveva il controllo di un grande esercito vicino a Roma.

Subito dopo l'assassinio di Cesare, Antonio deteneva molto potere politico nella Repubblica. Il Senato voleva che restituisse la Repubblica allo stato precedente a Cesare, abolendo i dittatori e ripristinando il potere del Senato. Sebbene abbia fatto alcuni passi per realizzarlo, alla fine ha iniziato a usare l'immagine di Cesare per ottenere un vantaggio politico. Cesare era molto popolare tra le masse romane e Antonio sentì che poteva usare quella popolarità per guadagnare potere per se stesso e rivoltare il popolo contro i senatori che avevano ucciso Cesare.

Ciò portò a una serie di battaglie militari tra le forze del Senato e le truppe che erano fedeli a Cesare e Antonio. Dopo alcune battaglie omogenee, Antonio si ritirò fuori Roma e i senatori che avevano organizzato l'assassinio fuggirono da Roma. Lepido, che stava aspettando con le sue truppe fuori Roma, entrò e iniziò a negoziare con Antonio. Organizzarono l'alleanza che alla fine avrebbe incluso Ottaviano e sarebbe diventato il Triumvirato.

Entrando nei negoziati, Ottaviano aveva una legittima pretesa di potere ma nessuna forza militare per far valere la sua pretesa. Lepido aveva molte legioni di truppe, ma nessuna reale pretesa di potere, e Antonio aveva qualche pretesa di potere e una discreta quantità di truppe, sebbene di recente avessero perso una battaglia.

Quando formarono il Triumvirato, accettarono di prendere ciascuno un po 'di terra per governare da soli: Lepido prese l'Hispania (Spagna), Antonio prese la Gallia (Francia) e Ottaviano prese l'Africa del Nord. Hanno concordato di governare congiuntamente sul territorio rimanente. Fondamentalmente, Lepido diede il controllo di molte delle sue truppe ad Ottaviano. Nel 43 a.E.V., un anno dopo la morte di Cesare, il Triumvirato fu istituito per legge

Caduta di Lepido

Ora che fu istituito il Triumvirato, i leader iniziarono il loro prossimo obiettivo politico, uccidendo i senatori che avevano organizzato l'assassinio di Cesare. Antonio e Ottaviano furono incaricati di uccidere i senatori Bruto e Cassio, che erano fuggiti in Asia minore. Sollevarono nuove legioni e i due Triumviri sconfissero i senatori nella famosa battaglia di Filippi, dove Bruto e Cassio si uccisero invece di essere catturati.

La sconfitta di questi due senatori portò nuova terra nell'impero romano, e i tre Triumviri si incontrarono per riallocare le nuove province. Poiché Antonio e Ottaviano guidano le forze che hanno conquistato la terra, hanno finito per ricevere la maggior parte della nuova terra. Lepido rimase molto poco per se stesso e non ebbe più un vantaggio militare rispetto agli altri due. Pertanto, il suo potere nell'alleanza iniziò a svanire.

È importante notare che non possiamo mai essere sicuri di quale sia stato esattamente l'equilibrio dell'alleanza, perché è così lontana nel passato. Gli storici antichi non avevano gli stessi standard per la scrittura storica che facciamo, quindi semplicemente leggere un resoconto di circa il tempo in cui gli eventi si sono verificati può essere molto fuorviante. Al giorno d'oggi, gli storici possono usare modi rotondi per cercare di determinare l'equilibrio di potere nell'alleanza e argomentare a sostegno delle loro conclusioni. Gli antichi leader amavano mettere le loro facce sulle monete, quindi se gli storici scoprono molte monete con la faccia di Antonio o Ottaviano, ma poche o nessuna con la faccia di Lepido, sostengono che Lepido stava perdendo potere.

In ogni caso, gli eventi che portarono alla caduta di Lepido seguirono dopo la Battaglia di Filippo. Dopo che i territori furono cambiati, Lepido tentò di prendere il controllo della Sicilia posizionando molte delle sue truppe sull'isola. Ottaviano ribatté che dopo la riassegnazione, la Sicilia era sua. In una pungente sconfitta per Lepido, le sue truppe si schierarono con Ottaviano e disertarono. Lasciato senza un piccolo esercito e politicamente in libertà, Lepido fu costretto all'esilio e il Triumvirato fu ridotto a due.

The Final War

Con la caduta del Triumvirato, divenne chiaro che Antonio e Ottaviano si sarebbero inevitabilmente scontrati. Per ottenere il favore del popolo romano, entrambi combatterono guerre che conquistarono nuovi territori e conquistarono ricchezze per il tesoro. Antonio era amato dal popolo e Ottaviano cercava il modo di minare quella popolarità.

Per cementare l'alleanza, Antonio aveva originariamente sposato la sorella di Ottaviano, Ottavia. Ottaviano scoprì che, anziché vivere con sua moglie, Antonio viveva con il leader egiziano Cleopatra. Sapeva di poterlo usare a suo vantaggio, perché il popolo romano era molto diffidente nei confronti degli stranieri e avrebbe guardato dall'alto in basso uno dei loro capi che respingeva la moglie romana e preferiva un estraneo. Per finire, Ottaviano ha scoperto che non solo Antonio aveva avuto figli con Cleopatra, ma aveva dato loro un trattamento preferenziale sui suoi figli romani nella sua volontà. Ottaviano rivelò tutto questo al popolo romano e una battaglia finale tra gli ultimi due Triumviri divenne inevitabile.

La guerra, spesso chiamata la Guerra Finale della Repubblica Romana (perché in seguito non fu più una Repubblica ma un Impero), fu dichiarata nel 32 a.E.V. In risposta alle scoperte della volontà di Antonio, il Senato romano dichiarò guerra a Cleopatra e in Egitto. Ottaviano orchestrò questo, sapendo che Antonio sarebbe venuto in suo aiuto e avrebbe avuto la sua decisiva guerra civile.

Poiché l'Egitto e Roma sono separati dal mare, gran parte dei combattimenti si svolse in una grande battaglia navale. Dopo molte manovre in mare aperto nel corso di un anno, Ottaviano sconfisse Antonio nella battaglia di Attium, usando i suoi numeri superiori e soldati più esperti per sconfiggere le flotte combinate di Antonio e Cleopatra. Actium fu la fine del Triumvirato. Antonio si ritirò ad Alessandria, dove lui e Cleopatra morirono poco dopo. Solo Ottaviano era il sovrano di Roma.

Imperatore Augusto

In onore della sua vittoria, Ottaviano ricevette il nome di Augusto, che abbracciò insieme al suo titolo di figlio di Cesare. Senza rivali e detiene gran parte del potere militare di Roma e quasi tutta la sua terra, Augusto era una forza inarrestabile a Roma. In breve tempo fece approvare al Senato una serie di leggi che gli conferivano il titolo di unico imperatore.


Guarda il video: Il primo triumvirato: Roma in mano a Cesare, Pompeo e Crasso (Potrebbe 2022).